Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘governativi’

Contributi governativi per l’export

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 gennaio 2018

-bergamoBergamo. Co.Mark (Gruppo Tecnoinvestimenti), azienda specializzata in servizi di Temporary Export Management, annuncia di essere stata accreditata dal Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE) quale fornitore di servizi per i processi di internazionalizzazione delle imprese beneficiarie dei voucher: un’ottima opportunità di crescita e sviluppo per le PMI di tutta l’Italia.
I voucher consistono in contributi a fondo perduto – di duplice tipologia e con bonus legati al raggiungimento di specifici obiettivi – utilizzabili dalle PMI per avvalersi della consulenza di un partner specializzato, purché appunto accreditato dal MISE, al fine di avviare attività di export o consolidare il proprio business sui mercati esteri.Ideatrice del concetto di Temporary Export Management e con venti anni di successi alle spalle, Co.Mark vanta anche gli ottimi risultati conseguiti nella precedente edizione dei voucher: nel 2015, erano state infatti ben 224 le aziende assistite da Co.Mark ad aver richiesto e ottenuto i contributi del MISE, assicurandosi il 22,6% di tutte le somme erogate. Di queste aziende – di cui molte, a testimonianza della qualità del servizio fornito da Co.Mark, hanno deciso di proseguire la partnership nell’anno successivo pur in assenza di ulteriori voucher – il 41% proveniva dal Nord-Ovest, il 27% dal Nord-Est, il 16% dal Centro e un altrettanto 16% dal Mezzogiorno.
Anche quest’anno, le PMI beneficiarie del voucher potranno avvalersi del Temporary Export Specialist® di Co.Mark, figura manageriale specializzata in ricerca di clienti e creazione di reti commerciali all’estero: il TES® è un esperto in marketing internazionale, con forti skills commerciali e relazionali, la padronanza di almeno due lingue straniere e, soprattutto, con la disponibilità di esclusive tecnologie informatiche ideate da Co.Mark per la gestione e sviluppo delle attività di Export Management. A queste caratteristiche, il TES® aggiunge una vicinanza effettiva all’imprenditore, tratto distintivo del modello operativo di Co.Mark.
“I voucher sono senz’altro un ottimo strumento per sostenere la volontà di sviluppo delle piccole e medie imprese. Ma anche coloro che non ne beneficiano possono comunque avvalersi di un esperto supporto consulenziale e operativo mediante un investimento assolutamente sostenibile. Noi di Co.Mark eroghiamo il servizio di Export Management mediante un team di 105 TES® che, essendo distribuiti in tutta Italia, operano direttamente in azienda a cadenza costante e al fianco del cliente” spiega Massimo Lentsch, Amministratore Delegato di Co.Mark, Gruppo Tecnoinvestimenti. “La nostra non è una semplice consulenza strategica, ma un’attività di vendita reale con un approccio molto concreto legato ai risultati; creiamo una strategia completa di sviluppo commerciale: dall’analisi dei concorrenti all’individuazione dei mercati target e dei canali di distribuzione, dal contatto con i buyer alla concretizzazione delle vendite”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Provvedimenti governativi per le società creditrici con la Pubblica Amministrazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 maggio 2012

“La previsione di consentire di compensare i crediti verso le pubbliche amministrazioni con i debiti verso le stesse iscritti a ruolo alla data del 30 aprile 2012 non risolve certamente i problemi delle imprese virtuose, quali quelle che emettono buoni pasto, ma serve solo allo Stato per accelerare la riscossione di propri crediti.”Lo ha dichiarato Franco Tumino, presidente di ANSEB – l’associazione che rappresenta le imprese emettitrici di buoni pasto – a seguito del Consiglio dei Ministri di oggi nel corso del quale si sono varati vari provvedimenti per tentare di risolvere i problemi dei numerosi creditori delle amministrazioni centrali e locali.Nemmeno la certificazione dei crediti , necessaria per avere liquidità dalle banche, è in grado di risolvere problemi di imprese che non sono in grado di corrispondere al sistema bancario interessi, che le stazioni appaltanti difficilmente riconosceranno, in ragione dell’entità degli sconti sul valore facciale dei buoni pasto che sono costrette a praticare da un sistema di aggiudicazione delle gare che va certamente riformato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carceri: inadeguatezza dei provvedimenti governativi

Posted by fidest press agency su sabato, 3 marzo 2012

Dichiarazione del Senatore Marco Perduca, co-vicepresidente del senato deln Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito, membro della commissione giustizia “Le preziose informazioni che elaborate dall’associazione Ristretti Orizzonti ci confermano oggi che né le misure adottate dal governo Berlusconi col cosiddetto svuotacarceri di Alfano del dicembreo 2010 né quelle più recenti del governo Monti col cosiddetto salva carceri del Ministro Severino abbiano minimamente influito sul sovraffollamento carcerario. Ammesso e non concesso che fosse quello il problema da affrontare alla radice, secondo Ristretti Orizzonti la popolazione detenuta al 29 febbraio 2012 vede in carcere66.632 persone, con un totale in Area Penale Esterna di 30.864. La capienza delle carceri e detenuti presenti Istituti di pena: 206 Capienza complessiva: 45.742 Detenuti presenti: 66.632 Di cui stranieri: 24.069 Di cui donne: 2.846 In Semilibertà: 901 Di cui stranieri: 102 Detenuti presenti per posizione giuridica Condannati definitivi: 38.195 Totale imputati: 26.989 di cui In attesa di primo giudizio: 13.628 Appellanti: 7.130 Ricorrenti: 4.699 Misto: 1.53 Internati: 1.385. Da impostare (**): 63.
Non solo non vi è stata alcuna diminuizione nel numero totale dei detenuti, che avrebbe potuto esser frutto dell’anticipo a 18 mesi del passaggio dal carcere agli arresti domiciliari e del ricorso alle camere di sicurezza per evitare il fenomeno delle cosiddette “porte girevoli”, ma si conferma anche che in oltre un anno dall’entrata in vigore del decreto Alfano, “rafforzato” dal decreto Severino, degli oltre 10mila che avrebbero potuto goderne solo la metà ha ricevuto parere favorevole dalla magistratura di sorveglianza. La Ministra Severino interrogata sull’amnistia non risponde mai nel merito della proposta di Marco Pannella, ma si nasconde dietro questioni procedurali, credo che l’evidenza di questo fallimento possa suggerire maggiore saggezza anche alla vigilia della preprazione del disegno di legge più volte annunciato, ma a oggi scomparso, che il governo vorrebbe inviare alla camere perle pene alternative e possibili minime depenalizzazioni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »