Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘impegno’

Impegno per rilanciare offerta turistica

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 ottobre 2020

Oggi rappresenta il 13% del Pil e il 15% dell’occupazione italiana, e mentre il settore sta affrontando, a livello mondiale, un periodo di grande difficoltà, la nostra consapevolezza sta diventando quella di tutti.In questi mesi siamo intervenuti con misure di sostegno, per lavoratori e imprese, adesso invece, con la nascita del “Fondo Nazionale per il Turismo”, lanciato da Cassa Depositi e Prestiti, interveniamo a tutela del patrimonio turistico e culturale nazionale, puntando sull’eccellenza della tradizione italiana dell’ospitalità.Quello presentato oggi, dal Ministro Franceschini e da CDP, è un fondo che potrà mobilitare fino a 2 miliardi di euro, per sostenere lo sviluppo dei territori e la competitività del sistema ricettivo italiano. Potrà investire in strutture storiche e iconiche del paese, spesso rappresentative di una destinazione, capaci di dare un contributo importante alla generazione di occupazione e indotto. Uno strumento importante per far ripartire l’economia reale.È un impegno molto serio quello che intendiamo portare avanti nel rilanciare la nostra offerta turistica, un impegno che va ad innestarsi con il piano dell’export, integrato con tutta la filiera, a cui lavora il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, estremamente importante non solo per la promozione del Made in Italy, ma anche per intercettare flussi turistici che avevamo perso e oggi vogliamo riconquistare, offrendo quell’ospitalità e quell’accoglienza di cui siamo maestri.Stiamo ridisegnando il Paese, ed un tassello fondamentale del nostro “piano industriale” è rappresentato proprio da questo. Riqualificazione urbana, sviluppo infrastrutturale e una conversione green sono alla base, anche, di un nuovo modello di accoglienza, che dovrà abbinare alle grandi Città d’Arte, anche percorsi di scoperta dei piccoli borghi, garantendo così un turismo diffuso e sostenibile.Con l’impegno di tutti, ci rialzeremo molto presto”.Lo scrive, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Report 2019: l’impegno per Capitale Umano

Posted by fidest press agency su sabato, 4 luglio 2020

Le difficoltà causate dal coronavirus hanno portato alla luce il meglio delle aziende di tutto il mondo, che si sono immediatamente prodigate per fornire assistenza alle comunità in cui operano, mettendo a punto servizi in grado di soddisfare le urgenze e le necessità a livello economico e sociale. IBM non fa eccezione: il Corporate Social Responsibility Report, pubblicato oggi, riporta l’impegno dell’azienda a livello internazionale nella collaborazione con comunità, clienti, istituzioni e organizzazioni no profit per la risoluzione dei problemi legati all’ambiente, alla società e alla governance anche in questo primo periodo di pandemia.Le aziende con programmi di responsabilità sociale solidi e ben avviati sono in grado di offrire assistenza efficace e tempestiva, poiché già addestrate a sviluppare soluzioni e servizi volti a risolvere le grandi sfide dell’umanità nel lungo termine. IBM continua a farlo sviluppando progetti e programmi che fanno leva su due pilastri: la tecnologia e i talenti. È proprio l’integrazione di questi due aspetti che, in Italia, ha permesso di portare avanti importanti progetti in ambito educativo:
P-TECH, il percorso educativo iniziato a Taranto per accompagnare i ragazzi dal liceo al mondo del lavoro insegnando loro le skill tecnologiche e etiche del futuro; La collaborazione con Cisco che ha permesso a studenti e insegnanti di superare la prova della didattica a distanza durante la pandemia contando sulla piattaforma Webex e sulle competenze dei Volontari IBM.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’impegno per preparare i ragazzi al proprio futuro

Posted by fidest press agency su domenica, 7 giugno 2020

Junior Achievement, la più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata all’educazione economico- imprenditoriale nelle scuole, e Fondazione EY Italia Onlus, saranno protagoniste della seconda settimana di programmazione de “L’Italia che fa”, il nuovo programma TV di Rai 2 dedicato alle storie e ai desideridi chi si impegna per gli altri, condotto da Veronica Maya e in onda dal lunedì al venerdì alle ore 16.10. Dall’8 al 12 giugno, Junior Achievement Italia e Fondazione EY Italia Onlus racconteranno il proprio impegno congiunto a supporto dei giovani, per aiutarli a trovare il proprio percorso e realizzarlo con successo. Lo faranno attraverso una serie di testimonianze che raccontano il lavoro di Junior Achievement e la collaborazione con la Fondazione EY Italia Onlus. Una collaborazione che nasce nel 2019 con un concerto di raccolta fondi a favore dei progetti di Junior Achievement, eseguito dalla Young Talent Orchestra EY. L’orchestra, composta da giovani selezionati per il loro talento che hanno la possibilità
di seguire gratuitamente corsi di alto perfezionamento musicale, è a sua volta sostenuta da Fondazione EY Italia Onlus.
Junior Achievement opera da oltre 15 anni nelle scuole di tutta Italia, soprattutto in quelle regioni a più alto rischio di dispersione scolastica, grazie a progetti inclusivi realizzati con la collaborazione di docenti e di manager d’azienda volontari (i Dream Coach), che dedicano parte del loro tempo a trasferire agli studenti la realtà della vita in azienda e ispirarli per il loro futuro professionale. Protagonista sarà la Sicilia, con l’ITT E. Majorana di Milazzo, in rappresentanza di tutte le oltre mille scuole italiane coinvolte nei programmi didattici di Junior Achievement: docenti, studenti, Dream Coach racconteranno le loro storie, le sfide che si sono trovati ad affrontare e le competenze che hanno appreso e messo in campo per continuare a costruire la scuola del futuro, sempre più vicina al mondo del lavoro. Un’attività, questa, che diventa oggi ancora più rilevante a fronte della complessa situazione in cui si sono trovati i ragazzi in questi mesi, tra l’isolamento e le difficoltà della didattica tradizionale nel periodo di lockdown, che li ha esposti maggiormente al fenomeno dell’abbandono scolastico e ha dunque reso ancora più necessario sostenerli, coinvolgerli e motivarli. Un esempio di successo, quello della Sicilia, dove molti istituti partecipano ai programmi didattici di Junior Achievement, realizzati anche grazie al sostegno di partner locali: una best practice di collaborazione fra scuole, aziende, fondazioni (come Fondazione EY Italia Onlus), ed enti locali per un impegno comune che Junior Achievement persegue in tutta Italia con l’obiettivo di poter coinvolgere sempre più ragazzi nei propri programmi e trasferire loro quelle competenze fondamentali per prepararsi al lavoro di domani. Sono stati circa 50 mila i giovani dai 6 ai 24 anni formati da JA Italia nell’a.s. 2018/2019, e l’ambizioso obiettivo dell’associazione è di raggiungerne e sostenerne 500 mila entro il 2025, arrivando a fare davvero la differenza nel futuro del nostro Paese, di cui questi ragazzi saranno protagonisti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

American Express conferma il massimo impegno per la fase 2

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 maggio 2020

American Express, facendo leva sulla dimensione internazionale, si è attivata dall’inizio dell’emergenza attraverso American Express Foundation, stanziando 6 milioni di dollari in sovvenzioni a organizzazioni in Italia e nel mondo per sostenere le persone in prima linea nella crisi a combattere l’epidemia. La donazione consente l’acquisto e la consegna di forniture protettive agli operatori sanitari, il sostegno alla ricerca e allo sviluppo di vaccini, e il sostentamento delle comunità in maggiori criticità per soddisfarne il fabbisogno nutrizionale. In Italia invece sono state effettuate due donazioni da 50 mila euro ciascuna per la Fondazione Buzzi di Milano, che ha raccolto le richieste degli ospedali della Lombardia e fornito postazioni complete per la terapia intensiva, e la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma, che ha aperto il nuovo “Columbus Covid 2 Hospital” per il supporto ai pazienti Covid-19. In un momento difficile per il nostro Paese, in cui salute e sicurezza continuano a essere la priorità assoluta, American Express, che da oltre 170 anni pone questi valori al centro della propria attenzione rivolta a dipendenti, clienti, partner, ha rinnovato questa missione, ampliando fin dall’inizio dell’emergenza l’impegno globale e locale con azioni concrete a beneficio di tutti al fine di superare la pandemia COVID-19, e continuando anche ora nella fase 2 per affrontare l’importante sfida della ripartenza: 100% di dipendenti in smartworking, iniziative specifiche a supporto di clienti, professionisti ed esercenti.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Non si ferma l’impegno di Amilon nell’affrontare l’emergenza COVID-19

Posted by fidest press agency su domenica, 5 aprile 2020

Dopo il lancio della gift card solidale Save The Shopping che sostiene i negozi e gli ecommerce attualmente chiusi, la società italiana, parte del gruppo Zucchetti, leader nella distribuzione di gift card e voucher digitali in Italia e in Europa, lancia una nuova iniziativa a sostegno di tutti i comuni italiani, a seguito dell’emanazione dell’ultimo decreto governativo che prevede la consegna di buoni spesa e buoni acquisto alle famiglie più in difficoltà.Amilon ha deciso, infatti, di supportare i singoli comuni nell’erogazione dei buoni spesa, mettendo a loro disposizione, in modo totalmente gratuito, la propria tecnologia per fornire e consegnare in tutta Italia e in via digitale i buoni spesa delle principali catene di supermercati italiani.“La tecnologia può davvero svolgere un ruolo importante in questo momento e chiunque ente o azienda sia in grado di fornire un aiuto grazie al proprio business, può contribuire in modo significativo durante questa grave emergenza economico-sanitaria” ha dichiarato Andrea Verri, CEO e co-founder di Amilon.“Per questo motivo abbiamo deciso immediatamente di mettere a disposizione la nostra piattaforma ai comuni italiani e aiutarli nell’erogazione dei buoni spesa, così come previsto dal Governo” ha aggiunto Fabio Regazzoni, CEO e co-founder dell’azienda che ricorda come i buoni spesa siano immediatamente utilizzabili dopo l’acquisto. Inoltre, possono essere consegnati in pochi istanti ai beneficiari (tramite e-mail, messaggio o WhatsApp), stampati per eventuali consegne a mano o utilizzati per pagare direttamente in cassa dallo smartphone o tablet, oppure in forma cartacea.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enti locali: Massimo impegno per i comuni

Posted by fidest press agency su domenica, 22 marzo 2020

Roma – “Ho letto la nota del Presidente dell’ANCI Decaro, con cui siamo in costante contatto, e qualche altra dichiarazione. Voglio tranquillizzare tutti sul fatto che siamo estremamente consapevoli anche delle esigenze degli Enti Locali, che rappresentano l’altro grande cordone sanitario nazionale e sono la trincea dei servizi essenziali. Mai come in questo difficile momento per il Paese.
In questo Decreto abbiamo dato un segnale concreto ai Comuni con la sospensione di alcuni adempimenti amministrativi e il finanziamento del fondo per il lavoro straordinario della Polizia Municipale, che si sta rendendo fondamentale anche per assicurare i controlli sul distanziamento sociale. Nel prossimo ci saranno misure a sostegno delle Amministrazioni, ma le potremo adottare sulla base dei dati di monitoraggio. Intanto stiamo lavorando ad una norma che a fronte dell’eventuale sospensione di tributi dia la liquidità ai Comuni per poter comunque sostenere i costi per il mantenimento dei servizi essenziali.Anche per i Comuni, come per le aziende, è necessario comprendere gli effetti della sospensione delle attività disposta con il DPCM dell’11 marzo scorso. Le situazioni si stanno evolvendo di giorno in giorno.L’impegno in favore dei Comuni e degli altri enti locali, da parte nostra non manca mai”.Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Settima Nota

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 gennaio 2020

E’ alla scoperta e alla valorizzazione di musicisti, cantanti e autori capaci di esprimere talento e impegno. La Settima Nota si distingue da iniziative analoghe per il fatto di essere basato su un inedito format registrato SIAE di gara musicale sviluppato su un innovativo progetto di comunicazione social. Principale sponsor del concorso è la casa editrice musicale milanese LONG DIGITAL PLAYING, principalmente interessata nella individuazione di talenti sui quali confluire investimenti orientati alla crescita professionale e di immagine; anche per tale motivo la partecipazione al concorso è e rimane GRATUITA.Tutti i partecipanti del concorso entreranno di diritto nella compilation dell’etichetta LDP e ai primi tre finalisti del Concorso verrà data la possibilità di realizzare un proprio videoclip musicale in studio a Milano, mettendo gratuitamente a disposizione il set fotografico attrezzato e l’operatore professionista di ripresa.Il primo premio del concorso consiste in un contratto discografico per la pubblicazione di un album con etichetta LDP che verrà promosso e distribuito sulle maggiori piattaforme digitali.Ai primi tre finalisti del Fuoriconcorso – SI MINORE verrà dato il diritto di partecipare ad una delle successive edizioni del concorso, a far data dal conseguimento della maggiore età e senza dover sostenere la fase di pre-selezione.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Informazione: “se governo non manterrà impegni possibile sciopero generale”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

“L’informazione riparta dal lavoro. E dall’uso corretto e responsabile delle parole”. Così scrive il segretario della Fnsi Raffaele Lorusso in un editoriale pubblicato sul sito di Articolo21. “Nessuno deve farsi illusioni: gli interventi previsti dal governo nella manovra di bilancio per il 2020 sono soltanto pannicelli caldi. Mancano misure strutturali per dare stabilità al sistema e porre le basi di un rilancio ineludibile. Aver finanziato altri prepensionamenti senza affrontare il tema del contrasto al precariato e della cancellazione dall’ordinamento di una vergogna chiamata “collaborazioni coordinate e continuative” finirà per aggravare la situazione dell’Inpgi e ampliare l’area del lavoro irregolare. Certo, rispetto alla prima stesura la norma è stata resa meno devastante, accogliendo alcuni dei rilievi della FNSI (e di questo va dato atto al sottosegretario all’editoria, Andrea Martella), ma a questo punto serve un cambio di passo”.
“Già alla ripresa di gennaio – scrive Lorusso – è necessario che il governo mantenga gli impegni assunti e attivi i tavoli per il lavoro e per la messa in sicurezza dell’Istituto di previdenza, a partire dall’allargamento della platea degli iscritti. In mancanza di risposte convincenti, la FNSI metterà in atto gli strumenti di lotta – già approvati dai propri organismi – fino allo sciopero generale”. “Sarà necessario uno sforzo di responsabilità collettiva anche sul piano della qualità e delle credibilità dell’informazione” conclude Lorusso. “Il giornalismo deve favorire l’uso corretto e responsabile delle parole. Anche per questo, la FNSI sarà ad Assisi, il 24 e 25 gennaio prossimi, per partecipare insieme con Articolo 21 ed altre associazioni, alle iniziative per contrastare il linguaggio dell’odio”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Osservatorio Laudato Si’ – L’impegno dei giovani per l’ecologia

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Roma Venerdì 18 ottobre 2019, ore 15:00 Pontificia Università Gregoriana Piazza della Pilotta 4. Istituito presso la Facoltà di Scienze Sociali della Pontificia Università Gregoriana e con il supporto del Joint Diploma in Ecologia Integrale, l’Osservatorio Laudato Si’ intende promuovere i valori dell’enciclica di Papa Francesco sulla cura della nostra casa comune. Esso mira ad approfondire l’insegnamento in essa offerto, la cui corretta ed efficace applicazione rappresenta una «grande sfida culturale, spirituale ed educativa che implicherà lunghi processi di rigenerazione» (LS 202). L’Osservatorio si propone di sviluppare sia un continuo lavoro sistematico (filosofico, teologico e sociale) sulla Laudato Si’, sia un approfondimento circa la sua attuazione dal punto di vista pastorale, educativo ed operativo.L’Osservatorio intende inoltre rispondere alla richiesta di Papa Francesco di “fare rete” e di aprire percorsi transdisciplinari, esercitati con sapienza e creatività nella luce della Rivelazione, illuminando «nuovi modi di relazionarsi con Dio, con gli altri e con l’ambiente, e che susciti valori fondamentali» (Evangelii gaudium 74).In tale contesto, tra le sue attività vi è quella di organizzare seminari su temi specifici, come questo qui presentato. Il primo avrà luogo venerdì 18 ottobre e intende porre in collegamento il trascorso Sinodo sui Giovani con il presente Sinodo sull’Amazzonia, interrogandosi sull’impegno delle giovani generazioni per la salvaguardia della casa comune. Il seminario «The Amazon and Beyond. Integral Ecology, Multiple Vulnerabilities and Youthful Commitments» si aprirà alle ore 15:00 con il saluto del Prof. Jaquineau Azetsop S.J., decano della Facoltà di Scienze Sociali, e di P. Philipp G. Renczes S.J., nuovo decano della Facoltà di Teologia. In seguito alla relazione introduttiva di Mons. Marcelo Sanchez Sorondo, seguiranno gli interventi sui due Sinodi proposti da Miguel Yanez S.J., Giacomo Costa S.J., Alessandra Smerilli FMA. Nella seconda parte del seminario saranno invece condivise esperienze (Tomas Insua, Celia Deane-Drummond) e proposte strategie per aree sensibili quali l’Asia Pacifica (Pedro Walpole, S.J.), il Bacino del Congo (Rigobert Minani, S.J.) e l’Amazzonia (Jaime Tatay Nieto, S.J.).

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’impegno assunto dal Governo per la cittadinanza che fine ha fatto?

Posted by fidest press agency su domenica, 9 giugno 2019

“Dopo tutto il lavoro che ho fatto nella scorsa Legislatura sulla cittadinanza, il mio impegno continua! Infatti, dopo che il Governo ha accolto il mio Ordine del Giorno, oltre 6 mesi fa, ho depositato una interrogazione in cui chiedo conto dell’attuazione del mio Ordine del Giorno. Infatti, il Governo si impegnava a trovare adeguate soluzioni per venire incontro a chi, in seguito ad espatrio, aveva perso la cittadinanza. Sono passati più di 6 mesi, cosa succede? Il Governo prima dice “si” e poi? Non ci sono segnali di attenzione al problema, questo è davvero sintomo di mancanza di volontà politica e anche di mancanza di rispetto verso l’emigrazione che tanto ha dato all’Italia. Attenderò con pazienza la risposta e continuerò a battermi affinché chi è nato italiano possa facilmente riacquistare quella cittadinanza italiana che fa parte della sua identità!”. Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald (FI) dopo aver presentato una interrogazione al Governo sul riacquisto della cittadinanza italiana per chi l’ha perduta recandosi all’estero.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Castelli su Facebook: “Con l’impegno comune si migliora l’economia reale”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 aprile 2019

Roma – “Leggo che Confindustria prevede una manovra ingente con effetti recessivi. In questi mesi abbiamo costruito, insieme, un metodo di lavoro, e i pronostici catastrofici di alcune associazioni di categoria sono stati smentiti. Produzione industriale + 1,7% (anche se qualcuno dice che è solo per via delle scorte), esportazioni + 2,5%, indice PMI settore servizi + 2,7, sofferenze bancarie – 32,4% rispetto al 2018, investimenti delle regioni + 85% e dei comuni + 22%. Continuiamo così, e ancora una volta potremmo dire di aver cambiato la tendenza, insieme, partendo dagli effetti sicuramente positivi dei prossimi trimestri del DL Crescita, tanto voluto da tutti i corpi intermedi e per questo scritto a più mani.
Solo un clima di condivisione, di confronto costruttivo e di impegno comune può consentire a questo Paese di volare alto. Noi lavoriamo per questo tutti i giorni”. Così, in un post su Facebook, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Impegno per rilancio imprenditoria italiana in Ue

Posted by fidest press agency su martedì, 16 aprile 2019

C’è anche il mondo produttivo e delle imprese schierato con Fratelli d’Italia per le prossime elezioni europee che dal palco del Lingotto di Torino, nel corso della Conferenza programmatica di FdI, ha lanciato la sua sfida per ‘Cambiare l’Europa, per cambiare tutto’. Tra questi spiccano alcuni noti esponenti del mondo dell’imprenditoria.
È il caso di Fabio Pietrella, presidente di Confartigianato Moda l’associazione più importante a livello mondiale per le piccole e medie imprese artigiane: “Il 98% delle imprese in Italia – ha dichiarato – ha meno di 50 dipendenti. Per decenni sono state fatte politiche solo per le grandi aziende: è ora di cambiare questo modo di vedere le cose. Ci sono commercianti e imprenditori che vogliono identificarsi sotto una bandiera italiana che li tuteli davvero. Per questo ho accettato la candidatura di Fratelli d’Italia”.
“Grazie a Fdi e a Giorgia Meloni per l’incredibile opportunità di fare qualcosa per il mio Paese”: ha spiegato Pietro Fiocchi, presidente del ramo USA della storica azienda di munizioni Fiocchi e prossimo candidato per Fratelli d’Italia alle Europee nel collegio nord-ovest. “Il nostro settore rappresenta lo 0,5 per cento del Pil italiano, costituendo un esempio virtuoso per l’Italia: tutte le nostre aziende, infatti, internazionalizzano e non delocalizzano all’estero i posti di lavoro, rimanendo nella nostra Nazione con la nostra passione e i nostri marchi”.
Infine, Michela Sciurpa imprenditrice umbra rivendica la sua scelta perché “Giorgia Meloni si batte con forza per difendere le nostre imprese e la loro parte fondamentale ovvero le donne lavoratrici, difendendo il loro diritto alla maternità senza dover sacrificare il posto di lavoro”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Medici: Fp Cgil, da Grillo impegni su contratto, sciopero sospeso

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 gennaio 2019

“Dopo i risultati raggiunti nell’intesa con le Regioni del 16 gennaio in tema di risorse contrattuali e dopo le garanzie ricevute dal Ministero della Pa sullo sblocco del contratto dei dirigenti del Servizio sanitario nazionale nell’incontro del 17 gennaio, registriamo oggi anche l’impegno del ministro Grillo a riavviare al più presto la trattativa anche con la costituzione di un tavolo tecnico per affrontare il tema della retribuzione individuale di anzianità sottratta dai fondi dei dirigenti della sanità”. Ad affermarlo è il segretario nazionale della Fp Cgil Medici e dirigenti Ssn, Andrea Filippi.
Alla luce di questi risultati, osserva, “ci sono oggi le condizioni per sospendere lo sciopero e per non gravare sui cittadini e sui lavoratori, ma non siamo ancora soddisfatti: dobbiamo avere certezza che gli impegni siano rispettati. Lo sciopero è per ora quindi sospeso ma manteniamo lo stato di agitazione con assemblee in tutti i luoghi di lavoro. Non dimentichiamo poi che il problema vero su cui il governo deve intervenire è quello delle carenze di personale che stanno piegando il Servizio sanitario nazionale”, conclude Filippi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’impegno dell’UNICEF per combattere la malnutrizione

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 dicembre 2018

Nel mondo oltre 200 milioni di bambini soffrono di una qualche forma di malnutrizione. Secondo gli ultimi dati sono circa 151 milioni i bambini affetti da malnutrizione cronica, 50,5 sono colpiti da malnutrizione acuta. Nel 2017, la malnutrizione è stata concausa di circa 3 milioni di decessi infantili. Africa e Asia sopportano il peso maggiore delle diverse forme di malnutrizione: nel 2017, il 55% dei bambini affetti da malnutrizione cronica viveva in Asia, il 39% in Africa; il 69% di quelli con malnutrizione acuta si trovava in Asia, il 27% in Africa: questi i principali dati del nuovo rapporto dell’UNICEF “Diamogli peso: l’impegno dell’UNICEF per combattere la malnutrizione”, lanciato oggi.
Altrettanto preoccupanti i dati sull’obesità dei bambini, visto che da più di 15 anni non si registrano progressi nell’arginare la crescita del tasso di sovrappeso: nel 2017, 38,3 milioni di bambini sotto i 5 anni risultavano in sovrappeso, 8 milioni in più rispetto ai 30,1 milioni del 2000. Nel 2017, il 5,6% della popolazione infantile mondiale sotto i 5 anni risultava sovrappeso. In Europa 1 bambino su 3 è in sovrappeso. In Italia la percentuale di bambini e adolescenti obesi è aumentata di quasi 3 volte nel 2016 rispetto al 1975.
L’obesità infantile in Italia non è dovuta soltanto ad una cattiva alimentazione (eccesso anche in età infantile di consumo di zuccheri e di grassi), ma anche ad uno stile di vita spesso troppo sedentario. Secondo gli ultimi dati ISTAT la quota dei bambini sedentari è molto alta nella fascia di età 3-5 anni (48,8%) diminuisce nelle fasce di età successive, ma inizia a risalire e a mantenersi alta a partire dalla fascia di età 18 – 19 anni (20,8%).
I disturbi del comportamento alimentare sono patologie di estrema potenziale gravità anche per l’alto tasso di complicanze/comorbidità mediche e psichiatriche. A livello internazionale, nei soggetti di età compresa tra i 9 e i 14 anni, il 7,1% dei maschi e il 13,4% delle femmine presenta un comportamento alimentare disturbato. I disturbi del comportamento alimentare si presentano con maggior frequenza nei paesi industrializzati e ad alto reddito.“Quando si parla di malnutrizione il nostro immaginario ci porta direttamente a situazioni legate ai paesi più poveri”, ha dichiarato Francesco Samengo, Presidente dell’UNICEF Italia – Infatti, uno dei maggiori problemi per l’infanzia nel mondo è quello dei bambini malnutriti a causa della sotto-alimentazione. Tuttavia, malnutrizione non significa solo non avere da mangiare a sufficienza, ma anche mangiare in modo errato o malsano. Per questo, attraverso questo rapporto, vogliamo mettere in luce anche il problema dell’obesità infantile che sta assumendo le caratteristiche di una vera e propria epidemia. Infine, grazie al contributo di esperti, vogliamo presentare altri due aspetti legati alla questione della cattiva alimentazione, in particolare nel nostro paese. Il primo è quello della sicurezza alimentare: anche in Italia bambini e bambine che vivono nei nuclei familiari più poveri non hanno accesso a fonti di cibo sicure e sufficienti. Il secondo è quello dei disordini alimentari, che porta alla luce una forma crescente di disagio tra gli adolescenti e presta il fianco ad una serie di altre problematiche quali quelle del bullismo legato all’immagine fisica”, ha concluso il Presidente dell’UNICEF Italia.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’impegno dell’Università Europea di Roma nella ricerca storica

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Continua l’impegno dell’Università Europea di Roma nella ricerca storica. Recentemente sono stati pubblicati i volumi “Il nemico indomabile. Roma contro i Germani” (Laterza) di Umberto Roberto, Coordinatore del Corso di Scienze della Formazione Primaria e “I crociati in Terrasanta. Una nuova storia (1095-1291)” (Carocci), di Luigi Russo, Vice-Coordinatore dello stesso Corso.Il libro del Prof. Umberto Roberto affronta il tema della lotta tra Roma e i Germani, sfida epica per la sopravvivenza. Una questione antica che segna una frattura nel cuore dell’Europa attraverso i secoli e che ha dato vita a un mito potente: quello dei Germani ribelli e indomabili, tenaci custodi della loro libertà, capaci di umiliare uno degli imperi più potenti della storia, ostili a una piena integrazione nella civiltà latina. Un mito che evoca una frattura nel cuore dell’Europa, un dissidio che attraversa tutta la nostra storia fino a oggi.Il libro del Prof. Luigi Russo ha inteso slegare la storia del movimento crociato dalla classica elencazione d’impianto manualistico che sulla base di una vecchia tradizione storiografica individua una serie di spedizioni come “ufficiali” mentre relega al contempo altre (pur importanti) in secondo piano. Lo scopo dell’autore è stato quello di trasmettere ai lettori una visione più ampia e complessa di una storia che interessò i più importanti personaggi dei secoli centrali dell’età medievale, da Federico II a Luigi IX di Francia, da Francesco d’Assisi al condottiero curdo Saladino, una storia ‘plurale’ delle vicende che portarono nei secoli XII-XIII all’insediamento in Medioriente dei crociati e che meritava di essere del tutto ripensata.L’Università Europea di Roma, con le pubblicazioni dei suoi docenti di Scienze della Formazione Primaria, vuole continuare l’impegno nella ricerca,per confermare l’importanza della Storia in un momento in cui questa disciplina sembra interessare un numero sempre più ristretto di studenti.Nell’ultimo decennio, infatti, solo il 3% in media ha optato per la traccia storica all’esame di maturità. Secondo il Prof. Luigi Russo “si tratta di una spia della crescente inadeguatezza dell’insegnamento della disciplina storica nella Scuola Primaria e Secondaria. Gli storici di professione non sono esenti da colpe, visto lo scarso interesse che alcuni di loro hanno dimostrato per la didattica della Storia, disciplina percepita come secondaria o scarsamente degna di attenzione”.“Proprio per questo motivo – aggiunge il Prof. Umberto Roberto – è urgente che gli studiosi di professione si impegnino con rinnovata energia nel campo della divulgazione storica e nella didattica dell’insegnamento, non disinteressandosi delle dinamiche e dei cambiamenti spesso radicali a cui è andato incontro in questi anni il mondo della Scuola”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Qual è l’impegno di AIL nell’assistenza ai pazienti e alle loro famiglie?

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 novembre 2018

By Felice Bombaci Responsabile Gruppi AIL Pazienti. AIL è nata con l’intento di dare supporto e di alleviare il peso della malattia ai pazienti e familiari affetti da tumori del sangue, e da sempre supporta i familiari in questo percorso spesso lungo e difficile.
Da dieci anni sono nati i gruppi pazienti che operano all’interno di AIL con lo scopo principale di sviluppare iniziative e attività rivolte ai pazienti e ai loro familiari, per aumentare la consapevolezza delle patologie diagnosticate e consentire ai pazienti di affrontare con più serenità il percorso terapeutico.
Da 50 anni AIL è un punto di riferimento certo per chiunque abbia una diagnosi di tumore del sangue.
Quando arriva la diagnosi di un tumore questa non colpisce solo chi l’ha avuta, ma anche tutti i suoi familiari, che si ritrovano all’improvviso a dover affrontare una situazione sconosciuta e che porta con sé una serie di conseguenze inevitabili.
Uno degli effetti della malattia è la riduzione dell’attività lavorativa e il conseguente impatto economico che si ripercuote inevitabilmente su tutta la famiglia.
AIL supporta i pazienti che devono sottoporsi a terapie lontano dalla propria città di residenza contribuendo alle spese di trasporto, supportando i cosiddetti viaggi solidali, e attraverso le Case alloggio AIL; l’Associazione inoltre cerca di alleviare il più possibile il peso della malattia tramite i servizi offerti come l’assistenza domiciliare.
Il bisogno principale delle famiglie è avere qualcuno che possa aiutarli a ridurre il peso e l’impatto che il tumore ha su di loro, sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista emotivo e psicologico. Una famiglia che si trova a dover comunicare una diagnosi così difficile a bambini e ragazzi ha bisogno di supporto e vicinanza, che è quello che AIL fa da 50 anni con le sue équipe multi-specialistiche.
Il Mieloma Multiplo è una malattia che colpisce gli adulti e lo fa in maniera improvvisa spesso riducendo la capacità fisica delle persone colpite. Le microfratture che caratterizzano il manifestarsi della malattia infatti possono determinare un’invalidità che può costringere il paziente ad essere accompagnato, accentuando così in famiglia, già prima dell’avvio del percorso terapeutico, l’esigenza di un supporto maggiore dedicato agli spostamenti, rispetto ad altre diagnosi di tumore del sangue. Grazie alle nuove terapie queste esigenze sono migliorate ma prima del loro avvio queste problematiche sono molto sentite dai pazienti e dalle loro famiglie.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro:Impegno e disincanto in Pasolini, De André, Gaber e R. Gaetano

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 novembre 2018

Milano 3 novembre ore 18,30 Casa delle Arti – Spazio Alda Merini (via Magolfa 32) ci sarà la presentazione del saggio “IMPEGNO e DISINCANTO” di Annibale Gagliani edito da I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno. Ospite Paolo Dal Bon (Presidente Fondazione Gaber) , introduce Diana Battaggia, modera Stefano Donno editore de I Quaderni del Bardo Edizioni). Incursioni musicali e poetiche a cura di Federico Montefusco Chiara Evangelista. «Il primo libro di Annibale Gagliani è lo sviluppo di un traguardo personale importante, lungamente pensato, sviluppato, limato, articolato negli anni precedenti, in cui l’autore ha esercitato una pazienza non comune ed è andato alla ricerca di fonti e interpretazioni che spesso sono testimoniali e di prima mano […]. Quando si ha a che fare con quattro icone riconosciute della cultura alta e popolare dell’Italia contemporanea non è facile dire qualcosa di nuovo, o anche semplicemente non è scontato evitare di scrivere quattro profili staccati e avulsi, estranei tra loro, tanti quanti sono gli artisti (tutti Maestri della parola, tre su quattro anche del suono) che l’autore ha illustrato in questo libro. Ne è venuto fuori un percorso duro, compatto, radicale; un insieme in cui appare chiaro, nelle persino ovvie diversità di espressioni, temi, percorsi (anche politici), epoche, che cosa unisce Pier Paolo Pasolini, Fabrizio De André, Giorgio Gaber e Rino Gaetano. Com’è giusto, Annibale Gagliani salta sulle differenze e nota affinità mai venute fuori prima, che però sono lì, pronte per essere scoperte». (Dalla prefazione di «Impegno e disincanto in Pasolini, De André, Gaber e R. Gaetano», curata dal Prof. Marcello Aprile)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bce: annuncio della fine del QE, nell’attesa che l’Italia confermi l’impegno sul bilancio

Posted by fidest press agency su domenica, 17 giugno 2018

A cura di Fabio Castaldi e Marco Piersimoni, entrambi Senior Investment Manager di Pictet Asset Management. Come anticipato da diversi membri del direttorio ECB la settimana passata, la comunicazione sulle modalità e sul termine del programma di QE è stata annunciata oggi da parte della Bce di Mario Draghi. Nonostante i dati macro non abbiano offerto certezze nelle settimane recenti – fiacche la fiducia delle imprese e dei consumatori in Europa, in calo gli ordini industriali tedeschi, di poco migliori i numeri sull’inflazione – l’istituto di Francoforte non ha ritenuto necessario concedersi un ulteriore mese di attesa, per analizzare i dati di giugno e luglio per valutare se il rallentamento osservato nella prima parte del 2018 sia stato superato o meno. Il programma di QE avrà termine a fine 2018 con acquisti mensili da ottobre a dicembre ridotti a 15 miliardi. La forward guidance offerta dal governatore Mario Draghi rimane tuttavia prudente: cautela sull’evoluzione delle variabili macroeconomiche – inflazione e crescita – che richiedono un progresso e una robustezza sostenibile prima che si inizi a procedere alla normalizzazione dei tassi d’interesse che non è prevista prima della fine dell’estate del 2019.
Tuttavia, al di là dei toni dovish del governatore Mario Draghi, è chiaro che la Bce non farà sconti ad alcun Paese indisciplinato sul fronte fiscale. Le parole a fine maggio di Vítor Constâncio, numero due uscente dell’istituto di Francoforte, sono emblematiche: Constâncio ha ricordato allo Speigel che la strada ufficiale per ottenere il supporto dell’Europa è l’Outright Monetary Transactions (Omt), il programma di acquisto dei titoli di stato sul mercato secondario che funziona da scudo anti-spread e che è vincolato all’intervento della Troika e all’accettazione di un programma di aggiustamento dei conti pubblici. Un messaggio stentoreo per il futuro dell’Italia, al quale il numero due della Bce ha rivolto l’invito a rileggere le regole del gioco. Alla BCE non può e non deve essere chiesto di intervenire in soccorso di mercati in difficoltà, laddove tale “disordine” sia motivato da intenzioni e dichiarazioni politiche che siano palesemente in contrasto con le regole sottoscritte dai tutti i paesi membri dell’area Euro.Peraltro, nonostante l’espressione non piaccia a molti politici, i mercati stessi inducono alla disciplina: il drammatico allargamento dello spread non passa inosservato anche ai politici e allarma anche chi pretende che la politica nazionale non debba essere dettata dalla finanza. Tanto più che l’Italia deve collocare ogni due settimane importi rilevanti di titoli di stato sul mercato primario e gli investitori devono trovare conforto in dichiarazioni politiche che non facciano presagire misure estreme che possano mettere in discussione le prospettive dell’Italia nell’Euro. Non appare casuale, in questo contesto, l’intervista rilasciata alla stampa lo scorso fine settimana dal ministro dell’Economia Giovanni Tria, che dalla colonne del Corriere https://www.corriere.it/economia/18_giugno_09/tria-economia-italiana-forte-ora-meno-deficit-piu-investimenti-c77cb4dc-6c24-11e8-8d9c-84247469dc85.shtml, si è impegnato sull’euro e sul bilancio pubblico.Lo stesso Di Maio lascia trapelare che il governo inizierà a lavorare su quelle politiche a costo zero – la legge sulla legittima difesa, i flussi migratori, l’abolizione dei vitalizi – che i mercati non hanno ragione di temere. È invece verosimile che i nodi vengano al pettine in autunno – con la legge di bilancio – se la scelta del governo sarà quella di spingere quei punti del programma che richiedano un finanziamento in deficit eccessivo: nell’ordine, neutralizzazione dell’aumento dell’Iva, riforma delle pensioni, reddito di cittadinanza e infine la flat tax. L’obiettivo di un deficit/Pil al 2,9% prospettato da Matteo Salvini appare, al momento, non credibile, a meno di non fare previsioni di crescita del PIL irrealisticamente elevate. La legge finanziaria è dunque la linea del Piave per capire se l’Italia potrà ritrovare stabilità politica in Europa e sui mercati finanziari, rientrando – pur con dei margini di flessibilità – nei ranghi della disciplina fiscale o, viceversa, se si arriverà allo scontro con Bruxelles. Ipotesi quest’ultima che non conviene a nessuno e che non conviene, soprattutto, all’Italia.L’Italia rimane però, al momento, protagonista in negativo sui mercati finanziari.Per avere una misura del malfunzionamento del mercato possiamo fare ricorso a due numeri:Il differenziale denaro-lettera sul benchmark BTP a 2 anni, è passato dai 2cts di inizio maggio a 40 cts delle fasi più drammatiche della crisi per attestarsi, attualmente, intorno ai 15-20 centesimi; la volatilità del future sul Btp 2 anni è passata, nello stesso periodo, dallo 0,5% a oltre il 20% per attestarsi ora intorno al 10%, livello ancora drammaticamente elevato.Il ritorno a un regime di volatilità sano e di liquidità normale del mercato obbligazionario italiano passa per il ritorno della fiducia degli investitori nei fondamentali non tanto economici – che appaiono ragionevolmente solidi e in progresso – ma quanto politici del nostro paese. La crisi è stata innescata da una precisa scelta politica e dalle intenzioni espresse dal governo, questo elemento deve essere rimosso in maniera convincente per ridurre lo spread in maniera sostenibile e riportare liquidità e ordine al mercato secondario dei bond.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cromology premiata per il suo impegno nell’inserimento professionale dei rifugiati

Posted by fidest press agency su sabato, 24 marzo 2018

Cromology Italia è stata premiata stamattina a Milano dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) per l’impegno dimostrato nel favorire l’inserimento professionale e l’integrazione dei richiedenti asilo e beneficiari della protezione internazionale, coinvolti in diverse attività in collaborazione con le amministrazioni comunali di Lucca, Siena e Genova. I progetti hanno riguardato rispettivamente: la riqualificazione urbana del Parco Fluviale del Serchio (Lucca), l’opera di manutenzione alle panchine dei giardini della Lizza e al Parco delle Rimembranze (Siena), e il recupero degli arredi urbani nelle piazze del Municipio Medio Levante e delle ringhiere di Boccadasse (Genova).L’azienda leader nel settore delle vernici ha ritirato questo prestigioso riconoscimento nella persona di Enrico Galardini, Corporate Social Responsibility Coordinator, ed è stata selezionata insieme ad altre tre aziende nella categoria “Grandi Imprese”. Il riconoscimento è stato formalizzato presso la sede di Assolombarda, alla presenza dei rappresentanti del Comune e della Prefettura di Milano, durante la cerimonia di conferimento, da parte dell’UNHCR, del logo Welcome – Working For Refugee Integration.
“Questo riconoscimento è per tutti noi motivo di grande orgoglio – dichiara Enrico Galardini – Aiutare i rifugiati che arrivano in Italia a integrarsi attraverso il lavoro è secondo noi un dovere morale, soprattutto in questo momento storico. Cromology conferma ancora una volta la sua estrema attenzione a tutti i temi di carattere sociale”.

Posted in Recensioni/Reviews, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Balzerani e il nostro diritto di non doverla subire ancora

Posted by fidest press agency su domenica, 18 marzo 2018

“Gente come Barbara Balzerani, che ha scelto di togliere la vita ad altri e ancora pensa di aver fatto bene, che ha scelto di combattere e abbattere le istituzioni di questo paese imbracciando armi e versando sangue e ancora pensa di aver fatto bene, non dovrebbe avere il diritto di parola e poter discettare in suo totale agio sui motivi che giustificano la sua ferocia. Gente così, che di umano ha veramente poco, non dovrebbe essere cercata e riverita dai media che dovrebbero smettere, una buona volta, di propinarci il disgustoso spettacolo del ribaltamento di ogni principio e di ogni realtà nascondendosi dietro a una presunta ricerca di approfondimenti di non si capisce cosa. Gente come la Balzerani non dovrebbe essere distolta dall’unico impegno che deve portare avanti: passare il resto della sua vita in ginocchio a chiedere pietà alle vedove e agli orfani che ha reso tali con la sua lucida follia eversiva. E c’è un motivo preciso e insuperabile: le vittime di una bestiale crudeltà e tutti i cittadini onesti che difendono la pace e che rispettano la vita hanno diritto a non dover ancora subire la violenza di questa donna, la sua indegnità, la sua pervicace cattiveria”.Così Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo le parole della brigatista Barbara Balzerani che presentando il suo libro al centro sociale Cpa di Firenze ha fra l’altro detto: “C’è una figura, la vittima, che è diventato un mestiere, questa figura stramba per cui la vittima ha il monopolio della parola. Io non dico che non abbiano diritto a dire la loro, figuriamoci. Ma non ce l’hai solo te il diritto, non è che la storia la puoi fare solo te”.
Tralasciamo l’ovvietà di replicare al delirio della Balzerani ricordando che nessuno sceglie il mestiere di vittima, ma chi lo è, per definizione, ha subito una violenza ingiusta. Tralasciamo anche l’altra ovvietà di ricordare che, se c’è qualcuno che ha fatto del proprio passato un ‘mestiere’ molto ben retribuito, quelli sono i criminali come la Balzerani che, per un motivo davvero difficile da digerire, vengono non di rado messi in cattedra, ospitati qua e là per presentare le proprie ‘opere’, addirittura considerati come ‘dotti’ meritevoli di esporci analisi e perle di saggezza dalle colonne dei giornali. Una vergogna tanta e tale che la necessità di dover esprimere oggi questo nostro pensiero rende addirittura ancora peggiore. Resta da sottolineare, piuttosto, il decoro e il pudore di vittime che, anche se non stanno in cima ai pensieri dei più, proseguono la loro vita nel solco del dolore e del lutto e, nonostante ciò, portano avanti i principi di lealtà, di correttezza e di onestà che i loro cari hanno incarnato. Per non parlare di tuti gli appartenenti alle Forze dell’ordine che, al di là dello sdegno e del rammarico di dover vedere quotidianamente il ricordo dei loro colleghi morti calpestato al pari della loro stessa dignità ogni volta che un assassino ‘fa lezione’, proseguono indefessi nello svolgimento del loro dovere per un Paese che spesso li offende nella più ingrata delle maniere”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »