Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘huawei’

Huawei: Inserimento nella black list del Dipartimento del Commercio statunitense

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 agosto 2019

“L’inserimento di Huawei Italia e del suo laboratorio di ricerca milanese nella black list del Dipartimento del Commercio statunitense, così come descritto da formiche.net, è un chiaro segnale che l’Italia deve valutare attentamente per la propria sicurezza. FdI, prima fra le forze politiche, denunciò la reticenza di Huawei Italia: durante l’audizione dei vertici aziendali in commissione Trasporti, chiedemmo di specificare gli ambiti d’applicazione della legge cinese sull’intelligence, che impone alle compagnie cinesi di condividere le informazioni con le autorità militari e politici. Abbiamo ricevuto risposte elusive e omissive, sia su questo dossier che sulle richieste di chiarezza sulla catena di comando fra Huawei e il suo ramo italiano.
 Ci chiediamo chi custodisca i dati, dato che Huawei Italia ha dichiarato di non occuparsene. 
Invitiamo l’azienda a spiegare questi aspetti, garantendo i consumatori e i cittadini nei loro diritti. Troviamo, a fronte della mancata conversione in legge del dl sul golden power, urgente e necessario un rafforzamento della legislazione in merito per garantire la nostra sicurezza nazionale.” È quanto dichiara il deputato capogruppo di FDI in commissione Cultura, componente della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, componente dell’Intergruppo Innovazione e responsabile Innovazione del partito, Federico Mollicone.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Governo riferisca in Parlamento su minaccia Huawei”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 Mag 2019

“Il governo statunitense ha inserito il colosso cinese Huawei nella black list delle società potenzialmente a rischio per la sicurezza nazionale, bloccando le forniture commerciali.Le Casa Bianca ha seri timori che le infrastrutture realizzate dai cinesi possano esporre i paesi alleati e le basi statunitensi all’estero ad azioni di spionaggio mirato, timore espresso anche durante le visite ufficiali di Donald Trump e Mike Pompeo agli omologhi europei. Il mancato riconoscimento della minaccia di Huawei sulle infrastrutture di telecomunicazioni porterebbe inevitabilmente a una diminuzione della collaborazione in ambito di intelligence e difesa e a uno stress dei rapporti con l’alleato americano.Il premier Giuseppe Conte riferisca urgentemente in Parlamento in merito alla eventuale minaccia rappresentata da Huawei e dalla penetrazione tecnologica cinese in Italia.”E’ quanto dichiara Federico Mollicone, deputato FDI capogruppo in commissione Cultura e componente dell’Intergruppo Innovazione.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Huawei insieme a UnionPay International per il lancio globale di Huawei Pay

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 febbraio 2018

Huawei PayShenzhen. Huawei ha firmato un accordo di collaborazione con UnionPay International per promuovere Huawei Pay e accelerarne l’introduzione a livello globale, offrendo una migliore esperienza di pagamento da mobile a tutti gli utenti Huawei. L’accordo rappresenta il primo sforzo congiunto di Huawei e UnionPay per portare Huawei Pay sul mercato mondiale da quando le due aziende hanno iniziato a collaborare alla sua creazione.
In futuro, gli utenti Huawei e Honor al di fuori della Cina potranno effettuare pagamenti da mobile in modo rapido e facile aggiungendo le loro coordinate bancarie UnionPay a un telefono abilitato Huawei Pay, il tutto semplicemente avvicinando il proprio dispositivo a un terminale POS che supporti il pagamento rapido mobile UnionPay. In termini di sicurezza, Huawei Pay utilizza la all-device solution che garantisce la sicurezza dei pagamenti degli utenti mentre attraverso una tecnologia che traccia i dati sensibili vengono protette efficacemente la privacy e la sicurezza dei dati dei titolari delle carte.Huawei Pay è già supportato da 66 istituti bancari ed è compatibile con 20 modelli di dispositivi mobili tra cui smartphone e smartwatch. Solo nel 2017 sono stati effettuati pagamenti con Huawei Pay per un valore di 4 miliardi di Yuan.Già oggi sempre più persone utilizzano servizi di pagamento da mobile come Huawei Pay e con la crescente diffusione di dispositivi mobili Huawei e Honor in tutto il mondo e l’espansione di Huawei Pay sui mercati internazionali aumenterà anche il numero di transazioni annuali effettuate attraverso Huawei Pay.Durante la cerimonia di firma, Zhang Ping’an, Presidente Huawei Consumer Cloud Services, ha dichiarato: “Gli ecosistemi aperti sono fondamentali per il futuro dell’economia digitale e per questo motivo i servizi Cloud di Huawei fanno parte di un ecosistema mobile intelligente e aperto, facile da accedere per gli utenti finali. Speriamo in futuro di poter collaborare con altri partner come UnionPay International per offrire servizi di pagamento da mobile sempre comodi e soprattutto sicuri agli utenti Huawei di tutto il mondo”.
Wang Lixin, Vice Presidente UnionPay International, ha ribadito che l’azienda ha sempre accolto con favore la cooperazione con tutti gli attori protagonisti del settore, anche in virtù dei mutui benefici che ne derivano. Questa partnership genera diversi vantaggi: innanzitutto la dimensione globale permetterà agli emittenti di carte di connettersi semplicemente alla piattaforma di servizi di pagamento da mobile UnionPay per avviare Huawei “Pay-as-you-go”, riducendo significativamente tempi e costi. Inoltre gli innovativi prodotti UnionPay rappresenteranno un continuo incentivo per entrambe le parti al fine di accelerare la localizzazione dei servizi, incoraggiando al tempo stesso altri mercati a sviluppare e innovare i propri servizi di pagamento da mobile. In ultimo, crescerà l’influenza internazionale delle app di pagamento da mobile sviluppate in maniera indipendente in Cina.La Russia sarà il primo mercato al di fuori della Cina a lanciare questo servizio. Attualmente le carte bancarie UnionPay sono accettate nell’85% del territorio russo, con oltre 400.000 terminali POS che supportano il pagamento rapido UnionPay. Più di 10 banche russe hanno emesso circa 1,3 milioni di carte UnionPay. Dopo la Russia, Huawei e UnionPay prevedono di introdurre i servizi Huawei Pay anche in altri mercati dell’Europa orientale.Finora i servizi consumer di Huawei hanno incontrato il favore degli utenti in tutto il mondo e nel 2017 il numero di account registrati ha superato i 340 milioni.
Parallelamente alla diffusione dei prodotti Huawei per gli utenti finali, servizi cloud quali Huawei Pay, MyCloud, AppGallery, Video e Music si sono gradualmente sviluppati e diffusi sempre più a livello globale, portando le più avanzate tecnologie e i loro innumerevoli vantaggi ai consumatori di tutto il mondo. (foto: Huawei Pay)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La sfida di Huawei a Samsung ed Apple

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

appleNel mercato degli smartphone, Huawei è il brand che registra la maggiore crescita in termini di utenti (+413% in due anni) e lancia la sfida ai leader di mercato Samsung (al 37,5% della smartphone audience italiana) e Apple (18,7%). Tra i fattori critici di successo per i brand, la capacità di dotare gli utenti di dispositivi performanti che permettano di svolgere attività social e multimediali, in crescita costante rispetto all’anno scorso.Questa la fotografia scattata da Mobilens di comScore, in occasione di IFA, in merito all’acquisto di dispositivi mobili di nuova generazione relativa al mese di giugno 2017.
In Italia, a giugno 2017 il 74,4% dei possessori di telefoni cellulari possiede uno smartphone, dato questo che ha registrato una crescita progressiva se si osserva il medesimo nello stesso mese del 2015 (60%) e dello scorso anno (70%).Considerando la sola smartphone audience italiana, composta da 34 milioni di utenti, Android mantiene la leadership con il 73,5% (era al 69,7% nello stesso mese del 2016), seguito da Apple/iOS con una quota di mercato pari al 18,7% (nel 2016 al 17,9%).Il calo di Microsoft al 6,9% (era al 10,5% un anno fa) e la lenta scomparsa di altri sistemi operativi (tra cui BlackBerry), complessivamente intorno all’1%, bene illustrano la posizione di forza dei due leader del mercato, in particolare Android, che può anche beneficiare di una crescente fidelizzazione: degli utenti Android che intendono cambiare dispositivo solo l’11% ha dichiarato di voler passare a piattaforma iOS (erano 13,5% a giugno 2016), a fronte del 19.6% di utenti iOS pronti a fare il percorso inverso (contro il 15,3% di un anno fa).Dall’altro lato, la stessa Android si prepara ad accogliere gli utenti con dispositivi di vecchia generazione prossimi ad un upgrade, che nel 75% dei casi sceglierebbero proprio il sistema operativo di casa Google.Quote di mercato dei brand: Samsung ancora leader, Apple stabile e Huawei in crescita a tripla cifraPrendendo in considerazione la ripartizione delle quote di mercato dei singoli brand sulla smartphone audience italiana, Samsung detiene ancora il primato con il 37,5% (ma in calo rispetto al 41,9% di giugno 2016), seguito da Apple (18,7%), e Huawei con il 16,3% che raddoppia il numero di utenti dell’anno scorso, e registra un +413% su scala biennale. Seguono Nokia (che perde 3,6 punti percentuali in un anno), LG, Wiko e Asus, che raggiungono complessivamente il 14,5% della quota di mercato.Smartphone acquistati negli ultimi 30 giorni: Android il sistema operativo più scelto, Samsung e Huawei i brand più acquistati
A giugno 2017 risultano 1,7 milioni gli utenti che dichiarano di aver acquistato un nuovo smartphone negli ultimi 30 giorni. Tra questi il 79% sceglie un dispositivo con sistema operativo Android, mentre il 18,6% sceglie un dispositivo Apple/iOS, con Microsoft ferma al 2,2%.I brand più acquistati sono ancora Samsung (32,1%), Huawei (20,7%) e Apple (18,6%).Top ten dei modelli acquistati negli ultimi 30 giorni: Samsung Galaxy S8 il più acquistato, Huawei con 5 modelli tra i primi dieci.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giada Curti alla Huawei Arab Fashion Week di Dubai

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 ottobre 2016

giada

07/09/2016 Pontecorvo (Fr), Giada Curti, stilista di abiti e abiti da sposa nel suo atelier

lawrence-alma-tademaDubai. Dal 6 al 10 ottobre si terrà la terza edizione della Huawei Arab Fashion Week, che vedrà sfilare brand internazionali con le anteprime della primavera-estate 2017. Protagonista per l’Italia sarà Giada Curti, che il 10 ottobre alle ore 19.00 presenterà in esclusiva a Dubai la sua nuova collezione Haute Couture “Giardino Segreto”.Una nuova, sontuosa e impalpabile couture quella che Giada Curti si accinge a rivelare su una delle passerelle più importanti della moda mondiale, antichità sontuose come filo conduttore di una linea che si ispira ad echi lontani, reinterpretati sulla suggestione di un simbolismo estetizzante di fine secolo.La collezione di Giada Curti, suggerita dall’ecletticità dell’artista Lawrence Alma Tadema, è pensata nella sua totalità in onore della bellezza femminile, con una visione quasi onirica che ben si bozzettomescola con elementi archeologici, tesa ad onorare il corpo della donna.
Fondamentale e curata la ricerca e la descrizione del particolare. Scenografie lucenti fanno da sfondo agli abiti in un palcoscenico scintillante nel quale prendono vita le preziose regine moderne.Combinazione come parola d’ordine negli equilibri dei capi, che vedono tra le proposte giacche sovrapposte a lunghi abiti ampi ed impalpabili. Mix sapiente di materiali e tessuti: mikado di seta, voile stampati con motivi floreali, pailettes sfumate e luminose.
« Su invito di Jacob Abrian, amministratore delegato della Huawei Arab Fashion Week, dichiara Giada Curti, sarò presente a Dubai per il terzo anno consecutivo, una vetrina esclusiva, quinto hub internazionale della moda con New York, Londra, Milano e Parigi. Un’occasione unica per incontrare buyes internazionali e relazionarmi con un mercato la cui proiezione di spesa per l’acquisto di prodotti di lusso è in costante aumento. Ma anche uno stimolo a livello personale di forte crescita, che mi permetterà di confrontarmi con realtà artigianali e industriali di altissimo profilo, con le quali collaboro da ben dieci anni.”Per la “Sposa”, creazioni sartoriali che fanno eco a nobili intenti seduttivi, inebriate di raggiante leggerezza ed eterea femminilità, in un duplice gioco di sfumature.Preziose shoes ideate da Valentina Gallo, per la Collezione “Giardino Segreto”, interamente realizzate in Italia con materiali pregiati e ricercati. (foto: giada, Lawrence Alma Tadema, bozzetto)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alliance between EXIN and Huawei to promote e-Competences Framework

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 luglio 2015

EXIN and HuaweiUtrecht. EXIN and Huawei Technologies Co., Ltd are joining forces for the development of ICT professionals based on the e-Competence Framework (e-CF). This partnership, signed in Beijing, is a breakthrough for Huawei, a leading global ICT solutions provider, and EXIN, a leading international certification institute in the ICT domain, opening up a new route for the development of ICT competences.Being the first Chinese enterprise to sign, Huawei will become one of EXIN’s launching partners for the e-Competence Solutions, based on the e-CF. Huawei will align their training content with the e-CF competences. Furthermore, Huawei plans to offer their clients worldwide the EXIN assessments, based on the e-CF, providing companies with an overview of the competences and proficiency levels of their IT staff.
After signing the agreement, Robert Jan Willemsen, Chief Commercial Officer of EXIN, explained: “An e-CF qualification is not just focused on testing knowledge; it plays a vital role in the development of talents and organizations within the ICT industry. All parties will benefit from the use of the e-CF and set higher standards for its development in turn.”He continues: “EXIN is very pleased with this new partnership. Huawei is a large international company and China is an important market for EXIN. The e-CF assessment is a new and upcoming product and I am certain that with Huawei as launching partner it will become successful in China.”Tu Wenjie, Vice President Global Training and Certification Department Huawei, said that: “EXIN and Huawei signing the agreement is a win-win situation; our cooperation combines the EXIN e-CF qualifications with Huawei certification. We believe it will open up a new route for the ICT competence cultivation in the industry.”
EXIN is the global independent certification institute for professionals in the ICT domain. With more than 30 years of experience in certifying the competences of over 2 million ICT professionals, EXIN is the leading and trusted authority in the ICT market. With over 1000 accredited partners EXIN facilitates exams and e-competence assessments in more than 165 countries and 20 languages.
Huawei is a leading global information and communications technology (ICT) solutions provider. Our aim is to enrich life and improve efficiency through a better connected world, acting as a responsible corporate citizen, innovative enabler for the information society, and collaborative contributor to the industry. Driven by customer-centric innovation and open partnerships, Huawei has established an end-to-end ICT solutions portfolio that gives customers competitive advantages in telecom and enterprise networks, devices and cloud computing. Huawei’s 170,000 employees worldwide are committed to creating maximum value for telecom operators, enterprises and consumers. Our innovative ICT solutions, products and services are used in more than 170 countries and re (Photo: EXIN and Huawei)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »