Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘incarichi’

Consiglio Stato: Asl non può ridurre incarichi guardia medica, tocca a regione-sindacati

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2016

consiglio di statoUn’azienda sanitaria locale da sola non può aumentare il rapporto ottimale. Può farlo la regione ma solo con l’accordo dei sindacati. Ciò vale per l’assistenza primaria quanto per la continuità assistenziale in base agli accordi nazionali vigenti dei medici di famiglia: pare orientarsi in tal senso il Consiglio di Stato. L’indirizzo risulta dall’Ordinanza con cui i giudici amministrativi di secondo grado hanno confermato la sentenza del Tar Lombardia con cui si impone all’azienda sanitaria di rispettare il rapporto di un medico di guardia ogni 5 mila residenti. La neonata Azienda di tutela sanitaria di Como aveva chiesto la sospensione di un provvedimento considerato poco sostenibile. La vicenda è raccontata dall’avvocato Antonio Puliatti del Sindacato Medici Italiani che ha patrocinato i medici, e riguarda i medici di guardia della zona di Cernobbio-Pognana-Menaggio. «Nel 2013 l’Ats – che era ancora Asl – aveva diminuito gli incarichi di continuità assistenziale; affermava che i medici erano troppi per il servizio e aveva modificato il rapporto ottimale da un medico a 5 mila come da convenzione a uno ogni 6 mila abitanti.
Gli incarichi erano stati conferiti in tutto a 102 medici mentre con il rapporto fissato a livello nazionale ne avrebbero avuto diritto in 119, (come minimo, perché parliamo di medici in servizio)», spiega Puliatti. «Come Smi abbiamo fatto ricorso e il Tar a primavera ci ha dato ragione: sia un punto di vista formale (non può essere l’Asl ma la Regione, per convenzione, a modificare il rapporto ottimale) sia dal punto di vista sostanziale. Infatti il rapporto ottimale non va calcolato rapportando a 5 mila abitanti un medico in organico, ma un medico effettivamente in servizio». Per spiegarla al profano in termini “calcistici”: nel primo caso si rapporta alla popolazione di un’Asl tutta la rosa di una squadra, titolari e panchinari, nel secondo solo i titolari; l’indirizzo dei giudici amministrativi va nella direzione di considerare che il rapporto di 1:5000 da rispettare è quello tra “titolari” impiegati effettivamente sul campo e il numero di residenti, ma nella squadra, cioè tra gli assunti in un servizio dove si ruota, bisogna poi prevedere i “sostituti” e dunque la convenzione nazionale di fatto prevede si vada anche un po’ sotto, tipo un medico di guardia ogni 4900 abitanti o meno. Ora per il Consiglio di Stato “non sono emersi elementi che inducano a ritenere prevalenti le esigenze dell’Ats Insubria di sospendere gli effetti della sentenza impugnata”; in attesa della sentenza definitiva di merito, l’orientamento dei giudici sembra chiaro. Per Puliatti, una vittoria aprirebbe la strada a nuove assunzioni di medici oggi con incarichi precari; anche in altre Regioni si è cercato di tagliare incarichi in continuità assistenziale, in Campania ad esempio sopprimendo postazioni di guardia medica, e il Tar ha dato ragione ai medici. Se si vuole agire sull’ottimale, innalzandolo per ragioni socio-geografiche, dev’essere la Regione a derogare alle regole, in quanto titolata dalla convenzione, ma deve farlo in accordo con i sindacati medici, non in contrasto con essi». Mauro Miserendino da Doctor33)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Saverio Romano (Pid) a Radio 24

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2011

“Per il rimpasto di Governo non stiamo parlando di mesi ma semmai di qualche settimana. Per i Responsabili mi aspetto, oltre a un ministero, che siano individuati diversi posti da sottosegretario”. Anche cinque? “Sì, ma il tutto è ovviamente sempre nelle mani di Berlusconi”: lo ha detto Saverio Romano, fondatore dei Responsabili, intervistato questa sera a La Zanzara, il programma condotto da Giuseppe Cruciani in onda su Radio 24. “In questo momento – ha aggiunto – i sottosegretari sono 50, un numero mai visto nella storia repubblicana: secondo me ragionevolmente 70 sottosegretari è un numero corretto. Fli ha lasciato tanti posti liberi: il Governo ha al momento circa 10 posti vacanti, compresi anche quelli dei sottosegretari che si sono dimessi o passati ad altri incarichi”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Interrogazione parlamentare per graduati e volontari delle ffaa

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 febbraio 2011

Lo Presti e Di Biagio. – Al Ministro della difesa. – Per sapere – premesso che: in data 3 febbraio 2009 lo Stato maggiore dell’Esercito diramava una circolare con la quale comunicava a tutti gli enti subordinati che, a causa delle scarse risorse a disposizione e non sussistendo particolari preclusioni giuridiche all’impiego del personale volontario in incarichi di natura logistica, sarebbe stato possibile destinare il detto personale ad attività quali il confezionamento di viveri, manovalanza e pulizie; i destinatari della suddetta circolare sono i militari della categoria graduati e truppa che, a differenza di quanto avveniva negli anni in cui era in vigore il servizio di leva, oggi sono veri e propri professionisti per lo più reduci dalle zone di combattimento nei vari teatri esteri e dunque muniti di una professionalità, non certamente paragonabile alle mansioni alle quali la circolare di cui trattasi vuole relegarli; infatti, a seguito di ciò, già dal 15 maggio 2009 il Comando delle forze di difesa – divisione «Acqui» ha disposto che tutti i venerdì il personale della categoria graduati dovrà dedicarsi ai servizi di pulizia interna delle caserme; il Co.Ce.R ha anche deliberato diverse volte su tale questione senza ottenere alcun riscontro; la Corte costituzionale con diverse pronunce (sentenze 449/1999; 332/2000; 445/2002), ha solennemente e definitivamente sentenziato che i diritti fondamentali del cittadino militare non recedono di fronte alle esigenze della struttura militare; agli articoli 627 e successivi del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 «Codice dell’ordinamento militare» stabilisce la composizione organica delle Forze Armate in quattro categorie ufficiali, sottufficiali, graduati e truppa, sancendo la nascita di una nuova categoria quella dei graduati che si differenzia dalla truppa per professionalità maturata e per essere in servizio permanente; purtroppo, nonostante il quadro normativo, gli Stati maggiori dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica a tutt’oggi non hanno apportato nessuna modifica alle circolari interne per legittimare l’esistenza del nuovo ruolo graduati, ed in particolare alla circolare del 15 dicembre 2010 dello Stato maggiore Esercito con la quale è stato regolamentato l’impiego nelle suddette dequalificanti mansioni del personale graduato; nonostante la categoria graduati delle Forze armate sia legislativamente parificata ai graduati delle Forze di polizia sia ad ordinamento militare che civile (carabinieri, finanzieri, poliziotti), quest’ultimi non vengono distolti dagli incarichi istituzionali e in nessun caso i comandi generali hanno diramato circolari che destinassero il proprio personale ad attività diverse e meno qualificate -: quali iniziative intenda assumere per tutelare la dignità dei graduati delle Forze armate al fine di parificare definitivamente quest’ultimi ai parigrado delle forze di polizia nel rispetto delle mansioni a loro attribuite. (4-10981)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guido Martinelli direttore della Sissa

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 novembre 2010

Cambio al vertice della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste. Il nuovo direttore della Sissa è Guido Martinelli, fisico teorico delle particelle, non nuovo a incarichi manageriali nel mondo dell’università. Arriva a Trieste, infatti, dalla Sapienza di Roma, dove è stato presidente dell’Ateneo federato della scienza e della tecnologia, ha diretto il Dipartimento di fisica ed è stato componente del consiglio di amministrazione.
«È con il massimo entusiasmo che inizio la mia attività di direttore della Sissa, uno dei maggiori centri di eccellenza per la ricerca e l’istruzione a livello internazionale». Così Martinelli ha salutato oggi i docenti, il personale tecnico amministrativo e gli studenti nell’assumere il timone della scuola di alta formazione e ricerca in fisica, matematica e neuroscienze, istituita nel 1978 con decreto del Presidente della Repubblica.
Nato a Napoli 58 anni fa, Guido Martinelli si è laureato in fisica a Roma, lavorando con Nicola Cabibbo e Giorgio Parisi. La sua attività di ricerca lo ha condotto in giro per il mondo: ha insegnato infatti al Cern di Ginevra, a Madrid, a Pechino, a Parigi e negli Stati Uniti. Autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali, è considerato tra i più autorevoli fisici delle particelle a livello mondiale. «Assumere la direzione della Sissa è un onore ma anche una sfida importante – ha ribadito- : mi prefiggo infatti di mantenere l’eccellenza raggiunta dalla Scuola in questi anni e di avviare nuovi progetti sulla base del monitoraggio e della valutazione periodica della produzione scientifica e dell’attività didattica svolta». In particolare il direttore intende creare nuove opportunità di ricerca per gli studenti di dottorato e i docenti, e migliorare le condizioni di lavoro per tutti coloro che operano nelle strutture del campus di via Bonomea. Uomo di scienza, appassionato di arte e attento agli aspetti della comunicazione, Martinelli riconosce il valore della Sissa anche come centro di divulgazione della cultura scientifica tra i giovani, gli insegnanti e il grande pubblico nel Friuli Venezia Giulia e oltre. «Dovremo continuare a impegnarci – ha sottolineato a tal proposito – per far conoscere al di fuori della comunità scientifica “l’utilità” sociale della nostra attività di ricerca ed educazione superiore e la nostra opera di diffusione di valori come l’alta qualità, la meritocrazia e le uguali opportunità». Impaziente dunque di iniziare il suo lavoro con il personale, gli studenti e i ricercatori provenienti da tutto il mondo, Martinelli ha espresso la sua personale gratitudine al direttore uscente, Stefano Fantoni, «per l’infaticabile impegno, operato con intelligenza ed efficacia, a favore della Sissa in questi sei anni» (guido martinelli).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primi incarichi del Movimento per il Sud

Posted by fidest press agency su martedì, 21 settembre 2010

Conclusasi la fase costituente del Movimento per il Sud, sabato 18 settembre in quel di Scordia (CT), si è consumata la prima uscita ufficiale del neo-costituito Movimento presieduto dal giovane giurista di origini ramacchesi Antonino Calì. Poco prima del Convegno sulla Questione Meridionale, che, oltre al presidente del Movimento per il Sud (MpS), ha avuto come relatori l’On. Giuseppe Arena (Deputato Regionale MPA), l’On. Nino Strano (Ass. Reg. Turismo e Spettacolo), Enzo Maiorana (Coordinatore Regionale IO SUD), Nicolò Ferro (Consigliere Comunale di Scordia) e Anna Maria Rizzo (Presidente Ass. Siciliamente di Scordia), i dirigenti regionali del MpS si sono riuniti per dare vita al Coordinamento Regionale e ai primi incarichi in ambito nazionale. Dopo l’illustrazione delle linee guida per il programma politico 2011-2018 del MpS, il presidente Antonino Calì ed il segretario Paolo D’Arrigo (S.G. La Punta) hanno conferito le nomine di Consigliere Nazionale a Giovanni Azzaro (Scordia – CT), Riccardo Messina (Misilmeri – PA), Gianfranco Turino (Lamezia Terme – KR), Maurizio Naccarato (Melilli – SR), Giuseppe Caruso (Augusta – SR), Mario Capasso (ENNA), Vincenzo Abate (ROMA). Conseguentemente sono stati conferiti i seguenti incarichi: Mario Capasso (Coordinatore Regionale Sicilia), Gianfranco Turino (Coordinatore Regionale Calabria), Vincenzo Abate (Presidente Sezione di ROMA), Maurizio Naccarato (Coordinatore Provinciale Siracusa), Riccardo Messina (Coordinatore Provinciale Palermo), Emilio Pizzetti (Coordinatore Provinciale Cosenza), Gianluca Briulotta (Coordinatore Regionale Puglia), Carlo Turino (Coordinatore Provinciale Crotone), Claudia Rivela (Coordinatrice Progetto “Donne del Sud” e Responsabile Ufficio Stampa MpS).
Domenica 26 settembre c.a., alla presenza del presidente Calì, si terrà a S.G. La Punta il primo incontro dei vertici regionali del MpS per stabilire le coordinate su cui poggiare l’organizzazione territoriale del Movimento. (simbolo)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incompatibilità tra incarichi dirigenziali e sindacali

Posted by fidest press agency su sabato, 7 agosto 2010

Il Ministro Renato Brunetta  ha firmato una circolare interpretativa relativa all’art. 53, comma 1 bis, del d.lgs. n. 165 del 2001, disposizione aggiunta al testo dell’originario articolo dal d.lgs. n. 150 del 2009 indirizzata a tutte le pubbliche amministrazioni. Con la norma sono state introdotte delle limitazioni per il conferimento degli incarichi dirigenziali sulle strutture che gestiscono il personale, limitazioni dovute alla titolarità attuale o passata di cariche in organizzazioni sindacali o partiti politici e all’aver avuto rapporti di collaborazione con tali organizzazioni. Nella circolare si evidenzia la ratio della nuova norma, che è quella di evitare il rischio di una possibile influenza sull’attività del dirigente dovuta ai suoi particolari rapporti attuali o pregressi con i sindacati e con i partiti politici. Il nuovo regime mira a perseguire l’imparzialità ed il buon andamento dell’azione amministrativa, rafforzando l’autonomia della posizione dirigenziale, con particolare riferimento alla delicata attività di gestione delle risorse umane. Si chiarisce inoltre che, di là degli specifici vincoli derivanti dalla nuova disposizione, rimane fermo che va evitata ogni situazione di conflitto di interesse, che comporta per il responsabile della struttura la necessità di adottare adeguate misure organizzative e gestionali nel rispetto di quanto previsto dal codice di comportamento dei pubblici dipendenti (d.m. 28 novembre 2000).

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Il “Partito popolo del Sud” a marce forzate

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 agosto 2010

Milano diventa la prima sede del Partito del Popolo del Sud. La città non è stata presa a caso. Milano è stata, sin dagli anni sessanta, la meta di molti meridionali in cerca di lavoro. Il loro impegno e il loro sacrificio è stato determinante per l’economia del Nord. I loro figli sono nati in Lombardia, in Piemonte e in Veneto e sono diventati il simbolo dell’unità d’Italia. E’ già pronto anche l’organigramma della dirigenza del Partito: Ne è presidente Massimo Tartaglia, Segretario nazionale è Girolamo Foti e con vari altri incarichi Bruno Mabilia e Francesco Marrocco già dirigenti di Alleanza per il Sud e Antonino Calì del Movimento per il sud. Ma non finisce qui. Altri hanno risposto all’appello come Gianluca Brilli che nel territorio di Aprilia è in prima linea contro la privatizzazione dell’Acqua. Per quanto riguarda le iniziative produttive e sviluppo di progetti sul territorio “creando economia locale” è stato coinvolto il dr. Rinaldi consulente di aziende e Giuseppe Bruno ristoratore ed imprenditore siciliano. A Roma Marco Federici si occuperà dei comunicati stampa del partito e il giovane giornalista Stefano Terraciano si interesserà, invece, dei gruppi giovanili e del Bollettino del Sud per ora gestito dell’agenzia giornalistica Fidest. Mario Papania seguirà il suo impegno in Sicilia nell’applicazione, la promozione, la diffusione della carta costituzionale dello Statuto siciliano. Sono stati chiamati come consulenti Roberto Peretti, noto nella provincia di Palermo, in particolare a Bagheria, per il suo impegno a difesa della legalità, il  direttore dell’agenzia stampa Fidest Riccardo Alfonso e Padre Giacomo Ribaudo, consulente religioso. Per dare, poi, un segno di concretezza sono stati già aperti diversi circoli in varie aree del paese. Sottolinea, in proposito, Girolamo Foti: “stiamo ogni giorno lavorando per creare un soggetto reale, vero e visibile a tutti. “Il partito – soggiunge Foti – avrà una struttura organizzativa flessibile e duttile ovvero siamo un partito nazionale che vuole essere punto d’incontro di tutti i movimenti, associazioni, che provengono dalla società civile da e per il territorio e daremo loro valido supporto con i nostri mezzi e svilupperemo contatti in tutte le realtà locali. Il nostro programma è semplice. Proviene dalle realtà locali. Studieremo l’attuazione d’iniziative produttive che partono dal territorio, dal proprio quartiere, dal commercio locale, dallo sfruttamento della propria terra, e risorse naturali che madre natura ci ha dato come il sole, l’acqua, il vento, il mare, le montagne, tutto ciò deve essere sfruttato nel rispetto della natura, e questo non solo porta benessere all’umanità, ma anche occupazione e risparmio. Promuoveremo la raccolta differenziata, porta a porta, inviteremo i cittadini ad usare l’auto per lo stretto necessario, promuoveremo la diffusione dei dialetti, dei propri usi, costumi, rilanceremo l’artigianato, la vendita dei prodotti del sud, la cultura, la storia del sud. Tutto ciò avverrà attraverso il filtro delle commissioni previste all’interno del parlamento virtuale del Sud”. “Si tratta di uno strumento – precisa Foti – che coinvolgerà i cittadini e insieme, passo dopo passo, elaboreremo programmi a misura d’uomo, coinvolgendo la gente, e proseguendo la fattiva realizzazione dei progetti attraverso gli strumenti della costituzione italiana; insomma siamo pronti a dar vita ad una vera e propria rivoluzione culturale che parte dal basso. Sarà una iniziativa diversa da quella di Berlusconi che parte dall’alto e che punta al liberismo e consumismo o, peggio, servendosi di coloro che, attraverso il dio denaro, vogliono propugnare progetti di sviluppo per il sud. Noi non vendiamo fumo e non ci preoccupiamo di vedere quanti siamo, possiamo essere due, tre, cento, mille, un milione, l’importante è crederci e di lavorare con serenità. Dobbiamo diventare una comunità. Sarà una rivoluzione che parte dal basso, impegnativa ma non impossibile”.

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dirigenti ospedalieri: prevalgono le donne

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2010

La Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie (Sifo) plaude alle iniziative annunciate in questi giorni dal sottosegretario alla salute Francesca Martini  dirette a facilitare l’accesso delle donne a posizioni apicali nell’ambito del Sistema sanitario nazionale (Ssn). «I farmacisti ospedalieri rappresentano già un’eccezione nel Ssn – afferma Laura Fabrizio, una delle poche donne presidente di una società scientifica italiana, la Sifo – la maggior parte infatti, così come del resto i soci dell’associazione che rappresento, sono donne. Rispetto alla media nazionale del Ssn in cui, come riportato dal sottosegretario Martini, solo il 35% delle donne ha un ruolo di dirigente e un 10% ricopre incarichi apicali, il 77% dei farmacisti dirigenti degli ospedali e delle Asl sono donne e le stesse ricoprono circa il 60% degli incarichi apicali. Oggi appare necessario prevedere delle forme contrattualistiche e di organizzazione  del lavoro che tengano conto delle esigenze specifiche delle donne. Per questo riteniamo di poter dare il nostro contributo di esperienza per far sì che le quote rosa si amplifichino anche nel settore medico, raggiungendo quelli standard che, specie nei paesi del Nord Europa, sono ormai consolidati». Nonostante tutti gli sforzi diretti a conquistare la parità professionale, le donne sono ancora meno presenti nelle posizioni che contano nell’ambito del sistema sanitario e delle società scientifiche stesse, e ciò potrebbe incidere anche nel campo della farmacologia e nella clinica. «Molto andrebbe fatto ad esempio nella preparazione di medicinali  tarati “ad hoc” per le donne – aggiunge la Fabrizio – oltre che sul fronte dei trial clinici, della sicurezza delle terapie e della rilevazione degli effetti collaterali. Tutti fattori che come farmacisti operanti negli ospedali e nelle corsie ci vedono impegnati ogni giorno per far sì che le donne ricevano trattamento adeguati e di qualità.  Crediamo infine che il convegno sulla femminilizzazione del Ssn, annunciato dal Ministero per il prossimo ottobre, rappresenti un’occasione unica per dare rilievo a tali questioni e rilanciare con forza il ruolo primario delle donne nell’ambito del sistema sanitario italiano». (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Manovra: no ai doppi incarichi e stipendi

Posted by fidest press agency su martedì, 18 Mag 2010

«A due anni dall’inizio della legislatura e con un forte ostruzionismo di Lega e PDL, probabilmente domani il comitato cariche della Giunta delle Elezioni del Senato dichiarerà l’incompatibilità di qualche doppio incarico che ancora resiste. Spero che il Ministro Calderoli aiuti a vincere qualche dubbio tra i suoi, tra i più restii ad affermare una linea di rigore in questo campo. La decisione vale molto di più del 5% di limata all’indennità parlamentare che Calderoli propone, in quanto sino a poco tempo fa un parlamentare che svolgesse incarichi politici anche compatibili non poteva comunque sommare le indennità. Con l’avvento del Governo Berlusconi, interpretazioni cavillose – sembra provenienti dal Ministero degli Interni –  da due anni consentono a senatori e deputati di cumulare le indennità di parlamentare e amministratore locale. Nelle prossime ore chiederemo in Parlamento a Maroni e Tremonti se erano al corrente di tali orientamenti e se condividono».  Così Francesco Sanna, capogruppo PD nella Giunta delle Elezioni e delle Immunità del Senato e tra i fondatori di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento a Enrico Letta

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Lecture a Pavia di Lorenzo Bini Smaghi

Posted by fidest press agency su domenica, 21 febbraio 2010

Università di Pavia 24 febbraio 2010, ore 11,00, Facoltà di Economia, Sala di Lettura, via S. Felice 5 “Slaves of Defunct Economists: Resuscitating Keynes” è il titolo della lecture che Lorenzo Bini Smaghi, Membro del Comitato Esecutivo della Banca Centrale Europea, terrà  a Pavia, in occasione dell’avvio del corso di laurea magistrale in lingua inglese in  International Business and Economics della Facoltà di Economia. La lezione si terrà presso la Sala di Lettura (ex-chiesetta) della Facoltà di Economia (via san Felice, 5). Lorenzo Bini Smaghi ha un prestigioso curriculum vitae internazionale. Prima di entrare a far parte del Comitato Esecutivo della BCE, infatti, ha guidato la Direzione Rapporti Finanziari Internazionali del Ministero dell’Economia e delle Finanze a Roma e ha coperto vari ruoli e incarichi in prestigiosi istituzioni nazionali e internazionali quali l’Istituto Monetario Europeo, la Banca d’Italia e l’OCSE. Da giugno 2005 Bini Smaghi è membro del Comitato Esecutivo della BCE al quale compete la responsabilità della gestione quotidiana della politica monetaria dell’area dell’euro. Nella sua lectio magistralis dal titolo “Slaves of Defunct Economists: Resuscitating Keynes” Bini Smaghi discuterà, anche alla luce della recente crisi finanziaria, del ruolo e delle condizioni sotto le quali la politica monetaria può contribuire a ridurre il livello di incertezza sui mercati e a creare le condizioni sotto le quali la politica  fiscale risulta più efficace, contribuendo così a una rapida uscita dalla recessione in atto. Al termine della lezione, alle ore 12,00,  il Dott. Bini Smaghi sarà a disposizione della stampa per rispondere a eventuali domande sulla politica della BCE e sui possibili scenari futuri connessi alla cosiddetta exit strategy delle autorità di governo comunitarie.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizia provinciale in spiaggia

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

L’inchiesta della Procura di Venezia sulla polizia provinciale in spiaggia a Venezia ha provocato una nota del sindacato di polizia a firma di Franco Maccari, Segretario generale del Coisp: “Questa indagine, indipendentemente dagli aspetti strettamente giudiziari, ha messo il dito in una piaga, quella delle gestione piuttosto dilettantistica di risorse preziose, di uomini e mezzi cui sono affidati incarichi gravosi ma di fondamentale importanza. Aria, acqua e monti da tenere sotto controllo non sono esattamente poco. E veramente non si comprende in base a quale criterio di efficienza e di razionalizzazione le poche decine di unità a disposizione della Polizia provinciale siano state mandate in spiaggia ‘contro i venditori ambulanti’ e ad occuparsi di viabilità. Chi conosce dal di dentro il settore della sicurezza si accorge subito quando si trova di fronte a interventi dal puro sapore pubblicitario, che però sono profondamente irrazionali, inefficaci e creano un vero e proprio vulnus alle attività ampie e complesse che i tutori dell’ordine devono portare avanti”.  Risale alla scorsa estate la decisione della presidente della Provincia, la leghista Francesca Zaccariotto, di spedire 21 delle 38 guardie provinciali a pattugliare le spiagge, per affrontare il problema degli abusivi che lei stessa definì di enorme importanza per i cittadini e per la tutela dell’ordine pubblico. A stretto giro, l’intera opposizione aveva tuonato, denunciando “un utilizzo del tutto improprio del Corpo di Polizia provinciale”.  “Non è che vogliamo esultare davanti ad un’inchiesta -aggiunge oggi Franco Maccari-, non lo facciamo mai, e non ne avremmo alcun interesse. Non interveniamo certamente per un prurito politico, ma come sempre ci preme evidenziare la gestione che riteniamo sbagliata in un settore delicato come quello della sicurezza, che ha bisogno di gente appositamente preparata e competente in materia, e non decida sull’onda di ciò che ‘può funzionare meglio col pubblico a casa’!”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Camera: nomine presidenti enti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 settembre 2009

“Questo Governo non solo se ne infischia del merito ma apre una questione morale grande come una casa. In commissione Cultura, si è discusso circa la nomina del presidente dell’Eim e di un componente del cda della Fondazione Centro sperimentale di Cinematografia. Ebbene, a ricoprire tali incarichi, il Governo ha proposto nel primo caso una persona che non possiede i requisiti minimi previsti dallo statuto e, nel secondo caso, Giorgio Tino, direttore generale dei Monopoli che, a quanto risulta, sarebbe indagato dai magistrati di Potenza nell’inchiesta su Vittorio Emanuele e sarebbe responsabile di un ammanco ai danni dello Stato di 98 miliardi di euro” lo dichiara in una nota l’on. Pierferlice Zazzera, capogruppo IDV in Commissione Cultura. “Tutto ciò è inaccettabile ed è per questo che abbiamo abbandonato i lavori della Commissione. E’ impensabile che per un ruolo come quello del cda venga proposto addirittura una persona che, a quanto risulta, avrebbe causato distorsioni della concorrenza nel mercato dei giochi e delle scommesse, avrebbe rivelato ad altri dirigenti di multinazionali del tabacco le linee del Ministero della Salute e avrebbe smistato favori su concessioni pubbliche di ricevitorie” conclude Zazzera.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eletti i cinque questori del Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2009

L’Aula ha eletto i cinque nuovi questori del Parlamento europeo che svolgeranno tale funzione fino al termine della legislatura. Due di questi appartengono al PPE, uno al gruppo S&D, uno all’ALDE e uno alla GUE/NGL. I questori sono principalmente incaricati di compiti amministrativi e finanziari concernenti direttamente i deputati.  I cinque questori eletti sono:  Lidia Geringer De Oedenberg (S&D, PL), con 398 voti, Jim Higgins (PPE, IRL), con 352 voti, Astrid Lulling (PPE, LU), con 306 voti, Jiri Mastalka (GUE/NGL, PL), con 293 voti, Bill Newton Dunn (ALDE, UK), con 208 voti Non sono stati eletti i seguenti candidati: Francesco Enrico Speroni (EFD, IT), James Nicholson (ECR, UK) e Ria Oomen-Ruijten (PPE, NL). I questori sono incaricati di compiti amministrativi e finanziari concernenti direttamente i deputati in base alle direttive fissate dall’Ufficio di presidenza, di cui sono membri con funzioni consultive.  I Questori tengono un registro in cui il deputato dichiara personalmente e con precisione le attività professionali da lui svolte e qualsiasi altra funzione o attività retribuita, nonché i sostegni tanto finanziari, quanto in personale e in materiale, che si aggiungono ai mezzi forniti dal Parlamento e che sono conferiti al deputato nell’ambito delle sue attività politiche da parte di terzi, con indicazione dell’identità di questi ultimi. Il Collegio dei Questori, inoltre, cura il registro dei rappresentanti dei gruppi di interesse accreditati presso il Parlamento.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cartelle pazze a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

L’assessore al Bilancio del Comune di Roma, Maurizio Leo, ha adottato le prime iniziative per accelerare la realizzazione di un nuovo sistema di gestione delle informazioni relative alle contravvenzioni per infrazioni al codice della strada. Il sistema si fonda sull’aggiornamento e la realizzazione delle banche dati del Comune di Roma, di Equitalia -Gerit (la società a capitale pubblico incaricata della riscossione), della Prefettura e dell’Ufficio del Giudice di Pace, che saranno collegate per lo scambio telematico di informazioni sulle procedure relative alla gestione delle contravvenzioni. Il nuovo sistema consentirà di allineare le diverse banche dati e superare il loro sfasamento temporale, eliminando la necessità per i cittadini di entrare in contatto con gli Uffici comunali o con quelli di Equitalia-Gerit per produrre la documentazione dell’avvenuto pagamento delle contravvenzioni o delle eventuali, favorevoli decisioni amministrative o giurisdizionali sulle relative controversie. Per quanto riguarda le regole delle procedure di riscossione coattiva, che sono fissate dalla legge nazionale (iscrizioni a ruolo delle somme non pagate, misura delle sanzioni e interessi, termini per i versamenti e per i ricorsi, azioni esecutive di fermo amministrativo e di pignoramento), l’assessore Leo avvierà contatti e iniziative a livello nazionale, per sollecitare un riesame delle norme vigenti, alla luce delle esperienze applicative riscontrate, in particolare, nel Comune di Roma.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »