Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘individui’

Programmi Executive per individui e imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Milano E’ un’offerta formativa di altissimo livello quella che la School of Management del Politecnico di Milano dedica agli executive. A sancirlo, ancora una volta, sono i ranking 2019 del Financial Times sull’Executive Education, pubblicati oggi, che vedono la Business School tra le 80 migliori del mondo e tra le prime Scuole che appartengono a Università europee “tecniche”, cioè con uno specifico focus su ingegneria e tecnologia e quindi capaci di unire la propensione all’innovazione alle competenze di management.
Il quotidiano economico inglese stila due differenti ranking relativi all’offerta per executive. Uno riguarda i programmi ‘custom’, cioè quelli ideati appositamente per le specifiche esigenze delle aziende ed erogati alle loro persone, manager, quadri o impiegati ad alto potenziale: la School of Management del Politecnico di Milano vi compare per il nono anno consecutivo nonostante la lista degli ammessi al ranking si sia ridotta di 10 posizioni, migliorando la propria performance.
L’altro invece è relativo ai programmi ‘open’, cioè rivolti a manager e professionisti che scelgono individualmente il proprio percorso formativo e di crescita all’interno delle proposte della Management Academy di MIP. La SoM è entrata nel ranking per la prima volta due anni fa e oggi si posiziona nella “top ten” delle Università tecniche d’Europa.
I parametri che contribuiscono alla valutazione sono numerosi (ad esempio la relazione con le imprese per la progettazione e valutazione del percorso formativo, o l’internazionalizzazione della faculty) e si basano sul giudizio diretto dei partecipanti, oltre su quello dei CEO e dei Direttori HR delle aziende che hanno fruito della formazione. La School of Management quest’anno si distingue in particolare per il livello delle partnership con altre business school.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cos’è la libertà?

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 gennaio 2013

Spesso abbiamo equivocato intorno a questa parola. Abbiamo, a volte, esteso il concetto nella forma che più ci faceva comodo scegliendo la strada che ci ha portato a una libertà “personale” sovente conflittuale con quella del nostro vicino. Se-condo un concetto anglosassone la libertà dell’indi-viduo finisce là dove incomincia quella degli altri. Non è un modo per “imprigionare” la libertà ma per dare a essa una misura entro la quale far convivere tutti i vari segmenti di libertà che percorrono la retta comune di vita delle generazioni presenti in un dato momento storico della nostra esistenza. La libertà è come una misura che regge la sua dimensione solo se le conferiamo un attributo pluralista. In altri termini il concetto di libertà resta relativo se la vogliamo stimare nel suo significato più esaustivo.
E’ la somma di tutte le libertà che riusciamo a conferire a un popolo nel suo insieme e al genere umano nel suo complesso.
Libertà, quindi, individuali e collettive che s’intersecano e si completano a vicenda. E’ una sorta di libertà di vivere in una casa senza dimenticare il nostro vicino di porta e che la sua libertà è altrettanto importante quanto la nostra e rispettando quella altrui si rende un buon servizio alla propria.
Se questa “cultura della libertà” diventasse patrimonio di un insegnamento scolastico, di una pratica di vita coerente da parte degli adulti, noi ci troveremmo con l’idea di una libertà non travisata e, quel che è peggio, travisabile in senso pro domo mea.
Ed essere educati a questo genere di libertà-rispetto è un indubbio modo per crescere e far prosperare il senso della vita in comune. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libertà contro oppressione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 gennaio 2011

Catania 19 gennaio 2011 ore 11,00 – presso la Basilica di S. Nicolò ( piazza Dante) – si terrà la COMMEMORAZIONE per Jan Palach, eroe cecoslovacco, conosciuto in tutto il mondo come il simbolo della resistenza anti-sovietica nel suo paese. Il gesto di Palach che, per protesta contro il regime repressivo dell’Unione Sovietica nel suo paese, si tolse la vita, dandosi fuoco il 19 gennaio 1969, è ancora vivo nella memoria collettiva. Il suo grido di dolore è considerato ancora oggi un atto supremo di coraggio contro ogni tipo di oppressione verso libertà degli individui. L’associazione Alleanza Universitaria, ricordando la tragica fine dell’eroe cecoslovacco, ha organizzato la commemorazione in suo onore, con l’intento di sottolineare, anche ai nostri giorni, l’importanza della libertà, quale valore fondamentale nella vita di ogni individuo.  Durante la commemorazione sarà previsto un minuto di silenzio , la deposizione di una corona di fiori davanti la lapide in onore di Palach, presso la Basilica di San Nicolò, e l’affissione di un manifesto sull’importanza della libertà contro ogni tipo di oppressione.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il potere agli individui

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2009

La maggiore insidia per la collettività deriva dal rischio di una instaurazione di un rapporto di tipo clientelare come unica risorsa per uscire dall’individualismo e dall’isolamento. Questo pericolo è messo in evidenza da Pasquino il quale, in proposito, afferma: “tutte le relazioni clientelari minano alle radici la possibilità che l’eletto (o eligendo) e i suoi potenziali elettori abbiano, acquisiscano, mostrino qualsiasi senso civico e dello stato e qualsiasi senso di partecipazione ad un’impresa collettiva, solidale di cambiamento e di miglioramento… Inoltre il clientelismo indebolisce, ovvero, meglio, impedisce l’affermazione di organizzazioni politiche, come i partiti, fondate su solidarietà, progetti, assunzione collettiva di responsabilità, impegno orientato al futuro, e non su scambi personalistici e di immediato godimento. Dove il clientelismo è forte e radicato i partiti, sono, di conseguenza e inevitabilmente, organizzazioni deboli, permeabili, personalistiche, e tali rimangono, oppure sono partiti attraversati da correnti, più o meno durature, che incapsulano settori di elettorato e stabiliscono legami diretti con gruppi potenti…. E in effetti, non soltanto i sondaggi italiani, ma più in generale, le riflessioni letterarie, cinematografiche, etnografiche, accademiche di vari periodi concordavano nella generale identificazione di una cultura politica e civica di massa arretrata, con venature di qualunquismo autoritario, con forti propensioni familistiche, che aveva radici profonde e diffuse” (G.Pasquino, Il sistema politico italiano, Bonomia University Press, Bologna).

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »