Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘idos’

Nuovo sito web del Centro Studi e Ricerche IDOS

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 Mag 2019

Da oggi è possibile accedere su internet al nuovo sito web del Centro Studi e Ricerche IDOS, completamente rinnovato nella grafica, nei contenuti e nelle funzionalità. Il sito è stato realizzato grazie al supporto tecnico di Lai-momo, che da anni collabora con IDOS per la realizzazione e la promozione del Dossier Statistico Immigrazione e di altre pubblicazioni e iniziative. Nel nuovo sito (www.dossierimmigrazione.it) è possibile trovare non solo informazioni dettagliate circa tutte le iniziative che IDOS promuove o in cui viene chiamato a intervenire (convegni, conferenze, seminari, docenze, incontri, interviste e altri eventi di formazione e/o sensibilizzazione), ma anche notizie e aggiornamenti utili a operatori e studiosi, reportage esclusivi curati dalla rete dei referenti territoriali, e ancora comunicati stampa, schede socio-statistiche, video e infografiche (tutti scaricabili
o stampabili) riguardanti le ricerche e le pubblicazioni che il Centro Studi realizza durante l’anno. La novità assoluta consiste nel fatto che per la prima volta è possibile acquistare online, in formato cartaceo o – a un prezzo ridotto – elettronico (pdf), tutte le pubblicazioni di IDOS, attraverso un rapido, facile e sicuro sistema di pagamento e fatturazione online. In particolare, delle principali pubblicazioni (Dossier Statistico Immigrazione, Osservatorio Romano sulle Migrazioni, Rapporto Immigrazione e Imprenditoria ecc.) sono disponibili, per le diverse annualità, sia la versione integrale sia – nel solo formato elettronico – i singoli capitoli tematici o le appendici di tavole statistiche, acquistabili separatamente. A questo ricco repertorio storico di rapporti annuali, si aggiungono le pubblicazioni monografiche curate periodicamente dal Centro Studi e realizzate in collaborazione o per conto di enti privati o istituzionali, come ad esempio – per restare alle più recenti – la ricerca L’Europa dei talenti.
Immigrazione sarà on-line anche in lingua inglese, rendendo così fruibile a un pubblico internazionale i contenuti salienti del più noto e diffuso rapporto socio-statistico sull’immigrazione in Italia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dossier Statistico Immigrazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

immigrazione-via-mareI redattori regionali del Centro Studi e Ricerche IDOS hanno avviato la redazione del nuovo Dossier Statistico Immigrazione, che come di consueto verrà presentato in autunno. L’incontro è avvenuto presso la sede del Centro Studi Confronti che collaborerà alla cura redazionale del rapporto. Alla Tavola Valdese – Unione delle Chiese Valdesi e Metodiste, per il terzo anno consecutivo è stato chiesto di sostenere questa impegnativa iniziativa.
IDOS (acronimo di “Immigrazione Dossier Statistico”) ha calcolato che, a partire dalla prima edizione del 1991 (3.000 copie) fino a quella attuale (10.000), il numero totale dei volumi destinati alla distribuzione arriva a 265.000: un livello che dà un’idea dell’ampiezza della campagna di sensibilizzazione attuata nel corso degli anni.
Le copie del “Dossier”, infatti, vengono utilizzate per promuovere un dibattito informato sul fenomeno migratorio. Vengono organizzate annualmente oltre 100 presentazioni, ricorrendo alla collaborazione degli enti locali, del terzo settore, dei sindacati delle organizzazioni professionali e delle associazioni degli immigrati, chiamati a intervenire direttamente, quest’anno anche con il supporto del progetto “Voci di confine”, promosso dall’Agenzia per la Cooperazione allo Sviluppo e portato avanti da strutture direttamente impegnate con gli immigrati. Un fattore che da diversi anni perfeziona questa strategia di comunicazione è la presentazione del “Dossier” in contemporanea a Roma e in tutti i capoluoghi regionali: una sfida vinta grazie alla collaborazione della rete IDOS (a sua volta affiancata da una rete provinciale). Questa strategia prevede la distribuzione gratuita del rapporto a ciascun partecipante alle presentazioni che vengono organizzate. Alla base di questa impostazione sta la convinzione che la diffusione di un sussidio sull’immigrazione, periodicamente aggiornato con dati puntuali e attendibili, rappresenti un servizio da assicurare in tutte le province italiane. Il rapporto si caratterizza anche nella completezza dei dati presentati. Non è agevole raccogliere in maniera organica statistiche che provengono da differenti fonti e riuscire a presentarne il significato con chiarezza e brevità. A questa esigenza si riesce a rispondere con l’apporto di oltre 100 autori dei capitoli provenienti dai più diversi ambiti: pubblica amministrazione, università, centri studio, sindacati, associazionismo e mondo dell’immigrazione. Questa coralità di contributi dà corpo alle 480 pagine del volume e assicura un equilibrio di giudizio ispirato all’oggettività e attento anche ai diversi contesti regionali.
La nuova edizione del Dossier Statistico Immigrazione non mancherà di riconoscere, da una parte, che questo fenomeno pone dei problemi, specialmente con riguardo all’accoglienza dei richiedenti asilo cui bisogna far fronte senza trascurare l’integrazione degli immigrati già insediati e, dall’altra, che le carenze principali sono riferibili, in gran parte, al nostro “sistema paese”. In Italia, il bisogno di nuovi flussi in entrata, indispensabili per far fronte all’andamento demografico fortemente negativo per l’invecchiamento e la diminuzione della popolazione autoctona, sottolinea la necessità di politiche di inserimento più dinamiche insistendo sullo sviluppo economico e occupazionale. Questo obiettivo è a portata di mano se si pensa che prima della crisi un pur modesto tasso di sviluppo ha consentito di inserire nel mercato del lavoro sia gli italiani che gli immigrati. In positivo, invece, vanno sottolineate le innumerevoli iniziative di dialogo interreligioso portate avanti in molti contesti territoriali e a livello nazionale. Il Dossier Statistico Immigrazione 2017 entrerà nel merito di tutti gli aspetti del fenomeno, inclusi quelli legati alla multireligiosità, curando una diversa narrazione dell’immigrazione, fornendo in diversi casi una vera e propria opera di controinformazione e invitando a superare le impostazioni pregiudiziali.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Immigrazione e imprenditoria 2016”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 luglio 2016

“Il dinamismo imprenditoriale italiano ha contagiato anche gli immigrati. Non può che far piacere a noi della CNA, che seguiamo da anni con attenzione questo fenomeno. I dati del rapporto Idos, al quale collaboriamo da tempo, dimostrano che la spinta degli immigrati all’avvio di nuove attività è cresciuta anche nel 2015, incessantemente, perfino in settori maturi, dai quali gli imprenditori autoctoni si allontanano. Un segnale positivo, in termini di emersione dal sommerso, promozione socio-economica, integrazione. Il lavoro autonomo è, infatti, una delle migliori forme d’integrazione e per questo va favorito, puntando su una estrema semplificazione che deve riguardare però tutte le imprese italiane, quale che sia il luogo di nascita del titolare”. Lo ha dichiarato il presidente della CNA, Daniele Vaccarino, commentando le anticipazioni del Rapporto Immigrazione e Imprenditoria, curato dal Centro studi e ricerche Idos con il sostegno della CNA, di MoneyGram e di altre strutture professionali, in uscita in autunno.Dal Rapporto emerge che, per la prima volta dopo quattro anni, nel 2015 il numero delle imprese in Italia ha smesso di calare, anche grazie al dinamico apporto dell’imprenditoria immigrata. Le imprese condotte da lavoratori nati all’estero sono ormai oltre 550mila, quasi un decimo di quelle registrate negli elenchi delle Camere di commercio: il 9,1 % contro il 7,4 % del 2011. Commercio e costruzioni si confermano i comparti prevalenti, ma l’edilizia cede il passo ai più elevati ritmi di incremento segnati dalle attività di alloggio e di ristorazione e da quelle dei servizi alle imprese. Marocco, Cina e Romania sono i Paesi dai quali proviene il maggior numero di responsabili di imprese individuali, ma è il Bangladesh a distinguersi per l’incremento più sostenuto. Lombardia e Lazio, e al loro interno Milano e Roma, rimangono le aree dove sono maggiormente diffuse le attività. “Siamo di fronte a un folto gruppo imprenditoriale che, se adeguatamente sostenuto, può funzionare come un perno su cui innestare promettenti azioni di co-sviluppo”, è la riflessione del presidente di Idos, Ugo Melchionda. Massimo Canovi, Vice Presidente di MoneyGram per il Sud Europa, ricorda che “anche le esperienze meno strutturate possono innescare percorsi fruttuosi di crescita e di successo, come testimoniato dai numerosi imprenditori immigrati finalisti al MoneyGram Award, che si sono distinti per aver raggiunto risultati prestigiosi sul piano dell’innovazione e del profitto, ma anche dell’occupazione e della responsabilità sociale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »