Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘imprenditorialità’

Per una nuova imprenditorialità giovanile

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 ottobre 2018

Milano Fieramilanocity da giovedì 25 a sabato 27 ottobre (Gate 5, Reception Teodorico), http://www.salonefranchisingmilano.com. Un evento che guarda ai giovani che vogliono diventare neoimprenditori aprendo un negozio in affiliazione, dove avere colloqui diretti con le catene commerciali che consentono di aprire un’attività col loro marchio o seguire corsi gratuiti su come aprire un punto vendita in affiliazione. Questo il profilo della 33° edizione di Salone Franchising Milano (SFM), la storica fiera del commercio in affiliazione divenuto evento smart proiettato al futuro del retail.
Cosa troverà un giovane al Salone Franchising Milano? Prima di tutto la possibilità di confrontare le proposte di affiliazione di oltre 200 catene commerciali, visitando gli stand e facendo colloqui immediati per verificare le condizioni per aprire un’attività commerciale (o visitando gli stand delle Associazioni di settore che, a loro volta, rappresentano anche altre catene). Poi la possibilità di frequentare i corsi gratuiti della Franchising School su come mettersi in proprio con l’affiliazione o come evitare contatti capestro e truffe. O gli incontri riservati con esperti per una consulenza personalizzata su tutti gli step dell’affiliazione (F For You), oppure le testimonianze dei franchisee (gli affiliati) che hanno già avuto successo (Percorsi di Vita).Tra le novità di Salone Franchising Milano, “Re.start-smart up your business” un innovativo Talent Show pensato per tutti i giovani che presentano progetti innovativi di nuovi negozi. Un’iniziativa che ha avuto grande successo nella sua prima edizione del 2017, grazie al lavoro di Campus Fandango Club, organizzatore di SFM dalla passata edizione, che ha trasformato l’evento leader in Italia per il mondo del franchising e del retail, proponendo sempre più contenuti di intrattenimento e di formazione.
Rimarrà attivo fino al 30 novembre il concorso “More than Backpack, apri la mente e progetta lo zaino ideale” promosso da Nava Design in collaborazione con Open Milano e rivolto a studenti e designer di ogni età. E’ aperta dunque la sfida per progettare il proprio zaino ideale, accessorio divenuto oggi non più un semplice contenitore di oggetti, ma un vero e proprio alter ego, una presenza irrinunciabile del quotidiano nel suo molteplice ruolo di accessorio moda, ufficio portatile, compagno affidabile per le mille esigenze. E in quanto tale deve essere funzionale, leggero, resistente, pratico e organizzato, ma al contempo bello, innovativo, versatile e di design. Una sfida non semplice quanto stimolante per i talentuosi partecipanti al contest, che dovranno realizzare un disegno o un render di uno zaino che risponda a tutti questi requisiti e inviarlo a Nava Design.Tre le categorie di partecipazione: Design, Smart e Travel. Una giuria scelta da Nava effettuerà la selezione e, entro dicembre, verranno premiati i progetti creativi con le idee più originali e innovative che meglio interpreteranno “lo spirito del tempo” rispettivamente nei temi dello stile, dell’innovazione tecnologica e delle funzionalità di viaggio. Il premio del vincitore della categoria Design sarà uno zaino Nava della linea Milano disegnata dal noto designer internazionale Naoto Fukasawa. Il vincitore della categoria Smart riceverà uno zaino Nava della linea Passenger, un backpack porta computer dotato di organizzazione interna intelligente e funzionale. Il premio Travel sarà infine lo zaino da lavoro Nava della linea Gate studiato per i frequent traveller, organizzato con comparti interni imbottiti in cui custodire i propri device durante gli spostamenti e completo di trolley system e checkpoint-friendly system per velocizzare i controlli durante i viaggi. Ma, soprattutto, il vincitore assoluto delle 3 categorie parteciperà allo studio di industrializzazione dello zaino da lui progettato accanto al team di designer di Nava Studio per un periodo di 30 giorni in azienda.
Da sempre Nava Design sostiene progetti sperimentali e rivolge la propria attenzione ai giovani, alla scuola, al tempo libero e al mondo del lavoro. L’azienda, infatti, è stata una delle prime in Italia a intuire le potenzialità dello zaino nella sua doppia funzionalità di accessorio per il tempo libero e strumento per “trasportare ovunque con sé l’ufficio”. Si inserisce in quest’ottica l’idea del contest dedicato allo zaino, simbolo di libertà dalle sovrastrutture, di rinuncia delle imposizioni e rifiuto del formalismo limitante e obsoleto, a favore di una modalità di lavoro dinamica e mobile, più creativa e produttiva, più varia e stimolante.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Valori identitari e imprenditorialità”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 agosto 2013

Si è chiuso con profitto il Corso di perfezionamento post laurea “Valori identitari e imprenditorialità” organizzato dall’Università di Udine e riservato a 12 discendenti di emigranti friulani in Sudamerica. La quarta edizione ha visto la collaborazione, oltre che della Fondazione Crup, anche della Cciaa di Udine, dell’Ente Friuli nel Mondo, dell’Associazione piccole e medie imprese di Udine, dell’Accademia Italiana della Cucina del Fvg, di Turismo Fvg e dell’Associazione Cooperative Friulane di Udine. A tal proposito, il presidente Flavio Sialino ha sottolineato: «Fin dalla sua prima edizione il mondo della cooperazione ha riconosciuto nell’iniziativa un importante momento di confronto con friulani di terza, quarta o successive generazioni, che mantengono le radici culturali originarie, ma che vivono immersi in contesti sociali diversi. Non solo un confronto culturale, ma anche un momento per proporre la reciproca conoscenza sulle eccellenze economiche e produttive dei rispettivi Paesi. Non va dimenticato – ha aggiunto Sialino -, che questi 12 corsisti saranno sicuramente i migliori ambasciatori del Made in Friuli nei loro Paesi di provenienza, come già sta succedendo con i partecipanti alle edizioni precedenti, che mantengono ancora stretti rapporti con i responsabili del Corso».L’Associazione Cooperative Friulane ha fatto conoscere ai corsisti non solo un modello societario, quello cooperativo, assai peculiare e con una forte capacità di intercettare l’esigenza di fare impresa, coniugandola con il rispetto di valori di solidarietà, sussidiarietà e mutualità. Ma è stata anche in grado di far conoscere meglio le produzioni della cooperazione, in particolare quelle agroalimentari, che rendono la nostra economia così sviluppata e apprezzata. Sialino si è auspicato che l’esperienza possa continuare pure in futuro, formando ancora giovani in grado di far propri i valori dell’imprenditoria friulana, che tanti successi ha ottenuto nel mondo, ed esportarli oltre oceano.Nel chiudere il percorso formativo, Sialino ha ringraziato le cooperative e i consorzi che, in questa edizione del Corso, hanno dato la disponibilità a ospitare i giovani e a seguirli nei loro studi: Bio-Res., Vettori Ultramondo, Sant’Angela Merici, Consorzio di Bonifica Bassa Friulana e Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento.

 

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Innovazione dell’unione europea

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 luglio 2011

Roma.11 luglio 2011 alle ore 10.30, via IV Novembre 149, Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Il 15 giugno scorso l’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) ha presentato alla Commissione europea la sua proposta per la nuova Agenda strategica per l’innovazione. Il documento identifica le iniziative chiave da attuare tra il 2014 e il 2020 per promuovere l’imprenditorialità e l’innovazione in Europa. L’agenda definisce anche le priorità principali dell’Istituto fino al 2020, in particolare per quanto riguarda la sua missione, i suoi obiettivi, le modalità di finanziamento e i temi che l’Istituto affronterà in futuro. L’Agenda prefigura un nuovo modello di interazione tra ricerca, imprese e istruzione superiore – il triangolo della conoscenza – per migliorare il tasso di innovazione attraverso una gestione imprenditoriale ed un migliore coordinamento delle capacità locali. Si tracciano inoltre anche i temi portanti delle prossime comunità della conoscenza e dell’innovazione (KIC), che dovranno comprendere: la salute, l’apprendimento, i settori alimentare e manifatturiero, la sicurezza e la mobilità. La sperimentazione e il consolidamento di questi nuovi indirizzi possono presentare una grande opportunità per l’Italia, che ha partecipato alla costruzione dell’EIT fin dalle sue fasi iniziali, e possono guidare le politiche industriali e gli orientamenti della ricerca e dell’innovazione. La sperimentazione di nuovi modelli per l’innovazione di prodotto e di servizio risulta tanto più importante in un momento di crisi e di radicale trasformazione del sistema produttivo e sociale italiano nel quadro della strategia Europa 2020 per una crescita sostenibile, intelligente e inclusiva.
L’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) è un organismo autonomo dell’Unione europea creato nel 2008 che si propone di incentivare un’innovazione di avanguardia a livello mondiale grazie al concetto pionieristico delle comunità della conoscenza e dell’innovazione (KIC). Le KIC riuniscono istituti d’istruzione superiore di eccellenza, centri di ricerca e imprese. Fino ad oggi sono state create tre KIC che si occupano di energia sostenibile (KIC InnoEnergy), di cambiamenti climatici (Climate-KIC) e della società dell’informazione e della comunicazione (EIT ICT Labs), che lanciano programmi di studio, master e dottorati di ricerca EIT, progetti di ricerca e contribuiscono all’istituzione di nuove imprese.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una imprenditorialità diffusa e innovativa

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 giugno 2011

Roma 21 giugno, alle 14.30, presso l Holiday Inn Rome – Eur Parco dei Medici, in viale Castello della Magliana, 65, convegno dal titolo Un imprenditorialità diffusa e innovativa: una risorsa per il Paese , promosso da Compagnia delle Opere con i rappresentanti di Piccola Industria Confindustria, Confartigianato, Confcooperative e Mister Pmi italiano. Interverranno alla tavola rotonda moderata da Bernhard Scholz, Presidente CDO: Vincenzo Boccia, Presidente Piccola Industria Confindustria; Cesare Fumagalli, Segretario Generale Confartigianato; Vincenzo Mannino, Segretario Generale Confcooperative e Giuseppe Tripoli, Mister PMI. I relatori del convegno saranno invitati a discutere su alcune domande: Come sostenere la piccola e media impresa italiana? Quali iniziative comuni è possibile intraprendere per favorire una ripresa solida e duratura per il nostro Paese? Che tipo di misure occorre adottare in primis per sbloccare le potenzialità di un tessuto produttivo che, nonostante la crisi, continua a vantare innumerevoli eccellenze? Il convegno, inoltre, offrirà un occasione di incontro per presentare la manifestazione Expandere with Matching. L iniziativa, promossa da CDO Roma e Lazio, che si svolgerà il 7 luglio, alle ore 10:00, presso il Palazzo dei Congressi di Roma, Piazza John Fitzgerald Kennedy mira a favorire relazioni tra imprenditori mettendoli in contatto diretto. La manifestazione rappresenta, infatti, il luogo dove imprenditori, professionisti e PMI del Lazio si conoscono con lo scopo di creare nuove opportunità di business.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le piccole imprese e l’economia globale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2011

Per quanto ci riguarda direttamente l’Italia si distingue per l’essere il Paese, dove in talune zone del suo territorio, esiste, ed è prevalente, una imprenditorialità piccola e media ben radicata. Pensiamo a Biella, a Prato, a Cusio, a Vigevano, a Premana, ecc. Ora ci chiediamo, con l’avvento dell’economia globale e ciò che comporta sotto il profilo economico, della libera circolazione di beni e servizi e della concorrenza, cosa  cambia dopo la recente crisi economica e finanziaria. D’altro canto non è un mistero per nessuno constatare che le piccole imprese stanno attraversando difficoltà strutturali di non lieve entità.Diciamo che la loro ridotta dimensione non consente economie ed economicità soddisfacenti. La carenza funzionale ed organizzativa, la scarsità di propri mezzi finanziari, il dover ricorrere spesso al credito e subire il peso del costo maggiore, rispetto alle consorelle più grandi, per via del rischio che presentano per gli istituti di credito, sono tutti elementi che compongono un mosaico non esaltante. Inoltre la loro incapacità di pensare e perseguire strategie ben definite e tali da essere considerate gradite alle attese dei mercati e di competervi con successo, data la loro maggiore ampiezza e livello di competitività e di aggressività, gioca un ruolo non certo positivo. Tutto questo per non parlare delle esistenti difficoltà strutturali e di durabilità di imprese che affrontano il quotidiano con notevole determinazione, ma anche con crescenti limiti sui quali pesa una grossa ipoteca.Il primo errore, a mio avviso, è quello di voler restare rinserrati nel proprio territorio. Più salutare ed efficace sarebbe una politica d’aggregazione tra imprese. Tale criterio consentirebbe due benefici immediati:il primo è legato all’espansione del mercato per il quale esporsi da soli significherebbe caricarsi di costi aggiuntivi, che diventerebbero proibitivi ed il secondo di sviluppare una cultura dello stare insieme a livello di micro-imprenditorialità. Da ciò discende un nuovo modo d’essere, che sappia recuperare spazi nuovi di competitività e spazi di visibilità interna ed internazionali. Significa, in pratica, acquisire lavori, ad esempio, consistenti e complessi, da gestire in comune. Essi potrebbero essere del tipo di “consorzi”. Avrebbero, in tal modo, lo scopo di favorire o di facilitare le funzioni ad esse richieste (pensiamo all’export). Tali fattispecie ci permetterebbero uno sbocco “naturale” nel settore dell’arredamento o in altri quali, ad esempio, i beni strumentali. E’, a nostro avviso, un passo necessario, per tutte queste piccole imprese, ma non agevole. E’ essenziale superare difficoltà culturali, di saper pensare e agire in comune e non è cosa da poco. Eppure i ritorni sono indubbi. Esaminiamone taluni:Consente di assumere maggiori dimensioni con l’acquisizione di nuove commesse.Favorisce sbocchi commerciali in aree limitrofe o esterne e di porsi nelle condizioni di maggiore concorrenzialità con le imprese maggiori.Riduce l’onerosità di certi costi di approvvigionamento, di ricerca e sviluppo, di promozione ecc.Evita lo sperpero di patrimoni tangibili ed intangibili in caso di cessazione, perché tali patrimoni potrebbero trovare agevole collocazione o recupero nella stessa aggregazione.Per noi può essere un modo per assicurarsi il futuro interpretando in misura innovativa, e non solo subalterna, contribuendo a costituire legami forti e di reciproco interesse con le imprese maggiori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Finanza innovativa

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2010

Traguardo raggiunto per il Progetto “Imprenditorialità, finanza e territorio” dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese e della Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate. L’obiettivo di raccogliere, con un prestito obbligazionario, 3 milioni di euro tra gli imprenditori del territorio per finanziare altri imprenditori della provincia è stato centrato.
L’iniziativa era partita a fine marzo con il collocamento, da parte della BCC, di un bond la cui sottoscrizione era riservata alle imprese e agli imprenditori associati all’Unione Industriali. L’intento dichiarato era quello di creare un plafond per il finanziamento del sistema produttivo locale. La sottoscrizione si è chiusa con successo. E ora, come da progetto, ai 3 milioni sottoscritti si aggiunge il 50% messo a disposizione della BCC. In totale, 4,5 milioni di euro a disposizione del sostegno alla liquidità e alla patrimonializzazione delle imprese varesine. Chiusa la prima fase del progetto, quella del collocamento del prestito obbligazionario che garantirà ai sottoscrittori un rendimento fisso annuo del 2,25%, per una durata di 24 mesi, si apre ora la seconda: quella dell’impiego delle risorse. Due momenti slegati tra di loro, senza nessun rapporto diretto: chi ha acquistato quote del bond non è ora tenuto a richiedere il finanziamento. Dall’altra parte, chi farà richiesta di finanziamento non deve per forza aver sottoscritto l’obbligazione. Il plafond rimarrà ovviamente disponibile fino al totale esaurimento dei 4,5 milioni, di cui, in poche settimane, è già stato impiegato il primo milione.  Durata massima di 24 mesi, tasso annuo fisso del 3,25%, spese di istruttoria ridotte del 50% rispetto alle tariffe della BCC, tempi brevi per la concessione attraverso una “corsia rapida” nella valutazione del merito di credito: queste le altre condizioni previste per i finanziamenti, che saranno di norma chirografari e per i quali potrà essere eventualmente richiesta la garanzia del Confidi.  L’operazione, inoltre, si sposa, rendendola ulteriormente appetibile, con l’agevolazione prevista dalla Camera di Commercio di Varese a sostegno degli interventi di patrimonializzazione aziendale. L’ente camerale, infatti, mette a disposizione un contributo, erogato in conto interessi, pari al 3% di un finanziamento richiesto a tale scopo, per un importo massimo di 6mila euro. Un’opportunità in più che si aggiunge alle condizioni di estremo interesse rese possibili dal progetto di BCC e Unione Industriali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Imprenditorialità femminile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 giugno 2010

Bari. 15 giugno dalle ore 9.00 alle ore 18.00 nella Sala Verde della Camera di Commercio di Bari. incontro è organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile e dalla Camera di Commercio Italo Orientale. Il seminario, rivolto alle imprenditrici, ha l’obiettivo di trasferire strumenti e metodologie adeguate per affrontare con maggiore consapevolezza i mercati esteri. “Saper presentare la propria azienda ed i propri prodotti – dice Stefania Lacriola, presidente del comitato per l’Imprenditorialità femminile della CCIAA di Bari –  riuscire a districarsi nella problematicità che ogni mercato estero presenta, è opera ardua. Proprio per questo motivo è importante la partecipazione a questo incontro che, grazie alla presenza di specialisti del settore, potrà fornire le giuste direttive per scoprire ed aprire nuovi orizzonti alle imprese femminili”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Imprenditorialità internazionale: incontro a Economia

Posted by fidest press agency su martedì, 2 marzo 2010

Pavia  4 marzo alle 11 la facoltà  di Economia  ospita, nell’ambito della nuova Laurea Magistrale in International Business and Economics, un incontro di presentazione del progetto di avviamento alla imprenditorialità internazionale finanziato da Fondazione Cariplo e coordinato da Università dell’Insubria di Varese, Università di Pavia e Politecnico di Milano con Mind the Bridge Foundation. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del programma del Mind The Bridge Italy Tour 2010, un progetto promosso dalla Mind The Bridge Foundation – associazione non-profit, con sede a San Francisco (California) -, il cui obiettivo è favorire l’incontro dei migliori talenti imprenditoriali italiani con le opportunità e i capitali della Silicon Valley. Il tour prevede tappe nelle Università ed Incubatori di tutta Italia allo scopo di stimolare forme di imprenditoria in ambito accademico e aiutare lo sviluppo di startups. L’incontro  di Pavia fa parte del progetto “Educazione all’imprenditorialità internazionale: dalla creazione di impresa alla raccolta di capitali” finanziato dalla Fondazione Cariplo, organizzato dal CrESIT dell’Università dell’Insubria e dal CIBIE dell’Università di Pavia. L’ingresso è libero ed aperto al pubblico. Altri incontri sono in fase di programmazione nelle facoltà scientifiche e nei poli ospedalieri.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guglielmo Marconi imprenditore

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 gennaio 2010

Roma 28 gennaio 2010 Sala della Lupa – Camera dei Deputati terza giornata del Ciclo delle Giornate di Studio Marconiane che la Fondazione Bordoni ha organizzato in occasione del centenario dell’assegnazione del Nobel per la Fisica a Gulielmo Marconi. Il tema della giornata sarà: Guglielmo Marconi imprenditore. Come favorire gli investimenti, l’imprenditorialità e l’innovazione Il Convegno sarà aperto dal Presidente della Camera dei Deputati, On. Gianfranco Fini, e dal Presidente della Fondazione Ugo Bordoni, Enrico Manca.  In mattinata sono previsti gli interventi del Vice Ministro allo Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni, On. Paolo Romani, e degli amministratori delegati delle principali aziende di telecomunicazioni italiane. La sessione pomeridiana sarà aperta da un intervento del Vice Presidente della Camera, Sen. Rocco Buttiglione, e si concluderà con un intervento del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione On. Renato Brunetta. Sono previsti gli interventi di esponenti del mondo dell’impresa, della ricerca e dell’università.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

European Entrepreneurship Video Award 2010

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2010

È ricominciata la ricerca del film più creativo d’Europa sulle qualità necessarie per diventare imprenditori. Per la seconda volta, la Direzione generale Imprese e industria della Commissione europea invita i cineasti fantasiosi a partecipare al concorso European Entrepreneurship Video Award (EEVA 2010). I partecipanti si possono registrare fino al 9 aprile 2010 all’indirizzo ec.europa.eu/eeva2010.   L’European Entrepreneurship Video Award è suddiviso nelle seguenti categorie: “Imprenditorialità – Un altro stile di vita”, “Imprenditorialità – Sfide e successi” e “Imprenditorialità – La via del futuro”. Per ogni categoria verranno premiati un video vincitore, un secondo e un terzo classificato, che riceveranno rispettivamente € 3.333, € 2.222 e € 1.111. Inoltre, cinque dei migliori partecipanti di età non superiore ai 25 anni, che non si sono qualificati per uno dei nove premi nelle categorie sopra riportate, vinceranno € 555 ciascuno.Al concorso possono partecipare tutte le persone fisiche o giuridiche cittadine o residenti di uno Stato membro dell’Unione europea, di Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Croazia, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Albania, Serbia, Turchia e Israele. L’European Entrepreneurship Video Award rientra nel contesto della Settimana europea delle PMI, un’iniziativa che punta a promuovere l’imprenditorialità in tutta Europa e a informare gli imprenditori delle piccole e medie imprese (PMI) sul supporto a loro disposizione a livello europeo, nazionale, regionale e locale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Imprenditoria-lità consortile

Posted by fidest press agency su domenica, 20 dicembre 2009

Il Consorzio di bonifica dell’Emilia Centrale (con sede a Reggio Emilia) è in grado di esprimere sul territorio una spesa totale di oltre sedici milioni di euro, pari a 5.246 euro per chilometro quadrato su una superficie consortile totale di kmq. 3.113: sono questi i dati, che arrivano dal bilancio di previsione 2010, presentato nei giorni scorsi. La creazione della nuova realtà consortile porterà un risparmio previsto, per il prossimo anno, in 250.000 euro, dovuto soprattutto alla diminuzione di spese per gli organi amministrativi e per le consulenze. Gli investimenti sul territorio continueranno ad essere consistenti: € 6.200.000,00 saranno destinati ad opere pubbliche, pur rimanendo inalterati i contributi a carico dei consorziati. La maggior parte delle risorse, circa l’86%, verranno impiegate nel garantire la sicurezza idraulica del territorio. Nel corso del 2010, inoltre,  verranno completate 2 opere finanziate dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per un ammontare complessivo di oltre quindici milioni di euro. La crisi economica comporta, comunque, una diminuzione generale dei finanziamenti per le opere pubbliche, coinvolgendo naturalmente anche quelle progettate dai Consorzi di bonifica. “Per questo – si legge nella relazione al bilancio – risulta improbabile che gli importanti progetti approvati e cantierabili , ma in attesa di finanziamenti governativi, possano avere sviluppi positivi nei prossimi anni.” Anche per superare lo scoglio della scarsità di risorse pubbliche, il Consorzio di bonifica dell’Emilia Centrale ha deciso di sviluppare nuove iniziative come quelle legate alle energie rinnovabili (fotovoltaico e idroelettrico), alla fitodepurazione, alla valorizzazione del patrimonio storico consortile.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomina cavalieri del lavoro

Posted by fidest press agency su domenica, 31 Mag 2009

“La nomina dei nuovi 25 Cavalieri del Lavoro da parte del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano –  afferma Benito Benedini, Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro – premia quest’anno in modo particolare le imprese fortemente orientate all’internazionalizzazione e all’innovazione. In tempi come questi di crisi economica, la Festa della Repubblica si conferma come un appuntamento fondamentale del nostro Paese, offrendo uno stimolo e un impegno forte al rilancio e alla crescita. Lo spirito di servizio dei Cavalieri del Lavoro, che rappresentano l’eccellenza dell’imprenditorialità italiana, vuole concorrere a costruire il progresso e lo sviluppo del nostro Paese”. Istituita nel 1901, l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro viene conferita ogni anno in occasione della Festa della Repubblica ai cittadini italiani, anche residenti all’estero, che si sono distinti nei cinque settori dell’agricoltura, dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa. I requisiti necessari per essere insigniti dell’onorificenza sono l’aver operato nel proprio settore in via continuativa e per almeno vent’anni con autonoma responsabilità, dando un contributo di rilievo allo sviluppo economico e produttivo e all’innovazione. Considerando le nuove investiture, i Cavalieri del Lavoro sono attualmente 558: dal 1901 ad oggi gli insigniti della significativa attestazione al merito sono 2.652.La Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, che riunisce tutti gli insigniti, è nata nel 1923. Da sempre l’istituzione costituisce uno strumento di presenza dei Cavalieri del Lavoro nella società, promovendo un efficace confronto e un concreto impegno sui temi sociali e del mondo della produzione.La Federazione si dedica, in particolare, alla formazione giovanile a livello universitario con il premio “Alfieri del Lavoro” e con il Collegio universitario Lamaro Pozzani in cui ospita gratuitamente studenti selezionati esclusivamente per merito.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »