Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘guardia’

Primo studio al mondo su nuova combinazione che abbassa la guardia del tumore

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2018

Chicago dal 14 al 18 aprile. Italia in prima linea al Congresso annuale dell’AACR, American Association for Cancer Research, il più prestigioso al mondo nel campo dell’oncologia. Nella sezione Late-Breaking dedicata a studi altamente innovativi e di grande impatto scientifico, i risultati preliminari dello studio NIBIT-M4, disegnato per valutare per la prima volta la combinazione di un farmaco epigenetico e di un farmaco immunoterapico nel trattamento del melanoma metastatico, completamente made in Italy e supportato in parte da AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
Un risultato di estrema rilevanza per la ricerca italiana, che si eleva ancora una volta a protagonista assoluta in un contesto scientifico di altissimo livello internazionale: l’AACR, fondata nel 1907, è l’associazione professionale più antica e più grande al mondo dedicata alla ricerca sul cancro, con 35.000 ricercatori affiliati in oltre 90 Paesi che fanno ricerca di base, traslazionale e clinica.
NIBIT-M4 è il primo studio di questo genere (combinazione farmaco epigenetico-immunoterapia) sui tumori solidi al mondo ad essere presentato. Altri studi internazionali che indagano l’utilizzo di questa innovativa strategia terapeutica sono in partenza o in corso, anche in funzione dei dati generati dalla Fondazione NIBIT. Una nuova strategia, dunque, condivisa da gruppi di ricercatori diversi a livello internazionale, con l’obiettivo comune di migliorare l’efficacia dei trattamenti immunoterapici.
Studi pre-clinici, condotti in laboratorio dal gruppo di ricercatori del CIO della AOUS, coordinati da Michele Maio nell’arco di oltre un decennio anche grazie al supporto di AIRC, hanno evidenziato il ruolo e l’influenza dell’epigenetica sui tumori; anche la rivista Nature Medicine ha sottolineato la forte valenza innovativa della combinazione tra un farmaco epigenetico e un anticorpo immunomodulante nel trattamento dei tumori, identificando il gruppo italiano tra i capostipiti di questo approccio terapeutico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cgil medici: diamo un futuro ai medici di Guardia

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2012

«Vogliamo superare la figura della guardia medica oggi nota, per avvalerci di questi medici a tempo pieno (38 ore) e per tutte le attività territoriali, portando il massimale a 1000 assistiti per tutti i medici di medicina generale». Così Fp Cgil Medici risponde alla Fimmg Ca convinta dell’inutilità della proposta Cgil di “mettere in soffitta” la Continuità assistenziale (cfr DoctorNews33 16 aprile). Una proposta che, invece, secondo Cgil «valorizza appieno la professionalità di tutti i medici che oggi fanno la guardia medica e crea il presupposto all’integrazione. Altrimenti» continua Cgil «che integrazione è, se rimangono sempre i medici di giorno e quelli, sfortunati, della notte. Con reddito peraltro inversamente proporzionale al disagio lavorativo». Il sindacato poi attacca esplicitamente la Fimmg accusata di «mostrare la corda sul piano del confronto delle idee». «I numeri prodotti sulla guardia medica» continua la nota Cgil «sono noti a tutti, ma non dicono che i medici siano soddisfatti di avere un doppio incarico (Assistenza Primaria e Guardia Medica) perché i pochi assistiti non gli consentono neanche di pagarsi le spese di mantenimento dell’ambulatorio di Ap. E questo mentre il 23,7% dei medici di AP straborda oltre i 1500 assistiti». Non solo, secondo Cgil i dati non dicono «che un medico costretto a lavorare solo 24 ore a settimana sia felice di ricercare altre attività collaterali per poter sopravvivere dignitosamente, che i pochi contributi Enpam che così versano gli daranno una pensione da indigenti» «Altro che far perdere il lavoro a qualcuno» conclude la nota «proponiamo esattamente il contrario. Far lavorare meglio tutti».(fonte doctornews33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Impasse agricolo informatico

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2011

A meno di un mese dalla vendemmia, la Regione Fvg non ha ancora risolto i problemi informatici del sistema Siagri Fvg che dovrebbe gestire l’intera viticoltura del territorio e non solo. «Eravamo fiduciosi che gli uffici regionali, dopo le tante sollecitazioni arrivate dal mondo agricolo risolvessero il problema», dichiara Davide Vignandel, direttore provinciale della Cia. «Invece non è stato così; la situazione sembra essere scappata di mano e ha raggiunto il livello di guardia». Il Sigari è, di fatto, paralizzato, con un programma che risulta essere bloccato e il comparto agricolo immobilizzato da un sistema burocratico che non permette agli imprenditori di rispettare i termini previsti per la campagna vitivinicola che scade il 31 luglio. Ci sono ancora parecchie centinaia di operazioni da concludere e alcune di queste sono molto vincolanti per le aziende che non riescono così a rispettare, per motivi informatici, le scadenze previste dalla normativa: nuovi impianti di Prosecco, trasferimento diritti, estirpi per la nuova stagione. «Una grossa preoccupazione ci è stata esposta dalle cantine cooperative che, a oggi, non hanno ancora la situazione aggiornata e sono in grande affanno nel fornire un servizio ai soci per la prossima campagna vendemmiale», prosegue Vignandel. «In soli 10 giorni di tempo, non credo sarà possibile affrontare e risolvere l’impraticabilità del sistema che persiste da parecchi mesi. A tale situazione non possiamo più far fronte e, pertanto, saremmo costretti a imputare alla Regione tutti i danni che gli agricoltori subiranno da questa paralisi», conclude il direttore della Cia. «Se la situazione, a distanza di qualche giorno, non si sbloccherà, saremmo costretti nostro malgrado a rivolgerci all’autorità pubblica con un esposto che tuteli gli agricoltori e noi stessi, per non essere individuati come corresponsabili di questo enorme disagio».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Droga: mai abbassare la guardia

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 giugno 2011

“La giornata del Lazio contro la droga rappresenterà un momento di riflessione nella lotta alla droga e al contempo una piattaforma di lancio di iniziative regionali per contrastare questa preoccupante piaga sociale”. Lo dichiara Carlo De Romanis, consigliere regionale del Lazio e firmatario della PL che istituisce la Giornata Regionale contro le Droghe, il quale prosegue: “La proposta di legge che ho presentato insieme al mio collega Giancarlo Miele ha come obiettivo ultimo quello di sensibilizzare i nostri coetanei sulla prevenzione della tossicodipendenza. E’ solo la prima di una serie di iniziative che, da Consiglieri regionali appena trentenni, vorremmo portare avanti. E’ una battaglia in cui crediamo sin da quando eravamo nel direttivo regionale dei giovani di Forza Italia: esattamente 10 anni fa, infatti, coordinavamo insieme la Commissione sulle Tossicodipendenze, con la quale abbiamo portato numerosi giovani a visitare le comunità di Trivigliano, in provincia di Frosinone, e quella di San Patrignano, oltre ad aver redatto documenti sia sulla prevenzione che sul recupero dalla tossicodipendenza”. “Allora eravamo ventenni – aggiunge il consigliere – e poco potevamo fare nel combattere la droga oltre che discuterne in seno al movimento giovanile. Oggi invece dal Consiglio Regionale possiamo legiferare su questo tema, con la stessa passione e sensibilità di 10 anni fa’”. “Lo abbiamo voluto fare proprio in occasione della Giornata Mondiale della lotta alla Droga, ma anche a seguito di una lodevole iniziativa che abbiamo promosso e organizzato come Giovani Italiani del Partito Popolare Europeo lo scorso Mercoledi al Parlamento Europeo dal titolo ‘European Campaign Against Cocain'”. “Purtroppo su questo tema – conclude De Romanis – specialmente noi giovani, non possiamo abbassare mai la guardia ed è per questo che ho creato già da due anni un gruppo su facebook contro l’uso della Cocaina, che annovera più di 5mila iscritti”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sinai: guardia egiziana spara a profuga eritrea

Posted by fidest press agency su domenica, 22 Mag 2011

Sabato scorso la polizia militare egiziana ha sparato a una donna eritrea che tentava di superare il confine con lo Stato di Israele. La donna era appena stata liberata da un banda di trafficanti, vicino al tratto di confine due chilometri a sud di Kerem Shalom. Le autorità egiziane hanno dichiarato all’agenzia Ma’an che la donna non avrebbe avuto documenti in regola e non si sarebbe fermata all’alt intimatole da un agente. La profuga è stata condotta presso un ospedale per essere curata, dopodiché sarà incarcerata per “immigrazione illegale” e quindi deportata in Eritrea. Attualmente l’Egitto è governato da un consiglio militare e i cittadini, sia stranieri che di nazionalità egiziana, vengono incriminati e incarcerati senza alcun processo. Come ha recentemente denunciato l’organizzazione Coalit, “Gli attivisti per i diritti umani egiziani sospettano che migliaia di cittadini egiziani vengano imprigionati e processati da tribunali militari, spesso a porte chiuse, da quando il presidente Hosni Mubarak è stato estromesso dal potere, lo scorso 11 febbraio”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Azione universitaria riforma ok, ma non basta

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2011

Non si accontentano i ragazzi di Azione Universitaria dopo l’approvazione del ddl Gelmini e la ratifica da parte del Capo dello Stato della nuova legge che riforma l’Università. “Siamo senz’altro soddisfatti per la buona conclusione dell’iter legislativo del ddl Gelmini che ha visto la concretizzazione di molte delle nostre battaglie storiche – dichiara Andrea Volpi Coordinatore Nazionale di Azione Universitaria – ma il nostro impegno e il nostro lavoro non può e non deve fermarsi qui. La legge così com’è rappresenta un buon punto di partenza e un grande passo avanti per la riforma del nostro ordinamento,  ma ora non si dovrà commettere l’errore di accontentarsi e di abbassare la guardia”. “Vigileremo – afferma Volpi – affinché i tempi previsti dalla legge siano rispettati, chiederemo ai Rettori di riorganizzare le Università secondo il nuovo assetto  e nei tempi previsti dalla legge e al Ministro di sanzionare chi non si adegua modificando lo statuto, non predisponendo le procedure di valutazione interna  e  rallentando i concorsi”. “L’incremento dei fondi e gli investimenti per la ricerca scientifica restano prioritari nella lista delle nostre richieste. Continueremo nella denuncia degli sprechi e nel chiedere l’istituzione del cartellino per i professori. Servono tempi e certezze per l’erogazione dei finanziamenti, la revisione urgente dei settori scientifici disciplinari ed un percorso formativo più snello (triennale, magistrale, dottorato) per avviare la carriera del ricercatore”. “Se è vero che le risorse del fondo premiale saranno frutto della valutazione ciò sarà possibile se e solo se gli organi predisposti come l’Anvur saranno presto operativi”. “Con l’approvazione della legge il lavoro del Ministro Gelmini – conclude il coordinatore di AU – è appena iniziato. Insieme ai decreti attuativi auspichiamo un intervento netto che rivoluzioni il Diritto allo Studio attraverso un percorso di razionalizzazione di sprechi e di norme volte al rilancio dei servizi per gli studenti”.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cresce la fiducia nella guardia di finanza

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 settembre 2010

“Cresce l’indice di fiducia dei contribuenti italiani nel 117. Tre contribuenti su quattro hanno fiducia nella Guardia di Finanza”.  Lo rileva Contribuenti.it, l’Associazione Contribuenti Italiani, che con lo Sportello del Contribuente monitora costantemente la fiducia dei contribuenti nei confronti dell’amministrazione finanziaria. Il sondaggio effettuato dallo Sportello del Contribuente rileva i dati del sondaggio effettuato nel mese di ottobre: il 74,38% dei contribuenti italiani hanno fiducia nel 117.  Su 5.638 voti, 4.193 (pari al 74,38%) sono a favore della GdF, mentre 1.445 (pari a 25,62%) contro.  ”E’ il miglior dato di sempre registrato nell’ambito dell’amministrazione finanziaria – afferma Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it – ed e’ da attribuirsi alla enorme attività posta in essere dalla Guardia di Finanza nella l otta all’evasione fiscale, nella tutela della sicurezza alimentare, nel caro consumi e nella vendita di prodotti contraffatti.”  ”E’ giunto il momento di estendere i poteri della Guardia di Finanza – prosegue Carlomagno – ridandole lustro e prestigio, concentrando l’attività dei militari sul fronte della tutela dei diritti e dei doveri del contribuente, anziché su quello dell’immigrazione clandestina.”  (Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova tensione terroristica?

Posted by fidest press agency su martedì, 29 dicembre 2009

Il fallito attentato di qualche giorno fa sull’aereo diretto a Detroit ha messo in allarme tutti i servizi segreti e le polizie dell’occidente. Ad avvalorare, maggiormente, questo clima di massima attenzione vi è la rivendicazione firmata da al Qaeda. Lo ha fatto in un comunicato emesso sui forum islamici in internet congiuntamente presenti nello Yemen e in Arabia Saudita, dove sono molto attivi. Si precisa, tra l’altro, che “l’azione eroica del fratello” Umar Farouk Abdulmutallab sebbene non abbia sortito il risultato desiderato ha dimostrato, se non altro, che è possibile beffare la sicurezza americana. La risposta americana non si è fatta attendere con una dichiarazione rilasciata da Barack Obama che dalle Hawaii, dove si trova, ha precisato che gli Usa terranno alta la guardia sia in patria sia all’estero. Obama, inoltre, sottolinea che l’attacco sventato ha ricordato agli americani che i pericoli da fronteggiare sono reali e ciò impone un sensibile rafforzamento delle difese. Gli addetti ai lavori, a loro volta, fanno osservare che vi sono più possibilità di lettura nell’azione sventata sull’aereo che volava sui cieli americani. Si vuole, ad esempio, provocare una ricaduta nell’immaginario collettivo di insicurezza sulle difese per contrastare il terrorismo e che esso può colpire impunemente dove e come gli pare. Lo comprova la confessione rilasciata dal 23enne, ex studente di ingegneria a Londra, che ha tentato di far esplodere un aereo con 278 persone a bordo, secondo il quale vi sono decine di altri come lui, negli Usa, in Gran Bretagna e in Canada, pronti ad entrare in azione. Ciò significa, ad esempio, che i terroristi possono agire con armi improprie e difficilmente individuabili dai metal detector, ma sortire lo stesso effetto provocando un disastro aereo. A questo punto, si fa notare, il terrorismo pur non avendo, nello specifico, raggiunto lo scopo è riuscito a risvegliare nell’immaginario popolare paure e possibili ricadute nei confronti delle comunità islamiche dei paesi occidentali. Ciò può provocare una sorta di caccia alle streghe che finisce con l’esasperare gli animi e provocare un deprecabile effetto domino. Che vi siano tra di noi delle vere e proprie “mine vaganti” pronte ad esplodere e che siano ben camuffate da laboriosi lavoratori, ottimi padri di famiglia, studenti diligenti, ma che sono pronti a diventare dei kamikaze alla prima chiamata e a farlo senza esitare convinti di sposare una causa giusta e benedetta da Allah, mette scompiglio tra la gente e gli stessi inquirenti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antonello Caporale “Peccatori”

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Baldini Castoldi Dalai editore Cos’è l’Italia? Anzi: che fine ha fatto l’Italia? Chi sono questi nuovi italiani e cosa sognano, chi venerano, chi santificano. Quali regole osservano, quante volte deviano e quanti peccati commettono. «All’italiana» è una definizione così comune che oramai serve per  illustrare le vicende tristi, o soltanto buffe. Per ricordare i nostri stravizi o l’abitudine alla devianza. Per mettere in guardia (sono italiani!) o patìre insieme (siamo italiani!). Qual è la nostra colpa, e soprattutto dove è la nostra colpa. Antonello Caporale indaga al fondo della responsabilità di ciascuno, indicando i fatti e le omissioni quotidiane. Specchio infranto di una società che non coltiva passioni ma solo furbizie. La devozione al potere, la consegna del silenzio, il nuovo perbenismo. Affari e quasi sempre preghiere. La nostra nuova vita consegnata all’Imperatore, manipolata dai sondaggi, illustrata perennemente da una telecamera. Non avrai altro Dio all’infuori di me… Dieci capitoli quanti sono i comandamenti. Traditi, violati, taciuti o, in un amen, dimenticati.
Antonello Caporale vive e lavora a Roma. Per «La Repubblica», dove scrive dal 1989, cura il «breviario», pillole quotidiane di politica, e le «interviste senza rete». Sul sito web del giornale firma «Piccola Italia», vizi e stravizi del Belpaese.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Beni della ‘Ndrangheta sequestrati a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 luglio 2009

Il noto locale romano “Cafè de Paris”, protagonista delle cronache rosa degli anni ’50 e della <<Dolce Vita>> è stato sequestrato ieri dai carabinieri del Ros e dalla Guardia di Finanza nell’ambito della maxi operazione contro la ‘Ndrangheta che fino ad oggi ha portato alla confisca di beni per oltre 200milioni di euro. Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, ha dichiarato: “Ancora una volta un plauso alle forze dell’ordine che grazie al loro intervento e alla loro vigilanza mantengono alta la garanzia della sicurezza dei cittadini romani. E’ triste che anche un caffè storico come il “Cafè de Paris” sia diventato vittima della criminalità organizzata ed è la dimostrazione di come ormai la ‘ndrangheta tenti di insediarsi in ogni modo nella nostra città. Mi auguro che le forze dell’ordine continuino in questo modo non abbassando la guardia”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »