Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘indiscrezioni’

Regione Sicilia: aria di rimpasto?

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2010

‘U Cumitatu Missinisi FNS nel merito delle indiscrezioni politico-giornalistiche legate ad un “rimpasto” dell’Esecutivo Lombardo, valuta quelli che ad oggi sono solo “rumors” comunque negativamente, dato che se queste indiscrezioni fossero confermate si tratterebbe, in buona sostanza, di una mera “rimodulazione” tutta interna alla logica vetusta della solita partitocrazia centralista. Sempre nelle more delle anticipazioni sembra che il “nuovo-vecchio” Esecutivo ponga come sua caratterizzazione l’abolizione delle province siciliane. Le stesse fonti di stampa che riportano le indiscrezioni lasciano intendere, apertis verbis, questa come una scelta tattica, tutta interna, allo scontro tra Lombardo e il cosiddetto PDL Lealista. I ben informati additano questa come una opzione, che se confermata e praticata, avrebbe come obiettivo, ripetiamo, il condizionale e d’obbligo, Giuseppe Castiglione, leader “lealista”(rispetto a Berlusconi) ed attuale Presidente della provincia di Catania e dell’Upi. Tutto ciò lascia presagire che anche nell’eventuale e ventilato “ Lombardo Quater” resterebbe centrale l’asse tra questo e Gianfranco Miccichè, leader del PDL Sicilia ( ci domandiamo: quale Sicilia?). Come elemento innovativo si preconizza poi, udite, udite… nientemeno che rientro dell’Udc nella maggioranza di Governo Regionale. Il tutto sembra con la benedizione, operosa ed operante, del PD, che appare più diviso sul come che non sul merito di questo “ritorno” dei casiniani. Ancora una volta la formula evocata è quella del romanesco “VOLEMOSE BENE” ricondotta ad un politicamente più corretto ‘un’alleanza con tutti quelli che ci stanno’. Noi come Indipendentisti Progressisti du Cumitatu Missinisi du Frunti Nazziunali Sicilianu – “Sicilia Indipinnenti” valutiamo, se realmente si realizzasse questo scenario, tutto ciò come l’ennesima comprova della autoreferenzialità di questa classe politica che mentre la Sicilia , i Siciliani si dibattono tra mille problemi primi tra tutti mancanza di lavoro, dismissioni industriali palesi o camuffate ( Keller, SicilFiat, Cantieri Navali ecc…) montante povertà, presenza della cancrena mafiosa trovano solo il modo di rimodulare gli equilibri bizantini tutti interni al loro rodato, quanto inefficiente, sistema di relazioni politiche. Quanto sembra debba ripetersi a breve con la riedizione del “ Lombardo Quater”è la prova che aveva visto bene la Segreteria Nazionale F.N.S. nello stigmatizzare qualunque forma di incontro e/o cointeressenza con questa classe politica seppure, in taluni suoi settori, nominalmente autodefinentesi autonomista. Gli Indipendentisti Messinesi che si riconoscono solo nelle posizioni politiche ed organizzative du F.N.S. ribadiscono la loro netta, chiara opposizione, democratica e pacifica, a questo modello e si collocano oggi, con tutto F.N.S., come unica eticamente e politicamente, credibile OPPOSIZIONE ai fautori del Quat(t)er Quat(t)er…

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Influenza A e schizofrenia italiana

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2009

Parlare di schizofrenia e’ il minimo nel verificare come si sta affrontando la questione dell’influenza A. Sicuramente la malattia piu’ mediaticamente sponsorizzata di questi ultimi anni con una sproporzione gigantesca tra pericolo reale, opinioni, sollecitazioni, indiscrezioni, azioni e inerzia. Tutto questo per un’influenza che di per se’ non e’ mortale, di cui si conosce gia’ il vaccino e che neanche lontanamente si ipotizza che potra’ essere mortale come per gli ottomila dell’anno scorso dei ceppi influenzali abituali. L’inerzia, pero’, ha un dominatore assoluto: lo Stato, nei panni del suo ministero che dovrebbe occuparsene, il Welfare (facente funzioni da ministero della Salute). Ad oggi non c’e’ un decreto che dia indicazioni su tempi e metodo di intervento. Decreto supplito da dichiarazioni piu’ o meno estemporanee del viceministro ad hoc, Ferruccio Fazio, e da altrettanta estemporaneita’ del ministro in carica, Maurizio Sacconi; nonche’ da idee di chiudere le scuole o prolungare le vacanze di Natale, nonche di non baciare le statue di santi e madonne… Questo mentre Paesi come Usa, Germania e Francia sono gia’ pronti. Alcune Regioni stanno gia’ facendo per conto loro e si dichiarano piu’ o meno pronte. Per capire l’aspetto pratico della nostra quotidianita’, valga un esempio: se preoccupati per il proprio bimbo, si va a chiedere al pediatra dell’Asl, non essendo il bimbo un soggetto a rischio (per il quale il vaccino dicono che dovrebbe essere disponibile a meta’ ottobre), ci viene detto che forse potra’ essere vaccinato a fine gennaio… quando cioe’ l’influenza avra’ raggiunto il suo picco e quindi la somministrazione sara’ praticamente inutile. Il Parlamento, per quanto abbia poteri quasi vicino a zero per intervenire, e’ ancora in vacanza. I politici, inclusi quelli dell’Esecutivo, sono tutti sguinzagliati a dettar proclami nelle varie feste di partito, mentre chi dovrebbe stimolare il Governo, l’opposizione, sembra piu’ concentrata sull’elezione del proprio segretario. E mentre e’ in atto la mega campagna per far ingrassare i profitti dei produttori di vaccini, un consiglio per chi non si sente sicuro e non ha la propria Regione pronta: vaccinatevi nella Regione accanto e, visto che c’e’ l’Ue, provate anche in un Paese comunitario. Sancendo cosi’, la morte del SSN, cioè del Servizio sanitario nazionale. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »