Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘hays’

Settima edizione dell’Hays Global Skills Index

Posted by fidest press agency su sabato, 29 settembre 2018

Nonostante la crescita economica globale stia vivendo un momento di slancio, la produttività lavorativa e le retribuzioni non registrano un corrispondente miglioramento. È ciò che emerge dalla settima edizione dell’Hays Global Skills Index, il report annuale pubblicato da Hays in collaborazione con Oxford Economics. L’analisi, dal titolo “Investing in the Skills of Tomorrow; Avoiding a Spiralling Skills Crisis”, prende in esame i mercati del lavoro di 33 economie* a livello mondiale (inclusa l’Italia) e misura la capacità delle aziende di avere accesso a lavoratori qualificati, al fine di dare una visione dei principali trend occupazionali. Ecco, di seguito, i principali risultati emersi dall’Hays Global Skills Index 2018:La discrepanza tra le competenze in possesso dei professionisti e quelle richieste dai datori di lavoro ha portato a un aumento della pressione sul mercato del lavoro. Questa tendenza, riscontrabile in circa metà dei mercati analizzati (16 su 33), viene evidenziata da un numero crescente di posti di lavoro vacanti e da un più alto tasso di disoccupazione a lungo termine. Gli aumenti più consistenti sono stati registrati in Europa, in particolare in Austria, Francia e Belgio.Molti Paesi in Europa, Medio Oriente e America si trovano in una situazione di stallo in cui la bassa crescita della produttività ha portato a una riduzione degli investimenti in forza lavoro e capitale, indebolendo ulteriormente i livelli di produttività generale. Dato ancor più preoccupante, questa impasse può essere parte di una tendenza a lungo termine generata dal risultato di forze macroeconomiche come l’invecchiamento della popolazione, o da una recessione nel commercio globale o, ancora, da una riduzione degli investimenti in istruzione e formazione.Infine, persiste il divario retributivo di genere in tutti i mercati analizzati. Le donne continuano ad affacciarsi meno degli uomini al mercato del lavoro e, quando lo fanno, hanno meno probabilità di trovare un’occupazione qualificata.
L’ambiente lavorativo in rapida evoluzione, rende sempre più difficile per i professionisti sviluppare le competenze necessarie per ricoprire i ruoli richiesti oggi. Per colmare queste lacune, è necessario dare la priorità ai programmi di istruzione e alla formazione sul posto di lavoro. Inoltre, bassi tassi d’interesse e un’economia globale stabile sono fondamentali per favorire gli investimenti in tecnologia e infrastrutture al fine di aumentare la produttività. Infine, va promossa la diversità in tutte le sue forme.
“Il report di quest’anno evidenzia, come era già successo in passato, un crescente squilibrio tra domanda e offerta di competenze. Oggi i datori di lavoro faticano a trovare professionisti con le giuste skill per ricoprire determinate posizioni e questa tendenza è destinata a crescere di pari passo con il progresso tecnologico, soprattutto per quanto riguarda campi come l’intelligenza Artificiale e il Machine Learning – ha commentato Alistair Cox, CEO di Hays -. Inoltre, dal report sono emersi segnali preoccupanti in merito alla crescita della produttività globale e all’aumento delle retribuzioni. La produttività lavorativa ha subito una battuta d’arresto a causa della mancanza di investimenti da parte delle imprese in nuove tecnologie e infrastrutture a seguito della crisi finanziaria”. “Siamo a un punto cruciale – conclude Cox – ed è necessario mettersi in moto per risolvere questi problemi nel breve termine, evitando che la crisi delle competenze diventi incontrollabile, costringendo il mercato del lavoro ad una ricerca sempre più last minute dei professionisti maggiormente qualificati a livello globale”.
L’Hays Global Skills Index 2018 è consultabile all’indirizzo: http://www.hays-index.com/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Hays festeggia quest’anno il suo 50° anniversario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 gennaio 2018

Alistair CoxNata nel 1968 in un piccolo ufficio a Londra con una manciata di dipendenti, l’azienda opera oggi in 250 uffici distribuiti in 33 Paesi, contando su un organico di oltre 10.000 dipendenti. Hays fa parte inoltre dell’indice FTSE 250 della Borsa di Londra. “Questo è un traguardo di cui andiamo molto orgogliosi, che ci fa riflettere sulla nostra storia e su quanto siamo cresciuti in questi anni – ha commentato Alistair Cox, CEO di Hays -. Dal nostro esordio come piccola azienda basata nel Regno Unito sino a essere oggi i leader del recruitment specializzato, abbiamo compiuto un viaggio straordinario, a testimonianza del grande lavoro svolto da migliaia di persone in questi anni. Questo anniversario ci offre inoltre la possibilità di guardare al futuro, utilizzando l’esperienza maturata per sfruttare al meglio le opportunità che ci attendono”.In media Hays conduce 45.000 colloqui vis a vis ogni mese e ogni giorno individua i candidati più adatti per 1.000 offerte di lavoro in tutto il mondo. Per garantire questi risultati, l’azienda ha investito molto sulla propria forza lavoro e ha adottato nuove tecnologie e piattaforme digitali, stringendo partnership con Google, SEEK, Xing e LinkedIn (dove può vantare oltre 2 milioni di follower). Hays, inoltre, è il recruitment partner ufficiale del Manchester City FC e del Manchester City’ Women’s FC.“Avere così tanti dipendenti di lunga data è importantissimo per la nostra società – conclude Cox -. Il cuore di ogni azienda sono le persone e i nostri dipendenti hanno giocato un ruolo fondamentale nel successo che Hays ha ottenuto in questi 50 anni. Per questo non vediamo l’ora di festeggiare insieme a loro, ai nostri clienti e ai nostri candidati questo importante traguardo”. (foto: Alistair Cox)

Posted in Recensioni/Reviews, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »