Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘giulio regeni’

Premio Giffoni alla famiglia di Giulio Regeni

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2020

De Luca, scrittore, poeta, giornalista e traduttore, ospite del Giffoni Film Festival, ha voluto dedicare il premio Giffoni 50 alla famiglia di Giulio Regeni, il dottorando italiano dell’Università di Cambridge rapito il 25 gennaio 2016, giorno del quinto anniversario delle proteste di piazza Tahir, e ritrovato senza vita il 3 febbraio nelle vicinanze di una prigione dei servizi segreti egiziani. De Luca è infatti sempre stato in prima linea per difendere i diritti: il suo pamphlet, La parola contraria, nel quale ha sostenuto la libertà di espressione, scritto in seguito al caso giudiziario che lo ha visto coinvolto per le sue dichiarazioni sulla lotta No Tav in Val di Susa, è stato supportato da un appello firmato da 65 personalità del cinema europeo. Il fondatore e direttore di Giffoni Opportunity Claudio Gubitosi ha voluto ringraziare lo scrittore che ha incontrato i giffoner della sezione Impact, regalandogli alcune stampe che raffigurano i momenti più importanti dei primi cinquant’anni del festival. “Qui nasce il germe di un’umanità migliore – ha detto De Luca ai ragazzi – Non perdete il vostro entusiasmo. Sarete voi a cambiare in meglio il mondo”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

All’Università di Parma una Sala Studio porta il nome di Giulio Regeni

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Maggio 2018

L’Ateneo, su proposta del Consiglio degli Studenti approvata dagli Organi accademici, ha infatti deciso di dedicare la Sala Studio nella Casa dello Studente di vicolo Grossardi al ricercatore italiano, ucciso in Egitto nel 2016 mentre stava completando la tesi sui sindacati indipendenti egiziani per il Dottorato svolto all’Università di Cambridge.
Alla cerimonia di intitolazione, sono intervenuti il Rettore Paolo Andrei, il Presidente del Consiglio degli Studenti Guglielmo Agolino, le rappresentanti di Amnesty International Parma Patrizia Ciurlia e Martina Di Piazza (con un videomessaggio) e Riccardo Noury, Portavoce nazionale di Amnesty International Italia, che ha letto un messaggio dei genitori di Giulio, Paola e Claudio Regeni. Folto il pubblico presente: autorità, personale dell’Università e tanti studenti, a sottolineare l’attenzione alla vicenda di Giulio Regeni e l’apprezzamento per il gesto dell’Ateneo.
L’Università di Parma, che già nel febbraio 2016 con molti altri Atenei italiani aveva aderito all’appello della Conferenza dei Rettori delle Università italiane – CRUI per far emergere la verità sulla morte di Giulio Regeni, con questa intitolazione si affianca alle numerose iniziative che il mondo universitario italiano sta realizzando affinché non scenda il silenzio su questo tragico caso.L’Ateneo intitolerà inoltre a Giulio Regeni una borsa di studio nell’ambito del Corso di Dottorato in Scienze Giuridiche coordinato da Alberto Cadoppi
Da due anni Amnesty International sta portando avanti con la famiglia Regeni la campagna “Verità per Giulio Regeni”, cui hanno aderito tanti enti locali, università e luoghi di cultura ribadendo la richiesta di un impegno per avere la verità sulla morte di Giulio.
Giulio Regeni, nato a Trieste il 15 gennaio 1988, dopo aver lavorato all’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale e aver svolto per un anno ricerche per conto della società privata di analisi politiche Oxford Analytica, stava conseguendo un dottorato di ricerca al Girton College dell’Università di Cambridge e si trovava in Egitto per svolgere una ricerca sui sindacati indipendenti egiziani all’Università Americana del Cairo.
Fu rapito a Il Cairo il 25 gennaio 2016, giorno del quinto anniversario delle proteste di piazza Tahrir. Il suo corpo fu ritrovato, torturato e senza vita, il 3 febbraio successivo, nelle vicinanze di una prigione dei servizi segreti egiziani.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caso Regeni: Sul ritorno dell’Ambasciatore italiano in Egitto

Posted by fidest press agency su martedì, 15 agosto 2017

regeniRitirato dall’Egitto come strumento di pressione affinché il governo di Al-Sisi collaborasse per ottenere la verità sui colpevoli del rapimento, delle torture e dell’uccisione di Giulio Regeni, l’Ambasciatore italiano torna al Cairo.
Come nella peggiore tradizioni italiana, a cavallo di ferragosto, si prende una decisione così fondamentale su un caso che da oltre un anno e mezzo vede impegnata la famiglia del ricercatore, i suoi legali e grande parte della società civile italiana in questa richiesta di giustizia.
Stando al ministro degli Esteri Alfano il ritorno dell’ambasciatore sarà uno strumento in più per le autorità italiane nel ricercare questa verità. Se così fosse il governo allora dovrebbe fare un mea culpa per averlo ritirato nell’aprile 2016. La verità è che da tempo si cercava una normalizzazione nei rapporti tra Italia ed Egitto, importante partner commerciale ed economico del nostro paese. Una normalizzazione che andasse oltre alle violenze commesse dal regime di Al-Sisi e oltre alla ricerca dei colpevoli per la morte di Giulio Regeni.Bene facevamo, insieme ad Amnesty International Italia, a preoccuparci per la missione ufficiale della Commissione difesa del Senato di un mese fa, denunciando come questa potesse essere un passo verso il ritorno di una normalità diplomatica tra i due paesi. Nonostante gli ultimi documenti arrivati agli inquirenti italiani, ad oggi, siamo lontani da una piena cooperazione giudiziaria in un caso che possiamo definire di tortura di stato. Il rientro dell’Ambasciatore, proprio per il motivo del ritiro e la tempistica con il quale è stato annunciato, può senz’altro essere inteso come un motivo di soddisfazione verso questa cooperazione. Prendiamo atto che per il governo italiano sono più importanti i rapporti commerciali che la difesa dei diritti umani.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Verità per Giulio Regeni”, chiediamo un aiuto a Bruce Springsteen

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2016

Siamo dei fan di Bruce Springsteen e saremo presenti al suo concerto al Circo Massimo. Ci definiamo amanti della verità e della libertà. Cogliendo la straordinaria energia che si crea nei concerti di Springsteen vorremmo tenere accesa almeno una piccola candelina sul caso Regeni. In questi giorni abbiamo creato un evento su Facebook (https://www.facebook.com/events/1721008014819871/), abbiamo condiviso una lettera indirizzata a Springsteen su Twitter, stiamo provando a coinvolgere i media nazionali per raggiungere Bruce e il suo staff.
Il nostro obiettivo, ambizioso sicuramente, è quello di far arrivare la storia di Giulio a Springsteen prima del concerto in modo che possa spendere qualche parola sul caso Regeni. Noi saremo presenti al concerto con uno striscione “Truth about Giulio Regeni” preparato per l’occasione. Questa nostra iniziativa è sulla scia della campagna lanciata da Amnesty International, organizzazione al cui fianco Springsteen, in passato, si è fortemente speso.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regeni: Lorusso (Fnsi), “a Sarajevo per Giulio”

Posted by fidest press agency su domenica, 24 aprile 2016

regeni1“Verità e giustizia per Giulio Regeni. Costituzione di un coordinamento dei sindacati dei giornalisti europei per la tutela della libertà di stampa e per mettere in campo azioni di sostegno dei cronisti minacciati. Sono due delle principali proposte che la FNSI sottoporrà all?assemblea dell?Efj, la federazione europea dei giornalisti, in programma il 25 e il 26 aprile a Sarajevo, dedicata alla libertà di stampa e alla tutela dei diritti e alla lotta al precariato”. Lo scrive il segretario Fnsi Raffaele Lorusso in un editoriale su http://www.articolo21.info. “Con la mozione sul caso Regeni, il sindacato dei giornalisti italiani intende portare all?attenzione dei colleghi e dei Paesi europei la necessità di fare chiarezza sulle circostanze che hanno portato alla barbara uccisione in Egitto del giovane ricercatore italiano. La mobilitazione intorno al suo caso serve anche a sottoporre alle istituzioni europee la situazione di tutti i Giulio Regeni del mondo, molti dei quali sono giornalisti che scontano in carcere o con pesanti minacce il loro essere al servizio della verità. Per questa ragione, la FNSI chiederà all’Efj e ai colleghi degli altri sindacati europei di costituire proprio a Sarajevo un coordinamento che abbia il compito di promuovere incontri con i vertici del Parlamento e della Commissione europea sui temi della libertà di stampa e sulla necessità di assicurare efficaci forme di tutela a tutti cronisti minacciati. Allo stesso tempo, la FNSI, insieme con l’Efj, si farà promotrice dellìistituzione di uno sportello europeo di assistenza e tutela dei cronisti minacciati”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regeni: Parlamento chiede al governo egiziano di cooperare con autorità italiane

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 marzo 2016

giulio regeniIl Parlamento europeo chiede alle autorità egiziane di collaborare con gli inquirenti italiani e fornire loro tutte le informazioni necessarie alle indagini sul caso del ricercatore italiano Giulio Regeni, in una risoluzione approvata giovedì. I deputati sottolineano che l’uccisione di Regeni non è un caso isolato e ricordano le sparizioni forzate avvenute in tutto l’Egitto negli ultimi anni.
La proposta di risoluzione comune, votata nell’ambito delle emergenze su casi di violazione dei diritti umani, è stata approvata con 588 voti favorevoli, 10 voti contrari e 59 astensioni.I deputati chiedono alle autorità egiziane di “fornire alle autorità italiane tutte le informazioni e tutti i documenti necessari per consentire lo svolgimento di indagini congiunte rapide, trasparenti e imparziali sul caso Regeni” e invitano il Capo della politica estera UE Federica Mogherini a “intrattenere scambi regolari con i difensori dei diritti umani” e garantire sostegno ai detenuti e altri soggetti a rischio. Il servizio diplomatico dell’UE (il Servizio europeo per l’azione esterna – SEAE) e gli Stati membri sono invitati a sollevare con il governo egiziano la questione delle sparizioni forzate e del ricorso abituale alla tortura e a definire, in stretta consultazione con il Parlamento europeo, una tabella di marcia sulle misure concrete che le autorità egiziane dovranno adottare per migliorare la situazione dei diritti umani nel Paese. Infine, i deputati europei chiedono ai Paesi UE di sospendere la vendita di apparecchiature di sorveglianza qualora sia dimostrato che tali apparecchiature siano utilizzate per violare i diritti umani.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giustizia e verità per Giulio Regeni

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2016

presidio

“Abbiamo partecipato, al presidio davanti l’Ambasciata dell’Egitto a Roma per chiedere giustizia e verità per Giulio Regeni. Una vicenda oscura che chiama direttamente in causa le autorità egiziane e i suoi servizi di sicurezza. Non è un mistero, infatti, che l’Egitto pratichi in maniera sistematica nei confronti di tanti suoi cittadini lo stesso tipo di trattamento riservato al ricercatore italiano. Per questo motivo non ci accontenteremo di verità di comodo e chiediamo al nostro Governo di non farsi condizionare dagli interessi economici che legano il nostro paese all’Egitto. Aderiamo alla mobilitazione lanciata da Amnesty International e da altre associazioni e chiediamo un’indagine internazionale non solo sulla morte di Regeni, ma anche di tutti quei i casi di scomparsa, tortura e morte avvenuti nelle negli ultimi tempi per mano del regime egiziano, in modo che i responsabili di questi crimini possano essere identificati e portati davanti agli organi della giustizia internazionale”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro della segreteria politica del Prc di Roma. (foto: presidio)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »