Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘giovanni menni’

E’ Italia legalità: da Palermo a Roma e viceversa

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

L’associazione “E’ Italia legalità” ha avuto il suo battesimo romano sabato 18 giugno a partire dalle ore 15. L’incontro si è tenuto presso il Centro Congressi di Via Cavour. Vi hanno risposto numerosi partecipanti provenienti da tutte le parti d’Italia. A fare gli onori di casa, oltre al presidente dell’associazione Girolamo Foti, il suo vice Filippo Scicchitano, il segretario amministrativo avv. Leonardo Bitti, il coordinatore Davide Salma, il portavoce Filippo Tettoia, i responsabili dell’associazione delle diverse regioni italiane. Il meeting era coordinato da Roberto Peretti. Ospite d’onore è stato l’on.le ing. Ferdinando Russo, già parlamentare e sottosegretario agli Interni che ha tenuto un applaudito discorso sul ruolo dell’associazionismo sociale e sullo spirito che esso promana nella società civile. Sono seguiti numerosi interventi tra i quali quello di Marco Votano, presidente dell’Angi, del prof. Corrado Tocci, del dott. Giovanni Menni, presidente Idea e Legalità, dell’avv. Giacomo Crovetti, esperto in diritto militare e del dott. Luca Frongia, presidente Asso Interforze. Sono seguiti altri interventi del pubblico presente in sala.
Ora ci aspettiamo che l’associazione che si dichiara apartitica dispieghi con maggiore incisività le sue forze sul territorio nazionale per rappresentare gli interessi condivisi nel sociale, nella tutela dei legittimi interessi delle categorie più deboli con dibattiti e convegni intesi a stimolare la classe politica sul terreno delle risposte concrete alle attese della gente. Ci sarà anche un impegno formativo indirizzato alle scuole di ogni grado e livello affinchè i giovani prendano sempre più coscienza dell’aspetto sociale e civile della società italiana. Vi è stato, soprattutto da parte del presidente Foti, un forte richiamo ai valori espressi dai due magistrati simbolo: Falcone e Borsellino e dai quali intende attingere gli insegnamenti e la guida spirituale.
Ora che l’associazione ha avuto il suo “battesimo Romano” i vecchi e nuovi associati non possono fare altro che rimboccarsi le maniche e guardare avanti nell’affermazione di quel modello di vita che intendono risaltare e che è nelle attese di tutti coloro che si sentono non rappresentati nelle istituzioni e nella politica ma che costituiscono la stragrande maggioranza del Paese. (servizio Fidest)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo sportello cittadino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2011

Palermo Corso Scinà, 48. Il gruppo provinciale èItalia – Idea Legalità di Palermo rende noto che ogni Sabato mattina (escluso le festività) dalle ore 10:00 alle ore 12:30 (a partire da Sabato 02 Aprile 2011) in Corso Scinà 48 aprirà lo “sportello del cittadino” (servizio a titolo gratuito) che offrirà i seguenti servizi: centro ascolto, pensioni, infortunistica, disoccupazione, invalidità, fiscale. A questo riguardo i promotori “Giovanni .Menni, Girolamo Foti, Gaetano Mendola e Mariella Sciacchitano” fanno sapere che parleranno “di legalità nei quartieri, tra la gente, ma anche di lavoro, di sviluppo, di previdenza, di progetti sul territorio, di solidarietà, occupandosi di quelle cose apparentemente piccole come il decoro urbano e l’ambiente, ma tanto trascurati dai politici di entrambi gli schieramenti, troppo legati al chiacchiericcio oppure ai salotti per scendere in strada.”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce: “Idea e legalità”

Posted by fidest press agency su domenica, 3 ottobre 2010

Nasce a Palermo con sede in Via Scinà 47 l’associazione culturale e politica “Idea Legalità”. Si prefigge di contribuire a liberare il paese dal fatalismo, dall’assistenzialismo, dalla corruzione e dal populismo. Fanno parte del comitato nazionale  il Dr. Giovanni Menni, presidente e noto farmacista del centro storico di Palermo, il Dr. Gaetano Mendola segretario amministrativo e funzionario dell’INPS già due volte eletto consigliere comunale a Palermo con Forza Italia, Roberto Peretti consigliere onorario, noto per  il suo  impegno all’interno della società civile nel campo della legalità, e Fabio Sortino giornalista e addetto stampa. Detto comitato ha nominato Girolamo Foti coordinatore nazionale dell’associazione. Foti è un “noto conduttore televisivo nel tempo libero e negli ambienti della sicurezza e della difesa per il suo impegno all’interno della rappresentanza militare”. Al momento dell’investitura Foti dichiara: “Sono felice che dalla Sicilia di Falcone, Borsellino, Fava, Impastato, Padre Puglisi  e tanti altri eroi,  possiamo ora dare vita ad un’organizzazione nazionale ispirata alla legalità, nata proprio in coincidenza alla visita del Santo Padre a Palermo. A breve, annuncia il Presidente Giovanni Menni, altre città apriranno nuove sedi, attraverso persone volenterose e attive, come l’Avvocato Vanni Piccione a Messina, peraltro consulente legale dell’associazione , Francesco Marocco a Caserta, il giornalista “direttore del Centro Studi Fidest – MoVimento On” Riccardo Alfonso a Roma, Massimo Caravello a Milano. Seguiranno altri gruppi, un centinaio, sparsi su tutto il territorio nazionale. Il progetto partirà dalla questione morale, perché la mafia non è solo in strada, e non esiste solo il piccolo delinquente di borgata. Il sistema è talmente ramificato che dentro i palazzi del potere  i mafiosi o i loro referenti, probabilmente, sono già presenti. “Forse sono banchieri”, “forse sono editori”, è questo “forse” uccide la nostra società.  Aggiunge il Coordinatore Foti: noi abbiamo bisogno di certezze, di serenità, e purtroppo viviamo con il sospetto, con la paura e l’indecisione. Oggi è compito di ogni cittadino sostenere, la magistratura italiana, le forze dell’ordine e i militari delle forze armate (che hanno contribuito al prestigio della patria nel mondo) affinché svolgano serenamente il loro lavoro.  Avverte Foti: Da parte nostra, parleremo di legalità nei quartieri, tra la gente, e anche di lavoro  e di sviluppo di progetti sul territorio, di solidarietà ,occupandoci di quelle cose apparentemente piccole come il decoro urbano e l’ambiente, tanto trascurati dai nostri signori politici, troppo legati ai salotti per scendere in strada. Conclude il coordinatore nazionale Foti infine, ci impegneremo a costruire il nuovo paese che verrà, dove i cittadini si possono scegliere il loro parlamentare ideale, dove i politici non siano più dei professionisti della politica o asserviti alle lobby. Ci batteremo per ridurre gli sprechi e i privilegi della casta , difenderemo i diritti dei cittadini, difenderemo l’unità d’Italia contro ogni forma di separatismo, rappresenteremo le ragioni del Sud , il reale riscatto del Sud , senza alcun vittimismo o rivendicazione di carattere storico . Vogliamo una classe politica di gente perbene , persone competenti, giovane, diversa, moderna, umana, che si occupi anche delle cose semplici. E’ questa la nuova Italia  che vogliamo noi dell’associazione “Idea legalità”. (Addetto pubbliche relazioni coordinatore Marco Federici).

Posted in Fidest - interviste/by Fidest, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il MovimentoSud e l’on.le Turco

Posted by fidest press agency su sabato, 2 gennaio 2010

Editoriale fidest. Giorni fa ci è pervenuta una copia di una lettera scritta dal Dr. Giovanni Menni, Vice Presidente del movimentoSUD dei diritti, all’on.le Maurizio Turco del Pd-radicali. Il parlamentare in questione è stato scelto per la sua notoria sensibilità per i problemi che riguardano il mondo dei militari. Gli sono state poste, in proposito, dieci domande e con una nota in calce nella quale l’estensore dei quesiti si è detto certo  “che sarà anche scrupolosamente attento ad argomenti quali: i salari più bassi d’Europa per i militari, il diritto alla casa demaniale per i gradi più bassi, il riordino delle carriere promesso da diverse legislature, i tagli alla difesa che potrebbero causare la perdita di 23 mila posti di lavoro e il sottoimpiego dei militari di truppa”. D’altra parte chi conosce l’on.le Turco sa bene che è un parlamentare che non ha peli sulla lingua tanto che non si è fatto scrupolo d’affermare che “questa aula si rende complice di un atto palesemente incostituzionale riguardo la proroga della rappresentanza militare al giugno del 2011, così limitando a circa 400.000 cittadini italiani con le stellette di rinnovare il regolare mandato nel giugno 2010.” Posta in tal modo la questione ci consenta l’on.le Turco di meravigliarci, noi per lui, sul come si possa giudicare tanto severamente una proroga che se proprio fosse, e noi riteniamo che non lo sia, un peccato è, decisamente, tra i più veniali rispetto a molti e più gravi e più seri che il parlamento ha legiferato tanto che è dovuta, più volte intervenire la Corte Costituzionale per porvi riparo. Noi pensiamo che proprio per il rispetto che nutriamo per le istituzioni e nello specifico il Parlamento, quale autentica espressione della volontà popolare, è importante che le esternazioni, che finiscono con l’essere catturate dai media, hanno bisogno di un’attenta lettura per evitare malintesi e offrire all’opinione pubblica errate interpretazioni o enfatizzazioni di fatti e circostanze che generano più fumus che arrosto. E l’arrosto, egregio onorevole, sta proprio nel disagio della categoria, le sue frustrazioni che non si risolvono di certo con le elezioni dei delegati ma dalla volontà del Parlamento di porvi riparo con provvedimenti adeguati e con la tempestività che il caso richiede. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »