Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘incisione’

Il Paesaggio tra incisione e poesia

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

il paesaggioCaerano di San Marco (TV) Inaugurazione venerdì 10 novembre ore 21 con presentazione di Federica Vettori. Apertura dal 10 al 19 novembre con i seguenti orari: giovedì, venerdì e sabato dalle 15 alle 19, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19 – Ingresso libero. Catalogo, a cura di Federica Vettori e Gianfranco Schialvino disponibile su sito http://www.incisoricontemporanei.it. Dopo il grande successo agli Spazi Bomben della Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso, la mostra “Il Paesaggio. Incisione moderna e contemporanea fra vedute e poesia” arriva a Villa Benzi Zecchini.
L’immagine del paesaggio, ovvero la trasposizione grafica del paesaggio, ha impegnato e impegna tuttora la ricerca di numerosi artisti. Dalla veduta calcolata sulla resa puntuale, sino al saggio pittoresco, dallo scorcio del paese natio sino ad orizzonti evocati da emozioni e versi poetici, il connubio fisico ed emotivo fra natura e cultura umana realizzato dal soggetto paesaggistico continua ad affascinare; come testimoniano le opere grafiche esposte in questa nuova mostra nelle sale di Villa Benzi Zecchini. L’Associazione Nazionale Incisori Contemporanei riunisce nel tema della rappresentazione del paesaggio una ventina circa di soci oltre a cinque grandi nomi della grafica del Novecento, indiscussi protagonisti della stampa d’arte dedicata al soggetto naturale: Leonardo Castellani, Giovanni Giuliani, Nunzio Gulino, Fabio Mauroner e Virgilio Tramontin. A fare da anello di legame fra i maestri del Novecento e i contemporanei sono Cesco Magnolato e Mario Guadagnino, pure membri dell’associazione, che con Giuliani e Tramontin costituiscono il nucleo storico della scuola d’incisione dell’Accademia di Belle Arti di Venezia.Il tema di questa esposizione, che conta un centinaio di opere, permette l’omaggio alla sensibilità e alla finezza tecnica ed estetica dei cinque maestri, riuniti in questa occasione con una selezionata, ma emozionante, scelta delle loro opere più significative. A fare da contorno, una rosa di valenti incisori contemporanei, membri dell’associazione, che declinano l’estetica del paesaggio nelle varianti visive fra vedute, orizzonti panoramici, cartoline e suggestioni poetiche, per raccontare la scoperta della bellezza del nostro paesaggio, da una regione all’altra d’Italia, sulle tracce dell’incanto delle tecniche grafiche.
Oltre ai cinque maestri del ‘900, a Mario Guadagnino e Cesco Magnolato, espongono i seguenti artisti dell’Associazione: Debora Antonello, Sandro Bracchitta, Paolo Ciampini, Graziella Da Gioz, Giovanni Dettori, Gino Di Pieri, Francesco Geronazzo, Erico Kito, Lanfranco Lanari, Stefano Luciano, Raffaello Margheri, Guido Navaretti, Olivia Pegoraro, Daniela Savini, Gianfranco Schialvino, Francesco Sciaccaluga, Gianni Verna.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Histoire romantique

Posted by fidest press agency su martedì, 24 Mag 2011

Di Barbara Furfari al Nyala Suite Hotel C’è tempo sino al 5 giugno per visitare, al Nyala Suite Hotel di Sanremo (via Solaro, 134), la mostra “Histoire romantique” di Barbara Furfari. Curata dal critico d’arte Giorgia Cassini, l’esposizione evidenzia la padronanza dell’artista delle diverse tecniche pittoriche esercitate sulla tela, sulla carta da acquerello e sulla lastra da incisione per dare spazio e significato alla femminilità retrò, al gusto per la tradizione e all’amore per la danza. Non a caso la stessa artista così illustra la sua produzione: “Creare un’opera e’ struggimento, evocazione della musica, immedesimazione nei soggetti teatrali che danzano e recitano. E’ il risultato dello studio di diversi personaggi che animano le opere e dei loro compositori musicali; delle emozioni che vivo a teatro. Perdersi nell’eleganza di ricami e merletti dei loro abiti, nei volti ora romantici ora drammatici, nelle linee che danno vita ad esili corpi, utilizzare il pennello o la matita per creare delicate cromie; ritornare al passato attraverso figure d’epoca”.
Fin da bambina Barbara Furfari, nata ad Albenga nel 1971 dove vive e lavora, evidenzia una spiccata sensibilità per il mondo dell’arte, compresa la danza. Il suo percorso artistico prosegue proprio con lo studio della danza classica e con l’iscrizione ad una scuola di pittura di Albenga. Studia con i migliori maestri di pittura ad olio, acquerello ed incisione acquisendo padronanza delle varie tecniche pittoriche e del disegno dal vero, compreso il nudo. Da qui il passaggio dall’informale al figurativo. Il suo percorso è una continua applicazione, finalizzata alla creazione di un proprio stile che le consenta di far emergere pienamente la sua personalità. Ha partecipato a numerose rassegne e concorsi ottenendo premi, consensi della critica e di pubblico, pubblicazioni su giornali, riviste d’arte e libri. Sino al 5 giugno, ingresso libero, tutti i giorni dalle ore 10 alle 19. (opera dramma, ballerina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chirurgia laparoscopica

Posted by fidest press agency su sabato, 2 aprile 2011

Lanciano (Ch) 2 aprile, a partire dalle ore 8 nella Sala multimediale del “Renzetti” saranno eseguiti “in diretta video” tre interventi diversi: un’asportazione di utero, di fibromi, di ovaio e tube. Obiettivo del workshop teorico-pratico è fare una dimostrazione della tecnica laparoscopica, che offre numerosi vantaggi per le donne, perché la mini-invasività rende meno doloroso il post operatorio e consente tempi di recupero molto più veloci, oltre ad accorciare i tempi di degenza. «La nostra unità operativa – aggiunge Di Francesco – ha investito molto sulla chirurgia mini-invasiva, convinti delle necessità di adeguare l’offerta alle più moderne ed evolute possibilità di cura, che non sono solo patrimonio degli ospedali delle grandi città. Desideriamo perciò condividere con altri colleghi abruzzesi l’esperienza messa a frutto in questi anni, la casistica realizzata e i risultati ottenuti». A discutere di laparoscopia interverranno Gaspare Carta e Marco Liberati, direttori della Clinica Ostetrica rispettivamente dell’Università dell’Aquila e di Chieti; Quirino Di Nisio, segretario regionale dell’Associazione Ostetrici e Ginecologi Ospedalieri, e Alberto Ricciuti, responsabile del servizio di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Lanciano. Gli interventi saranno eseguiti da Di Francesco e dalla sua équipe.«La chirurgia laparoscopica è una metodica di routine all’ospedale di Lanciano, sia di tipo tradizionale sia a singola incisione, e un convegno rappresenta l’occasione migliore per testimoniare quello che sappiamo fare»: Antonio Di Francesco, direttore dell’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia, spiega così il senso della giornata di Live Laparoscopic Surgery in ginecologia in programma.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

20 vedute della Basilica di Loreto

Posted by fidest press agency su martedì, 30 novembre 2010

Loreto 3 dicembre ore 15.30, fino al 15 gennaio 2011 20 vedute della Basilica di Loreto. Mostra di Andrea Sòcrati, presso il Museo Antico Tesoro del Santuario di Loreto alla presenza dell’Arcivescovo Monsignor Giovanni Tonucci, con il patrocinio del Museo Tattile Statale Omero e della Delegazione Pontificia di Loreto. Fino al 15 gennaio 2011. Il santuario di Loreto vanta  nelle sue raccolte d’arte una ricca serie di Vedute,  per lo più a incisione, ma anche pitture, che spaziano dal  XVI al XX secolo. Esse costituiscono un documento di notevole interesse per definire la genesi e lo sviluppo architettonico del Santuario e della città che lo racchiude dentro un’articolata cinta muraria.  Le vedute di Andrea Sòcrati si distaccano da tutte quelle precedenti per la tecnica e la finalità: essa è infatti mutuata dai sistemi con  cui si realizzano i disegni a rilievo per le persone non vedenti. Con particolari accorgimenti è stata evidenziata la potenzialità estetica di tale tecnica unendo così la forza della visione ai valori della tattilità. Nel dettaglio, si parte da una fotografia  che poi viene disegnata e rielaborata al computer manualmente  e poi ancora  poi viene stampata in rilievo con colori a mano.  Il  profilo della   Basilica  della Santa  Casa,  appare nelle immagini di Socrati immersa nel verde e nella natura, oppure assalita da ridenti vigneti, o  contaminata dalle palme. Ma ci sono anche vedute del sacro, come quelle  delle processioni. Tutti elementi che fanno di Loreto un luogo dove  la religiosità  invade e determina il paesaggio. L’immagine è dunque fruibile non solo attraverso la vista ma anche attraverso l’esplorazione aptica, consentendo ai non vedenti un approccio diretto all’opera, che prevede anche una breve descrizione in Braille, ai vedenti di godere con la vista dei particolari effetti dati dalla tecnica a rilievo e di superare il tabù del toccare l’opera avendo un approccio intimo con la stessa e cogliendone, allo stesso tempo, anche le sensazioni delle texture e della particolare carta impiegata. Farà parte dell’esposizione anche un piccolo modello della basilica realizzato in terracotta. La mostra è documentata da un catalogo i cui testi sono costituti da una prefazione dell’Arcivescovo Monsignor Giovanni Tonucci e una nota critica di Padre Giuseppe Santarelli.
Nota biografica: Andrea Sòcrati nasce a Roma il 30 novembre 1965 e risiede ad Ancona. E’ storico dell’arte, docente specializzato per il sostegno negli istituti secondari di secondo grado e responsabile della didattica speciale per minorati della vista del Museo Tattile Statale Omero. (veduta loreto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Danilo Montini: Cascinali e borgate del mantovano

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2010

Mantova dal 13 al 25 marzo 2010 Via  Cappello 17, Arianna  Sartori  Arte & Object Design Danilo Montini. L’inaugurazione è fissata per Sabato 13 marzo alle ore 17.00 alla presenza dell’artista. Saranno esposti opere che richiamano le immagini di Cascinali e borgate del mantovano.  Mostra a cura di: Arianna Sartori Montini, che ha già  esposto alla Galleria Arianna Sartori nell’ottobre 2002 e nel marzo 2009, ritorna in questa occasione presentando una trentina di acqueforti. La mostra è supportata da un bel catalogo.  “Danilo Montini è un artista a tutto tondo, egli pratica infatti oltre all’incisione, prediligendo la tecnica dell’acquaforte, la pittura e la scultura. Per l’incisione egli rappresenta più frequentemente il paesaggio del Po, in pittura predilige la natura morta, mentre per la scultura realizza delle terrecotte quasi astratte che ricordano i rami e i tronchi di legno corrosi dalla permanenza nelle acque del fiume Po.
“Mantova si può  dire la patria dell’incisione a partire da Andrea Mantegna che l’inventò per passare ai grandi incisori mantovani del ‘500 che, con Giorgio Ghisi, fondarono un’autentica scuola, fino agliesiti più recenti con Polpatelli, zerbinati, Carbonati, Gorni e Giorgi. La tradizione gloriosa mantovana dell’incisione si contrassegna nel quadro della classicità ed anche Montini si colloca in questo ambito. L’incisione in origine venne utilizzata, specie con Marcantonio Raimondi, per divulgare le opere degli artisti più grandi come Raffaello, e quindi senza troppo badare ai mezzi espressivi autonomi che essa aveva. Montini invece valorizza le possibilità di autonoma espressione artistica dell’incisione, impiegando con grande perizia tecnica l’acquaforte, realizzando effetti di luce e di ombra nel paesaggio padano e riuscendo a graduare l’intensità del segno per rendere la profondità e la lontananza degli oggetti rappresentati”.  (montini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dino Villani: L’opera xilografica

Posted by fidest press agency su martedì, 16 febbraio 2010

Milano fino al 10/3/2010 Via Carlo Porta 5, Fondazione Corrente La mostra, promossa dalla Fondazione Corrente di Milano, dal Centro Studi Sartori per la grafica di Mantova e dalla Xiloteca Sartori di Mantova, propone a poco piu’ di vent’anni dalla scomparsa, una selezione di xilografie realizzate da Dino Villani (1898 – 1989) a partire dagli anni Trenta, dedicate al fiume Po e alla vita contadina e paesana della Bassa Padana. Sono opere poco conosciute, ma che a loro tempo avevano avuto riconoscimenti autorevoli da parte della critica piu’ accorta che si occupava di incisione contemporanea (Luigi Servolini, Cesare Ratta) e che furono tenute a battesimo, per la loro prima e parziale edizione nel 1945, da Cesare Zavattini. Il nome di Villani, abitualmente, riporta alla memoria la sua piu’ nota attività di pubblicitario e di promotore culturale: basti ricordare, fra le sue numerosissime e geniali iniziative, l’ideazione del concorso di Miss Italia, del Premio Notte di Natale e del Premio di pittura -L’arte e il lavoro- di Suzzara (MN). Accanto a questo, pero’, Villani ha sempre coltivato la xilografia, dedicando una cura amorevole al racconto della civiltà dei campi della sua terra natale, di cui offre una inedita testimonianza poetica, per la prima volta documentata dall’ampio catalogo edito in questa occasione dalle edizioni Sartori di Mantova. La mostra, che propone una nutrita selezione di opere di proprietà dell’Archivio Sartori per la grafica, consente di tornare a porre attenzione su questo lato meno noto del lavoro di Villani, ricordando come egli sia stato una voce significativa, a cavallo fra anni Trenta e anni Cinquanta, nel dibattito sulla xilografia italiana moderna.Catalogo: Centro Studi Sartori per la Grafica. Testi di Mariella Milan, Luca Pietro Nicoletti, Maria Gabriella Savoia. (villani)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arianna Loscialpo: Scultura ed Incisione

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Milano Vernissage Mercoledì 3 Marzo 2010, 18:30 – 21:00 P Via Pisanello 16 Centrale dell’Arte Milano Presentazione di Gianni Pre.  In mostra fino a Domenica 14 Marzo 2010.  Orari: tutti i giorni dalle 17:00 alle 20:00 (in altri orari su appuntamento) Sabato e domenica: su appuntamento. Arianna Loscialpo è scultrice ed incisore di grande talento e solida preparazione. Formatasi in scultura all’Accademia di Carrara, la trentenne pugliese di stanza a Bergamo, vanta un curriculum di tutto rispetto che include mostre, concorsi, premi, cataloghi e opere in permanenza nelle più qualificate istituzioni e presso collezioni private. Di lei hanno scritto i critici più attenti, da Gianni Pre a Mila Levi Pistoi. “I personaggi del suo personale mondo attendono silenti che qualcuno o qualcosa li distolga da questo sguardo introspettivo. Pura poesia, un lirismo che sa di poter indagare nuove possibilità espressive.” (Claudio Giorgetti) http://www.farepittura.it (Arianna)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arte dell’esecuzione e arte dell’incisione

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

Padova 30 e il 31 gennaio all’Hotel Crowne Plaza (Limena, zona industriale, Padova), ad iniziativa di Giulio Cesare Ricci, stimato discografico, giunto ormai al suo venticinquesimo anno d’attività avremo due giorni dedicati all’Alta Fedeltà. Il Maestro Salvatore Accordo, testimonial d’eccezione dell’evento audiophile all’insegna della qualità più estrema, lascerà per la prima volta l’archetto a riposo, e, con il pubblico ascolterà le sue incisioni più recenti. In particolare sabato 30 gennaio alle ore 12, presso la sala Mirò dell’hotel sarà possibile assistere in anteprima alla presentazione dell’ultimo lavoro del Maestro per la Fonè: Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi. Di esse Giulio Cesare Ricci farà ascoltare i master originali analogici utilizzati per la produzione del Vinile Signoricci, l’esperienza sonora più vicina che, dal punto di vista tecnologico,  si possa avere in alternativa all’esecuzione dal vivo. Questa è infatti l’ambizione che anima il lavoro di Ricci: “L’obbiettivo del mio lavoro, estenuante ed appassionato, è stato quello di portare sul supporto finale il massimo della qualità possibile, sempre più vicina al master originale, per far rivivere con i vari sistemi di ascolto, l’emozione che normalmente si prova quando la musica “vera” è davanti a noi”. E questo è anche lo spirito che anima le aziende che hanno partecipato e parteciperanno a questa due giorni dedicata al suono e alla sua riproduzione. In occasione del Galà le sei sale del centro conferenze e le dodici meeting rooms dell’hotel si trasformeranno in un tempio dedicato alla perfezione del suono, pronto ad accogliere i migliori sistemi di ascolto si possano trovare in italia, impianti installati e ottimizzati dalle aziende hi-end più qualificate del nostro paese.
Nato dalla passione di Giulo Cesare Ricci, il Gran Galà dell’Alta Fedeltà giunge, con Padova alla sua terza edizione, dopo i successi di Livorno e Roma, attestandosi come evento apprezzato sia dagli addetti ai lavori sia da semplici estimatori. Durante i giorni dell’esposizione cui parteciperanno tutte le più grandi aziende che operano nel settore, il pubblico potrà vivere ascolti ad “Alta Fedeltà” in Super Vinile, Compact Disc e Super Audio CD, nella consapevolezza che la qualità della vita passa inevitabilmente attraverso la musica e alla sua qualità.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Leonardo Sciascia

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 novembre 2009

Milano fino al 19/2/2010 piazza Castello c/o Castello Sforzesco  Civica raccolta delle stampe ”A. Bertarelli”. Il Premio Leonardo Sciascia Amateur d’estampes rappresenta un’iniziativa tra le più seguite ed attese nel panorama della grafica contemporanea. Promosso dall’Associazione Amici di Leonardo Sciascia, dalla Civica Raccolta delle Stampe -Achille Bertarelli- del Castello Sforzesco, il Premio ha come finalità quella di promuovere presso il grande pubblico la conoscenza delle principali tecniche dell’incisione originale. Sciascia amava l’incisione quanto la letteratura, e come questa la considerava -quale forma piu’ assoluta che la verità possa assumere-; generoso e appassionato, a lui si deve la scoperta di giovani talenti cui ha dedicato numerosi scritti, in occasioni e momenti diversi. A questa sua passione, rintracciabile anche nella produzione letteraria, a partire dal romanzo Il cavaliere e la morte, ispirato alla celebre incisione di Dűrer, viene dedicato il Premio, giunto alla sesta edizione. Sono stati invitati a questa ultima edizione 30 artisti italiani e stranieri. Le opere esposte sono realizzate con le tradizionali tecniche calcografiche e costituiscono esempi di stili diversi, dalle composizioni non figurative al paesaggio, dai soggetti introspettivi a quelli onirici, fantastici, ironici. (premio sciascia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »