Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘idee’

Maratona di idee

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 settembre 2019

Roma, 2 ottobre 2019 alle ore 13, Piazza San Marco, 51 SIOI – Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Lorenzo Fioramonti, insieme al Presidente della SIOI, Franco Frattini, aprirà ufficialmente, con un intervento di saluto ai giovani partecipanti, la maratona di idee ZEROHackathon2019.
E’ il primo Hackathon internazionale dedicato alla tutela degli Oceani e delle Regioni Polari ed è promosso dalla SIOI, in collaborazione con Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia e la Reale Ambasciata di Norvegia in Italia.L’obiettivo è quello di far sentire la voce dei giovani in termini di idee e soluzioni innovative per affrontare la crisi climatica e cambiamenti prodotti dal riscaldamento globale e dall’inquinamento ambientale, promuovendo un uso sostenibile delle aree marine e delle risorse artiche e antartiche.Alla Opening Ceremony, sono previsti gli interventi di: Margit Tveiten, Ambasciatore di Norvegia in Italia, Karen Bel, Consigliere per l’ambiente, la scienza, la tecnologia e la salute, Ambasciata USA in Italia, Domenico De Maio, Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale Giovani ANG, Paolo Glisenti, Commissario generale di sezione per l’Italia per Expo 2020 Dubai; Bard Borch Michaelsen, Professore associato, School of Business and Economics UiT The Arctic University of Norway.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo: Bellanova e le idee chiare

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 settembre 2019

Ha iniziato il suo mandato di ministra sommersa da truci critiche sul suo abbigliamento e il titolo di studio, alle quali ha risposto in modo esemplare: mi vesto come mi sento e i galloni me li sono conquistati sul campo. E’ la ministra alle Politiche Agricole, Teresa Bellanova.
Finalmente una ministra che non prende in giro gli elettori e che dice pane al pane e vino al vino. Sull’accordo della Ue con il Canada, il Ceta, la ministra Bellanova ha dichiarato: “Dobbiamo lavorare perché si arrivi alla ratifica del Ceta, l’accordo di libero scambio tra Ue e Canada, con l’obiettivo di dare competitività al Sistema Italia.”
Da ricordare che nei primi 5 mesi di quest’anno le esportazioni italiane verso il Canada sono aumentate del 12,6%, nonostante le contorsioni sull’argomento di leghisti e penta stellati.
Anche sugli OGM, gli organismi geneticamente modificati, la ministra Bellanova apre con: “Sugli OGM voglio aprire un confronto rapidamente anche con le parti imprenditoriali, è un tema delicato che non va affrontato in modo azzardato.” Da ricordare che da 50 anni mangiamo pasta derivata da grano geneticamente modificato e che, nel nostro Paese, l’87% dei mangimi composti per animali è OGM, ma nessuno ne parla.
Sulla Xylella, il batterio che sta distruggendo gli ulivi, la ministra Bellanova ha dichiarato: «Vi stupiremo, ma non ci scontreremo. Dobbiamo chiudere una pagina e dobbiamo riaprire con molta determinazione la pagina di rigenerazione del paesaggio salentino, di investimenti nelle aziende, di ripresa delle attività produttive. Sono questioni irrinunciabili.” Auguriamo buon lavoro alla ministra Bellanova. Ne avrà bisogno. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Nuove idee per una nuova cultura d’impresa”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 aprile 2019

Catania Giovedì 23 Maggio 2019, – Grand Hotel Baia Verde – Via A. Musco 8/10 Acicastello (CT), dalle 9 alle 13,00 “Nuove idee per una nuova cultura d’impresa”. Dedicato alle competenze del Middle Management e alle sfide digitali che aspettano le imprese, si articola in quattro incontri gratuiti ed aperti a tutti previa iscrizione al link: https://formazione.quadrifor.it/eventi/evento
Quattro le città italiane toccate dall’iniziativa: dopo la data di Catania del 23 maggio, il Roadshow raggiungerà Firenze il 13 giugno, Cagliari il 26 giugno per concludersi a Bari il 1 luglio.
Obiettivi del Roadshow: far conoscere meglio ed in modo più diffuso l’ampia, robusta e gratuita offerta formativa di Quadrifor, soprattutto alle PMI, in alcune aree specifiche del Paese (Sicilia e Calabria, Centro Italia, Sardegna, Puglia e Basilicata); diffondere e far crescere la cultura manageriale, anche restituendo i risultati dell’ultima ricerca, realizzata da Quadrifor in collaborazione con Doxa, sull’evoluzione del ruolo e delle competenze del Management del Terziario, con un focus specifico sulle caratteristiche dell’area geografica del singolo incontro; acquisire, soprattutto, informazioni ed input, dai partecipanti presenti, sulle esigenze formative del Management del territorio, attraverso un “Focus Group” allargato, al termine di ogni incontro.Un’importante iniziativa di promozione della cultura manageriale e di apertura al dialogo con i destinatari della formazione che mette al centro i diversi territori con le loro specificità.
Il programma della tappa di Catania – Giovedì 23 maggio 2019, dalle 9:00 alle 13:00 – prevede i saluti istituzionali da parte del Presidente della Camera di Commercio di Catania, Pietro Agen. Ad aprire i lavori il Presidente di Quadrifor, Rosetta Raso. Il Direttore, Roberto Savini Zangrandi, presenterà l’Istituto e le sue attività e Pierluigi Richini, Responsabile Area Formazione e Studi, interverrà su “L’evoluzione del profilo manageriale nel terziario: nuove competenze e bisogni formativi”. Seguirà un “Open Focus Group” con tutti i partecipanti per raccogliere feedback sulle esigenze formative specifiche emerse nel territorio. Le conclusioni saranno affidate a Maria Luisa Coppa, Vicepresidente Quadrifor. http://www.quadrifor.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Roma Capitale per i giovani: condividi le tue idee per la città”

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 ottobre 2018

Il Dipartimento Sport e Politiche Giovanili ha pubblicato un avviso denominato “Roma Capitale per i giovani: condividi le tue idee per la città”. In attuazione dei fini istituzionali e degli obiettivi programmatici annuali e pluriennali, l’Amministrazione vuole realizzare iniziative tese a favorire una partecipazione attiva dei giovani alla vita cittadina, acquisendo delle idee progettuali che possano avviare dei processi di sviluppo e promozione economica del territorio, promuovere idee imprenditoriali giovanili per creare occupazione, dare ai giovani la possibilità di esprimere idee, conoscenze, competenze, vocazioni come opportunità di sviluppo che siano sostenibili e legate al territorio, integrare le politiche giovanili attraverso la partecipazione in prima persona dei giovani, premiandone lo spirito di iniziativa.La partecipazione è riservata ai giovani fra i 18 e i 35 anni e può avvenire sia in forma singola che collettiva come gruppi di studenti, comunità giovanili o associazioni senza scopo di lucro, esclusa la partecipazione di gruppi con finalità politiche, indispensabile essere residenti o domiciliati nella Città Metropolitana.Le proposte possono riguardare i diversi settori, particolare riguardo avranno quelle che valorizzano il territorio, la sostenibilità ambientale e la responsabilità sociale d’impresa; termine per la presentazione fissato alle ore 12.30 del 30.11.2018.Tutte le informazioni sulla documentazione e la modalità di presentazione della stessa sono disponibili sul sito istituzionale di Roma Capitale al link: https://www.comune.roma.it/web/it/scheda-servizi.page?contentId=INF48159&pagina=9.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vi è una figura nella storia dell’umanità che sembra aver avuto il merito di far penetrare dappertutto le proprie idee

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 luglio 2018

Mi riferisco a Francesco Maria Arouet altrimenti detto Voltaire. Dice di lui Marcillac: “Il Voltaire scrisse in tutte le forme in cui il pensiero umano può manifestarsi: commedie, tragedie, romanzi, racconti, poemi, liriche, epistole in versi, lettere, satire, storia, filosofia e provò in tutti i generi e, cosa sorprendente, con un certo successo. Il suo pronto e rapido ingegno, la sua stringente dialettica e il suo buon senso gli acquistarono ben presto un gran numero di parti-giani in tutte le classi del popolo, la sua influenza di-venne irresistibile, la sua popolarità universale, ed egli fu il rimorchiatore della pubblica opinione dei contemporanei.” Voltaire, tuttavia, non fu immune da critiche anche feroci in specie quando con le sue filippiche contro il cristianesimo nelle sue “Lettere filosofiche” sollevò un grande polverone fino a spingere il parlamento a decretarne la distruzione.
In conclusione posso dire che il valore poetico di Voltaire non è dunque valore di eccezione, ma è un valore che deriva dalla facilità in lui veramente eccezionale, di scrivere e di comporre partendo da punti di vista prestabiliti, quasi sempre d’interesse personale, non da quelli che sono la coscienza dell’artista e il culto elevato grande, solenne per l’arte. Sono anche questioni di stile che rendono grandi i personaggi e ci fanno riflettere a lungo e ad amareggiarci nell’averli abbandonati nei loro loculi storici mentre le opere costituiscono dei capisaldi culturali e un insegnamento che non si può, anzi non si deve obliare. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

IDEE per l’Europa dei Popoli

Posted by fidest press agency su martedì, 3 luglio 2018

Rinnovato giornale culturale, metapolitico, nazional-popolare, identitario, patriottico e sovranista… Presente e scaricabile comodamente online, stampato in 50.000 copie a diffusione militante, nei circoli e librerie d’area… Obbiettivo ambizioso: un mensile cartaceo in tutte le edicole d’Italia, dal prossimo gennaio 2019. Un progetto editoriale promosso dal vulcanico Mario Borghezio (storico eurodeputato leghista, vice capo gruppo delle “destre europee”, capo delegazione della commissione esteri, presidente della Fondazione federalista per l’Europa dei Popoli). Suo “braccio destro” in questa operazione culturale, trasversale e apartitica, è il “barone nero” Roberto Jonghi Lavarini (esponente della destra sociale, radicale e tradizionalista, presidente del movimento Fare Fronte, candidato con Fratelli d’Italia, alle scorse elezioni politiche). Questo lo “zoccolo duro” della squadra: Luciano Lucarini (editore), Andrea Rognoni (direttore responsabile), Max Bastoni (capo redattore e consigliere regionale lombardo), Edoardo Anghinelli (segretario di redazione).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove idee nella ricerca sul Dolore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 giugno 2018

Diegem/Aachen. Il numero di pazienti che soffrono di Dolore è altissimo. Nella recente pubblicazione ‘European Pain Management’ (Oxford University Press, 2018), Christopher Eccleston, Bart Morlion and Christopher Wells riportano che dei 740 milioni di abitanti dei 37 stati membri dell’EFIC® (European Pain Federation), 150 milioni soffrono di dolore cronico. Un numero che equivale all’intera popolazione di Francia e Germania insieme. Un dato che chiaramente sottolinea quanto la ricerca sul dolore ora sia quanto mai fondamentale. Grazie al supporto dell’E-G-G Award, i giovani ricercatori/scienziati sono così incoraggiati a sviluppare e realizzare le loro idee di ricerca. Dal 2004, EFIC® “European Pain Federation”, in partnership con Grünenthal, ha promosso molti progetti nell’ambito della ricerca sul dolore: 60 giovani scienziati in 13 Paesi sono stati supportati con grant per i loro progetti di ricerca pari a 1.400.000 €. “Gli scienziati validi hanno una scelta e noi vogliamo che scelgano una carriera nella ricerca sul Dolore”, ha affermato Christopher Eccleston, nuovo Presidente del Comitato per la Ricerca della European Pain Federation, EFIC®. Di conseguenza, EFIC® e Grünenthal insieme hanno offerto valore ai pazienti affetti da dolore cronico, investendo sui giovani ricercatori. “Il nostro obiettivo è quello di creare una cultura di successo della quale possano beneficiare i pazienti affetti da dolore cronico di tutta Europa”, ha proseguito Eccleston.”Il dolore cronico è un pesante fardello che limita la qualità di vita di moltissime persone” ha sostenuto Imane Wild, Capo Global dei Medical Affairs in Grünenthal. “Il trattamento del dolore comporta un approccio complesso. Un trattamento efficace è spesso il risultato di una terapia multimodale che coinvolge non solo l’uso dei farmaci ma anche di altri interventi, quali la fisioterapia o perfino la psicoterapia. Pertanto, la ricerca sul Dolore dovrebbe essere portata avanti ad ampio spettro. Conseguentemente, approcci di ricerca che siano creativi, sono di enorme rilevanza” ha ribadito Imane Wild.Con l’istituzione nel 2004 dell’EFIC-Grünenthal Grant, le forze congiunte di EFIC® e Grünenthal garantiscono supporto ad idee di ricerca creative, proposte da giovani scienziati, che portano così un importante contributo alla ricerca sul dolore.I ricercatori con meno di 40 anni, che hanno conseguito un Dottorato di Ricerca o una Laurea in Medicina possono presentare domanda entro il 31 Dicembre 2018.Al sito http://www.e-g-g.info sono disponibili tutte le informazioni relative alla domanda di ammissione e alle condizioni generali del grant.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Banchetto delle Idee: Si può dire tutto, in nome della libertà di espressione?

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 Mag 2018

Roma venerdì 4 maggio alle ore 19, viale Trinità dei Monti, 1 con ingresso libero per il pubblico l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici è lieta di presentare la prima edizione del Banchetto delle Idee. Ideata dalla direttrice Muriel Mayette-Holtz e realizzata in collaborazione con il Cortile dei Gentili, Dipartimento del Pontificio Consiglio della Cultura, l’iniziativa è volta a stimolare il dialogo fra intellettuali, artisti e uomini di fede sui grandi temi che interessano la società odierna.
Per questa prima edizione, il Banchetto delle Idee trae ispirazione dalla missione principale dell’Accademia di Francia a Roma di favorire la creazione artistica e letteraria in tutte le discipline, e si prefigge l’obiettivo di esaminare la questione della libertà di espressione, interrogandosi sugli eventuali limiti che essa possa avere.Sull’argomento si confronteranno due squadre, composte da diverse personalità del mondo della cultura e della creazione. Faranno parte della squadra che sosterrà la libertà di espressione in tutte le sue forme: Nico Vascellari, artista e presidente della squadra, Maria Grazia Calandrone, poetessa, drammaturga e autrice; Pietro del Soldà, autore e conduttore radiofonico.Si opporranno a questa tesi: Paola Severini Melograni, scrittrice, conduttrice radiofonica, produttrice televisiva e presidentessa della squadra; Marco de Paolis, procuratore della Repubblica presso il tribunale militare di Roma; Maria Pia Ammirati, scrittrice.Il Banchetto sarà introdotto dal Cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, mentre a moderare il dibattito sarà la direttrice Muriel Mayette-Holtz.Lo scambio, che coinvolgerà anche il pubblico, sarà seguito da una cena conviviale che permetterà di approfondire la discussione e incontrare gli ospiti della serata. http://www.villamedici.it

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Impariamo a convivere con le idee altrui

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

In questi giorni abbiamo avuto la comprova, ammesso che ci fosse stato bisogno, del modo come diventino conflittuali le opinioni e persino la rappresentazione di fatti e circostanze che, per il loro evolversi, si pensa possano avere un solo modo di vederli. Altri, invece, dimostrano il contrario.
Si può essere, ovviamente, in mala fede, ma ciò non cambia la sostanza del ragionamento. Nel corso della sua lunga storia l’umanità si è nutrita di passioni, di conflitti, di gioie e di dolori. Moltitudini di esseri umani hanno ucciso e sono stati uccisi dai loro simili per un interesse partigiano, per odi razziali e tribali, per la sete di possesso, per il primato di un principe e per il fanatismo religioso, per la cultura temporale della fede. Abbiamo avuto il secolo delle ideologie aberranti. Ci siamo abbeverati alla fonte delle logiche consumistiche e abbiamo visto il nostro simile come preda da dominare e, all’occorrenza, eliminare.
Alla fine è spuntato il XXI secolo e molti guardandosi dietro sono riusciti ad inorridire per gli orrori compiuti, ma non sono stati capaci di porvi riparo, pur consapevoli che stiamo avviandoci sulla strada del non ritorno. Ciò che oggi è più importante che siano consci del perché di tanti insuccessi. E’ perché non abbiamo imparato a convivere con le idee altrui, a rispettarle e a misurarci con esse poiché non esiste una verità conclamata ma tanti pezzi di verità sparsi per il mondo e che attendono pazientemente d’essere individuati e raccolti come si fa con un puzzle. Noi abbiamo bisogno di uomini come lo è stato Giovanni Paolo II e ancor prima Ghandi e molti altri e, tra questi, potrebbe esserci Papa Francesco. Uomini che fanno paura a chi si trova nel suo elemento guazzando nel torbido. E’ un segnale importante e se anche la loro luce è flebile, nell’oscurità di una notte senza stelle, non dobbiamo perderne la traccia. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convivere con le idee altrui

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 gennaio 2018

ideaA volte cerco di comprendere meglio il senso che dovrei dare alla parola democrazia. A dire il vero non è il solo termine che dovrebbe richiedere chiarezza. Per me la democrazia si esprime dimostrando di saper convivere con le idee altrui. Se vogliamo è il collante che ci permette di vivere in comunità dove interessi e visioni della vita possono essere conflittuali e generare incomprensioni e rivalità. Tutto questo richiama la nostra attenzione sulla necessità che i valori fondanti i rapporti umani siano condivisi e non trattabili al ribasso. Non si può, ad esempio, negare il diritto a vivere di quanti per cause indipendenti dalla loro volontà si trovano senza lavoro, un tetto sotto cui ripararsi, un’adeguata assistenza sanitaria, all’istruzione e alla tutela della loro sicurezza e ad assicurare all’anziano un’esistenza serena. Tutto questo alberga dentro e fuori il concetto di democrazia. Significa anche che il collante che unisce chi è titolare di un diritto con chi è preposto a rappresentarlo nelle sedi istituzionali deve essere conseguente. In Italia, purtroppo, ma anche altrove, questo modo di affidare a terzi la difesa dei ceti più deboli, che pure rappresentano numericamente la maggioranza, non funziona se non in minima parte. Diventa un male oscuro che mina la stessa tenuta della democrazia. Il perché promettere e illudere diventa una regola di base per taluni politici e lo dobbiamo soprattutto all’idea che ci facciamo della giustizia sociale che per lo più è misurata con le aspettative delle “corporazioni” che cercano costantemente di prevaricare gli interessi dei singoli e dei non organizzati in favore delle logiche lobbistiche. L’unico modo per invertire tale tendenza, che tende a negare il diritto di accesso a chi è per il chi ha, è il renderci coralmente consapevoli che non possiamo delegare a scatola chiusa ma di partecipare attivamente alla vita sociale per capire prima di sapere dai media dove la disinformazione è di casa. (Riccardo Alfonso)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convivere con le idee altrui

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 ottobre 2017

menenio agrippaA volte cerco di comprendere meglio il senso che dovrei dare alla parola democrazia. A dire il vero non è il solo termine che dovrebbe richiedere chiarezza. Per me la democrazia si esprime dimostrando di saper convivere con le idee altrui. Se vogliamo è il collante che ci permette di vivere in comunità dove interessi e visioni della vita possono essere conflittuali e generare incomprensioni e rivalità. Tutto questo richiama la nostra attenzione sulla necessità che i valori fondanti i rapporti umani siano condivisi e non trattabili al ribasso. Non si può, ad esempio, negare il diritto a vivere di quanti per cause indipendenti dalla loro volontà si trovano senza lavoro, un tetto sotto cui ripararsi, un’adeguata assistenza sanitaria, all’istruzione e alla tutela della loro sicurezza e ad assicurare all’anziano un’esistenza serena. Tutto questo alberga dentro e fuori il concetto di democrazia. Significa anche che il collante che unisce chi è titolare di un diritto con chi è preposto a rappresentarlo nelle sedi istituzionali deve essere conseguente. In Italia, purtroppo, ma anche altrove, questo modo di affidare a terzi la difesa dei ceti più deboli, che pure rappresentano numericamente la maggioranza, non funziona se non in minima parte. Diventa un male oscuro che mina la stessa tenuta della democrazia. Il perché promettere e illudere diventa una regola di base per taluni politici e lo dobbiamo soprattutto all’idea che ci facciamo della giustizia sociale che per lo più è misurata con le aspettative delle “corporazioni” che cercano costantemente di prevaricare gli interessi dei singoli e dei non organizzati in favore delle logiche lobbistiche. L’unico modo per invertire tale tendenza, che tende a negare il diritto di accesso a chi è per il chi ha, è il renderci coralmente consapevoli che non possiamo delegare a scatola chiusa ma di partecipare attivamente alla vita sociale per capire prima di sapere dai media dove la disinformazione è di casa. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Impariamo a convivere con le idee altrui

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 settembre 2017

mahatma-gandhiIn questi giorni abbiamo avuto la comprova, ammesso che ci fosse stato bisogno del modo come diventino conflittuali le opinioni e persino la rappresentazione di fatti e circostanze che, per il loro evolversi, si pensa possano avere un solo modo di vederli. Altri, invece, dimostrano il contrario.
Si può essere, ovviamente, in mala fede, ma ciò non cambia la sostanza del ragionamento. Nel corso della sua lunga storia l’umanità si è nutrita di passioni, di conflitti, di gioie e di dolori. Moltitudini di essere umani hanno ucciso e sono stati uccisi dai loro simili per un interesse partigiano, per odi razziali e tribali, per la sete di possesso, per il primato di un principe e per il fanatismo religioso, per la cultura temporale della fede. Abbiamo avuto il secolo delle ideologie aberranti. Ci siamo abbeverati alla fonte delle logiche consumistiche e abbiamo visto il nostro simile come preda da dominare e, all’occorrenza, eliminare.
Alla fine è spuntato il XXI secolo e molti guardandosi dietro sono riusciti ad inorridire per gli orrori compiuti, ma non sono stati capaci di porvi riparo, pur consapevoli che stiamo avviandoci per la strada del non ritorno. Ciò che oggi è più importante che siano consci del perché di tanti insuccessi. E’ perché non abbiamo imparato a convivere con le idee altrui, a rispettarle e a misurarsi con esse poiché non esiste una verità conclamata ma tanti pezzi di verità sparsi per il mondo e che attendono pazientemente d’essere individuati e raccolti come si fa con un puzzle. Noi abbiamo bisogno di uomini come lo è stato Giovanni Paolo II e ancor prima Ghandi e molti altri e, tra questi, potrebbe esserci Papa Francesco. Uomini che fanno paura a chi si trova nel suo elemento guazzando nel torbido. E’ un segnale importante e se anche la loro luce è flebile, nell’oscurità di una notte senza stelle, non dobbiamo perderne la traccia. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce il concorso di idee

Posted by fidest press agency su sabato, 5 agosto 2017

università bresciaBrescia. Ideare progetti che dovranno avere carattere innovativo, realizzabili attraverso l’impiego delle tecnologie costruttive industrializzate a secco, con l’ausilio, preferibilmente, di impianti tecnologici ecocompatibili, a basso dispendio energetico.
Questo l’obiettivo del “Concorso di Idee” lanciato da Wood Beton Spa, un vero e proprio bando patrocinato dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Brescia e dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia, aperto a tutti i professionisti di età inferiore ai quaranta anni, in possesso di titolo di laurea quinquennale in architettura o ingegneria, regolarmente iscritti ai rispettivi ordini professionali. E’ possibile partecipare, oltre che in forma individuale, anche in forma di raggruppamento (Associazione di Scopo). Il tema del concorso è l’elaborazione di un progetto di una “CASA SMART DOMUS PLUS”, che sia in grado di interpretare le necessità di un nucleo familiare, coniugandole con le relative esigenze di spazio, ambienti e distribuzione funzionale. Le proposte dovranno affrontare e approfondire l’aspetto costruttivo, estetico, funzionale ed organizzativo, promuovendo un modo abitativo sostenibile e di qualità.
I candidati potranno optare sia per edifici monopiano sia pluripiano, completi di almeno di un box auto per singola unità immobiliare.Il termine ultimo per le iscrizioni è previsto per il 30.09.2017 mentre, per la ricezione dei progetti, la scadenza è fissata alle ore 24:00 del 31.10.2017.In palio, per il progetto che si classificherà al primo posto, 7.000,00 euro; 5.000,00 euro andranno invece al secondo classificato e 3.000,00 al terzo.Questo bando rappresenta un’occasione di incontro di esperienze e di progetti, che lascia spazio alla menti delle giovani generazioni: un “Concorso di idee” nato con lo scopo di raggiungere la creatività dei “progettisti del domani”, legati al mondo dell’era contemporanea e in grado di offrire ottimi suggerimenti sulle scelte abitative del futuro.… Idee Smart, Idee Plus!

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: dal governo poco idee e confuse

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 agosto 2016

monte dei paschi di siena“Renzi vuol farci credere che la cosiddetta ‘soluzione privata’ per MPS sia come Figaro: tutti la cercano, tutti la vogliono. Ma le acquisizioni di sofferenze sono letteralmente estorte alle casse previdenziali – soldi rubati alle partite IVA – mentre il consorzio di banche chiamato a gestire l’aumento di capitale, descritto da Renzi come una folla tumultuante, sembra più una particella di sodio in acqua Lete”. Lo afferma, in una nota, il presidente dei deputati di Forza Italia Renato Brunetta. “Le banche italiane, Intesa e Unicredit – prosegue -, hanno già fatto la loro donazione di sangue all’ospedale da campo del fondo Atlante, mentre tra le straniere è scoppiata un’epidemia. Deutsche Bank, anche se volesse dare una mano, ha problemi in casa propria. Morgan Stanley è gelosa di JP Morgan, che incassa succose consulenze dal Governo italiano. Analogo discorso vale per UBS, così invelenita con JP Morgan da far fare un defilé a Corrado Passera. Resta – chissà per quanto ancora e dietro quali promesse? – Credit Suisse. Nel frattempo Pier Carlo Padoan non fa mistero di preferire il bail-in alla ‘soluzione privata’, e il governo appare spaccato ai finanzieri di tutto il mondo. Insomma: poche idee, ma confuse!”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rinasce la fondazione Einaudi

Posted by fidest press agency su martedì, 2 febbraio 2016

einaudiRoma. Mercoledì 3 Febbraio alle ore 10.30, presso la sala stampa della Camera Deputati, si terrà la conferenza stampa per la presentazione del nuovo corso della Fondazione Einaudi, che mira a diffondere le idee del liberalismo e a riformularle in chiave contemporanea. Nel corso della conferenza stampa, a cui parteciperanno Giuseppe Benedetto, Davide Giacalone e Mario Lupo, saranno presentati il nuovo Consiglio di Amministrazione e alcune prime indicazioni in merito al programma delle prossime attivita’ politico-culturali.La Fondazione Einaudi di Roma – la cui Assemblea ha di recente approvato una proposta di ricapitalizzazione e di rilancio che consente all’Ente, dopo una parentesi di gravi difficolta’ economiche e finanziarie, di iniziare un nuovo corso – promuove la conoscenza e la diffusione del pensiero liberale attraverso studi, ricerche e iniziative culturali, dedicando particolare attenzione alle tematiche politiche ed economiche, tanto nei loro presupposti storici quanto nella loro incidenza sulla vita sociale. Sin dalla sua nascita, avvenuta nel 1962 per iniziativa di Giovanni Malagodi, la Fondazione ha svolto una preziosa funzione di diffusione delle idee e delle opere dei principali esponenti della cultura liberale – economisti, filosofi, politici – troppo spesso ignorati anche in ambito accademico. Attraverso la concessione di borse di studio mirate a ricerche e approfondimenti specifici, la Fondazione ha inoltre contribuito alla formazione di una classe dirigente più sensibile alle istanze di un liberalismo moderno e consapevole dei grandi processi di trasformazione che stanno cambiando il mondo.Nel corso della sua esistenza la Fondazione è stata presieduta da personalità che hanno svolto un ruolo di rilievo nel campo culturale e in quello politico: Gaetano Martino, statista e più volte ministro nonché fisiologo di fama mondiale; Ruggero Moscati, storico tra i maggiori del Novecento; Vittorio Badini Confalonieri, ministro e insigne penalista; Franco Mattei, economista, manager e per molti anni direttore generale della Confindustria; Giancarlo Lunati, scrittore e manager, presidente del Touring Club Italiano; Valerio Zanone, uomo di cultura, deputato, senatore, più volte Ministro, segretario del PLI, recentemente scomparso; Roberto Einaudi, architetto e nipote di Luigi Einaudi; Mario Lupo, manager di lungo corso che è stato al vertice di numerose primarie società private e pubbliche. (foto:einaudi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Per una rete tra cattolici e democratici

Posted by fidest press agency su domenica, 6 novembre 2011

Roma 19 novembre 2011 ore 115,30 Domus Pacis Torre Rossa Park Via di Torre Rossa 94. La situazione attuale, caratterizzata dalla grave crisi economica che rivela una ancor più grave crisi sociale e politica, richiede a tutti un’assunzione di responsabilità. Da anni le nostre associazioni si occupano e si preoccupano di formare cittadine e cittadini consapevoli, fedeli ai principi della Costituzione e ai valori condivisi del Concilio Vaticano II. In una congiuntura della storia italiana così bassa e deludente, c’è un grande bisogno di unire le forze per far circolare aria fresca. Le idee elaborate con tanto impegno e intelligenza dalla tradizione cattolico -democratica costituiscono un patrimonio a cui si può ancora attingere per rendere significativa l’azione dei credenti nella storia. Alla luce di queste convinzioni è stato deciso, con autonoma responsabilità, di convocare un’assemblea alla quale vi partecipano: Agire Politicamente, Argomenti 2000, Città dell’uomo (Milano, Roma), Rosa Bianca, Cristiano Sociali, Il Borgo (Parma), Istituto De Gasperi (Bologna), Persone e città (Torino), Antropolis (Milano), Centro Francesco Luigi Ferrari (Modena), Polis (Legnano), Il Progetto (Ferrara), Appunti Alessandrini (Alessandria), Centro studi “Sen. Antonio Rizzatti” (Gorizia), Porta Stiera (Bologna), Associazione Centro Studi “Nuove Generazioni” (Rimini), Fondazione “Persona, Comunità e Democrazia”, Agorà Marche. Programma:
Sabato 19 novembre Ore 15.30 Accoglienza e presentazione: le ragioni dell’iniziativa.
Ore 15.45 Prima relazione: “Il cattolicesimo democratico. Una risorsa per il Paese e per la Chiesa” Guido Formigoni
Ore 16.30 Seconda relazione: “La situazione italiana: centralità della questione democratica” Michele Nicoletti
Dibattito
Ore 21.15 Assemblea aperta su: “Proposte di futuro, costruiamo la rete”
Domenica 20 novembre Confronto su cittadinanza responsabile: problemi aperti
Ore 9.30 Tavola rotonda
– Economia e società Leonardo Becchetti
– Diritti della persona Paola Moreschini
– Chiesa e laicità Marinella Perroni
– Solidarietà e politica Don Rocco D’Ambrosio
Dibattito (att)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Diritti in festa”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 ottobre 2011

Palazzo dei Priori e Fontana Maggiore, Piazza ...

Image via Wikipedia

Torna a Perugia “Diritti in Festa”, festival dei consumatori e degli utenti. Dal 27 al 29 Ottobre nel capoluogo umbro incontri, dibattiti ed eventi per mettere in comune idee e pratiche virtuose. Tenere ben salda in mano la barra dell’innovazione, nel solco di quello spirito di cambiamento e voglia di esserci che chiaramente si sono espressi in occasione dei referendum di giugno. Adoperarsi per poter incidere davvero, al di là di superficiali e sbiaditi inviti alla partecipazione, sulle questioni che ci toccano tutti.Palm, azienda mantovana leader nella produzione del Greenpallet© sani, sistemici, etici, non poteva mancare a questo importante appuntamento. Primo Barzoni, presidente e amministratore delegato di Palm, interverrà venerdì 28 ottobre nell’ambito del convegno “I rifiuti: problema o risorsa?”, presso il Centro Servizi Camerali G.Alessi a Perugia.Rispetto agli altri pallet in commercio, quello di Palm è realizzato “a chilometro zero”, utilizzando legname proveniente da pioppeti locali certificati da Pefc e Fsc, i due maggiori schemi di certificazione forestale presenti al mondo. Acquistare materie prime senza le adeguate garanzie infatti contribuisce alla deforestazione dissennata di molti polmoni verdi mondiali ma è anche un sostegno alle attività della criminalità e al dilagare di corruzione, riciclaggio di denaro, traffico di armi, finanziamento di guerre civili e danni incalcolabili alle popolazioni del Sud del mondo.Palm ha quest’anno lanciato la campagna “Filiera bosco-legno-consumatore responsabile” per riunire tutte le realtà virtuose del settore. Secondo i promotori della campagna, tutti avrebbero da guadagnare dal rafforzamento della filiera: le aziende italiane virtuose, che potranno aumentare i loro fatturati; i proprietari delle foreste gestite in modo responsabile perché saranno messe al riparo dalla concorrenza del legno “low cost”; il Fisco perché vedrà ridurre l’evasione provocata dai commerci clandestini; l’ambiente perché saranno ridotte le emissioni e i danni alla biodiversità. A perderci sarebbe l’illegalità.A Perugia Palm porterà all’attenzione del pubblico l’importanza di azioni responsabili, per un nuovo modo di “produrre” e “consumare”. Questi comportamenti virtuosi posso partire proprio dal Greenpallet. Un elemento semplice, ma che riveste un ruolo fondamentale: dalla sicurezza dei lavoratori nei magazzini al trasporto e al consumo degli alimenti.Dal Greenpallet Palm nasce la linea Palm Design: ecoarredi a ridotto impatto ambientale, una testimonianza di come attraverso il design sistemico si possano ottimizzare gli scarti della produzione del Greenpallet e dar vita a nuovi elementi di arredo come tavoli, sedie, eco cassette per il vino, orto pallet.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ci fai e ci sei

Posted by fidest press agency su martedì, 19 luglio 2011

Il Comune di San Lazzaro di Savena promuove, insieme ai Comuni di Pianoro, Ozzano e Monghidoro, “Ci fai e ci sei”, concorso di idee per la valorizzazione della creatività giovanile. Possono partecipare al concorso i giovani tra i 16 e i 29 anni, residenti nei Comuni di San Lazzaro di Savena, Pianoro, Ozzano e Monghidoro, singolarmente (con un progetto da realizzare nel proprio comune di residenza) o aggregati in gruppi informali, con una sola proposta. Sia i singoli che i gruppi possono presentare una sola proposta progettale Le idee-progetti devono essere presentate per e-mail entro le ore 18 del 30 settembre 2011
I progetti dovranno essere realizzati entro il 31 maggio 2012 e non possono avere scopo di lucro. I promotori dei progetti dovranno necessariamente partecipare alle riunioni organizzative previste per la realizzazione delle idee progettuali finanziate. In particolare, per il Comune di San Lazzaro di Savena il progetto potrà essere un qualsiasi prodotto software (applicazione, modulo, template, ecc..) od oggetto multimediale compatibile con gli strumenti tecnologici più diffusi: da un’applicazione in java, php o altro linguaggio di programmazione, a un oggetto flash, un template grafico, un idea di sviluppo. In quest’ultimo caso, l’idea e la schematizzazione del progetto, dovrà comunque essere analizzata per una sua effettiva realizzazione da parte di soggetti terzi. Il bando ed altre informazioni sono disponibili su http://www.informagiovanni.it.(san lazzaro)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovanni Paolo II: Papà dell’Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 Mag 2011

Roma 9 maggio 2011 alle 18.30 Vicolo di Papa Leone 131 presso l’associazione casale Europa convegno su “Giovanni Paolo II Pilastro identita’ europea” “Giovanni Paolo II, di cui Roma ha avuto l’onore immenso di celebrare la beatificazione pochi giorni fa, non soltanto è un esempio di riconosciuto carisma e di santità, ma è certo che rappresenti un padre dell’Europa, un testimone dei valori e della cultura del nostro continente, delle idee e dei simboli che ne costituiscono l’identità e che non devono essere dimenticati. Ci suona naturale quindi chiamarlo affettuosamente ‘papà dell’Europa’ perché come ogni padre affettuoso, pur insegnando ai propri figli il rispetto e la solidarietà verso gli altri, non ha mai dimenticato di parlar loro e di istruirli rammentando quelli che sono i capisaldi del pensiero del vecchio continente, delle nostre nazioni e delle nostre famiglie, ergendosi a pilastro dell’identità europea”, lo dichiara in una nota Fabrizio Santori (Pdl), consigliere di Roma Capitale, che interverrà al convegno intitolato: “Giovanni Paolo II, il papà dell’Europa”, cui prenderanno parte, inoltre, Giovanni Tridente, della Pontificia Università Santa Croce; Luigi Fioriti, Diacono dell’Eparchia di Lungro, e Daniele Venturi, Responsabile dei Papaboys. “Lanciare un messaggio di contenuti e di valori proprio da Roma, nel giorno della Festa dell’Europa, che ricade il 9 maggio, significa poter dare un concreto contributo allo sviluppo di un’entità che purtroppo fatica a decollare sotto il profilo dell’identità e degli obiettivi che intende prefiggersi per il futuro, garantendo soprattutto ai più giovani un valido senso di orientamento per poter arrivare a pensare finalmente anche europeo”, conclude Fabrizio Santori.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Forum delle Idee a Catanzaro

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2011

Catanzaro venerdi 15 alle 16 a, presso Il Caffe’ Letterario Di Via Menniti. Il tema della riflessione e del dibattito:  “Non siamo ragazzi. Il nostro futuro è cominciato ieri”. Secondo l’on. Laratta: “E’ necessario accelerare il processo di rinnovamento della classe politica calabrese, che appare decisamente datata, fuori dal contesto storico-politico-economico del Paese e dell’Europa. Sia nel centro-destra (dove sgoverna un giovane-vecchio come Scopelliti) come nel centrosinistra, è necessario avviare un vero processo di radicale cambiamento. Occorrono metodi, qualità, competenze del tutto nuove rispetto ad passato che ha visto fallire tutte le esperienze di governo regionale!”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »