Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘impronta’

L’impronta digitale dei terremoti individuata con l’interferometria satellitare

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 Maggio 2021

Attraverso le immagini ottenute dall’interferometria satellitare, un team di ricercatori dell’Università Sapienza di Roma e dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha analizzato l’”impronta digitale” dei terremoti attraverso il riconoscimento della deformazione del suolo che accompagna un evento sismico. Gli scienziati, infatti, sono riusciti a stimare con precisione le dimensioni e a riconoscere l’area dove si concentrano gli scuotimenti più violenti che accompagnano i terremoti. Lo studio “The epicentral fingerprint of earthquakes marks the coseismically activated crustal volume” è stato appena pubblicato su ‘Earth Science Reviews’. Le immagini ottenute con la tecnica InSAR (Interferometric Synthetic Aperture Radar) consentono di rilevare la deformazione cosismica (ovvero, la deformazione istantanea e permanente causata dal terremoto) delimitando l’area epicentrale dove si è concentrato lo spostamento maggiore, attraverso l’analisi della deformazione del terreno attorno alla faglia attivata durante un terremoto. “La conoscenza di queste manifestazioni della Terra aiuta a focalizzare più specificatamente la prevenzione sismica nelle future aree epicentrali, aiutando a calibrare la valutazione della pericolosità sismica in cui il movimento verticale gioca un ruolo rilevante nell’aumentare un maggiore scuotimento orizzontale e quindi maggiori danni. Perché i terremoti torneranno: in media in Italia si generano circa 20 terremoti distruttivi al secolo”, afferma il Presidente Carlo Doglioni. font: The epicentral fingerprint of earthquakes marks the coseismically activated crustal volume” Patrizio Petricca, Christian Bignami, Carlo Doglioni (2021). Earth Science Reviews. doi: https://doi.org/10.1016/j.earscirev.2021.103667

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Microeditoria 2010

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 novembre 2010

Milano 8 novembre 2010-ore 12 Corso Magenta, 59 – c/o Ufficio Parlamento Europeo  Palazzo delle Stelline sarà presentata l’VIII edizione della Rassegna della Microeditoria Italiana, dedicata a Elvira Sellerio. La kermesse dei piccoli e medi editori si svolgerà, a Chiari, presso la splendida cornice di Villa Mazzotti, dal 12 al 14 novembre 2010. La Rassegna della Microeditoria Italiana è promossa e curata dall’associazione culturale “L’Impronta” e il Comune di Chiari, ed è patrocinata dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Brescia, dall’Università Cattolica di Milano, dalla Consigliera Provinciale di Parità di Brescia e dal Vittoriale degli Italiani in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano, la Fondazione Cogeme Onlus, il Parlamento Europeo Ufficio a Milano, Gam editrice. Alla conferenza stampa interverranno: Daniela Mena, responsabile Rassegna Microeditoria Gabriele Zotti, Assessore al Sistema Bibliotecario – Comune di Chiari Fabio Bazzoli, direttore Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano Un rappresentante dell’Ufficio a Milano del Parlamento europeo

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

David Kassman: Solo show

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2010

Firenze fino al 31/7/2010 Via dei Fossi 45r, FOR Gallery mostra -David Kassman solo show-,presenta una ricca selezione di lavori, tra cui opere inedite della serie Spiderman e il nuovo progetto sui Wall Paintings. Gli scatti di Kassman sui Wall Paintings raccontano l’arte di strada e il suo stratificarsi sui muri delle metropoli e degli spazi urbani periferici: da New York a Berlino, da Tel Aviv a Firenze. Questi lavori rappresentano l’espressione di un’arte al limite tra una forma estetica istituzionalizzata e la volontà di lasciare un’impronta nel tessuto urbano che racconti l’affermazione dell’identità, di idee politiche, di ricerca tra passato e innovazione stilistica.
David Kassman e’ nato in Israele. Ha trascorso gli ultimi 12 anni della sua vita in giro per il mondo a fare reportage, specialmente in Africa, Australia, Nuova Zelanda, Sud e Centro America e l’Estremo Oriente. Attualmente insegna fotografia presso la Shankar University of Art, a Tel Aviv, Israele. Nel 2007 ha lavorato con la Fondazione Urban Zen di Donna Karan, nel 2009 ha esposto a NY con FOR Gallery presso lo spazio di BOFFI, BY New York, e le sue opere sono state esposte ad ARTEFIERA per il debutto di FOR Gallery nella importante fiera d’arte bolognese.
FOR Gallery, nata dall’amicizia e dalla passione per l’arte di Fabrizio Moretti, Ori Kafri e Riccardo Bacarelli, e’ stata pensata per diventare una fucina per nuovi talenti ed artisti affermati provenienti da tutto il mondo. Infatti il principale scopo di FOR e’ la ricerca, da cui il nome, di nuovi artisti ed espressioni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pdl: un partito mai nato

Posted by fidest press agency su sabato, 17 aprile 2010

“Quello che sta accadendo nel Pdl è il segnale evidente di una deflagrazione di un  partito mai veramente nato. Era chiaro che prima o poi i nodi sarebbero venuti al pettine perché quando un partito è basato solo su un patto di potere a forte impronta cesarista, privo di contenuti politici, il consenso elettorale non basta per assicurargli un futuro” lo dichiara in una nota l’on. Massimo Donadi capogruppo di IdV alla Camera.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Viaggiatori italiani dell’ottocento in America latina”

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 febbraio 2010

Roma 19 febbraio 2010, ore 18,00 Palazzo delle Scienze – Piazza Gugliemo Marconi, 14 Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per le Antichità Soprintendenza al Museo Nazionale Preistorico Etnografico “L. Pigorini” Nell’ambito delle celebrazioni organizzate in Italia in occasione del Bicentenario dell’Indipendenza dei Paesi dell’America Latina, la Soprintendenza al Museo Nazionale Preistorico Etnografico L. Pigorini, in collaborazione con il Ministero per gli Affari Esteri, presenta un’esposizione dedicata ad alcuni personaggi chiave delle esplorazioni italiane nel continente sudamericano, personaggi che, per la loro traiettoria di vita o per l’importanza scientifica della loro opera, hanno lasciato un’impronta considerevole nell’antropologia e nella museografia etnografica. Attraverso carte geografiche, foto, disegni d’epoca e immagini di oggetti considerati tra i più rappresentativi delle aree oggetto di esplorazione, la mostra offre un sintetico sguardo su quanti, motivati da differenti istanze, personali e/o culturali, hanno percorso quelle terre lasciandoci le loro testimonianze umane e scientifiche.  Se si eccettuano Padre Illuminato Coppi e Guido Boggiani, missionario l’uno e pittore affermato l’altro, spinti nel primo caso da un pugnace integralismo religioso e nel secondo soprattutto da ansie estetiche, i personaggi presentati possono tutti essere considerati “viaggiatori-scienziati”.  Alessandro Malaspina, Enrico H. Giglioli e Giacomo Bove visitano ampie zone dell’America al seguito di spedizioni scientifiche ufficiali, raggiungendo regioni estreme percorrendo gli oceani.  Storie diverse riguardano invece le ultime tre figure, studiosi che hanno dedicato la loro intera esistenza a visitare e a studiare i multiformi aspetti – soprattutto geologici, naturalistici e umani – dei tropici: Gaetano Osculati, che da solo viaggia da Guayaquil, attraversando in senso longitudinale tutto il continente sudamericano, alla foce del Rio delle Amazzoni; Antonio Raimondi, che fa del Perù la sua seconda patria; Ermanno Stradelli, geografo ed etnologo, che dedica la propria vita alla conoscenza delle etnie del Vaupés, osservate con sorprendente acutezza scientifica.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La bella gioventù

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 febbraio 2010

Memorie di un alpino della «Monterosa» di Franco Panizon. Introduzione di Marco Coslovich 8 settembre 1943. Franco Panizon è un ragazzo come tanti che la Storia mette davanti a una scelta. Lui deciderà di arruolarsi tra gli alpini della «Monterosa», la divisione costituita nel 1944: ventimila uomini schierati con la RSI. Così un giovane triestino, nella cui mente si trovano a confliggere, confusamente, i ricordi familiari dolorosi della Prima guerra mondiale, l’impronta della formazione fascista, gli ideali di Patria e fedeltà, l’incapacità a staccarsene malgrado la vergogna repressa per le leggi razziali, per l’entrata in guerra, per la sua ribalda conduzione fino alla resa, e il bisogno, comunque, di un impegno personale, finisce per diventare un «ragazzo di Salò».  Sessant’anni dopo ripercorre quel periodo: l’addestramento in Germania, la fratellanza coi compagni, il servizio sulle montagne della Liguria, i morti, i dubbi e perfino un senso di libertà, quasi di vacanza. E poi la resa, l’incontro con un’Italia «buona» e il ritorno a casa. Una testimonianza intima, senza retorica, che mette in luce le emozioni e l’impulsività giovanile che hanno portato molti «dalla parte sbagliata». Pagine 140 (Testo: 132 Inserto: 8) Euro 14,00 Codice 14076K ISBN 978-88-425-4243-8

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Gennaro Esca

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 dicembre 2009

(Borgo Marinari) Napoli fino al 10 gennaio 2010 via Caracciolo di Bella Castel dell’Ovo  Gennaro Esca presenta Il silenzio tra due pensieri-Opere pittoriche 2000-2010 al Castel dell’Ovo. Avendo archiviato la parentesi segnata dal dissolversi della figurazione entro la sinfonia timbrica delle pennellate sfaldate nonchè la parentesi, peraltro ancor piu’ circoscritta, dell’approdo all’oggetto, Gennaro Esca ritorna nella sua città natale, lasciata quasi trent’anni fa per la piu’ tranquilla, e forse piu’ confacente alla sua indole schiva e meditativa, Gubbio, ma anche alle modalità espressive che gli sono più congeniali. «Se la sua concezione della genesi artistica», scrive Stefano Taccone in catalogo, «contempla senz’altro il manifestarsi volitivo dell’io, il tocco come impronta della propria soggettività, la referenza fenomenica, benchè di recente a tratti quasi totalmente eclissata, si rivela ora, finalmente, elemento insopprimibile.  Nato e cresciuto a Napoli, Gennaro Esca si iscrive all’Istituto Statale d’Arte della sua città. Frequenta il primo anno quando, visitando una mostra a Mergellina, presso il Centro d’Arte -La Spelonca-, conosce Gabriele Zambardino, direttore del Centro sul lungomare Caracciolo. -La Spelonca- e’ una bottega-galleria, forse unica a Napoli alla fine degli anni Sessanta, che apre ai giovani talenti piu’ promettenti della città i suoi spazi senza condizioni. Inizia una lunga collaborazione che vedrà nascere in quel luogo alcune delle opere piu’ significative dell’artista. Nel 1970, a diciannove anni, Esca allestisce la sua prima personale a -La Spelonca-. (esca)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Investigatori a Kabul

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2009

Sarebbero stati inviati degli investigatori per saperne di più sulla dinamica dell’attentato. I risultati non cambierebbero nulla nel teatro della realistica verità, che vede 6 vite cancellate dalla cronaca e affidate alla temporanea emotività della nazione  e all’eterno dolore dei familiari. Cambierebbe molto, moltissimo, se gli investigatori concentrassero la loro attenzione sull’esplosivo utilizzato per l’attentato.  Ma dubito fortemente che saranno autorizzati a farlo, e, ammesso che lo facessero, di rendere pubbliche le informazioni.  Gli esplosivi lasciano traccia sulle scene, più chiare e più identificabili di un DNA  o di una impronta digitale; conoscendo il tipo di esplosivo si potrebbe risalire all’azienda produttrice e, quindi,  ripercorrere a ritroso le triangolazioni effettuate per giungere a destinazione. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your and my opinions, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »