Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘grado’

Tradizionale rassegna natalizia di Grado

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 ottobre 2018

Grado Dall’8 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 Grado Isola del Natale. Saranno oltre 250 i presepi in mostra nella tradizionale rassegna natalizia di Grado, l’incantevole cittadina sospesa fra laguna e Adriatico, in Friuli Venezia Giulia. Decine di artigiani e di semplici appassionati hanno lavorato a lungo utilizzando i più diversi materiali, per creare presepi di varie dimensioni, curiosi, curati e ben ambientati. Ogni angolo del castrum (il cuore antico della località balneare) ne ospiterà uno e tutti saranno visibili in un percorso itinerante, fra calli e campielli, e nei locali del Palazzo Regionale dei Congressi (viale Italia 2) dove saranno ospitati quelli preparati con i materiali più fragili e preziosi. Le opere esposte saranno per lo più a carattere lagunare e marinaro, tant’è che il “Presepe galleggiante” – allestito dai Portatori della Madonna di Barbana presso il porto, su una zattera di 6 metri quadrati – ne è considerato il simbolo per eccellenza ed è ambientato in una mota (isolotto tipico della laguna di Grado) all’interno di un casone col tetto di paglia (abitazione tradizionale dei pescatori). I presepi in mostra provengono da diverse parti del Friuli VG, d’Italia e anche da alcuni Paesi europei. Nei giorni dell’esposizione, sarà possibile partecipare alle visite guidate gratuite, organizzate grazie al Giropresepi, durante le quali si scopriranno lavorazioni, tecniche, storie, segreti di questi piccoli capolavori di abilità manuale.In concomitanza con i giorni di apertura della Rassegna dei presepi, si svolgerà pure il Grado Heritage 452, il cui nome fa riferimento all’anno in cui Attila saccheggiò la vicina Aquileia. Questa suggestiva e vivacissima rievocazione storica dedicata all’antica isola di Grado animerà il centro storico tra luci, suoni, spettacoli e gastronomia durante il Ponte dell’Immacolata, dall’8 al 10 dicembre. Per l’occasione, l’ “Isola del Sole” recupererà le sue tradizioni e la sua storia con la partecipazione straordinaria e coinvolgente dei componenti del gruppo della Legio I Italica. Nel cuore della Grado antica, si snoderà un percorso alla scoperta dell’eredità culturale del borgo che fu scalo marittimo romano e rifugio per gli aquileiesi in fuga da Attila (il terribile re degli Unni) e, in seguito, sede patriarcale e importante avamposto veneziano. La rievocazione storica, gli spettacoli, la riproposizione delle tradizioni enogastronomiche del passato, riporteranno i visitatori indietro nel tempo e faranno comprendere loro le origini e l’unicità di un territorio sospeso fra terra e mare, plasmato dalla storia, dall’incontro dei popoli che ne determinarono le sorti e che hanno lasciato importanti testimonianze archeologiche ancora ben visibili.
Durante tutto il periodo delle feste Grado sarà animata da un ricco calendario di eventi, per grandi e piccoli. Fra l’altro, nei giorni pre-natalizi, sulla diga Nazario Sauro (di fronte al mare) sarà allestita una pista di pattinaggio, che consentirà agli appassionati di ogni età di abbinare, in una posizione unica, sport e divertimento.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma diventa il centro per la formazione della comunità scientifica sulle malattie rare

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2015

malattie-genetiche-feto-5Roma, Lo è in particolare su malattia di Pompe, malattia di Gaucher, Mucopolisaccaridosi di tipo I e malattia di Fabry: quattro Malattie Metaboliche da Accumulo Lisosomiale ad oggi identificate, che fanno parte di un gruppo di circa 50 patologie rare di origine genetica – con una frequenza stimabile di 1/5-6.000 nati vivi – che colpiscono In Italia circa 100 nuovi nati ogni anno. ‘Train the Trainer’ si è svolto sotto la Direzione Scientifica di Carlo Dionisi Vici, Responsabile U.O. di Patologia Metabolica del Dipartimento di Medicina Pediatrica, IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, con il patrocinio di SIP – Società Italiana di Pediatria, SIMGePed – Società Italiana Malattie Genetiche Pediatriche e Disabilità, Ospedale Bambino Gesù e SIMMESN – Società Italiana Per lo Studio delle Malattie Metaboliche Ereditarie e lo Screening Neonatale ed il supporto non condizionato di Genzyme, società del Gruppo Sanofi.“Si tratta di una sfida per migliorare la conoscenza e la comunicazione nel campo delle malattie rare metaboliche. Un nuovo modo di fare formazione in un settore in cui è importante aumentare il grado di conoscenza su un selezionato, ma ampio numero di specialisti provenienti da diverse discipline, che poi possano trasferire quanto appreso nel loro centro territoriale, in un meccanismo a cascata” afferma il Dott. Carlo Dionisi Vici“Sono patologie per cui esiste una cura quindi in primo luogo ci concentreremo su tutti gli aspetti diagnostici. Ma nelle sessioni frontali e interattive molto spazio sarà dato al percorso clinico assistenziale e riabilitativo e alla condivisione di esperienza tra le diverse discipline” continua Dionisi Vici.
“L’incontro ha il patrocinio dell’Ospedale Bambino Gesù, centro di eccellenza per le malattie rare con una sensibilità che parte dal Direttore scientifico della struttura, il prof. Bruno Dallapiccola fondatore di Orphanet. Una sensibilità che si concretizza nell’impegno quotidiano nella ricerca di nuovi approcci terapeutici e assistenziali e nel costante confronto con le associazioni pazienti, le società scientifiche e le aziende di settore” conclude Dionisi Vici.
Nella prima giornata sono state organizzate sessioni frontali sulle patologie e la loro gestione, mentre la seconda sarà divisa in seminari interattivi, tenuti da esperti di varie discipline, che forniranno un aggiornamento approfondito e mirato alle effettive necessità che i discenti incontrano nella quotidiana pratica clinica, con l’esposizione di casi clinici.
Le malattie da accumulo lisosomiale Si tratta di patologie multisistemiche, accomunate da un accumulo di sostanze, dovuto a un’alterazione delle funzioni dei lisosomi (organuli deputati alla degradazione e al riciclo dei materiali prodotti dal metabolismo cellulare) e in particolare da carenza o malfunzionamento di specifici enzimi responsabili delle loro attività.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grado giallo

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2015

grado gialloGrado. Si è aperta l’edizione 2015 dell’apprezzato festival letterario dedicato al genere giallo-noir. Oggila consegna dei premi dalle 18.30, momento clou della manifestazione. Un viaggio all’interno del potere, dei poteri e del genere del mistero. È il percorso che si snoderà lungo l’ottava edizione di “Grado Giallo”, il festival letterario che da oggi, e fino a domenica 4 ottobre, si prepara a caratterizzare la nota località turistica in provincia di Gorizia.
Grado, l’Isola del Sole, per tre giorni si tingerà di giallo grazie a molti appuntamenti di qualità fra letture, incontri e confronti con gli autori, spettacoli, cene con delitto e iniziative dedicate ai bambini.
È stato proprio un appuntamento pensato per i più piccoli a fare da antipasto alla kermesse: nella mattinata di oggi, il celebre disegnatore Francesco Tullio Altan ha incontrato al Cinema Cristallo i bimbi della scuola primaria raccontando “Altan, la Pimpa e altro …”, iniziativa inserita nel contesto di “Grado Giallo Speciale Bambini”.
Nel pomeriggio, il vero e proprio taglio del nastro della kermesse, sempre al Cinema Cristallo, alla presenza del consigliere regionale Alessio Gratton e del consigliere della Provincia di Gorizia Elisabetta Medeot.
A fare gli onori di casa è stato il professor Elvio Guagnini, docente all’Università di Trieste e curatore scientifico del festival. «Il tema di questa edizione parla da solo. La parola “potere”, infatti, può essere declinata sotto molteplici punti di vista, anche e soprattutto in ambito criminale. Il potere –ha continuato il curatore di Grado Giallo Guagnini- può essere sia quello che blocca l’azione criminale, sia quello che la consente, così come lo si può intendere come un fattore silente e assente. Se ci pensiamo, però, un distorto uso del potere può portare anche ad un suo illecito abuso».
In merito all’avvio di questa ottava edizione, Guagnin si è subito dimostrato soddisfatto. «C’è quest’anno una platea di ospiti molto diversi tra loro, che sapranno declinare la tematica di questa edizione in tutte le sue sfumature, coinvolgendo così un sempre maggior numero di lettori. Il festival –ha concluso Guagnini- è già partito molto bene con Altan che ha conquistato il pubblico dei più piccoli, incuriosendoli con le sue attività legate alla Pimpa».Dopo la relazione di Guagnini su “Potere, poteri e misteri”, la manifestazione è subito entrata nel vivo con l’intervento del senatore Felice Casson, già magistrato e consigliere comunale a Venezia, docente universitario, che ha affrontato il tema relativo alle “Fabbriche dei veleni”. Dopo di lui, ad appassionare il pubblio ci hanno pensato gli incontri con gli autori Loriano Macchiavelli, che ha presentato “Il fiore rosso della Ginestra” e Valerio Varesi, che ha parlato del suo ultimo lavoro, “Lo stato di ebbrezza”.
«Il libro racconta la parabola dell’Italia a partire dalla tragedia di Vermicino in cui morì Alfredino Rampi, fino a quando il Senato è giunto a votare che Ruby Rubacuori era effettivamente la nipote di Mubarak, cioè l’apoteosi di un passaggio dalla sostanza dei fatti all’invenzione e alla farsa. L’aspetto noir –ha dichiarato Varesi- si sviluppa nell’apprendere che in questi trent’anni è stata uccisa l’Italia che aveva una certa idea di etica a favore di quella viziata dal cattivo gusto e dall’economia dopata».
Dopo di loro, ecco Maria Pia Ammirati, la quale, anche con l’aiuto di alcune proiezioni, si è concentrata sull’affascinante argomento de “Il giallo negli archivi della Rai”.A concludere l’intensa giornata di apertura di Grado Giallo è stato Mario de Luyk, il quale ha presentato la proiezione del film “Timbuktu” (2014), diretto dal regista Abderrahmane Sissako e candidato all’Oscar 2015 per il miglior film straniero.Sempre in serata, poi, è andata in scena la prima delle “Cene con il delitto” all’hotel Laguna Palace. Domani sera si replica alle ore 20, grazie al secondo appuntamento pogrammato al piano bar dell’Hotel Astoria, l.go S. Grisogono (prenotazione obbligatoria tel. 335/356412, oppure 0431/83550). (foto: grado giallo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mediaconciliazione: crescita nel 2011

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 gennaio 2012

Sono state 381, per un valore complessivo delle controversie di oltre 47 milioni di euro; la Cciaa di Udine impegnata nella sensibilizzazione per diffondere l’utilità, l’efficacia e la rapidità dello strumento Per un valore complessivo delle controversie di oltre 47 milioni 300 mila euro, si è confermato in deciso aumento nel 2011 il ricorso, nella provincia di Udine, alla mediazione finalizzata alla conciliazione (la cosiddetta “mediaconciliazione”), lo strumento di risoluzione stragiudiziale delle controversie civili e commerciali sui diritti disponibili, diventato operativo dal marzo 2010 e obbligatorio in determinate materie dal 20 marzo 2011. Il “bilancio” annuale dello Sportello di conciliazione della Camera di Commercio di Udine, iscritto nel registro degli organismi di mediazione tenuto dal Ministero della Giustizia, permette di delineare il fenomeno. Nel 2010, quand’erano volontarie, si sono registrate 29 mediaconciliazioni, mentre dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2011 sono state addirittura 381, con un’impennata dopo il 20 marzo. Delle mediaconciliazioni, 38 si sono concluse con un accordo fra le parti, 116 sono tuttora in corso, 45 si sono concluse con un mancato accordo tra le parti. Ma in ben 107 casi c’è stata la mancata comparizione delle parti: un 28% pienamente in linea con il 30% registrato a livello nazionale, dovuto prevalentemente al fatto che l’atteggiamento verso la mediaconciliazione non è ancora costruttivo. In molti casi si ritiene erroneamente sia solo un passaggio in più prima di tentare la causa vera e propria, dettato dalla necessità di rispettare la condizione obbligatoria di procedibilità, più che dalla convinzione dell’utilità dello strumento. Ed è proprio su questo che la sensibilizzazione delle Cciaa si fa più convinta. Dallo Sportello udinese spiegano infatti «che, nei casi in cui le parti aderiscono con atteggiamento propositivo, l’accordo si raggiunge e la mediaconciliazione si dimostra strumento efficace, snello, meno oneroso e per questi motivi utile e valido, in particolare per il mondo dell’impresa, che richiede tempi rapidi e certi per risolvere le controversie». Tra le materie più “gettonate” per la mediaconciliazione, nel 2011 lo Sportello di Udine ha registrato controversie su contratti assicurativi, bancari, finanziari, ma anche diritti reali, moltissime locazioni e successioni ereditarie. «Non va dimenticata – sottolineano ancora dall’ufficio – l’efficacia della mediaconciliazione nelle storiche materie in cui è volontaria, come appalti, contratti d’opera, controversie in materia di consumo, dove è alto il grado di soddisfazione delle parti, che arrivano più convinte di trovare una soluzione». In aumento anche i casi di mediazione delegata, ossia ordinata dal giudice nelle materie obbligatorie, quando nessuna delle parti l’abbia esperita prima di introdurre la causa. Oltre alla mediaconciliazione, prosegue anche il binario parallelo della conciliazione ordinaria: nel 2011 sono state 46, per un valore delle controversie di circa 367 mila euro. Una diminuzione rispetto al 2010 (erano 88), ma in parte dovuta a un “assorbimento” nella mediaconciliazione. La tendenza per il 2012 è di un progressivo e ulteriore aumento del ricorso alla mediaconciliazione, anche perché da marzo diventerà obbligatoria in nuove materie.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Paziente affetto da una rara malattia causata dall’alcool

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 dicembre 2011

 

Piazza Barcani a Vasto!

Image by m1979 via Flickr

L’ambulatorio di alcologia del Ser.T. di Vasto nelle scorse settimane ha preso in cura un paziente affetto dalla malattia di Medelung, una rara patologia correlata al consumo eccessivo di alcool, che comporta un significativo accumulo di grasso a livello della testa, del collo, della parte superiore del tronco e dell’addome, con una conseguente limitazione dei movimenti e un notevole peggioramento della qualità della vita. La diagnosi è stata effettuata dagli stessi specialisti del Ser.T. di Vasto, guidati dal responsabile Fernando Fantini. Il paziente, un cinquantenne dell’area frentana, nei giorni scorsi è stato sottoposto a risonanza magnetica per valutare e localizzare meglio le masse adipose. Grazie all’intervento dei medici del Ser.T. e frequentando il gruppo di auto-aiuto dell’ambulatorio alcologico di Lanciano, l’uomo attualmente ha smesso di bere e ha riacquistato una buona qualità di vita. In precedenza era costretto a frequenti ricoveri in ospedale a causa soprattutto di difficoltà respiratorie. La malattia di Medelung, nota anche come lipomatosi simmetrica, per quanto benigna comporta il rischio di serie complicanze cardiovascolari e di sindromi compressive vascolari, neurologiche o laringee che potrebbero determinare anche la morte del paziente, il quale pertanto deve essere costantemente monitorato. La patologia, inoltre, è causa di forte disagio estetico per chi ne è colpito: gli accumuli di grasso nella parte superiore del corpo rendono infatti la persona colpita simile a una specie di «incredibile Hulk» anche se l’ipertrofia non è dovuta ai muscoli, ma agli accumuli di grasso. La patologia, che colpisce un soggetto ogni 25.000, soprattutto uomini fra i 30 e i 60 anni, alcolisti ed ex-alcolisti, non regredisce e non si conoscono terapie mediche in grado di guarirla, pertanto l’unica terapia possibile consiste nel non bere alcolici. Nei casi più gravi si interviene chirurgicamente con la liposuzione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Grado Giallo” 2011

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2011

Grado 30 settembre – 2 ottobre 2011 IV edizione del Festival Letterario del giallo-noir Partono le iscrizioni al concorso per la migliore sceneggiatura noir Un viaggio tra crimine e potere, alla ricerca dei giovani talenti del noir italiano. Quest’anno la rassegna avrà come focus il tema del “Crimine e Potere”, ovvero i risvolti civili e politici del giallo, argomento che sarà approfondito anche attraverso gli incontri-dibattito tra i maggiori scrittori italiani del genere Il festival, grazie agli interventi di ospiti di calibro internazionale, si propone di fare il punto sull’evoluzione della letteratura di genere giallo-poliziesco ed esaminare le contaminazioni tra realtà e letteratura, parlando di libri ma anche di cinema, musica e teatro. Tante sono le iniziative in cui si articolerà il quarto Grado Giallo indirizzate sia a un pubblico adulto composto da esperti, appassionati o semplici curiosi, che ai bambini ed agli studenti, che saranno coinvolti in attività creative che faranno da corollario all’evento.
Ecco le regole del concorso: il copione dovrà coprire la durata di quarantacinque minuti, non avere più di sei personaggi ed essere naturalmente di genere giallo o noir. Il miglior testo teatrale verrà portato in scena in una delle prossime edizioni del Festival. Il concorso verrà accompagnato da un’altra novità: un’antologia destinata a contenere, oltre al testo teatrale risultato vincitore, anche racconti di grandi giallisti che hanno partecipato al Festival nelle passate edizioni: per l’antologia 2011 hanno già aderito Veit Heinichen e Loriano Macchiavelli con due racconti gialli inediti. La proclamazione del vincitore del Concorso e la presentazione dell’antologia avrà luogo durante la quarta edizione del Festival che si terrà sull’isola dal 30 settembre al 2 ottobre 2011. Per tutte le informazioni ed il bando del concorso: http://www.gradogiallo.it.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Responsabilità Civile e Penale dell’Operatore Sanitario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2010

Roma, 15 dicembre, alle ore 15:00, presso la Domus Carmelitana S. Alberto, Via Alberico II, 44- si svolgerà il convegno, organizzato dall’Ugl Sanità, ‘La Responsabilità Civile e Penale dell’Operatore Sanitario’.Obiettivo riorganizzare il sistema in funzione di maggiori garanzie per il malato e per gli operatori. Partecipano tra gli altri Mariella Zezza e Paolo Capone. Con le nuove norme professionali e della formazione universitaria gli operatori sanitari sono esposti ad un maggiore grado di responsabilità soprattutto in presenza di eventuali reati quali l’omicidio colposo, l’omissione di soccorso, le lesioni personali (es. infezioni, lesioni da decubito), la somministrazione errata di farmaci, la violazione del segreto professionale, il rifiuto di atti d’ufficio, l’abbandono di persone incapaci”. Sulla base di un quadro legislativo radicalmente mutato in materia di professioni sanitarie e sulla richiesta da parte dell’utenza di un servizio di qualità pena il rischio di contenzioso, emergono esigenze di riorganizzazione del sistema in funzione di maggiori garanzie per il malato e per gli stessi operatori. Prenderanno parte al dibattito: Paolo Capone, Segretario Nazionale Ugl Sanità, Antonio Cuozzo, Segretario Regionale Ugl Sanità, l’On. Mariella Zezza, Assessore Lavoro e Formazione Regione Lazio, l’Avvocato Pietro D. Mangiapelo e l’Avvocato Christian Sorrenti, Uffico Legale Ugl Sanità.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno: “La giornata senza dolore”

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 novembre 2010

Milano 1 Dicembre 2010, ore 9.30 – 13.00 Circolo della Stampa – Sala BraccoCorso Venezia 16.  Oltre a fornire la diretta testimonianza di numerose Associazioni pazienti, l’incontro sarà anche l’occasione per presentare i risultati di un’indagine promossa da Vivere senza dolore, in collaborazione con la Commissione Ministeriale sulla terapia del dolore e le cure palliative, per comprendere il grado di soddisfazione dei malati cronici e come poter rispondere alle loro necessità, migliorando il livello di cura e di assistenza sul territorio. Nel corso dell’evento si discuterà anche dell’importante ruolo svolto dai media nel favorire la diffusione di una corretta informazione e la nascita di una vera cultura contro la sofferenza inutile, nel nostro Paese. Avrà luogo, inoltre, la proclamazione ufficiale dei vincitori del Premio giornalistico “Vivere senza dolore”, promosso nel 2010 dall’omonima Associazione.
Oltre 15 milioni di italiani sono affetti da dolore cronico, una sofferenza inutile spesso sottovalutata, che perdura nel tempo e colpisce la persona nella sua totalità, compromettendone il benessere psicofisico, incidendo in maniera negativa sulla qualità di vita, limitando le relazioni sociali e professionali. La lotta al dolore cronico, quindi, rappresenta un dovere etico imprescindibile, al fine di tutelare il diritto inalienabile alla dignità umana di ogni individuo. La Legge 38/2010 sulle cure palliative e la terapia del dolore ha costituito una svolta epocale, riconoscendo il dolore come malattia e proponendosi di garantire la presenza sul territorio di un’assistenza qualificata e un approccio terapeutico più appropriato.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In rete comunicazione tra studenti, insegnanti, genitori

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2010

Il Ministro per la Pubblica amministrazione, Brunetta, e il Ministro dell’istruzione, Gelmini, hanno presentato il 28 ottobre 2010, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, le iniziative di innovazione digitale nell’ambito della scuola. Il ministro Gelmini, fra l’altro, ha ricordato che l’avvio dell’anno scolastico è stato quest’anno facilitato, visto che per la prima volta i supplenti sono stati convocati con la posta certificata o gli sms con l’obiettivo di dare centralità al collegamento tra scuola e genitori. Dal mese di gennaio 2010 è attivo il portale “ScuolaMia” , che ha già attivato i seguenti servizi: invio di comunicazioni generiche scuola/famiglia; comunicazione assenze degli alunni tramite cellulare; prenotazione colloqui con il personale docente; richiesta certificati on line; visualizzazione pagella on line. Inoltre, a partire dal corrente anno scolastico, la pagella digitale sostituirà, per le scuole che aderiscono al progetto “ScuolaMia”, la tradizionale pagella di carta ed è stata resa più funzionale la “Carta dello studente” (già da tre anni nelle mani degli studenti), di cui esiste ora una versione sperimentale, che potrà essere usata per fornire maggiori servizi, come, per es., mense e biblioteche. Il Ministero per la Pubblica amministrazione ha anche pubblicato bandi per il finanziamento di progetti collegati e complementari al portale dei servizi, presentati dalle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brunetta a Draghi su tasso disoccupazione

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2010

“Una piccola precisazione, rispettosa ma ferma, al governatore della Banca d’Italia e ai ricercatori del suo ufficio studi. Da giorni leggiamo diverse analisi sul tasso di disoccupazione e su come questa debba essere misurata. E’ infatti necessario, a nostro parere, una grande attenzione nell’impiego delle definizioni che riguardano il mercato del lavoro. Il 15 ottobre è uscito il bollettino curato della Banca d’Italia, nel quale si può leggere che“al netto dei fattori stagionali, il tasso di disoccupazione è leggermente aumentato all’8,5% nel secondo trimestre; sarebbe sceso in luglio e in agosto. Una misura più ampia del grado di sottoutilizzo dell’offerta di lavoro che include i lavoratori scoraggiati e l’equivalente delle ore della Cassa integrazione guadagni (CIG) collocherebbe tale tasso sopra l’11%”.   L’altro ieri il governatore Mario Draghi è nuovamente intervenuto sul tema spiegando che, tenendo conto dei lavoratori in cassa integrazione e di quanti scoraggiati hanno smesso di cercare una nuova occupazione, “si calcola per l’Italia un tasso di sottoutilizzo superiore all’11% delle persone potenzialmente occupabili, come in Francia, più che nel Regno Unito e in Germania”. L’11% non è però il tasso di disoccupazione: quest’ultimo viene infatti calcolato sulla base delle definizioni concordate a livello internazionale. In Italia oggi questo tasso è all’8,3% ed è solo questo dato che può essere confrontato con il tasso di disoccupazione degli altri Paesi.  Esercizi contabili di altro tipo sono sempre possibili ma in ogni caso non devono servire a creare confusione. Com’è ben noto nella letteratura, nel corso di una crisi opera l’effetto ‘scoraggiamento’ che, riducendo il numero delle persone che cercano lavoro, migliora il tasso di disoccupazione. Nei periodi di ripresa accade invece esattamente il contrario: si crea una quota aggiuntiva di potenziale offerta di lavoro costituita da persone che prima erano inattive. Lasciamo perdere allora le possibili definizioni di ‘disoccupazione reale’ e restiamo invece alla definizione Eurostat. E questo valga per tutti.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Call for Papers

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2010

È stato presentato in questi giorni il Call for Papers sulla “Metamorfosi del «Modello Emiliano» C’è ancora un futuro per i distretti industriali?”, che si inscrive nell’ambito del più ampio progetto di ricerca sul «Modello Emiliano» promosso dalla Cattedra Jean Monnet in Economia Industriale dell’Università di Parma, di cui è titolare il Prof. Franco Mosconi, con la collaborazione della Fondazione Cariparma.  L’iniziativa del Call for Papers, rivolta a economisti sia accademici che operanti in centri di ricerca, intende sollecitare articoli riguardanti varie aree tematiche (PMI, Welfare, Capitale umano, etc.), utilizzando come spunto l’economia dell’Emilia-Romagna; ossia, un’economia regionale che ha conservato una forte base manifatturiera e che presenta un elevato «grado di apertura» verso l’estero. Essa, come illustra nel dettaglio il Bando appena pubblicato, si articola in tre fasi: il Summary dovrà pervenire entro il 16 aprile 2010, mentre il lavoro completo entro il 9 luglio 2010; infine, la decisione del Comitato di selezione – composto da Romano Prodi, Gianni Lorenzoni, André Sapir e Franco Mosconi – sarà comunicata ai proponenti entro il 24 settembre 2010.  L’invio sia del Summary che del lavoro completo (in formato word e pdf) dovrà essere effettuato tramite posta elettronica all’indirizzo: cattedra.jeanmonnet@unipr.it. Un ulteriore processo di selezione, svolto nel rispetto degli standard fissati dalle principali riviste di Economia e Politica Industriale, selezionerà i lavori che confluiranno nel volume che concluderà il Progetto di ricerca. Il testo completo del Call for Papers è scaricabile all’indirizzo internet: http://www.cattedramonnet-mosconi.eu, dove sono già disponibili i materiali del Seminario inaugurale (25 marzo 2009) di questo progetto di ricerca.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nonni in internet

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2009

Questo è il senso del protocollo d’intesa  “Nonni in Internet: un click per stare insieme”  siglato fra l’Auser, il sindacato dei pensionati Spi Cgil e la Fondazione Mondo Digitale. Tre importanti organizzazioni hanno unito le forze dando vita ad un  progetto nazionale di alfabetizzazione digitale degli anziani, un’ampia operazione sul territorio  per aiutare gli anziani a superare il “digital divide” alla lettera “divario digitale” vale a dire la mancanza o la difficoltà di accesso e di fruizione alle nuove tecnologie di comunicazione ed informatiche. Quel muro invisibile che rischia di creare  vere e proprie fratture generazionali e sacche di popolazione emarginata, senza alcuna possibilità di accesso alle nuove tecnologie. Lo faranno con il coinvolgimento dei giovani, saranno infatti gli studenti di ogni ordine e grado e di diverse regioni italiane a fare da tutor. Alla base inoltre  di questo protocollo, la sfida per il diritto all’apprendimento permanente, che è anche l’oggetto  della legge di iniziativa popolare promossa da Cgil, Spi-Cgil, Auser e Flc.Si partirà  a gennaio con delle esperienze pilota al Nord, Centro e Sud Italia, verranno coinvolte le leghe territoriali del Sindacato dei pensionati della Cgil, le università popolari e circoli e centri culturali dell’Auser. La Fondazione Mondo Digitale da parte sua curerà i rapporti con le scuole che aderiranno al progetto; seguirà la formazione dei docenti; metterà a disposizione la propria esperienza e i materiali didattici; assicurerà i requisiti di qualità necessari per il rilascio degli attestati di partecipazione ai corsi.  L’85% dei giovani studenti europei utilizza il web, contro una media del 13% degli anziani (dati Eurostat)  si attesta invece sull’8% la quota di ultrasessentacinquenni italiani che utilizzano le nuove tecnologie. Le condizioni economiche, di istruzione e l’assenza di infrastrutture sono da individuare fra i  principali motivi di esclusione. Il protocollo siglato fra le tre organizzazioni aiuterà il nostro Paese a guadagnare qualche posizione nel panorama europeo.  E soprattutto aiuterà tante persone a migliorare la qualità della vita.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Iraniani in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2009

L’Assocazione rifugiati poilitici iraniani residenti in Italia esprime i suoi migliori auguri per i 45 anni dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano(PMOI), passati orgogliosamente tra torture, sacrifici, sofferenze, diaspore, lotta per la liberazione, persecuzioni, accuse ingiuste e infamanti e vittorie. 45 anni in cui l’Organizzazione ha dovuto affrontare due regimi dittatoriali e feroci, primo politico monarchico e secondo politico teocratico. Il PMOI è stato fondato nel 1965 da Mohammad Hanifnejad, Saied Mohsen e Ali-Asghar Badizadegan, studenti dell’Università di Teheran. Prima che potessero essere in grado di condurre azioni militari di importante valore contro il regime, un’operazione della SAVAK, la polizia segreta dello Shah, trasse in arresto tutti i leader ed il 90% dei quadri dirigenti. La maggior parte dei capi furono fucilati, mentre gli altri componenti tra cui storico leader della resistenza iraniana Massoud Rajavi, rimasero in carcere per anni venendo sottoposti alle più atroci torture per la loro attività di opposizione al regime. Dopo la caduta del regime dittatoriale dello Scià e alcuni mesi dopo l’arrivo al potere del regime khomeinista, il PMOI è stata nuovamente oggetta di una forte persecuzione da parte delle forze di sicurezza e, nei trentanni del regime dei mullah, sono stati uccisi sotto la tortura almeno 120.000 suoi membri e quadri( compreso donne incinte e minorenni). Il quarantacinquesimo anniversario della fondazione del PMOI coincide con la grande rivolta popolare iraniano in cui il mondo ha potuto testimoniare, grazie agli occhi di Neda e al sacrificio di centinaia delle donne e degli uomini, la ferrea volontà della popolazione per un cambio democratico del quadro politico iraniano verso un sistema di matrice pluralista, laico e ben diviso dal potere religioso. Auguri ai Mojahedin, a Maryam Rajavi, presidente eletta dalla resistenza iraniana ed autrice della Terza Via e in particolare al nostro leader storico Massoud Rajavi. Lunga vita al PMOI, come l’unica garanzia credibile e valida per un Iran democratico, pluralista, laico e anni luce lontano da qualsiasi discriminazione sessuale, etnica e religiosa. (Karimi Davood, presidente dell’Associazione rifugiati politici iraniani residenti in Italia) Per maggiori dettagli: http://www.icn-news.com/?do=news&id=7694

Posted in Confronti/Your opinions, Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’ACP cauta sulla nuova influenza

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 settembre 2009

Contro la nuova influenza pandemica da virus A/H1N1 evitare allarmismi e “scelte basate sull’emotività, piuttosto che sulle evidenze scientifiche”. Soprattutto quando si tratta di proteggere i bambini. E’ l’appello lanciato dall’Associazione culturale pediatri (Acp) in una lettera aperta pubblicata online sul sito http://www.acp.it, rivolta a politici, professionisti della salute e media. Secondo gli esperti, su vaccini e farmaci antivirali “benefici e rischi” sono “ancora da dimostrare”. I vaccini, in particolare, “sono ancora in fase di sperimentazione – osserva Luisella Grandori del Gruppo vaccinazioni Acp – Nessuno è in grado oggi di sapere se e quanto saranno efficaci”. E “gli antivirali vanno usati solo su indicazione medica e solo per casi gravi o persone in cattive condizioni di salute”, sostengono gli specialisti. “Alla luce delle voci contraddittorie che vengono diffuse sull’influenza A/H1N1 – afferma Michele Gangemi, presidente dell’Acp che riunisce 2.500 pediatri italiani in 38 gruppi locali – ci preme esprimere la nostra posizione di pediatri impegnati per la tutela della salute dei bambini e il sostegno ai genitori, e garantire una corretta informazione. E’ prioritario delineare una strategia di salute pubblica per prevenire la diffusione del virus e prendere provvedimenti mirati di provata efficacia, che siano modificabili in base ai dati che disporremo sul nuovo virus. Andranno innanzitutto mantenute calma e lucidità, di fronte alle notizie allarmanti che si stanno diffondendo”, aggiunge l’esperto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le fondazioni e la loro dimensione finanziaria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 agosto 2009

In Italia la dimensione finanziaria delle Fondazioni è notevole. Se diamo ad esse la definizione accolta dal Codice Civile come lo “strumento attraverso i quali i privati e la ricchezza privata contribuiscono al raggiungimento di obiettivi di interesse pubblico”, non renderemmo del tutto giustizia al loro ruolo istituzionale. I loro obiettivi possono essere, come in prevalenza sono, di natura sociale ed in ciò raccolgono il significato storico delle donazioni o altre forme di raccolte di fondi sotto la spinta di valori in prevalenza cristiani o di solidarietà laica rivolti alla soluzione dei problemi sociali. Lo Stato, d’altra parte, non mostra di essere in grado di assolvere integralmente le sue responsabilità sociali presenti e future nel contesto in cui opera per ragioni di natura economica. Proprio per questo motivo le fondazioni, se ben orientate, possono incentivare ed incoraggiare scopi e capacità di agire sul terreno sociale e capaci di realizzare alta efficienza ed incoraggiare forme di collaborazione tra risorse finanziarie pubbliche e private mirate all’offerta di servizi sociali (una specie di project financing. Grande importanza possono avere, a questo punto, le regole fissate negli statuti delle fondazioni ed anche un utile inserimento di forme di controllo da parte dello Stato, per una verifica di merito in cambio di sgravi fiscali, là dove mostrano di voler perseguire fini sociali ad alto valore civile come la ricerca del cancro, l’Aids, ecc. Questa forma di controllo ed anche di regolamentazione che si può richiedere ad una fondazione trova la sua ragione d’essere p’er valutare le grandi linee della sua progettazione sociale, per definire i rapporti con il Governo e per valutare l’ampiezza dell’apporto possibile.
Le fondazioni negli U.S.A. La loro consistenza patrimoniale è notevole e si valuta possa essere non meno di 20 miliardi di dollari, poco meno di 20 miliardi di euro (calcolando il cambio quasi alla pari). Vuol dire in pratica  che tale ammontare raggiunge lo 0,50% del PNB ed è l’1,50% del budget federale. Basti pensare che il solo Bill Gates ha finanziato una sua Fondazione con una base di partenza di 100 milioni di dollari. Non è tutta generosità, ovviamente. E’ uno stimolo ben accompagnato dall’interesse ad ottenere sgravi fiscali per i profitti devoluti ad opere di bene. Questo tornaconto, ovviamente,  non diminuisce l’importanza del fatto che il dono tende per lo più a farsi carico dei problemi sociali che lo Stato non riesce ad assolvere in parte o in toto e che hanno una grave ricaduta tra gli esclusi. D’altra parte è ben noto che le disuguaglianze accelerate dal progresso economico e tecnologico tra paesi e tra classi sociali di uno stesso paese rischiano di lacerare il tessuto connettivo della solidarietà che è alla base della stabilità politica e della stessa stabilità economica. Solo con un comune sforzo Stato ed istituzioni private possono meglio ridefinire i termini di una reciproca collaborazione per fronteggiare le nuove emergenze sociali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cazzola (PDL) sulla crisi

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 agosto 2009

“Ha ragione il neopresidente dell’ISTAT Enrico Giovannini quando dichiara a Dario Di Vico sul Corriere della Sera che in Italia siamo ormai alla statistica <fai da te> con il solo obiettivo della comunicazione sensazionale” lo sostiene l’on Giuliano Cazzola, deputato e Presidente della Consulta Lavoro del PDL. “Che ci sia la crisi è evidente – aggiunge – che vi saranno purtroppo problemi occupazionali (ben più seri e gravi del caso Innse che è stato al centro inopinatamente delle cronache estive) è altrettanto chiaro, ma va riconosciuto che il Governo fino ad ora è stato in grado di reggere la sfida e di contenere gli effetti di una recessione che non potrà mai essere risolta in un solo Paese, tanto meno – conclude Cazzola – in Italia e al di fuori di un quadro di ripresa internazionale”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campionati di calcio e violenze

Posted by fidest press agency su sabato, 1 agosto 2009

“Giudichiamo sicuramente positivo l’incontro che i vertici della Polizia di Stato hanno avuto con quelli del mondo del calcio. Un incontro che ha inteso gettare le basi per garantire a tutti, tifosi, società e Polizia stessa di vivere una stagione calcistica tranquilla. Ma la nostra esperienza ci insegna che spesso gli incontri non bastano affinché le buone intenzioni si trasformino in fatti – dice Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – e questo è già palpabile nel momento in cui ci si rende conto che alcune società non hanno accolto di buon grado la “Tessera del tifoso”.  Sia chiaro a tutti però – dice ancora Maccari – che la tolleranza verso episodi che in qualche modo possano mettere a rischio i tifosi e gli stessi uomini della Polizia di Stato sarà ridotta ai minimi termini, quindi è chiaro che tutti dovranno adeguarsi e questo è un messaggio che deve arrivare forte e chiaro ai potenti del calcio nostrano”  “Vogliamo con tanto di responsabilità sociale – dice ancora il Segretario Generale del Coisp –  che si torni ad andare allo stadio per godere uno spettacolo e non per assistere ad una guerra!!! Vogliamo che gli stadi di calcio tornino a popolarsi di giovani e famiglie che possono vedere la partita in tutta tranquillità. Noi, certo, non vogliamo schedare nessuno, ma abbiamo bisogno di sapere chi entra negli stadi con il solo scopo di creare problemi”. “Il 59% dei feriti tra le Forze dell’Ordine nel campionato appena trascorso – conclude  Maccari – ci sembra davvero un dato ancora troppo alto se si parla di semplici partite di calcio”

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »