Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘incisioni’

Rembrandt. I cicli grafici, le sue più belle incisioni

Posted by fidest press agency su martedì, 12 febbraio 2019

Cosenza – Palazzo Arnone Fino al 24 marzo 2019 nel cinquecentesco Palazzo Arnone, è possibile ammirare fino al 24 marzo 2019 Rembrandt. I cicli grafici, le sue più belle incisioni, un focus dedicato all’attività grafica di uno più celebri artisti del Seicento europeo.L’esposizione, organizzata dall’Associazione N. 9 in collaborazione con il Polo museale della Calabria, presenta oltre trenta incisioni originali provenienti da collezioni private ed è supportata da attività laboratoriali. La mostra è patrocinata dall’Ambasciata dei Paesi Bassi.
La dottoressa Antonella Cucciniello, dirigente delegato del Polo museale della Calabria, si dice orgogliosa che Cosenza dedichi un tributo a Rembrandt proprio nel 2019, mentre – a 350 anni dalla scomparsa – l’Olanda gli rende omaggio con iniziative diffuse su tutto il territorio nazionale. Un’occasione per scoprire o riscoprire la Galleria Nazionale di Cosenza, che in Palazzo Arnone ha sede.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Valentino Vago Incisioni 1952 – 1959

Posted by fidest press agency su domenica, 21 ottobre 2018

Milano 25 ottobre – 21 dicembre 2018 inaugurazione 24 ottobre, ore 12,00 Biblioteca dell’Accademia di belle Arti di Brera via Brera 28 mostra ideata in collaborazione con l’Archivio Valentino Vago. Una mostra che rende omaggio alla ricerca artistica di Valentino Vago (Barlassina 1931 – Milano 2018) presentando al pubblico milanese un corpus di oltre quaranta incisioni ad acquaforte rieditate nel 2014 a partire dalle lastre originali realizzate dall’artista nel corso degli anni Cinquanta.L’esposizione esplora la produzione incisoria del maestro di Barlassina. alla quale si è dedicato a partire dal 1951 frequentando i corsi di Benvenuto Disertori all’Accademia di Brera. Osservando le opere in mostra, si può ripercorrere la visione della realtà che l’artista comunicava tramite molteplici temi espressivi: figure del quotidiano, contadini al lavoro, paesaggi rurali, scene naturalistiche, fino a giungere alle composizioni astratte, nelle quali il centro di interesse delle ricerche non è più il soggetto o la forma, bensì l’atto creativo di qualcosa in divenire, preludio della ricerca artistica che caratterizzerà l’opera del maestro negli anni Sessanta.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Acida Aqua Caelata” Incisioni e Acquerelli

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 novembre 2010

Mantova dal 27 novembre ore 17.00 (fino al 9 dicembre 2010 Orario di apertura: 10.00 – 12.30 / 16.00 – 19.30. Festivi 15.30 – 19.00) Galleria “Arianna Sartori” via Cappello, 17 : Raffaello Margheri. Acida Aqua Caelata. Incisioni e Acquerelli
A chi lo incontra per la prima volta, Margheri può far pensare agli artisti parigini di Montmartre. L’andatura lenta è accentuata dalla corporatura alta e robusta, leggermente proiettata in avanti, che la fa sembrare in armonia con i pigri movimenti della figura. Il volto, apparentemente serio e pensieroso, è spesso sormontato da un basco scuro che lo rende somigliante al “ritratto del poeta Paul Fort”, una litografia del 1931 di Gino Severini.
In realtà Margheri è un camminatore instancabile, capace di salire sei piani di scale senza alterare la respirazione. Ho sempre pensato che amasse giocare con questa aria un po’ bohemienne dell’artista artigiano “autodidatta”, come ama definirsi, all’apparenza malinconico e pessimista. Frequentandolo ci si accorge che sotto una patina protettiva nasconde un carattere sornione, spesso incline alla battuta vernacolare; un “toscanaccio” solitamente mite e disponibile, amante della buona tavola anche se, curiosamente, astemio.
I suoi paesaggi, spesso contrastati da ombre che sembrano sdoppiarli, sono immersi in una luce statica che conserva l’attimo emozionale dell’autore. Questa luce, bianca e tagliente, si insinua anche nelle variegate composizioni floreali e nelle nature morte divenendo la principale protagonista delle sue migliori acqueforti. La rigorosa fedeltà ai neri espressa nelle tavole calcografiche viene spesso abbandonata nelle sue linoleumgrafie. In queste tavole, generalmente di non grande formato, i colori, morbidi e distribuiti dai passaggi di più matrici, esprimono l’aspetto più nascosto della sua personalità d’artista. Un’anima solare e mansueta, umile nel metodo di lavoro ma ambiziosa di risultati. La seconda anima di Raffaello Margheri.  Marco Fiori (Bologna, maggio 2009)
Raffaello Margheri, toscano per nascita e bolognese d’adozione, ha preso dalla sua terra d’origine la parlata dall’accento tipico e, forse, pure il carattere un po’ schivo, schietto e limpido che lo caratterizza. Tutto questo si può  leggere nelle sue incisioni. (il merlo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Otto Greiner: Incisioni e disegni

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 novembre 2010

Roma fino al 30/1/2011 via Dei Coronari 146, Galleria Simone Aleandri Arte Moderna a cura di Emanuele Bardazzi  Nato a Lipsia nel 1869, Otto Greiner fu un personaggio dotato di grande carattere e talento che scelse l’Italia come meta della sua vita di artista, un Deutsch-Römer di stile classico moderno. Greiner ando’ ad occupare nel 1898 lo studio che gli lascio’ Max Klinger in via Claudia a Roma e dietro il suo esempio opero’ una svolta che lo distinse dal contesto della Secessione di Monaco e da Franz von Stuck dal quale era stato influenzato nelle sue permanenze nella città bavarese.
Dell’artista e’ presentata in questa occasione una scelta di circa trenta opere grafiche tra le quali spiccano incisioni rappresentative come Corteo di Baccanti, Ulisse e le sirene, Il diavolo mostra la donna al popolo, Ercole al bivio, La danza ed i ritratti di Max Klinger e Siegfried Wagner. Esposta anche una rarissima incisione con studi di teste che porta la firma congiunta di tre artisti amici e sodali: Otto Greiner, Max Klinger e Sascha Schneider. Accanto alle incisioni sono presentati numerosi disegni tra cui una china per illustrare il libro di poesie Alla vita dell’amico Franz Langheinrich ed altri in massima parte inediti come un autoritratto giovanile “faunesco” e studi di paesaggio e di nudi. (otto greiner)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“64 Incisioni per la cupola”

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

Bologna 2 ottobre 2010 alle ore 18.30 presso l’Oratorio di Santa Maria della Vita (via Clavature 8) verrà presentato il volume fotografico “64 Incisioni per la cupola” saranno presenti l’onorevole Virginiangelo Marabini e  il presidente dell’ALI Marco Fiori, curatore del volume. In concomitanza con la Festa del Quadrilatero, verrà presentato al pubblico il volume che raccoglie le biografie degli artisti e le foto di tutte le opere esposte nella mostra Vedute della Cupola di Santa Maria della Vita. Sessanta incisioni dedicate al Santuario, inaugurata lo scorso 10 settembre in occasione della tradizionale esposizione del Gioiello del Re Sole. La mostra, che rimarrà aperta fino al 17 ottobre 2010, dal martedì alla domenica, ore 10-12 e 15-19, è costituita da oltre sessanta lavori che l’Associazione Liberi Incisori (ALI) ha donato alla Fondazione Carisbo quali dedica al Santuario di Santa Maria della Vita e all’opera d’arte custodita sotto la sua grande cupola, il Compianto sul Cristo Morto di Niccolò dell’Arca. (scacchetti, porporato)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Strazza: incisioni 1974-2010

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2010

Urbino, sabato 2 ottobre –  domenica 14 novembre 2010 Via Raffaello  57 Casa natale di Raffaello Bottega Giovanni Santi. Con la mostra l’Accademia Raffaello di Urbino, presentando una esauriente campionatura di stampe di uno dei maggiori protagonisti dell’incisione italiana della seconda parte del ‘900, intende far luce sull’aspetto fondante delle motivazioni programmatiche e al tempo stesso contemplative insite nell’operare dell’artista.  Interprete tra i più profondi e intensi delle indagini astratte riferite alla gestualità del tratto e allo scandaglio delle caratteristiche qualitative del segno e del segnare, Guido Strazza determina con il suo vivissimo percorso urgenti enunciati nell’ambito del pensiero grafico che ne fanno un esegeta centrale dei linguaggi legati alla calcografia d’autore. Tra le altre, saranno esposte opere estratte da vari cicli quali le Trame quadrangolari, gli Orizzonti olandesi, i Segni di Roma, gli Archi, stampe esplicative di taluni passaggi nodali delle sue ricerche, nelle quali, attraverso l’espressività derivata da tecniche dirette come la puntasecca, il bulino e la maniera nera, il dialogo di vari temi e cicli porrà in simbiosi con esse l’acquaforte, l’acquatinta, la ceramolle e particolari abrasioni e accidature. Tali esempi saranno inoltre particolarmente dimostrativi del farsi dell’opera dati i segni iniziali che ne determinano lo svolgersi successivo.  Sarà inoltre presentata una scelta  di numerose e pregiate edizioni d’arte contenenti incisioni e talvolta scritti dello stesso Strazza, nonché matrici originali affinché possa evincersi la modalità di incisione e trasposizione del segno dal metallo alla carta. Primo segnare intende essere, oltre che mostra emblematica, momento di incontro, di riflessione e dibattito proprio sui temi radicali e originari dell’azione incisoria. Tale proposito culminerà in una lezione-seminario tenuta da Guido Strazza giovedì 11 novembre 2010 alle ore 10.30 presso la sala convegni di Palazzo Ducale ad Urbino.   Per l’occasione sarà inoltre presentata lo stesso giovedì 11 novembre, in concomitanza con la lezione – seminario, una cartella intitolata “Primo Segnare”, a cura della Cattedra di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Stato di Urbino,  contenente un’incisione inedita di Strazza.Il catalogo dell’ esposizione, curato dall’Accademia Raffaello contiene testi critici di Giuseppe Appella e Gianluca Murasecchi e una riflessione di Guido Strazza. (strazza)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Roberto Rampinelli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 settembre 2010

Mantova dal 18 settembre al 14 ottobre 2010 (Orario di apertura: 10.00 – 12.30 / 16.00 – 19.30) via Cappello, 17 Galleria “Arianna Sartori” Roberto Rampinelli. “le nuvole, le nuvole, là lontano… le nuvole meravigliose” Inaugurazione: Sabato 18 settembre, ore 18.00. Sarà presente l’artista Presentazione: Mauro Corradini L’artista ritorna alla Galleria Sartori dove nel settembre/ottobre 2006 aveva organizzato la personale “Percorsi”, riscuotendo interesse ed ammirazione. Per l’occasione in mostra saranno esposte incisioni realizzate con la tecnica dell’acquaforte e acquatinta e alcuni dipinti.
Nella sua gara con la natura, l’incisore legato alla figurazione cerca strade peculiari, attraverso cui, per capacità d’immaginazione, di astrazione, di composizione, può esprimere una potenza che non ha l’uguale. Oggi l’arte dell’incisione non è popolare; in una certa misura, la perdita di metà Ottocento, con l’abbandono delle botteghe, sopraffatte inizialmente dal diffondersi della fotografia, e con le botteghe, delle maestranze, delle qualità sensibili di alcuni stampatori-poeti, non è stata mai del tutto sanata. Siamo rimasti orfani e deprivati. Le gallerie dedite all’incisione diminuiscono, perché l’incisione chiede sforzi, passione, tensione anche al lettore.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Io disegno – Filippo Ambrosoli per l’oncologia pediatrica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Mag 2010

Milano 19 maggio 2010, ore 17.30, Villa Necchi Campiglio – Via Mozart, Inaugurazione della mostra di incisioni, fotografie ed altri divertissement artistici in ricordo dell’esperienza di Filippo Ambrosoli,  a sostegno della LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. La mostra rimane aperta al pubblico dal 20 al 23 maggio, dalle ore 10 alle ore 18. Ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Urologia di Vasto

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 aprile 2010

Le tecniche chirurgiche in uso all’ospedale di Vasto varcano i confini regionali  per approdare davanti alla comunità scientifica internazionale. Al congresso della Società Europea di Urologia, che si è concluso nei giorni scorsi a Barcellona, sono stati presentati alcuni video di interventi al rene e surrene eseguiti dall’Urologia con la tecnica laparoscopica single port, praticata abitualmente al «San Pio». La scelta è caduta su alcuni casi selezionati sui quali l’équipe del prof. Luigi Schips è intervenuta attraverso un unico taglio di soli 3 centimetri attraverso il quale vengono introdotti tutti gli strumenti necessari per eseguire l’intera procedura. Si tratta, com’è noto, di un’evoluzione della laparoscopia tradizionale (dove le incisioni sono 3-4), che rappresenta il punto forte dell’Urologia di Vasto, impegnata in un intenso programma di innovazione che ne ha migliorato sensibilmente la pérfomance, facendo lievitare l’attività: nel 2009, per esempio, sono stati eseguiti 820 interventi, raddoppiando la produttività dell’unità operativa passata dal 49% di qualche anno fa all’attuale 80%. I numeri, quindi, indicano con chiarezza l’elevata capacità di attrazione esercitata dall’offerta targata Schips, la cui autorevolezza nel campo della laparoscopia single port è sancita dalle numerose pubblicazioni sulle riviste di settore più blasonate, come European Urology e Journal of Endourology sui quali vengono presentate le casistiche.  E proprio grazie a questi articoli è scattato l’invito della Società europea a presentare al congresso alcuni lavori.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Edward Hopper (1882-1967) a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 30 marzo 2010

Roma 16 febbraio 2010 nelle sale del  Museo Fondazione Roma sarà allestita la mostra del più popolare e noto artista americano del XX secolo, con una grande rassegna antologica senza precedenti nel nostro paese.  Promossa dalla Fondazione Roma, cui si deve l’impulso iniziale alla realizzazione dell’evento, grazie all’iniziativa del Presidente Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele, la mostra è prodotta con il Comune di Milano – Cultura ed Arthemisia Group, in collaborazione con il Whitney Museum of American Art di New York e la Fondation de l’Hermitage di Losanna.   Oltre alle 160 opere esposte alla mostra milanese, a Roma giungeranno altri grandi capolavori dell’artista, quali il bellissimo Self-Portrait  del 1925-1930 e, inoltre, The Sheridan Theatre (1937), New York Interior (1921 circa), Seven A. M. (1948); South Carolina Morning (1955) accanto ai relativi disegni preparatori. Dipinti straordinari che completano il gruppo delle opere celebri già presenti a Milano, tra cui Summer Interior (1909), Pennsylvania Coal Town (1947), Morning Sun (1952), Second Story Sunlight (1960), A Woman in the Sun (1961) e la bellissima Girlie Show (1941). Un percorso, a cura di Carter Foster, che attraversa tutta la produzione di Hopper e tutte le tecniche di un artista considerato oggi un grande classico della pittura del Novecento.  Anche il catalogo Skira dell’edizione di Roma, sarà una pubblicazione rinnovata. Oltre ai saggi di Carter Foster, Carol Troyen, Sasha Nicholas, Goffredo Fofi, Demetrio Paparoni, Luigi Sampietro, conterrà infatti anche i saggi di Vittorio Sgarbi e Marco Di Capua, e le prefazioni del Presidente della Fondazione Roma, Emmanuele F.M. Emanuele; del Sindaco di Milano, Letizia Moratti; dell’Assessore alla Cultura e alla Comunicazione del Comune di Roma, Umberto Croppi; dell’Ambasciatore degli Stati Uniti d’America presso la Repubblica Italiana e San Marino, David H. Thorne;  e di Adam D. Weinberg, Alice Pratt Brown Director del Whitney Museum of American Art.
Nato e cresciuto a Nyack una piccola cittadina nello Stato di New York, Hopper studia per un breve periodo illustrazione e poi pittura alla New York School of Art con i leggendari maestri William Merritt Chase e Robert Henri. Si reca in Europa tre volte (dal 1906 al 1907, nel 1909 e nel 1910) e soprattutto le esperienze parigine lasciano in lui un segno indelebile, alimentando quel sentimento francofilo che non lo avrebbe mai abbandonato, anche dopo essersi stabilito definitivamente a New York, dal 1913. La mostra è arricchita di un importante apparato fotografico, biografico e storico, in cui viene ripercorsa la storia americana dagli anni ’20 agli anni ’60 del XX secolo: la grande crisi, il sogno dei Kennedy, il boom economico. Un’occasione dunque per capire meglio anche la nuova crisi di oggi e l’America di Barack Obama.
La storia di Edward Hopper è indissolubilmente legata al Whitney Museum of American Art che ospitò varie mostre dell’artista, dalla prima nel 1920 al Whitney Studio Club a quelle memorabili nel museo, del 1960, 1964 e 1980. Dal 1968, grazie al lascito della vedova Josephine, il Whitney ospita tutta l’eredità dell’artista: oltre 3000 opere tra dipinti, disegni e incisioni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Litografie e incisioni di Eva Fischer

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 dicembre 2009

Ascoli Piceno 12 dicembre 2009  – ore 17 Sala della Ragione/Area Archeologica – Palazzo dei Capitani Piazza del Popolo. La mostra, sotto l’egida del Comune e della Provincia di Ascoli Piceno e patrocinata dal Lions Club Urbs Turrita, è curata da Antonella Ventura (Presidente di “Arte per le Marche”) ed allestita da Alan D. Baumann.Per la prima volta dal 1974, l’artista italiana conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo, esporrà esclusivamente il lavoro grafico, a corollario di oltre 60 anni di lavoro. Il titolo della mostra, Per non dimenticare, intende far capire – specialmente ai giovani – che ogni persona è legata al proprio passato, spesso vissuto attraverso fatti tristi, particolari, drammatici. Allo stesso modo Eva Fischer ricorda nelle sue opere momenti storici e personali che le hanno segnato la vita: la Shoah, prima di tutto, sebbene l’artista non abbia volutamente mai rappresentato le vicissitudini passate sotto il nazismo nelle sue acqueforti ed acquetinte; ma anche il periodo delle biciclette, i mercati romani, le architetture mediterranee, i muri, le conchiglie, le nature morte e tante altre tematiche che l’hanno accompagnata nei suoi momenti pittorici di ispirazione. Saranno una ventina le incisioni e le litografie che ne ripercorreranno il percorso artistico.  La mostra, sotto l’egida del Comune e della Provincia di Ascoli Piceno e patrocinata dal Lions Club Urbs Turrita, è curata da Antonella Ventura (Presidente di “Arte per le Marche”) ed allestita da Alan D. Baumann. Per maggiori informazioni sull’artista:

http://www.evafischer.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Serata a Lucia Valentini Terrani

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 ottobre 2009

Padova 6 novembre 2009 alle ore 20,45 al Teatro Verdi musica e teatro si incontreranno per ricordare una grande artista come Lucia Valentini Terrani, indimenticata artista padovana che della musica e del teatro ha fatto tutta la sua vita. A ricordarla, ad unidici anni dalla scomparsa, saranno due famose donne del mondo dello spettacolo, e due nomi che hanno fatto la storia della musica e del teatro italiani: la cantante Milva e l’attrice Giuliana Lojodice, entrambe stregate dal ricordo del calore della voce vellutata di Lucia. Milva, che ha potuto conoscere Lucia Valentini solo attraverso le sue incisioni discografiche, ci ha tenuto in modo particolare a poter partecipare a questa serata, nonostante stia attraversando un periodo molto difficile a causa di alcuni problemi di salute, e si esibirà in  alcune delle sue canzoni più famose. Con il suo spettacolo “Ieri e Oggi” proporrà un piccolo viaggio nella sua storia artistica accompagnata al pianoforte da Natale Massara.   Un legame profondo, invece, lega Giuliana Lojodice a Padova ed alla memoria di Lucia Valentini Terrani. “L’amicizia che mi lega con Alberto, cominciata nel 1966 con le riprese e la collaborazione nel Conte di Montecristo, e le nostre vite segnate dalla stessa grande dedizione verso il nostro compagno di vita (Aroldo per me e Lucia per Alberto)”. Ritornare a Padova rappresenta per Giuliana “un sorriso” e ritrovare un amico con cui condividere il proprio dramma interiore causato dalla mancanza della persona amata. “Per noi attori, zingari di lusso, come mi piace definirci, è così difficile trovare, nei numerosi spostamenti che il nostro lavoro ci porta a fare, il calore di una casa e delle amicizie. Siamo per la maggior parte delle volte, in compagnia della nostra solitudine. Padova ed Alberto significano un po’ ritornare giovane e scherzare come ai vecchi tempi….dimenticare la mia solitudine e la mia tristezza.”

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inediti di Piero Nincheri

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2009

Nell’anno del decennale della morte di Piero Nincheri, venuto a mancare l’8 gennaio del 1999, l’intento della mostra “L’ossessione della forma” è quello di far conoscere l’opera grafica del pittore; non i quadri ad olio, già noti nelle prestigiose retrospettive svolte, dopo la sua morte, al Museo Marino Marini a Firenze nel 2002 e presso l’Istituto Italo Latino Americano di Roma, nel 2007; non le incisioni, esposte alla mostra a “La Soffitta” di Sesto Fiorentino nel 2005, ma i disegni.  La mostra che sarà ospite nelle Antiche Stanze di Santa Caterina dal 10 al 31 ottobre è stata organizzata dall’Associazione per la Divulgazione dell’Opera di Piero Nincheri, di cui è presidente Francesco Mariani, assieme all’Assessorato alla Cultura del Comune di Prato. Curatrici due storiche dell’arte, Giulia Ballerini e Monia Nannini, con il coordinamento del Prof. Gianni Pozzi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.  Si potranno ammirare 109 disegni, dagli anni ‘60 agli anni ‘90, quasi tutti inediti perché tratti dall’Archivio Nincheri, reso accessibile dalla Famiglia, o gentilmente prestati da collezionisti privati e soci dell’Associazione; cinque provengono dal Gabinetto di Stampe e Disegni degli Uffizi. Ma non solo: verrà esposto anche un corpus, recentemente ritrovato e studiato, di 108 fotografie dell’Autore, che si serviva dell’obbiettivo quale mezzo per arrivare, attraverso il disegno, alla pittura, e una serie di 23 acquarelli, mai visti in precedenza.  Attraverso dunque un percorso inedito ed interessante, che andrà dallo studio dei grandi modelli pittorici alla riconsiderazione di questi su modelli viventi, dalla pittura antica, alla fotografia e poi al disegno, la mostra saprà restituire un ulteriore tassello mancante nel quadro generale della poliedrica opera completa di Nincheri.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra Aldo Andreolo: Metamorfosi

Posted by fidest press agency su martedì, 23 giugno 2009

1985  °  Donna sedutaAutomobileVenezia, 8 luglio – 26 agosto 2009 Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana (Libreria Sansoviniana, all’interno del Percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco) ospiteranno la mostra “Aldo Andreolo. METAMORFOSI. Opere su carta e dipinti dal 1948 a oggi”. Orario di apertura al pubblico: 9 – 19 (ingresso dal Museo Correr dalle 9 alle 18). Inaugurazione: 7 luglio, ore 17.30, Antisala della Libreria Sansoviniana (Piazzetta San Marco n. 13/a, Venezia) L’esposizione intende riscoprire il complesso itinerario creativo dell’artista, che ha visto nel tempo la trasformazione, a volte anche radicale, di alcune immagini emblematiche della sua pittura. In essa sono riunite una quarantina di opere – tra disegni, acquarelli, incisioni e dipinti – realizzate da Andreolo nell’arco d’un sessantennio; si vuole proporre infatti un raffronto, a volte sorprendente e inedito, tra le avventure giovanili e l’opera attuale del pittore. Il catalogo, pubblicato per l’occasione, contiene un saggio di Giulio Ghirardi dal titolo “Il silenzio parlante di Aldo Andreolo”, oltre a una ventina di riproduzioni a colori delle opere esposte, la biografia e la bibliografia dell’artista.
Aldo Andreolo è nato a Venezia. Allievo di Giuseppe Cesetti all’Accademia di Belle Arti di Venezia, si diploma in pittura nel 1949. Nello stesso anno avviene il suo clamoroso esordio alla Rassegna di pittura italiana contemporanea al Museo Correr di Venezia, dove le sue opere figurano accanto a quelle di Boccioni, Carrà, De Chirico, Modigliani, Morandi, Sironi e altri protagonisti della pittura italiana del ‘900. In tale occasione una sua opera viene acquistata dal Museo Ca’ Pesaro di Venezia. Ha esposto, oltre che in Italia, a Londra, New York, Los Angeles, Tokio, Parigi, Ginevra, Basilea, Monaco di Baviera, Mannheim, Lubecca, L’Aja, Bruxelles, Vienna. Non meno importante di quella pittorica è la sua produzione grafica, spesso ispirata alla letteratura. Da ricordare la sua cartella di serigrafie Morte a Venezia, tratta dal celebre racconto di Thomas Mann. Aldo Andreolo è autore di due libri: Guardare gli altri. Artisti visti da un artista e Venezia ricorda, tradotto recentemente in inglese. Collabora, come pubblicista, alle pagine culturali di alcuni quotidiani e periodici. L’artista vive a Venezia. (donna seduta, automobile)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fausto Melotti

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 marzo 2009

Rovereto (TN), TransarteLo spazio inquieto. Incisioni, disegni, ceramiche, sculture. In mostra una selezione di oltre 80 opere, dal 1936 al 1985, attraverso cui si ripercorrono tappe significative del suo percorso creativo. La rassegna e’ l’occasione per esporre alcuni inediti e per festeggiare il ritorno a Rovereto della Madonna in bronzo donata dall’artista nel 1936. A cura di Micaela Sposito, mostra prodotta in collaborazione con Museo Civico di Rovereto. Fino al 9/5/2009

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »