Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘giuseppe gambardella’

Si vive sempre più come nomadi

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 gennaio 2019

Una proiezione di SpeedDate.it prevede che, nel momento in cui i giovani di oggi raggiungeranno l’età di 48 anni, uno su 4 sarà stato single per tutta la vita.La stessa tendenza si ha ormai a livello globale e rispecchia la situazione di una società in radicale e profonda trasformazione, una società dove le persone che si sposano per farlo impiegano più tempo che mai e dove il numero dei nuclei monopersonali sta superando quello delle famiglie in quasi tutti i Paesi del mondo. A fotografare questa situazione è SpeedDate.it, il portale che offre ai single il modo più veloce e divertente per incontrare gente nuova e molti nuovi potenziali partner.«Un record che presto sarà raggiunto anche negli Stati Uniti, dove il numero di persone che vivono senza coniuge o partner è salito al 42% lo scorso anno, rispetto al 39% di un decennio fa» commenta Giuseppe Gambardella, ideatore di SpeedDate.it e di SpeedVacanze.it, il tour operator che ha inventato l’esclusiva formula dei viaggi e delle crociere per single e di gruppo.La tendenza -secondo quanto osserva SpeedDate.it- è fortissima anche in Italia, dove a vivere da soli sono oltre 7 milioni di persone, 2 milioni dei quali hanno tra i 15 ed i 45 anni, 1,7 milioni tra i 45 ed i 64 anni e 3,3 milioni sono di età pari o superiore ai 65 anni.Ma, diversamente agli altri Paesi del mondo, in Italia a vivere sempre più come una sorta di monadi sono soprattutto le donne: il dato complessivo è del 15,5% a fronte dell’11,6% degli uomini. E solo nella fascia di età compresa tra i 15 ed i 45 anni a vivere da soli sono più gli uomini rispetto alle donne.Negli ultimi 10 anni, osserva inoltre SpeedDate.it, la fascia di età di chi va a vivere da solo con il maggiore incremento (+66%) è quella più giovane. Una percentuale di crescita importante, soprattutto se si considera che il dato è mitigato dal fatto che nel nostro Paese, a causa della crisi economica, un numero crescente di single opta per condividere l’appartamento con altri.«Quindi, alla fine, gli italiani non sono affatto bamboccioni come sostengono alcuni amanti degli stereotipi e delle generalizzazioni» puntualizza Roberto Sberna, direttore generale di SpeedDate.it.Il dato forse più allarmante del bilancio 2019 sul mondo dei single tracciato da SpeedDate.it è però la tendenza a rimanere soli. Gli ultimi dati Istat fotografano la situazione di un Paese in cui negli ultimi 20 anni le unioni di lunga durata sono diminuite quasi di un quarto ed in cui perfino la quota di divorzi nei matrimoni di “lunga durata” è cresciuta, passando dall’11,3% del 1998 al 23,5% registrata a fine del 2017.E una proiezione di SpeedDate.it su dati Istat prevede addirittura che, nel momento in cui i giovani di oggi raggiungeranno l’età di 48 anni, uno su 4 di essi sarà stato single per tutta la vita.Più specificamente per i matrimoni, nella fascia di età compresa tra i 45 ed i 54 anni già oggi un uomo su 4 non si è mai sposato ed una donna su 5 è nubile. «Per quanto riguarda i divorzi, poi, il nostro Paese si colloca agli ultimi posti nel ranking mondiale delle unioni matrimoniali» osservano gli analisti di SpeedDate.it. In sintesi, in Italia ci si sposa di meno e i matrimoni durano meno rispetto agli altri Paesi del mondo.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso di aggiornamento su “Ecografia e diagnostica per immagini”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 maggio 2016

pizzo calabroPizzo Calabro (VV) – Sabato 28 maggio, a partire dalle ore 9.00, nella sede del centro medico polifunzionale New Delta di via Nazionale, complesso S. Agostino Pal. H, appuntamento con il corso di aggiornamento su “Ecografia e diagnostica per immagini” organizzato dal prof. Giuseppe Gambardella, neurochirurgo direttore sanitario del centro New Delta. L’accesso alla diagnostica per immagini è stato reso più difficile dalla normativa recente. In particolare
si vuole contrastare la tendenza a considerare indagini sofisticate come la TAC e la RMN come esami da attuare come per uno screening di base e non come il vertice di una procedura diagnostica.Questo aggiornamento, attraverso le relazioni di specialisti del settore,
 vuole consegnare ai medici di base l’informazione che la diagnostica ecografica può supportare, in diverse patologie, le fasi iniziali di molte procedure diagnostiche. Nel corso verrà mostrato come l’ecografia può essere utile in campi diversi, come nelle patologie muscolo scheletriche, in cardiologia, nelle patologie internistiche ecc. Durante il corso sarà possibile attuare anche un’esperienza pratica che fornirà ai corsisti i primi elementi per poter praticare questo tipo di diagnostica.
Al termine dei lavori della mattinata, seguirà una tavola rotonda sul tema “Specialisti e medici di famiglia. Problematiche indotte dalla nuova normativa.Ai partecipanti potranno essere assegnati sei crediti formativi. La partecipazione al corso è gratuita ed è rivolta a tutti i professionisti della Sanità; è tuttavia necessaria la prenotazione. (Rachele Gerace)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »