Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 60

Posts Tagged ‘greci’

I manoscritti greci della Biblioteca Palatina

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 novembre 2019

Parma giovedì 28 novembre, dalle 9.30, al salone Maria Luigia della Biblioteca Palatina giornata di studio Parma 32° 43’ 30°. I manoscritti greci della Biblioteca Palatina: codice, testo e immagine La giornata giunge a conclusione del progetto di digitalizzazione dei manoscritti greci palatini e parmensi del fondo de’ Rossi, approvato dalla Commissone Ricerca del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali e curato da Massimo Magnani. La digitalizzazione dei manoscritti è stata possibile grazie alle donazioni liberali di Alberto Chiesi (Chiesi SpA) e di Andrea Toso (Dallara).L’evento, promosso e sostenuto dall’Ateneo, coinvolge studiosi di paleografia, codicologia e filologia greca di rilevanza internazionale e sarà accompagnato dall’esposizione dei manoscritti nella Galleria “Petitot”, a cura della Biblioteca Palatina e precisamente di Paola Cirani (direttrice) e Maria Elisa Agostino. Le riproduzioni digitali e le relative schede codicologico-paleografiche saranno prossimamente accessibili sul portale Manus OnLine, curato dall’Istituto centrale per il catalogo unico. Dopo i saluti istituzionali di Simone Verde (direttore del Complesso Museale della Pilotta), di Paola Cirani (direttrice della Biblioteca Palatina) e, per l’Università di Parma, di Simonetta Anna Valenti (Pro Rettrice con delega per l’Internazionalizzazione) e di Marco Mezzadri (vicedirettore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali), la sessione mattutina, presieduta da Paola Degni (Università di Bologna), sarà inaugurata dall’intervento di Paolo Eleuteri (Università Ca’ Foscari Venezia), autore del catalogo scientifico I manoscritti greci della biblioteca Palatina di Parma (Milano, Il polifilo, 1993), quindi di Giuseppe Ucciardello (Università di Messina), Stefano Martinelli Tempesta (Università di Milano La Statale) e Renate Burri (Università di Berna). Nella prima sessione pomeridiana, presieduta da Paolo Eleuteri, interverranno Elisa Bianchi e Paola Degni (Università di Bologna), Paolo Scattolin (Università di Verona) e Mariella Menchelli (Università di Pisa). Nella seconda sessione pomeridiana, presieduta da Renate Burri, chiuderanno i lavori le relazioni di Daniele Bianconi (Università di Roma Sapienza) e Nicola Reggiani (Università di Parma).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In libreria il “Dizionarietto dei miti greci e latini”

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 novembre 2019

Gli autori Cesaretti e Minguzzi nell’universo delle “favole antiche”. Achille e il suo tallone, Argo e i suoi occhi, Penelope e la sua tela, Arianna e il suo filo, Tantalo e il suo supplizio, Sisisfo e la sua fatica, Prouste e il suo letto, Mida e il suo tocco, Lucullo e il pranzo, Gordio e il nodo, Damocle e la spada. Pindaro e i voli, Pandora e il vaso, Nesso e la camicia, sono diventati luoghi comuni della lingua. Mentre, limitandoci a qualche esempio, la maratona, il sosia, il mecenate, il marcantonio…, sono ormai tipologie universali.
Appena stampato, il nuovo “Dizionarietto dei miti greci e latini” (Scholé-Morcelliana, pagg. 272, euro 18) di Paolo Cesaretti e Edi Minguzzi, si aggiunge a quelli di greco e di latino, con gli stessi autori e lo stesso editore.
Il volumetto ne riprende anche l’impostazione di base, adattandola alla diversa tipologia del materiale, sempre finalizzandola al rapporto diretto del lettore con le lingue. Ne emerge una accurata ricostruzione di miti ed eventi che hanno trasformato un dio, un eroe, un personaggio storico o leggendario in una metafora o in un’antonomasia.
Gli autori, noti docenti universitari (Cesaretti di storia romana, letteratura greca e civiltà bizantina nell’ateneo bergamasco; Minguzzi di greco e latino alla Statale di Milano dove ha insegnato linguistica e glottologia), sulla base di ben quattrocento voci attinte all’oceano della mitologia (e ad alcuni snodi della storia antica), si propongono ancora una volta di tracciare un ponte fra la dimensione del mito e quella del linguaggio. E dunque del pensiero. Da un lato esso evidenzia gli apporti tra l’etimologia di un nome, la narrazione del mito corrispondente, dall’altro lato confronta la fraseologia della lingua d’uso e i testi greci e latini, trascritti e tradotti, nei quali il mito appare soprattutto un “racconto”. “Sapremo ascoltarlo?”, si chiedono gli autori del “Dizionarietto dei miti greci e latini”. In ogni caso si rivelerà una “chiave di lettura” indispensabile per la comprensione di tante opere dell’arte (si veda il ricco inserto iconografico di quest’opera), della letteratura, della musica, ma soprattutto il fondamento di una consapevolezza culturale europea maturata per tanta parte e tanto a lungo proprio nel nostro Paese.

Posted in Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un breve excursus della cronaca che si fa storia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 agosto 2017

ludovico-muratoriAll’origine della storia gli unici elementi disponibili erano le “iscrizioni” murali in parte andate distrutte dal tempo ed altre, rimaste impresse, grazie alla particolare materia utilizzate che ha meglio conservato il graffito sino a noi. Nella Roma antica erano i Pontefici a tenere una sorta di “Registro degli avvenimenti politici importanti.” Ancor prima i greci si servirono dei “logografi” delle città joniche che ebbero la costanza di raccogliere informazioni di ogni genere del loro tempo e di quelli precedenti. Il materiale a loro disposizione non si limitava alla sola registrazione scritta, ma anche alla tradizione orale e sullo studio del mondo a loro immediatamente circostante. Il loro racconto (logos) fu raccolto dai contemporanei i quali tradussero in prosa la memoria popolare. Potremmo anche dire che è stata una prima manifestazione di “storia orale”. Dal Medio Evo sino al Rinascimento si pose mano alla cronaca sugli avvenimenti correnti e lo dobbiamo a varie fonti: la storia del convento, le testimonianze dei contemporanei, le collezioni di documenti e da altre fonti sia laiche sia confessionali. Ma la vera svolta storiografica la riscontriamo con Ludovico Muratori considerato il vero padre della storia critica in Italia. Dopo di lui si passò ad una vera e propria rivoluzione nella scienza storica. Essa, per l’appunto, divenne una scienza con l’affinamento del suo meccanismo di ricerca e con il recupero sistematico di quella parte del passato che era stata perduta nella fase episodica, religiosa, letteraria e retorica. Si è rotta la dicotomia tra storia dei fatti e storia delle idee. Siamo ora giunti alla storia raccontata quasi si trattasse di una autobiografia come quella dei diplomatici, dei nunzi apostolici della Chiesa di Roma o dei capi di Stato e di governo che hanno steso le loro memorie dando della storia vissuta una loro particolare visione.(Riccardo Alfonso direttore Centro studi sociali e politici della Fidest da “Lezioni di politica”)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La tragedia dei greci del Ponto

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 maggio 2016

la ragazza del mar neroMilano giovedì 26 maggio ore 18 PIME (Sala Beato Mazzucconi) – Via Mosé Bianchi, 94 presentazione del libro “La ragazza del mar Nero”.
Il 19 maggio di ogni anno, in Grecia e nelle comunità greche sparse in tutto il mondo, si celebra la Giornata della memoria del genocidio dei greci del Ponto, un evento drammatico ma poco noto della Storia del Novecento. All’inizio del secolo scorso, circa settecentomila greci vivevano sulle sponde del Mar Nero. Di fede cristiano-ortodossa, avevano salvaguardato la loro identità etnica, culturale e religiosa, pur facendo parte dell’Impero ottomano, in una situazione di convivenza pacifica. Con lo scoppio della Prima guerra mondiale, tutto cambiò. Prima il genocidio degli armeni (1915), quindi la persecuzione dei greci e degli assiri. La politica attuata tra il 1916 e il 1923 nei confronti dei greci del Ponto portò a massacri, deportazioni, marce forzate in pieno inverno, arruolamento degli uomini in battaglioni di lavoro. Dei settecentomila abitanti originari, circa la metà trovò la morte, mentre i sopravvissuti fuggirono in Grecia.
La giornalista Maria Tatsos ci racconta la storia di una di loro: Eratò Espielidis (1896-1989), nata sulle sponde del Mar Nero a Kotyora (l’odierna Ordu), e della sua famiglia. Dall’infanzia felice nella sua casa sul mare all’angoscia di giovane sposa cui è portato via il marito e di madre che lotta per la sopravvivenza del suo bambino di due anni, la vicenda di Eratò – nonna dell’Autrice – è emblematica della tragedia vissuta da molte famiglie greche del Ponto. La vicenda personale e quella di un popolo sono raccontate dalla Tatsos al tempo stesso con l’obiettività della studiosa e la passione di chi è direttamente coinvolto.
Il lettore de La ragazza del Mar Nero vivrà il dramma di una pagina di Storia poco conosciuta e sarà stimolato a leggere, in quella vicenda apparentemente lontana, le tante tragedie e persecuzioni di oggi. Scrive la Tatsos nell’introduzione: “La storia di mia nonna Eratò è una goccia nel mare di un’immane tragedia. Questo libro vuole essere un tributo alla memoria, per non dimenticare e per capire quanto siano simili le stragi di ieri a quelle di oggi. Ma è anche un inno alla speranza, perché una società che sa essere accogliente può diventare più ricca. Perché anche i nostri nonni o bisnonni, in altri momenti della Storia, sono stati profughi, immigrati, stranieri e, se hanno fatto fortuna in terre lontane, è perché qualcuno ha offerto loro un’opportunità. E perché l’ospitalità, praticata come facevano i miei antenati, è un dovere sacro, come esseri umani e come cristiani, per non lasciare vincere l’odio, mai”.
Maria Tatsos, di origine greca, è laureata in scienze politiche e diplomata in lingua e cultura giapponese presso l’Isiao di Milano. Giornalista professionista freelance, scrive per Elle e altre testate, collabora con il Museo Popoli e Culture del Pontificio Istituto Missioni Estere (Pime) e con il Centro di Cultura Italia-Asia. Tiene corsi di scrittura autobiografica ed è autrice di alcuni libri, che spaziano dai diritti dei consumatori alle religioni asiatiche. (foto: la ragazza del mar nero)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Situazione bambini greci

Posted by fidest press agency su sabato, 7 aprile 2012

Rodas (Grecia)

Rodas (Grecia) (Photo credit: contafisca)

Il Comitato Greco dell’UNICEF ha presentato con l’Università di Atene il rapporto dal titolo “La Condizione dell’Infanzia in Grecia 2012” che analizza la situazione dell’infanzia in Grecia. Sono dati molto preoccupanti. Il 23% dei bambini è povero rispetto alla media europea (20,5%), i minorenni che vivono sotto la soglia di povertà sono 439.000. Le famiglie povere sono il 20,1 per cento rispetto al totale delle famiglie. Il 33,4 per cento delle famiglie povere è una famiglia composta da un unico genitore mentre il 28,7 delle famiglie con bambini si sono trovate in condizione di povertà o esclusione sociale, dato che sale al 34,7 per cento per le famiglie con adolescenti. La Grecia ha la più alta percentuale di bambini sottopeso dei paesi OCSE. Il rapporto analizza il grado di efficacia della legislazione greca e delle politiche relative al miglioramento delle condizioni di sostentamento dei bambini come previsto dalla Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Su una popolazione totale di 11 milioni, i minorenni sono poco meno di 2 milioni.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rigore economico: i greci non ci stanno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2011

Un gruppo di cittadini greci ci ha scritto: “siamo quelli che lottano ormai da un mese nella piazza Syntagma (piazza della Costituzione) di Atene. Ci organizziamo con Democrazia Diretta e in modo orizzontale al di fuori di ogni scheramento politico. La nostra voce è la nostra Assemblea Popolare quotidiana. Siamo indignati perchè alcuni decidono delle nostre vite senza di noi e ipotecano gravemente il nostro futuro. Ci impongono dei prestiti che non aiutano il popolo ma servono gli interessi delle banche e dei governi. Ci terrorizzano con la minaccia del fallimento. Nello stesso modo che cercano di terrorizzarci, tentano anche di mettere i popoli l’uno contro l’altro.
Non vogliamo altri prestiti di sostegno
non vogliamo la svendita dei beni e proprietà comuni.
non vogliamo che l’accordo di medio termine venga approvato
Non vogliamo che i misfatti li paghino tutti e i guadagni vadano a pochi.
Unite la vostra voce con la nostra
Utilizzano i nostri e i vostri sacrifici e rinuncie per arricchire i pochi.
Oggi tocca a noi, domani a voi.
Ogni giorno siamo per le strade.
Ogni Domenica centinaia di migliaia di cittadini siamo nelle piazze di tutta la Grecia con centro il Syntagma.
L’accordo a medio termine non passera’.
I giornalisti tacciono, noi no.
Invitiamo tutti i popoli dell’Europa,tutti i sindacati, di organizzare movimentazioni di solidarietà al popolo greco il giorno della votazione dell’Accordo a Medio Termine. Tutti insieme per prendere le nostre vite nelle nostre mani”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A fianco dei lavoratori greci in lotta

Posted by fidest press agency su martedì, 4 maggio 2010

Roma, 5 Maggio ore 16.00 Via Mercadante 36 sit-in presso l’Ambasciata Greca. Gli istituti finanziari internazionali, gli stessi che hanno inondato il mondo con fondi spazzatura determinando la più grave crisi economica mai conosciuta, che sono stati salvati dal fallimento con l’aiuto generosissimo dei governi occidentali a spese dei contribuenti, hanno determinato il collasso della Grecia. Ora a pagare saranno i soliti di sempre: lavoratori pubblici a cui vengono tagliate indennità e tolte tredicesima e quattordicesima, pensionati a cui vengono congelate le pensioni, dipendenti privati che si vedono togliere il 15% dei propri salari; e poi aumento dell’età pensionabile a 67 anni, privatizzazione dei servizi pubblici, aumenti dell’IVA, blocco delle assunzioni, liberalizzazioni del mercato del lavoro e precarietà e licenziamenti a dismisura. La Grecia dovrà restituire complessivamente 110 miliardi di euro, il cui peso ricadrà tutto sulle spalle dei lavoratori e dei ceti popolari, e già la speculazione ha messo nel mirino Portogallo, Spagna, Irlanda e la stessa Italia non se la passa troppo bene. Contro le misure predisposte dal Governo ‘socialista’ nelle scorse settimane sono scesi in piazza e hanno scioperato milioni di lavoratori; un altro sciopero di due giorni, 4 e 5 maggio, sta già paralizzando il paese. A sostegno della resistenza dei lavoratori, dei giovani, dei pensionati greci  a cui un sistema economico basato sulla speculazione e sul profitto sta togliendo il futuro, la Federazione Nazionale RdB e SdL Intercategoriale indicono per domani, mercoledì 5 maggio, un sit-in presso l’Ambasciata greca a Roma, in via Mercadante 36, dalle ore 16.00. Aderiscono AS.I.A RdB e Blocchi Precari Metropolitani.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »