Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 175

Posts Tagged ‘incontro’

Antonio Tajani incontra Guterres segretario generale delle Nazioni Unite

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 maggio 2017

antonio guterresStrasburgo. Su invito del presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, il Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha tenuto oggi un discorso davanti alla plenaria del Parlamento europeo. Prima del suo intervento, il Segretario generale ha avuto un incontro bilaterale con il Presidente Tajani. Al centro dei colloqui, la necessità di rafforzare la cooperazione tra Unione europea e Nazioni Unite per affrontare le sfide globali. All’apertura del dibattito in plenaria con il Segretario generale delle Nazioni Unite, il presidente Tajani ha dichiarato:“I nostri cittadini si aspettano un’Europa che faccia sentire con forza la sua voce e sia più efficace nell’affrontare le crisi mondiali. Non possiamo girarci dall’altra parte d’innanzi ai massacrati in Siria, all’emergenze alimentare in l’Africa, a donne e bambini vittime di mercanti di schiavi, alle migliaia di disperati che muoiono nel deserto o nel Mediterraneo. Non possiamo restare indifferenti alle crescenti violazioni dei diritti fondamentali.Oggi più che mai, è necessario lavorare insieme per dare risposte ai nostri cittadini su instabilità, terrorismo, radicalizzazione, gestione dei flussi migratori, cambiamento climatico, povertà, disoccupazione.Nazioni Unite e Unione Europea sono nate entrambi dalle ceneri del conflitto mondiale, condividono gli stessi valori e perseguono lo stesso obiettivo: promuovere la pace e la prosperità attraverso la cooperazione multilaterale”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro con Antoni Muntadas

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 aprile 2017

Antoni MuntadasRoma 2 maggio 2017, ore 19.30 Reale Accademia di Spagna Tempietto del Bramante Piazza San Pietro in Montorio, 3 ospite del secondo appuntamento stagionale de «I Martedì Critici», realizzato in collaborazione con l’Accademia di Spagna, sarà Antoni Muntadas (Barcellona, 1942). Entre/Between, la grande mostra che il Reina Sofia di Madrid dedicò nel 2011 ad Antoni Muntadas ripercorrendone gli oltre quarant’anni di carriera, non era strutturata secondo un ordine cronologico delle opere, né basata sulla specificità dei media utilizzati. Articolata in nove nuclei tematici, o meglio, nove costellazioni, l’esposizione rivelava in maniera immediata la natura della pratica artistica di Muntadas, basata su una costante, approfondita ricerca protratta negli anni, accompagnata parallelamente dalla formazione di uno spirito critico, sempre presente nella realizzazione dei suoi progetti. Le nove costellazioni in cui la mostra era articolata – microspazi, paesaggio dei media, sfere di potere, costruzione della paura, luoghi dello spettacolo, spazi pubblici, archivio, traduzione, sistemi dell’arte – tracciano l’orizzonte tematico verso cui si orienta l’opera dell’artista, da sempre impegnato nello svelamento dei meccanismi di potere che regolano alcuni contesti. La presentazione dei lavori avviene attraverso l’impiego di media diversi, alcuni provenienti dal vocabolario concettuale, come l’archivio, l’inchiesta, la documentazione, e i libri, integrati con altri, come serie fotografica, il video, l’installazione, ma anche il web: ogni elemento di questa complessa struttura concorre nel presentare i risultati delle ricerche dell’artista condotte sul campo. Si tratta di dispositivi relazionali, organizzati secondo un certo montaggio, che forniscono al pubblico gli strumenti e il contesto per poter riflettere in prima persona sugli argomenti esaminati, sul potere, le istituzioni che lo rappresentano e le contraffazioni su cui spesso si basa la loro autorità.
Tra i lavori più celebri di Muntadas vi è The File Room (1994-2011), consistente in un archivio, ora consultabile online, che raccoglie una vasta documentazione su casi storici e più recenti di censura, mentre in Between the Frames (1982-1993), l’obiettivo della sua indagine critica è puntato dritto verso il sistema dell’arte, il ruolo dei musei, delle gallerie, dei collezionisti, svelando il sostrato economico che lo governa, attraverso centocinquanta interviste ai suoi diversi attori, tra cui figurano Harald Szeemann e Pierre Restany. Muntadas è un precursore sia nel display, nella presentazione dell’opera, che ha incluso precocemente l’impiego di internet e la conversazione tra media diversi attraverso un originale “montaggio” che ha l’obiettivo di comporre nella sua totalità il progetto, sia nelle tematiche affrontate, ancora attuali, come le problematiche legate alla conoscenza trasmessa dai mass media, o la paura come esercizio di potere e sistema di controllo. Al 2005 data il progetto On Translation: Fear/Miedo, un’indagine che pone a confronto la paura sul piano personale, politico e mediatico, condotta in un territorio di confine tra Stati Uniti e Messico, tra San Diego e Tijuana. Il progetto è stato portato avanti nel 2007 tra il Nordafrica e la Spagna, col titolo On Translation: Miedo/Jauf, (“Jauf” è la parola araba per paura). In entrambi i casi, si tratta di territori di confine tuttora teatro di flussi migratori e incomprensioni, ancora un argomento di scottante attualità, come lo è Alphaville e Outros (2011), un’indagine sulla paura che genera barriere, che in questo caso ha come oggetto della ricerca le gated communities in Brasile.Fin dalla sua partecipazione negli anni Settanta al Grup de Treball, collettivo di artisti e intellettuali di matrice concettuale, politicamente attivo contro il regime dittatoriale franchista, Muntadas è un artista impegnato che, lontano da ogni slogan o propaganda, ha messo al centro della sua ricerca indipendente l’urgenza di porsi interrogativi, di riattivare negli spettatori una coscienza critica.Antoni Muntadas vive e lavora a New York dal 1971. (foto: Antoni Muntadas)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Messina si colora di gioventù e s’infiamma di carità

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

locandinaSarà la Città dello Stretto la sede della XV edizione del Meeting dell’M2g, il Movimento giovanile guanelliano. La invaderanno numerosi, da tutto il Centro – Sud e anche più su: duecento giovani tra i 14 e ai 30 anni, o poco più, provenienti da Agrigento, San Ferdinando, San Giovanni in Fiore, Laureana di Borrello, Bari, Alberobello, Napoli, Ferentino, Roma, Firenze e Como. Saranno accompagnati da religiosi, religiose e animatori laici. Lo slogan dell’evento che si svolgerà dal 22 al 25 aprile 2017 è “Chiamati… in tutti i sensi”.
Ad ospitare l’appuntamento saranno la parrocchia messinese Santissimo Salvatore, opera Don Guanella e l’oratorio San Luigi Guanella di Fondo Fucile, ma la sferzata di freschezza e di allegria dell’M2G è destinata, sin dal suo essere pensata, a non rimanere confinata al momento e al luogo dello svolgimento. I laboratori previsti, ad esempio, sono stati progettati come itineranti per la splendida Messina e raggiungeranno alcuni luoghi nei quali la carità è scelta concreta e vissuta nella quotidianità.Ricco il programma (cfr. allegato) che coinvolgerà anche l’arcivescovo mons. Giovanni Accolla e darà ai partecipanti spazio e tempo per la preghiera e la riflessione sia personale che comunitaria, per ascoltare alcune testimonianze, ma anche per cantare, ballare, confrontarsi. Ce ne sarà, insomma, per “… tutti i sensi”.
il concerto rock dei “Reale”, la band di christian music che coniuga ottime produzioni musicali, live travolgenti e fede, proponendo testi esplicitamente cristiani con sonorità, appunto, rock. L’esibizione a Messina, attesissima, domenica 23 p.v., destinata ai giovani dell’M2G e a quanti non si lasceranno scappare l’occasione, s’inserisce nel “Serpenti e Colombe tour” (foto: locandina).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con i dottorandi d’Ingegneria, Matematica e Fisica, Scienze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 aprile 2017

Roma Giovedì 6 Aprile 2017, ore 10:30 Dipartimento di Ingegneria, Aula 6 Via della Vasca navale, 79. Con l’intento di promuovere la conoscenza delle risorse a disposizione, la Biblioteca di Area scientifico-tecnologica, grazie alla collaborazione del Dipartimento di Ingegneria, ha organizzato un incontro dedicato alla banca dati IEEE Xplore. L’incontro dal titolo IEEE Xplore Training e Nozioni di Authorship, rivolto soprattutto ai dottorandi ma aperto a tutti gli interessati, si articola in due brevi sessioni focalizzate: la prima, sulle tecniche di ricerca in IEEE Xplore; la seconda, sulla produzione di articoli scientifici da parte di giovani autori.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Incontro di Antonio Moreira Teixeira con i corsisti del Master in Standards for museum education

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 aprile 2017

Roma Giovedì 6 Aprile 2017, ore 9:30 / 7 Aprile 2017 Centro di Didattica Museale Via Daniele Manin, 53 (I piano) – I corsisti del Master in Standard for museum education (Università Roma Tre) incontrano il prof. Antonio Moreira Teixeira i giorni 6 e 7 aprile per un seminario dal titolo Techniques and IT tools for museum education.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la prima volta in Italia l’opera di Charlotte Salomon

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 marzo 2017

autoritrattoMilano, Palazzo Reale 30 marzo – 25 giugno 2017 Anteprima stampa Mercoledì 29 marzo ore 11.00. L’inferno della Shoah restituisce un sorprendente poema allo stesso tempo pittorico, teatrale, narrativo e musicale. Charlotte Salomon è una giovane ebrea berlinese che va incontro ad un tragico destino. Prima di morire ad Auschwitz, Charlotte affida il racconto di tutta la sua vita a centinaia di tempere, raccolte sotto il titolo Vita? o Teatro? Miracolosamente sopravvissuto alle persecuzioni e alla guerra, questo lascito artistico si rivelerà un autentico canto del destino, che vede proiettata la biografia di Charlotte sullo scenario più tragico del Novecento. Dagli anni Sessanta le tempere di Charlotte Salomon sono state esposte in forma antologica in alcuni importanti musei ma sino ad oggi mai in Italia: al Centre Pompidou e al Museo Ebraico di Parigi, alla Whitechapel Art Gallery e alla Royal Academy di Londra, al Museo Ebraico di Berlino e in varie altre città tedesche, a Bruxelles, Tel Aviv, Chicago, New York, San Francisco, Tokyo… La mostra, a cura di Bruno Pedretti, è promossa e prodotta dal Comune di Milano | Cultura, Palazzo Reale e Civita Mostre, in collaborazione con il Jewish Historical Museum di Amsterdam. Nelle Sale al piano terra di Palazzo Reale, l’esposizione presenta circa 270 tempere, insieme a decine di fotografie storiche che illustrano la vita di Charlotte e gli avvenimenti del suo contesto, in parallelo alle scene rappresentate nel suo poema autobiografico e ad un filmato che introduce il visitatore nel mondo dei suoi affetti.Sull’opera di Charlotte esistono ormai numerosi libri, filmati e naturalmente cataloghi che ne hanno accompagnato le esposizioni, tra cui anche alcune edizioni integrali delle tempere, a cui si sono recentemente aggiunti altri tributi a questa figura eccezionale, di genere sia letterario, sia operistico, sia filmico.
La figura di Charlotte Salomon è anche la protagonista del romanzo del curatore della mostra milanese, Bruno Pedretti: Charlotte. La morte e la fanciulla (prima ed. Giuntina, Firenze 1998; ed. francese Robert Laffont, Parigi 2006; nuova ed. Skira, Milano 2015).
Informazioni su Charlotte Salomon e la sua opera sono reperibili nel sito del Jewish Historical Museum – Museo Storico Ebraico di Amsterdam. (foto. autoritratto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con i Comuni Italiani sui temi dell’innovazione digitale

Posted by fidest press agency su domenica, 19 marzo 2017

campidoglioRoma 20 marzo 2017 Aprire uno spazio di riflessione e di confronto operativo sui temi dell’innovazione digitale tra i Comuni italiani. Questo l’obiettivo di ComunInnovano, una giornata di lavoro organizzata dall’Assessorato Roma Semplice che si svolgerà lunedì 20 marzo, dalle ore 10.00 alle 17.00, in Campidoglio nella Sala della Piccola Protomoteca. L’incontro, rivolto a tutte le amministratrici e gli amministratori comunali che si occupano di innovazione e digitale, è dedicato al tema SPID e Casa digitale del Cittadino, con il coinvolgimento della Regione e delle Autorità centrali impegnate su questi temi.“Lo scorso dicembre Roma non solo ha aderito al Sistema Pubblico di Identità Digitale con un anno di anticipo rispetto alla scadenza normativa ma a livello nazionale è anche il Comune che offre ai cittadini il maggior numero di servizi online accessibili tramite SPID sul portale istituzionale, quasi 70 – dichiara l’assessora a Roma Semplice Flavia Marzano– Il nostro obiettivo ora è di progettare la Casa Digitale del cittadino, il canale unico attraverso il quale i cittadini avranno a disposizione in modo personalizzato tutte le comunicazioni dell’amministrazione che li riguardano e di cui SPID costituisce la chiave di accesso. Quella di lunedì prossimo vuole essere l’occasione per mettere in comune con le varie città italiane le esperienze sul tema, individuando insieme sfide, proposte e soluzioni”.
L’iniziativa, giunta al suo secondo appuntamento romano, è stata avviata dall’Assessorato Roma Semplice lo scorso ottobre in Campidoglio e nel corso dei mesi successivi è diventata periodica e itinerante facendo tappa su temi diversi a Bologna, Reggio Calabria, Milano.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro organizzato dall’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

palazzo-chigiRoma lunedì 6 marzo alle ore 10:00 presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in via Santa Maria in Via, 37 si terrà l’incontro organizzato dall’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo in Italia, insieme alla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche europee, all’associazione Action Aid, con il Sakharov Prize Network del Parlamento europeo, e in collaborazione con il Comitato Nazionale Italia di UN Women, la Rete di giornaliste indipendenti, libere e autonome GiULiA, e l’Università di Tor Vergata, nonché l’Osservatorio interuniversitario Studi di Genere dell’Università Roma Tre.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Taxi Roma: Assessora incontra delegazione tassisti in protesta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

taxi-romaL’Assessore alla Città in Movimento di Roma Capitale Linda Meleo, dopo aver incontrato questo pomeriggio una delegazione dei tassisti in protesta, ha inviato una lettera al ministro dei Trasporti Graziano Delrio per chiedere un intervento che possa favorire “lo stralcio dell’emendamento Lanzillotta-Cociancich al decreto Milleproroghe in discussione alla Camera dei Deputati”.“L’eliminazione del principio di territorialità – spiega -, se portata avanti, potrebbe determinare ripercussioni negative sull’assetto concorrenziale del mercato del trasporto pubblico non di linea che vedrebbe, da un lato, l’avvio di un percorso di liberalizzazione di fatto del segmento NCC e, dall’altro, il mantenimento di un segmento regolato come quello del servizio taxi, generando confusione e instabilità nella disciplina e impatti importanti sul governo delle città a cui ciascuna Amministrazione sarebbe costretta a far fronte”.“Serve un confronto costruttivo con le associazioni di categoria ma soprattutto con le amministrazioni locali. Solo così si possono portare avanti buone riforme. Perché quella finita nel mirino delle proteste, lo voglio sottolineare chiaramente, non è una buona riforma” aggiunge. “Il servizio taxi è fondamentale per i trasporti della Capitale. Sono il nostro biglietto da visita per turisti e stranieri che visitano la nostra città. Per questo è necessario ripristinare la normalità: faccio nuovamente appello alla categoria invitandola ad interrompere la protesta” conclude Meleo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro in Campidoglio tra assessore all’Ambiente di Roma e Torino

Posted by fidest press agency su sabato, 4 febbraio 2017

assessoriRoma Campidoglio. L’assessora alla Sostenibilità ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari, ha incontrato questo pomeriggio in Campidoglio l’assessora all’Ambiente del Comune di Torino Stefania Giannuzzi. Nel corso dell’incontro si è deciso di avviare un percorso comune di collaborazione tra le due città sui temi della riduzione dei rifiuti, cura del verde pubblico, qualità dell’aria e economia circolare. Nelle prossime settimane saranno attivati dei tavoli congiunti sulle tematiche prese in esame. (foto: assessori)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Fisica incontra la città

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 gennaio 2017

ciboRoma Mercoledì 1 Febbraio 2017, ore 20:30 Aula Magna del Rettorato Via Ostiense 159 Cuocere quanto basta… ma quanto basta? Fabio Bruni, Dipartimento di Scienze, Università Roma Tre.
Pensare alla cucina come ad un vero e proprio laboratorio di fisica ci rende non solo maggiormente consapevoli dei vari processi fisici alla base della preparazione di cibi, ma anche (ed eventualmente) in grado di creare nuove e gustose ricette. Si parlerà quindi dell’equazione della diffusione del calore e della sua complicata soluzione, ma anche di diversi approcci per rispondere alla domanda nel titolo del seminario, basati su innovative tecniche di cottura o su modelli aleatori. Inoltre, proprietà fisiche come il modulo elastico e la pressione osmotica verranno usate per spiegare la formazione di emulsioni o per la preparazione della puntarella perfetta.
Fabio Bruni nasce a Roma, dove tutt’ora risiede e lavora. Dopo aver conseguito la laurea in fisica (Università la Sapienza) nel 1986, si trasferisce negli Stati Uniti, per conseguire un PhD in biofisica presso la Cornell University. Dopo una breve parentesi lavorativa come ricercatore negli USA, torna a Roma nel 1991. È attualmente professore ordinario di fisica applicata presso l’Università di Roma Tre, dove, oltre a coordinare il laboratorio di fisica dei liquidi, insegna “Fisica in Cucina” nel corso di laurea in Scienze e Culture EnoGastronomiche e “Fondamenti di Fisica” nel corso di laurea in Scienze dell’Architettura. È autore di circa 100 articoli su riviste internazionali, frutto della sua attività di ricerca, principalmente dedicata allo studio delle proprietà anomale dell’acqua. È stato consulente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, e ha fatto parte di diversi comitati scientifici. Sicuramente il più importante di questi è lo Scientific Advisory Board, del quale è membro da tre anni, comitato scientifico coinvolto nella costruzione della nuova sorgente di neutroni europea ESS a Lund in Svezia.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro interculturale a San Cataldo

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 gennaio 2017

bruno_tabacciSan Cataldo. Il 18 gennaio c.a. alle ore 17 si terrà un incontro interculturale su temi di attualità politica presso l’Auditorium della Bcc «G. Toniolo» di San Cataldo. L’intervento più significativo, almeno dal mio punto di vista, sarà quello di Bruno Tabacci, che affronterà il tema: Potere e politica.Questa mia nota non pretende essere una presentazione del politico e dell’intellettuale, non ne ho l’autorevolezza necessaria, ma solamente un chiarimento sulla coerenza del politico, che ama l’ombra della zona “grigia” della politica , pur riuscendo ad attirare l’attenzione di quanti non privilegiano le analisi superficiali, ma prediligono quelle approfondite.
Il mio riferimento a tali analisi approfondite riguarda, principalmente, una definizione che fu di Toni Negri, che identificava Tabacci e la cerchia dei suoi sostenitori (tra i quali il sottoscritto) come “i marxisti per Tabacci”. Una definizione calzante, credibile, ma solo se si approfondisse la scelta dei termini, infatti Negri non dice “i comunisti per Tabacci”, ma “i marxisti per Tabacci”, dimostrando una carenza ideologica inaccettabile. Si tratta di un errore ideologico perché trascura 150 anni di evoluzione culturale dal tempo della prima edizione de “Il Capitale” . Fu il testo di Marx che ispirò il manifesto del partito comunista di di Karl Marx e Friedrich Engels, ponendo il proletariato al centro dell’indagine socio-politica, ma limitatamente al periodo storico di riferimento
Se Karl Marx e Friedrich Engels avessero potuto seguire l’evoluzione della classe operaia fino ai nostri giorni, lo stesso Toni Negri avrebbe dovuto accettare la collocazione di Karl Marx nell’alveo della democrazia liberale socialdemocratica. Sta in ciò l’errore di fondo nel quale si è ritrovato Toni Negri, nel non aver capito la storia e i suoi mutamenti, con gli adattamenti imposti dalle evoluzione socio-culturale.I sostenitori di Bruno Tabacci lo hanno (abbiamo) capito, accettando la centralità politica del liberalismo ,differenziato dal liberismo di stampo berlusconiano con tutte le sue carenze di welfare, soppiantato, quest’ultimo da una eccessiva attenzione verso le libertà di mercato svincolate dal controllo dello Stato. Il vero liberalismo, di matrice crociana, è in grado di coniugare le libertà di mercato, controllate dalla Stato, con la socialdemocrazia, non più marxista, ma portatrice di valori sociali ed etici.
L’introduzione alla serata di incontri è affidata a don Massimo Naro, direttore del Centro Studi Cammarata di San Cataldo e docente di Teologia sistematica presso la Facoltà Teologica di Sicilia a Palermo, e Teologia trinitaria e Escatologia presso l’Istituto Teologico-Pastorale «Guttadauro», che rappresenta una garanzia di continuità con le quotidiane sollecitazioni di Papa Francesco.
Un commento finale è d’obbligo: i seguaci di Bruno Tabacci dimostrano una ben più concreta capacità analitica e valutativa rispetto ad approssimative e incerte definizioni. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanremo: grande partecipazione all’incontro pubblico in ricordo di Libereso Guglielmi

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 dicembre 2016

libereso3libereso1Sanremo Teatro del Casinò. Sono arrivati in tanti, alcuni anche da molto lontano, per ricordare Libereso nel teatro del Casinò di Sanremo, dove il giardiniere di Calvino è stato protagonista d’incontri memorabili e dove aveva festeggiato i suoi 90 anni con una grande festa con i ragazzi delle scuole della città. L’incontro ha alternato momenti di divertimento a momenti di vera commozione, con il susseguirsi ad un ritmo serrato, quasi televisivo, di testimonianze, frammenti video, immagini, letture e musica. Sul palco erano presenti un grande amico di Libereso, Antonio Ricci, Tania Guglielmi, la figlia del grande botanico, l’Assessore alla Cultura e Manifestazioni del Comune di Sanremo, Daniela Cassini , che insieme al giornalista Claudio Porchia, collaboratore e amico di Libereso ha condotto l’incontro, aperto dalla splendida esecuzione di Eugenio Ripepi e Claudia Murachelli del brano “Scarborough Fair” . Questa ballata irlandese era molto amata da Libereso per il testo, il riferimento alle erbe e lo ha accompagnato in diversi incontri e presentazioni dei suoi libri. Il sindaco Alberto Biancheri ha portato il saluto dell’amministrazione comunale (presenti in sala anche l’Assessore Barbara Biale e il dirigente responsabile dei giardini, Claudio Littardi) ed ha annunciato che proprio al giardiniere di Calvino sarà intitolata un’aiuola all’interno del parco di Villa Ormond, laddove si sta realizzando il Museo del Fiore ed ha mostrato la targa che presenta una bellissima foto del giovane Libereso. Il Direttore Generale del Casinò, che ha ospitato la manifestazione, ha ricordato le numerose iniziative che si sono svolte nel teatro con la presenza di Libereso, una mostra, diversi convegni e le presentazioni dei suoi libri ai “Martedì letterari” ed in ultimo anche la grande festa per i suoi 90 anni.Per oltre due ore gli amici vicini e lontani lo hanno ricordato partendo dalla prima puntata di “Striscia la notizia”, dedicata a Libereso. “Mi era venuto in mente di affiancare Cristina Gabetti a Libereso – ha detto Antonio Ricci, riguardo al primo incontro tra il giardiniere di Calvino e la giornalista– si erano creati degli episodi molto divertenti fra loro due. Ricordo che durante le puntate di ‘Striscia la Notizia’, la Gabetti, dopo i servizi con Libereso, era affascinata dai suoi racconti e dai suoi modi disponibili e gentili e con Enzo Iacchetti , che fingeva di essere innamorato di lei, si creavano delle esilaranti scenate di gelosia nei suoi confronti.”Si è ricordato il rapporto con Serena Dandini, un vero e proprio amore a prima vista, con la preziosa lettura fatta dall’attrice Valentina di Donna della parte dedicata a Libereso contenuta nel libro “Dai diamanti non nasce niente” e con un frammento dell’incontro che si era tenuto all’auditorium di Ospedaletti nell’estate del 2011. Pur essendo assenti per impegni sopraggiunti l’architetto Paolo Pejrone e la scrittrice Francesca Caotorta Marzotto sono stati ricordati in relazione alla collaborazione di Libereso con Gardenia iniziata nel 1984, dal secondo numero della rivista, con un meraviglioso articolo sulle Clematis e che lo ha visto anche protagonista in televisione con Pippo Baudo a parlare dei fiori e delle piante, affascinando il pubblico come solo lui sapeva fare.La giornalista Laura Guglielmi ha ricordato le mostre e iniziative dedicate alla sua esperienza calviniana, l’architetto Elio Marchese, nel suo emozionante intervento, ha riproposto le sue lezioni agli architetti e gli interventi propositivi di liberesosistemazione dei giardini; il poeta e scrittore Giuseppe Conte ha rievocato il rapporto con Nico Orengo; il vivaista Pier Luigi Priola ha richiamato i viaggi e gli incontri di Libereso nel Veneto e a Treviso, Paola Forneris, Direttore Unitre Sanremo, ha richiamato alla memoria il lavoro fatto con le scuole mostrando i disegni del progetto dedicato ai ragazzi e finalizzato alla scoperta delle erbe spontanee; Gino Rapa, a nome dei Fieui dei Carrugi di Albenga con i quali Libereso ha condiviso in diverse occasioni lo spirito giovanile e goliardico, ha consegnato alla figlia Tania il caratteristico foulard con la fionda. Un breve filmato inviato dagli “Amici del verde” di Monza ha ricordato la sua esperienza in Brianza a Villa Germetto, il recupero del parco e del giardino. Nino Marchese, noto ibridatore della città dei fiori, ha illustrato lo splendido bouquet di rose, sistemato sul palco in onore di Libereso e composto da diverse varietà uniche e coltivate in piena aria. Il filmato dedicato a Villa Pergola ed al suo splendido parco, a cui Libereso era molto affezionato, ha dimostrato che la Liguria non è solo speculazione, ma può vantare anche eccellenze da valorizzare. Roberto Ferretti, presidente “Ambiente Agritur-Aso” a capo di una nutrita delegazione di amici delle Marche, ha rammentato le tante iniziative fatte sul tema delle erbe, che hanno portato alla dedica a Libereso di una sala conferenze e di una gustosa misticanza. E’ stata presentata anche l’ultima intervista realizzata dal nipote di Libereso e dalla classe terza B dell’Iistituto Aicardi di Sanremo nel mese di marzo. Il sindaco di Perinaldo, Francesco Guglielmi, ha citato il contributo dato alla riscoperta del carciofo, diventato presidio di Slow Food. Ursula Piacenza ha fatto rivivere il rapporto di Libereso con l’affascinante giardino selvatico di Boccanegra. Impossibile condensare in un pomeriggio tutti i ricordi legati alla figura del giardiniere di Calvino che ha seminato conoscenze e stretto amicizie in ogni parte del paese attraverso i suoi continui viaggi, le conferenze e gli incontri. Il tempo a disposizione non ha consentito di dare il giusto spazio a tutte le esperienze presenti, alcune sono state richiamate in estrema sintesi dal conduttore, come le collaborazioni editoriali, con disegni e le tante copertine, due in uscita proprio in questi giorni, il libro di Giacomo Revelli “Nel tempo dei lupi” e “La storia della libereso2Cipolla egiziana” di Marco Damele, agricoltore e responsabile dell’associazione R&B che ha ospitato Libereso in moltissime iniziative dedicate al recupero della biodiversità. Un piccolo spazio è stato dedicato anche alla parte gastronomica e alle ricette vegetariane con diversi chef presenti in sala, come Michele Ottonello del ristorante della “Farina del mio sacco” e Terry Prada del “Busciun” di Castelvittorio che ha portato alcuni Turtun che sono stati offerti in omaggio agli amici venuti da più lontano e che, in questo modo, si sono portati a casa anche il sapore e il gusto delle erbe selvatiche invernali del ponente ligure. Presenti in sala anche Valerio Verda l’ex sindaco di Carpasio, sede del Museo della Lavanda, di cui Libereso è stato il padrino e grande sostenitore, e Monica Zioni, assessore alla cultura di Alassio, il cui famoso muretto vanta anche una mattonella con la firma di Libereso. Moltissime le presenze venute da lontano, oltre che dalle Marche, dal Veneto, dalla Lombardia, dalla Toscana, dal Piemonte e da Roma. Lungo tutta la penisola fino alla Sicilia sono tante le iniziative che sono annunciate in programma il prossimo anno per ricordare la sua intensa attività. E sicuramente altre iniziative si terranno anche nella città di Sanremo come annunciato dall’assessore Cassini e dalla figlia Tania nelle conclusioni della giornata, che sono state precedute dall’esecuzione di una bella e commovente canzone dedicata a Libereso dal cantautore Christian Gullone. Perché Libereso lascia tracce della sua presenza anche nella musica: alcuni anni fa anche il famoso gruppo musicale dei Barmangrande aveva inserito nel loro ultimo cd la canzone “Libero”, dedicata a questo straordinario personaggio. (Christian Flammia)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La bellezza della cultura dell’incontro”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

michele-zanzucchiRoma giovedì 15 dicembre 2016, alle 13.00, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190) sul tema “La bellezza della cultura dell’incontro” ne parleranno i giornalisti Michele Zanzucchi e Carlo Climati.
La società in cui viviamo è sempre più multiculturale e multireligiosa. Nella realtà quotidiana sono tante le occasioni di dialogo con persone provenienti da altri Paesi, che condividono le nostre stesse aspirazioni di pace e di amichevole convivenza.La comunicazione senza pregiudizi e la cultura dell’incontro costituiscono le basi per costruire un mondo nuovo, in cui il linguaggio da parlare sia sempre più quello dell’accoglienza e del rispetto dell’altro. Non abbiamo bisogno di muri, ma di ponti. E’ pienamente possibile essere amici nella diversità. Opinioni e culture differenti non devono costituire un ostacolo, ma un’opportunità di scoperta e di arricchimento reciproco.
Michele Zanzucchi è direttore di “Città Nuova”, rivista del Movimento dei Focolari, ed autore di numerosi libri sul tema del dialogo tra religioni e culture, tra cui “Un popolo nato dal Vangelo” (San Paolo) e “L’Islam spiegato a chi ha paura dei musulmani” (Città Nuova). È docente alla Pontificia Università Gregoriana e all’Istituto universitario Sophia.
Carlo Climati è direttore del Laboratorio di comunicazione “Non sei un nemico!” dell’Università Europea di Roma. Questo laboratorio ha l’obiettivo di incoraggiare una nuova forma di comunicazione, che non veda nell’altro un nemico. (foto: Michele Zanzucchi)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro con mons. Vincenzo Paglia organizzato dal corso in Giornalismo e cultura editoriale

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 novembre 2016

giornalismoParma martedì 22 novembre, alle ore 17, nell’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Ateneo, con mons. Vincenzo Paglia, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia primo dei tre incontri organizzati dal Corso in Giornalismo e Cultura editoriale dell’Università di Parma. Tre appuntamenti aperti a tutti, moderati dal giornalista Maurizio Chierici, previsti per il 22 e il 29 novembre e per il 1° dicembre alle ore 17 in Aula Magna. In tutti e tre gli incontri gli studenti del Corso di laurea magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale parteciperanno attivamente, dialogando con i relatori invitati. In apertura del ciclo, il 22 novembre, il Rettore Loris Borghi porterà i saluti dell’Ateneo.
Martedì 22 novembre si rifletterà su “La Famiglia, perché non ci si sposa più” con l’Arcivescovo Vincenzo Paglia e Franco Ferrari, autore del libro La Famiglia.Monsignor Paglia è presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia. Ha curato il sinodo mondiale 2015. Presidente della Pontificia Accademia per la vita, nel febbraio 2013 ha aperto il dibattito sul riconoscimento dei diritti delle coppie non sposate e omosessuali. Consigliere spirituale della Comunità di Sant’Egidio, quando nel 1991 l’Albania ha cominciato a liberarsi dalla dittatura comunista è stato il primo sacerdote ad attraversare il confine proibito. È stato postulatore della beatificazione del vescovo Oscar Romero, ucciso sull’altare in Salvador. L’impegno di Monsignor Paglia per la pace è stato riconosciuto dall’Unesco con la medaglia Gandhi. Il suo ultimo libro è Sorella morte (Piemme).
Martedì 29 novembre si discuterà invece di “La politica nell’Università: ieri, oggi, domani” con il giornalista Vittorio Emiliani.
Vittorio Emiliani ha collaborato giovanissimo al “Mondo” di Mario Pannuzio e all’“Espresso”, è stato inviato del “Giorno” di Italo Pietra e direttore del “Messaggero”. È tra i fondatori dell’Ugi (Unione goliardica italiana), movimento universitario liberal socialista al quale ha dedicato un libro appena uscito da Marsilio: Cinquantottini. L’Unione goliardica italiana e la nascita di una classe dirigente. Deputato dei Progressisti-Socialisti, ha raccolto l’esperienza di Consigliere Rai in un libro che ha suscitato polemiche: Affondate la Rai. Viale Mazzini prima e dopo Berlusconi.
Giovedì 1° dicembre il tema sarà infine “Giornalismo testimonianza, giornalismo cabaret”. Protagonista dell’appuntamento sarà Domenico Quirico, caposervizio esteri di “La Stampa”, corrispondente da Parigi, inviato di guerra. Quirico ha raccontato e racconta che cosa succede nel mondo arabo e in Medio Oriente. Nel 2011 è stato rapito in Libia, liberato dopo due giorni. Più angoscioso il secondo rapimento, nell’aprile 2013: sparito nel mosaico siriano di guerre e guerriglie, Isis ed esercito di Assad, due mesi dopo si è saputo che era “ancora vivo” e a settembre è finalmente rientrato a casa. Con Il grande califfato ha vinto il premio Brancati 2015. (foto: giornalismo)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con Franzobel

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 novembre 2016

Roma Mercoledì 16 Novembre 2016, ore 11:00 Sala Ambrogio Via del Valco di san paolo, 19 Incontro con lo scrittore Franzobel che leggerà brani dal suo nuovo romanzo Das Floss der Medusa (La zattera di Medusa) Introduce e modera Francesco Fiorentino.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assisi: incontro con il presidente della Repubblica Colombiana, Santos

Posted by fidest press agency su martedì, 25 ottobre 2016

assisiAssisi ieri alle 11,30 incontro con il presidente della Repubblica Colombiana, Santos. Il benventuo è staro pronunciato da padre Enzo Fortunato, Direttore Sala Stampa Sacro Convento Assisi, che così si è espresso: “a nome della comunità francescana del Sacro Convento di Assisi ed in particolare del Custode, padre Mauro Gambetti, La saluto con le parole di San Francesco di pace e di bene.Veniamo a Lei dopo le toccanti parole espresse da Papa Francesco alla notizia dell’accordo tra la Repubblica Colombiana e le Fuerzas armadas revolucionarias de Colombia, grazie al negoziato da lei promosso: “Sono felice di questa bella notizia, più di cinquanta anni di guerriglia, tanto sangue versato inutilmente. Mi auguro che i paesi che hanno lavorato per fare la pace blindino questo accordo e che mai più si possa tornare a uno stato di guerra”. È con grande speranza e il cuore ricolmo di riconoscenza vogliamo dirLe che siamo felici che abbia accettato di partecipare allo storico Concerto di Natale che si terrà ad Assisi il 17 dicembre alle ore 11.00 nella splendida cornice della Basilica Superiore di san Francesco. Il concerto non si presenta solamente come una eccellente esibizione di musica classica e di nenie natalizie ma ha, per la nostra comunità, un valore simbolico ispirato alla pace e la fratellanza tra i popoli ed è direttamente legato al carisma francescano. In questo contesto il Custode del Sacro convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, Le consegnerà la Lampada della Pace di san Francesco.La nostra comunità francescana conventuale è onorata della sua presenza in Assisi in quanto la sua testimonianza di vita e il suo impegno politico daranno all’evento un significato ancora più profondo. Il mondo non crede ai maestri ma se vi crede è perché sono testimoni di fraternità. Ecco perché nel pomeriggio del 17 ascolteremo, attraverso la sua testimonianza, l’importanza dei processi di pace e di rispetto dell’essere umano. L’evento di Assisi servirà anche per rafforzare il messaggio di amore che parte dalla Tomba di San Francesco.Presidente, vogliamo sostenere con forza e determinazione il processo da Lei intrapreso. Quello che ha fatto e che sta facendo rappresenta per noi un messaggio di pace nel mondo, quella pace che san Francesco ha cercato e condiviso tutta la vita. Echeggiano in questo incontro le sue parole: “Laudato si’, mi’ Signore, per quelli ke perdonano per lo tuo amore, et sostengo infirmitate et tribulatione. Beati quelli ke ‘l sosterrano in pace, ka da te, Altissimo, sirano incoronati”. La pace per il Santo è il rifiuto e il superamento del conflitto in nome di un Dio che è amore. La pace in questo versetto è connessa in modo stretto al perdono. Finalità è terrena ma anche divina.Non fermiamoci mai. Non scoraggiamoci mai. La pace si costruisce ogni giorno, insieme e aprendo il cuore agli altri.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sindaca Raggi incontra amministratore delegato Cassa Depositi e Prestiti

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2016

cassa depositi e prestitiLa sindaca Virginia Raggi, insieme all’assessore al Bilancio e Patrimonio Andrea Mazzillo, ha incontrato l’amministratore delegato di Cassa depositi e prestiti, Fabio Gallia, e i dirigenti della società controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. E’ stata una prima positiva riunione, tenutasi nella sede della Cdp a Roma, per rafforzare la collaborazione già in atto tra la stessa Cassa e gli uffici tecnici del Campidoglio. La prima cittadina della Capitale ha voluto quindi sugellare la prosecuzione dei rapporti con la società che ha un ruolo preminente nel sistema degli enti locali, non solo come soggetto finanziatore ma anche per il supporto tecnico e progettuale che è in grado di offrire all’amministrazione pubblica. In particolare, durante l’incontro si è discusso dei finanziamenti, da parte di Cdp, destinati agli investimenti di Roma Capitale per la messa in sicurezza e l’adeguamento normativo degli edifici scolastici comunali, in modo da poter avviare i cantieri entro la fine dell’anno. “Abbiamo intenzione di avviare un dialogo forte e produttivo con Cassa depositi e prestiti – assicura Raggi – con la prospettiva di portare avanti progetti di manutenzione e rigenerazione urbana importanti per restituire spazi vitali alla nostra città e sottrarli al degrado, a cominciare proprio dalle scuole”. “E’ fondamentale avere un’interlocuzione più stretta con Cassa depositi e prestiti – sottolinea l’assessore Mazzillo – per la sua capacità di intercettare le migliori esperienze nella pubblica amministrazione ed essere un punto di osservazione privilegiato dello Stato sulle esigenze finanziarie e operative degli enti locali”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

7.000 nonne e nonni incontreranno in Vaticano Papa Francesco

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2016

vaticanoRoma sabato 15 ottobre, a ringraziare il Santo Padre per questa continua attenzione, Senior Italia Federanziani insieme ad Anla Onlus, Associazione Nazionale Lavoratori Anziani – e con la collaborazione di molte associazioni della terza età – porteranno in Sala Nervi in Vaticano oltre settemila nonne e nonni, in rappresentanza di un mondo, quello dei “più avanti in età”, spesso emarginato mentre ha ancora molto da dire, per la saggezza che lo caratterizza, e da fare, per l’aiuto fondamentale che può dare alle famiglie.L’incontro con Papa Francesco rappresenta il culmine e la chiusura della Festa dei Nonni 2016 organizzata da Fondazione Senior Italia a cui Anla Onlus ha aderito: con grande entusiasmo giungono a Roma da ogni regione italiana e anche dall’estero quanti sono stati invitati dal Papa a
“Non tirare i remi in barca” perché “abbiamo bisogno dei sogni dei nonni, e di ascoltare questi sogni. La salvezza viene da qui”.
“La longevità di massa è una delle conquiste più importanti della nostra epoca, ma al tempo stesso uno tsunami inarrestabile che impone alle classi politiche di ripensare le proprie strategie e di finanziarle adeguatamente – dichiara Roberto Messina, Presidente di Senior Italia FederAnziani – Ciò nel rispetto della dignità e dei diritti della persona anziana, che non può essere emarginata, ma che deve essere valorizzata per il contributo che offre e che può ancora offrire.Siamo qui per testimoniare la nostra volontà di contribuire attivamente alla costruzione di una società fondata sulla solidarietà e sulla cultura dell’incontro, in cui le generazioni, dai nonni ai nipoti, lavorino unite, ciascuna attraverso il proprio impegno “Il Presidente di Anla Onlus Antonio Zappi nel sottolineare la grande gioia per l’incontro, spiega: “siamo qui in rappresentanza di milioni di anziani che con il loro lavoro hanno contribuito a costruire il nostro Paese. Le parole di Papa Francesco ci aiutano a sperare in un futuro possibile fatto di rispetto e di misericordia dove giovani e anziani dialogano e costruiscono insieme la vita di domani. L’auspicio è che scompaia la “cultura dello scarto”, di cui troppo spesso noi anziani siamo vittima e che finalmente ci si renda conto che gli anziani sono una risorsa per il nostro Paese ”.L’incontro con Papa Francesco sarà preceduto in Sala Nervi da uno spettacolo, condotto dalla giornalista e autrice Elena Grazini, durante il quale i protagonisti saranno proprio gli anziani che ci racconteranno quanto di straordinario fanno nella quotidianità di ogni giorno e soprattutto, quanto bene gli anziani fanno alla collettività.
Scopriremo così la “teatro-terapia” raccontata dai volontari dell’Abruzzo, il prezioso servizio di accompagnamento alla dialisi di persone abbandonate o particolarmente disagiate che i volontari dell’Emilia Romagna svolgono in collaborazione con l’Ospedale Sant’Orsola Malpighi, il Pronto Intervento Sociale in Campania e l’assistenza ai figli dei detenuti nel Lazio, l’attività di clown-animazione che anziani e giovani svolgono nelle RSA delle Marche e nei reparti di oncologia pediatrica, la generosa gara di solidarietà fra nonni a Siracusa per la figlia di una vittima del lavoro.Per soffermarsi sulle patologie che affliggono gli anziani interverranno esponenti del panorama sanitario nazionale che aiuteranno a riflettere sulla necessità di un generale miglioramento della qualità della vita.
Fra una testimonianza e l’altra si esibirà il Coro della Diocesi di Roma diretto da Mons. Marco Frisina che anche accompagnerà i presenti nei minuti precedenti l’incontro con il Papa.L’Associazione Italiana Guide e Scouts d’Europa Cattolici collaborerà all’ordinato svolgimento della manifestazione.Gli anziani non chiedono altro che essere amati, perché il loro cuore non cessa d’amare mai: grazie alla generosa disponibilità di Pasta Lori Puglia, prima della giornata di festa in Vaticano una rappresentanza di nonni, accompagnata da volontari di Senior Italia FederAnziani e Anla Onlus, donerà alle Suore Missionarie della Carità di Madre Teresa migliaia di pacchi di pasta per i poveri.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »