Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘ict’

Piano Triennale ICT di Roma Capitale

Posted by fidest press agency su domenica, 16 dicembre 2018

Roma La Giunta capitolina ha approvato la delibera per l’adozione del Piano Triennale ICT di Roma Capitale, il documento unico di pianificazione della strategia di digitalizzazione in cui sono illustrati gli interventi del triennio 2018-2020 per una Pubblica Amministrazione sempre più efficiente e centrata sul cittadino.Tra gli obiettivi da conseguire entro il 2020, la realizzazione della Casa digitale del cittadino, il subentro nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), l’integrazione degli sportelli unici tematici per le imprese, la valorizzazione del patrimonio informativo dell’ente (censimento degli archivi amministrativi delle strutture di linea, diffusione dei dati all’interno del sito open data e del geoportale di Roma Capitale), la semplificazione interna per superare la burocrazia.Il Piano, basato sull’Agenda Digitale di Roma Capitale, struttura tutti i progetti di digitalizzazione secondo il modello strategico di evoluzione dei sistemi per la PA definito dall’Agenzia per l’Italia Digitale.Numerosi gli interventi per i cittadini volti a fornire modalità di interazione multicanale con l’amministrazione e a migliorare la qualità dei servizi digitali offerti. Tra questi, il consolidamento del Portale Istituzionale di Roma Capitale, l’integrazione del sistema unico di segnalazione con le analoghe piattaforme delle società partecipate e l’evoluzione delle sue funzionalità, la realizzazione di un sistema CRM per la gestione delle relazioni dell’amministrazione con i cittadini.Inoltre, sul fronte delle infrastrutture fisiche, si prevede l’evoluzione del Data Center di Roma Capitale in ottica di Polo Strategico Nazionale, nella prospettiva di investire e di fornire servizi ad altre amministrazioni, anche federandosi con altri Enti.Rispetto alle infrastrutture immateriali a livello di progetti nazionali, si prevede l’estensione di PagoPa a tutti i servizi di pagamento; a livello di piattaforme trasversali capitoline, gli interventi riguarderanno attività di rinnovamento profondo dei sistemi di gestione delle risorse (ERP) e del sistema di Gestione Elettronica Documentale (GED), oltre che di estensione delle nuove piattaforme appena rilasciate come la Nuova Infrastruttura Cartografica (NIC).”Con l’adozione del Piano Triennale ICT, in pieno accordo con le strategie nazionali indicate da AgID, Roma Capitale aggiunge un nuovo fondamentale tassello per un governo innovativo ed efficace della trasformazione digitale dell’amministrazione, rafforzando l’approccio trasversale tra le strutture, fornendo un quadro organico dei principali progetti e degli obiettivi da raggiungere e inserendo la pianificazione triennale ICT come parte integrante del processo di pianificazione dell’amministrazione” – commenta l’assessora a Roma Semplice Flavia Marzano.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Servizio Sanitario Nazionale e l’investimento in ICT

Posted by fidest press agency su domenica, 4 giugno 2017

camera deputati2Roma, 5 giugno 2017 – ore 9.00 Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati via di Campo Marzio 78 convegno “Il Servizio Sanitario Nazionale e l’investimento in ICT – Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. L’esperienza di Senior Italia FederAnziani”. La crisi economica che il Paese sta vivendo e la conseguente riduzione delle risorse finanziarie necessarie per garantire il diritto alla salute a tutti i cittadini, diritto sancito dalla Costituzione, inducono a considerare l’investimento in innovazione tecnologica una delle possibili soluzioni per risolvere l’impasse.
Gli “over 65” assorbono circa il 68% delle spese del Servizio Sanitario per la gestione delle cronicità: il costo sanitario medio di un anziano cronico è pari a 4 volte quello pro-capite medio. Senior Italia FederAziani ha attivato un progetto pilota per la realizzazione di una piattaforma informatica che possa mettere in rete Centri Anziani, Policlinici Universitari e Medici di Medicina Generale semplificando l’accesso alla prevenzione e riducendo considerevolmente i costi per l’assistenza primaria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Servizio Sanitario Nazionale e l’investimento in ICT

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 giugno 2017

montecitorio

Roma 5 giugno 2017 – ore 9.00 Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati via di Campo Marzio 78 convegno “Il Servizio Sanitario Nazionale e l’investimento in ICT – Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. L’esperienza di Senior Italia FederAnziani”, che si svolgerà il prossimo 5 giugno a Roma presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati. La crisi economica che il Paese sta vivendo e la conseguente riduzione delle risorse finanziarie necessarie per garantire il diritto alla salute a tutti i cittadini, diritto sancito dalla Costituzione, inducono a considerare l’investimento in innovazione tecnologica una delle possibili soluzioni per risolvere l’impasse. Gli “over 65” assorbono circa il 68% delle spese del Servizio Sanitario per la gestione delle cronicità: il costo sanitario medio di un anziano cronico è pari a 4 volte quello pro-capite medio. Senior Italia FederAziani ha attivato un progetto pilota per la realizzazione di una piattaforma informatica che possa mettere in rete Centri Anziani, Policlinici Universitari e Medici di Medicina Generale semplificando l’accesso alla prevenzione e riducendo considerevolmente i costi per l’assistenza primaria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Servizio Sanitario Nazionale e l’investimento in ICT

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 Maggio 2017

camera deputati2Roma, 5 giugno 2017 – ore 9.00 Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati via di Campo Marzio 74 convegno “Il Servizio Sanitario Nazionale e l’investimento in ICT – Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. L’esperienza di Senior Italia FederAnziani”.
La crisi economica che il Paese sta vivendo e la conseguente riduzione delle risorse finanziarie necessarie per garantire il diritto alla salute a tutti i cittadini, diritto sancito dalla Costituzione, inducono a considerare l’investimento in innovazione tecnologica una delle possibili soluzioni per risolvere l’impasse.
Gli “over 65” assorbono circa il 68% delle spese del Servizio Sanitario per la gestione delle cronicità: il costo sanitario medio di un anziano cronico è pari a 4 volte quello pro-capite medio.
Senior Italia FederAziani ha attivato un progetto pilota per la realizzazione di una piattaforma informatica che possa mettere in rete Centri Anziani, Policlinici Universitari e Medici di Medicina Generale semplificando l’accesso alla prevenzione e riducendo considerevolmente i costi per l’assistenza primaria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

FORUM PA 2016: una nuova Business Unit Public Sector & Utilities per favorire il dialogo tra centro e periferia

Posted by fidest press agency su martedì, 24 Maggio 2016

palazzo congressi eurRoma dal 24 al 26 maggio palazzo dei Congressi Dedagroup sarà tra i protagonisti di FORUM PA 2016, l’evento dedicato all’innovazione nella Pubblica Amministrazione. L’edizione di quest’anno rappresenta l’occasione per il debutto della nuova Business Unit Public Sector & Utilities del player ICT made in Italy.
La nuova divisione, alla cui direzione è stato recentemente nominato Fabio Meloni, è una delle 5 nuove business unit con cui l’azienda da “ICT Network” si trasforma in “One Brand”. Il riposizionamento si inquadra nella strategia volta a supportare in maniera ancora più efficace la PA centrale e locale e la loro collaborazione reciproca, vera chiave per realizzare quel cambiamento capace di rendere i servizi pubblici il fattore abilitante dello sviluppo del Sistema Paese.Un tema, quello dell’innovazione del sistema Paese, che sarà oggetto dell’intervento di Luigi Zanella, Direttore Consulting e Business Development di Dedagroup Public Sector & Utilities.
Per realizzare il cambiamento è necessario far dialogare costantemente le PA a tutti i livelli. Affinché il centro e la periferia si completino e si valorizzino a vicenda occorre usare territorio e dati come chiave per il ridisegno dei servizi intorno alle reali esigenze dei cittadini e delle imprese, per dare vita a policy più efficaci e tenere sotto controllo i risultati, minimizzando sprechi e inefficienze.
Tina Belluscio, Consulting Manager Dedagroup Public Sector & Utilities, concentrerà la propria attenzione su alcuni tra gli argomenti che dominano l’attualità in tema dell’innovazione nella PA: l’identità digitale e le applicazioni ad essa correlate, Italia Login e i nuovi servizi abilitati da SPID. Una serie di innovazioni che promettono di rendere più immediato e trasparente il rapporto tra PA e cittadinanza, oltre che di rendere il cittadino attore principale attorno a cui si sviluppa la riorganizzazione digitale della Pubblica Amministrazione.Un approccio nuovo quindi, che vede la necessità di piattaforme in grado di raccogliere e utilizzare i dati per il disegno di policy e di processi più efficaci, facendo al tempo stesso da cerniera tra centro e periferia: una sfida che la PA può vincere a patto che vengano messe in campo azioni concrete per favorire la diffusione di una nuova cultura digitale di tutti gli attori coinvolti. Si inseriscono già in questa linea alcuni esempi virtuosi di Progettualità di sistema, come il lavoro svolto assieme alla Regione Emilia-Romagna per la diffusione dell’Amministrazione Digitale, che ha visto coinvolti ben 155 Enti pari a circa il 45% degli abitanti della Regione.In questo contesto di lavoro, Dedagroup ha svolto un ruolo di partner dell’amministrazione regionale supportandola nella definizione della strategia di policy sull’IT, nell’implementazione delle soluzioni e degli applicativi dedicati agli EELL e nello sviluppo del capitale umano digitale inteso come competenze e network finalizzati alla crescita del sistema.
Dedagroup, integrando competenze, esperienze e soluzioni come Civilia Next – la prima piattaforma per la PA digitale – e il portale web ANPR Next – realizzato in collaborazione con Anusca per rendere le banche dati dei comuni compatibili con le strutture e le logiche di ANPR – offre alle PA un’unica proposizione di valore in grado di realizzare concretamente il cambiamento.
Dedagroup sarà presente all’interno degli spazi Microsoft, stand 10D.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ICT e industria del futuro: Frost & Sullivan esamina i fattori chiave per la crescita

Posted by fidest press agency su sabato, 7 novembre 2015

Borsa Merci Telematica ItalianaGli investimenti nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) supereranno la crescita media del prodotto interno lordo europeo nei prossimi anni. Rispetto alla previsione nominale dell’OCSE del 2,2% per il PIL nel periodo 2014-2016, si prevede che la spesa ICT totale nei diversi settori in Europa aumenterà con un tasso di crescita medio annuale molto più rapido, del 3,3% tra il 2014 e il 2019. Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “ICT Opportunities Across European Vertical Markets”, rileva che i primi cinque settori che offrono opportunità strategiche e tattiche per gli operatori del mercato ICT sono energia e utilities, sanità, ICT, trasporti e industria manifatturiera, che guidano la spinta alla digitalizzazione per la creazione di una società connessa. Il settore dell’energia e delle utilities è interessato a utilizzare l’ICT per affiancare i propri investimenti nelle reti intelligenti in progetti come gli aggiornamenti delle sottostazioni elettriche. Il settore riconosce che le tendenze tecnologiche sempre più mature come connettività, convergenza IT/tecnologie operative, cloud e analisi dei big data sono fattori chiave per raggiungere importanti risultati operativi. Per esempio, il concetto di Internet delle cose ha dato origine a soluzioni software e cloud che consentono alle utilities di connettere i sensori e, pertanto, ottenere visibilità sullo stato delle proprie risorse operative per una migliore gestione della domanda. “Analogamente, la realizzazione che le tecnologie machine-to-machine (M2M), la mobilità, il cloud e i dispositivi indossabili possono trasformare significativamente il modo in cui si erogano e consumano i servizi guida la spesa ICT nel settore della sanità, – afferma Yiru Zhong, analista di Frost & Sullivan. – Per incoraggiare sempre nuovi investimenti in ambito ICT, tuttavia, è fondamentale che i fornitori sviluppino proposizioni di valore specifiche per il settore della sanità”. Nel settore dei trasporti, le questioni relative alla sicurezza operativa come pure l’esigenza di integrare sistemi diversi e spesso isolati danno slancio alla spesa ICT. L’interesse del settore è rivolto verso l’implementazione di reti di prossima generazione, big data e tecnologie di analisi dei dati e M2M/Internet delle cose. “Il settore manifatturiero o quello dell’automazione industriale sono due ambiti che i fornitori ICT dovrebbero tenere d’occhio per nuove opportunità, – osserva Zhong. – Le soluzioni IT alimenteranno la spesa ICT complessiva nel settore, che diventa sempre più intelligente grazie all’integrazione in tempo reale di sistemi operativi ed enterprise.” La sfida per gli operatori nella comunità ICT in Europa è affermarsi come partner credibili dei fornitori di fronte ai clienti in diversi settori. A questo scopo, la comunità ICT deve adottare metodologie agili per gestire la propria organizzazione, il portafoglio tecnologico e le attività di acquisizione dei clienti. Inoltre, dovrebbe restare al passo con le strategie impiegate dai leader di mercato in Germania, Polonia e Regno Unito, dove si sono riscontrati tassi di crescita della spesa ICT superiori alla media e importanti iniziative del settore rivolte alla trasformazione digitale. Complessivamente, il settore ICT è destinato a ricevere una scossa. Quest’anno emergeranno nuove tipologie di soggetti interessati e aumenterà il consolidamento dei leader di mercato tradizionali, portando a un’innovazione dei modelli di business e all’applicazione di nuove tecnologie.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CS – Energia e ICT: il Politecnico di Torino partner del prestigioso Siebel Energy Institute in California

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2015

redwood cityRedwood City (California). La crescente domanda di energia e la necessità di ridurre l’impatto ambientale che la sua produzione e consumo comportano hanno portato negli ultimi anni la comunità scientifica, ma anche il mondo industriale, a focalizzarsi sul ruolo chiave che le tecnologie ICT possono giocare nell’avviare un processo di trasformazione strutturale di tutte le fasi del ciclo energetico, dalla generazione fino all’accumulo, al trasporto, alla distribuzione, alla vendita e, soprattutto, al consumo intelligente di energia. Per promuovere una rete internazionale e di altissimo livello tra soggetti che si occupano di ricerca in questo settore si è insediato ieri in California il Siebel Energy Institute, un consorzio che vede il Politecnico di Torino partner di 7 tra i più prestigiosi centri di ricerca sui temi della smart energy: Carnegie Mellon University, École Polytechnique, Massachusetts Institute of Technology, Princeton University, University of California at Berkeley, University of Illinois at Urbana-Champaign, and University of Tokyo. “Abbiamo creato il Siebel Energy Institute per stimolare le migliori menti negli ambiti dell’ingegneria e della computer science a lavorare in modo collaborativo nel settore della smart energy”, ha dichiarato Thomas M. Siebel, fondatore e presidente del centro, finanziato con circa 10 milioni di dollari dalla Thomas and Stacey Siebel Foundation. In occasione dell’inaugurazione dell’Istituto, sono stati annunciati i primi 24 premi di ricerca, per un valore complessivo di circa 1 milione di dollari. Il Politecnico è coordinatore o partner di 4 dei progetti premiati, con proposte per l’analisi e la previsione dei consumi di energia a scala locale e globale, la distribuzione elettrica, ma anche l’efficienza energetica degli edifici:
• Robust Optimization for Local and Global Energy Management – partner Giuseppe Carlo Calafiore, Dipartimento di Automatica e Informatica – Politecnico di Torino (premio di 50.000 dollari)
• Improving Reliability and Efficiency of Electrical Distribution Infrastructures (REEDING) – coordinator Gian Paolo Cimellaro, Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica – Politecnico di Torino (premio di 25.000 dollari)
• NICO: Nature Inspired Control Optimization. A smart logic based in natural entropy generation minimization for multi-scaled controls of heating and cooling of buildings – Partner Gian Vincenzo Fracastoro, Umberto Lucia and Marco Simonetti, Dipartimento Energia – Politecnico di Torino (premio di 25.000 dollari)
• Data Analytics to Assess Energy Efficiency Opportunities in Commercial Buildings – Carlo Novara, Dipartimento di Automatica e Informatica – Politecnico di Torino (premio di 25.000 dollari)
Questi primi finanziamenti serviranno per sviluppare progetti più strutturati, che a loro volta concorreranno per nuovi e più consistenti finanziamenti in una seconda fase di attività. “Questi premi sono da intendersi come catalizzatori per ricerche che potranno aprire nuovi orizzonti nei sistemi energetici”, spiega il Prof. S. Shankar Sastry, direttore del centro e preside della scuola di Ingegneria della University of California at Berkeley.L’Istituto si propone inoltre di rafforzare ulteriormente il legame tra gli enti di ricerca coinvolti anche nel settore della formazione, istituendo una rete tra le Scuole di Dottorato che vedrà anche il finanziamento di borse di studio e progetti comuni.“Per il Politecnico, essere parte del Siebel Energy Institute è una grande opportunità”, commenta il Rettore Marco Gilli, in California per l’inaugurazione del centro: “Siamo infatti onorati di condividere con istituti di prim’ordine a livello mondiale questa sfida per la smart energy, tematica di ricerca che richiede di sviluppare un approccio interdisciplinare, che integri competenze avanzate nell’ambito delle Scienze e Tecnologie dell’Informazione (Big data, Machine learning, Internet of Things) e dei Sistemi energetici. L’Istituto sarà supportato da un Advisory Board, che include già alcune aziende leader nel settore dell’energia e che si auspica di estendere ai principali partner industriali degli Atenei membri del consorzio. Ne risulterà una prestigiosa rete internazionale con partner accademici e industriali all’interno della quale sarà possibile promuovere e sviluppare qualificati progetti di ricerca collaborativa, confrontarsi costantemente con i migliori ricercatori al mondo in questo settore emergente ed insieme valorizzare le nostre strutture di ricerca e trasferimento tecnologico, in primis il costituendo Energy Center del Politecnico. Ringrazio la Prof.ssa Michela Meo, che il Board del Siebel Energy Institute ha designato referente del programma e Campus Director del nostro Ateneo e il Dr. Mauro Poggio, che da UC Berkeley ha seguito il processo di costituzione dell’Istituto. Esprimo inoltre la mia gratitudine per il prezioso supporto fornito dal Consolato italiano a San Francisco, ed in particolare dal Console Generale Mauro Battocchi e dall’Addetto scientifico Massimo Maresca”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ICT: Idee, rischi, opportunità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 marzo 2011

Roma 10 marzo 2011 – ore 11,30 Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei MinistriVia di Santa Maria in Via, 37 Presentazione degli atti delle Giornate Marconiane Paolo Romani, Gianni Letta, Corrado Calabrò Con il Presidente della FUB Enrico Manca,  studiosi, ricercatori, esponenti del mondo accademico.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dati mercato Ict

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

Milano 14 settembre alle ore  11.30  presso  la sede Assinform in Via G. Sacchi 7,  conferenza stampa di presentazione dei dati del mercato italiano ICT, relativi al primo semestre 2010 con previsioni di andamento di fine anno (prime anticipazioni del Rapporto Assinform 2011) e dei risultati dell’indagine congiunturale sul settore italiano dell’ IT,  svolta presso un ampio numero di Associati.  L’incontro sarà coordinato dal Presidente di Assinform, Paolo Angelucci, coadiuvato da  Giancarlo Capitani, Amministratore Delegato di NetConsulting.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Ict al servizio della moda

Posted by fidest press agency su martedì, 20 ottobre 2009

Carpi, 21 ottobre ore 17, CampusDellaModa (via Carlo Marx 131/c), incontro “Soluzioni tecnologiche per rendere unica la tua impresa. Buone pratiche per il settore moda”. Aprirà i lavori, l’operation manager del CampusDellaModa Marcella Zoli. Interverranno poi la coordinatrice del Piano telematico della Regione Sandra Lotti e la responsabile dell’area Ict di Aster Lucia Mazzoni, che introdurranno l’iniziativa. A seguire, l’esperto del settore Enrico Parisini parlerà di “Sistemi informativi e creazione di valore”. Sarà un momento di confronto sulle possibili soluzioni tecnologiche per migliorare l’efficienza e l’efficacia dei processi aziendali, focalizzato sulle piccole e medie imprese del sistema moda in tutte le sue branche: tessitura,  filatura, maglieria, vestiario, cuoio, accessori, calzature.), nuovo cuore pulsante della formazione e dell’innovazione in campo tessile, diretto da Philip Taylor, passato alla guida dell’istituto dopo aver diretto per cinque anni la scuola di eccellenza Polimoda Firenze. Laboratorio culturale e di ricerca, il Campus ambisce a diventare la più prestigiosa scuola italiana di alta formazione nell’ambito del design e della moda. L’evento è inoltre realizzato in collaborazione con Confindustria Modena, CNA, Legacoop Emilia-Romagna, Lapam Confartigianato, Confcooperative Emilia-Romagna e Unioncamere Emilia-Romagna. Dopo gli interventi del pubblico, alle 18 verranno presentate alcune tra le più significative esperienze aziendali del distretto. Parteciperà Gloria Trevisani, socia titolare di Crea-Si snc, azienda con esperienza ventennale di Novi di Modena, partner di alcuni dei maggiori marchi della moda e specializzata nei servizi per la modellistica dell’abbigliamento uomo, donna e bambino. Interverrà poi Luigi del Viscovo, titolare di Ley Tricot srl, azienda di Carpi che produce capi di maglieria per grandi nomi come Trussardi, Calvin Klein e Marina Rinaldi. Infine, Roberto Guaitoli, titolare di Collezioni srl, racconterà l’esperienza dell’azienda carpigiana che realizza le creazioni di intimo e swimwear del prestigioso marchio Cosabella.  Un’ulteriore opportunità per avvicinarsi alla tecnologia, Opta la offrirà il mese prossimo grazie agli “Opta-Incontri” che si terranno a Bologna in occasione degli “R2BDays” (11-12-13 novembre). Qui gli imprenditori della moda interessati a investire nella tecnologia potranno approfittare di meeting a tu per tu con i fornitori di soluzioni Ict. http://opta.aster.it/

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ICT per l’Abruzzo: Inclusione, Connessione, Tecnologia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 aprile 2009

Sono pochi i bambini e i ragazzi che oggi riprendono le lezioni scolastiche nella zona coinvolta dal sisma dello scorso 6 aprile. Per gli altri studenti sono ancora in corso le valutazioni sull’agibilità degli istituti e al vaglio soluzioni di emergenza, come tensostrutture, per permettere la conclusione del corrente anno scolastico.  Con l’obiettivo di accelerare il processo di ricostruzione e la ripresa delle normali attività didattiche, garantendo pari opportunità di studio anche ai ragazzi abruzzesi, la Fondazione Mondo Digitale ha lanciato un appello alle aziende Ict per raccogliere la disponibilità a contribuire, secondo le proprie competenze, alla realizzazione di laboratori didattici completi (macchine e cablaggio) nelle scuole coinvolte nel sisma. Le aule informatiche comprenderanno postazioni con caratteristiche tecniche avanzate, collegate ad un sistema di rete locale e alla rete Internet, e saranno provviste delle principali periferiche (stampanti, scanner, webcam, masterizzatore ecc.).  Nei prossimi giorni, la Fondazione Mondo Digitale prenderà accordi con le autorità locali per valutare con maggiore precisione le necessità logistiche delle scuole e coordinare il piano di intervento con le “aziende donatrici”.  Saranno valutate anche soluzioni immediate e personalizzate, seppure provvisorie, per portare la scuola digitale perfino nelle tendopoli, con postazioni portatili e collegamenti senza fili. L’obiettivo del progetto ICT per l’Abruzzo, infatti, è coinvolgere soggetti diversi nell’affermazione del diritto-dovere allo studio anche in situazione di emergenza. Le aziende che intendono dare un contributo tecnologico alle scuole colpite dal terremoto (software, computer, periferiche, cablatura, servizi logistici ecc.) possono contattare la segreteria organizzativa della Fondazione Mondo Digitale al numero telefonico 06 42014109

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »