Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘individualismo’

L’Io e le sue cure

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2010

Parma 25 febbraio, a partire dalle ore 10, presso l’Aula K4 (via D’Azeglio 85), si terrà il workshop “L’Io e le sue cure. Harry G. Frankfurt e la Filosofia Pratica”, promosso dal Dipartimento di Filosofia dell’Ateneo, da SFI – Sezione di Parma, da “La Società degli individui” e da “La Ginestra – Associazione culturale per un individualismo solidale”. L’evento avrà inizio con i saluti della Prof.ssa Beatrice Centi, Direttore del Dipartimento di Filosofia. Moderatori dell’incontro saranno il Prof. Ferruccio Andolfi e il Prof. Italo Testa, del Dipartimento di Filosofia.  Parteciperanno in qualità di relatori il Prof. Eugenio Lecaldano, il Prof. Luca Fonnesu, il Prof. Volker Kaul, il Prof. Lorenzo Greco, il Prof. Alessandro Ferrara, il Prof. Marco Santambrogio, il Prof. Sergio Filippo Magni, il Prof. Domenico Mancuso e il Prof. Gianfranco Pellegrino.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Punto famiglia: ricomincio da te

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

Ricominciare dai figli, dai legami familiari e dalla insostituibile vocazione educativa dei genitori per rispondere a quello che Papa Benedetto XVI ha definito “emergenza educativa”. A partire da questo input la rivista di tematiche familiari Punto Famiglia ha cercato di far luce sul valore del compito educativo che si configura come una delle questioni più importanti che l’intera società è attualmente chiamata ad affrontare. Il dossier pubblicato su Punto Famiglia si sviluppa a partire dall’attenta analisi di Davide Guarnieri, presidente nazionale dell’Associazione Genitori, sullo status delle famiglie italiane. Guarnieri avverte: “Forse la sfida più impegnativa è di tipo culturale ed educativo, ed è causata dalla forte crescita dell’individualismo, con la conseguente disgregazione dei rapporti”. Don Silvio Longobardi, direttore editoriale di Punto Famiglia, fa invece emergere il senso dell’educare in una cultura pervasa dal relativismo. A questo proposito don Longobardi afferma: “se non esiste verità chiara e definita, se non possiamo individuare valori assoluti, che vuol dire educare?” . Il dossier, inoltre, raccoglie esperienze e spunti per la riflessione su come accogliere e maturare il compito educativo all’interno della propria famiglia. Ogni inizio anno Punto Famiglia propone interessanti novità sul piano editoriale. Sono state infatti introdotte nuove rubriche e ampi spazi dedicati all’approfondimento e ai suggerimenti degli esperti che collaborano con la rivista. Fra le novità spiccano le schede educative, questo mese con un focus sul gioco, e lo spazio dedicato al tour della rivista fra le diocesi italiane che lavorano attivamente per una pastorale familiare dinamica e vicina ai bisogni delle famiglie.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per un individualismo solidale

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 settembre 2009

Parma 15 settembre alle ore 10, presso la Casa della Musica in P.le San Francesco, si terrà il convegno “Per un individualismo solidale”. E’ organizzato dall’Associazione Culturale La ginestra e sostenuto dal Dipartimento di Filosofia dell’Ateneo e dall’ Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, ruoterà intorno a quelle teorie, costruite da filosofi e pensatori sociali, in cui la coesione della società non confligge, ma anzi va di pari passo con la cura di sé di individui emancipati. Grazie alla pubblicazione di testi di autori classici e contemporanei, l’esistenza di una tradizione di “individualismo solidale” è documentata dalla collana La ginestra, edita da Diabasis con il contributo di Fondazione Cariparma. La pubblicazioni degli ultimi due volumi di questa serie – una raccolta di scritti di Agnes Heller (La bellezza della persona buona) e una scelta di saggi del filosofo americano Harry Frankfurt, Catturati dall’amore – costituisce l’occasione dell’incontro. La giornata si aprirà con i saluti di Alberto Siclari, Direttore del Dipartimento di Filosofia dell’Ateneo di Parma, Luca Sommi, Assessore alla Cultura del Comune di Parma e Alessandro Scansani, in rappresentanza della casa editrice Diabasis. A seguire, l’intervento introduttivo di Ferruccio Andolfi, direttore insieme a Italo Testa della collana, e le relazioni di Roberto Escobar (L’aristocrazia degli uguali) e Stefano Petrucciani (Individualismo e socialismo). Seguiranno gli interventi di Loredana Sciolla (Individualizzazione e appartenenze) e Vittorio Gallese (Le basi neurofisiologiche dell’intersoggettività).
I lavori riprenderanno nel pomeriggio, alle ore 15, con le comunicazioni di Laura Boella (Prossimità, lontananza, somiglianza, estraneità: esercizi di empatia e di simpatia) e di Silvia Vegetti Finzi (La cura degli altri e la cura di sé nelle relazioni familiari). Dopo una breve pausa, è prevista una tavola rotonda, coordinata da Italo Testa, sul duplice ruolo degli individui nella società contemporanea: oppositori ai condizionamenti sociali, ma anche creatori, con le loro azioni, di inedite unioni solidali. Il tema verrà affrontato in riferimento ai territori della società contemporanea in cui sembrano urgenti forme di resistenza individuale e rinnovati sentimenti di appartenenza (relazioni familiari, comunità religiose, partecipazione politica, media, questioni bioetiche, conflitti di lavoro). Interverranno: Rino Genovese (filosofo), Carmen Leccardi (sociologa), Maurizio Mori (bioeticista), Stefano Petrucciani (filosofo politico), Giuseppe La Pietra (pastore metodista) e Silvia Vegetti Finzi (psicologa). Per le ore 18 è prevista la chiusura dei lavori.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il vivere sociale ed asociale

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2009

In un dibattito di questi giorni avviato dal Centri studi della Fidest è emerso questo aspetto sempre più evidente, per quanto contraddittorio, tra chi si identifica nella comunità e cerca di viverla immedesimandosi in essa e chi la respinge sdegnosamente ed anche in forma arrogante. Il tema è d’attualità. Il sociologo polacco Zygmund Barman in un suo lavoro titolato la “modernità liquida” ne ha fatto oggetto di attenta osservazione ed ha lanciato un inquietante avvertimento: “Attenti o faremo la fine dei topi di Hamelin”. In pratica egli esteriorizza il problema di fondo affermando che la società deve farsi una convinzione che è quella che si cresce tutti insieme. In difetto, se ciascuno va per conto suo, si va verso la rovina. Ed accadrà proprio come i topi di Hamelin: inseguendo la sirena di un individualismo esasperato, preoccupato solo di se stesso, capace solo di autolalimentarsi si chiuderà per sempre il capito dell’uomo sociale, della civiltà tale in quanto condivisa e compartecipe.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »