Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘imputato’

L’imputato

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2011

In difesa di ciò che c’è di bello nel brutto del mondo Gilbert K. Chesterton – Lindau – 2011 – pp. 144 – € 14,00 scontato 12,60. Pubblicato per la prima volta nel 1901, L’imputato è la raccolta di saggi con cui G. K. Chesterton inaugura la sua carriera di «principe del paradosso». Questi sedici articoli sono altrettante arringhe appassionate in difesa di ciò che di bello offre il brutto del mondo, in aperto conflitto con la mentalità di allora – e anche di oggi – ma, soprattutto, in contrasto con quella memoria monotona «che impedisce di vedere le cose nel loro splendore». Gli argomenti trattati sono i più vari; su tutto, però, campeggia il desiderio di celebrare la poesia della vita nella sua immensa varietà.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Se la legge deve essere uguale per tutti…!!!

Posted by fidest press agency su domenica, 10 aprile 2011

L’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge rischia di rimanere un assioma privato tanto della premessa che  delle conseguenze. Assistiamo al paradosso per cui un imputato modifica le leggi  per stravolgere l’ordinamento giudiziario privando l’ordinamento giudiziario del suo compito precipuo che è quello che dovrebbe garantire  la certezza del diritto. Stante il fatto che il medesimo imputato non accetta di  essere considerato “uguale” a tutti i cittadini di fronte alla legge, allora viene a mancare quell’uguaglianza  che rappresenta il cardine della Costituzione. A  meno  che… A meno che possano essere tutti i cittadini resi uguali all’imputato di cui sopra, e, quindi, messi nella condizione di modificare la legge che persegue  ogni indiziato secondo parametri  stabiliti, di volta in volta, dagli avvocati difensori. I magistrati verrebbero ridotti a semplici “notai” che prendono atto delle  riforme e riformette  adattate ad ogni singolo procedimento giudiziario. Per essere tutti uguali di fronte alla legge, non c’è altra ipotesi plausibile che quella di trasformare  tutti i cittadini in imputati intoccabili, trasformando quella che fu la “Patria del diritto” in “Cimitero della giustizia”. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Processo Eternit: imputato lo Stato

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2009

Clamoroso colpo di scena di queste ore nel processo Eternit di Torino: appena concesso, all’avv. Ezio Bonanni di Latina, dal Tribunale Ordinario di Torino, un decreto per la citazione in giudizio, quale responsabile civile, dello Stato italiano (nella persona della Presidenza del Consiglio dei Ministri). Ne danno congiunta notizia la segreteria dell’avv. Bonanni, unitamente alle associazioni di categoria (Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio, Associazione Esposti Amianto Regione Friuli Venezia Giulia, Osservatorio Nazionale sull’Amianto, Associazione Vittime Amianto Nazionale Italiana) schierate, in prima linea, contro la letale fibra killer. Una situazione più unica che rara in cui la spada sanzionatoria della giustizia sembrerebbe rivolgersi contro proprio nei confronti di quella mano che l’avrebbe impropriamente impugnata. Un caso forse senza precedenti che vedrà lo Stato italiano comparire, nell’aula di un suo Tribunale, a difendersi  “per l’udienza che si celebrerà il 10 dicembre 2009, ore 10,00, nella maxi-aula 1, ingresso 16, piano -2” a Torino assieme ai Sigg.ri Schmidheiny Stephan Ernest (Svizzera) e De Cartier De Marchienne Louis (Belgio), responsabili delle gestioni Eternit, “…per non aver adottato i provvedimenti necessari a garantire il rispetto dei principi costituzionali e l’attuazione delle specifiche direttive CEE in materia di tutela della salute dei lavoratori…”

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Girolimoni

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 marzo 2009

Ispirato a Gino Girolimoni che, ingiustamente accusato di omicidio e pedofilia negli anni Venti, fu scagionato dalla magistratura, ma mai dalla stampa che l’aveva sbattuto in prima pagina come un mostro, il Premio vuole stimolare un giornalismo che, nel perseguimento della sua funzione informativa, di impegno civile, di garanzia delle libertà sociali, colga e rispetti quelle cautele processuali previste dai nostri codici e si faccia così garante di quel principio di presunzione di non colpevolezza dell’indagato/imputato così come indicato dalla nostra  costituzione. Nella convinzione che il rispetto di tali principi di diritto siano condizione imprescindibile di un vivere civile a cui il giornalismo deve sempre essere ispirato. A chi è rivolto il bando: a tutti giornalisti e alle testate giornalistiche italiane, con una particolare attenzione a chi ovviamente si occupi di cronaca. Una sezione speciale è anche riservata al Blog, nuovissimo strumento di dibattito e approfondimento per quanto non strettamente giornalistico E’ promosso: dall’Associazione Presi per Caso con il Patrocinio della Facoltà di Scienze della Comunicazione de La Sapienza di Roma e della Federazione Nazionale della Stampa. L’iniziativa si inserisce nel percorso intrapreso dal gruppo di ricerca “Cattive notizie”, con la direzione scientifica del prof. Mario Morcellini, che ha tra gli obiettivi lo studio della rappresentazione giornalistica proprio della cronaca nera nei media italiani La scadenza per la partecipazione è fissata per il 30 aprile. Le premiazioni si svolgeranno a fine giugno. Il bando fa riferimento agli articoli pubblicato o trasmessi fra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2008.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »