Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Posts Tagged ‘infocert’

InfoCert lancia Mail Defender: con Swascan per la sicurezza delle caselle email

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 novembre 2022

InfoCert (Tinexta Group), la più grande Autorità di Certificazione europea, presenta il servizio Mail Defender, rivolto a PMI, professionisti e privati cittadini e sviluppato in collaborazione con Swascan, società di Tinexta Cyber, il polo italiano della cybersecurity.Mail Defender garantisce all’utente il monitoraggio continuativo delle sue caselle email – tradizionali o PEC, indipendentemente da chi ne sia il provider – e segnala con appositi report mensili eventuali furti ed esposizioni fraudolente delle relative credenziali: in tal modo i titolari, consapevoli dell’accaduto, possono agire di conseguenza e assumere le opportune contromisure. In caso di episodi di compromissione, infatti, vengono suggeriti anche le possibili azioni di Remediation.Mail Defender è fruibile completamente online al costo massimo di 1 euro + IVA al mese a casella (con canone annuale).È da evidenziare come il servizio, basato su tecnologia proprietaria Swascan, ricerchi, selezioni e analizzi costantemente un vastissimo elenco di fonti presenti non solo negli ambienti di dominio pubblico della Rete, ma anche in quelli “chiusi” del Deep e del Dark Web.La dimensione della minaccia è testimoniata dai dati: secondo il “Rapporto Clusit 2021 sulla sicurezza ICT in Italia” gli attacchi BEC (Business Email Compromise) e EAC (Email Account Compromise) sono risultati il principale reato nel 2020, causando perdite per oltre 1,8 miliardi di dollari (FBI, “2020 Internet Crime Report”), pari al 44% di tutte quelle subite da aziende e consumatori nell’anno.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce InfoCert Care

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 novembre 2022

InfoCert (Tinexta Group), la più grande Autorità di Certificazione europea, lancia InfoCert Care, un pacchetto di servizi per proteggere l’identità digitale SPID dalle minacce del mondo digitale.InfoCert Care è un pacchetto di servizi per proteggere l’Identità SPID dei cittadini e per prevenire e mitigare i rischi connessi all’eventuale furto di credenziali e al loro uso fraudolento da parte di criminali informatici, ad esempio per l’utilizzo illecito di servizi erogati dalle PA, la sottrazione di denaro mediante il cambio dell’IBAN associato alla riscossione di prestazioni sociali o il furto della firma digitale creata con SPID.InfoCert Care può essere immediatamente attivato a tutela sia dell’identità digitale personale che dell’identità uso professionale e, a brevissimo, anche dell’identità SPID per i minori, lo SPID dedicato a una fascia della popolazione tra le più esposte ai rischi del mondo cyber. I sottoscrittori di InfoCert Care possono accedere dalla propria area riservata a contenuti info-educativi sui rischi associati al furto d’identità digitale e su come prevenirli, tra cui una serie di video-tutorial tematici e un vademecum sulla sicurezza digitale. InfoCert Care, infine, prevede anche un servizio di assistenza in caso di malfunzionamento del dispositivo mobile su cui è istallata MyInfoCert per SPID, fruibile contattando la Centrale Operativa dedicata per ottenere, a seconda dei casi, un supporto da remoto, l’intervento a domicilio di un tecnico specializzato o il trasferimento del prodotto presso un centro di assistenza specializzato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

InfoCert e CRIF annunciano partnership strategica

Posted by fidest press agency su martedì, 19 luglio 2022

InfoCert – Tinexta Group, la più grande Autorità di Certificazione europea e società leader in Europa nel mercato del Digital Trust, e CRIF – azienda globale specializzata in sistemi di informazioni creditizie e di business information, analytics, servizi di outsourcing e processing nonché avanzate soluzioni in ambito digitale per lo sviluppo del business e l’open banking – annunciano di aver completato il processo di integrazione delle rispettive piattaforme tecnologiche in ambito KYC (Know Your Customer) con l’obiettivo di offrire al mercato la più evoluta soluzione per i processi di identificazione, contrattualizzazione e verifiche antiriciclaggio per l’onboarding di clienti in ambito Financial Services.La progressiva digitalizzazione nel rapporto cliente-banca impone una rivisitazione dei processi di onboarding dei clienti e delle relative verifiche di compliance. Tale tendenza, accelerata negli ultimi anni dalla pandemia, è destinata a crescere ulteriormente nei prossimi anni spinta anche dalla rapida diffusione degli strumenti di identità digitale.InfoCert e CRIF, entrambi leader nelle diverse fasi della catena del valore nei processi di compliance bancaria, da oggi uniscono le forze per proporre al mercato una soluzione di digital onboarding ancor più completa, integrata, secure by design e conforme a tutte le normative nazionali e comunitarie.InfoCert contribuisce alla partnership con le competenze verticali, la proprietà intellettuale dei suoi 22 brevetti e la piattaforma TOP® – Trusted Onboarding Platform per l’onboarding e la contrattualizzazione remota, adottata da oltre 120 clienti in 30 paesi e con oltre 20 milioni di onboarding già completati.CRIF, dal canto suo, porta in dote alla partnership le proprie avanzate competenze analitiche, il proprio ecosistema di credit & business information proprietarie nonché un set di soluzioni innovative per la gestione dei processi di KYC per l’onboarding della clientela retail.Tra i principali benefici derivanti dalla partnership, oltre alla semplificazione dell’offerta, va sottolineata anche la comodità di potersi affidare ad un’unica piattaforma integrata e pacchettizzata, dotata di avanzate caratteristiche di sicurezza, adatta a rispondere alle esigenze di clienti di qualsiasi dimensione. Inoltre, la piattaforma di InfoCert-CRIF è già predisposta per supportare i futuri schemi di identità Europea basati su digital wallet e credenziali di identità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce Trust Factory di InfoCert

Posted by fidest press agency su martedì, 15 febbraio 2022

La più grande Autorità di Certificazione europea, annuncia la nascita di TRUST FACTORY, il programma di Open Innovation, rivolto a realtà sia italiane che internazionali, che ha l’obiettivo di stimolare l’ideazione di servizi digitali evoluti, sicuri e affidabili grazie all’impiego dei Trust Services di InfoCert.Attraverso tale iniziativa InfoCert mette a disposizione di StartUp, ScaleUp e PMI le proprie risorse e competenze distintive in ambito Digital Trust per stimolare lo sviluppo di soluzioni innovative basate sull’ampia gamma di Trust Services erogati dalle aziende del gruppo InfoCert basate in Italia, Spagna, Francia e Germania.L’ingresso nel programma è subordinato all’analisi e alla verifica di: sussistenza di un MVP (minimum viable product), validità tecnica della soluzione, solidità del business model, credibilità del founding team, dimensione del mercato di riferimento, competition e sostenibilità. Le aziende interessate possono trovare maggiori informazioni e presentare la loro candidature su https://infocert.digital/it/trust-factory/ Alle aziende selezionate, InfoCert metterà a disposizione il supporto nella definizione della strategia di mercato, l’accesso al know-how di business e di compliance, l’accesso a canali di vendita, la visibilità attraverso campagne di co-branding nonché l’elaborazione del modello di collaborazione commerciale più idoneo per accelerare la crescita del business. La prima realtà selezionata per entrare nella TRUST FACTORY di InfoCert nel 2022 è BBUp s.r.l, startup emiliana che ha creato YesNology, la piattaforma in cloud per gestire informative e consensi e con cui, grazie all’uso dei servizi di Digital Trust, risolvere ogni problematica legata agli adempimenti privacy per la compliance GDPR. “L’esigenza della protezione del dato delle persone non deriva solo dalla volontà di non incorrere in sanzioni” affermano Simona Bia e Lorenzo Bonazzi, Cofounder di BBup s.r.l. “Le organizzazioni che riusciranno ad infondere fiducia digitale potranno incrementare di oltre il 50% le loro opportunità di crescita e YesNology è lo strumento ideale, completo di backoffice per gestire i diversi utenti dell’organizzazione. Aspiravamo ad offrire alle persone un’esperienza unica di gestione autonoma dei propri diritti privacy, controllando le preferenze espresse a più titolari, in completa sicurezza e trasparenza, e ci siamo riusciti.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

InfoCert e Yoroi lanciano Legalmail Security Premium, la PEC cyber-safe

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2021

InfoCert, la più grande Autorità di Certificazione europea, e Yoroi, attiva nello sviluppo di sistemi integrati di difesa cibernetica, annunciano il rilascio di Legalmail Security Premium, una nuova soluzione di Posta Elettronica Certificata che si distingue per la capacità di combinare la forza legale della PEC con i più alti standard di sicurezza informatica.Grazie alla collaborazione tra le due aziende, leader nei rispettivi settori di mercato, i clienti di Legalmail potranno avvalersi del servizio di protezione “Legalmail Security Premium”. Il servizio, basato sulla sandbox Yomi di Yoroi, consente di bloccare le comunicazioni sospette, intercettando e neutralizzando elementi malevoli come allegati e/o link prima della consegna del messaggio. Il livello di sicurezza verrà così aumentato e sarà in grado di fronteggiare al meglio la nuova ondata di cyberattacchi, la cui efficacia è legata molto spesso alla capacità di ingannare gli utenti, inducendoli a cliccare su allegati o link all’apparenza innocui ma con conseguenze potenzialmente drammatiche. La PEC è diventata uno strumento irrinunciabile nella quotidianità, e per tale motivo un canale sempre più appetibile per gli attacchi informatici: basti pensare che, nel prima semestre del 2021, il numero di caselle attive ha superato i 13 milioni, per un totale di oltre 1 miliardo di messaggi scambiati. InfoCert, Tinexta Group, è la più grande Certification Authority europea, attiva in oltre venti Paesi

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Partnership tra InfoCert e Algorand

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2020

InfoCert (Tinexta Group), la più grande Certification Authority a livello europeo, e Algorand, piattaforma blockchain di ultima generazione, annunciano di aver siglato una partnership finalizzata all’implementazione degli Algorand Standard Assets (ASA) nella piattaforma DIZME di InfoCert al fine di creare processi di monetizzazione fluidi e trasparenti nello scambio di informazioni certificate relative alle identità digitali.L’integrazione degli ASA nella piattaforma DIZME arricchirà quest’ultima di un Medium of Exchange (MOE). Di conseguenza si potrà utilizzare il Dizme Token per gestire in maniera sicura il pagamento delle micro-transazioni di scambio delle credenziali con grande velocità. In questo modo gli attori opereranno in un ecosistema d’identità digitale basata sulla blockchain di seconda generazione con bassi costi di utilizzo e massima stabilità. DIZME è la piattaforma decentralizzata di identità digitale ideata da InfoCert e implementata tecnologicamente dalla sua partecipata eTuitus, spinoff dell’Università di Salerno. Integra il mondo SSI (Self Sovereign Identity), basato su tecnologia blockchain, con la compliance normativa eIDAS, sommandone i rispettivi benefici: una identità digitale distribuita ma a piena validità legale. Alla Trust Community di DIZME partecipano i partner (issuer) selezionati da InfoCert per la loro capacità di contribuire alla crescita del network con i propri set di credenziali, le terze parti (verifier) che desiderino utilizzare le credenziali DIZME all’interno dei propri processi e, ovviamente, gli utenti internet (owner) titolari dei dati. Algorand – fondata da Silvio Micali, professore al MIT (Massachusetts Institute of Technology) e vincitore del Premio Turing, spesso definito il “Nobel dell’Informatica” – è una piattaforma blockchain che supera i limiti delle blockchain di prima generazione. Grazie a “Pure Proof of Stake”, l’innovativo sistema di creazione del consenso, permette la costituzione di un registro di transazioni digitali altamente scalabile, decentralizzato e sicuro, mentre gli Algorand Standard Assets (ASA) rendono possibile la cosiddetta “tokenizzazione” (ossia la rappresentazione digitale standardizzata) di un qualunque tipo di asset, comprese valute, monete e stablecoin.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

InfoCert punta sulla Romania

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2020

InfoCert (Tinexta Group), la più grande Certification Authority a livello europeo, annuncia di aver avviato un presidio commerciale in Romania per lo sviluppo del mercato locale, considerato ad alto potenziale per la digitalizzazione. La decisione rientra nel piano strategico di espansione internazionale di InfoCert e, in particolare, nell’area Eastern Europe dove l’azienda è già attiva in paesi quali Slovenia, Croazia, Polonia e Ungheria.Il mercato digitale della Romania è uno dei più dinamici e a maggiore tasso di crescita dell’area Eastern Europe, potendo contare su un settore bancario tra i più sviluppati ed innovativi dell’area e con una storica presenza dei principali gruppi bancari europei già clienti di InfoCert.Al mercato rumeno, InfoCert offre i servizi e le soluzioni best-in-class di digital trust con cui si sta affermando in tutta Europa: basati su tecnologie all’avanguardia e già conformi al quadro normativo europeo e rumeno, le soluzioni InfoCert sono in grado di soddisfare le esigenze sempre più complesse dei clienti, talvolta chiamati a fronteggiare sfide inaspettate e difficili come l’attuale emergenza sanitaria globale per il COVID-19 e il repentino esplodere di fenomeni quali lo smart working.Mai come ora, infatti, le soluzioni per concludere transazioni digitali con pieno valore legale – quali Firma Digitale e Conservazione Digitale – si sono rivelate fondamentali per chi deve gestire e promuovere il proprio business operando da remoto: ad esempio, per banche e istituti finanziari che consentono ai clienti di aprire conti correnti, ottenere finanziamenti o riscadenzare le rate dei mutui on-line; per le compagnie assicurative che riescono a far sottoscrivere polizze in tempo reale; per le aziende telefoniche che permettono ai clienti di richiedere e attivare una scheda SIM in tutta semplicità; o magari per un piccolo imprenditore che può firmare contratti con clienti e fornitori senza alcun bisogno di incontri di persona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

InfoCert presenta DIZME, la rivoluzionaria piattaforma per l’identità digitale

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 settembre 2019

InfoCert (Tinexta Group), il più grande Qualified Trust Service Provider a livello europeo, presenta DIZME, la piattaforma per l’identità digitale ideata e realizzata con l’obiettivo di integrare il mondo SSI (Self Sovereign Identity), basato su tecnologia blockchain, con la compliance normativa eIDAS, sommandone i rispettivi benefici, ossia una identità digitale distribuita ma a piena validità legale.DIZME è il Domain Specific Network basato sul framework Sovrin, la fondazione non profit con sede negli Stati Uniti nata per la diffusione della visione self-sovereign di cui InfoCert è Founding Steward.DIZME è stata concepita da InfoCert e implementata tecnologicamente da eTuitus, spinoff dell’Università di Salerno partecipata da InfoCert stessa.In pratica, con DIZME, InfoCert anticipa il mercato avviando una fase di ulteriore innovazione rispetto al semplice enrollment remoto dell’identità digitale di cui, peraltro, è da sempre leader.DIZME è attualmente disponibile in versione BETA ed è già iniziata la fase di costituzione dell’ecosistema di partner – costituito da primarie realtà del mondo finanziario, industriale e accademico – e sono stati lanciati i primi progetti pilota.
La Governance Authority (cioè InfoCert) definisce lo schema di credenziali di identità gestite da DIZME e la mappatura dei tre Level of Assurance (differenti per modalità di accertamento dell’identità e conseguenti “gradi di confidenza”). Su proposta dei singoli Issuer, sono definibili ulteriori schemi e tipi di credenziali (Context Specific Credentials) relativi, ad esempio, a preferenze personali, informazioni creditizie o reddituali, certificazioni e così via: tali credenziali – non limitate da specifici data type o modalità di implementazione né imposte da un central hub – sono accessibili e verificabili istantaneamente senza complesse logiche di integrazione o contratti commerciali.La verifica di identità o di attributi context-specific (Proof Request) può essere Full Disclosure (con la richiesta di condivisione di un set di Credential, formulata dal Verifier all’Owner che deve esplicitare il consenso) oppure Zero Knowledge (con l’Owner che garantisce al Verifier un determinato requisito senza svelare integralmente le proprie Credential). E, in funzione della Identity Credential presentata dall’Owner, il Verifier può emettere una SignRequest – di tipo Advanced o Qualified – per ottenere una firma digitale – one-shot ed eIDAS compliant – con cui l’Owner può confermare una specifica transazione, in piena garanzia di conformità e valore legale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Infocert entra nel capitale di Sixtema

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 ottobre 2011

Image representing Informatica as depicted in ...

Image via CrunchBase

InfoCert, il primo Ente Certificatore in Italia con quattro milioni di certificati di firma digitale, cinquecentomila caselle di Posta Elettronica Certificata e oltre duecentocinquanta milioni di documenti conservati in modalità sostitutiva, annuncia di aver sottoscritto un accordo con la Società Sixtema per l’ingresso nel capitale della Società con una partecipazione del 25%. Sixtema nasce nel 2008 dalla aggregazione di tre società (Siaer Information and Communication Technology, Centro Regionale Toscano per i Servizi e l’Informatica, CNA Infoservice) che hanno rappresentato i punti di riferimento a livello nazionale in materia di servizi informatici sia per le CNA, sia per le aziende associate, che per il mondo dei Consorzi Fidi. Sixtema diventa operativa con la denominazione di CNA Informatica e si pone l’obiettivo di creare all’interno del sistema CNA un’unica struttura di riferimento a livello nazionale che si occupi delle gestione e della erogazione di servizi di tipo informatico, diventando un fornitore strategico per quanto riguarda le procedure da adempimento e servizi correlati di circa il 70% delle associazioni CNA sul territorio nazionale. Sixtema offre applicazioni informatiche, tecniche-organizzative e di gestione, fornisce accesso alla rete e gestione di intranet, produce e commercializza servizi e prodotti software. Inoltre, offre assistenza nella gestione dei servizi tradizionali “da adempimento” (paghe, contabilità e fisco, ambiente e sicurezza) anche in modalità SaaS nonché servizi di housing ed hosting da data center. Tra le soluzioni presenti nell’offerta di Sixtema per operatori del comparto artigianale, PMI e strutture associative, sono da ricordare: Sixtema.PEC, la Posta Elettronica Certificata frutto delle esperienza e delle competenze di InfoCert; Sixtema.CRM, per la gestione delle relazioni con i clienti; Sixtema.SISTRITEL, per il controllo della tracciabilità dei rifiuti; Sixtema.TANDEM, per la condivisione via web delle applicazioni software, in area Contabile, Aziendale e Fiscale, con le aziende associate. InfoCert S.p.A. InfoCert S.p.A. è il Primo Ente Certificatore per la firma digitale in Italia, leader di mercato per i processi di conservazione sostitutiva dei documenti a norma di legge e per i servizi di Posta Elettronica Certificata. InfoCert S.p.A. progetta e sviluppa soluzioni informatiche ad alto valore tecnologico per la dematerializzazione dei processi documentali di imprese, associazioni, ordini professionali, Pubblica Amministrazione e professionisti. InfoCert S.p.A., con un capitale sociale di 25.292.700,00 euro, eroga servizi per la gestione documentale (LegalCycle), la conservazione digitale a norma dei documenti (LegalDoc), la certificazione e la sicurezza digitale (LegalCert), la gestione di Posta Elettronica Certificata (Legalmail), la formazione e conservazione a norma del Libro Unico del Lavoro in formato elettronico (LegalHR), la gestione informatica dei registri di protocollo, dei flussi documentali, dei processi e degli atti deliberativi delle Pubbliche Amministrazioni (LegalWork) e, infine, la gestione efficiente e sicura della modulistica elettronica (LegalForm). Nel dicembre 2009 l’offerta di InfoCert si arricchisce grazie all’acquisizione al 100% di KLever, società di consulenza tecnologica focalizzata su soluzioni di Enterprise Content Management (ECM).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Indagini Finanziarie di InfoCert

Posted by fidest press agency su sabato, 29 Maggio 2010

Riceve in automatico i messaggi PEC con le richieste di indagine delle Autorità e visualizza immediatamente il file XML allegato, che include i dati anagrafici del soggetto sotto indagine: all’Operatore Finanziario, reputato di aver avuto contatti con l’indagato, spetta l’eventuale compito di fornire le informazioni mancanti. L’Operatore Finanziario può così rispondere in modo positivo o negativo. E, grazie al nuovo servizio, può inviare tante risposte puntuali di tipo positivo o negativo quante sono le richieste ricevute; oppure una risposta cumulativa mensile, ma solo per i riscontri negativi. Grazie a Indagini Finanziarie, inoltre, tutte le risposte sono firmate digitalmente e spedite via PEC senza mai uscire dall’applicazione, grazie alla sua assoluta integrazione con i servizi Legalmail e di firma digitale di InfoCert. Il servizio gestisce anche il diagnostico di controllo, cioè la verifica di correttezza della risposta almeno da un punto di vista formale. Se prima questa operazione era molto laboriosa e dispendiosa, oggi Indagini Finanziarie riduce praticamente a zero questa fase di controllo e rende altresì semplicissimo il recupero delle richieste e l’inoltro di nuove risposte nei casi di diagnostico negativo.Richieste, risposte, diagnostici ed eventuali ricicli vengono, infine, organizzati e raggruppati in un fascicolo digitale sempre a disposizione dell’utente.
InfoCert S.p.A. è il Primo Ente Certificatore per la firma digitale in Italia, leader di mercato per i processi di conservazione sostitutiva dei documenti a norma di legge e per i servizi di Posta Elettronica Certificata. InfoCert S.p.A. progetta e sviluppa soluzioni informatiche ad alto valore tecnologico per la dematerializzazione dei processi documentali di imprese, associazioni, ordini professionali, Pubblica Amministrazione e professionisti. InfoCert S.p.A., con un capitale sociale di 25.292.700,00 euro ed un fatturato 2009 di 30 milioni di euro, eroga servizi di gestione documentale (LegalCycle), conservazione sostitutiva a norma dei documenti (LegalDoc), certificazione e sicurezza digitale (LegalCert), gestione di Posta Elettronica Certificata (Legalmail), formazione e conservazione a norma del Libro Unico del Lavoro in formato elettronico (LegalHR) e la gestione efficiente e sicura della modulistica elettronica (LegalForm). Nel dicembre 2009 l’offerta di InfoCert si arricchisce grazie all’acquisizione al 100% di KLever, società di consulenza tecnologica focalizzata su soluzioni di Enterprise Content Management (ECM).

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »