Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘gusto’

Dodicesima edizione del Salone del Gusto – Terra Madre

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 settembre 2018

Torino Da giovedì 20 a lunedì al 24 settembre nel Padiglione 2 del Lingotto Fiere di Torino i produttori del Paniere dei prodotti tipici della provincia di Torino saranno presenti alla dodicesima edizione del Salone del Gusto – Terra Madre. Le specialità agroalimentari tradizionali saranno degustabili e acquistabili negli spazi riservati alle associazioni che tutelano e promuovono i singoli prodotti compresi nel “marchio ombrello” nato nel 2001. È annunciata la presenza dei produttori delle farine e dei prodotti da forno confezionati con gli Antichi Mais piemontesi, dell’Asparago di Santena, del Miele delle vallate alpine, della Menta di Pancalieri, dei Giandujotti, del Genepy delle vallate alpine e dei Grissini Stirati e Rubatà. Negli spazi dell’Oval dedicati ai Presìdi Slow Food ci saranno anche altri prodotti del Paniere, come le Antiche Mele piemontesi, il Peperone di Carmagnola e il Sarass del Fen.
Inoltre a partire da domenica 7 ottobre il Mercato del Paniere nel centro di Torino tornerà con i prodotti di stagione nella nuova location dell’isola pedonale di via Carlo Alberto, tra via Giolitti e via Maria Vittoria. L’appuntamento si rinnoverà la prima domenica di ogni mese fino alla fine del 2019.Il Paniere dei prodotti tipici, ideato e promosso a partire dal 2001 dall’allora Provincia, oggi Città Metropolitana di Torino, accoglie le specialità agroalimentari e agricole del territorio provinciale, che in base a verifiche tecnico-scientifiche, sono prodotte in maniera artigianale da produttori locali, appartengono alla tradizione storica locale, sono ottenute con materie prime locali, costituiscono una potenzialità per lo sviluppo locale. L’identificazione delle caratteristiche organolettiche, tecnologiche e storiche, fa capo a disciplinari di produzione, stilati dalle Associazioni dei produttori o dai Consorzi. Dopo la fase di avvio del progetto, promossa e coordinata dall’allora Provincia, nel2013 si è costituita ufficialmente l’Associazione dei produttori del Paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino. Ne fanno parte le 34 associazioni di prodotto,che riuniscono gli agricoltori e gli artigiani del settore agro-alimentare,impegnati nella tutela e valorizzazione delle tipicità inserite nel “Paniere”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Olio: “Extravergine – La buona vita, il gusto per la salute e la bellezza”

Posted by fidest press agency su domenica, 4 dicembre 2016

extravergine-libroE’ il titolo di un bel libro, fresco di stampa, pubblicato da Codicermes Editore Bologna, a cura di Daniela Utili. Un libro dedicato a un personaggio del mondo dell’olivicoltura, Antonio Ricci, persona gentile, squisita; giornalista stimato e conosciuto, da poco scomparso, ritenuto uno dei promotori del libro, alla sua prima edizione, nonché coautore di uno degli otto capitoli che compongono il libro. Con lui altri sei autori: Barbara Alfei, l’anima della Rassegna Nazionale degli oli monovarietali e del grande concorso nazionale di potatura a vaso polifonico; Giovanni Larker, chimico, docente in varie facoltà di Agraria, da Udine a Bologna, Firenze; Giuseppe Caramia, medico e scienziato della nutrizione, presidente della società internazionale “Olio di oliva e salute”; Stefano Cerni, esperto di analisi sensoriale, enogastronomo, capo panel Coi; Lorenzo Cerretani, oleologo, ricercatore, autore di numerose pubblicazioni scientifiche riferite all’olio; Daniela Utili, naturopata, giornalista, esperta in nutrizione e ambiente. Un libro da leggere per le possibilità che dà di scoprire un mondo, quello dell’olivo e del suo olio, in un momento in cui c’è voglia di avere dalla cultura – espressa, nel corso dei millenni, da questa coltivazione – gli insegnamenti per capire il presente e programmare il futuro. Si pensi ai temi di grande attualità come l’ambiente; la sana e corretta alimentazione; la qualità legata all’origine, il territorio; la diversità degli oli e il valore della biodiversità, quella olivicola in particolare.In un momento in cui l’olivo, pur continuando a segnare quel mare di olio che è il Mediterraneo, si va, da qualche decennio diffondendo in ogni angolo del pianeta in quella parte ristretta tra il 30 e 45° parallelo a Nord e a Sud dell’equatore.Il libro raccoglie tutta la ricchezza di un patrimonio colturale e culturale e lo mette a disposizione del lettore. Dalla storia dell’olivo e dell’olio, e i suoi percorsi nel corso dei millenni, agli effetti positivi dell’olio evo sulla salute, in particolare la sua capacità di rallentare l’invecchiamento di chi ne fa un corretto uso all’insegna della continuità. Ben otto capitoli, sviluppati da soli e, anche, insieme, dagli esperti prima citati, con la capacità che essi hanno di entrare nel merito dei processi di cura dell’olivo, raccolta delle olive, estrazione e conservazione dell’olio, avendo ben presenti i requisiti che il prodotto deve avere per esprimere tutti i suoi caratteri di qualità, soprattutto quelli legati alla prevenzione e alla cura delle malattie. Caratteri che sono possibili da scoprire mediante l’analisi sensoriale, la classificazione e definizione delle tipologie, l’ampio spettro di utilizzo, non solo in cucina e a tavola, ma anche nella cura del corpo e della bellezza, senza trascurare i consigli utili per il consumatore e per chi, quale tramite tra produttore e consumatore, può dare un grosso contributo alla cultura dell’olio, fondamentale per una sua promozione e valorizzazione.Non manca l’angolo delle ricette, dell’importanza dell’olio evo per la frittura, il riferimento alla Dieta Mediterranea e al suo scopritore e primo divulgatore, Ancel Keys.
A chiusura del libro, un elenco di produttori di qualità con le loro aziende, a dimostrazione di un impegno di questi piccoli ma importanti produttori, che ha, nel rispetto del territorio e dei suoi elementi più distintivi, quali la storia, la cultura, l’ambiente, il paesaggio, la tradizione, il suo elemento propositivo.
Un libro di grande attualità, importante per le fortune dell’olio extravergine di cui il consumatore moderno avrà sempre più bisogno per orientarsi nelle scelte, riconoscere la qualità e la diversità, vivere un rapporto con l’origine, in particolare con gli olivicoltori, i principali protagonisti di un bene così prezioso, qual è l’olio. Olivicoltori che, per continuare e far vivere, a noi e al mondo, la straordinaria avventura dell’olivo e del suo olio nella sua espressione alta di coltura e di cultura, hanno bisogno non solo di politiche e programmi lungimiranti, ma anche di attenzione e solidarietà e, sempre più, di esprimere la cultura dell’olivo e del’olio.Extravergine – la buona vita, editore Codicermes Bologna, prezzo di copertina € 25 (By Pasquale Di Lena) (foto: extravergine-libro)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vinòforum: Lo Spazio del Gusto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 Mag 2016

vino 001Roma Giovedì 19 maggio, ore 10.00, presso l’Aula Moscati dell’Università di Roma Tor Vergata – Macroarea di Lettere – andrà in scena “Vino e giovani: istruzioni per l’uso. Tavola Rotonda per la presentazione di Vinòforum 2016”. Una “lezione” dal forte valore didattico, che ha come scopo quello di educare i ragazzi a un consumo consapevole, frutto di una conoscenza sulla materia.
A partecipare saranno importanti esponenti dei “due mondi”, quello accademico e quello enoico: Ernesto Di Renzo, antropologo e responsabile della didattica del Master in Cultura dell’Alimentazione dell’Università di Tor Vergata, Emiliano De Venuti, CEO Vinòforum, Stefano Carboni, esperto in comunicazione enogastronomica, Marco Amato, responsabile didattica associazione Noi di Sala, Emanuele Mendola, consigliere CUS Roma Tor Vergata. A porgere i saluti Franco Salvatori, direttore di Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e società, Manuel Onorati, presidente CUS Roma Tor Vergata, Francesco Scerbo, rappresentante studenti CDA Tor Vergata.Non a caso a termine dell’incontro verrà organizzata una degustazione guidata, una breve lezione sul modo corretto di consumare il vino. Saranno inoltre illustrate le varie opportunità che Vinòforum riserverà agli studenti durante il periodo di manifestazione, tra i quali scontistiche riservate, incontri gratuiti di degustazione.“Abbiamo aderito con autentico piacere alla proposta degli organizzatori di Vinòforum –spiega Ernesto Di Renzo, responsabile della didattica del Master in Cultura dell’Alimentazione dell’Università di Roma Tor Vergata – intanto perché apprezziamo da sempre il fatto che in questa manifestazione, a differenza di molte altre, il consumo del vino sia “regolato” e quindi non sia un luogo di mere “bevute”, o di eccessi, ma un vero e proprio appuntamento con la cultura e l’estetica del vino. E questa collaborazione che oggi prende il via, rappresenterà certamente un ulteriore passo in avanti nell’avvicinare in modo intelligente i ragazzi a una “materia” delicata come il vino. Siamo convinti che, come in ogni cosa, la conoscenza rappresenti un momento fondamentale dell’esperienza e del comportamento consapevole”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bologna arriva il gusto del Natale

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2015

chefBologna Dal 27 al 29 novembre 2015 a Palazzo Re Enzo. Tre giorni (tre cene e due pranzi) dove protagonista è l’alta cucina, declinata secondo l’estro dei migliori chef del territorio emiliano romagnolo e alcuni ‘ospiti’ stellati provenienti da altre regioni, in un ambiente ricercato e con un’atmosfera di festa. L’evento si rivolge non solo ai buongustai, ma a tutti coloro che vorranno godersi un pranzo o una cena alla scoperta della cucina stellata e di alta qualità, in un ambiente conviviale, e trovare ispirazione per la tavola natalizia: dalle ricette ai prodotti di eccellenza del territorio, fino ai complementi che rendono speciale la tavola delle feste.
Taste of Christmas, che gode del Patrocinio del Comune di Bologna, è la tappa bolognese del più noto Taste Festivals: format internazionale che da Londra a Sydney, passando per Parigi, Mosca, Dubai, Milano, raduna gli appassionati gourmand di tutto il mondo, in collaborazione con Electrolux title sponsor della manifestazione a livello internazionale. Oltre ventitremila persone hanno partecipato a settembre all’ultima tappa capitolina, dove il festival è ormai alla quarta edizione ed è diventato l’evento gastronomico più atteso dell’anno.
Per Bologna, City of Food, il format non poteva che essere ancora più speciale: nel corso della tre giorni prestigiosi chef scelti anche tra i membri di note associazioni quali Chef to Chef e TOur-tlen, si alterneranno in una ideale staffetta del gusto per stupire i visitatori con le proprie creazioni e dando loro la possibilità di degustare piatti a piacere da un menù eccezionale: dagli antipasti ai dolci, passando per secondi ricercati e declinazioni stellate della sfoglia, ‘regina’ della tavola emiliano romagnola. Per chiudere un piatto speciale, World of Taste – Christmas Edition, ispirato agli ingredienti tipici del Natale dei diversi Paesi del mondo e che ogni chef interpreterà secondo il proprio estro.
Ancora top secret i menù ideati dagli chef che hanno sposato lo spirito conviviale e festoso che da sempre caratterizza i Taste Festivals in ogni parte di mondo. La squadra, ad oggi, è composta da 15 chef di cui dieci stellati: Vincenzo Vottero Vintrella dell’Antica Trattoria del Reno, Agostino Iacobucci del Ristorante I Portici, Andrea Vezzani del ristorante reggiano Ca’ Matilde, Pierluigi Di Diego de Il Don Giovanni di Ferrara, Luca Marchini del ristorante L’Erba del Re di Modena, Thomas Rossi del ristorante Arnaldo a Rubiera, l’allievo di Ferran Adrià Terry Giacomello del ristorante Inkiostro di Parma, la chef Aurora Mazzucchelli del ristorante Marconi, Riccardo Agostini de Il Piastrino di Pennabili in provincia di Rimini e uno special guest partenopeo: lo chef Vincenzo Guarino del ristorante L’accanto (Seiano di Vico Equense); e poi ancora la chef Lucia Antonelli della Taverna del Cacciatore, Massimiliano Poggi del ristorante Al Cambio, Mario Ferrara dello Scacco Matto, Ivan Poletti della Cantina Bentivoglio, Pietro Montanari del ristorante Cesoia.
Ogni visitatore potrà comporre a proprio piacimento il menù, scegliendo liberamente tra le quattro portate che ogni ristorante propone in versione assaggio – taste, appunto – a prezzi che variano dai sei ai dieci euro, per consentire ai visitatori di sperimentare piatti diversi.
A guidare gli ospiti nei migliori accostamenti cibo/vino, saranno gli storici vinai dell’enoteca Trimani, che proporrà al pubblico una carta con circa 50 etichette: dalle cantine emiliano romagnole fino alle bollicine francesi, ogni calice avrà il compito di esaltare il gusto delle pietanze proposte e l’atmosfera di festa della manifestazione.
“Siamo felici di portare a Bologna un format di successo in tutto il mondo, valorizzando un territorio così ricco di tradizione. Questa regione e Bologna hanno tutti i requisiti per ospitare un evento che vuole essere al tempo stesso esclusivo ed inclusivo – commenta Silvia Dorigo, General Manager di Brand Events Italy, che organizza l’evento – Il cibo è uno degli elementi identitari di Bologna, ma crediamo che questa città sia anche aperta al nuovo e alle sperimentazioni: quello che facciamo con Taste è proprio valorizzare al massimo la cucina del territorio ospitante, contaminandola con sapori e tecniche dal mondo. Siamo stati accolti con entusiasmo dalla città e dalle istituzioni e, grazie alla nostra rete internazionale, ci proponiamo di contribuire alla promozione di Bologna come città del cibo e delle sue eccellenze enogastronomiche. Speriamo che i bolognesi apprezzeranno la nostra formula e vorranno partecipare ad un grande momento di festa”. (foto: chef)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libereso con la sua saggezza ed ironia conquista Modena

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 giugno 2015

liberesoCon Bottura, Augias, Tozzi e Libereso è entrata nel vivo la programmazione de “I Giardini del Gusto e delle Arti”, che si svolge nei Giardini Ducali di Modena e che per tutta l’estate ospiterà artisti, spettacoli, concerti, proiezioni e incontri letterari. Nei giorni scorsi Massimo Bottura ha aperto cogliendo l’occasione per festeggiare il recente podio conquistato dall’Osteria Francescana come il “secondo miglior ristorante al mondo”. Grandi nomi si sono alternati in questi giorni e particolarissimo e di grande successo è stato l’incontro con il giardiniere Libereso Guglielmi e il giornalista Claudio Porchia.
Nella originale ambientazione del “Tinello letterario” hanno letteralmente incantato e divertito il numerosissimo pubblico , raccontando episodi e divertenti aneddoti della avventurosa vita di Libereso, partendo dai suoi ricordi della famiglia Calvino, dello scrittore Italo e di suo padre, Mario. L’incontro è proseguito sui temi molto cari al Libereso, dalla scelta di una alimentazione vegetariana all’utilizzo delle erbelibereso1 aromatiche e medicinali per terminare alla presentazione del suo ultimo libro “Ricette per ogni stagione”, che sta riscuotendo un grande successo di vendite ed è giunto alla terza edizione.
“Mangiare piante e fiori – ha detto l’autore del libro – è anche un modo efficace per cercare di fare a meno delle medicine. Io ho 90 anni e non sono mai andato dal dottore, mi curo con una sana ed adeguata alimentazione che è prettamente vegetariana. E’ questo è il segreto per la salute. Tre quarti delle erbe che possiamo trovare nei prati e sulle colline della Liguria sono commestibili, mentre oggi invece si fa uso solo di poche decine di varietà. Esiste una varietà incredibile di piante commestibili che la maggior parte delle persone non conosce più e che una volta veniva utilizzata. Sono erbe molto utili, che non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta”. Una lunga file di persone si è formata al termine dell’incontro per ottenere una dedica al suo ultimo libro, e Libereso si è intrattenuto con i suoi ammiratori fino a sera, regalando ancora momenti di grande amicizia e saggezza, non solo sull’importanza dell’alimentazione per la nostra salute, ma anche sulla sua filosofia di vita. (foto: libereso)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Sicilia divisa in 2-3 regioni?

Posted by fidest press agency su domenica, 15 agosto 2010

Il Fronte Nazionale Siciliano –“Sicilia Indipendente” in un comunicato rende noto: “Dal recente servizio di Marina Valensise su “Il Foglio” del 10-08-2010, ricaviamo una pessima impressione (l’ennesima) di quelli che sono lo stile, il livello, l’etica, la volgarità delle barzellette (riciclate e di pessimo gusto) e le gravissime carenze morali e culturali che caratterizzano numerosi, importanti esponenti della classe politica e pseudo-dirigente, – questa volta in versione “catanese”, – dominanti in Sicilia. Tralasciamo l’incitamento al campanilismo sciovinista, esasperato, comprensivo di meschinità e di razzismo; Campanilismo Antistorico che qualifica chi lo pratica e che, per la verità, non viene condiviso né dai Catanesi né dai Palermitani. I quali, peraltro, sono l’oggetto delle strumentalizzazioni, in senso anti-siciliano, in corso. Si tratta di posizioni politiche e di manovre provenienti da lontano, che tendono a minare alla base il Sicilianismo. Quello vero, s’intende. Ci pare, invece, doveroso evidenziare il fatto che, nella foga delle dichiarazioni a ruota libera e senza alcun contraddittorio, è emersa una verità inquietante. La “trama”, cioè, – anche questa non originale, – (anche questa Anti-Siciliana, anche questa basata sull’infame principio del “Divide et impera”, anche questa al servizio dei potentati locali, strumento di poteri forti, estranei e contrastanti con gli interessi del Popolo Siciliano, della Nazione Siciliana), – di dividere l’unica vera Sicilia in due regionicchie ed anche in tre, se si prende in considerazione l’altrettanto infame “manovra” di creare la regionicchia dello stretto, scorporando la nobile Città di Messina ed il suo territorio dalla Patria siciliana. Insomma: due o tre regionicchie, due o tre piccole e malu-cumminati
“Sicilie”, non fanno l’unica, grande, vera Sicilia. Che è quella che vuole, che deve e che può risorgere, nonostante il fatto che gli sciacalli e gli avvoltoi di casa nostra remino contro. La Vera Sicilia che deve rioccupare al più presto in Europa, nel Mediterraneo e nel mondo il posto di stato libero e sovrano che le spetta, anche per riabbracciare gli altri Popoli del Mondo e per dare un contributo diretto all’amicizia, alla pace, al progresso dell’Umanità. Che ne pensano il Governo Lombardo e le maggioranze assembleari e tecniche che lo sorreggono, del tentativo di squartare laSicilia in due o tre  Regionicchie? Che ne pensano, a loro volta, i Partiti, i Partitini, i Movimenti Sedicenti Sicilianisti o Indipendentisti, o le tante Sigle “parlanti” su Internet, (quelle, però, che si muovono nell’area politica dei personaggi in questione), di questi pugnali piantati nel petto e nelle spalle della Sicilia e di queste trame diaboliche ed anti-siciliane?” (Corrado Mirto, Giuseppe Scianò rispettivamente Presidente FNS e Segretario Politico FNS)

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

La moda in Italia e in Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Un sondaggio internazionale condotto da Ciao, la shopping community numero uno in Europa, ha voluto scoprire come viene percepita la moda tra i paesi del vecchio continente. Il risultato è eloquente: per Il 50% degli intervistati sono gli italiani il popolo che ha il miglior gusto e senso per la moda. In secondo luogo ci sono i francesi, seguita da spagnoli e tedeschi. Un primato per gli inglesi: nessuno li batte nel cattivo gusto per scegliere i vestiti. Un dato curioso è quello che riguarda il valore economico che ogni popolo mette a disposizione per il proprio guardaroba. Oltre al gusto, malgrado siano bassi nella graduatoria su come vestirsi, le Germania è il paese che più spende in vestiti, gioielli e accessori di moda: il 95% dei tedeschi dichiara di spendere fino a 250 Euro al mese, mentre in tutti gli altri paesi il 70% non supera i 100 Euro. Eccezione fatta per l’olanda, dove un olandese su dieci dice di spendere in vestiti e accessori di moda più di 500 Euro al mese, collocandoli al primo posto tra i loro vicini in termini di reale valore monetario. Il sondaggio di Ciao ha rivelato pure che:  Il Presidente degli Stati Uniti e la First Lady sono considerati dei trend setter che dettano moda in Europa. Per il 50% dei tedeschi e dei francesi e del resto per un europeo su tre i primi cittadini americani come icone di stile. Secondo i dati della ricerca, la coppia della Casa Bianca ha tolto il trono ad un’altra coppia hollywoodiana da sogno: Brangelina (Brad Pitt e Angelina Jolie) che è passata al secondo posto ma continua ad essere vista come la più stylish da un europeo su quattro e da un italiano su tre. Nel ranking delle celebrities, la coppia Siena Miller e Jude Law hanno un posizione bassa e, dato sorprendente, Heidi Klum e Seal con il 14% condividono l’ultimo posto con Victoria e David Beckham.  Seguendo le orme della sexy scrittrice Carrie Bradshaw, gli europei hanno la mania delle scarpe. In tutti i paesi dove è stato realizzato il sondaggio, il 60% degli intervistati ha dichiarato che la scarpa è l’accessorio di moda più importante. Per gli altri accessori di moda, la loro importanza varia a seconda del paese: il 25% degli italiani considera le borse l’accessorio indispensabile. La stessa percentuale di svedesi pensa di essere nudo se non porta un gioiello, un tedesco su sei ritiene di vitale importanza le sciarpe e, dato divertente, un terzo degli inglesi non può fare a meno degli occhiali da sole ma si degli ombrelli.  Lo shopping online va anche per la moda: In media, più del 25% degli europei sostiene di aver acquistato via Internet circa il 25% dei vestiti e accessori di moda che possiede. Inglesi e francesi i più Internauti, dal momento in cui il 10% dei primi e i 7% dei secondi dichiara di acquistare sulla rete più del 75% del loro armadio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Campo del Gusto”

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Venezia, sabato 13 febbraio 2010, ore 12.00 Campo San Geremia presentazione formale del “Campo del Gusto”, prevista per le ore 12, da parte del vicepresidente della Giunta regionale Franco Manzato. Manzato, assieme al presidente di “Venezia Marketing&Eventi” Piero Rosa Salva e all’inviato in bianco di “Striscia la notizia” Moreno Morello, spiegherà contenuti e finalità del sostegno regionale a questa parte del più bello e affascinante Carnevale del mondo.Ci sarà un tendone-cucina, dove alcuni tra i migliori chef dell’Unione Cuochi del Veneto proporranno le loro ricette con due quotidiane lezioni di cucina regionale assolutamente imperdibili, in un esaltante connubio fra tradizione e innovazione. La giornata di sabato sarà dedicata a “La tradizione mediterranea”, alla “Rivalutazione del pesce di laguna”; alle “Ricette rivisitate con ingredienti veneziani”. Ma per chi vuole ricordare degnamente la Festa di San Valentino, domenica 14 febbraio ci sarà la possibilità di assaggiare e imparare come preparare le pietanze dell’amore e i cibi afrodisiaci, i cui ingredienti saranno incentrati sul meglio della produzione certificata DOP ed IGP del Veneto.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dieta Mediterranea

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2009

Roma 14 Dicembre 2009, ore 08.30 – 14.00 Camera dei deputati Palazzo Marini – Sala delle Conferenze Via del Pozzetto, 158 – Roma (Piazza San Silvestro). Un viaggio dentro le tradizioni del gusto e del benessere. E’ questo il senso della II Giornata del Convegno “P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione. Signora Dieta Mediterranea, più di 50 anni ma non li dimostra,…è stato organizzato dalla P.A.N. presso la Sala delle Conferenze di Palazzo Marini. I”l nostro obiettivo – affermano gli organizzatori – è quello di avviare un dialogo attorno al tema della “Dieta Mediterranea” inteso come patrimonio culturale intangibile, trasmesso di generazione in generazione e costantemente rigenerato dalle comunità e dai gruppi  in risposta ai cambiamenti ambientali e storici. Dunque, un “modus – vivendi” legato all’alimentazione e allo stile di vita, in cui il cibo assume un valore salutistico, estetico, culturale e sociale, per questo in grado di conferire un senso di identità e di continuità alle popolazioni del Mediterraneo. L’Italia è uno dei Paesi “simbolo” di questo tipo di cultura alimentare. Terra di sole e di boschi, di montagne e di mare, con la sua cucina tradizionale, millenaria, ricca di storia, sa offrire grandi sapori ma anche salute e benessere.  Una terra in cui l’eco-compatibile non è stato introdotto ma vi ha sempre dimorato e dove la vita gira intorno alla cultura locale tradizionale, fatta soprattutto di cibi e sapori, straordinaria in ogni stagione, carica di umanità, genuinità e naturalezza. Uscendo dalla logica del confine nazionale, la dieta mediterranea è un patrimonio che deriva da millenni di scambi tra popolazioni e culture e che ha rappresentato la base delle abitudini alimentari fino alla metà del ventesimo secolo in tutti i Paesi dell’area. Ora, a causa di un ampia diffusione dell’economia occidentale, della cultura urbana e tecnologica e della globalizzazione della produzione e dei consumi, sta progressivamente scomparendo. Per questo, l’Associazione Dossetti, riunendo insieme ancora una volta  in questo secondo appuntamento differenti competenze disciplinari, intende aumentare la consapevolezza e la comprensione del cittadino in merito ai benefici salutistici, sociali e culturali della Dieta Mediterranea e contribuire così a ridurre la rapida e crescente erosione dello stile di vita alimentare Mediterraneo”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma il gusto si fa doppio

Posted by fidest press agency su martedì, 20 ottobre 2009

Roma 29 ottobre dalle ore 17:00 alle ore 21:00 Grand Hotel St. Regis Di Roma  “I piacevolissimi” cioccolato, vino e distillati  A comprovare questa unione, prima nel suo genere a così alti livelli, i testimoni Perugina e le enoteche romane dell’Arte dei Vinattieri, due realtà di prestigio nazionale ed internazionale.  A chiarirci gli obiettivi dell’iniziativa è Claudio Arcioni, Presidente della storica Associazione “Arte dei Vinattieri”: “Il ruolo della distribuzione qualificata è determinante per il sostegno e la conoscenza del cioccolato di qualità e la divulgazione del corretto consumo delle bevande alcoliche inteso come piacere e non come “sballo”. Questa iniziativa sarà inoltre l’occasione per suggerire come alternative al regalo tradizionale, adatto ad ogni ricorrenza, le eleganti confezioni delle Enoteche e dei negozi specializzati”. Un’occasione imperdibile per degustare il rinomato cioccolato Perugina appositamente forgiato in deliziosi e comodi bicchierini “usa e mangia”: a disposizione per l’abbinamento, rigorosamente ai maggiori di sedici anni, rarissimi rhum, eccellenti passiti, pregevoli vini. Da assaggiare anche gli ottimi distillati con il cioccolato fondente e vini passiti con il cioccolato al latte. Tra i percorsi che vi suggeriamo: i Morbidi Piacere al Latte, offerti dall’innovativa gamma Latte Perugina, il nuovo brand per tutti gli amanti del cioccolato al latte, una varietà di morbide sensazioni che accarezzano il palato e il cuore; Collezione D’Origine 2009, vere e proprie opere d’arte pasticcera firmate dagli Esperti Cioccolatieri, profumi a sapori che evocano la magia di terre lontane. Infine i Piaceri del Fondente, una nuova occasione per assaporare Nero Perugina, il piacere del puro cioccolato fondente che soddisfa appieno l’esperienza del gusto e il desiderio di sentire l’intensità del sapore.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festa di Famiglia

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2009

camilleri lRoma 28 settembre ore 12.00 Teatro India (Lungotevere Gassman 1, Roma) conferenza stampa di presentazione dello spettacolo che debutterà in prima nazionale assoluta il 5 ottobre 2009 al Teatro India.  Testo e regia  Mandracchia, Reale, Toffolatti, Torres, collaborazione alla drammaturgia Andrea Camilleri  da Luigi Pirandello  per un progetto di Mitipretese Produzione Teatro di Roma, Mercadante Teatro Stabile di Napoli, Artisti Riuniti. Saranno presenti: Andrea Camilleri e l’intero cast dello spettacolo. Camilleri e Pirandello? Due autori che hanno in comune non solo la loro sicilianità ma il gusto teatrale del racconto ad effetto, dalla voglia di appassionare il pubblico con un pizzico di ironia e di gusto della parola. (camilleri)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tornano i picnic nei parchi della Capitale

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 settembre 2009

villa torloniaSi riparte il 20 settembre, alle ore 11, da Villa Torlonia con Le Domeniche dei Picnic: esibizioni, spettacoli, mostre, prove di abilità, giochi, sport, letture e laboratori didattici per l’educazione ambientale. Tante e differenti attività per imparare divertendosi. Tutto all’aria aperta, in famiglia, con gli amici, per riscoprire il gusto di vivere la natura e mangiare sull’erba proprio come si faceva, con grande eleganza, agli inizi del Novecento. il 27 settembre sarà  la volta di Villa Gordiani e il 4 ottobre del Parco della Caffarella per questa seconda edizione de Le Domeniche dei Picnic, tour dei parchi storici di Roma – per uno sviluppo responsabile ed ecosostenibile. Una manifestazione promossa dell’Assessorato alle Politiche Ambientali e del Verde Urbano del Comune di Roma, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Educative  Scolastiche della Famiglia e della Gioventù, per sensibilizzare sui temi che riguardano la tutela e il rispetto dell’ambiente e per recuperare la tradizione della visita domenicale ai parchi delle ville storiche di Roma. L’ingresso è gratuito e il programma ricchissimo. Si comincia con una parata di pupazzi animali giganti per proseguire con giochi, spettacoli e letture. Esibizioni freestyler calcio e frisbee con il coinvolgimento del pubblico, tornei e giochi di squadre, arrampicate e percorsi sugli alberi. Da non perdere: il concorso per il miglior cestino da picnic con premiazione dei vincitori nel primo pomeriggio.  La Fondazione  Bioparco di Roma organizzerà il laboratorio interattivo La biodiversità è vita, con attività di “A tu per tu” con animali insoliti, che spesso generano paura o ribrezzo, come il pitone reale, gli insetti stecco e le blatte del Madagascar, mentre la compagnia teatrale dell’Aquila http://www.ildraghetto.it metterà in scena una spettacolo invitando a una donazione spontanea per ricostruire il teatro de l’Aquila.(villa torlonia)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

il Re dei Prosciutti

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Parma, 29 agosto – 20 settembre dodicesima edizione del Festival del Prosciutto di Parma.  I cinquanta migliori ristoranti della città e della provincia interpretano il Prosciutto di Parma con la fantasia e la creatività che caratterizzano il genio emiliano. La formula è molto semplice. Il Consorzio ha offerto ai ristoranti i migliori Prosciutti di Parma, quelli stagionati con cura e pazienza tra le dolci colline parmensi e ha lanciato una sfida agli chef del ducato: quella di esaltare il Re dei Prosciutti, mettendone in evidenza il gusto e la versatilità. Il Prosciutto di Parma è un capolavoro difficile da “trattare”. Per cucinarlo bisogna saperlo fare, per non perdere la sua delicatezza e trama, per non rendere i piatti volgarmente salati. Nei quattro week-end del Festival, i clienti dei ristoranti aderenti alla promozione avranno la possibilità di sperimentare le acrobazie degli chef e anche di ricevere un gradito omaggio: un assaggio di Prosciutto di Parma nudo e crudo all’inizio del pasto, quasi a lasciare intendere che un prodotto genuino, naturale, perfetto come il Parma in realtà non ha bisogno di nulla per esaltare sé stesso, se non di una fetta di pane… L’iniziativa – in collaborazione con Ascom e Confesercenti di Parma – fa parte del ricco programma del Festival del Prosciutto di Parma. Diversi gli appuntamenti all’insegna della gastronomia, dello spettacolo e della cultura come laboratori del gusto, mostre di pittura, concerti (attesi a Langhirano Francesco De Gregori e  Davide Van De Froos) che si terranno presso i 12 comuni delle colline parmensi appartenenti alla zona tipica di produzione del prosciutto. Per capire il rapporto speciale tra Parma e il suo Prosciutto i visitatori avranno l’opportunità di visitare il Museo del Prosciutto, realizzato all’interno dello storico edificio dell’ex Foro Boario. La visita al Museo (www.museidelcibo.it) propone un percorso espositivo e multimediale che permette di ricostruire la storia dei pregiati prodotti dell’arte salumaria parmense. E si completa con la possibiltà di assaggi, degustazioni e acquisto di prodotti tipici del territorio.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Sicilia che Omero avrebbe voluto vedere

Posted by fidest press agency su domenica, 12 aprile 2009

Uno straordinario itinerario attraverso i miti isolani della tavola e del bicchiere (ma non solo), ideato per chi trova irresistibile il richiamo del gusto, dello spirito, della cultura. Creato da un’Associazione di 15 magnifici ristoranti.  La Sicilia decifrata secondo una chiave di lettura nuova, dinamica. Un itinerario virtuoso creato per i novelli “ulissidi” dell’enogastonomia legata al territorio. Si chiama “Le Soste di Ulisse”, infatti, l’associazione di 15 magnifici ristoratori decisi ad imprimere una svolta epocale agli itinerari del gusto siciliano, sposandolo con le suggestioni naturali e artistiche e a dare un volto nuovo alla tipologia turistica, sensibile, proprio  come l’eroe omerico, al richiamo del nuovo, del bello e del buono. Anzi, del meglio. L’itinerario edonistico-culturale tocca i ristoranti di ben sette province siciliane (Palermo, Messina, Catania, Siracusa, Ragusa, Enna, Agrigento), alcuni dei quali maestri anche nell’arte dell’accoglienza alberghiera: un potente stimolo per intraprendere una sorta di viaggio iniziatico attraverso le straordinarie offerte delle “Soste di Ulisse” e diventare turisti dell’eccellenza.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »