Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘globalizzazione’

Dibattito al Caffè letterario romano

Posted by fidest press agency su domenica, 21 febbraio 2010

Roma, 23 Febbraio alle ore 18 Caffè Letterario, Via Ostiense 95, (ingresso libero)..  dibattito sul tema “dalla crisi del comunismo alla crisi del capitalismo? Diagnosi e prospettive”. interventi di Antonio Saccà e Carlo Jovine. Presentazione del libro “100 ottime ragioni per non amare Roma. e almeno due per adorarla alla follia” di Luca Leone.  È ormai evidente che la crisi che stiamo vivendo è molto più di una crisi passeggera dovuti ai classici cicli congiunturali dell’economia. È una crisi strutturale che mette in discussione il modello occidentale del capitalismo, prefigurando un tramonto per certi versi analogo al declino storico del comunismo. Un modello economico, quello occidentale, che rischia di implodere su se stesso, vittima della sua creatura più recente: la globalizzazione.
Antonio Saccà, docente di Sociologia all’Università “La Sapienza” di Roma, parlerà di questo tema in un pubblico dibattito intitolato “Dalla crisi del comunismo alla crisi del capitalismo? Diagnosi e prospettive”. Saccà ha scritto vari libri sull’argomento, l’ultimo dei quali, “Il padre di Dio” (Bietti Media edizioni), dedica una particolare riflessione alle conseguenze di una concorrenza squilibrata che avvantaggia paesi come l’India e la Cina con bassi costi di produzione. Che fare? Saccà affronterà appunto il “che fare” per una eventuale uscita dalla crisi. L’incontro sarà moderato da Massimo Nardi, vicepresidente di AutoriOnline.
Luca Leone, giornalista e saggista, presenterà il suo ultimo libro “100 ottime ragioni per non amare Roma. E almeno due per adorarla alla follia” (Infinito edizioni), da cui è stato tratto l’omonimo spettacolo teatrale di e con Stefano Dionisi.  Roma non è solo la città decantata dalle guide turistiche di tutto il mondo che ne esaltano gli aspetti da cartolina. Oltre alle foto di rito e al tradizionale lancio di monetine a Fontana di Trevi, l’Urbe è altro. Con taglio giornalistico sociale, e al contempo con leggerezza e ironia, questo libro racconta in italiano, e a tratti in romanesco, i contrasti forti della Città Eterna.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La globalizzazione culturale

Posted by fidest press agency su domenica, 27 dicembre 2009

Lo stravolgimento dei valori insiti nell’uomo ha modificato tutta l’architettura dello sviluppo umano, confinandola dentro un mondo materiale, a senso unico, che ha inglobato nei suoi ingranaggi anche le coscienze. In questa nuova architettura c’è una frattura verticale che separa il mondo Occidentale, che dello sviluppo tecnologico ha fatto il fulcro della sua storia contemporanea, dal resto del mondo; dalla parte occidentale c’è una società massificata, dedita al capitalismo più sfrenato, in grado di condizionare l’autonomia dell’individuo; dall’altra parte il resto del mondo, che non riesce a percepire di essere diventato ostaggio della prima in una corsa insensata verso il progresso, identificato esclusivamente con il progresso della tecnologia. La società occidentale capitalistica ha ridotto ogni valore a merce di scambio, a bene di consumo, con le leggi dell’economia e del profitto che vengono privilegiate nei confronti delle leggi della natura, della pacifica convivenza e della solidarietà fra tutti i popoli. Le  idee  e, quindi,  le ideologie, hanno  perso  il  loro peso sulla coscienza, sostituite   con l’anti-idea della modernità; una modernità che ha colpito al cuore le coscienze, iniettando una fede cieca in una tipologia di ragione che, pretendendo di rendere gli uomini padroni di sé e della natura, li ha precipitati in un baratro irrazionale.  La conoscenza scientifica si è ridotta ad una mera ricerca quantitativa, molto attenta alla correttezza formale, ma non ai contenuti, diventando, così, uno strumento della società capitalistica, che ha incarcerato nei suoi ingranaggi le coscienze e con esse lo sviluppo della centralità dell’uomo.  La frattura verticale della nuova architettura dello sviluppo si aggrava ulteriormente, in quanto inizia il percorso con  l’esercitare il dominio dell’uomo sulla natura, ma sfocia, ineluttabilmente, nella volontà di dominio dell’uomo sull’uomo,  della struttura sociale sulla struttura individuale. Anche la cultura ha smarrito la sua autonomia e si è trasformata in una “industria culturale”, che sfrutta ogni bene solo a fini commerciali e soffoca ogni libertà di scelta e di analisi individuale; prevale la dittatura del pragmatismo capitalistico, che dà valore solo a ciò che ha successo commerciale. L’alternativa alla “industria culturale”, che stratifica ogni manifestazione culturale in una categoria omogenea e acritica, resta il Nuovo Umanesimo, testimone dell’esistenza, nel cuore degli uomini, di qualcosa che non si può piegare alla “volontà di potenza” del mondo capitalistico, di qualcosa che è sopravvissuto alla stratificazione massificante degli interessi materiali. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Violenza contro le donne nell’età della globalizzazione

Posted by fidest press agency su sabato, 14 novembre 2009

Torino 16 novembre, a partire dalle ore 9, presso la Sala Marmi di Palazzo Cisterna (via Maria Vittoria 12) Violenza contro le donne nell’età della globalizzazione. E’ il titolo dell’incontro, promosso dalla Provincia di Torino, che si svolgerà L’incontro è il primo degli appuntamenti previsti sia sul territorio provinciale che in quello regionale per La giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che ricorre il 25 novembre. Interverranno il presidente Antonio Saitta e l’assessore alle politiche di cittadinanza attiva Mariagiuseppina Puglisi, l’assessore regionale alle pari opportunità Giuliana Manica, l’assessore del comune di Torino Marta Levi; la consigliera di parità della Provincia di Torino Laura Cima. Sul territorio provinciale, sono state promosse iniziative dai comuni di Borgone di Susa, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Pianezza, dalla città di Torino e da Vinovo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La globalizzazione alla prova dell’interdipendenza”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2009

Firenze, 28 Ottobre  ore 12.30, Palazzo Strozzi-Sacrati sala stampa Maria Grazia Cutuli (P.za Duomo, 10) conferenza stampa su: “L’incontro tra culture, religioni, ragioni: condizione per affrontare le sfide del presente” per difendere la diversità culturale e allo stesso tempo tessere relazioni di fraternità universale. Parteciperanno: Federico Gelli, Vice Presidente della Regione Toscana, Kezevino Aram, leader hindu di Coimbatore (India), Carlos Montufar dell’Ecuador e Luiz Carlos Hauly, economista del Brasile. Saranno questi alcuni dei temi al centro del confronto e della ricerca condivisa dell’edizione italiana 2009 delle Giornate dell’Interdipendenza, che si svolgerà il prossimo 29 e 30 ottobre a Firenze.
Il Convegno è promosso da Acli, Comunità di Sant’Egidio, Focsif, Legambiente, Movimento politico per l’unità (Focolari), Regione Toscana e realizzato con il patrocinio di: Fed. Naz. Stampa Italiana, Usigrai, Comune di Firenze, Provincia di Firenze, Federazione Nazionale Stampa Italiana, Unione Sindacale Giornalisti RAI e con il sostegno della Fondazione monte dei Paschi di Siena e la Regione Toscana.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Taormina forum sullo sviluppo dell’Africa

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 ottobre 2009

La vicina tragedia che ha colpito Messina e molte altre località della Sicilia offrono al ministro Brunetta in occasione del Forum di Taormina di combinare i due eventi con un intervento di ampio respiro di cui riportiamo alcuni passaggi: “oggi la globalizzazione ha cambiato il quadro delle convenienze competitive delle varie direttrici di sviluppo nel mondo. la direttrice euro-asiatica è ridiventata centrale e parlare oggi di africa, di mediterraneo, di Sicilia non è la stessa cosa di 5 o 10 anni fa. si sta definendo un nuovo equilibrio mondiale. le economie del g20 rappresentano quasi il 90% del pil mondiale, l’80% del commercio e i 2/3 della popolazione. La ripartizione degli investimenti stranieri è l’Europa al 46,2%, il nord America al 18,5%, l’Asia al 17,4%, l’America latina al 6,8%, altri al 14,1%. l’Europa, che pure ha un vantaggio competitivo nei confronti del continente africano derivante dal passato coloniale, rischia di essere esclusa dalla partita se non giocherà le sue carte nella prospettiva “euro-mediterranea allargata” che è rappresentata dalla direttrice euroasiatica di sviluppo e che diventa centrale nei traffici mondiali. l’Italia e la Sicilia devono darsi almeno tre priorità: sviluppare un sistema logistico euro-mediterraneo, investire in tecnologie per la società civile e l’urbanizzazione, sviluppare capitale umano eccellente e creare un’offerta di formazione di prim’ordine. La Sicilia può diventare un hub, il baricentro di questa prospettiva mediterranea diventare il simbolo dell’economia “euro-mediterranea allargata” e giocare il ruolo di piattaforma italiana per il commercio con le nuove economie emergenti”. (n.r. se è questa la visione del ministro per la Sicilia quando oggi sta accadendo mostra tutta la evidenza di una classe politica locale e nazionale che riesce solo a vedere il proprio naso. Di questo passo si tocca solo il fondo e non si svetta di certo)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tubercolosi: una sfida sempre attuale

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2009

Lecco 25 Settembre 2009, 8:30-13:30 Corso Carlo Alberto, 120 Sala Conferenze Azienda Sanitaria Locale Lecco In Italia l’opinione pubblica ritiene che la tubercolosi sia ormai debellata, scomparsa dal territorio nazionale. Al più, la tendenza generale è pensare che essa sia stata relegata alle fasce deboli della popolazione.  In realtà, la repentina evoluzione della popolazione italiana, ormai entrata nel vivo della globalizzazione, ha aumentato il rischio di contagio per molti categorie di cittadini, tra cui soprattutto operatori sanitari, detenuti, persone economicamente disagiate, immigrati e tutti coloro che vivono a stretto contatto con questi soggetti.  Il corso “Tubercolosi: una sfida sempre attuale” si inserisce nel Progetto “Stop alla tubercolosi”, promosso  dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” in collaborazione con BAICR Sistema Cultura.  Il Progetto, che rappresenta la declinazione a livello nazionale di iniziative ideate e realizzate  dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in collaborazione con Stop TB Partnership a livello globale,  nasce dalla necessità di sensibilizzare in maniera appropriata sullo stato attuale della malattia e sulle misure necessarie per fronteggiarla. Lo scopo ultimo è accendere ancora una volta i riflettori su un importante problema sociale, quello della tubercolosi, che abbisogna di efficaci messaggi di educazione e promozione alla salute; un problema che occorre portare nuovamente e costantemente all’attenzione del personale sanitario, sia quale target tra i principali a rischio contagio, sia quale intermediario per la diffusione al grande  pubblico del messaggio comunicativo di prevenzione, diagnosi precoce e corretto trattamento terapeutico.  Il corso, in questo senso, ospitando relatori di alto livello professionale e profusa esperienza nel settore, offre  il giusto spazio per un dibattito sui temi dell’epidemiologia, diagnosi, trattamento e implicazioni sociali della  tubercolosi.
La tubercolosi è una pandemia causata da germi (Mycobacterium tubercolosis) che colpisce i polmoni e nel 15-20% dei casi contagia altri organi. È trasmissibile per via aerea, tramite nebulizzazione di particelle prodotte da soggetti malati. Se non trattata, uccide nel 65% dei casi in 5 anni, nonostante sia curabile in soli sei mesi al costo di 20 €.  Nel mondo ci sono più di 9 milioni di nuovi casi di tubercolosi l’anno, con quasi 1,8 milioni di decessi ogni anno. È una malattia che colpisce principalmente i giovani adulti nei loro anni più produttivi e, allo stesso  tempo, è uno dei principali killer tra le persone affette dal virus HIV, che hanno un sistema immunitario  indebolito.  Nei paesi endemici, spesso, non si è a conoscenza della curabilità della tubercolosi e dell’attuale disponibilità  di trattamento. D’altro canto, nei Paesi ad alto reddito si pensa che la malattia sia stata definitivamente debellata. Il sostegno dei Paesi ad alto reddito è invece essenziale per la lotta alla Tubercolosi in termini di finanziamenti, ricerca, ed esercizio di influenza nei confronti dei paesi endemici, sovente notevolmente deboli e vulnerabili.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo e risorse umane

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2009

In tema di globalizzazione e di nuove tecnologie anche il turismo ha cambiato volto in particolare dal punto di vista economico nel rappresentare uno dei settori più importanti per il mondo intero e, per ciò che ci riguarda da vicino, per l’Italia. Nel nostro Paese, lo scorso anno, ha rappresentato circa il 10% del Pil, hanno trovato occupazione oltre tre milioni di persone e registrato tassi sostenuti di crescita (+13% fra il 2004 ed il 2008) sicuramente più elevati di quanto si possa riscontrare in altri comparti. La struttura reticolare turistica italiana parte da tre tipi di conduttori: tour operator, enti pubblici ed agenzie viaggi e si indirizza verso hotel, camping, villaggi ed agriturismo. Ma il segreto del successo sta nel fatto che la proposta turistica deve tenere in massima considerazione le condizioni del mercato di fronte a turisti sempre più consapevoli ed esigenti e che impongono un’offerta a loro maggiormente orientata, rinnovata, ricca di prodotti sempre più appetibili e validi dal punto di vista qualitativo. Uno dei fattori che più spinge nella direzione di questi cambiamenti è indubbiamente quello tecnologico. Su questo piano si giocheranno molte delle possibilità di trasformazione e di crescita delle aziende turistiche in un prossimo futuro. Non dimentichiamo, ad esempio, che il tasso di penetrazione delle tecnologie internet per le famiglie italiane è cresciuto nel 2006 dell’8% rispetto all’anno precedente ed un analogo  incremento, se non superiore, si prevede nel corso d’anno. Questo nel quadro di una crescita media mondiale che procede intorno al 4,9%. Diciamo, quindi, che oggi il 51% delle famiglie italiane possiede un personal computer ed il 35% usa regolarmente internet. Per quanto riguarda il turismo circa il 60% dei navigatori consulta la rete alla ricerca di informazioni di vario genere prima di mettersi in viaggio e la predisposizione all’uso di queste tecnologie è ancora migliore: il 78% la ritiene utile come strumento di comunicazione e-mail, soprattutto ed il 46% lo userebbe per trovare informazioni su alberghi. Ne deriva che i contenuti dei siti web turistici italiani sono composti essenzialmente di quattro componenti: e-commerce, contenuti informativi, assistenza al cliente e servizi. La filosofia di fondo è quella di anticipare la propria audience proponendo una realizzazione che tenga conto dei desideri e delle esigenze, ma anche delle effettive capacità tecnologiche del pubblico cui si rivolge.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La regola del caos nell’economia e nella finanza mondiale

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2009

Cui prodest? E’ una regola che non poche centrali della governance internazionale prendono per buona per intrufolare i loro traffici poco diamantini. Il più ragionevole impegno sarebbe quello di rendere meno caotico il sistema per restituire all’economia e alla finanza il suo più autentico ruolo di ordine e di equilibrio nello sviluppo mondiale. Questo suggerisce che alcune nuove forme di consapevolezza etica, e di responsabilità dei consumatori e dei risparmiatori, sono fondamentali per spronare la responsabilità aziendale e l’attività istituzionale e inoltre a contrastare gli effetti dannosi della globalizzazione. Una significativa crescita della consapevolezza e responsabilità della terza colonna del sistema economico mondiale (cittadini che consumano, risparmiano e votano) è richiesta urgentemente se non si vogliono abbandonare tutte le speranze per un riassestamento dello sbilanciamento nelle mani di, se tutto va bene, illuminati imprenditori o policymakers.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I rischi e le sfide della globalizzazione

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2009

Non vi è dubbio che sotto l’egida della globalizzazione la società sta generando opportunità senza precedenti per il suo sviluppo dal punto di vista economico, ma di certo meno per quanto attiene la sua sostenibilità dal punto di vista ambientale e sociale. Questa discrasia va corretta per evitare grossi guasti all’ecosistema. Manca, in effetti, una profonda riflessione se si vuole trasformare la crescente potenzialità della globalizzazione in un ottimo carburante che potrà portare verso una prosperità sostenibile ed egualitaria in tutto il mondo. Ma è altrettanto importante intenderci al significato che attribuiamo alla globalizzazione. Essa accresce la mobilità dei fattori produttivi e muta i governi sovrani in percettori fiscali in concorrenza tra di loro. Diciamo, quindi, che viene messo a nudo ogni produzione di tipo localistico, in quanto si trova nolente o volente posta in diretta competizione con le altre realtà presenti nel mondo, al contrario di quanto accadeva in passato, dove la sua area d’influenza disponeva di una sua personale nicchia di potere. Se questo trasversalimo intercontinentale è un dato di fatto, riveste un particolare significato stabilire, di pari passo, regole comuni per accompagnarlo con adeguate riforme dello stato sociale, mantenendo la qualità del bene pubblico con un non elevato livello di spesa pubblica. Globalizzazione quindi ben venuta, ma con giudizio dato che essa, per essere efficace, dal punto di vista dei diritti dell’uomo, deve dotarsi di valori condivisi che la rendano più rispondente alla domanda globale che non è espressa solo di dati economici ma anche di valori di altra natura, ma qualificanti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europa dei popoli, Europa dei governi

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Editoriale fidest Con il passare del tempo cresce il divario tra il “pensiero” guida dei popoli e quello dei “governi” che intendono rappresentarli. La spiegazione sta nel fatto che i governanti hanno la presunzione che la sovranità popolare vada in qualche modo “pilotata” poiché essi sono nelle condizioni di guardare più lontano dell’uomo della strada. E’, purtroppo per costoro, una vista difettosa poiché non si sono resi del tutto conto che la globalizzazione non è solo economica ma lo è anche nel modo come le notizie circolano, le verità sono poste sotto osservazione da più punti di vista, le coscienze subiscono le sollecitazioni del mondo esterno. Vi è, anche da parte di questi governanti la fortunata circostanza che manca una leadership mondiale universalmente riconosciuta che sappia interpretare i sentimenti e le attese di una popolazione mondiale che vive il suo dramma esistenziale sempre più divisa tra ricchi e poveri, tra giustizia e illegalità, da privilegi e abusi, tra razzisti e martiri. E’ un olocausto di popoli che quotidianamente si vedono umiliati, offesi, traditi, resi vittime di una logica anch’essa globalizzata che intende emarginarli, sfruttarli. Così ci ritroviamo nel corso dei millenni, dai cavernicoli nostri antenati alla contemporaneità tecnologica con le stesse speranze e attese per un messia che nell’universalità del suo messaggio ci facesse ritrovare tutti insieme il sentiero della bontà, della fratellanza e dell’altruismo. Ciò che ci sconcerta di più è come sia possibile che la stragrande maggioranza della popolazione mondiale debba essere posta in condizioni di sudditanza nei confronti di una minoranza di sfruttatori, di opportunisti, di lestofanti. Non hanno i numeri ma hanno la capacità di corrompere, di suscitare grandi, ma sempre illusorie, speranze, di comprarsi per 30 miseri denari la vita del proprio simile. Oggi l’unica possibilità che resta è quella di un “risveglio” corale delle coscienze attraverso un “messaggio” che sappia scuoterci, sappia ridarci la consapevolezza del nostro essere e restituirci la capacità del nostro avvenire e soprattutto di scrollarci di dosso gli opportunisti e i parassiti di turno ovunque alberghino ivi compresi i loro rifuggi doranti del “Palazzo”. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione Caritas in veritate

Posted by fidest press agency su martedì, 14 luglio 2009

Roma 15 luglio 2009 ore 18.45 Montecitorio, Sala Berlinguer Via Uffici del Vicario, 21  l’Associazione PeR (Persone e Reti) organizza la presentazione della nuova enciclica sociale di Benedetto XVI “Caritas in veritate”. All’incontro, introdotto dall’On. Luigi Bobba (Presidente Associazione Persone e Reti e Vice Presidente Commissione Lavoro Camera dei Deputati), interverranno due relatori autorevoli quali Mons. Giampaolo Crepaldi (Segretario del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, autore di un recente libro dedicato a queste tematiche “Globalizzazione. Una prospettiva cristiana”) ed il Prof. Stefano Zamagni (Docente all’Università di Bologna, uno dei principali consulenti per la stesura del testo dell’Enciclica).  “Tra globalizzazione e dottrina sociale della Chiesa esiste un nesso molto intimo di cui potremmo precisare la radice ultima nei termini seguenti: la dottrina sociale, che si radica nel messaggio evangelico, possiede una spinta unificante per l’intero genere umano. Da un lato la globalizzazione è sempre maggiormente accolta dentro la dottrina sociale a mano a mano che si susseguono le encicliche sociali, dall’altro la dottrina sociale si globalizza sempre di più. Un aspetto senz’altro importante della dimensione di globalità della dottrina sociale della Chiesa è quello antropologico. Quella cristiana è, infatti, un’antropologia di totalità; essa getta uno sguardo su tutto l’uomo e su tutti gli uomini, non vuole dimenticare nessun aspetto della vita umana” (Mons. Giampaolo Crepaldi)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La nuova enciclica di Benedetto XVI

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2009

“La nuova enciclica di Benedetto XVI punta indubbiamente la sua attenzione su argomenti importanti e delicati: la necessità di fare operare all’interno del mercato realtà di diversa natura, che perseguono obiettivi differenti: imprese capitalistiche, sociali, organizzazioni del terzo settore, ma anche il bisogno di un’attività finanziaria dove ci sia spazio  per la finanza etica, che non può essere un’eccezione. Il Pontefice è chiaro: la finanza deve servire l’economia reale, e quindi è la finanza speculativa a costituire un’eccezione. Ma Benedetto XVI ci indica chiaramente quale sia la scelta vincente:  valorizzare nel concreto il principio di sussidiarietà, introducendolo nelle politiche pubbliche, laddove oggi lo si confonde in maniera erronea con supplenza” E’ quanto dichiara il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno in merito a “Caritas in veritate” la terza enciclica di Benedetto XVI pubblicata oggi. “Attraverso la sussidiarietà – conclude Alemanno – la globalizzazione non è il male, ma  se governata con nuove regole può diventare un’opportunità. Prima di tutto ponendo al centro delle politiche economiche l’uomo di ogni razza, cultura e religione i suoi reali bisogni. Questa enciclica ci invita tutti – ad ogni livello locale, nazionale ed internazionale – ad impegnarci nella promozione di un autentico sviluppo umano integrale ispirato ai valori della carità della verità”.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Milano: la città, il mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2009

Milano 6 luglio 2009, ore 11.00 Centro Congressi Fondazione CARIPLO Via Romagnosi 6 La Comunità di Sant’Egidio propone un dibattito per una visione della città aperta al futuro, al dialogo, alla solidarietà. I problemi e le speranze di Milano sono sempre legati alla sua realtà di crocevia internazionale. Chiamata ad orizzonti universali anche in una stagione di crisi e di incertezza, la città si trova oggi tra identità tradizionale e sfide della globalizzazione. In questo tempo, chi vive a Milano è interpellato dall’invito ad un futuro nella solidarietà di cui si è fatto portavoce l’Arcivescovo card. Dionigi Tettamanzi, dalle sfide della convivenza, dai progetti per lo sviluppo, come l’Expo.Intervengono: Marco Impagliazzo, Presidente della Comunità di Sant’Egidio Eros Monti, Vicario episcopale della Diocesi di Milano  Alfonso Arbib, Rabbino capo di Milano Virginio Colmegna, Presidente della Fondazione Casa della Carità Coordina:  Milena Santerini

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Popoli indigeni e cambio climatico

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 maggio 2009

Di Max Tengler Le conseguenze della globalizzazione sul cambio climatico e sulla vita dei popoli indigeni. Il termine globalizzazione proviene dal linguaggio economico e sociologico ed è in uso solo da pochi decenni. Indica il processo dell’intensificarsi di contatti tra persone e società di tutto il mondo. Nel corso degli anni l’importanza delle distanze geografiche è notevolmente diminuita. Le immense possibilità di comunicazione, la libera circolazione dei capitali e il traffico merci a livello mondiale sono tutte conseguenze della globalizzazione. E’ difficile stabilire l’inizio del processo di globalizzazione tant’è che nel corso della storia umana ci sono sempre stati contatti e rapporti tra persone separate da grandi distanze geografiche. Pietre miliari della globalizzazione sono sicuramente stati i grandi viaggi degli esploratori del 15. secolo e la Rivoluzione industriale, ma grazie al progresso tecnologico degli ultimi 50 anni il processo di globalizzazione ha conosciuto una impressionante accelerazione. Lo sviluppo dei sistemi di comunicazione, in particolare internet, ha permesso uno scambio di informazioni e un intensificarsi dei rapporti a un livello mai visto prima.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Mostra collettiva: Wondering Where the ducks Went…

Posted by fidest press agency su domenica, 24 maggio 2009

KatjaSalerno fino al 31/7/2009 via delle Botteghelle, 55 Galleria Tiziana Di Caro E’ una mostra collettiva a cura di Simona Brunetti, con opere di Zoulikha Bouabdellah, Katja Loher, Damir Ocko, Luisa Rabbia, Pierfrancesco Solimene, Rosario Vicidomini,  Attraverso differenti mezzi espressivi, che spaziano dal video al disegno, dalla scultura all’installazione, i loro lavori impongono una riflessione piu’ ampia sulla responsabilità dell’arte rispetto ad un presente che affronta le molteplici sfide della globalizzazione.  I temi evocati sono eterogenei. Katja Loher apre la mostra con una video scultura che pone un serie di interrogativi sui destini ambientali del pianeta.  Attraverso un’installazione di ricami d’oro su velluto nero, Zoulikha Bouabdellah invita a riflettere sulla necessità di abbattere i muri di silenzio e di indifferenza spesso elevati attorno ai grandi conflitti che affliggono l’umanità. Pierfrancesco Solimene riproduce artigianalmente oggetti di forma arcaica, sculture che evidenziano i possibili legami tra la specificità di una tradizione culturale e un’arte che tenda il piu’ possibile all’idea.  Nei trentadue disegni di Rosario Vicidomini l’architettura omologata di certe periferie e’ soppiantata dalla varietà di costruzioni di un’architettura -altra-, quella delle cucce per cani.  Nel disegno di Luisa Rabbia un corpo nascosto da enigmatiche trame, suggerisce un mistero che giunge improvviso a gettare scompiglio nelle modalità di percezione del quotidiano.  La mostra si conclude con una videoproiezione di Damir Ocko, malinconico viaggio all’interno di un luogo abbandonato dal tempo e dagli uomini, il monumentale University Hospital costruito in Croazia negli anni ’80, restituendolo alla storia e all’identità collettiva di un popolo. (Immagine: Katja)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Parlamento europeo: I Punti Forti della Sessione

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 maggio 2009

Bruxelles.Lunedì 4 maggio  Congedo maternità di 20 settimane, di cui 6 retribuite al 100% – L’Aula esaminerà una proposta di direttiva volta ad aggiornare le norme sulla tutela delle lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento. Orario di lavoro: falliti i negoziati, restano le norme attuali Autotrasporto: frenata sui tempi di guida degli autonomi – Una relazione all’esame dell’Aula suggerisce di respingere la proposta volta a aggiornare le norme sull’organizzazione dell’orario di lavoro degli autotrasportatori. Stop alla vendita di prodotti derivati dalle foche, con poche eccezioni.  Limitare i test sugli animali senza ostacolare la ricerca – Il Parlamento si pronuncerà su una proposta di direttiva volta a rafforzare l’armonizzazione delle legislazioni nazionali in materia di sperimentazioni sugli animali.
Martedì 5 maggio Preparazione del Consiglio europeo – Si terrà in Aula un dibattito in vista del vertice del 18 e 19 giugno, l’ultimo sotto Presidenza ceca.   Immunità di Patriciello e Bossi – Il Parlamento esaminerà due relazioni relative alla difesa dell’immunità di Aldo Patriciello e Umberto Bossi (Relazioni Sakalas e Lehne)  Fondo di globalizzazione anche contro la crisi economica – L’Aula è chiamata a adottare un regolamento volto a ampliare temporaneamente il campo d’azione Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione estendendolo ai licenziamenti dovuti all’impatto della crisi finanziaria ed economica. Riduce inoltre da 1.000 a 500 il numero di esuberi minimo per poter chiedere il sostegno del Fondo (Relazione Stauner).
Mercoledì 6 maggio  Crisi: 4 miliardi per le infrastrutture energetiche – I gasdotti che collegano l’Italia con la Grecia e l’Algeria, il cavo elettrico sottomarino tra la Sicilia e Calabria, l’interconnessione con Malta e l’impianto di stoccaggio di CO2 di Porto Tolle, sono alcuni dei 43 progetti che usufruiranno dei 3,98 miliardi di euro stanziati dall’UE per le infrastrutture energetiche nell’ambito del piano di ripresa economica. L’Aula è chiamata a adottare il regolamento che definisce i criteri del cofinanziamento UE e l’elenco dei progetti sostenuti (Relazione Maldeikis) Nuove norme per evitare future crisi finanziare – Il Parlamento è chiamato a adottare un regolamento che, migliorando la gestione del rischio, intende evitare il ripetersi della crisi che ha colpito diverse banche nel mondo ripercuotendosi poi sugli altri settori economici.  Verso nuove norme per le procedure di asilo – L’Aula esaminerà un pacchetto di misure volto a migliorare il funzionamento del sistema di asilo europeo e i diritti dei richiedenti asilo. I deputati propongono degli emendamenti che intendono rafforzare la solidarietà tra gli Stati membri nella gestione delle domande.  Le implicazioni del Trattato di Lisbona – L’Aula approverà diverse relazioni sul ruolo e le nuove responsabilità del Parlamento con l’entrata in vigore del trattato di Lisbona, nonché sul suo impatto per l’equilibrio istituzionale dell’UE. I deputati proporranno anche delle soluzioni per dare attuazione pratica allo strumento dell’iniziativa popolare (Relazioni Leinen, Dehaene, Kaufman).
Giovedì 7 maggio  Trasporto aereo: slot confermati per l’estate 2010 – Le compagnie aeree potranno conservare le proprie bande orarie (slot) durante l’estate 2010, anche se ne hanno utilizzato meno dell’80% nel 2009. E’ quanto prevede un regolamento all’esame dell’Aula volto ad aiutarle a far fronte alla crisi economica che ha colpito anche l’aviazione civile. La diminuzione del traffico passeggeri e merci ha infatti indotto alcune linee aeree a ridurre le loro capacità (Relazione Costa).   Durante la settimana di sessione, sulla base di dichiarazioni della Commissione, l’Aula dibatterà sull’epidemia di influenza messicana, sul processo democratico in Turchia e sulla conclusioni della Conferenza ONU sul razzismo (Durban II). Il Parlamento, inoltre adotterà delle risoluzioni sull’indicazione del consumo di energia dei televisori e dei frigoriferi, nonché sulla situazione in Moldavia.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governare la globalità

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 aprile 2009

La globalizzazione passa come l’organizzazione sociale atta a rappresentare la pietra angolare del benessere comune. Ma in effetti è proprio così? Pensiamo, per esempio, ad uno qualsiasi dei Paesi più poveri del mondo: Haiti, Bangladesh, Africa Centrale, Albania. Sono tutti caratterizzati dal caos, disordine e incapacità di organizzarsi dal punto di vista sociale. Cosa può fare per essi la globalizzazione? Essa significa sviluppo economico ma vale questo precetto in Paesi dove non si possono riparare le infrastrutture, non si può assumere personale per le scuole, non si possono fornire servizi sanitari. Se una nazione vuole che i suoi cittadini abbiano guadagni da primo mondo, deve accertarsi che specializzazione e istruzione di ciascuno di essi sia competitiva nel mondo. C’è bisogno di personale qualificato  in qualsiasi settore e per l’adeguata manutenzione di apparecchiature complicate. Occorre, quindi, che la globalizzazione si faccia carico di un costo aggiuntivo nel creare le premesse per una istruzione pubblica di massa per creare successo come è accaduto negli U.S.A. Ed allora dovremmo immaginare una forma di emigrazione a rovescio portando sempre più “tutor” nei paesi poveri affinché siano in grado di produrre ricchezza nelle risorse umane. L’avvenire di ogni nazione come pure di ogni continente si fonda sulla possibilità di avere tante persone meglio istruite, più specializzate, più ricche, con infrastrutture migliori e con grandi tradizioni di successo che si costruiscono giorno dopo giorno con tanta forza di volontà ed intimo convincimento.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ma cos’è la globalizzazione?

Posted by fidest press agency su domenica, 12 aprile 2009

E’ un termine di origine anglosassone. Esprime la tendenza, scrive Maria De Falco Marotta nel suo libro “Verso una globalizzazione etica? (Elledici editore),  delle imprese a sviluppare congiuntamente processi di internazionalizzazione e di informatizzazione. Con internazionalizzazione si intende l’insieme dei processi di apertura verso l’estero di parte di entità economiche nazionali. Accanto alla forma tradizionale di internazionalizzazione che prevede il controllo diretto e maggioritario delle filiali estere, negli ultimi anni hanno acquisito sempre maggiore importanza le così dette “nuove forme” di investimento basate su accordi di collaborazione anche minoritari con partner locali. L’adozione di queste “nuove forme” da un lato permette la penetrazione commerciale e produttiva anche in paesi caratterizzati da ostilità nei confronti di presenze straniere e dall’altro consente di ridurre i costi e la rischiosità degli investimenti all’estero. In effetti l’aumento della complessità delle organizzazioni multinazionali che operano in paesi diversi e che adottano ormai moduli operativi flessibili non più standardizzati secondo un modello unico, diventa gestibile solo se corrispondentemente aumenta la potenza e la centralizzazione del sistema informativo. In ogni caso una cosa è certa: il processo è appena iniziato ed i suoi sintomi non sono tutti positivi. Il problema più difficile affonda nell’etica. La globalizzazione con le sue accentuazioni di natura prettamente economica su scala mondiale e il rinnovamento dei suoi quadri funzionali, attraverso fusioni di varie proporzioni, va verso lo sviluppo dei popoli e l’arricchimento di pochi? Ecco il grosso interrogativo che le agenzie educative, soprattutto, dovranno porsi assolutamente.”(in sintesi)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia-Indonesia incontro

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 marzo 2009

“La disponibilità e le opportunità che sono state esposte dal Governo di Jakarta aprono la strada ad un rinnovato percorso di cooperazione commerciale e produttiva tra l’Italia e l’Indonesia in uno scenario internazionale sempre più globalizzato”. E’ quanto dichiara Aldo Di Biagio, deputato del PdL e Presidente dell’Associazione Italia – Indonesia dell’Isiamed in occasione del breakfast meeting con Hassan Wirajuda, ministro degli Esteri Indonesiano, svoltosi in mattinata a Roma. “L’Indonesia rappresenta un mercato vasto e ricco di opportunità per l’Italia – continua Di Biagio – segnatamente sul versante energetico, i progetti bilaterali in fieri sono molteplici e proprio in questa prospettiva economico commerciale il tessuto produttivo del nostro Paese, composto da PMI competitive a livello internazionale, potrebbe trovare una sponda di crescita e di sviluppo rilevante”. “Il Memorandum siglato nella giornata di ieri tra Frattini e Wirajuda – conclude – ha l’ambizione di tracciare proprio questa traiettoria economica, costellata da non trascurabili opportunità e imprenditoriali e da innovativi progetti di cooperazione economica che l’Italia saprà valorizzare e che noi come Associazione ci impegneremo a portare avanti e a rafforzare”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »