Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘incendio’

Notre-Dame che brucia fa male al cuore di tutti: solidarietà alla Francia e ai francesi

Posted by fidest press agency su martedì, 16 aprile 2019

Così il presidente dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) e delle Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) commenta esprimendo il suo grande dispiacere per ciò che sta vedendo tutto il mondo: le fiamme che bruciano la cattedrale NotreDame. “Auspichiamo – soggiunge Foad Aodi Fondatore Amsi e Co-mai –  che l’incendio venga spento subito per rivedere la cattedrale presto come era con i suoi valori storici, religiosi e culturali e nel suo significato condiviso anche dal mondo arabo e musulmano. In tale drammatico evento esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza alla Francia e ai francesi e l’auspicio di poter essere uniti per salvare i grandi valori che appartengono all’umanità intera. Tutti gli arabi e musulmani italiani si stringano ai francesi e chiediamo agli arabi e ai musulmani francesi di stare vicini e sostenere la Francia in questa giornata molto triste per tutti”, conclude Aodi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incendio Notre Dame

Posted by fidest press agency su martedì, 16 aprile 2019

Parigi. “L’incendio che ha devastato la cattedrale di Notre-Dame colpisce un simbolo del patrimonio culturale europeo, oltre che un simbolo della cristianità. La vicenda accende un faro sul tema cruciale della tutela e della conservazione del nostro patrimonio, del quale spesso dimentichiamo l’estrema fragilità.
Al di là di qualsiasi ipotesi di futura ricostruzione, la perdita di memoria storica è letteralmente inestimabile.
Oggi è un giorno di lutto per chiunque abbia a cuore l’eredità culturale europea. Le competenze degli archeologi italiani sono a disposizione per la futura ricostruzione”. Lo ha scritto, Alessandro Carrisi neo – Presidente dell’Associazione Nazionale Archeologi.
L’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE esprime profonda solidarietà alla Stampa Francese, al popolo francese ed alla Chiesa per quanto sta accadendo in queste drammatiche ore a Parigi. La Cattedrale di Notre Dame è simbolo di religione e di pace, ma anche simbolo della cultura mondiale.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Incendio Notre Dame

Posted by fidest press agency su martedì, 16 aprile 2019

Parigi. “L’incendio che ha devastato la cattedrale di Notre-Dame colpisce un simbolo del patrimonio culturale europeo, oltre che un simbolo della cristianità. La vicenda accende un faro sul tema cruciale della tutela e della conservazione del nostro patrimonio, del quale spesso dimentichiamo l’estrema fragilità.
Al di là di qualsiasi ipotesi di futura ricostruzione, la perdita di memoria storica è letteralmente inestimabile.
Oggi è un giorno di lutto per chiunque abbia a cuore l’eredità culturale europea. Le competenze degli archeologi italiani sono a disposizione per la futura ricostruzione”. Lo ha scritto, Alessandro Carrisi neo – Presidente dell’Associazione Nazionale Archeologi.
L’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE esprime profonda solidarietà alla Stampa Francese, al popolo francese ed alla Chiesa per quanto sta accadendo in queste drammatiche ore a Parigi. La Cattedrale di Notre Dame è simbolo di religione e di pace, ma anche simbolo della cultura mondiale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Incendio Notre Dame: Rojc (Pd), brucia cuore d’Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 aprile 2019

“Brucia un cuore dell’Europa cristiana e della cultura mondiale. Immediatamente dobbiamo unire le forze di tutti i Paesi e dell’Unione per pensare subito al restauro di questo monumento alla fede e al lavoro di migliaia di costruttori. Le sue fondamenta e le sue guglie sono simbolo dell’ambizione umana a innalzarsi oltre i limiti della storia: dobbiamo essere all’altezza dei nostri antenati”. Lo ha affermato la senatrice e scrittrice Tatjana Rojc (Pd) in merito all’incendio che sta bruciando la cattedrale di Parigi.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Campidoglio, incendio Tmb salario operazioni in corso

Posted by fidest press agency su martedì, 11 dicembre 2018

A seguito dell’incendio divampato nella notte presso l’impianto di trattamento dei rifiuti, Tmb salario, l’assessora alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari, sul posto dalle 6,30 di questa di mattina, ha convocato una Cabina di Regia già riunita dalle ore 9.
Partecipano alla Cabina di Regia la Protezione Civile, il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale e tutti gli attori interessati, per provvedere al monitoraggio della qualità dell’aria e prendere eventuali provvedimenti a tutela della salute delle persone. All’incontro è presente anche la Regione Lazio.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Incendio TMB Salario

Posted by fidest press agency su martedì, 11 dicembre 2018

Roma: L’incendio divampato nella notte all’interno dell’impianto Ama di trattamento meccanico biologico dei rifiuti di Via Salaria non è altro che un disastro ambientale che si poteva evitare. Da anni l’Unione Sindacale di Base sta denunciano ad azienda, Comune e organi di controllo, una gestione pericolosa dell’impianto.Dopo la chiusura di Malagrotta, tutti gli impianti Ama si sono trasformati in veri e propri siti di stoccaggio dei rifiuti, da avviare alla trasferenza in altri siti fuori Roma. Questa attività, oltre a creare pericolose discariche in prossimità dei centri abitati, ha ridotto notevolmente la capacità e la qualità del trattamento dei rifiuti fino a trasformare gli impianti TMB in bombe ambientali per i residenti e per i lavoratori che operano all’interno.Ci domandiamo come mai, nonostante le continue segnalazioni di USB e dei cittadini, nessuno sia intervenuto tempestivamente per scongiurare questo disastro ambientale. Ci aspettiamo che ora le indagini vengano svolte con puntualità, soprattutto per quanto attiene ai rilievi della qualità dell’aria, e che la negligenza di tutti gli eventuali responsabili venga punita severamente.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incendio Salaria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 dicembre 2018

A Borgo Quinzio, hanno perso la vita due persone e 17 sono i feriti, a causa dell’incendio di un’autocisterna di Gpl in una pompa di benzina. Sono subito accorsi sul posto i Vigili del Fuoco di Poggio Mirteto e Monte Libretti e il 118. Ma c’è stata una seconda esplosione, che ha provocato due morti, di cui un vigile del fuoco. Ci sono immagini toccanti del camion dei vigili del fuoco incendiato. Credo che in questo momento di grande cordoglio dobbiamo stringerci alle famiglie delle vittime e al corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. Dobbiamo inchinarci al lavoro dei vigili del fuoco, che operano per il bene di tutto il Paese. Non possiamo restituire le vittime alle loro famiglie, ma possiamo fare attenzione alle condizioni di sicurezza in cui lavorano questi servitori dello Stato”. Lo ha detto la senatrice del Pd Annamaria Parente, vicepresidente della Commissione Lavoro, prendendo la parola nell’Aula del Senato.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incendio a Bologna sul raccordo autostradale tra mezzi che trasportavano liquidi infiammabili

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 agosto 2018

Scrive l’on. Tonelli (Lega):«Quanto accaduto oggi a Bologna mi lascia sgomento. Non ci sono parole per definire una così grave tragedia. Esprimo il mio cordoglio ai famigliari delle vittime e solidarietà a tutti i feriti, tra cui 3 colleghi poliziotti, uno di loro, agente di 33 anni ferito in maniera più grave, e 11 Carabinieri». È il commento del Deputato della Lega Gianni Tonelli, a seguito del gravissimo incidente avvenuto oggi a Bologna. «I colleghi sono rimasti feriti mentre svolgevano servizio e tanti altri ancora, compresi Vigili del Fuoco e volontari, sono impegnati senza sosta, in queste ore, nelle attività di ricerche e soccorso alla popolazione. A loro, alla loro forza e professionalità in situazioni così tragiche, va il mio pensiero. A tutti i feriti la mia vicinanza e un augurio di pronta guarigione».
A sua volta Paoloni (Sap): «Solidarietà a famiglie delle vittime e a tutti i feriti. Colleghi feriti mentre prestavano soccorso» «Il nostro pensiero va ai famigliari delle vittime del tragico incidente avvenuto quest’oggi a Bologna. Ci stringiamo a loro nel dolore e auguriamo a tutte le persone rimaste ferite, tra cui tre poliziotti e 11 carabinieri, una pronta e rapida guarigione». Commenta così Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), l’incendio scoppiato stamane a Bologna, a causa di un incidente stradale in autostrada tra mezzi che trasportavano liquidi infiammabili.
A causa della deflagrazione sono rimaste ferite all’incirca 60 persone tra cui 11 carabinieri della vicina compagnia e 3 poliziotti: uno del commissariato di Bologna che ha riportato ustioni di secondo e terzo grado a schiena e nuca e due agenti della stradale che hanno riportato lievi scottature.«Nessun collega versa fortunatamente in pericolo di vita – prosegue Paoloni – è stata, questa di oggi, una terribile pagina di cronaca che ha visto delle vittime e che ci porta a chiedere ancora maggiori accortezze su strade e autostrade. I colleghi – conclude – sono rimasti feriti mentre prestavano soccorso».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parco Archeologico Centocelle: alla salute dei cittadini non ci pensa nessuno

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

incendio centocelleGiorni fa si sono verificate due esplosioni nel quartiere Collatino che hanno diffuso un denso fumo nero in tutto il quadrante Est della città. E’ l’ennesimo incendio degli ultimi giorni: è di ieri infatti l’ultimo intervento dei Vigili del Fuoco nell’area del Parco Archeologico di Centocelle che ha evitato che l’incendio di sterpaglie si propagasse con effetti catastrofici sugli autodemolitori di via Palmiro Togliatti. Questo non ha comunque impedito al fuoco di bruciare copertoni e rottami sparsi nell’area limitrofa, liberando fumi tossici in tutto il quartiere di Centocelle e creando anche problemi respiratori tra i residenti.È il quarto episodio in pochi giorni che si verifica nella zona e uno degli ormai innumerevoli nell’area romana, tra depositi di rifiuti e autodemolitori. Considerato il forte sospetto dell’origine dolosa dei roghi, risulta allarmante l’immobilismo delle Amministrazioni locali: nessun intervento è stato messo in campo relativamente al problema-rifiuti e alla delocalizzazione degli autodemolitori, che operano in deroga con l’ennesima proroga in scadenza il 30 giugno 2017.Ancora più allarmante è la mancata attivazione di normali procedure di Protezione Civile, che mettano in atto le più elementari misure precauzionali, avvertendo i cittadini del possibile incendio centocelle1pericolo e allertando i luoghi più a rischio, come scuole, ospedali, centri anziani. Soprattutto considerando che si tratta di fumi ad alto livello di tossicità, con effetti permanenti sulla salute.In questo contesto di inefficienza PAC Libero ha cercato di raccogliere informazioni dai Vigili del Fuoco e dai cittadini della zona, cercando poi di allertare tramite la propria rete quanto meno le scuole e i nidi della zona.
È risultato invece del tutto inutile cercare di contattare il Municipio per avere aggiornamenti. Chiediamo, ancora una volta, l’allontanamento degli autodemolitori in deroga e la chiusura di quelli – non pochi – che operano a titolo del tutto abusivo e senza rispettare le norme ambientali e le prescrizioni antincendio. Vorremmo anche vedere i Municipi e Roma Capitale attivarsi per approntare subito dei piani di Protezione Civile finalizzati a fronteggiare con prontezza eventuali nuovi incidenti. E continuiamo a chiedere che si proceda con la bonifica complessiva dell’area del Parco per restituirlo a una piena e sana fruizione pubblica, così come stabilito da un’Ordinanza Sindacale che a tutt’ora risulta inapplicata. (Comitato PAC Libero) (foto: incendio centocelle)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Principio di incendio a Villa Ada spento dai frequentatori del parco

Posted by fidest press agency su martedì, 27 giugno 2017

villa ada maneggioRoma. Venerdì sera un principio di incendio (sicuramente di origine dolosa) sprigionatosi accanto a delle panchine in un boschetto non lontano da uno degli ingressi di Villa Ada sulla via Salaria ha rischiato di mandare in fumo il parco, considerato anche il facile innesco offerto dalla vegetazione completamente secca. Solo il pronto intervento di alcuni frequentatori del parco – dopo un vano tentativo di allertare il Servizio Giardini – ha permesso di evitare il peggio.L’episodio ripropone il gravissimo rischio roghi al quale sono esposti i parchi e le ville storiche romane, in assenza di adeguata sorveglianza antincendi e considerato il periodo di siccità estrema che richiederebbe invece un doveroso e tempestivo intervento straordinario di annaffiamento degli alberi per evitare una moria generalizzata con danni irreparabili al patrimonio arboreo urbano e alla sua preziosa funzione ecologica. Per questo ci appelliamo nuovamente alla sindaca Raggi e all’assessora all’Ambiente Montanari.
Purtroppo, al contrario degli auspicati interventi di salvaguardia del verde, abbiamo appreso in questi giorni dell’improvvida conferma della location di Villa Ada (laghetto in via di Ponte Salario) nell’ambito degli eventi dell’Estate Romana, con un impatto che abbiamo più volte segnalato come insostenibile e devastante. Siamo curiosi di sapere come sia stato possibile concedere per l’ennesima volta le deroghe ambientali in un’area plurivincolata, deroghe previste solo per singoli eventi e non per kermesse della durata di mesi. Su questo il Campidoglio è già stato diffidato con un esposto formale e lo aspettiamo al varco. (n.r. Questo incendio sventato sul nascere mette muovamente a nudo le carenze dei servizi municipali e la loro ridotta capacità d’intervento che in questi casi doveva essere approntato in tempi brevissimi. Tutto cià accade anche per altre disfunzioni: trasporti, sicurezza, rifiuti ecc. E’ la ragione per quale abbiamo più volte insistito sulla necessità che i cittadini siano messi in grado di avere “un interlocutore valido” nel senso d’essere capace di disporre interventi d’urgenza in tempo reale appena giunge la segnalazione. Abbiamo anche indicato il modo come ridurne i costi avvalendosi di “osservatori” volontari.)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incendio Pomezia: Intervento sindaca Raggi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

regione-lazioRoma. La Sindaca di Roma Virginia Raggi sollecita tramite una lettera la Regione Lazio, l’Arpa Lazio e la Asl Roma 6 affinché procedano al tempestivo invio di dati estesi e puntuali riguardo gli inquinanti presenti in atmosfera e nel suolo in seguito all’incendio divampato presso gli stabilimenti Eco X di Pomezia il 5 maggio. Si invita, inoltre, a un’attenzione particolare per le zone coltivate e per quelle adibite al pascolo.
In particolare, a tutela dei cittadini residenti a Roma sud nei Municipi IX e X, si chiede ai tre enti, ciascuno per la propria competenza, di:
– verificare l’eventuale presenza di diossine e di amianto
– installare apposite centraline mobili per il rilevamento degli inquinanti presenti nell’atmosfera
– eseguire campionamenti a terra per valutare i livelli di inquinamento presenti al suolo
– verificare e valutare la sicurezza delle colture e dei foraggi
– verificare e valutare la potabilità delle acque e delle falde acquifere anche a medio lungo termine. La Sindaca attende, quindi, urgente conferma dell’installazione delle centraline mobili e di ricevere i dati delle verifiche in modo da poter adottare ogni provvedimento utile alla tutela della salute pubblica.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: brucia la pineta Sacchetti

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

pineta sacchettiUn vasto incendio sta interessando la Pineta Sacchetti a Roma. Gli agenti del Corpo forestale dello Stato del Comando Stazione di Roma e del Comando Provinciale Roma intervenuti sul posto, oltre a dirigere le operazioni di spegnimento, hanno stimato che le fiamme abbiano già percorso circa 30/50 ettari di terreni incolti, bosco e canneto. Via Damiano Chiesa è ancora chiusa al traffico in prossimità del Parco regionale urbano del Pineto vicino al Policlinico Gemelli dove risulta minacciata la Casa di Cura Roma 3 con probabile evacuazione dei degenti. Attualmente stanno operando due elicotteri ed un Canadair e altri tre elicotteri sono in arrivo.
Le fiamme più esterne del fronte che procede verso il Policlinico Gemelli e Forte Braschi sono sotto controllo ma il forte vento potrebbe incrementarle di nuovo. La parte interna dell’incendio è ancora attiva.
Gli incendi hanno interessato anche le province di Latina, Frosinone e Viterbo.
A Marcellina in provincia di Roma sta operando un Eagle del Corpo forestale dello Stato dalla base di Vicovaro. L’incendio è di probabile origine dolosa. Presente sul posto anche una squadra del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo che sta eseguendo le indagini volte ad accertare eventuali responsabilità. Nella regione Lazio dal 1 gennaio 2016 si sono verificati 388 incendi boschivi. (fonte foto: scienze notizie) (pineta sacchetti)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incendio pineta Fiumicino

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 luglio 2015

incendio pineta fiumicinoAncora in corso le operazioni di spegnimento dell’incendio divampato oggi pomeriggio nella pineta di Coccia di Morto a Fiumicino. Si stanno domando gli ultimi focolai attivi, in quanto trattandosi di conifere, il fuoco è particolarmente tenace e difficile da spegnere completamente. Grazie all’intervento massiccio dei mezzi aerei è stato possibile contenere le fiamme in tempi relativamente brevi. Si stima che per ora siano andati in fumo sette ettari di prati e sterpaglie e due di pineta. È probabile che l’incendio si partito dalle sterpaglie per poi addentrarsi nella pineta.Nella zona è ancora presente del fumo. Un elicottero del Corpo forestale e un altro della Regione stanno ancora operando, prima di procedere alla bonifica, che proseguirà a terra. Proseguono le indagini del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo (NIAB) della Forestale volte ad accertare le cause del rogo e all’individuazione dei responsabili. Il fatto che l’incendio si presentava con tre differenti focolai farebbe pensare all’origine dolosa. Attivata un’altra pattuglia del Corpo forestale per effettuare la perimetrazione dell’area. (foto: incendio pineta fiumicino)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio aeroporto di Fiumicino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 maggio 2015

aeroporto-roma“Dopo l’incendio del terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino, evitando inutili speculazioni politiche, abbiamo inoltrato una interrogazione parlamentare al Ministro Del Rio per meglio comprendere alcune dinamiche di quanto accaduto nella notte fra il 6 ed il 7 maggio nell’hub in questione e che ci avevano lasciati perplessi. Da giorni, assistiamo a questo rimbalzo continuo di notizie sulla tossicità degli ambienti in cui si cerca di ripristinare l’operatività del terminal gravemente compromesso, senza che su questo tema ci sia una informativa precisa e definitiva. Anzi, c’è un incredibile balletto di notizie, l’una in contraddizione con l’altra. Adr, che rassicura sulla normalità della situazione sulla base di rilevazioni fatte da alcune aziende private specializzate e l’ Arpa, l’ Agenzia regionale per la protezione ambientale, che, al contrario, riscontra la presenza di diossina, di Pcb e di furani in quantità rilevanti”. A dirlo è Vincenzo Piso, deputato del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc).
Per Piso “si tratta di una situazione, quindi, paradossale ed inquietante sulla quale è intervenuta la magistratura con due nuovi indagati. Nello specifico, un dirigente Asl e uno di Aereoporti di Roma (Adr). A questo punto, considerando che non stiamo parlando di questioni di poca rilevanza, trattandosi della salute di centinaia di lavoratori e del maggior scalo aereoportuale italiano, forse il Governo e la Regione per voce dei suoi Ministri ed Assessori competenti dovrebbero, prima magari parlarsi, poi pretendere e, conseguentemente fornire, indicazioni precise su ciò che sta accadendo. O pensiamo che tutto possa essere risolto delegando ogni responsabilità all’intervento della magistratura?”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio a Fiumicino

Posted by fidest press agency su martedì, 12 maggio 2015

aeroporto-romaAd alcuni giorni dall’incendio che ha devastato il terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino, USB oggi ha svolto un presidio in Aeroporto per denunciare la situazione incredibile in cui migliaia di lavoratori delle varie aziende che operano in aeroporto sono stati mandati a riprendere servizio in un contesto ambientale oggettivamente critico.Ciò che ha scatenato le nostre fortissime preoccupazioni riguardava la mancata comunicazione da parte delle autorità competenti, Enac e gestore Adr in testa, di chi avesse rilasciato l’agibilità anche parziale del terminal costringendo le maestranze ad operare anche per interi turni in presenza di fumo, odore acre, polveri sottili e, in molti casi, senza l’adeguato materiale di protezione o con mezzi del tutto inadeguati. Tra l’altro abbiamo anche segnalato come continuino i malori e i ricoveri presso le strutture sanitarie dell’aeroporto, mentre solo alcune Aziende abbiano previsto per i propri dipendenti, ulteriori misure precauzionali coerenti con il contesto. Ci domandiamo se sia normale che nel punto ristoro alle partenze terminal 3 si eroghi cibo non confezionato, panini, cornetti, con la fuliggine che ancora circola nell’aria ed è visibile nei mobili del bar e sulle mascherine che portano i lavoratori.
E’ inoltre diffusa la preoccupazione che l’incendio abbia sprigionato nell’aria sostanze altamente tossiche. L’USB chiede che siano fatte le dovute verifiche per escludere che siano presenti particelle di amianto.Grazie alle nostre ripetute denunce siamo stati informati che Enac solo il 9 maggio, ovvero il giorno dopo la riapertura, aveva avuto una prima autorizzazione da parte di una società privata, mentre solo oggi, a 5 giorni dal catastrofico incendio, la Asl competente ha svolto la prima ispezione del terminal, tra l’altro chiamando a sua volta l’Arpa (Agenzia Regionale Protezione Ambiente) a fare i dovuti e necessari rilievi.Tutto questo sta sollevando un enorme interrogativo su come sia stata gestita l’emergenza e se davvero la salute dei lavoratori sia stata davvero tutelata come prevede la legge (e il buon senso) di questo Paese.Dopo essere stati in prima fila ad assistere i passeggeri durante il caos generato dal rogo, oggi i lavoratori e l’USB vogliono sapere se c’è o non c’è l’agibilità ambientale per lavorare e a quali condizioni e con che mezzi si possa svolgere le proprie mansioni nelle zone dell’aeroporto riaperte frettolosamente il giorno dopo, chiedendo di avere questo responso degli enti pubblici preposti, senza più l’approssimazione di questi giorni, e di conoscere l’esatta verità sulle conseguenze dell’incendio.USB Lavoro Privato oggi ha scritto una lettera a tutte le autorità governative per sollevare a tutti i livelli il dramma in atto nell’aeroporto principale del paese, dichiarandosi determinato a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori con tutti i mezzi disponibili, messi a disposizione anche dalla stessa legge sulla restrizione degli scioperi 146/90.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio Fiumicino. I diritti dei passeggeri e come farli valere

Posted by fidest press agency su domenica, 10 maggio 2015

viaggiatori sedentariA causa dell’incendio al Terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino, migliaia di persone non sono potute partire oppure sono rimaste bloccate per lunghi periodi in attesa di poter continuare il viaggio. Questi i diritti dei viaggiatori che hanno acquistato biglietti aerei o pacchetti viaggio. Se il biglietto aereo non fa parte di un pacchetto viaggio, è necessario rivolgersi alla compagnia aerea. Il passeggero ha diritto a:
A) Rimborso del prezzo del biglietto per la parte di viaggio non usufruita oppure, in alternativa, ad un nuovo volo (riprotezione) con partenza il prima possibile o in data successiva piu’ conveniente per il passeggero, a condizioni comparabili. La compagnia può anche offrire un buono da utilizzare in futuro, ma sta al consumatore decidere se accettarlo o meno.
B) Assistenza, ovvero:
– pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa;
– adeguata sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o piu’ pernottamenti;
– trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
– due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail;
– l’assistenza va data in precedenza alle persone con mobilita’ ridotta e ai loro eventuali accompagnatori nonche’ ai bambini non accompagnati.
Non si ha diritto alla compensazione pecuniaria nè al risarcimento del danno. Se però la compagnia area non garantisce i diritti di cui sopra, e il consumatore è costretto a pagare di tasca propria (albergo, pasti, voli, etc.), al rientro in Italia si potrà chiedere un rimborso di quanto speso ed un risarcimento del danno causato dall’inadempimento di obblighi di legge (per l’occasione e’ bene conservare scontrini e fatture). Richiesta da fare con lettera raccomandata a/r di messa in mora alla compagnia aerea, da inviare per conoscenza anche all’Enac e all’Autorità garante della concorrenza e del mercato.
Per l’assistenza in aeroporto (pasti, albergo ecc.), ci si dovrà rivolgere alla compagnia aerea. Ma nel caso di volo aereo facente parte di pacchetto viaggi tutto compreso, è necessario rivolgersi al tour operator e all’agenzia di viaggi per ottenere il rimborso del prezzo della vacanza (o parte di vacanza) di cui non si è potuto godere. Richiesta da fare con lettera raccomandata a/r di messa in mora. (1) Ecco cosa spetta al viaggiatore:
A) Se il consumatore non è potuto partire, ha diritto a una di queste opzioni:
– usufruire di un altro pacchetto di qualita’ equivalente o superiore senza supplementi di prezzo;
– usufruire di un altro pacchetto di qualita’ inferiore previo rimborso della differenza di prezzo;
– essere rimborsato dell’intera somma gia’ pagata entro 7 giorni lavorativi dal momento del recesso o della cancellazione;
N.B. Non c’è invece alcun diritto al risarcimento del danno provocato dalla cancellazione (es: risarcimento da vacanza rovinata).
B) Se il consumatore è già partito e non riesce a rientrare a causa della cancellazione del volo, l’organizzatore (tour operator o agenzia viaggi) appresta a proprie spese ogni rimedio utile al soccorso del consumatore al fine di consentirgli la prosecuzione del viaggio. Il consumatore non ha invece diritto al risarcimento del danno (es: risarcimento da vacanza rovinata).
Se però il tour operator e/o l’agenzia viaggi non garantiscono i diritti di cui sopra, e il consumatore è per questo motivo costretto a pagare di tasca propria (albergo, pasti, voli, etc.), al rientro in Italia si potrà chiedere un rimborso di quanto speso ed un risarcimento del danno causato dall’inadempimento di obblighi di legge (per l’occasione e’ bene conservare scontrini e fatture).

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio aeroporto: perplessità

Posted by fidest press agency su sabato, 9 maggio 2015

bruno astorre“Ha ragione il deputato PD Michele Anzaldi quando chiede se non ci fosse un piano B per tutelare i passeggeri, evitando la chiusura dello scalo di Fiumicino per ore a causa del rogo”. E’ quanto afferma in una nota Bruno Astorre, senatore del Partito Democratico. “Non è ammissibile che numerosi passeggeri abbiano subito disagi cos ì gravi per un’emergenza, accaduta oltretutto in piena notte. Roma tra qualche mese – prosegue il senatore – dovrà celebrare il Giubileo: possiamo forse permetterci di affrontare questo evento con tale inadeguatezza?”
“Mi auguro che si lavori celermente per ripristinare una situazione di normalità nello scalo – conclude Astorre – ma poi si faccia seriamente chiarezza su quanto accaduto”

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio Fiumicino: le cose che non vanno

Posted by fidest press agency su sabato, 9 maggio 2015

aeroporto-roma“Aeroporti, navi, stazioni: ormai la sciatteria nella manutenzione e nei controlli si è impadronita di tutte le strutture, a farne le spese cittadini e lavoratori. Fiumicino è l’ultimo esempio di tale tragica deriva. Chi non ricorda il terribile rogo della stazione Tiburtina, nuova di zecca e neanche inaugurata? Per non parlare dei numerosi incidenti su navi e traghetti”. Ė il commento del presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che continua: “Per inseguire le sirene del commercio a tutti i costi abbiamo trasformato i nostri scali in bazar, infischiandocene delle conseguenze che ciò può provocare. Le condizioni di lavoro sono scadute così come le rilevazioni periodiche sulla sicurezza. Chiediamo adesso alla Asl competente, la Roma D e a tutte le autorità coinvolte, di promuovere controlli costanti sulle condizioni di lavoro, sulla manutenzioni degli impianti dell’indotto di Fiumicino, sulle autorizzazioni concesse e la puntualità delle verifiche necessarie”, continua il presidente. “Un’altra riflessione vorremmo esprimerla sul totale caos nelle informazioni alle migliaia di cittadini in attesa di imbarcarsi, che sono rimasti per ore ed ore senza capire bene quale sarebbe stato il loro destino. Ciò è inaccettabile, da parte di una gestione costantemente impegnata in pubblicità magniloquenti e costose e incapace di gestire la comunicazione in una situazione di crisi”, chiosa Maritato.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lampedusa: incendio centro accoglienza

Posted by fidest press agency su martedì, 20 settembre 2011

Coastline of Lampedusa

Image via Wikipedia

“Il dramma che si sta consumando in queste ore a Lampedusa, con lo scoppio di una vera e propria guerra che sta gettando nel terrore i cittadini dell’isola, è l’ennesima prova dell’incapacità del Governo di affrontare in maniera seria ed efficace il problema dell’immigrazione”. Lo afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “L’immobilismo, la negligenza, l’improvvisazione, la superficialità con cui si tratta il problema della permanenza degli immigrati nei centri di accoglienza – prosegue Maccari – assume caratteri delittuosi. Fa troppo comodo, forse, mantenere una costante situazione di emergenza dietro la quale si nasconde un business dai fatturati stratosferici. Anche se ciò significa mettere quotidianamente a rischio migliaia di vite umane: quelle degli ospiti dei centri, quelle degli operatori, quelle dei tanti nostri colleghi costretti a operare in numero insufficiente e nella più desolante scarsità di mezzi e risorse, con il rischio di venire sopraffatti dalle esplosioni di rabbia di quella gente che si ribella alle condizioni disumane cui viene costretta. Se ci scapperà il morto, sappiano quei politici che oggi dormono o stanno a guardare, che non accetteremo lacrime istituzionali o inutile solidarietà. Tutelino oggi l’incolumità degli uomini e delle donne delle Forze dell’Ordine, ponendo finalmente fine a questo scandalo che rappresenta l’ennesima vergogna dell’Italia agli occhi del mondo”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rom e Sinti dal Papa con Sant’Egidio

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Ad una settimana dalla tragica morte di quattro bambini Rom nell’incendio della loro baracca nella periferia di Roma, centinaia di Rom e Sinti – e tra loro i genitori e la famiglia dei piccoli morti nell’incendio – si sono radunati con la Comunità di Sant’Egidio stamani in piazza S.Pietro per ascoltare le parole del Papa dietro allo striscione “Rom e Sinti salutano il Papa”. Grande la commozione e la gioia quando il Papa durante l’Angelus ha ricordato i piccoli bimbi che hanno perso la vita nell’incendio. Mercoledì moltissimi Rom si erano ritrovati in Santa Maria in Trastevere per la veglia in memoria di Sebastian, Patrizia, Fernando e Raul. Al termine della cerimonia il Cardinal Vallini, che la presiedeva, aveva portato il saluto e la partecipazione del Papa. Oggi i rom hanno voluto ringraziare il Papa e stringersi attorno a Benedetto XVI. “Il Papa che è vescovo di Roma, richiama con forza questa città ad essere una patria comune per romani, Rom, immigrati. Una città in cui sia vinta ogni forma di razzismo e sia possibile vivere insieme in una società fondata sui valori dell’amore e della solidarietà. Garantire la scuola e la formazione ai bambini e ai giovani Rom e un alloggio dignitoso alle loro famiglie è un imperativo per tutti dinanzi ad una tale tragedia”, ha commentato il presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »