Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘impresa’

Nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 settembre 2019

Parma mercoledì 18 settembre alle 17 nell’Aula dei Filosofi della Sede centrale dell’Ateneo (via Università, 12) si parlerà del nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza nel prossimo appuntamento di I Mercoledì del Diritto, rassegna d’incontri d’ambito giuridico organizzata dal Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali dell’Università di Parma. Relatore dell’incontro sarà Massimo Montanari, docente di Diritto processuale civile al Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali.
Il seminario mira a illustrare i profili generali e i tratti più qualificanti dell’intervento, nel confronto, che sovente evidenzia un sensibile scarto, tra quelli che ne rappresentavano gli obiettivi dichiarati e quello che ne è stato poi il risultato effettivo”.
Gli incontri di I Mercoledì del Diritto hanno a oggetto sia temi di attualità, come norme recentemente promulgate o casi giudiziari, sia temi prettamente culturali ma comunque attinenti al Diritto, e che presentino profili di interesse non soltanto per un uditorio di specialisti. Relatori sono docenti, ricercatori e assegnisti del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali dell’Università di Parma, ma anche giuristi e docenti italiani e stranieri.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il marketing digitale per l’impresa BtoB.

Posted by fidest press agency su sabato, 8 giugno 2019

Un’azienda chimica che produce estratti naturali può avere la stessa strategia di marketing digitale di una che produce cosmetici? Un e-commerce di profilati di alluminio può seguire le stesse logiche di un e-commerce di arredamento?Le necessità delle imprese BtoB (o “imprese complesse”) sono molto diverse da quelle delle aziende rivolte al consumatore, in particolare negli aspetti commerciali e nelle scelte di marketing.
Ma basta tenere conto di questa diversità per creare campagne digitali efficaci, come dimostrano vari casi di successo.Il libro di Manuela Cuadrado Il marketing digitale per l’impresa BtoB. Impostare una strategia digitale efficace nel Business to Business (goWare, 2019) ha l’obiettivo di avvicinare chi lavora nel BtoB al linguaggio e alle dinamiche del Digital Marketing: un percorso verso la creazione di un Digital Plan di successo, con casi di studio ed esercizi pratici da condividere in azienda.
Manuela Cuadrado è nata a Milano nel 1980. Ha collaborato per anni con diverse agenzie di comunicazione milanesi occupandosi prevalentemente di progetti digitali e multimediali, fino a quando, nel 2014, ha fondato BrevaWeb, specializzata nel BtoB. Fa parte del braintrust Naìma per l’innovazione d’impresa. Svolge anche attività di formazione in collaborazione con diversi enti, tra cui Fondazione IDI e la Palestra delle Professioni Digitali.
Il marketing digitale per l’impresa BtoB. Impostare una strategia digitale efficace nel Business to Business, Manuela Cuadrado, goWare, 2019 | pp. 256 | Edizione digitale € 8,99 Edizione a stampa € 16,99

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giovani, Roma Capitale a sostegno della creazione di impresa

Posted by fidest press agency su domenica, 2 giugno 2019

Roma Capitale investe sui giovani e scommette sulle idee vincenti per sostenere i loro progetti d’impresa. È online l’avviso pubblico per la manifestazione di interesse per la presentazione di proposte progettuali “Roma Capitale per i giovani: dal progetto all’impresa”.L’iniziativa, promossa dall’Assessorato allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi cittadini e il Dipartimento Sport e Politiche Giovanili di Roma Capitale, è rivolta a ragazzi di età compresa tra i 18 e i 35 anni e promuove l’acquisizione di proposte progettuali da sostenere in un percorso di accompagnamento alla creazione d’impresa.Attraverso la Manifestazione e tramite una “competizione di idee”, i giovani selezionati saranno sostenuti da un percorso di accompagnamento alla creazione di impresa al termine del quale definire i piani di sviluppo aziendali sostenibili.I team selezionati parteciperanno ad un percorso integrato di orientamento e accompagnamento alla creazione di impresa che intende:
– affiancare i potenziali imprenditori verso la definizione di un piano di sviluppo aziendale e di rafforzamento delle competenze tecnico-manageriali;
– sostenere i potenziali imprenditori nello sviluppo di piani di impresa che possano dar luogo alla creazione di imprese innovative di successo.
Possono partecipare i proponenti riuniti in team composti da minimo di 2 soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti o domiciliati da almeno 6 mesi nella Città Metropolitana di Roma Capitale alla data di scadenza della Manifestazione.La partecipazione alla Manifestazione è gratuita e può avvenire esclusivamente in forma collettiva.
Sono ammissibili le iniziative riferibili a tutti i settori della produzione di beni e fornitura di servizi, quali ad esempio: servizi culturali, ricreativi e per il turismo; servizi alla persona; servizi per l’ambiente; servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione); risparmio energetico ed energie rinnovabili; servizi alle imprese; servizi allo sport, salute e benessere; manifatturiere e artigiane; imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE 1407/2013. Sono esclusi il commercio al dettaglio e all’ingrosso, le attività dei servizi di alloggio e ristorazione, le libere professioni.
Per partecipare alla Manifestazione ciascun team può presentare una sola proposta; i proponenti possono far parte di un solo team; i proponenti non possono partecipare, se già qualificati come imprenditori o soci d’impresa o in possesso di Partita IVA; tutti i proponenti devono avere un’età fra i 18 e i 35 anni al momento della candidatura.
Le domande, con allegati i documenti richiesti, dovranno pervenire entro le seguenti date:
– 17 giugno 2019 (ore 13.00);
– solo nel caso in cui alla data del 17 giugno 2019 non siano pervenute proposte progettuali, le domande potranno essere presentate entro il 27 settembre 2019 (ore 13.00).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Nuove idee per una nuova cultura d’impresa”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 aprile 2019

Catania Giovedì 23 Maggio 2019, – Grand Hotel Baia Verde – Via A. Musco 8/10 Acicastello (CT), dalle 9 alle 13,00 “Nuove idee per una nuova cultura d’impresa”. Dedicato alle competenze del Middle Management e alle sfide digitali che aspettano le imprese, si articola in quattro incontri gratuiti ed aperti a tutti previa iscrizione al link: https://formazione.quadrifor.it/eventi/evento
Quattro le città italiane toccate dall’iniziativa: dopo la data di Catania del 23 maggio, il Roadshow raggiungerà Firenze il 13 giugno, Cagliari il 26 giugno per concludersi a Bari il 1 luglio.
Obiettivi del Roadshow: far conoscere meglio ed in modo più diffuso l’ampia, robusta e gratuita offerta formativa di Quadrifor, soprattutto alle PMI, in alcune aree specifiche del Paese (Sicilia e Calabria, Centro Italia, Sardegna, Puglia e Basilicata); diffondere e far crescere la cultura manageriale, anche restituendo i risultati dell’ultima ricerca, realizzata da Quadrifor in collaborazione con Doxa, sull’evoluzione del ruolo e delle competenze del Management del Terziario, con un focus specifico sulle caratteristiche dell’area geografica del singolo incontro; acquisire, soprattutto, informazioni ed input, dai partecipanti presenti, sulle esigenze formative del Management del territorio, attraverso un “Focus Group” allargato, al termine di ogni incontro.Un’importante iniziativa di promozione della cultura manageriale e di apertura al dialogo con i destinatari della formazione che mette al centro i diversi territori con le loro specificità.
Il programma della tappa di Catania – Giovedì 23 maggio 2019, dalle 9:00 alle 13:00 – prevede i saluti istituzionali da parte del Presidente della Camera di Commercio di Catania, Pietro Agen. Ad aprire i lavori il Presidente di Quadrifor, Rosetta Raso. Il Direttore, Roberto Savini Zangrandi, presenterà l’Istituto e le sue attività e Pierluigi Richini, Responsabile Area Formazione e Studi, interverrà su “L’evoluzione del profilo manageriale nel terziario: nuove competenze e bisogni formativi”. Seguirà un “Open Focus Group” con tutti i partecipanti per raccogliere feedback sulle esigenze formative specifiche emerse nel territorio. Le conclusioni saranno affidate a Maria Luisa Coppa, Vicepresidente Quadrifor. http://www.quadrifor.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crescere che impresa!

Posted by fidest press agency su martedì, 23 ottobre 2018

Milano Lunedì 29 ottobre ore 11.30 Mediobanca via Filodrammatici, 3 presentazione di “Crescere che impresa!”, il nuovo programma didattico di educazione imprenditoriale e alfabetizzazione finanziaria rivolto alle Scuole secondarie di primo grado. Interverranno:
Annamaria Lusardi, Direttore Comitato per l’Educazione Finanziaria
Francesco Saverio Vinci, Direttore generale Gruppo Mediobanca
Antonio Perdichizzi, Presidente di JA Italia
Modera: Marco Lo Conte, Il Sole 24 Ore
Sarà presente RadioImmaginaria. La partecipazione all’evento è gratuita.
http://www.crescerecheimpresa.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crescere che impresa!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

Milano Lunedì 29 ottobre ore 11.30 Mediobanca Milano Via Filodrammatici, 3. JA Italia e il Gruppo Mediobanca presentano “Crescere che impresa!”, il nuovo programma didattico di educazione imprenditoriale e alfabetizzazione finanziaria rivolto alle Scuole secondarie di primo grado. L’evento di lancio si terrà lunedì 29 ottobre 2018 alle ore 11.30 presso la sede di Mediobanca – Via Filodrammatici, 3, Milano – e rientra tra le iniziative del Mese dell’Educazione Finanziaria, promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria.Il programma ha l’obiettivo di ispirare e incoraggiare ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 14 anni a credere in se stessi e nelle proprie idee, dotandoli delle competenze utili a realizzare efficacemente il proprio futuro. La partecipazione all’evento è gratuita. http://www.crescerecheimpresa.it

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno su sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa e aspettative dei consumatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

Parma Venerdì 12 ottobre, alle ore 14.30, nella Sala Congressi del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Ateneo (via Kennedy 6), è in programma il convegno Sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa e aspettative dei consumatori: nuovi paradigmi di qualità?, promosso dall’Università di Parma in collaborazione con Comune di Parma, Gruppo Imprese Artigiane Parma, Centro Universitario di Bioetica – UCB dell’Ateneo, Centro di Etica Ambientale, Legambiente e Circolo culturale Il Borgo.Il convegno, moderato da Monica Cocconi, Docente di Diritto amministrativo all’Università di Parma, sarà aperto dai saluti del Rettore Paolo Andrei, del Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali Luca Di Nella, dell’Assessora all’Agricoltura della Regione Emilia – Romagna Simona Caselli, dell’Assessora alla Sostenibilità del Comune di Parma Tiziana Benassi, del Delegato del Direttivo dell’UCB Alessio Malcevschi e del Presidente de “Il Borgo” Giuseppe Giulio Luciani.Interverranno nel corso del pomeriggio Stefano Magagnoli, Docente di Global History all’Università di Parma (Alle origini della denominazione di origine. Tipicità, mito e reputazione), Franco Mosconi, Docente di Politica industriale all’Università di Parma (La metamorfosi del modello emiliano negli anni della sostenibilità), Emilio Ferrari, Responsabile Acquisti Grano Duro e Semole del Gruppo Barilla (Il nuovo paradigma della sostenibilità nella filiera del grano duro) e Giuseppe Iotti, Presidente del Gruppo Imprese Artigiane (La responsabilità sociale dell’impresa verso la sostenibilità). Seguiranno gli interventi programmati delle docenti dell’Ateneo Katia Furlotti e Mariasole Porpora e di Lorenzo Frattini, Presidente regionale di Legambiente. L’evento è inserito nell’ambito delle iniziative per Parma Capitale Italiana della Cultura 2020.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata economia: governo ricordi impresa e lavoro

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

“Ci auguriamo fortemente che il nuovo Governo sostenga chi, sui territori italiani produce lavoro, ricchezza e qualità e che si sostengano con un piano di sistema le imprese e gli imprenditori. Nel Contratto di Governo, purtroppo, la parola commercio è praticamente assente ed al settore delle imprese è dedicato poco spazio. La parola impresa compare solo due volte nel Contratto di Governo – come ha evidenziato anche la Presidente Giorgia Meloni all’Assemblea Generale di Confcommercio – e manca complessivamente la visione sul mondo imprenditoriale, necessaria al rilancio italiano”, così la Senatrice di Fratelli d’Italia Isabella Rauti intervenuta in occasione della Giornata dell’economia 2018 svoltasi alla Camera di Commercio di Mantova. “La provincia di Mantova conferma il primato della Lombardia, come primo mercato italiano anche se nel territorio non mancano le imprese che hanno attraversato un periodo di grande sofferenza e sono numerosi i casi di mortalità imprenditoriale.
Tra le criticità registrate nel 2017 troviamo la flessione delle imprese femminili e la diminuzione delle donne occupate (-5%) a fronte di un tasso di disoccupazione mantovano che risulta in diminuzione rispetto al 2016” conclude la Senatrice Isabella Rauti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assolombarda prepara un futuro a misura d’impresa C’è da stare attenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 Mag 2018

Con un “libro bianco” di una settantina di pagine Assolombarda, l’associazione dei padroni che si sentono in Europa diretta da Carlo Bonomi, ha descritto quello che dovrà essere il futuro del lavoro, ma non solo.L’idea, in sé molto semplice, è quella di individuare gli accorgimenti da prendere per poter indirizzare a proprio vantaggio, a vantaggio delle imprese della punta meridionale del triangolo produttivo europeo, le trasformazioni che la tecnologia sforna in continuazione provvedendo a cambiare la realtà e i meccanismi di produzione.Non è un libro dei sogni, né tantomeno un elenco di desiderata irrealizzabili quello che si propone Assolombarda con il suo libro bianco. Piuttosto, anche per la tempistica con cui è stato editato, fa pensare ad un interessato e un po’ ordinatorio promemoria al prossimo governo che ha, tra i suoi maggiori attori, quella Lega ex nord ma pur sempre molto vicina ai produttori del nord.L’orizzonte è la partecipazione alla competizione internazionale all’interno del polo europeo, e fin qui lo sapevamo tutti, ma anche una lettura della nuova fase di globalizzazione che, esaurito ad esempio l’esperimento della delocalizzazione oggi punta ad un mercato del lavoro interno talmente deregolato da far impallidire i benefici di quella scelta ormai da abbandonare.
Non ci sono più orari di lavoro, non serve più il luogo di lavoro e pertanto non esiste nemmeno più il salario rapportato allo spazio e al tempo in cui il lavoro si dipana. Tutto è legato alla performance, a quanto si produce senza i lacci del tempo e dello spazio. Senza minimamente attardarsi a definire le forme del lavoro, la loro intensità e il loro valore. La discrezionalità di impresa è l’unico parametro possibile.Ma nel ponderoso studio di Assolombarda e di Adap c’è molto di più, c’è un’idea di società completamente soggetta all’interesse di impresa, dalla scuola delle competenze in cui addirittura si ipotizza che l’alternanza scuola lavoro abbia inizio dalle scuole elementari portando i bambini a visitare le fabbriche o in cui i dirigenti d’azienda debbano avere possibilità di docenza con pari dignità rispetto agli insegnanti fino ad una semplificazione e razionalizzazione del diritto del lavoro “che non sia pregiudizialmente ostile all’impresa”, così seppellendo per sempre la dovuta propensione alla salvaguardia del soggetto debole nelle controversie di lavoro.
Ma ce n’è per il welfare, che viene declinato in tutte le sue forme, da quello aziendale a quello contrattuale, in un’apoteosi destinata a seppellire per sempre il welfare universale; ce n’è per la contrattazione, che non può che essere principalmente, quasi esclusivamente si legge tra le righe, a carattere aziendale; ce n’è per gli ammalati, i cronici, i diversamente abili per i quali bisogna trovare il modo di renderli produttivi; ce n’è per le donne a cui viene proposta la sostituzione della maternità facoltativa con voucher per il pagamento di baby-sitter e asili nido; ce n’è per la rappresentanza dei lavoratori e delle imprese per la cui regolazione serve certamente una legge “…che può essere utile nella misura in cui non sostituisce le parti ma recepisce i loro accordi….”.Insomma ce n’è per tutti, in un mondo disegnato da loro per conquistare finalmente quello spazio di manovra indispensabile nelle nuove forme del lavoro e nelle pieghe in cui si dipana la fabbrica 4.0 ad accrescere enormemente i loro profitti basati sullo sfruttamento degli uomini e delle risorse del pianeta. C’è da stare attenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Opportunità Molise” per l’impresa e il turismo cinesi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 marzo 2018

I rappresentanti di Forche Caudine, Associna e Chiesa evangelica cineseIl capitale cinese è sempre più un’opportunità per i territori italiani. E qualche concreto spiraglio si potrebbe aprire anche per il Molise. Questo è almeno ciò che emerge dal primo incontro svoltosi a Roma presso il ristorante “Città del cielo” tra l’ingegnere Marco Wong, 54 anni, presidente di “Associna”, l’associazione che riunisce i cinesi di seconda generazione in Italia, il dottor Xinghai Ke della Chiesa cristiana evangelica cinese in Italia, operativa a Roma dal 1981 e con oltre 20mila fedeli e cento sedi in Italia e i responsabili del neocomitato “Imprese” dell’associazione “Forche Caudine” di Roma.
Wong, che è stato vice presidente di Huawei Italia e dal 2011 è titolare di aziende attive nella distribuzione di alimentari etnici, oltre che consigliere di amministrazione di Extrabanca spa, il primo istituto bancario rivolto ai cittadini stranieri, ha illustrato le principali esigenze di investimento dell’imprenditoria cinese legata alla sua associazione. “L’interesse è rivolto prevalentemente a grandi brand, una delle ultime acquisizioni è Club Med, all’industria innovativa e alla meccanica di precisione, ma non manca l’attrazione per l’agroalimentare italiano, in particolare per il vino e l’olio – ha spiegato l’ingegnere che s’è laureato nel nostro Paese. “Nell’import-export sono importanti i porti: oggi gran parte del traffico europeo con la Cina passa per il Pireo – ha continuato Wong – ma anche l’Italia gioca un ruolo strategico”. “C’è sensibilità anche verso territori dalle buone potenzialità turistiche – ha aggiunto Xinghai Ke. “Ad esempio, di recente un imprenditore a noi vicino ha mostrato interesse per investimenti in zone termali – ha aggiunto il rappresentante della Comunità evangelica.L’imprenditore molisano Francesco Caterina, responsabile del comitato “Imprese” dell’associazione “Forche Caudine”, ha delineato le caratteristiche del territorio molisano, non nascondendo le attuali problematicità, ma mettendo in evidenza le tante eccellenze poco valorizzate, sia nel settore enogastronomico sia in quello della ricettività nelle aree più suggestive dal punto di vista storico-ambientale.Oltre ad approfondire le possibilità di attivare gemellaggi tra comuni cinesi e molisani, il comitato “Imprese” ha stretto accordi per accompagnare una prima delegazione di manager e imprenditori cinesi in visita in Molise con l’obiettivo puntato in particolare sui luoghi d’interesse storico-turistico, sulle cantine e sugli alberghi diffusi. Ciò potrebbe consentire agli stake holders di attivare e intensificare rapporti ed avviare tavoli istituzionali di lavoro e di concertazione per la creazione di un “Progetto Molise” che coinvolga efficacemente investitori, istituzioni e residenti.(fonte: Forche Caudine)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vivi un’impresa: Grünenthal Italia apre le porte alla Bocconi

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Milano. Un giorno in azienda per sperimentare e conoscere la realtà lavorativa di importanti gruppi industriali e per creare un vero e proprio ponte con l’università: ieri, mercoledì 7 marzo, gli studenti del corso di Laurea in Economia Aziendale e Management dell’Università Bocconi di Milano hanno incontrato i manager di Grünenthal Italia, azienda farmaceutica leader nel dolore, nella gotta e nell’infiammazione. L’iniziativa si inserisce nel programma “Vivi un’impresa”, promosso dal corso di Laurea dell’Università Bocconi con l’obiettivo concreto di mettere fin da subito gli studenti in contatto con il mondo delle aziende.
Grünenthal Italia, da sempre attenta e impegnata nella formazione, ha deciso di aprire le porte alla Bocconi e ai promettenti studenti per mettere ancora una volta a disposizione dei giovani competenza e professionalità. Attraverso la visita negli uffici e il confronto diretto con i dirigenti e i professionisti che operano in Grünenthal Italia, gli studenti infatti hanno avuto modo di immaginare il proprio futuro lavorativo e quali potrebbero essere le sfide, le soddisfazioni e le difficoltà che potranno incontrare dopo il loro percorso di studi.“Fare cultura sul mondo del farmaceutico, lasciare un insegnamento ai giovani che rappresentano il vero futuro e che domani siederanno alle nostre scrivanie, è una responsabilità prima che una enorme soddisfazione – afferma il Dr. Thilo Stadler, GM Grünenthal Italia -. Siamo continuamente alla ricerca di giovani talenti che possano mettere le loro potenzialità e competenze a servizio della nostra mission: offrire, attraverso i nostri prodotti, maggiori cure e migliori benefici ai pazienti e ai nostri stakeholder. Occasioni come queste rappresentano un’opportunità imperdibile per conoscere e farci conoscere”.
A dimostrazione dell’ottima qualità dell’ambiente lavorativo e per le iniziative promosse sia all’interno sia all’esterno dell’azienda, proprio nei giorni scorsi Grünenthal è stata designata al sesto posto nella classifica del “Best Place to Work Italy” per la categoria “Medium” (aziende con un numero di collaboratori tra 50 e 499), nel nostro Paese.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scenario globale in ripresa: in calo i rischi di mancato pagamento per le imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 gennaio 2018

reti impresaDei 198 Paesi analizzati, 32 migliorano e 156 restano stabili nella loro categoria di rischio SACE (questi insieme rappresentano il 91% dell’export italiano). Sono 10 i Paesi che peggiorano la propria categoria di rischio. Gli esportatori italiani si troveranno ad operare nel 2018 in un contesto in miglioramento, con una crescita diffusa ma ancora fragile. Fondamentale mitigare i rischi, diversificando le destinazioni dell’export e proteggendo il business con SACE SIMEST SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, pubblica la nuova edizione della Mappa dei Rischi e presenta lo scenario atteso in cui si muoveranno le imprese italiane nel Focus On “Mappa dei Rischi 2018: Adelante con juicio”.
Il quadro delineato dal nuovo studio è quello di un miglioramento complessivo dei livelli di rischiosità determinato da una crescita globale in ripresa, con effetti positivi sull’andamento degli scambi internazionali e sull’economia italiana, in particolare sull’export che nel 2017 ha segnato un balzo inaspettato. Permangono, tuttavia, alcuni elementi di instabilità: elevati livelli di indebitamento e incertezza sulla ripresa del ciclo delle commodity pesano soprattutto sugli emergenti, mentre instabilità e fenomeni di violenza politica si diffondono in aree nuove del globo. Le imprese italiane si troveranno quindi a operare in un contesto in miglioramento, che resta tuttavia fragile e in cui si dovranno muovere con cautela, diversificando le geografie e dotandosi di strumenti di mitigazione del rischio.“Il 2017 è stato un anno positivo per l’economia globale che ha spinto anche la ripresa del commercio internazionale – spiega Beniamino Quintieri, Presidente di SACE -. Prevediamo un 2018 ancora in crescita, ma non privo di rischi. Sarà importante tenere sotto stretto monitoraggio variabili esogene come l’evoluzione delle relazioni degli Stati Uniti con Russia, Medio Oriente e Corea del Nord, le scelte del governo cinese e gli esiti di alcune importanti tornate elettorali che potrebbero destabilizzare equilibri regionali in America Latina o in Africa. Export e internazionalizzazione continueranno a svolgere un ruolo chiave per la nostra economia, ma l’esperienza recente ci ha insegnato a non sottovalutare nessun indicatore. Diventa, quindi, sempre più importante per le imprese saper riconoscere e valutare i rischi, avere una buona diversificazione dei mercati di destinazione del loro export e ricorrere agli strumenti di copertura messi a disposizione dal Polo SACE SIMEST”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maker Faire Rome: The European Edition 4.0

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 novembre 2017

Roma Venerdì 1 Dicembre 2017, ore 9:00 / 3 Dicembre 2017 Fiera di Roma Via Alexandre Gustave Eiffel. L’Università Roma Tre parteciperà al Maker Faire Roma 2017 con uno stand dove saranno mostrate alcuni progetti innovativi e avere informazioni sulle attività didattiche e di ricerca del Dipartimento di Ingegneria. L’atteso appuntamento con “Maker Faire Rome – The European Edition 4.0”, il più grande evento europeo sull’innovazione e sull’impresa 4.0, si svolgerà dall’1 al 3 dicembre 2017 alla Fiera di Roma.Con 7 padiglioni a disposizione (uno in più rispetto allo scorso anno) per oltre 100mila mq di estensione, Maker Faire Rome è la fiera dove prende forma la rivoluzione digitale, il luogo della ribalta dedicato alle famiglie, ai bambini e a tutti gli appassionati di innovazione, ma anche il format consolidato per le aziende e gli innovatori di professione che utilizzano la cultura digitale come mezzo per affrontare le nuove sfide dei mercati. Tanti, attuali e coinvolgenti gli altri temi della quinta edizione. Si va dall’Internet delle cose alla manifattura digitale fino all’agricoltura 4.0, passando per il cibo del futuro alla sensoristica; mobilità smart, riciclo e riuso, edilizia sostenibile; robotica; realtà virtuale e aumentata, salute e benessere; scienza e biotecnologie.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al CUOA il gotha della finanza d’impresa. Ospite l’economista Zingales

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 giugno 2017

Altavilla-vicentinaAltavilla Vicentina (VI) Giovedì 22 giugno, nella splendida cornice di Villa Valmarana Morosini, sede di CUOA, in occasione del Finance Day si discuterà insieme al Prof. Luigi Zingales, Economista di fama internazionale e Docente di Entrepreneurship and Finance presso la University of Chicago Booth School of Business, dell’impatto dei fatti di attualità sull’economia d’impresa tracciando nuovi scenari e tendenze internazionali.
Si tratta dell’appuntamento clou di questo periodo promosso dalla business school in partnership con EY- Ernest & Young e in collaborazione con Mode Finance: la giornata offrirà diverse visioni e chiavi di lettura, di scenario e di tipo strategico, tecnico, manageriale con il coinvolgimento di prestigiose personalità. Saranno tracciati la visione e il valore aggiunto della finanza in un contesto internazionale individuando gli elementi distintivi, la prospettiva a seguito dei fenomeni di crisi degli ultimi anni e nell’attuale scenario macroeconomico e quanto può generare in un’ottica internazionale. Il tema sarà oggetto di analisi del Key Note Speaker Zingales.
Secondo l’ISTAT la crescita italiana del primo trimestre 2017 si attesta a un +0,4% a differenza della Germania che viaggia con un pil del +0,6% e della media europea con un +0,5% e un aumento dell’1,7% rispetto al 2016. Secondo le previsioni della Commissione di Bruxelles l’incremento del prodotto interno lordo italiano nell’intero 2017 sarà di circa l’1%, lo 0,7% in meno rispetto ai principali Paesi Europei.
Per l’avvento delle nuove tecnologie e soprattutto per la volatilità dei mercati, gli anni recenti hanno visto un peso crescente dell’area finance all’interno delle imprese e una progressiva affermazione del ruolo del CFO, sempre più chiamato a dare un concreto supporto a chi dirige l’azienda nella pianificazione e nell’esecuzione strategica. Si rendono necessari quindi lo sviluppo e il rafforzamento di expertise specifiche e mirate, con nuove opportunità e sfide che possono e devono diventare volano del motore d’impresa. Per CUOA il tema è oggetto di studio: con la sua area Finance presidia da oltre 20 anni il mercato specifico delle banche, delle assicurazioni e dei servizi finanziari alle imprese e rappresenta un centro di eccellenza sui temi della finanza d’impresa, attraverso un’intensa attività di formazione, di osservatorio e di analisi del mercato.
Durante il Finance Day saranno affrontati, in particolare, quattro macro temi. Il primo riguarda la visione e il valore aggiunto della finanza in un contesto internazionale. Operativamente saranno analizzati progetti e soluzioni contrattuali che è possibile mettere in atto nelle aziende a fronte ai cambiamenti di scenario macroeconomico in termini di governo dei rischi industriali, di copertura dei rischi finanziari o di gestione del rischio di filiera. L’analisi sarà a cura del Prof. Luigi Zingales, Key Note Speaker della giornata.
Il secondo macro tema verterà sulle interpretazioni strategiche e operative del ruolo del CFO in contesti aziendali e organizzativi differenti e sarà trattato attraverso una tavola rotonda moderata da Francesco Renne – Docente CUOA Finance, Consigliere Fondazione Nazionale Dottori Commercialisti. Le aziende coinvolte rappresentano un campione estremamente interessante in quanto espressione di contesti diversi: il caso dell’impresa familiare a vocazione di business internazionale, fortemente managerializzata, con Paolo Fietta – CFO Illy; l’esempio di un’azienda di derivazione pubblica operante nei settori energetici del gas e dell’energia elettrica e quotata in borsa con Cristiano Belliato – CFO Ascopiave, e il caso di un’azienda fortemente internazionalizzata, globale, con una lunga tradizione industriale da sempre coniugata con capacità di innovazione e con un brand estremamente conosciuto a livello mondiale con Francesco Tanzi – CFO Pirelli.
Nel contesto macro economico attuale è inimmaginabile continuare a leggere il business con strumenti, modelli, strutture informative e indicatori costruiti in un’altra era economica. L’evoluzione tecnologica e digitale pone importanti cambiamenti nei processi amministrativi e finanziari, coinvolgendo potenzialmente anche tutta la filiera dei fornitori e dei clienti dell’azienda stessa. Il terzo tema riguarderà le frontiere emergenti nei processi di controllo direzionale e sarà sviluppato grazie al contributo di Riccardo Bovetti, Partner EY, Financial Accounting Advisory Services e profondo conoscitore dell’impatto digitale sui processi della finanza e del controllo di gestione.
Infine il Finance Day entrerà nel merito dell’importanza delle abilità comportamentali nella dimensione dei CFO. Tale prospettiva viene indagata riflettendo su un elemento di grande impatto, anche emotivo, nei processi della finanza degli ultimi anni, quale la propensione al rischio e la gestione del rischio nelle situazioni di forte tensione e incertezza. Il confronto sarà a cura di Chiara Sergotti, Psicologa e Docente CUOA, Consulente di Federazioni Nazionali Sportive, Squadre Nazionali, atleti e di Massimo Braconi, Maestro di sci, freerider professionista, testing manager per Nordica, alpinista d’alta quota.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ripartono le giornate di volontariato d’impresa per Teva Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 1 aprile 2017

Teva_PharmaceuticalTeva, l’azienda farmaceutica multinazionale, ha avviato il programma delle giornate di volontariato d’impresa in Italia. Sono sei gli appuntamenti da Nord a Sud della Penisola che avranno come filo conduttore il tema dell’accoglienza. Forti della collaborazione pluriennale dell’azienda con l’associazione “A Casa Lontani da Casa” Onlus, i volontari di Teva Italia supporteranno case di accoglienza destinate a pazienti e a loro accompagnatori, con piccoli lavori di manutenzione, preparazione di pasti e attività ludiche per i più piccoli.
L’iniziativa partirà da Roma il 3 aprile e farà tappa a Napoli, Bari, Milano, Bologna e Padova.Sono migliaia, infatti, le persone in Italia, tra i quali molti bambini con patologie gravi, che ogni anno si recano in altre città per essere curati in centri specializzati. Un viaggio difficile, lontano dalla propria casa e dai propri affetti, spesso anche con notevoli difficoltà economiche. Il lavoro delle associazioni, che operano su tutto il territorio nazionale, offre un aiuto concreto a coloro che non possono permettersi una sistemazione, garantendo l’ospitalità presso case di accoglienza confortevoli e attrezzate, dove si crea un ambiente familiare che permette loro di vivere con più serenità il periodo di permanenza.I volontari di Teva Italia si uniranno alle attività delle associazioni contribuendo con il loro lavoro a rendere più accoglienti le case per gli ospiti; con il loro carico di entusiasmo e voglia di fare porteranno un sorriso a bambini e adulti, donando loro una giornata piacevole, animata da uno spirito conviviale.Rispondere alle esigenze dei pazienti è al centro dell’attività di Teva Italia e sono veramente numerosi i dipendenti che hanno aderito all’iniziativa e si impegnano in prima persona a essere ancora più vicini alle persone, per migliorare la loro qualità di vita.
Tutte le attività dei volontari saranno seguite in diretta sul profilo Twitter di Value Relations, ValueRelations, Ufficio Stampa di Teva Italia volontariatoteva, volunteering, #csr. Fare del bene fa bene… Gli appuntamenti e le associazioni:
3 aprile 2017, Roma La Casa di Andrea – Associazione Andrea Tudisco Onlus
4 aprile 2017, Napoli La Casa del Sorriso – Associazione Eduardo Vitali Onlus 11 aprile 2017, Bari Associazione Agebeo a Amici di Vincenzo Onlus
23 maggio 2017, Milano Casa Achilleo – Associazione CasAmica Onlus
6 giugno 2017, Bologna Casa Cilla San Giuseppe – Associazione Cilla
7 giugno 2017, Padova Casa Paolo VI – Associazione Cilla Teva Italia sostiene dal 2012 “A Casa Lontani da Casa”, associazione che offre supporto, informazioni e assistenza nella ricerca di alloggi adeguati a prezzi contenuti ai malati e alle loro famiglie, organizzando e gestendo una rete fra le numerose strutture di accoglienza presenti sul territorio milanese.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un’impresa o uno studio legale può creare benessere sociale?

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

studio legaleDikaios (www.dikaios.international) è il primo – e finora l’unico – studio legale in Italia ad aver ottenuto la certificazione internazionale di B Corp: assiste solo soggetti che condividono questa visione etica dei rapporti sociali e crea soluzioni giuridiche orientate al benessere comune.
L’Italia ha iniziato da poco a disciplinare questi nuovi modelli di attività (L. 208/2015, commi 376-382), ma un network B Corp (25 in Italia, 1776 nel mondo) già condivide i valori della trasparenza e della sostenibilità. Una filosofia che oggi in Italia consente alle imprese di modificare il proprio oggetto sociale per diventare Società Benefit «che nell’esercizio di una attività economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse».La certificazione internazionale B Corp garantisce che il lavoro di queste organizzazioni rispetti gli standard solidali ed ecosostenibili necessari per ottenere e mantenere il riconoscimento. Dikaios vanta la predisposizione di contratti etici e un’assistenza tributaria e fiscale trasparente, la regolamentazione di rapporti di lavoro equi e il patrocinio giudiziale solo come ultima istanza, preferendo invece risolvere le controversie con strumenti alternativi come la mediazione e la conciliazione, l’arbitrato o la negoziazione assistita.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Storie d’impresa, nasce un sito web d’informazione e servizi professionali

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2016

storie-impreseLe storie d’impresa sono prodotti editoriali che raccontano attraverso documenti d’archivio, foto d’epoca, disegni tecnici, progetti e brevetti, i successi, le crisi e le sfide di artigiani, imprenditori e industriali che hanno contribuito a costruire il mito del Made in Italy nel mondo. Adesso nasce un sito web, businesshistory.it, dedicato a questo genere letterario a metà tra la storiografia e il marketing.Il sito web – disponibile in versione desktop, tablet e mobile – nasce dalla volontà di alcuni copywriter, ricercatori e redattori guidati dallo storico e giornalista Giovanni Criscione, di proseguire e valorizzare l’esperienza avviata sei anni or sono con la realizzazione della loro prima monografia d’impresa per conto di un’importante azienda dolciaria siciliana, cui sono seguite altre commissioni da parte di imprese operanti in diversi settori merceologici.Le storie d’impresa come genere letterario nascono negli Stati Uniti d’America, dove lo spirito d’iniziativa e la cultura d’impresa riscuotono da sempre un più vasto apprezzamento sociale e un’ammirazione pressoché universale. Da tempo anche in Italia si stanno affermando come uno strumento efficace di comunicazione e marketing, e per valorizzare un anniversario, una ricorrenza o un momento importante della vita aziendale.“Le monografie d’impresa – spiegano i creatori del sito – sono una sorta di Giano bifronte. Per l’autore, sono un prodotto culturale. Che comporta un attento scavo negli archivi pubblici e privati alla ricerca dei documenti utili a ricostruire la storia dell’impresa. Presuppone la comprensione profonda dei contesti storici generali di un’epoca e dei quadri concettuali specifici sulla storia del lavoro, dei consumi, delle mode, del territorio, ecc. attraverso la letteratura secondaria. E richiede anche una capacità di costruire narrazioni avvincenti con una scrittura chiara e scorrevole. Per l’azienda committente, invece, sono un prodotto di marketing. Che promuove il brand, oltre che con il contenuto delle proprie pagine, attraverso eventi, presentazioni, recensioni e articoli sulla stampa, partecipazione a premi letterari, presenze in tivù, nei festival e nelle fiere di settore, ecc.”.
Businesshistory.it, oltre a offrire servizi professionali per imprenditori e imprese, si propone di contribuire alla diffusione e alla conoscenza di questo genere letterario con articoli, notizie, eventi, recensioni, materiali, risorse gratuite, casi di studio, aspirando a divenire una fonte autorevole di informazioni sul tema. (foto: storie imprese)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 95% degli imprenditori utilizza fondi personali per l’avvio di un’impresa

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

soldi-pubbliciL’ultimo rapporto del Global Entrepreneurship Monitor (GEM) sulla finanza imprenditoriale ha analizzato modelli di finanziamenti di nuovi business in tutto il mondo, rilevando che la crisi finanziaria globale ha lasciato un segno persistente sull’imprenditorialità in tutti i paesi e che la maggior parte degli imprenditori (95%) investe i propri risparmi per avviare un’impresa.
Nonostante il fatto che il costo medio per avviare un’impresa sia sceso, gli autori spiegano che l’accesso ai finanziamenti è uno dei più gravi problemi per le imprese in molte economie, con le piccole e medie imprese in difficoltà sempre maggiori.
“Questa recente crisi finanziaria, la peggiore degli ultimi 80 anni, ha avuto un profondo effetto sulla situazione economica e sul paesaggio imprenditoriale”, affermano gli autori del rapporto Caroline Daniels, Mike Herrington e Penny Kew.
Circa 60 paesi partecipano alla ricerca annuale del Global Entrepreneurship Monitor (GEM). L’ultimo rapporto sulla finanza imprenditoriale è stato pubblicato dieci anni fa. Da allora, la disponibilità di fondi, le fonti di finanziamento, nonché il costo di avvio di un’impresa sono molto evoluti: l’importo medio necessario per avviare un business nel 2004 era di 54.000 $ e di 65.000 $ nel 2006. Nel 2015, l’importo medio è sceso a soli 13.000 $. In Italia, le cifre restano alte, con una media di 55.511 $ necessari ad avviare un’impresa.
Globalmente, il 95% degli imprenditori utilizza fondi personali per l’avvio di un’impresa. Israele e la Spagna riportano la più bassa percentuale di imprenditori che utilizzano il proprio denaro come fonte di finanziamento imprenditoriale (79%). Le percentuali di investimento di fondi personali variano notevolmente in funzione dei paesi, da un minimo del 47% in Burkina Faso e in Senegal al 91% in Cina e al 98% in Indonesia. Risulta anche in aumento la quota che gli imprenditori investono in media nel proprio business – nel 2004, il 66% del loro capitale era investito nella start-up, mentre nel 2015 la percentuale sale al 72%.
“Questo indica un più forte sentimento di fiducia in sé stessi nel clima economico attuale”, afferma Mike Herrington, Direttore esecutivo di GEM e Professore all’University of Cape Town.
Herrington aggiunge che l’uso delle risorse proprie, a volte chiamato “bootstrap”, nasce per lo più dalla necessità, ovvero quando gli imprenditori non possono garantire un finanziamento esterno alla propria società. “Questo è particolarmente vero per le donne imprenditrici, che si ritrovano ad affrontare delle disparità di trattamento da istituti di credito tradizionali, sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo.” Le differenze di genere si estendono oltre al settore bancario. Ad eccezione di due paesi, le donne imprenditrici riferiscono di aver bisogno di meno soldi per avviare un business rispetto agli uomini. In Canada questo divario di genere è il più alto, gli uomini riportano una somma per avviare un’impresa di 8,5 volte superiore rispetto alle donne. Per molti imprenditori, i risparmi personali, così come i contributi di vicini di casa, della famiglia e degli amici hanno giocato un ruolo importante. “Far parte di una cerchia sociale privilegiata permette ancora agli imprenditori di ricevere una bella spinta, in particolare in Africa e in Nord America, dove i tassi di investimento informali sono più alti”, spiega Penny Kew, co-autore dello studio, e aggiunge :”In tutte le regioni, la maggior parte degli investitori informali forniscono i fondi ai membri della propria famiglia, ed una percentuale sostanziale fornisce un aiuto ad amici e vicini di casa.”
Le banche rimangono una fonte importante di finanziamento in tutte le regioni – i contributi delle banche variano: un quarto di imprenditori in Africa, Asia e Oceania ne beneficiano, e ben un terzo degli imprenditori nel Nord America. I finanziamenti governativi svolgono un ruolo importante in Nord America e in Europa. Il rapporto GEM mostra inoltre che le forme tradizionali di finanziamento imprenditoriale vengono sempre più integrate da nuovi sistemi di prestito come il peer-to-peer lending, il crowdfunding, la microfinanza e le cooperative di comunità. Allo stesso tempo, le industrie, i modelli di business, e il concetto di ‘mercato’ viene ridefinito dalla tecnologia mobile. Caroline Daniels sostiene che la globalizzazione e il ruolo delle tecnologie – tra cui i social media – non deve essere sottovalutato, soprattutto nei paesi più sviluppati. “Gli imprenditori del Nord America hanno sostanzialmente più probabilità di avere accesso a fonti più sofisticate di finanziamento imprenditoriale, come il VC e il crowdfunding”, spiega. “Il 14% degli imprenditori nordamericani sono finanziati attraverso il crowdfunding. Al contrario, l’Africa, l’Asia e l’Oceania sono in ritardo in modo significativo in termini di accesso a questa forma di finanziamento, e solamente il 2% degli imprenditori in queste regioni è finanziato via crowdfunding”. Il business è sempre più globale, aggiunge la Daniels. “Poichè la consapevolezza di chi ha accesso alle risorse è in crescita, le parti interessate stanno esplorando dei mezzi per aumentare i tipi di finanziamento disponibili in tutte le economie.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Impresa 4.0: per un’industria italiana più competitiva nell’era digitale”

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2016

industria italianaMilano 5 luglio presso il Teatro Dal Verme a Milano dalle ore 9 alle 13. Interverranno, fra gli altri, il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, il presidente di Confindustria Digitale Elio Catania e il presidente di Assinform Agostino Santoni.Sarà l’occasione per presentare i risultati del Rapporto Assinform “Il digitale in Italia 2016” e fare il punto sull’avanzamento del progetto di Confindustria “Trasformazione competitiva digitale delle imprese e del Paese”. L’incontro, che vedrà la partecipazione di tanti protagonisti dell’economia digitale, dalle start-up, alle Pmi innovative, ai giovani talenti, ai gruppi nazionali e internazionali dell’Ict, vuole essere una grande manifestazione incentrata sull’innovazione come fattore strategico di crescita e sviluppo del Paese. (foto: industria italiana)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Indexway: Fare impresa oggi

Posted by fidest press agency su martedì, 14 giugno 2016

palazzo stelline milanoMilano mercoledì 15 giugno,dalle 15.00 alle 19.30, presso la Sala Solari del Palazzo delle Stelline in Corso Magenta 61 a Milano, per il Patrimonia Meeting, si svolgerà l’incontro ‘Fare impresa oggi: soluzioni e opportunità per aziende strutturate’. All’incontro, organizzato da Professione Finanza e da La Compagnia Finanziaria Merchant Bank, parteciperanno: Stefano L. di Tommso (Senior and Equity Partner) Alessandro Arrighi (Presidente INDEX, Professore associato di Economia Aziendale e titolare dello studio Arrighi) Domenico Gaudiello (Avvocato e Partner Dla Piper) Giulio Andreani (Senior Tax Advisor and Head of Wealth Planning) Francesco Frigieri (Avvocato Studio Frigieri&Partners) Paolo Castelli (Senior Partner di La Compagnia Finanziaria)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »