Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘incubo’

Mille passeri sul balcone

Posted by fidest press agency su martedì, 27 febbraio 2018

Avete immaginato cosa significa vedere zampettare un paio di passerotti sul davanzale del balcone? A me riempiono di tenerezza e penso già alle molliche di pane che vi lascerò spiando poi, discretamente, dietro la finestra il loro pasto. Ma una notte ho vissuto un incubo. Mentre continuavo dietro i vetri a spiare l’arrivo dei passerotti, che sento di aver adottato, appare all’orizzonte un’ombra nera che si agita e raggiunge il mio balcone: sono centinaia, forse migliaia di passeri. Lo spettacolo diventa per me un sogno angoscioso. Mi sento aggredito, incapace di gestire una situazione così abnorme e dallo spavento controllo che le finestre che danno sul balcone siano ben chiuse e abbasso in tutta fretta le tapparelle. Si fa buio ed io mi sveglio tutto sudato. E’ un incubo, me ne rendo conto, ma oramai mi sono destato e per quanto lo desideri non riesco più a riprendere sonno. Rifletto e non so perché mi torna alla mente un signore che passando davanti ad un immigrato, che gli tende la mano per un obolo, gli dice: siete troppi! Siete troppi, ripeto tra me e me. Quel “troppi” richiama alla mia mente tutto un passato di letture riguardo le invasioni barbariche, le violenze esercitate e le paure generate negli autoctoni. E mi chiedo: Perché i nostri governanti hanno consentito in pochi anni l’arrivo di centinaia di migliaia di persone senza predisporre un piano di aiuti adeguato? Perché hanno voluto, così facendo, generare in noi il riverbero di timori che si pensava ormai dimenticati? E’ proprio così, mi dico. Hanno provocato un’inversione di tendenza trasformandoci da ospitali che siamo, e vorremmo continuare ad esserlo, a ciò che non è nella nostra indole: razzisti e intolleranti.
E’ questa la colpa che attribuisco, in primo luogo, a chi ha permesso questo genere di cose senza voler prendere in considerazione i naturali e gli inevitabili effetti distorsivi che avrebbero determinato in un popolo che già vive con le sue povertà, con la disoccupazione giovanile e le crisi abitative. E non c’è peggior cosa l’avere una politica attraversata dal cinismo. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Buio: Lo spettatore crea il suo incubo

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 gennaio 2017

buioRoma 12 gennaio, ore 21.00. Teatro dell’Orologio, Via dei Filippini, 17/a. Un incubo, un viaggio nel lato oscuro dei sogni in cui a guidare è lo spettatore, coinvolto dagli attori in uno spettacolo creato intorno alle paure e alle ansie del pubblico stesso.
È questo Buio, il nuovo appuntamento al Teatro dell’Orologio di Roma il 12 gennaio 2017, all’interno della rassegna di teatro interattivo “Il Teatro come non l’avete mai visto” che dopo i tre sold out delle serate precedenti continua a destare la curiosità di addetti ai lavori e semplici curiosi, fino al coinvolgimento degli attori de La Siti in Radio Due Social Club.Immaginate di camminare per la strada. Immaginate di incontrare qualcuno o qualcosa che riconoscete, ma non sapete perché. Lascerete andare tutte le vostre paure, i vostri timori. Vedrete in scena qualcosa che vi appartiene profondamente, saranno proprio i vostri incubi, non quelli di qualcun altro. Vivrete un’esperienza indimenticabile, unica, che non vi lascerà più gli stessi.Continua così, con uno spettacolo che questa volta esplora il lato oscuro della psiche del singolo spettatore, la rassegnaprodotta da La SITI – Scuola Internazionale di Teatro all’Improvviso, che ospita eventi teatralicompletamente interattivi che coinvolgono il pubblico, fin da quando appare la pubblicità dello spettacolo: creando campagne pubblicitarie teaser, inserendo indizi nelle locandine, lasciando al pubblico che vuole giocare, moltissime possibilità di divertirsi dal lancio del progetto, alla sua messa in scena nella quale sono chiamati a partecipare in prima persona. Un gioco unico, irripetibile e imperdibile che vede una delle più antiche tecniche di messa in scena (l’improvvisazione teatrale), servita dal più innovativo dei sistemi produttivi.A guidare il progetto due giovanissime artiste, attrici e creative: Giorgia Mazzuccato (allieva, fra gli altri, di Dario Fo, Franca Rame, Marco Baliani, vincitrice del Roma Fringe Festival e Miglior Spettacolo al Teatro L’Avogaria di Paolo Poli) e Maria Beatrice Alonzi (creatrice di fenomeni media come Estetista Cinica e i Live di Periscope). Due talenti classe 1990, che hanno già dato vita a eventi virali come #ballarecomeuncretino con la National Gallery e la mappa dei teatri metropolitana di Roma, e che nella capitale da novembre propongono la prima rassegna di teatro interattivo al Teatro dell’Orologio.
Buio Regia di Giorgia Mazzucato Con Andrea Bartolomeo, Andrea Vannini, Camilla Gelormini, Cristiano Marazzi, Francesca Mareggiato, Francesca Pieraccioli, Giovanni Salvatori, Maria Elisa Messina, Nancy Mazzella, Paola Campagna, Silvana Lagrotta, Stefano Buffa, Vincenzo Pesce. Biglietto 12 euro. (foto: buio)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Prestigiacomo si dimetta subito”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2011

«La Prestigiacomo, ancora una volta si dimostra inadeguata alla carica che ricopre, per questo si deve dimettere subito da Ministro dell’Ambiente» dichiara Vincenzo Galizia Presidente nazionale del “Fronte Verde Ecologisti Indipendenti” che continua il suo intervento «mentre il Giappone vive sotto l’incubo dell’incidente nucleare, il Ministro continua a dire che non vi è ancora nessun pericolo di nube tossica. Invece di dire assurdità si preoccupi di convincere il suo Presidente Berlusconi, di non continuare nella folle scelta del ritorno del nucleare in Italia, visto che anche tutta l’Europa sta andando nella direzione opposta. Per fortuna i cittadini italiani potranno liberamente esprimere la propria posizione con i prossimi referendum, dove finalmente avranno la possibilità di scegliere di fermare, una volta e per sempre il ritorno all’energia atomica» conclude la nota del Presidente nazionale del movimento ecologista. http://www.fronteverde.net

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Finanziaria: Maroni “braccato” dalle sagome

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 luglio 2010

“Il ministro Maroni penserà che siamo il suo incubo, e vorrà ancora di più scacciarci, cancellarci, eliminarci. Ma non può, né può ignorarci, perché ovunque vada troverà tanti di noi, tanti delle Forze di Polizia, tanti cittadini, che gli ricorderanno quello che lui e questo governo stanno facendo ai servitori dello Stato. Ed è inutile che tenti di darsi alla macchia, o che continui a farci ostacolare, sorvegliare e braccare. Siamo poliziotti, conosciamo le regole, ma abbiamo un cervello, un orgoglio, una dignità e delle famiglie, e non arretreremo, perché abbiamo il dovere oltre che il diritto di dire quando le cose vanno a rotoli. Noi sappiamo bene cosa rappresenta un vero pericoloso incubo per la sicurezza dei cittadini, questa assurda manovra che metterà in ginocchio gli appartenenti al comparto”.  Franco Maccari, Segretario generale del Coisp, Sindacato indipendente di Polizia, commenta così una giornata particolarmente ricca di impegni per il Sindacato, impegnato nella campagna di protesta “Ci hanno pugnalato alle spalle”. Fin dal primo luglio manifestazioni di ogni genere si stanno susseguendo nelle varie città italiane, suscitando la partecipazione di media e cittadinanza, e scatenando reazioni spesso “inconsulte” di quell’espressione istituzionale che si rifiuta di confrontarsi proficuamente con gli appartenenti alle Forze dell’ordine. Così i membri del Coisp si sono visti opporre prescrizioni e divieti sempre più bislacchi nel corso delle settimane, nel tentativo – del tutto vano – di impedire loro di esprimere la propria protesta.  “E’ veramente difficile descrivere quello che si prova a venire trattati così – conclude Maccari -, mentre si sta solamente tentando di chiedere ciò che ci spetta a chi dovrebbe tutelarci, proteggerci e valorizzarci. Chi ci governa vuole impedire la manifestazione del dissenso, senza rendersi conto che così le cose peggioreranno di minuto in minuto. Senza rendersi conto che chi è esasperato non si ferma”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Zanzare incubo degli italiani

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 Mag 2010

Il 41% degli italiani, oltre due su 5, confessa di “perdere la testa” alla semplice vista dell’insetto un tempo solo estivo e ora probabile per tutto l’anno. Lo rileva un’indagine condotta da Astra Ricerca per conto di Vape Foundation che ha riscontrato un fastidio crescente nei confronti degli insetti: in primis le zanzare, citate dall’89% del campione, seguono mosche (79%), formiche (76%) e vespe (45%). La maggior parte degli intervistati (57%) afferma inoltre di notare la presenza nelle proprie zone della zanzara tigre, soprattutto nelle grandi città di Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche e Veneto. La maggioranza dei cittadini lamenta principalmente arrossamenti e pruriti (75%), morsicature e punture (72%). In molti, tuttavia, ammettono ostilità verso l’insetto ormai sia notturno che diurno: il 62% dichiara irritazione e rabbia, il 47% disagio e disturbo, il 44% antipatia e odio, il 41% difficoltà nel dormire e nel lavorare. (fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Insieme per non dimenticare 2 agosto 1980

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 Mag 2009

Bologna 6 Maggio 2009 Ore 12.00 Via Polese,22 Conferenza Stampa “2 Agosto 1980 – 2 Agosto 2009. Sono già passati 29 anni da quel sabato, iniziato come un giorno di festa per le vacanze imminenti e poi trasformatosi in un incubo per la tranquilla città di Bologna e per tutto il nostro Paese: 85 morti e 200 feriti. In tutti questi anni Bologna non ha mai dimenticato e non ha fatto spegnere la fiamma che alimenta il ricordo per mantenere viva la Memoria in tutti noi e per poter raccontare alle nuove generazioni quello che successe quel giorno, quel vile attacco terroristico che sconvolse l’intera Nazione e che, da subito, vide la città di Bologna: “coinvolta in una gara spontanea di solidarietà… prodigandosi con esemplare slancio nelle operazioni di soccorso, contribuendo con la tempestività e l’efficienza a salvare dalla morte numerose vite umane?”come recita la motivazione del conferimento alla città di Bologna della Medaglia d’oro al Valore Civile. Ancora adesso, dopo tanti anni, il nostro Coordinamento con le sue molteplici attività ed iniziative rivolge il suo pensiero alle vittime ed ai loro familiari, ai feriti che ancora portano i segni, non solo nel corpo, ma nel cuore e nell’anima, e a chi sta loro accanto prodigandosi per cercare di alleviare, per quanto è possibile, le loro sofferenze: fisiche, psicologiche, morali e anche materiali, e a chi da quel giorno ha combattuto, e ancora combatte, con tenacia ed onestà, nel tentativo di far luce per trovare la vera e unica verità su questa strage. Certo la nostra attività nel corso degli anni ha avuto alterne fortune e alla guida del coordinamento si sono avvicendate diverse persone, sempre con l’intento di portare a conoscenza del più alto numero di cittadini questi fatti; perché conoscerli direttamente soprattutto da chi ne è stato coinvolto in prima persona può essere di miglior auspicio affinché non accadano più. Le nostre attività in ricordo del 2 agosto 1980 durano praticamente tutto l’anno: il giorno dopo l’anniversario si riparte per la programmazione dell’anno successivo.”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Veleno 10 storie per non dormire di AA.VV.

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 aprile 2009

A cura di Vincenzo Spasaro Veleno, ovvero la morte raffinata. Fredda, lucida, precisa. Vendicativa, sotterranea, autoinflitta, traditrice. Dieci varietà di veleno da inoculare nel lettore. Dieci maniere differenti di maneggiare l’incubo. I nuovi scrittori italiani del mistero e del sovrannaturale, della narrativa di suspense e dell’orrore, riuniti qui per voi e per le vostre notti insonni.  Nelle stanze d’ospedale, nei vicoli della città vecchia, sulle strade di campagna e dentro alle camere da letto si nasconde un orrore strisciante: si tratta solo di dargli forma. Trame appassionanti, sceneggiature complesse, colpi di scena: queste dieci penne velenose rappresentano probabilmente quanto di meglio il vero underground italiano sa offrire al lettore più smaliziato. Un veleno letale, doloroso ed emozionante. Tutto da leggere. Dieci storie per non dormire. Una questione di dosi. (Vincenzo Spasaro) I racconti e gli autori: Raffaele Serafini (Spirale), Fabio Lastrucci (Pozzanghere gelate), Rossella Anelli (Dolci sogni), Luca Barbieri (Ekaton), Lorenza Ghinelli (La babystter), Giovanni Buzi (La farfalla), Elena Vesnaver (Il mio cuore è nero), Gordiano Lupi (La villa dei lamenti), Maurizio Cometto (Via da Magniverne) e Marco Crescimbeni (Perché i topi non tornano). Pag.180 – Euro 15 – ISBN 978-88-7606-226-1

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »