Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘green economy’

La Green Economy tra sostenibilità e solidarietà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 marzo 2012

Italiano: Roma - Palazzo Lateranense

Italiano: Roma - Palazzo Lateranense (Photo credit: Wikipedia)

Roma 29 marzo dalle 9.30 Aula Paolo VI della Pontificia Università Lateranense una giornata di studi internazionalistica. Aprirà i lavori, Ettore Balestrero, Sottosegretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato.
Riflettere sull’ambiente guardando alla prossima Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile che si terrà a Rio de Janeiro il prossimo giugno. È questo il senso di “La Green Economy tra sostenibilità e solidarietà”, giornata di studi internazionalistica che si svolgerà presso l’ Organizzata dall’Institutum Utriusque Iuris dell’Ateneo Lateranense, su iniziativa della Cattedra di Diritto Internazionale, l’evento intende indagare il tema della salvaguardia del creato anche attraverso i principi e gli insegnamenti della Dottrina Sociale della Chiesa. «Attraverso cinque prospettive (filosofica, teologica, sociologica, economica e istituzional-giuridica), – spiega Vincenzo Buonomo, ordinario di Diritto internazionale presso la Lateranense – si vuol puntare a una lettura globale del concetto di ecologia avendo come finalità ultima la centralità della persona in vista delle decisioni politico-giuridiche che verranno adottate dagli Stati nella prossima Conferenza Rio+20. Decisioni che riguarderanno in particolare – aggiunge Buonomo – il clima, le risorse biogenetiche, la tutela delle foreste e altri aspetti della tematica ambientale avendo presente l’esclusivo apporto della Santa Sede che, già nella Conferenza di Rio del 1992, si concretizzò ispirando il Principio 1 della Dichiarazione finale che ne seguì: “L’uomo è al centro delle preoccupazioni dello sviluppo sostenibile”».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manager in Green economy

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2011

Nasce in una vecchia fabbrica romana, ora riadattata in spazio espositivo e centro convegni, la prima edizione del Mastergem, il master per diventare manager in Green Economy. La presentazione, alle Officine Farneto di Roma, è stato un primo incontro in cui far nascere idee nuove su come ripensare il mondo dell’economia verde. “L’ambiente è una risorsa irrinunciabile della società e dello sviluppo. È irrinunciabile perchè non è una risorsa negoziabile. Va visto come una opportunità e non come un vincolo”, ha commentato Giovanni Hausmann, direttore del master e amministratore unico della società Energia. “Il master nasce dalle aziende partner, dalla rete di rilievo di soggetti economici che hanno spostato in modo chiaro l’ambiente come risorsa. Da questo master si riuscirà l’esperienza tuttocampo”, ha aggiunto. Per Livio de Santoli, energy manager dell’Università Sapienza di Roma e direttore di Citera, il Centro di ricerca interdisciplinare territorio edilizia restauro ambiente, “Mastergem avrà un ruolo chiave nella formazione in questo settore. L’ambiente è una risorsa a patto che si cambi filosofia di pensiero: questo è lo scopo di Mastergem. Bisogna infatti passare a una interpretazione qualitativa della Green economy, solo così si apriranno strade nuove e diverse”.
Antonio Cianciullo, inviato di Repubblica ed esperto di ambiente, ha sottolineato il ruolo di Mastergem nella formazione manageriale e ha detto: “avere a cuore le questioni ambientali significa avere vantaggi a cascata”. “In questo master – ha spiegato Alfonso Maffeo, amministratore del gruppo Moccia -abbiamo una buona componente legata alla comunicazione, essenziale in questo settore. Inoltre, abbiamo 36 partner che hanno creduto nel progetto: c’è voglia di scambiarsi idee e di mettersi a sistema per trovare una strada di sviluppo. Mastergem deve diventare anche un network reale dove essere costantemente a contatto le realtà del settore”. Per Alessandro Giubilo, dell’Associazione italiana energia mini-eolica (Assieme) “alcune nostre città sono interessate ad assumere immediatamente personale. Crediamo nei giovani e le nostre aziende hanno intenzione di guardare al Mastergem per dare impiego ai ragazzi”. Vito Pignatelli di Itabia, l’Associazione italiana delle biomasse, ha sottolineato come sia necessario “puntare su efficienza e risparmio energetico ma anche sullo sviluppo delle rinnovabili”. “Le due cose – ha proseguito – devono marciare insieme altrimenti non si raggiunge lo sviluppo sostenibile”. E’ una preparazione a tutto tondo, quella che avranno i ragazzi del Mastergem. Si parlerà di Green economy e di tutti i suoi aspetti. Anche quelli economici. “E’ importante poter conoscere quale sia l’accesso ai mercati finanziari: analizzeremo insieme questo tema e le particolarità del rapporto tra investitori e banche”, ha commentato Riccardo Salvatori dello studio legale tributario Cba. Per Alessandro Murrazzo, responsabile di Idrogeo, società che si occupa di ingegneria della terra “Quello del geotermico è un settore in grado di cambiare le abitudini e le opportunità delle nostre vite. Si può produrre energia in maniera diffusa grazie a ciò che avviene sotto i nostri piedi. È, il nostro, un approccio diffuso all’energia legato veramente al territorio”.
Tra i docenti del master, anche Alex Sorokin, direttore di Interenergy. “Negli ultimi anni – ha detto – gli investimenti nelle rinnovabili hanno superato quelli delle fonti fossili. Tra eolico e solare in Italia le capacità di produzione superano ciò che era possibile realizzare con tre centrali nucleari. Con il progresso potremmo sostituire tantissime centrali”.
Sono 40 i candidati che hanno partecipato alle preselezioni, di cui 23 sono stati ammessi alla selezione ufficiale. Tanta è stata la richiesta che è stata data la possibilità anche a 5 uditori di partecipare alla parte teorica. Quanto alle borse di studio ne è stata assegnata una totalmente gratuita e 13 a copertura parziale dell’iscrizione.
E’ un master tutto green. La carta sarà limitata allo stretto indispensabile. Il corso sarà realizzato nella sede di Percorsi Spa in viale Manzoni. Ogni due studenti c’è a disposizione un computer connesso a internet. Avranno anche una pennetta usb con un vero e proprio kit di documenti che potranno leggere anche in una pagina web dedicata.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master in green economy

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 dicembre 2011

Green Economy & Living EnviornmentChanzhou_spe...

Image by !/_PeacePlusOne via Flickr

Stanno per scadere i termini per l’iscrizione al Master in Green Economy Management (MasterGem), che permette di diventare manager di aziende che si occupano di energie rinnovabili, efficientamento energetico ed agroenergie. La data ultima di presentazione delle iscrizioni è il prossimo 12 dicembre. Si tratta di un corso di alta formazione rivolto a neolaureati di laurea quinquennale o magistrale, laureandi (entro il 31 dicembre 2011), giovani professionisti del settore e giovani manager che già operano nelle aziende. Mira a formare figure professionali nel settore della green economy, in grado di promuovere, organizzare e gestire filiere energetiche. Le attività didattiche partiranno dal prossimo 9 gennaio2012 e si concluderanno il 9 maggio. La sessione didattica è costituita da un corso generale di 200 ore e tre panel specialistici (energie rinnovabili, efficientamento energetico, agroenergie di 200 ore ciascuno) arricchito da workshop, focus, presentazione di esperienze di successo, visite a impianti. Dal 16 maggio verranno avviate le attività di stage della durata di sei mesi presso le aziende partner, che si concluderanno il 30 novembre. La sede è a Roma presso Percorsi spa, in viale Manzoni, 22. Inoltre, scegliere il Mastergem significa avere un contatto diretto con le aziende e le associazioni di categoria fin dalla fase didattica: una occasione per farti conoscere; realizzare un percorso formativo multidisciplinare: dalle agroenergie alle rinnovabili, dalla bioarchitettura al risk management fino alle tecniche di comunicazione strategica; fare sei mesi di stage operativo in aziende ed associazioni partner del Master che hanno intenzione di investire profondamente nel settore nei prossimi anni; usufruire di numerose borse di studio a copertura del 50% dei costi di iscrizione o di borse di studio esterne al Master proposte direttamente dai candidati; usufruire di prestiti d’onore messi a disposizione dagli istituti di credito; recuperare il 21% dell’Iva del costo sostenuto per l’iscrizione; ottenere un posto totalmente gratuito partecipando al Concorso di giornalismo e comunicazione ambientale dal titolo Comunica la tua green economy promosso da Master Gem con il media partner Repubblica.it.Infine per chi non possiede tutti i requisiti per partecipare al Master principale, sono a disposizione quattro posti di uditore (di cui uno a titolo gratuito) per seguire la sola parte teorica per un totale di 400 ore: 200 ore di corso generale (dal 9 gennaio 2011 al 1 marzo 2012) e 200 ore di uno dei tre panel specialistici (dal 5 marzo al 9 maggio 2012). Il master è promosso da Energia, Gruppo Moccia e Percorsi.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La nuova frontiera della Green Economy

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 novembre 2010

Ancona 19 novembre alle 11 presso il Faculty Club (8° piano Facoltà di Ingegneria) Si inaugura alla presenza del Governatore Spacca l’impianto di Trigenerazione Newtec al Polo di Monte Dago dell’Università Politecnica delle Marche Per presentare il nuovo impianto di Trigenerazione (elettricità, caldo, freddo) a Monte Dago, realizzato a opera  dell’azienda Newtec di Recanati si incontreranno con i rappresentanti della Stampa locale il rettore MARCO PACETTI, il presidente della Regione Marche GIAN MARIO SPACCA e il fondatore di NEWTEC SYSTEM srl GIANFRANCO MICCINI.  Seguirà alle ore 12 il taglio del nastro presso la centrale di Trigenerazione (nel Piazzale della Facoltà di Ingegneria).  Sarà questa l’occasione anche per illustrare le azioni della Regione Marche a sostegno della Green Economy, in cui si uniscono competenze scientifiche e apertura dell’Università alla politica regionale di sostegno delle energie rinnovabili, nonché per dimostrare un esempio significativo di competenza da parte di una azienda marchigiana nel campo della green economy.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Urge ministro sviluppo economico

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2010

“Superando la soap opera politica di queste settimane, sarebbe il caso di cercare soluzioni praticabili per ridare slancio all’economia nel nostro paese, che ha tutte le “energie” per poter ripartire”. Lo dichiara Aldo Di Biagio, deputato di Futuro e Libertà per l’Italia. “In questa prospettiva – spiega Di Biagio – urge la nomina  del Ministro dello Sviluppo economico – oltre  che la definizione di un piano economico e industriale fattibile ed ecosostenibile, dello sviluppo e della liberalizzare del  mercato delle energie rinnovabili, della tutela dell’ambiente”. “Credo che sia arrivato il momento di creare un programma rinnovato di incentivi alle energie rinnovabili, – spiega – passando anche attraverso la semplificazione degli  iter autorizzativi, attuazione delle linee guida in correlazione all’ entrata in vigore del  conto energia per il fotovoltaico, nomina dei membri della Agenzia di sicurezza nucleare”. Di Biagio conclude: “spero che il patto di legislatura o di responsabilità nazionale possa dare risposte anche agli imprenditori, alle associazioni, ai lavoratori del settore della green economy, per creare quel “legame sociale” orizzontale tra i cittadini e la politica”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Imprenditori e green economy

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2010

L’80% delle aziende italiane dichiara che sono necessari degli sgravi fiscali per accelerare gli investimenti green. Questo è il dato principale che emerge dalla nuova ricerca mondiale condotta da Regus, il leader mondiale di soluzioni per gli spazi lavoro che ha coinvolto 15.000 professionisti su temi “green”.  La ricerca fotografa la situazione attuale in tutti i continenti: solo il 37% delle aziende nel mondo misura realmente le proprie emissioni e meno di un quinto (19%) misura la carbon footprint emessa dalle proprie attività. Il 46% delle aziende su scala mondiale dichiara che investirà in attrezzature con ridotte emissioni di CO2 solo se i costi saranno uguali o minori di quelli generati dalle attrezzature convenzionali. Infine, solo un deludente 40% ha già investito in attrezzature con ridotte emissioni di CO2 e solo il 38% ha predisposto una policy aziendale per farlo.
In Italia, la ricerca evidenza che il 18% delle aziende monitora le emissioni di CO2  (carbon footprint) conseguenti alle proprie attività e questa è una percentuale che si ritrova nella media globale (19%). Il 41% ha investito in attrezzature ad alta efficienza energetica e il 58% delle aziende ha adottato una strategia di investimento in strumenti con ridotte emissioni di CO2; ciò colloca l’Italia al di sopra della media globale (38%). Il 47% delle aziende dichiara che i costi di funzionamento sono alti e investirebbe in attrezzature per ridurre le emissioni di CO2 solo se i costi di funzionamento fossero inferiori o uguali a quelli tradizionali. Infine, uno schiacciante 80% delle aziende ha dichiarato che se il governo offrisse incentivi fiscali per gli investimenti in attrezzature ad elevata efficienza energetica o con ridotte emissioni di CO2, le imprese incrementerebbero significativamente i propri investimenti green.   http:www.regus.presscentre.com
Regus plc (LSE:RGU) è leader mondiale di soluzioni per gli spazi di lavoro, con prodotti e servizi su misura che comprendono ambienti professionali completamente attrezzati: uffici, sale riunioni, spazi business e un network di sale per videoconferenze. Regus offre un nuovo modo di lavorare da casa, in viaggio o da un ufficio. Clienti come Google, GlaxoSmithKline e Nokia, così come migliaia di altre piccole e medie aziende, sfruttano i vantaggi derivanti dall’outsourcing delle proprie esigenze di uffici e spazi di lavoro rivolgendosi a  Regus potendo così dedicarsi interamente al loro core business. Più di 500.000 clienti ogni giorno  si avvalgono delle oltre 1.000 location Regus in 450 città e 80 nazioni. Regus è quotato al London Stock Exchange (LSE:RGU).  In Italia Regus dispone complessivamente di 10 business centre dislocati a Milano, Roma e Torino.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intesa Italia Usa per le tecnologie pulite

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 maggio 2009

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, l’Ambasciata USA a Roma, l’Istituto nazionale per il Commercio Estero ed il Centro Euro – Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici hanno organizzato presso la Sede dell’Ice a Roma il workshop sulle “Tecnologie a basso contenuto di carbonio in Italia e Stati Uniti: accelerare il passaggio dalla fase di ricerca a quella del mercato”.   Il workshop si inserisce nella più ampia collaborazione tra Italia e Stati Uniti lanciata nel 2001 e focalizzata sia sulla promozione della ricerca per i cambiamenti climatici che sullo sviluppo di collaborazioni per la definizione di tecnologie pulite. Proprio l’importanza di sviluppare collaborazioni internazionali tra il mondo scientifico e quello dell’impresa è stato al centro del discorso di apertura dei lavori del Presidente dell’ ICE, Ambasciatore Umberto Vattani, il quale ha anche sottolineato come esista piena corrispondenza tra i temi in discussione nel workshop e le priorità identificate dai Ministri dell’Energia del G8 allargato nella giornata di ieri a Roma e dai Ministri dell’Ambiente nella riunione di Siracusa. Il Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente Corrado Clini ha richiamato i risultati già raggiunti dalla collaborazione tra Italia e Stati Uniti sullo sviluppo delle tecnologie a basso contenuto di carbonio, ed ha auspicato l’estensione della collaborazione a paesi terzi, a cominciare dalla Cina, nell’ambito dei nuovi programmi internazionali dell’Amministrazione Obama.  Efficienza energetica, bioenergie e “green building” sono i settori nei quali questa collaborazione potrà svilupparsi.    L’Amministrazione degli Stati Uniti, come annunciato da Jonathan Shrier, Principal Deputy Assistant Secretary, Politiche ed Affari Internazionali, del Dipartimento dell’Energia USA, ha collocato ingenti somme di finanziamento per lo sviluppo di tecnologie innovative e per la promozione dell’efficienza energetica nei piani di stimolo economico. La strategia del Presidente Obama è quella di puntare sulle tecnologie energetiche di nuova generazione per ridurre la produzione di CO2 e creare nuova occupazione. Il workshop di Roma è un esempio concreto di forte interazione tra il mondo della ricerca e del settore privato per la realizzazione della “new green economy”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »