Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Posts Tagged ‘inedito’

Bando XIX edizione Premio InediTO – Colline di Torino 2020

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 novembre 2019

Il Premio InediTO – Colline di Torino compie diciannove anni e la nuova edizione sarà graficamente ispirata alla questione ambientale e all’emergenza climatica che hanno sensibilizzato le nuove generazioni, accogliendo per la prima volta le opere per l’infanzia. Il concorso letterario, punto di riferimento in Italia tra quelli dedicati alle opere inedite (il cui bando consultabile sul sito http://www.premioinedito.it scadrà il 31 gennaio 2020), ha l’obiettivo di premiare autori più o meno affermati ed esordienti, di ogni età e nazionalità, accompagnandoli nel mondo dell’editoria e dello spettacolo. Ed è l’unico nel suo genere a rivolgersi a tutte le forme di scrittura (poesia, narrativa, saggistica, teatro, cinema e musica), in lingua italiana e a tema libero. Grazie al montepremi di 7.000 euro i vincitori delle sezioni Poesia, Narrativa-Romanzo, Narrativa-Racconto e Saggistica ricevono un contributo destinato alla pubblicazione e/o alla promozione con editori qualificati, mentre i vincitori delle sezioni Testo Teatrale, Cinematografico e Canzone un contributo per la messa in scena, lo sviluppo della produzione, la diffusione radiofonica e sul web. Inoltre, vengono assegnate menzioni agli autori promettenti, segnalazioni e i premi speciali “InediTO Young”, “Borgate Dal Vivo”, “Alexander Langer”, “Giovanni Arpino”, “European Land” e “InediTO RitrovaTO”. Con InediTO gli autori premiati non vengono abbandonati al loro destino: attraverso il premio si partecipa a rassegne, festival, fiere e si può ambire a vincere altri concorsi, come testimoniato dai tanti autori lanciati in queste edizioni.Il concorso talent scout, organizzato dall’associazione culturale Il Camaleonte di Chieri (TO) e diretto dallo scrittore e cantante jazz Valerio Vigliaturo, ha coinvolto in questi anni migliaia di iscritti da tutta Italia e dall’estero (Usa, Europa, Australia, Asia), a conferma anche della dimensione internazionale acquisita. Il prestigio è caratterizzato dalla qualità delle opere premiate, dal riscontro dei media e dalle personalità che hanno formato il Comitato d’Onore e che hanno ricoperto il ruolo di presidenti e di giurati (tra i quali Paola Mastrocola, Umberto Piersanti, Luca Bianchini, Andrea Bajani, Aurelio Picca, Davide Ferrario, Paolo Di Paolo, Davide Rondoni, Cristiano Godano e Morgan). La Giuria, caratterizzata sempre di più dalla presenza femminile, sarà presieduta anche per questa edizione dalla scrittrice Margherita Oggero e formata da: Maurizio Cucchi, Maria Grazia Calandrone, Enrica Tesio, Raffaele Riba, Marco Lupo, Gaia Rayneri, Michela Marzano, Leonardo Caffo, Tindaro Granata, Emiliano Bronzino, Lisa Nur Sultan, Fabio Natale, Dario Salvatori, Teresa De Sio, nonché dai vincitori della passata edizione. La presentazione dei finalisti e delle ultime opere pubblicate attraverso il concorso si terrà nuovamente a maggio all’Arena Piemonte del Salone del Libro di Torino, e sarà seguita dalla premiazione che si svolgerà a fine maggio attraverso la consegna dei premi e un reading dedicato alle opere dei vincitori, con il coinvolgimento di ospiti illustri (tra i quali hanno partecipato alle scorse edizioni Giorgio Conte, Franco Branciaroli, Eugenio Finardi, David Riondino, Francesco Baccini, Alessandro Haber, Laura Curino, Gipo Farassino, Arturo Brachetti, David Riondino, Red Ronnie e Lella Costa).Il premio è inserito da diverse edizioni nella manifestazione Il Maggio dei libri promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e ottiene il contributo della Regione Piemonte, del Consiglio regionale del Piemonte e delle città di Chieri e Moncalieri, il patrocinio della Città Metropolitana di Torino, delle città di Torino, Rivoli, Chivasso, e da questa edizione dell’ANCI Piemonte, il sostegno della Camera di commercio di Torino, la sponsorizzazione di Amiat Gruppo Iren e Aurora Penne. I partner sono il Premio Lunezia, il Festival di Poesia “Parole Spalancate” di Genova, il M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza, il Centro di Poesia Contemporanea di Bologna, Film Commission Torino Piemonte, il Festival di Letteratura “I luoghi delle parole” di Chivasso (TO), il Festival “Borgate dal Vivo”, l’Officina della Scrittura di Torino, l’agenzia L’Altoparlante, l’associazione Tedacà, l’UJCE (Unione Giornalisti e Comunicatori Europei), il concorso Incipit Offresi, nonché da questa edizione la casa di produzione Indyca, l’associazione Piemonte Movie, l’Etnabook Festival di Catania, il Festival delle Colline Torinesi e il Festival della Cultura Mediterranea di Imperia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’inedito: cinema Kosovaro

Posted by fidest press agency su domenica, 16 dicembre 2018

Milano Mercoledì 19 dicembre ore 17 MIC – Museo Interattivo del Cinema Viale Fulvio Testi 121 incontro organizzato in collaborazione con Consolato Generale della Repubblica del Kosovo a Milano, Consolato Generale della Repubblica d’Albania a Milano e Fondazione Ibrahim Kodra Swiss Foundation. Presenti in sala il Console Generale della Repubblica del Kosovo a Milano Adrian Andreja, il Console Generale Albanese Sig.ra Anila Pojani e la direttrice della Fondazione Kodra Sig.ra Maria Pacolli. Dopo un incontro in cui gli invitati rifletteranno sul cinema Kosovaro, si terrà la proiezione del cortometraggio Shok (2015) di Jamie Donoughue, candidato al Premio Oscar 2015 come Miglior Cortometraggio e tratto da una storia vera, la profonda amicizia fra due ragazzini che vivono il dramma della guerra in Kosovo mentre il loro paese è occupato dalla Serbia. Seguirà la proiezione di Vergine giurata (2015) di Laura Bispuri, liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Elvira Dones, che racconta la storia di Hana, orfana albanese, che si trova a dover fare i conti con la cultura arcaica del luogo e a dover compiere una scelta drastica. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inedito dipinto del primo Cinquecento raffigurante la Madonna con il Bambino Gesù

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 aprile 2018

Torino Venerdì 11 maggio 2018 – ore 12.00 (dal 12 maggio – 16 luglio 2018) Palazzo Madama – Camera delle Guardie Piazza Castello presentazione di un inedito dipinto del primo Cinquecento raffigurante la Madonna con il Bambino Gesù. L’opera viene esposta in anteprima assoluta al pubblico dopo un lungo e complesso restauro promosso dalla Fabbrica di San Pietro col sostegno di Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking.
Il dipinto è un olio su tavola e fu commissionato nel gennaio del 1519 a un “Dipintore”, del quale purtroppo non è tramandato il nome e per il quale non c’è al momento un’attribuzione sicura. Conosciamo, invece, il committente, la moglie di tal Pietro Pedreto, che fece realizzare il dipinto per la chiesa di San Giacomo Scossacavalli in Roma. L’edificio sorgeva nei pressi della basilica vaticana, ma fu demolito nel 1937, insieme a tutte le case circostanti della cosiddetta “Spina di Borgo”, per realizzare la monumentale Via della Conciliazione che dal Tevere conduce a Piazza San Pietro.In seguito alla demolizione della chiesa di San Giacomo, il dipinto fu trasferito nei depositi della Fabbrica di San Pietro e abbiamo notizia di primi tentativi di restauro nel XVII e poi nel XVIII secolo. Solo nel 2016 venne avviato il non facile restauro, affidando l’incarico a due valenti professionisti romani: Lorenza D’Alessandro per la parte pittorica e Giorgio Capriotti per il supporto ligneo. L’intervento è stato lungo e impegnativo, perché il dipinto era fortemente danneggiato, soprattutto sul busto della Vergine e nella metà inferiore, con cadute irreversibili di colore dovute molto probabilmente all’immersione nell’acqua del Tevere che era straripato allagando tutta la chiesa all’antivigilia di Natale del 1598. Le cronache raccontano che l’acqua si arrestò improvvisamente sotto le labbra della Vergine, lasciando il segno della piena. Quella storica traccia si può ancora riconoscere in una scura linea orizzontale che attraversa il dipinto, e il danno è ancora più evidente nella parte inferiore, dove la pittura è andata totalmente perduta.Nell’allestimento ideato per Palazzo Madama dall’architetto Roberto Pulitani, del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, oltre al dipinto vengono presentate riproduzioni di fotografie e documenti che descrivono non solo il complesso intervento di restauro in tutte le sue fasi, ma anche la storia della chiesa andata distrutta e del contesto urbanistico ove essa sorgeva.La chiesa di San Giacomo era infatti sede dell’Arciconfraternita del Santissimo Corpo di Cristo, che ebbe come confratelli più di venti cardinali – tra i quali i futuri papi Innocenzo IX e Paolo V – e numerose alte cariche della curia romana, con personaggi illustri come Domenico Fontana e Pierluigi da Palestrina. Il restaurato dipinto della Madonna col bambino era allocato sopra l’altare della prima cappella a destra entrando. Qui certamente lo vide Raffaello, che abitava in un palazzetto di fronte a questa chiesa, e anche il pittore Perin del Vaga, che dimorò anch’egli in Borgo Nuovo in una casa vicino all’abitazione del maestro urbinate, del quale fu allievo e collaboratore. Nel 1521 un anonimo artista di Parma realizzò per la Madonna di Scossacavalli un tabernacolo, che serviva anche da “macchina processionale” quando la venerata immagine mariana veniva solennemente portata in processione, come nell’anno 1522 per scongiurare la peste che aveva colpito la popolazione di Roma. Nella cappella ad essa dedicata, detta anche “Cappella della Beata Vergine delle donne”, il dipinto fu oggetto d’intensa devozione, testimoniata sulla tavola dalla presenza di numerosi fori e abrasioni dovuti alla pratica devozionale di fissare con chiodi corone, collane, gioielli ed ex voto.
La mostra di Palazzo Madama costituisce un’occasione unica e irripetibile per ammirare il dipinto, prima che torni definitivamente in Vaticano, nel mese che per la religione cattolica è tradizionalmente dedicato alla Madonna. Dal Medio Evo a oggi, maggio è il mese della primavera e delle rose, fiore mistico, dedicato alla Santissima Vergine, a Torino particolarmente venerata nell’icona di Maria Consolata, patrona della Città insieme a San Giovanni Battista. La mostra rappresenta dunque un appuntamento imperdibile non solo per gli appassionati di arte, ma anche per tutti i devoti che a Torino avranno l’opportunità di conoscere la storia di questa straordinaria icona.
Orario: lun-dom 10.00-18.00, chiuso il martedì. La biglietteria chiude 1 ora prima

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dall’Eden alla Terza Guerra Mondiale: Un inedito di Amintore Fanfani

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 febbraio 2017

Roma Martedì 21 Febbraio 2017, ore 16:00 Biblioteca del Senato, Sala degli Atti Parlamentari Piazza della Minerva 38. Presentazione dell’inedito di Amintore Fanfani a cura di Monika Poettinger (Edizioni Polistampa). Interventi di Flavia Piccoli Nardelli, Piero Roggi, Gian Cesare Romagnoli, Mario Taccolini, Carlo Maria Travaglini. Organizzazione a cura dell’Università di Firenze, dell’Università Roma Tre (Dipartimento di Studi aziendali e Dipartimento di Scienze Politiche), dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e dell’Istituto Sturzo Biblioteca del Senato.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C’è tempo fino al 31 gennaio 2017 per iscriversi alla XVI edizione del Premio InediTO – Colline di Torino

Posted by fidest press agency su sabato, 21 gennaio 2017

inedito1ineditoE’ il concorso letterario punto di riferimento in Italia tra quelli dedicati alle opere inedite in lingua italiana, a tema libero e per ogni età, organizzato dall’Associazione Il Camaleonte di Chieri (TO). Il premio si pone l’obiettivo di scoprire e valorizzare nuovi autori più o meno esordienti e professionisti, ed è l’unico nel suo genere a rivolgersi a tutte le forme di scrittura (narrativa, poesia, teatro, cinema e musica), dando la possibilità ai vincitori, grazie a un ricco montepremi (aumentato a 6.500 euro senza incidere sulla quota d’iscrizione), di essere ospitati in festival e rassegne, di promuovere le loro opere attraverso reading teatrali, produzioni cinematografiche, diffusioni radiofoniche e, relativamente alle sezioni Poesia, Narrativa-Romanzo e Narrativa-Racconto, di pubblicarle attraverso il coinvolgimento di editori qualificati e della neo casa editrice Il Camaleonte Edizioni collegata al premio. In questi anni hanno aderito alla pubblicazione, tra gli altri, gli editori Ladolfi, Raffaelli, La Vita Felice, Anordest, Fernandel, CartaCanta e LietoColle (mentre sono stati interessati, tra gli altri, Giunti, Sperling & Kupfer, Longanesi, Neri Pozza, Sellerio, Marcos y Marcos, Adelphi, Bompiani, Del Vecchio, Einaudi, Mondadori, Minimum Fax).Da questa edizione l’importante competizione letteraria apre i suoi orizzonti anche ai territori delle Langhe e la Città di Alba per la prima volta patrocina l’iniziativa. Il rapporto tra le colline di Torino e le Langhe, diventate di recente patrimonio UNESCO, è rievocato attraverso i romanzi di Cesare Pavese “Tre donne sole”, “La bella estate” e “Il diavolo sulle Colline” e soprattutto “La Casa in Collina” ambientato in parte nel Collegio Trevisio, l’ex Convento di S. Filippo di Chieri, dove il protagonista Corrado si rifugia in seguito ai bombardamenti. Lo stesso Pavese vi insegnò sotto falso nome in seguito all’armistizio del 1943 e alla conseguente fuga da Torino. Nello stesso edifico, diventato poi Seminario Arcivescovile, dove un altro grande personaggio, Don Bosco, visse come seminarista dal 1835 al 1841 durante il suo soggiorno a Chieri negli anni della maturazione della vocazione religiosa.Il prestigio del concorso talent scout e traghettatore verso il mondo dell’editoria è cresciuto di anno in anno, testimoniato dal numero sempre crescente di iscritti da tutta Italia e dall’estero (Usa, Europa, Australia, Asia), dalla qualità delle opere premiate, dal riscontro dei media e dalle personalità che hanno ricoperto il ruolo di presidenti e di membri della giuria (tra i quali Umberto Piersanti, Luca Bianchini, Paola Mastrocola, Andrea Bajani, Davide Ferrario e Morgan). Il Premio è diretto da Valerio Vigliaturo, presidente dell’associazione Il Camaleonte, mentre faranno parte della giuria presieduta dal poeta e scrittore Davide Rondoni: Alessandro Defilippi, Michele Di Mauro, Valter Malosti, Antonio Vandoni, Zibba, Davide Longo, Elena Varvello, Gianluca e Massimiliano De Serio, Matteo Bernardini, Valentina Diana, Gianfranco Lauretano, e i vincitori della scorsa edizione.InediTO è inserito da diversi anni nell’ambito della manifestazione Il Maggio dei libri promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e ottiene il contributo della Regione Piemonte e della Città di Chieri, il patrocinio della Città Metropolitana di Torino, delle città di Torino, Moncalieri, Chivasso e Alba (CN). Mentre è sostenuto dalla Fondazione CRT, da Legacoop Piemonte, e riceve il patrocinio della Camera di Commercio Torino nonché la sponsorizzazione di Aurora Penne per il premio speciale “InediTO Young”. I partner del concorso sono il M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza, la Film Commission Torino Piemonte, le Biblioteche Civiche Torinesi, il Centro di Poesia Contemporanea di Bologna, il portale http://www.bookingpiemonte.it, i festival letterari I luoghi delle parole di Chivasso (TO) e Parole Spalancate di Genova, il portale di lettura in streaming gratuita «Yeerida» e l’agenzia L’Altoparlante. Media partner sono le riviste «Leggere Tutti», «Torino Magazine», «News Spettacolo», la web radio «RadioLibri», l’emittente «Radio GRP» e il giornale online «Quotidiano Piemontese». Inoltre, InediTO è gemellato con il concorso letterario U.G.I. (Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini, cui sarà devoluto parte del ricavato delle iscrizioni).La premiazione si terrà a maggio in occasione del Salone del Libro di Torino, a Casa Martini di Pessione-Chieri, storica sede della Martini & Rossi, con il coinvolgimento delle città aderenti all’iniziativa e di ospiti illustri (tra i quali hanno partecipato nelle scorse edizioni Franco Branciaroli, Alessandro Haber, Francesco Baccini, Rita Marcotulli, Arturo Brachetti, Giorgio Conte, David Riondino, Laura Curino, Marc Augè, Red Ronnie, Andrea Vitali). (foto: inedito)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio InediTO – Colline di Torino 2016

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2015

morganSarà un’edizione speciale, la quindicesima del Premio InediTO – Colline di Torino 2016 che, per festeggiare la ricorrenza, ha coinvolto all’interno della giuria uno dei più geniali ed estroversi artisti italiani, MORGAN. Punto di riferimento in Italia tra i concorsi letterari nazionali per opere inedite, in occasione di questo importante traguardo, InediTO si è regalato anche una nuova veste grafica attraverso il sito http://www.premioinedito.it dedicato esclusivamente al premio. Il concorso talent-scout, il cui bando scadrà il 31 gennaio 2016, sarà nuovamente presieduto dal poeta DAVIDE RONDONI e diretto dallo scrittore e cantante jazz Valerio Vigliaturo, presidente dell’associazione culturale Il Camaleonte di Chieri (TO) organizzatrice, mentre affiancheranno Morgan in giuria, tra gli altri, Aurelio Picca, Antonio Riccardi, Davide Longo, Margherita Oggero, Diego Casale, Gianluca e Massimiliano De Serio, Michele Di Mauro, Antonella Frontani, Luca Ragagnin. Novità di quest’edizione il coinvolgimento, oltre che delle città di Torino, Chieri e Santena, di Moncalieri e Chivasso, e le neo collaborazioni con il festival letterario I luoghi delle parole di Chivasso e il festival internazionale di poesia Parole Spalancate di Genova, il sistema delle Biblioteche Civiche Torinesi, il portale ufficiale di prenotazioni della Regione Piemonte Boking Piemonte e l’agenzia di editing West Egg.
InediTO è inserito nell’ambito della manifestazione Il Maggio dei libri promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e ottiene da diversi anni il patrocinio e/o il contributo della Regione Piemonte, della Città Metropolitana di Torino, nonché il sostegno della Fondazione CRT, della Camera di Commercio Torino, e il contributo di Legacoop Piemonte. Partner del concorso sono il Centro di Poesia Contemporanea di Bologna, il M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza, e l’agenzia di promozione discografica L’Altoparlante.La proclamazione dei vincitori si terrà a maggio al SALONE DEL LIBRO DI TORINO 2016 e la premiazione nei Comuni delle Colline di Torino. (foto morgan)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piero Chiara, il manoscritto inedito e un film in arrivo

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 dicembre 2011

Il critico letterario Federico Roncoroni, curatore dell’Archivio Chiara, presenta il racconto inedito da Le ultime, famose parole in esclusiva per il mensile “il Varesino” e auspica: «Il centenario del 2013 lo rispetti» «Uniamo le forze per onorare la memoria di Piero Chiara», questa l’esortazione del critico letterario Federico Roncoroni in vista delle celebrazioni per i cento anni dalla nascita dello scrittore di Luino a cui è stato dedicato l’omonimo premio letterario. Roncoroni presenta in esclusiva al mensile “il Varesino” in edicola a dicembre il racconto inedito “Ada”, tratto dalla serie di componimenti in prosa “Le ultime, famose parole”. L’originale è un manoscritto riconducibile per ductus e inchiostro agli inizi degli anni Ottanta, conservato nell’archivio privato curato da Roncoroni (Como – Fondo Chiara. Inediti, LXXXVI). La pubblicazione di inediti deve essere secondo Roncoroni uno degli elementi cardine nelle celebrazioni del centenario che avranno luogo nel 2013. «Sia chiaro, sono solo il piccolo rappresentante di un grande narratore, ma chiedo con forza che il centenario lo rispetti. Niente grancasse di “comitati nazionali” o simili: sia gestito nel territorio che lo stesso Chiara ha amato e di cui ha scritto nei suoi libri, tra Varese e provincia, la sua Luino e la Svizzera. […] In primo luogo devono essere pubblicate, come già si è fatto in passato in occasione del premio letterario a lui intitolato, pagine inedite dello scrittore. Quel che rimane di queste celebrazioni sono soprattutto i libri». E annuncia: «Io ad esempio ho sei racconti inediti di Chiara pronti per la pubblicazione. E poi l’epistolario di Chiara è una miniera».
Sul fronte cinematografico il centenario vedrà l’uscita di un lungometraggio tratto dal romanzo “Il pretore di Cuvio” (1972), l’unico dell’autore luinese a non essere ancora stato portato sul grande schermo. Il passaggio dalla pagina alla pellicola verrà gestito da Roncoroni per conto degli eredi Chiara e da Sarah Maestri, attrice varesina divenuta famosa con il film di Fausto Brizzi “Notte prima degli esami”, che nella pellicola tratta dal romanzo impersonerà la moglie del pretore. Il film che uscirà nelle sale nel 2013 si baserà su una sceneggiatura ex novo, anche se nell’archivio Chiara sono conservati due trattamenti cinematografici per i quali lo stesso scrittore avrebbe voluto il cantore della Lombardia popolare Nanni Svampa nei panni del protagonista.
«Come rappresentante delle volontà di Chiara e curatore del suo edito e del suo inedito, voglio tenere viva la memoria dell’autore – dice Roncoroni – Il cinema lo ha danneggiato. Tranne Venga a prendere il caffè… da noi di Alberto Lattuada e La stanza del vescovo di Dino Risi, non ha affatto saputo rispettarlo. Sarah mi sembra attrice di tale sensibilità e buon gusto da dare ogni garanzia che ritengo necessaria affinché l’operazione sia nel segno della fedeltà assoluta allo spirito di Chiara».
Il Varesino – Mensile d’inchiesta della provincia di Varese edito da Davide Pirone Editore, indaga la realtà locale e approfondisce con autorevolezza temi di politica, economia e società legati al territorio con uno sguardo al quadro nazionale.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolo di Marco Travaglio “Anestesia totale”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2011

Zafferana Etnea 16 luglio ore 21.00 nell’anfiteatro comunale. Il giornalista torinese ritorna ad appassionare il suo numeroso e affezionatissimo pubblico attraverso lo stile di sempre: grande coerenza, ironia tagliente e un’infallibile memoria del nostro Paese. Uno spettacolo che affronta l’analisi della situazione politico istituzionale italiana e ne mette in scena l’ipotesi di un’Italia senza Berlusconi. Uno spettacolo totalmente inedito, i cui contenuti non resteranno “imbavagliati” ancora per molto tempo. In scena Marco Travaglio e Isabella Ferrari sotto la guida della regista Stefania De Santis e accompagnati dalle musiche dal vivo di Valentino Corvino. Finalmente è finita: Lui non c’è più. E questa è la buona notizia. Quella cattiva è che le radiazioni restano. Una montagna di scorie tossico-nocive che continueranno a far danni e vittime per decenni. Ci vorrà molto tempo per smaltirle tutte. Soprattutto nella cosiddetta “informazione”. Gli storici del futuro, studiando gli ultimi vent’anni della storia d’Italia, penseranno a una misteriosa epidemia che cloroformizzò e lobotomizzò un intero paese riducendolo all’anestesia totale. Come nel romanzo di Saramago “Cecità”: un paese dove tutti, l’uno dopo l’altro, diventarono ciechi. Il virus è un sistema che è il peggiore per noi cittadini, ma il più comodo per il potere di ogni colore. Chi vince prende tutto. Non governa, comanda. Il controllato controlla tutto, anche i controllori. Perché mai chi viene dopo dovrebbe smantellarlo? Lui ha fatto il lavoro sporco, chi verrà dopo lo utilizzerà. A meno che i cittadini non si sveglino e scoprano l’antidoto. Ecco: chi assiste a questo spettacolo avrà in omaggio l’antivirus. Biglietti: http://www.ctbox.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Goffredo Godi, inedito e non solo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 febbraio 2011

Portici 5 Marzo p.v. alle 18,00Villa Savonarola, Corso Giuseppe Garibaldi 200. Amo dipingere la figura, ma di più il paesaggio. Fin da ragazzo realizzai paesaggi nel piccolo porto del Granatello, a Portici. Non era un luogo pittoresco ma pittorico sì. Così ci dice Goffredo Godi nei suoi appunti di una vita. Una vita intensa di lavoro generoso, metodico e appassionato, instancabile, intrisa di luce e di colore, di pacato tormento e di gioia nello scoprire ed evidenziare i ritmi nascosti nella natura che contribuiscono non solo a formare l’uomo ma addirittura a trasformarlo. La ricchezza dei temi, la forza vibrante del segno deciso, la tavolozza, dotata di un’infinita tonalità di terre e di verdi, plasma e rigenera sulla tela la materia della natura viva eppur velata dall’atmosfera pulviscolare tipica delle giornate con molto sole. Migliaia di toni lungo pendici ampie, sulle quali lo sguardo indugia ripercorrendo incessantemente un panorama che ha per volta un cielo impareggiabile e dal Vesuvio corre al mare e al respiro di un golfo solenne. Quadri quasi sempre opachi nella materia; si avvertono nello spessore delle increspature dei tratti; terribilmente si anela toccarli, esplorandone piano tutta la superficie; ma non si può entrare, con gli occhi, dentro quei paesaggi, perché, pur conservando il soffio fresco del reale, quei paesaggi vivono e brillano nella mente. Immagini che non si riducono semplicemente nell’apparenza, perché il suo interesse e fine è di trasmettere e restituire la realtà non solo com’è percepita, ma anche com’è sentita e vissuta dalla sua sensibilità, di rivelare integralmente le passioni che ha ricevuto guardando ciò che la sua mano dipinge. Sono opere che ci trasmettono l’animo di un uomo che ci lascia una testimonianza autentica della nostra singolare condizione umana. In questo suo modo di dipingere dal vero, immaginazione e percezione si saldano in un’armonica sintesi, che dà vita ad un vero completamente inedito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un giovane talento per un inedito talent show

Posted by fidest press agency su sabato, 4 settembre 2010

Stiamo parlando di Marco Casabona di origini genovesi e che all’età di 18 anni decide di seguire il proprio istinto verso il mondo dello spettacolo, trasferendosi a Milano, dove oggi fra l’altro condivide l’appartamento con una ex concorrente di Amici, Martha Rossi, la talentuosa e peperina concorrente che circa 3 anni fa ha rischiato di scontrarsi in finale con Marco Carta e che oggi è impegnata in numerosi musical e concerti. Marco Casabona nasce come attore dopo aver frequentato il corso attori alla “scuola d’arte drammatica Paolo Grassi”, studiando proprio laddove l’hanno preceduto nomi importanti nel mondo del cinema fra cui Salvatores e Bentivoglio. Con Sara Ventura conduce poi un programma per una Web Tv e successivamente su Mediolanum Channel conduce “Quarta Parete” sul teatro d’autore con un grande maestro come Pino Stramboili
Quindi viene rapito dal dorato mondo della pubblicità, dalla stampa alla Tv, lavorando per Aziende di carattere nazionale e internazionale fra cui Mc Donald, deAgostini, Barilla, Scavolini, Balocco, Alpitur, Heineken e Sky. E proprio per quest’ultima ora ne sarà il presentatore ufficiale di un innovativo reality show sul mondo equestre: Horse Factor. Nato da un’idea di Lega Italiana Sport Equestri (LISE), il reality è firmato da Alessio Mazzolotti, autore già ben noto in Mediaset e per l’occasione davvero promettente regista. Il reality è realizzato da LISE e UNIRE e prodotto da Equitando.com e la sua programmazione inizierà da fine settembre su Uniresat di Sky Sport, con una finalissima in diretta TV a dicembre. Girato nell’Equestrian Center di Mustonate, location unica affacciata sul lago di Varese, il reality ha visto in competizione venti binomi tra i 18 e i 21 anni, provenienti sia dal salto ostacoli o dal completo che dal barrel e dall’equitazione americana in generale. (marco)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Concorso inedito 2010

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 marzo 2010

IX Edizione concorso letterario nazionale InediTO 2010 – Premio Città di Chieri e Colline di Torino, la rassegna che celebra la scrittura in tutte le sue forme premiando opere inedite di poesia, narrativa, teatro e musica. In calendario reading e incontri letterari con molti personaggi del mondo letterario e artistico tra cui: Francesco Baccini, Ettore Bassi, Gipo Farassino. Inoltre, in occasione del 50° anniversario della morte di Fred Buscaglione, sarà dedicato un omaggio al cantautore torinese e a Leo Chiosso, autore di origine chierese di molti dei suoi più famosi testi musicali. La proclamazione dei vincitori avverrà sabato 15 maggio alle ore 10.30 al Salone del Libro di Torino (Spazio Autori B). La rassegna di reading dedicata alle opere vincitrici si terrà dal 21 al 23 maggio nei comuni aderenti all’iniziativa (Chieri, Poirino, Pecetto T.se, Baldissero T.se, Andezeno e Riva P. Chieri)  (gipo farassino, ettore bassi, francesco baccini)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sindone. L’avventura di un mistero

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 marzo 2010

Rivoli (Torino), marzo 2010 Sarà in edicola con il quotidiano La Stampa a partire da giovedì 8 aprile, ormai alla vigilia dell’Ostensione del 10 aprile – 23 maggio, il volume  Sindone. L’avventura di un mistero (Elledici 2010, pp. 64, € 8,80 in più rispetto al prezzo del quotidiano).   In questo nuovo libro scritto da Giovanni Maria Ricci, giornalista e scrittore, e illustrato a colori da Anna Motta, disegnatrice e grafico editoriale, è la stessa Sindone a “raccontare” e a “spiegare” se stessa: il dettaglio “parlante” sono i pollini che si trovano su di essa. Come è noto, infatti, queste tracce sono attendibili testimoni della storia e della geografia del Lenzuolo.  L’obiettivo, naturalmente, non è offrire impossibili “soluzioni”, ma raccontare in modo inedito, avvincente e insieme rigoroso a un pubblico di lettori composto di ragazzi e famiglie perché la Sindone è un’immagine così venerata dai fedeli e altrettanto dibattuta dagli studiosi.
Il volume Sindone. L’avventura di un mistero verrà distribuito nelle edicole del Piemonte, della Valle d’Aosta e della Liguria (esclusa La Spezia), mentre nel resto d’Italia potrà essere richiesto all’edicolante tramite il servizio “M-DIS”. Ma sarà anche disponibile in libreria.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La prateria degli asfodeli di Antonio Faeti

Posted by fidest press agency su sabato, 20 marzo 2010

Bologna 22 marzo 2010, alle ore 18.00, presso la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale  (Via Nazario Sauro 22,)  sarà  presentato il libro di Antonio Faeti : La prateria degli asfodeli edito da Bononia University Press. Insieme all’autore, interverranno Fabio Roversi Monaco, presidente della Fondazione Carisbo, Grazia Gotti, editrice e libraia, e Giorgia Grilli, docente di letteratura per l’infanzia all’Università di Bologna. Con questo volume, che vanta in copertina un inedito ritratto dell’autore creato dall’illustratrice Grazia Nidasio appositamente per quest’opera, Antonio Faeti ha interamente ricomposto lo scaffale che conteneva i primi libri amati da bambino. Per l’occasione sarà allestita la mostra Carte d’identità, 96 ritratti di scrittori sagomati in cartoncino e realizzati a china e a pastello da Antonio Faeti. (salgari, prateria)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra di fotografie di Stefano Nicolini

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 gennaio 2010

Venezia dal 22 gennaio al 28 febbraio 2010 Sale monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana a cura di Laura Cherubini una nuova mostra dedicata alle fotografie di Stefano Nicolini e intitolata: “Piscine”. L’inaugurazione è prevista per giovedì 21 gennaio, alle ore 17.30, con ingresso dallo Scalone monumentale della Libreria Sansoviniana (Venezia, Piazzetta San Marco n. 13/a). La mostra sarà aperta al pubblico da venerdì 22 gennaio. Orari e biglietti del Percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco. In Piscine, spiega l’autore a Laura Cherubini, curatrice della mostra «sono passato dal ritrarre il gesto della natura al ritrarre la natura del gesto». Attraverso l’alternarsi di inedite soluzioni stilistiche, le fotografie in mostra, realizzate durante gli scorsi Campionati del mondo di nuoto Roma 2009, diventano paradigma della società attuale, proponendo differenti visioni della realtà a seconda del punto temporale da cui la si osserva.  I Nuotatori così scarnificati sono la metafora di quella parte della società globale per cui la bellezza, vuota di sentimento, è ridotta a pura estetica, modello per schiere crescenti di uomini e donne che la monotonia di un’azione senzaiideali riduce ad automi.  Nei Foto Disegni l’autore trova rifugio alle angosce dei nostri tempi presentando i protagonisti degli scatti in una dimensione fantastica e irriverente al tempo stesso. Una mano che si allunga sull’acqua come un artiglio, corpi di atleti sospesi in volo e tra realtà e sogno, verso cui proietta irresistibilmente l’immagine di una piscina vuota, dove un bianco abbagliante contiene le righe-corsie della prossima pagina da scrivere La prefazione al catalogo della mostra Piscine, pubblicato da Silvana Editoriale, è a cura di Maria Letizia Sebastiani. (nuoto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un’altra Praga

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Venezia fino al 9/12/2009 San Marco 3073 Galleria A+A | Centro Pubblico per l’Arte Contemporanea Trenta fotografie di Francesco Jappelli e trenta testi di Sergio Corduas Una -narrazione per immagini-, scandita da scatti in bianco e nero, focalizzati su un unico preciso soggetto: Praga -non magica, ne’ tragica- – come riassume Sergio Corduas nello scritto introduttivo del libro – ma tuttavia fortemente ispiratrice. I lavori raccolti, immagini e testi sia della mostra che del volume, costituiscono un percorso inedito che ci offre un volto piu’ nascosto, silenzioso e non convenzionale di questa città. In mostra sarà possibile ammirare il sobrio splendore e il sobrio abbandono di uno -spazio urbano svuotato- che ha come soggetti d’eccezione scorci di strade e piazze solitarie sovrastate a volte da frammenti di edifici aggrediti dal tempo. Contestualizzazione di un preciso periodo storico, gli ultimi anni prima della caduta del Muro, in cui nella città già da tempo -normalizzata- si radicava anche una -dissidenza- ma soprattutto persisteva una verità intrinseca che forse costituisce il dramma vero, la nevrosi perenne di questi luoghi. Una rara occasione per poter vivere una Praga che solitamente non viene quasi veduta, e non soltanto perche’ si è in parte velocemente adeguata agli usi e costumi -globalizzati.
Sergio Corduas è nato a Viterbo. Ha studiato ceco a Roma (Laurea con Angelo Maria Ripellino) e dopo ha lavorato come lettore di italiano alle Università Comenio di Bratislava e Carlo di Praga. Ha vissuto complessivamente 7 anni nell’allora Cecoslovacchia, ivi compresi i lunghi mesi ben -caldi’ di prima, durante e dopo l’invasione sovietica del 1968.  Marisa Camillo nasce a Jesolo (Venezia) e vive e lavora a Venezia. Nel suo lavoro interpreta testi letterari, artisti, miti e immagini, traducendoli e costruendo oggetti e dipinti. A compendio della sua attività artistica si occupa, inoltre, di didattica museale presso alcuni dei musei della città. (praga)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XV edizione del Concorso “Marinando”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

E’ rivolto alle scuole medie inferiori del territorio nazionale. Marinando è una campagna promossa, dal 1995, dal Mipaaf per sensibilizzare i giovani sull’importanza del mare e delle attività tradizionali legate a questo ambiente che ha coinvolto, negli anni, oltre  7.200 istituti di istruzione per un totale di circa 1.700.000 alunni e 180.000 insegnanti.  Gli studenti possono di partecipare a due concorsi: “Il pescatore in teatro” e “Video Marinando”, che prevedono l’elaborazione di un soggetto teatrale originale e inedito o la realizzazione di uno spot sui temi della pesca e del mare. Una Giuria composta da rappresentanti istituzionali e da professionisti della comunicazione e del teatro sceglie tra tutti i lavori pervenuti i 10 migliori spettacoli teatrali e i 5 migliori video che parteciperanno alla “Settimana Azzurra”: un soggiorno premio per i 15 gruppi finalisti dei due concorsi che, dall’edizione del 1999, si svolge  nella “città bianca” di Ostuni. Scadenza del bando, scaricabile dal sito http://www.marinando.info, è il primo  febbraio 2010 per “Il pescatore in teatro”, e il 31 maggio 2010 per “Video Marinando”. Il progetto Marinando, in collaborazione con l’Associazione AGITA, utilizza l’importante leva del Teatro scuola per portare il mare in classe. Questa manifestazione è una tra le rassegne di Teatro scuola più rappresentative del panorama nazionale e internazionale, non solo per l’unicità del tema trattato e per la duplice valenza didattica. Il laboratorio teatrale, infatti, è da moltissimi anno un importante strumento formativo per il suo valore in termini di progettualità, socializzazione e comunicazione. Con Marinando i ragazzi esplorano in modo attivo e creativo il mondo legato al mare, in un percorso di riscoperta e di valorizzazione dell’ambiente marino, delle sue risorse e del lavoro del pescatore.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Editoria: Corpi estranei

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 novembre 2009

Roma 21 novembre 2009 ore 18 Libreria Caffè Flexi via Clementina 9 di Paola Ronco (Perdisa, 2009) Un poliziotto tormentato, una combattiva studentessa universitaria, una fragile addetta stampa precaria. Perché l’agente Cabras non parla con nessuno? Come mai ad Alessia si ferma il respiro in gola ogni volta che vede una divisa? E cosa impedisce a Silvia di cominciare con serenità una vita a due nella casa appena comprata? Tre esistenze, un filo sanguinoso che le unisce, otto giorni che potrebbero cambiarle per sempre, in una Torino che assiste immobile ai crimini di una banda inafferrabile. Paola Ronco è nata a Torino nel 1976 e vive a Genova. Il suo primo romanzo, ancora inedito, è stato finalista al Premio Calvino 2006. Ha partecipato con un racconto alla raccolta Tutti giù all’inferno, Giulio Perrone Editore, 2006, a cura di Monica Mazzitelli.  Monica Mazzitelli ha curato la raccolta di racconti “Tutti giù all’inferno” (Giulio Perrone, 2007). Ha pubblicato racconti nei volumi “Il lavoro e i giorni” (Ediesse), “Allupa allupa” (DeriveApprodi, 2006) e “Copyleft” (Gaffi Editore, 2005). Ha realizzato booktrailers di romanzi per Lidia Ravera, Wu Ming, Mario Desiati,  Monica Viola, Francesco Fagioli, Kai Zen. Da settembre 2002 a febbraio 2009 ha fondato e coordinato il gruppo de iQuindici, lettori volontari della Wu Ming Foundation. Guarda il video di “Corpi estranei”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sergio Leone: uno sguardo inedito

Posted by fidest press agency su martedì, 20 ottobre 2009

Roma Dal 29 ottobre 2009 al 30 gennaio 2010 Viale Palmiro Togliatti, 2  orario 11.00 -19.30 Mostra fotografica a Cinecittàdue Arte Contemporanea Ingresso libero  Le celebrazioni ad ottant’anni dalla nascita e a vent’anni dalla scomparsa di Sergio Leone continuano nello spazio espositivo di Cinecittàdue Arte Contemporanea, con un’esposizione curata da Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna, e prodotta da Cinecittàdue Arte Contemporanea. Una mostra fotografica in uno dei luoghi simbolo del grande Maestro. Un viaggio attraverso gli scatti più celebri e significativi per ricordare, immersi nel suo mondo, Sergio Leone, una tra le personalità più rappresentative del cinema italiano e mondiale. Cento fotografie di grande qualità scattate da Angelo Novi, provenienti dal ‘Fondo Novi’  dell’Archivio fotografico della Cineteca di Bologna, saranno esposte nel loro magico bianco & nero, in formato 50x 70. Il progetto di allestimento è dello Studio Purini – Thermes. Una mostra ‘tradizionale’ se comparata a quella presentata all’Auditorium per il Festival Internazionale del Cinema di Roma, dove in quel caso l’immaterialità dell’allestimento ha giocato sulla relazionalità fra lo spazio e le immagini scorrevoli. Qui si ritorna al ‘tradizionale’ per chi ama soffermarsi davanti ad un’immagine, carpire i segreti tecnici ed estetici adottati dall’autore-fotografo, lasciarsi affascinare dal glamour e dalla bellezza dei volti degli interpreti dei film, colti sempre dall’occhio elegante di Angelo Novi.  Sono immagini inedite sia perché molte di esse sono esposte per la prima volta sia, soprattutto, perché contengono piccoli segreti, piccoli particolari difficilmente percepibili dalle immagini in movimento e che solamente la stampa, ottima, della fotografia, riesce ad indicare con precisione, diventando quindi una straordinaria fonte di informazione intorno al cinema e ai suoi protagonisti.  Le immagini di Angelo Novi appartengono a pieno titolo all’età d’oro della storia della fotografia e Novi, che lavora sul set di un altro artista, pare essere in perfetta sintonia con Sergio Leone. Quei piccoli particolari che lui ha saputo vedere e restituire durante il lavoro sul set, diventano ora racconto espressivo e dunque importanti contributi per ampliare la conoscenza dell’opera del grande regista.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sof’ja Tolstaja Amore colpevole

Posted by fidest press agency su sabato, 17 ottobre 2009

La Tartaruga edizioni ha pubblicato –  per la prima volta in Italia nel maggio 2009 – Amore colpevole di Sof’ja Tolstaja, moglie di Lev Tolstoj, un romanzo inedito del 1893 arricchito da un prezioso apparato fotografico e  da un’autobiografia del 1913, che rivela la tormentata storia d’amore di una donna piena di talento costretta a vivere all’ombra di un genio. Ora, per la prima volta in Italia, vengono pubblicate un’autobiografia ultimata di suo pugno nel 1913, e un romanzo, per scoprire il quale si dovettero attendere diciassette anni dopo la sua morte. Sof’ja bruciò la sua prima novella (che impressionò Lev per la sua «forza di verità e semplicità») e decise di dedicare tutta la vita al marito, divenendo non solo una devota compagna e madre dei suoi figli, ma anche un’attenta lettrice delle sue opere che corresse e trascrisse per lui. Del 1893 è invece Amore colpevole, in cui Sof’ja risponde a Tolstoj e alla sua spietata analisi del matrimonio contenuta nella Sonata a Kreutzer. È la gelosia il Leitmotiv, che corrode dapprima la fiducia e poi genera disprezzo. Ma Sof’ja non incolpa una delle due parti, bensì restituisce dignità a entrambe esplorando con finezza psicologica l’animo umano. Anna, una giovane bella e solare, ama la natura, legge, dipinge e sogna l’amore totale. Ha solo diciotto anni quando il trentacinquenne principe Prozorskij, folgorato dalla sua bellezza, la chiede in sposa. Convinta di aver trovato in lui il vero amore, dovrà invece scontrarsi con un marito capace di concepire questo sentimento solo come possesso carnale… Sarà un vecchio amico del principe, Bechmetev, uomo sensibile e incline all’arte, a farle conoscere quella consonanza di anime in cui crede, ma Anna non tradirà il marito né i suoi amati figli, bensì continuerà a lottare per il suo matrimonio. Fino a quando Prozorskij, roso dal dubbio e dalla gelosia, trasformerà quell’amore puro, a cui Anna è disposta a sacrificare tutto, in un «amore colpevole»…   Sof’ja Tolstaja (1844-1919), a soli diciotto anni sposò Lev Tolstoj, molto più anziano di lei. Dopo il matrimonio, abbandonò le proprie ambizioni letterarie per dedicarsi completamente al marito, al suo successo e ai loro tredici figli. Solo più tardi riprese a scrivere: un romanzo, racconti, diari e due autobiografie pubblicate postume. L’amore che la unì a Tolstoj per tutta la vita fu minato dalla profonda crisi esistenziale dello scrittore che, spinto dalla ricerca della verità, la lasciò, pur senza smettere mai di amarla. Chiese di lei in punto di morte, ma fu loro impedito di rivedersi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Personale di Ulrich Egger “Spuren”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 settembre 2009

ulrichBologna 24 settembre 2009 dalle ore 20,30 alla Galleria Spazio Gianni Testoni LA 2000+45 in Via D’Azeglio n. 50 a Bologna verrà inaugurata la personale di Ulrich Egger “Spuren” a cura di Alberto Mattia Martini. Dopo diversi anni dall’ultima personale bolognese, Ulrich Egger, che sarà presente all’inaugurazione, propone una serie di grandi installazioni, alcune appositamente create per le stanze della galleria, insieme a nuove opere a parete e, in omaggio all’annuale appuntamento con “ARTE LIBRO” in corso a Bologna dal 24 al 27 settembre 2009, presenta un suo inedito libro d’artista fotografico, che resterà visibile in galleria fino al termine dell’esposizione. La direzione artistica della galleria Spazio Gianni Testoni La 2000+45 prosegue con Egger l’indagine sulla contaminazione della vita metropolitana ed urbana in generale sull’espressività artistica contemporanea e le creazioni dell’artista altoatesino rappresentano un’analisi del “mondo dell’abitare” dell’uomo.  Una presenza umana che Egger coglie nella sua assenza, una vestigia (spuren) che è traccia, segno profuso dall’elemento architettonico, prima durante l’arco della sua esistenza e poi dalla sua dissolvenza. Queste opere pur non presentando mai materialmente e fisicamente la presenza umana, tracimano di vita, di ricordi, di attimi vissuti, di emozioni, che persistono e aleggiano ancora tra gli spazi attualmente abbandonati, ma grazie a Egger non obliati.
UlrichEGGER è nato nel 1959 a San Valentino alla Muta in provincia di Bolzano. Ha seguito corsi di scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove si è diplomato nel 1985. Attualmente vive e lavora a Merano. Oltre alle mostre personali e collettive in Italia ed all’estero, l`artista si occupa anche del rapporto tra arte ed architettura. Nel corso degli anni Ulrich Egger ha instaurato un rapporto di collaborazione con diversi architetti, dando il suo contributo artistico alla realizzazione di opere pubbliche e private.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »