Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘goya’

Goya Boucher Ricci Batoni e i maestri del ‘700 nelle città del Cybei

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2021

Carrara. 11 giugno – 10 ottobre Museo CARMI di Villa Fabbricotti Via Sorgnano, 42. il Museo CARMI di Villa Fabbricotti a Carrara dedica due giornate all’apertura della mostra GOYA, BOUCHER, RICCI, BATONI e i maestri del ‘700 nelle città del Cybei, a cura di Marco Ciampolini, che resterà nelle sue sale fino al 10 ottobre 2021. Una grande mostra dedicata alla figura di Giovanni Antonio Cybei (Carrara 1706 – 1784), scultore, abate, praticante di pittura e primo Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. Venerdì 11 giugno 2021 dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 17.00 sino alle 20.00 il pubblico avrà la possibilità di prenotare la visita con il personale museale, per un massimo di 10 persone alla volta. Alle ore 17.00 il curatore e le autorità presenteranno la mostra: a partire da quell’ora la cittadinanza e gli interessati avranno la possibilità di seguire il momento inaugurale in diretta streaming sulla pagina Facebook del museo CARMI. Sabato 12 giugno 2021 dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 17.00 sino alle 20.00 il pubblico avrà nuovamente la possibilità di prenotare la visita con il personale museale, sempre per un massimo di 10 persone alla volta. Inoltre, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00 è possibile partecipare a due visite guidate con il curatore (prenotazione consentita fino a esaurimento posti).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apre la mostra “GOYA Fisonomista”

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 aprile 2021

Roma Dal 29 aprile al 18 settembre 2021 Sala Dalí – Instituto Cervantes Piazza Navona, 91 apre la mostra “Goya Fisonomista” a cura di Juan Bordes. Dopo Madrid, Bordeaux, Algeri e Praga viene esposta anche a Roma, da giovedì 29 aprile fino al 18 settembre 2021, la mostra che raccoglie 38 incisioni di Francisco Goya appartenenti a tre delle sue famose serie: Los Caprichos (29 incisioni), Los Disparates (5 incisioni) e Los Desastres (4 incisioni). Questa accurata selezione che analizza i rapporti dei volti di Goya con i trattati di fisiognomica dell’epoca, si completa con 109 riproduzioni di illustrazioni del XVIII e XIX secolo, oltre a un video. Organizzata dall’Instituto Cervantes e dalla Real Academia de Bellas Artes de San Fernando, la mostra “Goya Fisonomista. Il volto dell’opera grafica di Goya” si potrà visitare gratuitamente dal martedì al sabato dalle ore 16 alle 20, su prenotazione. Francisco de Goya y Lucientes (Fuendetodos, 1746 – Bordeaux, 1828) costruisce nelle opere presenti in questa esposizione dei volti particolarmente espressivi, che sono la rappresentazione dell’inconscio collettivo della sua epoca. Volti che parlano senza sotterfugi direttamente al popolo, principale destinatario del messaggio delle sue opere. Questa mostra – inaugurata per la prima volta nel giugno del 2018 alla Calcografía Nacional (Madrid) – riflette l’aspetto più brutale, emotivo e singolare del pittore e incisore aragonese. Analizzando il rapporto tra i volti più significativi dei suoi personaggi e le teorie fisiognomiche pubblicate tra il Settecento e l’Ottocento.Rivelando, inoltre, l’interesse di Goya per la fisionomia, in parte originato dal suo viaggio in Italia, dove le ristampe di Giovanni Battista della Porta erano popolari in un momento in cui la scienza studiava il riflesso della malattia mentale nei volti delle persone. Una pseudoscienza che cercava l’animalità del volto umano e delle sue espressioni, e che faceva parte del sapere popolare sin dal XVI secolo.Per dimostrare il vincolo di Goya con queste teorie, vengono evidenziati i parallelismi tra una selezione di litografie delle principali serie dell’artista spagnolo (insieme ad ingrandimenti fotografici dei volti dei suoi personaggi) e i grandi album fisionomici di Le Brun o l’enciclopedia di Moreau de la Sarthe (1806-1809). Grazie a questi paragoni le fonti di Goya diventano evidenti, con un allestimento che mette a confronto le varie opere, mostrandoci tre tipi di fisionomie: l’animale, il patologico e il degradato.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Goya e il mondo moderno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Milano 17 marzo – 27 giugno 2010, Palazzo Reale  “Goya e il mondo moderno”, una emozionante rassegna che attraverso più di 180 opere, tra dipinti, incisioni e disegni, ricostruisce la relazione tra Goya e altri celebri artisti che hanno segnato il percorso dell’arte degli ultimi due secoli: da Delacroix a Klee, da David a Kokoschka, da Victor Hugo a Mirò, da Klinger a Picasso, da Nolde a Bacon,  da Kirchner a Pollock, da Guttuso a de Kooning. Nel primo giorno di apertura affluenza record: oltre quattromila visitatori “Con questa grande mostra,  dedicata a Goya e alla sua concezione di modernità, abbiamo la possibilità, di più la necessità, di sentirci fieramente europei e di riconoscere nell’arte la base e l’altezza della nostra irrequieta identità – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Massimiliano Finazzer Flory -. Infatti al centro di questo imponente progetto espositivo di portata internazionale albergano l’amicizia e la cooperazione fra le istituzioni e gli uomini. Del resto, i “numeri” messi in gioco sono già di per sé decisamente esplicativi: 184 preziose opere, 45 altri celebri artisti oltre a Goya, 62 enti prestatori e 15 Paesi differenti coinvolti nell’iniziativa per raccontare “il mondo moderno” nella sua evoluzione, estetica, sensibilità, nei suoi valori e contraddizioni lungo due secoli cruciali per la storia del nostro Occidente”.   La mostra è organizzata in cinque sezioni:  Il lavoro del tempo. I ritratti, dove ritratti e autoritratti danno conto della rinnovata analisi della soggettività, come portato della società moderna (Goya qui si confronta con David, Delacroix, Soutine);  La vita di tutti i giorni, con opere che mostrano le conseguenze e le derivazioni di questa nuova società nella vita di tutti i giorni (qui le opere di Goya dialogano con quelle di Daumier, Grosz, Kirchner, Victor Hugo); Comico e grottesco, che intende illustrare il mondo moderno mostrandone gli aspetti più assurdi, seguendo una delle chiavi di lettura preferite dal grande pittore spagnolo (le incisioni di Goya qui anticipano le opere di Miró, Picasso, Klee); La violenza, in cui le rappresentazioni della guerra e delle sue drammatiche conseguenze intendono esplorare l’aspetto più nero e terribile della trasformazione della società (le crude immagini di Goya qui si accompagnano a Music, Dalì, Guttuso, Picasso); Il grido, chiude il cerchio, restituendo i volti di quella soggettività ammirata nella prima sezione della mostra, ormai deformati dal terrore, ridotti a una lontana parvenza di quel che furono (Pollock, Kiefer, Bacon, Saura qui mostrano di aver raccolto l’eredità del pittore spagnolo). Oltre a quelle di Goya, saranno esposte opere di altri 45 artisti per un totale di 184 pezzi. La mostra offrirà al pubblico una grande varietà di capolavori: l’Autoritratto di Goya dal Museo del Prado e quello di Delacroix dagli Uffizi, lo splendido ritratto di Asensio Julià dal Museo Thyssen-Bornemisza, le raffigurazione del Re Carlo IV e quello della Regina Maria Luisa di Parma dall’Archivio Generale delle Indie di Siviglia, realizzati da Goya grazie al suo incarico di ritrattista di corte in dialogo con la splendida Donna con mantella di Pablo Picasso dal Museu Picasso di Barcellona.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“En torno a Goya en Italia”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 marzo 2009

Roma 1º Aprile 2009 alle ore 19 Piazza San Pietro in Montorio, 3 Real academia de España en Roma Il Direttore della Real Academia de España in Roma Enrique Panés ha indetto una conferenza che sarà tenuta dal  Prof. Joan Sureda i Pons (Università di Barcellona)su Goya. Il prof. Joan Sureda è stato ordinario di Storia dell’Arte presso le Università dei Paesi Baschi, l’Hispalense di Siviglia e la Complutense di Madrid. Lo è attualmente presso l’Universitat de Barcelona. Accademico corrispondente della Real Academia de Bellas Artes de San Fernando di Madrid e della Real Academia de las Artes Nobles y Nobles y Bellas Artes de San Luis di Saragozza. Il prof. Joan Sureda è stato anche direttore del Museu Nacional d’Art de Catalunya, membro del Comitato Scientifico del Museo del Prado e del Consiglio Scientifico della Fondazione Memmo a Roma

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »