Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘grassa’

Il Carnevale di Venezia entra nella sua fase “grassa”

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2017

toroE lo fa alla grande oggi, giovedì 23 febbraio 2017, con il “Taglio della testa del Toro” la Ballata delle Maschere curata dall’Associazione “Compagnia L’Arte dei Mascareri” che quest’anno vedrà in compagnia del Toro, 12 pani e i 12 porci. La manifestazione rievoca l’antico aneddoto nel giorno di Giovedì Grasso dell’anno 1162 in cui si celebrava la vittoria del doge Vitale Michiel II sul Patriarca Ulrico di Aquileia con i 12 Feudatari ribelli. In memoria del tentativo di insurrezione soffocato nel sangue, ogni anno anche i successori del Patriarca dovevano inviare in dono e a risarcimento al Doge in carica un toro 12 pani e 12 porci ben pasciuti. Il toro-Patriarca con i 12 Porci-Feudatari venivano messi allo scherno della pubblica piazza con un rituale che prevedeva al suo culmine lo spettacolare taglio della testa del toro, da qui il detto tutto veneziano “Tagiar la testa al toro “ che significa chiudere la toro1faccenda definitivamente o anche sinonimo di soluzione rapida , secca anche se dolorosa. Gli animali venivano successivamente macellati e cucinati e la loro carne distribuita durante i banchetti tra i nobili il clero il popolo e i carcerati. L’iniziativa tende a coinvolgere tutti coloro che seguiranno il corteo in maschera, possibilmente quelle artigianali vere veneziane. Il ritrovo è fissato in Campo Santa Margherita alle ore 15.00: con un prologo d’intrattenimento. Alle 15.30 la partenza del corteo che seguirà il seguente itinerario: San Barnaba -Accademia -Campo S. Stefano -Calle XXII Marzo. Durante il percorso ci saranno dei momenti di spettacolo fino all’arrivo alle 16.30 in Piazza S. Marco dal varco Ascension con un grande momento conclusivo. Ospiti del Corteo della Compagnia l’Arte dei Mascareri saranno Le 12 Marie del Carnevale che porteranno i 12 pani, il Gruppo del Carnevale di Comelico, i Tamburi della Scuola di Conegliano, Trampolieri, l’Atelier Carro Navalis.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La mozzarella è grassa o magra?

Posted by fidest press agency su martedì, 10 agosto 2010

Con la stagione calda  molti pensano di mantenersi a dieta, onde evitare l’esposizione di eccessive rotondità sulle spiagge. Ragionare di dieta e pensare ai formaggi e’ tutt’uno, specialmente se siamo convinti che i formaggi siano dietetici. Vediamo di fare un po’ di chiarezza. Può un formaggio magro diventare grasso? Formalmente si’,  perchè la normativa è curiosa. Per legge infatti si calcola la percentuale di grasso sul formaggio secco, al quale è stata sottratta l’acqua, e non sul prodotto venduto al consumatore. Se un formaggio ha una percentuale di acqua dell’80% e il grasso è il 10%, cioe’ il formaggio è magro, tolta l’acqua rimane un 20% di prodotto, del quale la metà è costituita da grasso, quindi quel formaggio per legge ha il 50% di lipidi, di conseguenza è grasso.  Insomma la mozzarella e’ grassa o magra? Per fortuna le tabelle “legali” sono diverse da quelle “nutrizionali” e quindi possiamo riferirci alla realtà cioè al prodotto che il consumatore acquista. La mozzarella è tra i formaggi un prodotto  magro, perchè 100 grammi contengono il 60% di acqua, il 20% di proteine e il 16% di grassi. Quando ci nutriamo con mozzarella ingeriamo prevalentemente acqua,  ecco perchè si può mangiare senza difficoltà un etto di mozzarella ma difficilmente si può banchettare con l’equivalente di parmigiano, il quale contiene il 29,5% acqua, il 26% di grassi, il 36% di proteine, il che lo rende particolarmente nutriente. Riportiamo la tabella con la percentuale di grasso in alcuni formaggi.
Vera percentuale di grassi  nei formaggi
* 10% –  20%: scamorza, ricotta di pecora, mozzarelle.
* 20% – 40%: fior di latte, caciottina fresca, stracchino, grana, parmigiano, fontina, caciotta di pecora, pecorino, provolone, groviera.
* 30% – 40%: emmenthal, caciocavallo, gorgonzola.
* Oltre 40%: burrini, mascarpone.
(Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »