Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Posts Tagged ‘incontro’

Medicina estetica: un appuntamento nella tradizione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 agosto 2018

Roma. Il cronista della Fidest non manca l’occasione di presenziare quando, a Roma, con cadenza annuale si tiene il congresso nazionale dei duemila e oltre medici estetici provenienti da ogni parte del mondo. Nella storia della medicina romana l’appuntamento è diventato, nel corso degli anni, un fiore all’occhiello di una branca della medicina che cura il corpo, ma si alimenta del suo spirito. Lo fa con grazia e delicatezza e con un profondo rispetto per gli elementi che compongono il corpo umano e nel suo inevitabile declino fisico offre non una soluzione di eterna giovinezza ma l’uso di “tecniche sempre più sofisticate ed efficaci per rallentare il passare del tempo.” Lo fa in totale sicurezza sia nelle tecniche sia nei prodotti, senza correre il minimo rischio.” Ogni anno che passa sembra impossibile che vi possano essere novità di rilievo nel campo della medicina estetica eppure, sia pure a piccoli passi, si fanno avanti prodotti e metodiche sempre più efficaci e sicure per la correzione degli inestetismi e in tema di body conturing. “A questo riguardo”, ci tiene a precisare nel suo intervento il presidente della SIME “sono seguiti con molta attenzione anche i focus sui fattori di crescita piastrinici, sul confronto tra i diversi sistemi di trattamento della pannicolopatia-edemato-fibro-sclerotica (PEFS) e della cellulite, come anche il punto sulla cura della calvizie femminile piuttosto che delle diverse metodiche per affrontare la medicina estetica della terza età”. Un tema cui i medici della SIME tengono molto è quello della diagnostica in medicina estetica.
Si tratta di una serie d’indagini che consentono al medico di sviluppare una maggiore co-scienza critica nella scelta delle procedure di utilizzo. Presupposti indispensabili per qualsiasi tipo di trattamento sono la visita di medicina estetica con le dovute valutazioni e il chek-up della pelle”.
E s’insegue la bellezza a tutte le età. Non solo la sposa vuole essere al “top” il giorno del sì. Anche le mamme degli sposi sono sotto i riflettori: di fianco ai figli nel momento più importante e vogliono dunque apparire al meglio davanti a parenti e amici.
Per mandare indietro di qualche anno le lancette degli orologi, sempre di più si rivolgono al chirurgo plastico. Gli interventi più richiesti sono iniezioni di botulino, acido ialuronico e cicli di vitamine. (Redazione Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo incontro di Economia sotto l’Ombrellone

Posted by fidest press agency su domenica, 5 agosto 2018

Lignano Sabbiadoro (UD) prende il via lunedì 6 agosto l’ottava edizione della rassegna di incontri dedicati ai temi economici al Beach Aurora (Lungomare Alberto Kechler – località Lignano Pineta). Inizio alle 18.30, ingresso libero.
Lo sguardo va diretto al futuro, a quello prevedibile e quello non prevedibile perché c’è una grande “fame” di lavoro. E davanti a un’industria 4.0 che ha scardinato i paradigmi del mondo del lavoro, è necessario ripensare le professionalità. Molti sono gli studi che parlano delle nuove competenze richieste dalle industrie moderne. Ha guardato al passato recente l’Osservatorio dei Consulenti del Lavoro che ha individuato le qualifiche più richieste dalle imprese nell’ultimo quinquennio: davanti a tutti, analisti e progettisti di software, seguiti da disegnatori industriali, professioni sanitarie riabilitative e tecnici programmatori. Guardando invece al prossimo quinquennio, nel maggio scorso Confindustria aveva lanciato l’allarme: analizzando solamente i settori della meccanica, dell’agroalimentare, della chimica, della moda e dell’ICT, aveva rilevato la carenza di ben 280mila figure supertecniche all’impresa manifatturiera italiana. Ma non è solamente una questione di formazione. Accanto alle hard skill, ovvero competenze ben identificabili e altamente specialiste, vengono sempre più apprezzate le cosiddette soft skill, cioè quelle abilità trasversali che hanno a che fare con la comunicazione e con la sfera interpersonale. Secondo un’indagine di LinkedIn infatti, per quasi 6 imprenditori su 10 queste competenze avrebbero un’importanza maggiore rispetto a quelle tecniche. La più apprezzata tra le soft skill è la capacità di leadership, quindi di guidare in modo efficace un team. Subito dietro si piazzano le capacità comunicative, la capacità di lavorare in gruppo e il sempre più ricercato time management, qualità cruciale nell’epoca dello smart working. Che la rivoluzione 4.0 sia un’opportunità, anche occupazionale, pare non ci siano dubbi. Il tema oggi è come cogliere queste opportunità?
Lunedì 6 agosto ad Economia sotto l’Ombrellone intervengono quattro specialisti: il triestino Cristiano Ercolani vicepresidente del Comitato Nazionale di Coordinamento Territoriale di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici (CSIT); Manuel Cacitti, Ceo di SecurBee giovane società che si occupa di consulenza e servizi nell’ambito della cyber security; Marco Giacomini, amministratore delegato di Real Comm realtà che si propone di rendere accessibile a tutti le tecnologie dell’informazione; Alberto Miotti, fondatore di Servizi 4.0 esperto dei percorsi di digitalizzazione ed innovazione delle aziende. A moderare l’incontro ci sarà il giornalista e direttore editoriale Nordest di EoIpso Carlo Tomaso Parmegiani.
L’ottava edizione di Economia sotto l’Ombrellone è organizzata da EoIpso – comunicazione ed eventi, ha il patrocinio del Comune di Lignano Sabbiadoro e di Turismo FVG. Main sponsor: Sky Gas & Power, CrediFriuli, Bcc Pordenonese, Bcc Staranzano e Villesse, Banca di Udine. La rassegna ha il contributo di: Confindustria Udine, Ramberti attrezzature balneari, GLP – intellectual property office, Gruppo Greenway Bionenergie, San Daniele bioenergia, Real Comm, Idea Prototipi, SecurBee e Servizi 4.0. Sponsor tecnici: Scriptorium Foroiuliense, Fondazione Villa Russiz, Beach Aurora, Lignano Pineta, Hotel Ristorante President e Porto Turistico Marina Uno.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Per il rilancio dell’ex centrale di Campomarino incontro tra Enel e Forche Caudine

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 luglio 2018

incontro tra Enel e Forche Caudine a RomaRoma. Sarà lanciato a settembre il concorso di progetti per la riconversione della ex centrale Enel di Campomarino. Lo hanno confermato a Roma gli stessi responsabili del progetto “Futur-e” di Enel nel corso dell’incontro con l’associazione Forche Caudine. L’iniziativa è servita principalmente per illustrare le caratteristiche del progetto “Futur-e” per la riqualificazione dei siti delle centrali ormai non più produttive e per far conoscere l’iniziativa anche ai numerosi imprenditori iscritti alla storica associazione dei molisani a Roma. L’ex centrale turbogas di Campomarino, entrata in esercizio nel 1984 e dismessa nel 2013, si estende su una superficie di circa 6,5 ettari. Comprende quattro serbatoi e diversi locali che erano adibiti ad uffici, magazzini, depositi, cabine ed un’officina. Oltre alla zona dei parcheggi, circa due ettari sono occupati da spazi verdi. Dopo il lancio del concorso, gli investitori potranno presentare i propri progetti e le proposte per l’acquisizione e la riqualificazione del sito. Le proposte saranno valutate da un’apposita commissione, che includerà rappresentanti istituzionali ed esperti del Politecnico di Milano, e solo quelle ritenute idonee per il territorio saranno ammesse alla fase finale di negoziazione con Enel per la cessione del sito.Nel corso dell’incontro i responsabili Futur-e hanno illustrato i vantaggi offerti da un sito che già dispone di infrastrutture e asset da poter valorizzare nuovamente, in ottica di economia circolare, immerso in una vasta area agricola e ben collegato grazie principalmente allo svincolo autostradale a dieci chilometri.Inoltre hanno reso noti i risultati delle numerose interviste, concluse nei giorni scorsi, agli stakeholder molisani per raccogliere idee e suggerimenti relativi alla destinazione finale: è emersa una prevalenza di indicazioni riguardanti il settore agroalimentare e zootecnico, con potenziali attività che vanno da stoccaggio e commercializzazione alimentare alla realizzazione di impianti produttivi innovativi e sostenibili, e a seguire il turismo, con opportunità legate a enogastronomia, benessere e anziani, oltre alla proposta di un parco tematico. Quanto emerso dalle interviste sarà parte integrante del dossier che accompagnerà il bando, per fornire ai potenziali investitori tutte le informazioni di contesto. Gli scenari non sono vincolanti: Enel lascerà le porte aperte anche a proposte diverse purché rientrino nei parametri di sostenibilità e siano accettati dal territorio.Non sono mancate anche indicazioni sulle possibili difficoltà del contesto, con l’indicazione di ampliare al massimo il perimetro della ricerca dei potenziali investitori. Al riguardo Enel ha evidenziato l’esperienza positiva dei concorsi già attivati, che hanno ricevuto proposte provenienti dai territori di riferimento delle centrali ma anche da altre regioni e dall’estero, come nel caso di Rossano, in Calabria, dove tra i progetti di riqualificazione ce n’è uno presentato da una società spagnola che propone un innovativo business basato sulla coltivazione e la lavorazione di microalghe per uso alimentare, cosmetico e nutraceutico.Nel corso dell’appuntamento è stata condivisa l’opportunità di organizzare un incontro anche con il Comitato Imprese dell’associazione Forche Caudine, che coinvolge anche realtà che operano al di fuori del territorio regionale. Il concorso sarà infatti aperto alla partecipazione a livello nazionale e internazionale e l’obiettivo è garantire la massima partecipazione di tutti i soggetti potenzialmente interessati a dare nuovo impulso al sito dell’ex centrale con progetti di riqualificazione.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Il sindacato Cisal ha incontrato la Ministra Giulia Bongiorno

Posted by fidest press agency su sabato, 28 luglio 2018

Oggi a Palazzo Vidoni con tutte le organizzazioni sindacali rappresentative, Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, in delegazione assieme all’altro segretario Massimo Blasi, ha chiesto alla Ministra per la P.A. e al sottosegretario Mattia Fantinati l’attuazione di una serie di provvedimenti urgenti. Sul tema dei contratti a termine si è ribadita la necessità di introdurre ragioni oggettive quali quelle sostitutive per giustificare i contratti senza discriminare il personale precario rispetto a quello di ruolo, definendo oltre all’indennità forfettaria anche la perdita di opportunità e la responsabilità dirigenziale, senza discriminare i neoassunti, sia per i gradini stipendiali cancellati, sia per le ricostruzioni di carriera ancora non normate. Sulle risorse, si è specificato come sia sempre più necessario valorizzare il personale, partendo dall’adeguamento di quanto appena deciso negli ultimi contratti firmati con una maggiorazione di appena il 5%, a fronte del 18% di incremento dell’inflazione e con lo sblocco dell’indennità di vacanza contrattuale. Il sindacato ha quindi ribadito più volte che non è possibile combattere la precarietà se nella scuola non si converte tutto l’organico di fatto in organico di diritto. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Ovviamente parlare di lavoro senza la valorizzazione dei suoi lavoratori non ha senso: dal personale Ata, che non vede aggiornati da un triennio i suoi profili professionali, al personale precario, che insegna nelle nostre scuole senza essere stabilizzato, anzi, subendo pure l’onta del licenziamento. Per i supplenti, quindi, l’unica soluzione immediata da inserire come emendamento al Decreto Dignità è la riapertura delle Gae. Inoltre, senza relazioni sindacali corrette non si può segnare il quadro completo, ragione per cui è stata richiesta l’immediata certificazione della rappresentatività e la tutela della libertà sindacali di chi, rappresentando i lavoratori, non è d’accordo con la firma del contratto collettivo nazionale. Infine, la funzione docente nel suo rispetto generale quale rappresentante di un pubblico servizio e nel caso di genere, visti gli abusi subiti anche da diverse docenti donna, deve essere posta all’attenzione anche in tema di mobilità del personale, contemplando il diritto alla famiglia a quello del lavoro.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Camera deputati: Incontro rappresentanti associazioni insegnanti diplomati

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 luglio 2018

Roma Il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli ha incontrato oggi i rappresentanti dei delegati dei comitati e delle associazioni degli insegnanti diplomati magistrale. L’invito era stato esteso anche ai vincitori del concorso 2016, ai laureati di Scienze della Formazione primaria nuovo ordinamento, e alle Gae storiche, che però non si sono presentati.Nel corso dell’incontro ogni delegazione ha esposto i problemi dell’insegnamento precarizzato nelle scuole dell’infanzia della scuola primaria, e destinato, secondo la sentenza del Consiglio di Stato, a concludersi al termine della scadenza della proroga decisa dal ministro dell’Istruzione Marco Bussetti. “La sentenza del Consiglio di Stato ha creato divisioni tra i vari gruppi di interessati e contro interessati.– ha spiegato Rosa Sigillò, coordinatrice nazionale Mida Precari- A oggi, la sentenza ha determinato che 50mila docenti, ossatura per decenni della didattica primaria, tornino nelle graduatorie per le supplenze, senza possibilità di stabilizzazione né tantomeno di un lavoro stabile annuale. In assenza di un reclutamento ben definito, questi insegnanti rischiano di andare in pensione da precari”.“Dobbiamo utilizzare al meglio questi 120 giorni – ha detto il vicepresidente Rampelli -per aiutare il Governo a emanare un decreto legge affinché non si neghino dignità, continuità didattica, e stabilizzazione a una categoria già vessata da 20 anni”. Alla riunione hanno anche partecipato i deputati di Fratelli d’Italia Maria Teresa Bellucci, Federico Mollicone,e Paolo Trancassini.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro dell’Organizzazione delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Industriale a Tokyo

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 giugno 2018

Tokyo. UNIDO ITPO Italy partecipa all’ITPO Heads’ Meeting, l’incontro annuale in cui i vertici dei 9 uffici di Promozione Tecnologica e degli Investimenti della rete UNIDO presentano le attività implementate, i nuovi step da intraprendere e i miglioramenti attesi.
Tante le novità dell’Head Meeting di quest’anno, che per la prima volta in dieci anni si tiene a Tokyo, e che vede la partecipazione inedita, su invito di UNIDO ITPO Italy, del Future Food Institute rappresentato dalla dott.ssa Claudia Laricchia, capo delle Relazioni Istituzionali dell’ente. UNIDO ITPO Italy, nell’ambito delle sue molteplici attività in diversi settori, riserva un’attenzione strategica al tema della food & agriculture innovation. È un percorso che parte da EXPO Milano 2015, in cui UNIDO ITPO Italy ha lanciato la prima edizione del Premio Internazionale “Innovative Ideas and Technologies in Agribusiness”, e che porterà ad EXPO Dubai 2020, passando per Matera Città Europea della Cultura 2019. In questo quadro, la 3° edizione del Premio Internazionale 2019 sarà promossa dal Future Food Institute, valorizzando anche i 500 progetti già raccolti nelle precedenti edizioni, provenienti da 80 paesi e 5 continenti. UNIDO ITPO Italy si pone quindi come unico ufficio del network che ha rilevato la food innovation quale fattore abilitante per lo sviluppo dei paesi target dell’organizzazione.
Fanno parte di questo percorso a beneficio dei paesi in via di sviluppo anche la recente visita del Vice Ministro dell’Agricoltura del Mozambico, paese prioritario di ITPO Italy, alle Scuderie di Bologna, sede del Food Future Institute, e alla FICo – Fabbrica Italiana Contadina, nonché l’organizzazione del workshop “Food innovation in Developing Countries” tenutosi a Milano presso Cascina Cuccagna la scorsa settimana, al quale hanno partecipato oltre 15 imprese mozambicane.
La Direttrice di UNIDO ITPO Italy, Diana Battaggia, ha dichiarato: “Ho deciso di invitare il Future Food Institute come special guest a questo importante Heads Meeting, perché questa collaborazione strategica, come anche ha evidenziato la collega Lucia Cartini, coordinatore ITPO, recepisce un bisogno sentito dalle UN a livello mondiale: incrementare gli interventi sulla innovazione per promuovere investimenti e aumentare i livelli di competitività di aziende e territori. Su questo la nostra Agenzia ha svolto dal 2015 un lavoro pionieristico”.“Con UNIDO ITPO Italy stiamo programmando azioni di lungo periodo che portino la food innovation nei paesi in via di sviluppo”, ha aggiunto Claudia Laricchia ”Vogliamo farlo coinvolgendo l’intero sistema Italia, a partire dalle Regioni, dalle Associazioni di categoria, le aziende, le Università e i centri di ricerca e tutti gli stakeholder nazionali, atteso che il Made in Italy può e deve consolidare la sua brand position all’estero non solo per il food ma anche per le tecnologie applicate al food”.
Il Future Food fondato nel 2014 a Bologna è oggi un intero ecosistema che fa della food innovation uno strumento chiave per affrontare le grandi sfide del futuro, parlando al mondo, ma valorizzando il territorio partendo dalla Italia. Un ecosistema composto da un’anima education: il Future Food Institute, Trust no-profit che grazie alle preziose partnership globali, ha dato vita al master internazionale Food Innovation Program giunto alla sua terza edizione, la Food Innovation Global Mission, Summer School, una Young Talent Academy, laboratori per scuole primarie e percorsi per Executive.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Forza Armata incontra i cittadini di Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

Roma presso la Galleria Commerciale “Porta di Roma”, dal 16 al 22 aprile 2018. Saranno 14 i settori espositivi che il Comando Militare della Capitale allestirà in occasione di un’attività rivolta al reclutamento e alle prospettive professionali nella Forza Armata.
Arrampicata su parete di roccia artificiale, simulatore di volo, attività interattive e cinofile, percorsi di Military Fitness, esibizione della Army Jazz Band, esposizione di droni, robot sminatori, mezzi e attrezzature speciali, nonché rari veicoli storici: questo sarà “Mira al tuo Futuro” l’iniziativa capitolina con cui l’Esercito si presenterà agli ospiti.L’area espositiva sarà inaugurata il 16 aprile alle ore 10. I visitatori potranno cimentarsi in attività quali l’arrampicata di roccia artificiale con l’assistenza di istruttori militari del 9° reggimento alpini. Sarà esposto il robot “MK8 – Plus II” usato per la neutralizzazione degli ordigni esplosivi dagli artificieri del 6° reggimento genio pionieri, che allestirà anche una attività interattiva di impiego dei cercametalli. Per gli sportivi, assistiti da istruttori del 186° reggimento paracadutisti “Folgore”, sarà allestito il percorso di “Military Fitness” che permetterà, attraverso particolari esercizi fisici, di misurarsi con le proprie capacità motorie. Per gli appassionati di volo, il Comando Aviazione dell’Esercito esporrà un elicottero A129 “Mangusta” e allestirà due postazioni con il simulatore di volo “ROLFO” che consentirà di vivere un’esperienza realistica pilotando aerei ed elicotteri militari e disponendo di tutti i comandi presenti in una vera cabina di pilotaggio.All’ingresso della Galleria Commerciale “Porta di Roma”, personale qualificato sarà a disposizione per fornire informazioni e materiale illustrativo sulle diverse possibilità di reclutamento, sulle prospettive di sviluppo professionale e sui concorsi in atto nell’Esercito.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con Thomas Casadei su “Diritto e (dis)parità”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 aprile 2018

Parma Giovedì 12 aprile, alle ore 15.30, nella Biblioteca dell’ex Istituto di Diritto Pubblico (via Università 12), si terrà il quinto incontro della Rassegna in tema di Democrazia paritaria organizzata dal CUG – Comitato Unico di Garanzia dell’Ateneo. Interverrà Thomas Casadei, docente di Filosofia del Diritto all’Università di Modena e Reggio Emilia, che presenterà il suo ultimo libro dal titolo Diritto e (dis)parità. Dalla discriminazione di genere alla democrazia paritaria (2017, Aracne). Introducono l’incontro e dialogano con l’autore Leonardo Marchettoni, Filosofo del Diritto e docente di Teoria Politica del Diritto e di Analisi delle Istituzioni Politiche all’Università di Parma, e Francesco De Vanna, Dottorando di Ricerca in Filosofia del Diritto all’Università di Modena e Reggio Emilia.
L’opera di Casadei si articola sin dal titolo lungo l’asse del femminismo, di cui delinea i profili teorici e le declinazioni giuridiche fondamentali. Il volume mette in rilievo “antiche questioni e nuovi dilemmi” in particolare sul piano degli stereotipi, della cosiddetta “democrazia paritaria” e del discorso costituzionale contemporaneo, inserendo tali riflessioni nel comune orizzonte della teoria politica e della teoria giuridica, in riferimento tanto agli ordinamenti vigenti quanto ai linguaggi costituiti. Se l’immaginario giuridico è un universo simbolico – che veicola i discorsi e le istituzioni, riflette e al tempo stesso produce valori comuni – allora occorre riconoscere che esso è, ancora oggi, colonizzato da persistenti forme di dominio che replicano la “grammatica della disparità” e impediscono la realizzazione di un’autentica uguaglianza tra i sessi.
Thomas Casadei è Professore associato di Filosofia del Diritto all’Università di Modena e Reggio Emilia. É componente della giunta del Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e Vulnerabilità istituito, nel 2016, presso l’ateneo emiliano. É membro del comitato di redazione di numerose riviste ed è autore di vari saggi e monografie, tra le quali si segnalano Tra ponti e rivoluzioni. Diritto, costituzioni, cittadinanza in Thomas Paine (2012, Giappichelli), Il sovversivismo dell’immanenza. Diritto, morale e politica in Michael Walzer (2012, Giuffré) e Il rovescio dei diritti. Razza, discriminazione, schiavitù (2016, Derive Approdi).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quando la finanza incontra il digitale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 marzo 2018

Fintech, blockchain, bitcoins… L’arrivo della tecnologia nel mondo finanziario ha portato tante opportunità, ma anche nuove sfide e una forte necessità di nuove competenze, sia di governo manageriale che tecniche e specialistiche. L’innovazione digitale sta ridisegnando i confini e trasformando il modo di fare banca e finanza. Proprio per questo al MIP è nata la Fintech Academy, con un’offerta formativa dedicata all’intersezione tra il mondo della finanza e quello della tecnologia digitale. E’ la prima Fintech Academy in Italia.
Si tratta di numerosi corsi brevi (una o due giornate al massimo, quasi tutte svolte al MIP, via Lambruschini 4C al Campus Bovisa) che il MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business ha messo a punto per permettere a manager dell’industria bancaria e finanziaria, a professionisti del mondo della consulenza e dei servizi e imprenditori o potenziali imprenditori del settore di approfondire aspetti strategici e gestionali della rivoluzione digitale legata al Fintech. Uno dei corsi si svolgerà a Londra alla Cass Business School, tra le business school europee più attive su questi temi, e sarà l’unico svolto in italiano e in inglese (gli altri sono tutti in italiano). I corsi, con un’impostazione fortemente applicativa, hanno l’obiettivo di delineare e discutere, anche con i contributi e le testimonianze di esperti nazionali e internazionali, di imprenditori, professionisti e consulenti, quali siano le sfide per il mondo bancario e finanziario e quali le possibili nuove soluzioni e opportunità che nascono dall’integrazione tra finanza e tecnologia digitale, anche grazie al know-how maturato nell’ambito dell’Osservatorio Fintech e Insurtech della School of Management del Politecnico di Milano.
“Dopo anni di ricerca e di analisi sui temi dell’innovazione digitale nel mondo dei financial services – spiega il professor Marco Giorgino, direttore della Fintech Academy – è maturata la consapevolezza e la voglia di mettere a disposizione del mercato strumenti formativi per consentire di orientare e accelerare nella giusta direzione chi sta governando e implementando processi di cambiamento, a chi sta offrendo consulenza per questa trasformazione e a chi sta provando a fondare nuove società Fintech e Insurtech” Il primo corso in partenza (23 e 24 marzo) è dedicato alla digital transformation nell’industria bancaria e finanziaria, cioè a come banche e società finanziarie, ma anche altri operatori, stiano ridefinendo il proprio modello di business per effetto dell’innovazione digitale, che ha mutato lo scenario competitivo e il sistema di regole.
Il secondo (13 e 14 aprile) vuole invece indagare la rilevanza e il posizionamento delle Fintech e delle Insurtech nel mondo dei servizi bancari e finanziari, sia come concorrenti che come fonti di innovazione per le incumbent, analizzando come nascono e come si sviluppano i loro modelli di business, anche attraverso business case e testimonianze di imprenditori del settore.
Ai benefici e alle opportunità che derivano dall’applicazione delle tecnologie Big Data e API e dalle soluzioni di Machine Learning nella gestione del business bancario e finanziario è dedicato il modulo che si svolge il 18 maggio. Saranno evidenziate le principali criticità e le aree attraverso le quali creare valore, con un taglio fortemente applicativo che parte da business case reali, sia di operatori incumbent che di operatori Fintech. Verranno trattati anche alcuni aspetti di cyber security.La tecnologia Blockchain è poi la protagonista del modulo del 19 maggio, che si pone l’obiettivo sia di illustrarne le caratteristiche distintive, sia di capire come queste possano portare vantaggi (o generare criticità) per i player tradizionali bancari e finanziari, anche attraverso un confronto con il mondo Fintech. Si illustrerà la relazione con il spesso citato Bitcoin, verranno discussi alcuni ambiti applicativi e si ospiteranno gli interventi di founder di successo che, tramite l’utilizzo della blockchain, hanno semplificato business esistenti o ne hanno creati di nuovi.L’innovazione digitale nel lending e nei servizi di pagamento è al centro del modulo che si svolgerà il 22 giugno, focalizzato sull’analisi di come la tecnologia digitale venga utilizzata da operatori bancari e finanziari, oltre che da Fintech, per modificare il servizio ai clienti nell’attività di lending e nella gestione del sistema delle transazioni.
Il corso del 23 giugno è dedicato a come l’industria dell’asset management si stia trasformando per effetto della digitalizzazione, sia nell’ambito della costruzione dei prodotti e delle valutazioni finanziarie associate alla loro gestione, sia in quello dei rapporti tra gestori della relazione con il cliente e investitori. Attenzione particolare verrà dedicata al tema dei Robo Advisor, fornendo un quadro a livello internazionale sulle attuali modalità di utilizzo.Infine, si terrà alla Cass Business School di Londra il corso del 21 settembre, in italiano e inglese, su l’”Ecosistema delle startup Fintech nella capitale europea della finanza”, che vuole fornire un quadro completo dello stato attuale del Fintech a Londra, presentando i nuovi trend e gli aspetti normativi che potrebbero influenzare le scelte di consumatori e investitori. Il modulo comprende visite nei più famosi incubatori Fintech a Londra, con la possibilità di interazione con startup e professionisti.
Fintech, blockchain, bitcoins… L’arrivo della tecnologia nel mondo finanziario ha portato tante opportunità, ma anche nuove sfide e una forte necessità di nuove competenze, sia di governo manageriale che tecniche e specialistiche. L’innovazione digitale sta ridisegnando i confini e trasformando il modo di fare banca e finanza. Proprio per questo al MIP è nata la Fintech Academy, con un’offerta formativa dedicata all’intersezione tra il mondo della finanza e quello della tecnologia digitale. E’ la prima Fintech Academy in Italia.
Si tratta di numerosi corsi brevi (una o due giornate al massimo, quasi tutte svolte al MIP, via Lambruschini 4C al Campus Bovisa) che il MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business ha messo a punto per permettere a manager dell’industria bancaria e finanziaria, a professionisti del mondo della consulenza e dei servizi e imprenditori o potenziali imprenditori del settore di approfondire aspetti strategici e gestionali della rivoluzione digitale legata al Fintech. Uno dei corsi si svolgerà a Londra alla Cass Business School, tra le business school europee più attive su questi temi, e sarà l’unico svolto in italiano e in inglese (gli altri sono tutti in italiano). I corsi, con un’impostazione fortemente applicativa, hanno l’obiettivo di delineare e discutere, anche con i contributi e le testimonianze di esperti nazionali e internazionali, di imprenditori, professionisti e consulenti, quali siano le sfide per il mondo bancario e finanziario e quali le possibili nuove soluzioni e opportunità che nascono dall’integrazione tra finanza e tecnologia digitale, anche grazie al know-how maturato nell’ambito dell’Osservatorio Fintech e Insurtech della School of Management del Politecnico di Milano.
“Dopo anni di ricerca e di analisi sui temi dell’innovazione digitale nel mondo dei financial services – spiega il professor Marco Giorgino, direttore della Fintech Academy – è maturata la consapevolezza e la voglia di mettere a disposizione del mercato strumenti formativi per consentire di orientare e accelerare nella giusta direzione chi sta governando e implementando processi di cambiamento, a chi sta offrendo consulenza per questa trasformazione e a chi sta provando a fondare nuove società Fintech e Insurtech” Il primo corso in partenza (23 e 24 marzo) è dedicato alla digital transformation nell’industria bancaria e finanziaria, cioè a come banche e società finanziarie, ma anche altri operatori, stiano ridefinendo il proprio modello di business per effetto dell’innovazione digitale, che ha mutato lo scenario competitivo e il sistema di regole.
Il secondo (13 e 14 aprile) vuole invece indagare la rilevanza e il posizionamento delle Fintech e delle Insurtech nel mondo dei servizi bancari e finanziari, sia come concorrenti che come fonti di innovazione per le incumbent, analizzando come nascono e come si sviluppano i loro modelli di business, anche attraverso business case e testimonianze di imprenditori del settore.
Ai benefici e alle opportunità che derivano dall’applicazione delle tecnologie Big Data e API e dalle soluzioni di Machine Learning nella gestione del business bancario e finanziario è dedicato il modulo che si svolge il 18 maggio. Saranno evidenziate le principali criticità e le aree attraverso le quali creare valore, con un taglio fortemente applicativo che parte da business case reali, sia di operatori incumbent che di operatori Fintech. Verranno trattati anche alcuni aspetti di cyber security.La tecnologia Blockchain è poi la protagonista del modulo del 19 maggio, che si pone l’obiettivo sia di illustrarne le caratteristiche distintive, sia di capire come queste possano portare vantaggi (o generare criticità) per i player tradizionali bancari e finanziari, anche attraverso un confronto con il mondo Fintech. Si illustrerà la relazione con il spesso citato Bitcoin, verranno discussi alcuni ambiti applicativi e si ospiteranno gli interventi di founder di successo che, tramite l’utilizzo della blockchain, hanno semplificato business esistenti o ne hanno creati di nuovi.L’innovazione digitale nel lending e nei servizi di pagamento è al centro del modulo che si svolgerà il 22 giugno, focalizzato sull’analisi di come la tecnologia digitale venga utilizzata da operatori bancari e finanziari, oltre che da Fintech, per modificare il servizio ai clienti nell’attività di lending e nella gestione del sistema delle transazioni.
Il corso del 23 giugno è dedicato a come l’industria dell’asset management si stia trasformando per effetto della digitalizzazione, sia nell’ambito della costruzione dei prodotti e delle valutazioni finanziarie associate alla loro gestione, sia in quello dei rapporti tra gestori della relazione con il cliente e investitori. Attenzione particolare verrà dedicata al tema dei Robo Advisor, fornendo un quadro a livello internazionale sulle attuali modalità di utilizzo.Infine, si terrà alla Cass Business School di Londra il corso del 21 settembre, in italiano e inglese, su l’”Ecosistema delle startup Fintech nella capitale europea della finanza”, che vuole fornire un quadro completo dello stato attuale del Fintech a Londra, presentando i nuovi trend e gli aspetti normativi che potrebbero influenzare le scelte di consumatori e investitori. Il modulo comprende visite nei più famosi incubatori Fintech a Londra, con la possibilità di interazione con startup e professionisti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con Andrea Giardina sulla “Storia mondiale dell’Italia”

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2018

Parma mercoledì 14 marzo alle 16.30 al Palazzo del Governatore. L’appuntamento rientra nella rassegna “Libri di Storia – Incontri con gli autori” organizzata dall’Università di Parma – Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali con il Comune di Parma.
Dopo lo scandalo cinquecentesco della Badessa di Castro, nella seconda tappa di questo speciale viaggio nel tempo si punterà l’attenzione sulla storia dell’Italia vista in una prospettiva nuova, plurale e mondiale: è questo infatti il taglio del volume curato per Laterza da Andrea Giardina (Professore di Storia romana alla Scuola normale superiore di Pisa), intorno al quale si confronterà un qualificato gruppo di ospiti. Dopo i saluti di Simonetta Valenti, Pro Rettrice all’Internazionalizzazione dell’Ateneo, di Michele Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Parma, e di Diego Saglia, Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma, l’apertura dei lavori sarà affidata a Piergiovanni Genovesi, Delegato del Rettore per le iniziative di carattere storico e curatore della rassegna, e ad Alessandro Pagliara, docente di Storia romana all’Università di Parma. Poi il via alla discussione, moderata da Domenico Vera (Università di Parma): con Andrea Giardina dialogheranno Emmanuel Betta (Sapienza – Università di Roma), Marco Capra (Università di Parma), Amedeo Feniello (Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea, CNR / Università dell’Aquila), Marina Gazzini (Università di Parma), Daniele Marchesini (Università di Parma), Ignazio Masulli (Università di Bologna).
Il giorno successivo, giovedì 15 marzo, Andrea Giardina incontrerà gli studenti delle scuole superiori di Parma e Piacenza alle 11 all’Auditorium dell’Istituto tecnico economico “Bodoni”, in un appuntamento organizzato dall’Università con l’Ufficio scolastico territoriale. All’incontro interverranno anche Maurizio Bocedi, Dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale, Sara Rainieri, Pro Rettrice alla Didattica e servizi agli studenti dell’Università di Parma, Marco Mezzadri, Vice Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma, Adriano Cappellini, Dirigente del Liceo scientifico Marconi di Parma e i coordinatori scientifici Piergiovanni Genovesi e Alessandro Pagliara.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro di orientamento alle carriere internazionali

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2018

Parma Martedì 13 marzo, con inizio alle ore 9.30, si terrà nell’Aula Magna dell’Università di Parma (via Università 12) un’iniziativa di orientamento in uscita in collaborazione fra i Corsi di studio del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî politici e internazionali e l’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI). L’incontro è aperto a tutti gli studenti interessati.
Dopo i saluti di Sara Rainieri, Pro Rettrice alla Didattica, di Laura Pineschi, del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî politici e internazionali, e di Francesca Frigo, Responsabile Area Formazione ISPI, interverranno Marcello Viani di Reggio Terzo Mondo, Egidio Crotti, già Unicef (1985, 2015), Federica Casilli di ISPI, e Paolo Guido Spinelli, già Ambasciatore d’Italia a Budapest.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro sul disagio govanile

Posted by fidest press agency su domenica, 11 marzo 2018

Frosinone mercoledì 14 marzo, alle ore 9.00, presso l’Aula Magna dell’Università al Polo Folcara l’Osservatorio sul disagio giovanile, composto dall’Università degli Studi di Cassino, dal Dipartimento Disagio Devianze Dipendenze della ASL di Frosinone e dalla Fondazione Exodus, terrà un incontro di presentazione del corso di formazione per docenti sui temi del disagio giovanile.
Avrà una durata di 25 ore e verrà rilasciato un attestato di partecipazione valido per il MIUR. In occasione della presentazione del corso verrà illustrato il progetto “Selfie – istantanee dalla generazione 2.0”, un progetto di ricerca nazionale sugli stili di vita degli adolescenti, avviato già in molti Istituti scolastici e che – speriamo – potrà essere esteso alle scuole del nostro territorio.Nella prima giornata del corso, alla quale sono invitati anche gli studenti perché potranno essere coinvolti nel progetto “Selfie”, sono previsti gli interventi di Giovanni BETTA Rettore dell’Università di Cassino, Loriana CASTELLANI Direttore del Dipartimento di Scienze Umane, Fernando FERRAUTI Direttore del Dipartimento Salute mentale e patologie da dipendenza della Asl di Frosinone, Alessandra ZANON Coordinatrice dell’Osservatorio, Marina ZAINNI Psicoterapeuta della ASL, Marisa DEL MAESTRO Psicoterapeuta di Exodus e Franco TAVERNA Coordinatore nazionale della Fondazione Exodus.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro con la scrittrice Rosella Postorino e Laura Cerutti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 febbraio 2018

Madrid 1 marzo ore 20.00 Istituto Italiano di Cultura di Madrid Calle Mayor, 86. Ingresso libero fino a esaurimento posti. L’incontro sarà in italiano con traduzione simultanea. Rosella Postorino (Reggio Calabria 1978) è cresciuta a San Lorenzo al mare (IM) e vive a Roma, dove lavora come editor. Ha esordito con il racconto In una capsula (Ragazze che dovresti conoscere, Einaudi Stile Libero, 2004). Ha pubblicato i romanzi La stanza di sopra (Neri Pozza, 2007; selezione Premio Strega e Premio Rapallo Carige Opera Prima), L’estate che perdemmo Dio (Einaudi Stile Libero, 2009; Premio Benedetto Croce e Premio speciale della giuria Cesare De Lollis), Il corpo docile (Einaudi Stile Libero, 2013; Premio Penne) e Le assaggiatrici (Feltrinelli, 2018) che, liberamente ispirato alla storia vera di un’assaggiatrice di Adolf Hitler durante la Seconda Guerra Mondiale, sta riscuotendo un grandissimo successo.
Laura Cerutti (Milano, 1974) vive da sempre a Sesto San Giovanni. Dopo un’attività giornalistica su alcuni periodici in qualità di responsabile delle pagine culturali e caporedattrice, ha lavorato per dieci anni come desk editor e caporedattrice presso la Narrativa italiana di Arnoldo Mondadori. Dal principio del 2015 è alla Narrativa italiana Feltrinelli come editor responsabile della linea letteraria. Collabora con la rivista “Tirature”, edita dal Saggiatore e curata dal prof. Vittorio Spinazzola.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: L’incontro

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 febbraio 2018

l'incontroÈ una fredda sera di aprile nell’alta valle del Weissach, sul confine alpino. La primavera tarda ad arrivare e sui prati, davanti al complesso dei Wallberg Apartments, c’è ancora la neve. Reither non è un tipo da inverno, ma l’autunno precedente ha liquidato la Reither-Verlag, la sua piccola casa editrice, e con il ricavato è riuscito a voltare le spalle alla metropoli e a trasferirsi in quell’appartamento con vista sui monti, dove intende godersi la pensione in solitudine. In compagnia di una buona bottiglia di rosso pugliese, si appresta a leggere un libro senza titolo, quando avverte dei passi inquieti davanti alla porta di casa, come di qualcuno che cammini avanti e indietro, pensoso, prima di annunciarsi attraverso una scampanellata breve e decisa. Davanti allo zerbino, lí in piedi con un vestito estivo e un elegante paio di sandali verde menta, c’è una donna piú giovane di lui, ma non drammaticamente piú giovane. Ha gli occhi grigio azzurro, i capelli color guscio di pistacchio, il naso con le alette delicate e una bocca pallida e piena. È Leonie Palm, la presidentessa del circolo di lettura del complesso. Leonie aveva un negozio di cappelli in città, ma poiché non ci sono ormai piú facce adatte a un cappello è stata costretta a chiudere. Ora si dedica alla scrittura, insieme alle lettrici del circolo. Scrivono tutte e da Reither vorrebbero un parere, che ascolti almeno una pagina e dica: Se ne potrebbe fare qualcosa. Oppure scuota la testa in segno di diniego, mettendo fine alle loro illusioni.
Reither fa accomodare Leonie, le versa da bere, le offre da fumare. Tra di loro scatta un’immediata sintonia, un’intesa cosí forte da portarli, contro ogni previsione, a partire in piena notte per raggiungere il lago Achensee e aspettare, sulle sue rive, che sorga il sole. Ma una volta in macchina, dopo aver scrostato la neve dai vetri e avviato il motore, Reither e Leonie decidono di proseguire oltre l’Achensee, giú nella valle dell’Inn, verso l’Italia, in un viaggio folle in cui nuove avventure e incontri – soprattutto quello con una bambina che non parla – faranno riemergere antichi tormenti: le perdite subite, il mancato ruolo di genitori, la paura di amare e di mettersi in gioco. In un romanzo indimenticabile, vincitore del «Deutscher Buchpreis 2016», il piú importante Premio letterario tedesco, Bodo Kirchhoff narra della possibilità dell’amore e, insieme, di una doppia impossibilità: l’impossibilità di abbandonarsi completamente all’altro e, insieme, di soccorrerlo senza esitazioni.
Bodo Kirchhoff è nato il 6 luglio 1948 ad Amburgo. È autore di numerosi romanzi apprezzati dalla critica e dal pubblico. Vive a Francoforte sul Meno e sul lago di Garda in Italia, con la moglie e due figli. Traduzione dal tedesco di Riccardo Cravero Euro 16,00 208 pagine.Neri Pozza Editore.
(foto: L’incontro)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Telmo Pievani incontra Frankenstein

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 gennaio 2018

frankensteinRoma 29 gennaio, ore 18.00, WeGIL – Largo Ascianghi 5 A 45 anni da quelle prime “Interviste Impossibili” che conquistarono il pubblico radiofonico – trasformandosi poi in veri e propri spettacoli teatrali e in letteratura – uno dei format più originali ed eclettici di tutti i tempi arriva nell’hub culturale WEGIL, con un ciclo di incontri/performance, a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che verrà inaugurato il 29 gennaio 2018 con la surreale conversazione tra Telmo Pievani e Frankenstein. Interpretato dall’attore Tommaso Ragno, volto noto della TV e del Cinema italiani, da anni appassionato e studioso della figura mostruosa creata dal genio di Mary Shelley, Frankenstein sarà intervistato dal filosofo delle scienze Telmo Piovani (Ordinario presso il Dipartimento di Biologia dell’Università degli studi di Padova) per un viaggio insolito nelle conquiste della genetica, affrontate attraverso la grande letteratura in una lettura-spettacolo in grado di far rivivere un personaggio tanto affascinante quanto radicato nell’immaginario collettivo mondiale.“A duecento anni dalla sua prima apparizione, Frankenstein, o meglio la sua Creatura, si sottopone non troppo pazientemente alle domande di un filosofo della scienza interessato a conoscere i segreti su come resuscitare la vita animale” ha spiegato Telmo Pievani. “In un remoto arcipelago artico che nasconde una sorta di arca di Noè del XXI secolo, il mostro più famoso del mondo, dopo le tante interpretazioni semiserie del suo personaggio, simbolo di una scienza che si spaventa delle sue possibilità più ardite, vorrebbe per una volta sottrarsi agli stereotipi. Mosso da curiosità assai umana, vuole sapere se l’avventura che lo ha assemblato al mondo sia “contro-natura”, imparare i segreti del Dna e capire finalmente a quale Darwin votarsi (se è vero che fu il nonno di Charles, con fama di galvanizzatore di lombrichi, a ispirare la giovane autrice del suo romanzo, Mary Shelley)”.Primo capitolo di una serie di appuntamenti che si snoderanno lungo il 2018 con molte sorprese, l’evento del 29 gennaio si svolge nell’hub culturale WEGIL, nato grazie a Regione Lazio con Artbonus e gestito da Lazio Crea, che conferma così la sua anima eclettica e la mission di incubatrice di cultura e spettacolo, letteratura e arte.Telmo Pievani (1970) è Ordinario presso il Dipartimento di Biologia dell’Università degli studi di Padova, dove ricopre la prima cattedra italiana di Filosofia delle Scienze Biologiche. Filosofo e storico della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione, è autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali nel campo della filosofia della scienza (elenco completo delle 226 pubblicazioni su banca dati Cineca) Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campagna itinerante, in 11 città: ReumaDays la SIR incontra i cittadini

Posted by fidest press agency su domenica, 14 gennaio 2018

Lorenzin beatriceRoma, 18 gennaio 2018 ore 11.45 Ministero della Salute (Auditorium), Lungotevere Ripa 1. le malattie reumatiche sono oltre 150 e interessano più di cinque milioni di italiani di ogni età. Secondo gli esperti sono in costante aumento e il numero di nuovi casi è destinato a crescere di pari passo con l’età media della popolazione. Ciò nonostante sono sottovalutate dalla maggioranza dei cittadini e ancora troppe diagnosi sono formulate quando ormai è troppo tardi. La Società Italiana di Reumatologia (SIR) ha perciò deciso di promuovere su tutto il territorio nazionale la campagna itinerante, in 11 città, #ReumaDays la SIR incontra i cittadini. L’obiettivo è aumentare il livello di consapevolezza e conoscenza degli italiani su patologie gravi ed invalidanti come artrite reumatoide, reumatismi extra-articolari, connettiviti o artrosi. Tutti i dettagli del progetto, i primi risultati ottenuti e la panoramica sui numeri delle malattie reumatiche saranno illustrati in una conferenza stampa presso il Ministero della Salute. Parteciperanno, tra gli altri, il prof. Mauro Galeazzi (presidente nazionale SIR), il prof. Luigi di Matteo (vice presidente SIR), la dott.ssa Silvia Tonolo (Presidente Nazionale ANMAR Onlus Associazione nazionale malati reumatici) e la dott.ssa Antonella Celano (Presidente Nazionale APMAR Associazione Nazionale per Persone con Malattie Reumatologiche e Rare). E’ stata invitata anche il Ministro Beatrice Lorenzin.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Papa Francesco incontra Gilbert F. Houngbo

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 gennaio 2018

papa francescoPochi giorni dopo aver ribadito il suo impegno per il rispetto dei diritti dei migranti, Papa Francesco ha incontrato il Presidente del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo, Gilbert F. Houngbo, per discutere l’importanza di investire nello sviluppo rurale al fine di creare opportunità per le popolazioni più’ povere del mondo.Dal suo insediamento in qualità di Presidente dell’IFAD nell’aprile 2017, Houngbo ha intrapreso un ambizioso piano mirato a definire e migliorare politiche sociali ed economiche che vanno oltre lo sviluppo agricolo, ponendo maggiore attenzione su occupazione giovanile, uguaglianza di genere, nutrizione e cambiamento climatico per dare l’opportunità alle popolazioni locali di rimanere nelle zone rurali anziché migrare verso le città. “La maggior parte delle persone nei paesi a basso reddito vive in zone rurali, e oltre la metà di questi è costituita da giovani e ciò ha sicuramente ripercussioni sui processi di emigrazione economica“ dichiara il Presidente Houngbo. “Non ritengo che la migrazione debba o possa essere fermata, ma per fare in modo che diventi una libera scelta e non una costrizione, bisogna dare ai giovani la speranza e l’opportunità di rimanere e non migrare”.
Lo scorso lunedì, il Papa ha affermato che “la maggior parte dei migranti preferirebbe rimanere nei propri paesi, mentre invece è costretta a fuggire a causa di discriminazioni, persecuzioni, povertà e degrado ambientale”.Il Presidente ha fatto riferimento a recenti notizie apparse nei media su migranti che, dopo aver visto il successo dei loro vicini e delle famiglie rimaste, ritornano nelle aree rurali in Africa per dedicarsi all’agricoltura. In molti casi, queste storie di successo sono il risultato di investimenti dell’IFAD e dimostrano, secondo il presidente Houngbo, che il processo migratorio può essere invertito.Sebbene questo sia il loro primo incontro privato, il Presidente dell’IFAD e il Pontefice si sono già incontrati in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione svoltasi in ottobre a Roma, dove è stato evidenziato come la fame e la migrazione nel mondo siano in aumento soprattutto a causa della povertà, disuguaglianza, conflitti e cambiamenti climatici.In occasione di quell’evento, Houngbo dichiarò: “Le disuguaglianze e la mancanza di opportunità nelle aree rurali comportano la perdita di una delle risorse più preziose per le loro comunità: i giovani”. Il Presidente aveva inoltre sottolineato il valore e l’importanza degli investimenti mirati a trasformare le realtà rurali per dare a milioni di giovani la possibilità di costruirsi una vita migliore.Circa 3,1 miliardi di persone vivono nelle aree rurali dei paesi in via di sviluppo. Esse rappresentano non solo circa il 40% della popolazione mondiale ma sono oltre il 75% delle persone più povere ed affamate del mondo, la cui vita e mezzi di sussistenza dipendono dalla piccola agricoltura.L’IFAD investe e collabora con i governi per sviluppare programmi che attraggano le persone, in particolare i giovani, verso l’agricoltura offrendo formazione, accesso al sistema finanziario e ai mercati.”Sarei felice di vedere un giorno i giovani, da soli o in gruppi, intraprendere con ottimismo ed entusiasmo un’attività legata all’agricoltura, al pari dell’entusiasmo generato dal richiamo della città” ha detto Houngbo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con l’artista Annalia Amedeo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 gennaio 2018

casina-delle-civetteRoma domenica 14 gennaio alle ore 16.00 presso la presso la Casina delle Civette di Villa Torlonia ci sarà una visita guidata con l’artista Annalia Amedeo e con la psicologa e arte terapeuta Paola Mezzogori nell’ambito della mostra “Annalia Amedeo. Sinestesie, natura, storia, arte” attualmente in corso. Un viaggio attraverso i simboli che si celano dietro le eleganti e preziose opere in porcellana di Annalia Amedeo. Un viaggio personale, ma anche collettivo perché i simboli secondo Jung – il padre della psicologia analitica – provengono dallo strato più profondo della psiche umana, l’inconscio collettivo. L’inconscio è la sede per eccellenza della creatività umana e la creazione artistica passa attraverso un costante dialogo tra coscienza e inconscio. Grazie ad una doppia lettura delle opere – quella dell’artista che ne spiegherà la genesi e quella della psicologa che ne approfondirà i significati simbolici e universali – i partecipanti saranno accompagnati in un percorso che li condurrà attraverso i diversi strati della psiche umana, da quelli più accessibili a quelli più profondi ed arcaici. Per soddisfare quella che Jung definiva una coazione pressoché irresistibile a divenire ciò che si è e per uscire dal proprio isolamento di individuo singolo ed entrare nel corso del divenire eterno.
Nello scenario naturale suggestivo di Villa Torlonia e del museo,scrigno che raccoglie alcune delle più alte espressioni di arti applicate del Novecento, i raffinati lavori in porcellana di Annalia Amedeo si 08 Annalia Amedeo, Angeliche Farfalle # 2Annalia Amedeointegrano coinvolgendo il visitatore in una spirale percettiva che attiva più sensi contemporaneamente. L’artista, con una lunga esperienza di restauratrice di ceramiche che le ha conferito una profonda conoscenza dei materiali e una tecnica artigianale impeccabile, persegue da alcuni anni un proprio percorso artistico, di cui la mostra costituisce un momento di sintesi, presentando per l’occasione oltre cinquanta sculture in porcellana realizzate a partire dal 2012 e nuove installazioni site-specific, in un’interazione costante con lo spazio interno ed esterno.
La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, a cura di Elena Paloscia, è presentata dal Centro Studi per la Storia della Ceramica Meridionale, diretto da Guido Donatone. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura Orario mostra: martedì – domenica 9.00 – 19.00 La biglietteria chiude 45 minuti prima. Biglietto d’ingresso Casina delle Civette: € 6,00 intero; € 5,00 ridotto. La mostra è parte integrante della visita. Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) € 5,00 intero; € 4,00 ridotto. Ingresso gratuito per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana la prima domenica del mese.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tevere: in Campidoglio primo incontro della cabina di regia

Posted by fidest press agency su sabato, 23 dicembre 2017

lungotevereRoma Si è riunita per la prima volta in Campidoglio la cabina di regia sul Tevere, il tavolo interistituzionale che mette insieme tutte le associazioni, le imprese e gli enti coinvolti firmatari del Manifesto d’Intenti per la sottoscrizione del Contratto di Fiume. Nell’incontro di ieri si è parlato delle tappe da compiere per la predisposizione dei progetti di valorizzazione e rivitalizzazione delle grandi potenzialità naturalistiche, ambientali, economiche e territoriali del fiume. Hanno partecipato il Ministero dell’Ambiente, Regione Lazio, Roma Capitale, Città Metropolitana di Roma, Autorità di Bacino e Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino.“A pochi giorni dalla firma del Manifesto d’Intenti, prosegue rapidamente il lavoro di rilancio e valorizzazione del Tevere da parte di questa Amministrazione. Oggi iniziamo ufficialmente il percorso partecipato che ci porterà alla sottoscrizione del Contratto di Fiume con enti e associazioni. Vogliamo restituire il Tevere ai romani e lo facciamo mettendo a sistema i progetti pubblici e le iniziative di molte organizzazioni di cittadini. Tutto nell’ottica della pianificazione strategica, necessaria per la reale riqualificazione di un’area vitale ma molto complessa della nostra città. I romani credono in questo sogno e noi lo realizzeremo”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.
“Con l’istituzione dell’Ufficio di Scopo Tevere abbiamo favorito e incentivato l’aggregazione delle diverse associazioni e imprese, partner del Manifesto d’Intenti, avviando una messa a sistema di tutti i progetti. Stiamo già lavorando per effettuare il monitoraggio in tempo reale delle criticità presenti sulle aree golenali e sui ponti, un lavoro importante e propedeutico per la prossima esecuzione del Contratto di Fiume”, afferma l’assessora alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari.È iniziato dunque il lavoro che porterà alla sottoscrizione del Contratto, a completamento di un processo ampio e partecipato nato dal basso e condiviso dall’Amministrazione capitolina. Del Manifesto d’intenti per il Contratto di Fiume, redatto da Agenda Tevere Onlus, fanno parte diverse associazioni tra le quali Legambiente Lazio, Retake Roma, Italia Nostra, Associazione italiana Architettura del Paesaggio Lazio, Associazione Due ruote d’Italia, Cittadinanzattiva Lazio, Associazione Tevereterno e Circolo magistrati Corte dei Conti.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CV at lunch: Incontro aziende-studenti

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 dicembre 2017

Roma Martedì 19 Dicembre 2017, ore 12:30 Dipartimento di Ingegneria Via Vito Volterra 62. Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre organizza la seconda edizione del “Cv at lunch”, un evento per favorire l’incontro tra aziende e laureandi.
L’evento è organizzato per gli studenti degli ultimi anni dei corsi di laurea e laurea magistrale del Dipartimento di Ingegneria, ma è aperto anche agli studenti di altri Dipartimenti dell’Ateneo.
Il Dipartimento allestirà un servizio di ristoro al quale avranno libero accesso tutti gli studenti e, nello stesso locale, le aziende che parteciperanno all’evento avranno a disposizione uno spazio per interagire con gli studenti, raccogliere i loro CV, svolgere colloqui.La registrazione non è obbligatoria, ma gradita.http://www.ingegneria.uniroma3.it/?p=27751

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »