Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 279

Posts Tagged ‘indigenti’

Olio Evo per indigenti: ad AGEA non piace italiano

Posted by fidest press agency su martedì, 11 agosto 2020

Ha dell’incredibile ma è pura realtà, da AGEA viene bandita un’asta a ribasso per l’acquisto di Olio Extravergine di Oliva con prezzo di partenza di € 3,20. Frantoi e produttori italiani di fatto esclusi dalla possibilità di aggiudicazione malgrado abbiano i magazzini pieni, ma vendere a meno della metà del costo di produzione significherebbe optare per l’eutanasia.Così dopo aver bandito aste per il Parmigiano Reggiano, per il prosciutto, per il Grana padano tutti rigorosamente DOP, assistiamo ad un omaggio verso chi saprà importare olio al minor prezzo, poco importa di quale qualità; la partita, destinata alle persone indigenti, certamente non vedrà olio EVO nazionale. Il prezzo di aggiudicazione dell’asta sarà presumibilmente intorno ai 2,5 € per litro, questo significa che calcolato il costo della bottiglia, del tappo, dell’etichetta, del confezionamento e del trasporto il contenuto avrà un costo confrontabile a quello del vetro della bottiglia.Vero che AGEA, tra le sue funzioni ha anche quella dell’acquisto di generi agroalimentari per persone in difficoltà, ma dovrebbe avere anche un occhio di attenzione verso frantoi e produttori italiani che con il covid-19 hanno visto ulteriormente diminuire le vendite ed aumentare le giacenze di magazzino, forse dare una mano a quel mondo fatto di migliaia di microimprese avrebbe avuto un peso in termini di conservazione dell’occupazione e di ripartenza. Prendiamo atto che così non è! Ci chiediamo, e chiediamo al Ministro dell’agricoltura, che cos’ha l’olio Evo ed i suoi produttori meno del Parmigiano, del Grana o del Prosciutto? Sono tutte eccellenze del nostro Paese e vanno tutelate come vanno tutelati i consumatori a cui queste derrate sono destinate, non ultimi vanno tutelati i nostri produttori. Quale qualità di EVO ci dobbiamo aspettare dal liquido verde, oggetto dell’asta AGEA, che costa quanto o forse meno del vetro? Perché dopo decine di scandali ancora non si affronta la questione dell’extravergine e si mette in sicurezza la nostra produzione? Per l’EVO probabilmente non siamo gli unici a vantare una produzione di eccellenza, ma sicuramente chiunque vanti una produzione di eccellenza non regala il frutto del proprio lavoro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento approva €3.5 miliardi in aiuti agli indigenti per il 2014-2020

Posted by fidest press agency su martedì, 25 febbraio 2014

BruxellesI cittadini più poveri dell’UE continueranno a poter contare sul Fondo europeo per gli aiuti agli indigenti (FEAD) per il periodo 2014-2020 per procurarsi cibo, assistenza di base e accesso ai servizi sociali, grazie a un accordo con il Consiglio approvato dal Parlamento martedì. I deputati sono riusciti a mantenere invariato il budget di € 3,5 miliardi e hanno assicurato che il fondo sarà operativo immediatamente.”Siamo riusciti a raggiungere i nostri obiettivi chiave in negoziati con la Commissione e gli Stati membri durati un anno, ossia l’aumento del budget da € 2,5 a € 3,5 miliardi di euro, per rafforzare il ruolo delle organizzazioni anti-povertà nella progettazione, gestione e monitoraggio del programma e per semplificare le procedure amministrative. Il nuovo programma FEAD che ora abbiamo concordato è la prima iniziativa europea specifica per aiutare le persone in situazione di privazione estrema, particolarmente per la povertà alimentare, per i senzatetto e per la povertà infantile in tutti gli Stati membri”, ha affermato il relatore Emer Costello (S & D, IE).

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cgil medici: diamo un futuro ai medici di Guardia

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2012

«Vogliamo superare la figura della guardia medica oggi nota, per avvalerci di questi medici a tempo pieno (38 ore) e per tutte le attività territoriali, portando il massimale a 1000 assistiti per tutti i medici di medicina generale». Così Fp Cgil Medici risponde alla Fimmg Ca convinta dell’inutilità della proposta Cgil di “mettere in soffitta” la Continuità assistenziale (cfr DoctorNews33 16 aprile). Una proposta che, invece, secondo Cgil «valorizza appieno la professionalità di tutti i medici che oggi fanno la guardia medica e crea il presupposto all’integrazione. Altrimenti» continua Cgil «che integrazione è, se rimangono sempre i medici di giorno e quelli, sfortunati, della notte. Con reddito peraltro inversamente proporzionale al disagio lavorativo». Il sindacato poi attacca esplicitamente la Fimmg accusata di «mostrare la corda sul piano del confronto delle idee». «I numeri prodotti sulla guardia medica» continua la nota Cgil «sono noti a tutti, ma non dicono che i medici siano soddisfatti di avere un doppio incarico (Assistenza Primaria e Guardia Medica) perché i pochi assistiti non gli consentono neanche di pagarsi le spese di mantenimento dell’ambulatorio di Ap. E questo mentre il 23,7% dei medici di AP straborda oltre i 1500 assistiti». Non solo, secondo Cgil i dati non dicono «che un medico costretto a lavorare solo 24 ore a settimana sia felice di ricercare altre attività collaterali per poter sopravvivere dignitosamente, che i pochi contributi Enpam che così versano gli daranno una pensione da indigenti» «Altro che far perdere il lavoro a qualcuno» conclude la nota «proponiamo esattamente il contrario. Far lavorare meglio tutti».(fonte doctornews33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma ventiquattromila gli indigenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 settembre 2010

Roma. A fronte di una recente indagine stilata dal Comune di Roma, sono circa ventiquattromila i senza tetto che vivono in stato di totale indigenza nel territorio capitolino. Dalle cifre dichiarate emerge un quadro pressoché preoccupante, in quanto la maggior parte dei barboni sopra dichiarati non hanno nessun mezzo di sostentamento. A esprimere un parere su tale situazione è Antonella Sassone, viceresponsabile romana dell’Italia dei Diritti: “Leggo di questa notizia con un certo disappunto. Roma si affaccia ad una stagione nuova di riforme ma è culturalmente impreparata, soprattutto nella classe dirigente che non ha idea di quello che succede tra la gente normale e che si occupa di “altro”.”L’indagine compiuta grazie al lavoro dell’anagrafe e di associazioni di volontariato e comunità religiose,  ha fatto presente inoltre che tra i senza fissa dimora, gli stranieri rappresentano comunque la percentuale più alta. Circa l’84%. Entrando nello specifico 17.000 sono quelli extracomunitari, 2.240 quelli comunitari. Quasi 4 mila sono invece gli italiani. Clochard a volte per scelta oppure vittime di circostanze sfortunate, come ad esempio  la perdita di lavoro, casa o famiglia. “Ventiquattromila persone non sono un numero – continua l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro –  sono una realtà che non possiamo permetterci di ignorare e che non può prescindere da un impegno concreto nell’attuazione di politiche sociali che dovrebbero essere una priorità di qualsiasi agenda politica. E’ necessario che la nostra città diventi più civile con chi è meno fortunato, senza buonismo ma con un po’ di buon senso”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Due milioni gli indigenti in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

“Welfare, per come lo intende il Governo, significa far vedere agli elettori  un mondo che non c’è  – questa la lapidaria dichiarazione di Barbara Del Fallo, viceresponsabile per le Politiche Sociali dell’Italia dei Valori, al momento della lettura dei dati pubblicati dall’Istat sui livelli di povertà in Italia. Dalle ultime rilevazioni emerge che le persone in condizione di povertà relativa ammontano a 2 milioni 657mila unità che globalmente rappresentano il 10,8% dei nuclei familiari del Bel Paese. In aumento deciso la povertà assoluta che coinvolge la fascia dei dipendenti, molto spesso operai e situati geograficamente nel meridione. “L’invito che l’Italia dei Diritti, da sempre schierata a favore delle fasce svantaggiate, evidenzia chiaramente è che questi dati non fotografano il non emerso, tutto ciò che rimane non visibile ai sensori dell’Istituto di Statistica, la considerazione puntuale di queste sacche profonde di sofferenza sociale andrebbe a tramutare in nero le rosee sibille tremontiane – continua l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro, che invita, inoltre la compagine governativa a cercare anche vie d’uscita tangibili per una classe politica caratterizzata da un atavico disinteresse alla visione della realtà – Il cittadino è sempre più solo, abbandonato dalla mancanza di servizi sociali, che, anche se marginalmente, potrebbero lenire la sofferenza che le famiglie stanno percependo”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata nazionale della colletta alimentare

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2009

Sabato 28 novembre si svolgerà in tutta Italia la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus e dalla Compagnia delle Opere – Opere Sociali. In quell’occasione sarà possibile aiutare concretamente i poveri del nostro Paese. Secondo un’indagine realizzata dalla Fondazione per la Sussidiarietà sono più di 3 milioni in Italia le persone che faticano ad acquistare cibo a sufficienza. In oltre 7.600 supermercati più di 100.000 volontari inviteranno le persone a donare alimenti non deperibili – preferibilmente olio, omogeneizzati e alimenti per l’infanzia, tonno e carne in scatola, pelati e legumi in scatola – che saranno distribuiti a circa 1,3 milioni di indigenti attraverso gli 8.000 enti convenzionati con la Rete Banco Alimentare (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.).  In occasione della “Colletta Alimentare” del 2008 oltre 5 milioni di italiani hanno donato 8.970 tonnellate di cibo per un valore economico di oltre 27.000.000 di euro. L’obiettivo di questa edizione della Colletta è quello di sensibilizzare ancora di più le persone a questo gesto di carità e alla condivisione dei bisogni di chi è in difficoltà.  Per introdurre al significato della Colletta Alimentare, viene proposta una frase che sottolinea il valore educativo dell’iniziativa: La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è resa possibile grazie alla collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini e la Società San Vincenzo De Paoli, e gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, del patrocinio del Segretariato Sociale della Rai e della Giornata Mondiale dell’Alimentazione.Per informazioni su quali punti vendita aderiscono all’iniziativa oppure su come dare la propria disponibilità per fare il volontario è possibile chiamare lo 02.896.584.50  oppure visitare il sito http://www.bancoalimentare.it

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi poveri a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2009

Per il responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti Marinelli “I nuovi poveri sono dei pericolosi ‘comunisti’ e sobillatori che probabilmente non leggono i sondaggi. Se li leggessero saprebbero bene come in epoca berlusconiana e sotto il principato di Alemanno le cose vadano oltremodo bene. Umorismo a parte, veramente c’è da chiedersi, di fronte a chi sta conducendo l’Italia verso il declino socio-politico, su come lavorino i sondaggisti, visto che oramai la povertà è palpabile”. Vittorio Marinelli, responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti, si esprime così a proposito dell’articolo pubblicato su un noto quotidiano e relativo al numero crescente di indigenti sul territorio romano. Sempre più famiglie, secondo la fonte, si rivolgerebbero ad associazioni di volontariato per il sostentamento. “Sembra che l’Italia sia ritornata, nei tempi dello sdoganamento di fascisti e nazisti, alle proprie radici indo-ariane, nel senso che il nostro Paese somiglia sempre più all’India. Solo in India, o nel Sud America del liberalismo selvaggio si vedono le disuguaglianze sociali verso cui l’Italia, e Roma in particolare, si sta avvicinando a passo di carica. La mia critica, pertanto – conclude l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro – va al sistema nel suo insieme.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »