Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘informatica’

Bitdefender nomina John Stynes come direttore finanziario

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Bucarest, Romania/Santa Clara, California Bitdefender, società leader globale nella sicurezza informatica che protegge più di 500 milioni di sistemi in 150 paesi, ha nominato John Stynes come direttore finanziario.Stynes porta in Bitdefender la sua significativa esperienza maturata alla guida di importanti società pubbliche di varie dimensioni. Dal suo ufficio di Londra, Stynes si unisce alla squadra dirigenziale che guida gli sforzi della società nella trasformazione delle proprie procedure commerciali. Nel suo incarico più recente, in qualità di direttore finanziario di Verifone per Europa e Russia, Stynes è stato l’uomo chiave nel guidare la trasformazione degli aspetti finanziari, le intuizioni strategiche/commerciali e le relazioni con gli investitori europei. Il suo lavoro in Europa ha creato una solida base mentre la società passava dal pubblico al privato nell’agosto del 2018.Prima di Verifone, Stynes è stato vicedirettore finanziario presso TT Electronics, un produttore quotato nel FTSE, dove ha ricoperto un ruolo centrale nel team manageriale che gestiva le aspettative di consiglio, banche e investitori, mentre la società ha intrapreso uno sviluppo significativo. Ha trascorso la maggior parte della sua carriera in Cisco, creando Cisco Capital e Treasury, implementando SOX come EMEA Corporate Controller e fungendo da direttore finanziario per le loro organizzazioni operanti nel Nord Europa e Regno Unito. “Sono davvero lieto di unirmi a Bitdefender in un momento in cui l’azienda è in una notevole fase di crescita e trasformazione. Vedo un enorme potenziale per il settore della sicurezza informatica nei prossimi anni e Bitdefender vanta una posizione ben consolidata al suo interno. Circa il 38% delle soluzioni di sicurezza informatica al mondo e i loro utenti utilizzano già le tecnologie pluripremiate di Bitdefender”, ha dichiarato Stynes.Stynes entra in Bitdefender dopo aver ricoperto diversi ruoli dirigenziali negli ultimi tre anni. La società ha investito molto nei suoi team aziendali e di marketing, espandendo significativamente i propri uffici in Europa e Stati Uniti.L’ex CFO Niculae Dinca rimarrà parte del team di gestione delle finanze e sosterrà Stynes durante la transizione. Ha guidato con successo le operazioni finanziarie di Bitdefender negli ultimi 10 anni di enorme crescita e molteplici round di finanziamento.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Philips amplia il proprio portfolio di informatica per la radiologia

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 marzo 2019

Amsterdam, Paesi Bassi – Royal Philips (NYSE: PHG, AEX: PHIA), leader globale nel settore dell’Health Technology, ha annunciato oggi di aver sottoscritto un accordo per l’acquisizione del business Healthcare Information Systems di Carestream Health Inc., azienda statunitense di soluzioni di imaging e Healthcare Informatics destinate a strutture ospedaliere, centri di diagnostica per immagini e cliniche mediche specializzate. La piattaforma di gestione immagini basata su cloud di Carestream permetterà a Philips di aumentare la propria offerta nell’ambito dell’informatica per la radiologia, per la gestione dei dati e delle immagini, il miglioramento del flusso di lavoro, la visualizzazione avanzata e l’analisi.Inoltre, l’attività di Carestream Health Systems Information Systems e il presidio in termini di installato in America Latina, Europa e Asia sono complementari alla leadership di mercato di Philips nelle soluzioni IT per la gestione delle immagini diagnostiche in Nord America.Il perfezionamento dell’acquisizione é prevista nel secondo semestre del 2019, all’avveramento di condizioni sospensive tipiche in operazioni di acquisizione di questa natura, tra cui l’ottenimento delle necessarie approvazioni governative e regolamentari. Fino ad allora, le due società continueranno a operare in maniera autonoma come due società indipendenti.Le attuali soluzioni di Philips combinano una profonda esperienza clinica e informatica con l’innovazione tecnologica per connettere in totale sicurezza pazienti, operatori sanitari e dati di interi sistemi. Le applicazioni di visualizzazione avanzata e analisi utilizzano l’intelligenza adattiva per supportare il medico presso le strutture sanitarie, fornendo approfondimenti clinici e migliorando la collaborazione tra i team.Al perfezionamento dell’operazione di acquisizione, Philips potrà ampliare il proprio portfolio con l’inserimento della piattaforma cloud-based di Carestream, inclusi il Vendor Neutral Archive (VNA), i visualizzatori di immagini diagnostiche, il gestore del workflow e strumenti di analisi clinica, operativa e di business analytics. Il business Healthcare Information Systems e i suoi circa 900 dipendenti entreranno a far parte del business Healthcare Informatics di Philips all’interno del segmento Diagnosis & Treatment.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove norme su sicurezza informatica e una difesa contro le minacce informatiche della Cina

Posted by fidest press agency su martedì, 12 marzo 2019

Bruxelles. I deputati europei hanno adottato in via definitiva una legge europea sulla sicurezza informatica con 586 voti favorevoli, 44 contrari e 36 astensioni. Si crea così il primo schema di certificazione a livello europeo per garantire che i prodotti, i processi e i servizi venduti nell’UE soddisfino gli standard di sicurezza informatica.Il Parlamento ha inoltre adottato una risoluzione non legislativa, per alzata di mano, in cui si chiede un’azione UE contro le minacce alla sicurezza legate alla crescente presenza tecnologica della Cina nell’UE.I deputati esprimono forte preoccupazione per le recenti affermazioni secondo cui le infrastrutture per le reti 5G potrebbero avere delle ‘backdoor’ incorporate che consentirebbero ai fornitori e alle autorità cinesi di avere un accesso non autorizzato ai dati personali e alle telecomunicazioni nell’UE.
Si teme che i fornitori di dispositivi di paesi terzi possano presentare un rischio per la sicurezza dell’UE a causa delle leggi del loro paese che obbligano le imprese a cooperare con lo Stato grazie a una definizione molto ampia della sicurezza nazionale. In particolare, le leggi cinesi sulla sicurezza dello Stato hanno suscitato reazioni negative in vari paesi.I deputati chiedono alla Commissione e agli Stati membri di fornire soluzioni per affrontare le vulnerabilità informatiche nell’acquisto dei materiali per il 5G, e propongono di: diversificare gli acquisti con diversi fornitori, introdurre procedure di appalto in più fasi, stabilire una strategia per ridurre la dipendenza dell’Europa dalla tecnologia di sicurezza informatica straniera e creare un sistema di certificazione cyber-sicurezza per l’introduzione del 5G.
Il Cybersecurity Act dell’UE, già concordato informalmente con i Ministri UE, prevede la certificazione delle infrastrutture critiche, comprese le reti energetiche, l’acqua e i sistemi bancari, oltre a prodotti, processi e servizi. Entro il 2023 la Commissione valuterà se tali nuovi sistemi volontari debbano essere resi obbligatori.La legge sulla sicurezza informatica prevede inoltre un mandato permanente e maggiori risorse per l’Agenzia europea per la sicurezza informatica, l’ENISA.Dopo la votazione sulla legge sulla sicurezza informatica, la relatrice Angelika Niebler (PPE, DE) ha dichiarato: “Questo importante successo consentirà all’UE di tenere il passo con i rischi per la sicurezza nel mondo digitale per gli anni a venire. La legislazione è una pietra angolare per far sì che l’Europa diventi un attore globale nel campo della sicurezza informatica. I consumatori, così come l’industria, devono potersi fidare delle soluzioni informatiche”.
Il Consiglio deve ora approvare formalmente la legge sulla sicurezza informatica. Il regolamento entrerà in vigore 20 giorni dopo la sua pubblicazione. La risoluzione sulla presenza cinese nell’UE sarà inviata alla Commissione e agli Stati membri.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Informatica resti a Crema, l’università è un valore per il territorio

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 marzo 2018

“Preoccupazione e incredulità” per lo spostamento a Milano, dal prossimo settembre, delle attività didattiche delle nuove immatricolazioni del Dipartimento di Informatica dell’Università di Crema. E’ questo, in sintesi, quanto esprime il neoeletto consigliere regionale del M5S Lombardia Marco Degli Angeli in una lettera inviata, questa mattina, al Rettore dell’Università di Milano Gianluca Vago. Per Degli Angeli: “La convenzione dell’università con Crema va rispettata. Chiedo al Rettore Gianluca Vago di adoperarsi, per quanto ancora nelle sue possibilità, per far sì che a settembre le nuove immatricolazioni dei corsi di Laurea in informatica e Sicurezza vengano confermate per la Sede di Crema nel rispetto della convenzione tra Comune, Provincia, Associazione Cremasca Studi Universitari e Università degli Studi di Milano”. E ancora: “Vanno sicuramente migliorate e riviste le modalità e il tenore di collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, ma le decisioni risolutive prese dal Dipartimento e che sembrano avallate dal Ateneo con cui è attiva la convenzione, non possono che trovarmi contrariato e preoccupato”. Il Consigliere conclude: “Mi auguro di ricevere rassicurazioni dall’Università di Milano. L’Ateneo di Crema è un presidio culturale fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio ed è sempre stato sostenuto con ingenti sforzi economici da Istituzioni, associazioni di categoria, istituti bancari e dalla Camera di Commercio”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo SuperServer 1U NVMe

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 gennaio 2018

supermicroLAS VEGAS, /PRNewswire/ Super Micro Computer, Inc. (NASDAQ: SMCI), azienda leader globale per le soluzioni informatiche aziendali, per lo storage, il collegamento in rete e per soluzioni tecnologiche rispettose dell’ambiente, ha presentato un nuovo SuperServer 1U NVMe™ (Non-Volatile Memory Express) all-flash che può ospitare fino a 36 SSD NVMe Samsung NGSFF sostituibili a caldo.Con 36 alloggiamenti NVMe Samsung NGSFF sostituibili a caldo in un sistema di tipo 1U, la nuova soluzione di Supermicro offre una capacità completamente NVMe in scala petabyte. Il server al momento supporta 288 TB per sistema e nel corso del corrente anno supporterà oltre mezzo petabyte per sistema. La tecnologia NVMe è stata sviluppata per offrire la minore latenza possibile e offrire CPU più veloci per avere prestazioni per lo storage dati che favoriscano il calcolo avanzato. Ottimizzato per i nuovi SSD Samsung NGSFF, il nuovo sistema Supermicro offre una capacità di storage migliore del 300% rispetto ai server di storage all-flash precedenti che supportano SSD standard (U.2).
“Supermicro, leader di mercato nelle architetture server avanzate, riconosce l’importanza dei nuovi protocolli come NVMe e RDMA over Fabric che sfruttano in modo efficace le eccezionali prestazioni tipiche della tecnologia flash per sostituire i fattori di forma e le architetture di storage obsolete,” ha dichiarato Charles Liang, Presidente e Amministratore Delegato di Supermicro. “Adottando NVMe e NGSFF, Supermicro continua a dimostrare la sua leadership nel mercato con l’offerta di prestazioni e densità migliori presenti sul mercato grazie a queste soluzioni avanzate ottimizzate per il futuro.” Il sistema 1U NVMe all-flash a 36 unità presenta due processori Intel® Xeon® scalabili, 24 slot DIMM e dispone di ventole di raffreddamento ridondanti sostituibili a caldo, alimentatori e alloggiamenti unità sostituibili a caldo per una maggiore manutenzione e disponibilità. Per l’accessibilità, la soluzione supporta l’accensione e lo spegnimento del sistema da remoto oltre alla gestione e ad accensione/spegnimento ciclici per ogni unità. (foto: supermicro)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Matematica e informatica: “Seminario degli ex studenti”

Posted by fidest press agency su domenica, 24 dicembre 2017

parma universitàParma. Lunedì 8 e martedì 9 gennaio, nel Plesso di Matematica e Informatica dell’Università di Parma (Campus Scienze e Tecnologie), torna il “Seminario degli ex studenti”. Questa iniziativa, che nelle due precedenti edizioni ha riscosso molto successo, vede coinvolti ragazzi laureatisi in Matematica e in Informatica a Parma e ora impiegati in università o aziende.Durante il workshop verranno presentati dagli ex studenti alcuni esempi concreti di applicazione di queste scienze nei vari settori del mondo del lavoro e dell’università. Gli interventi saranno variegati e pensati per stimolare studenti già a conoscenza di cosa sia la matematica da un punto di vista universitario e decisi nel portare a termine i loro studi.Interverranno:
Davide Addona (Assegnista di Ricerca – Ferrara); Daniele Angella (Professore – Firenze); Danilo Bonardi (Founder and Developer – Shiny Frog, Parma); Mattia Cafferata (Dottorando – Modena, Ferrara e Parma); Giulio Catellani (BI Manager – Max Mara FG, Reggio Emilia); Edoardo Coscelli (Dottorando – Milano); Laura Cremaschi (Insegnante ISIS Sismondi-Pacinotti di Pescia (PT)); Mattia Laurini (Dottorando – Parma); Ilario Mazzieri (Ricercatore – POLIMI); Luca Pedrelli (Dottorando – Pisa); Simone Perri (R&D Engineer – Elettric80 S.p.A.); Federica Spoto (Post-Doc – Osservatorio di Nizza/Osservatorio di Parigi); Gianmaria Tarantino (Dottorando – Parma, prima Data Scientist – Maps group); Sara Torelli (Dottoranda – Pavia) Organizzatori: Amedeo Altavilla (Tor Vergata); Federico Rossi (Bicocca); Nicoletta Tardini (Pisa)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario di Logica e Informatica – J.C. Valverde

Posted by fidest press agency su martedì, 5 dicembre 2017

Roma Giovedì 7 Dicembre 2017, ore 11:00 Dipartimento di Matematica e Fisica – Aula 211 Largo San Leonardo Murialdo 1 Periodic structure of graph dynamical systems on maxterm and minterm Boolean functions Prof. Jose C. Valverde (Università di Castiglia-La Mancia) The emergence of the concepts of cellular automata (CA) (Wolfram, 1983, 1984, 1986) and Boolean (BN) network (Kauffman, 1969), between the end of the 60s and early 80s, for the formalization of computational processes and genetic regulation, respectively, was a first step in the development of modeling of evolutionary phenomena using networks. This type of modeling has been useful to solve various problems in other Sciences such as Chemistry (see Kier & Seybold, 2009; Kier, Seybold & Cheng 2005; Scalise & Schulman, 2015), Physics (see Chopard & Droz, 1998), Biology (see Deutsch & Dormann, 2004, Toroczkai & Güçlü, 2007), Ecology (see Dieckman, Law & Metz, 2000; Hofbauer & Sigmund, 2003; Hogeweg, 1988), even of Social Sciences like Psychology or Sociology (see Abraham, 2015; Kempe, Kleminberg & Tardos, 2005).
This new paradigm of modeling has evolved in recent years, giving rise to the concept of graph dynamical system (GDS), which generalizes the previous ones, since it contemplates that the relationships among elements of the system can be arbitrary. That is, the graph representing the relations among elements of the system, called dependency graph, could be arbitrary. In this generalization, the smallest units of aggregation of the phenomenon are called nodes (or vertices), in relation to their membership in the graph, relieving the term of cells in a CA and entities in a BN.
In this talk, we discuss some of the advances in the study of the periodic structure of a GDS when the evolution operator is a maxterm or minterm Boolean function.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dall’unione di NetCom Group e Core Informatica nasce un gruppo da 50 milioni di fatturato annuo

Posted by fidest press agency su sabato, 29 luglio 2017

iacarellaUn “matrimonio” tra Nord e Sud per essere più competitivi, più appetibili e soprattutto proiettati verso il futuro. Si sintetizzano così le ragioni dell’ingresso di Core Informatica in NetCom Group. La prima, società piemontese con sede ad Ivrea, specializzata nei servizi di supporto tecnico alle infrastrutture informatiche e che offre una vasta gamma di servizi principalmente per aziende di medie e grandi dimensioni e con sedi a Pont Saint Martin, Milano, Padova e Trieste, la seconda invece azienda campana, che vanta sedi in tutta Italia ed anche all’estero, con un fatturato che sfiora i 20 milioni di euro annui, un trend di crescita del personale del 27% e neo assunti per lo più laureati con una età media di 31 anni. Un gruppo che ora unito non solo diventa sempre più strategico nel settore di propria competenza ma che va a raddoppiarsi sia in termini di fatturato che di personale, proiettato entro l’anno al raggiungimento di 50 milioni di fatturato e con circa 600 dipendenti dislocati nelle varie sedi in tutta Italia del nuovo gruppo. Forte di una squadra composta tutta da ingegneri specializzati nei vari indirizzi, NetCom Group ha vinto la scommessa di coniugare l’alta qualità con il contenimento dei costi puntando su «uno spirito imprenditoriale teso alla costruzione di rapporti industriali – spiega Domenico Lanzo, presidente e amministratore delegato di NetCom Group – un’organizzazione che sa adattare alle Pmi locali il meglio lanzodella gestione tipica delle grandi industrie internazionali; un gruppo aziendale in grado di sostenere l’impegno finanziario per l’avvio dell’attività». Nel suo portafoglio clienti NetCom Group vanta brand di caratura internazionale riferiti ai diversi settori di riferimento: MBDA Italia, Gruppo FCA, Jaguar, Lamborghini, Italdesign Giugiaro, Sky Italia, Vodafone, H3G, Huawei, Cisco System, Axa Assurance, Lottomatica, Luxottica, Banca Intesa, Banco Bpm.
Core Informatica nasce nel 1997 negli anni “post Olivetti”. Due giovani manager provenienti da esperienze diverse ma ugualmente ricche di significato, si incontrano e trovano il capitale per iniziare una nuova avventura. Un’intera generazione di tecnici e gestori si è sviluppata in questi anni ed è cresciuta all’interno dell’azienda mantenendo le caratteristiche iniziali di delega nelle responsabilità, meritocrazia e passione. Tra i clienti di Core Informatica anche multinazionali come Coca Cola, Enel, Telecom, Accenture, nei servizi Dedalus, Engineering e Comdata e numerose società nel campo assicurativo come Generali, Cattolica, Reale Mutua ed Allianz solo per citarne alcune.
«I benefici di questa unione – sottolinea Sandro Iacarella, amministratore delegato di Core Informatica – sono sostanzialmente racchiusi nella gestione generale delle risorse che noi utilizziamo sul territorio e dei clienti che insieme possiamo condividere. Ci accomuna la capacità di valorizzare le persone che lavorano per noi. Essendo aziende di servizi, il nostro valore sono le persone, sia in Core Informatica che in NetCom Group». (foto: iacarella, lanzo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Informatica: il fantastico reale

Posted by fidest press agency su martedì, 18 luglio 2017

informatica fantastico reale(Tecnologie Vol. 1) (Italian Edition) Kindle Edition. L’informatica è come un lampo di raggi gamma che arrivano dai confini dell’Universo. Misteriosi e affascinanti nello stesso tempo. Ma se la mente è stata capace di duplicarsi mettendo al suo servizio un computer, non dobbiamo credere che non esista una comune sorgente e che essa non arrivi, come improvvisi bagliori, per dare origine, qui e altrove, alla nostra vita. Il tutto si contorna di chiarori che non durano, perché non hanno tempo, in quel mondo dove non esiste un passato o un futuro. Essi germinano i loro effetti nel lungo presente nel quale siamo avvolti e da dove ritagliamo il nostro segmento tridimensionale. Fortunati coloro che prima di noi hanno sfiorato l’infinito nel cuore delle galassie e rivelato il mistero che ci circonda.

Posted in recensione | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La sicurezza informatica dopo l’attacco ransomware: Cosa riserva il futuro?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 maggio 2017

CyberSecurity“L’infezione ransomware su larga scala di settimana scorsa è un chiaro segno delle sfide sempre maggiori che deve affrontare la sicurezza informatica. Nella più grande epidemia di ransomware mai registrata, si stima che oltre 100.000 computer siano stati infettati, dalla Russia a Taiwan, comprese istituzioni come Telefonica, FedEx, Deutsche Bahn e la NHS.”Il ransomware è una variazione del Wana Decryptor, un ceppo emerso due settimane fa. Il suo rapido successo è attribuito al fatto che sfrutta una vulnerabilità di Windows che non è stata risolta su tutti i sistemi. Diverse figure chiave tra cui Edward Snowden e Microsoft hanno puntato il dito contro la NSA.I dati della NSA su questo exploit sono stati rivelati al pubblico da un’organizzazione di hacker conosciuta come Shadow Brokers prima che la NSA fornisse ai fornitori le informazioni su come applicare la patch. L’anno scorso è stato rivelato che la NHS aveva migliaia di computer che ancora funzionavano con Windows XP, che non è più supportato da Microsoft dal 2014. Il mancato aggiornamento dei sistemi operativi e delle applicazioni è un altro fattore chiave che ha contribuito all’infezione ransomware nel Regno Unito. Dato l’elevato profilo di questa vulnerabilità, Microsoft ha rilasciato una patch di sicurezza anche per i sistemi più vecchi, per proteggerli.
L’ascesa del ransomware può essere attribuita alla proliferazione di strumenti facili da usare e di servizi di ransomware-as-a-service acquistabili nel mondo sommerso del crimine informatico. Questi strumenti possono essere facilmente personalizzati e hanno aiutato a creare una lista crescente di attacchi di successo che hanno creato profitti per i malfattori.
Frost & Sullivan crede che ci stiamo avvicinando a un cambio di tendenza per la sicurezza informatica, sia in ambito governativo sia nel settore privato, nonostante rimangano degli ostacoli chiave, come la mancanza di comprensione tecnica e la reticenza ad investire. Le aziende devono investire pesantemente per rispondere in modo adeguato alla crescente minaccia dei crimini informatici, in tutti i campi: tecnologia, personale interno addetto alla sicurezza e formazione del personale per poter riconoscere ed evitare le minacce informatiche. I settori chiave come quello della sanità saranno costretti ad adattarsi dai governi se non lo faranno di propria spontanea volontà; la sicurezza informatica in ambito sanitario registrerà un tasso di crescita annuale del 13,6 per cento solo negli Stati Uniti.” (foto: CyberSecurity)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Indagine Easynido su alfabetizzazione informatica negli Asili Nido

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

computer-da-tavoloNon c’è dubbio che internet rappresenti ormai un importante supporto didattico per il mondo della scuola, utilizzato per amministrare le attività burocratiche o per semplificare la comunicazione tra docenti e genitori o come strumento per l’insegnamento. Tuttavia, non sempre le scuole italiane sono attrezzate in modo adeguato e, in particolare, per quanto riguarda le Scuole per l’Infanzia, l’Italia è ancora lontana da una vera e propria alfabetizzazione informatica. Secondo un’indagine condotta da HYPERLINK “https://www.easynido.it” Easynido, gestionale in cloud per Asili Nido e le Scuole per l’Infanzia, realizzata con metodo cawi (computer-assisted web interviewing), nel nostro Paese si riscontra una forte resistenza all’informatizzazione dovuta principalmente alla scarsa competenza degli stessi educatori. Sebbene circa il 96% comprende il potenziale di tali strumenti, il 46% dichiara di preferire ancora la carte e la penna per lavorare. Il 3,1% degli intervistati, inoltre, dichiara un’avversione nei confronti dell’informatica percepita come uno strumento che complica e rallenta il lavoro.
Secondo l’indagine di Easynido, è il Centro Italia ad avere il maggior numero di Scuole per l’Infanzia dotate di rete internet, di software gestionali e di computer. Nella classifica delle città con istituti all’avanguardia, Roma è seguita da Napoli e da Milano.
“Sono ancora numerose le figure operanti in ambito educativo restie ad introdurre nuove tecnologie. – Spiega Andrea Salini, Amministratore di iRoma azienda che ha creato il software gestionale per Asili nido e scuole dell’Infanzia – Per questo è necessario sensibilizzarle all’uso delle tecnologie in rete onde evitare un atteggiamento passivo e far comprendere l’enorme potenziale per le attività didattiche e amministrative”.
“Dotarsi di strumenti informatici innovativi come EasyNido – prosegue l’Amministratore di iRoma S.r.l. – consentirebbe agli Asili e alle Scuole dell’Infanzia di risparmiare tempo e di ottimizzare i costi aziendali; molte di queste strutture utilizzano ancora strumenti cartacei per comunicare con i genitori o per i loro registri, la tecnologia in cloud e le app sono il futuro e la scuola Italiana deve dotarsene il prima possibile. I motivi principali per cui non si vogliono adottare nuove tecnologie di solito sono 2: il costo iniziale e il tempo necessario per apprenderne l’utilizzo. Con EasyNido – conclude Salini – abbiamo voluto abbattere entrambi i fattori creando un software intuitivo ad un costo estremamente basso: cento euro all’anno.”
EasyNido è un servizio che si avvale di Amazon Web Services la piattaforma cloud per eccellenza, che garantisce stabilità e sicurezza contro le intrusioni e gli attacchi hacker. EasyNido, infatti, è sviluppato interamente in ambiente di sicurezza SSL, che fornisce crittografia avanzata della transazione di dati con connessione SSL 128bit e scambio di chiavi RSA. Si tratta dello stesso sistema utilizzato per le transazioni bancarie protette su Internet, uno dei sistemi di sicurezza più avanzati disponibili in questo momento.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Che impatto avrà la sicurezza informatica sul successo delle auto connesse?

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 settembre 2016

automotiveMercoledì 12 ottobre 2016 alle ore 16:00 Online, con registrazione gratuita. Relatori: Jean-Noël Georges, Global Programme Director del gruppo Digital Transformation di Frost & Sullivan e i relatori ospiti: Christine Caviglioli, Vice President Automotive di M2M Gemalto, e Yvan Gravier, CEO di Eliocity. Il settore automobilistico sta affrontando una grande rivoluzione dovuta all’evoluzione del mercato delle automobili connesse. Attualmente ci sono molte tecnologie disponibili per approdare a questa nuova era. Frost & Sullivan prevede che il mercato raggiungerà quota 43,8 milioni di automobili connesse nel 2019 a livello globale. I due fattori decisivi saranno la gestione delle minacce alla sicurezza informatica e la fiducia dei clienti.“Il mercato ha assistito al primo richiamo elettronico nel 2015 per Fiat Chrysler Automobiles (FCA), con un impatto su oltre 1,5 milioni di automobili”, afferma Jean-Noël Georges, Global Programme Director del gruppo Digital Transformation di Frost & Sullivan. “Nel momento in cui i rischi di questo tipo saranno più controllati, la rivoluzione delle auto connesse sarà una fantastica opportunità per gli operatori tradizionali di reinventare il modo in cui i consumatori interagiscono con le case automobilistiche e le automobili.” Il concetto di sicurezza end-to-end distribuita è ancora oggetto di discussione e le case automobilistiche sono impegnate con i rivenditori per testare aspetti della sicurezza specifici per i servizi over-the-air e che collegano il veicolo all’ambiente esterno (vehicle-to-exterior). L’era delle automobili connesse è un fenomeno rivoluzionario che trasformerà ampiamente il settore automobilistico attuale. Questa trasformazione creerà nuovi modelli di business e cambierà drasticamente la natura degli affari.Nuovi operatori come Apple CarPlay e Android Auto stanno prendendo il controllo del mercato delle automobili connesse. Questi nuovi operatori daranno al settore automobilistico l’opportunità di reinventare il mercato.Il webinar di Frost & Sullivan aiuterà le aziende a:
Sapere in che modo le auto connesse influenzano l’ecosistema automobilistico tradizionale
Conoscere le principali tendenze nell’ambito di connettività e sicurezza
Scoprire come le tecnologie e i servizi esistenti trasformeranno il modo in cui interagiamo con i veicoli.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Informatica: il fantastico reale

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

informaticadi Riccardo Alfonso. L’informatica è come un lampo di raggi gamma che arrivano dai confini dell’Universo. Misteriosi e affascinanti nello stesso tempo.
Ma se la mente è stata capace di duplicarsi mettendo al suo servizio un computer, non dobbiamo credere che non esista una comune sorgente e che essa non arrivi, come improvvisi bagliori, per dare origine, qui e altrove, alla nostra vita. Il tutto si contorna di chiarori che non durano, perché non hanno tempo, in quel mondo dove non esiste un passato o un futuro.
Essi germinano i loro effetti nel lungo presente nel quale siamo avvolti e da dove ritagliamo il nostro segmento tridimensionale.
Fortunati coloro che prima di noi hanno sfiorato l’infinito nel cuore delle galassie e rivelato il mistero che ci circonda. Editore: Fidest press agency Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l. Foto: informatica)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza informatica: nuove norme UE contro le minacce online

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2016

Online Banking ComputerStrasburgo 4-7 luglio 2016. Secondo le nuove norme sulla sicurezza informatica, le prime a livello UE, che saranno poste in votazione mercoledì, le imprese fornitrici di servizi essenziali come energia, trasporti, banche e salute, o quelli digitali, come motori di ricerca e servizi cloud, dovranno prendere provvedimenti per migliorare la capacità di resistere agli attacchi informatici. Ogni Paese dell’UE dovrà nominare le autorità nazionali competenti e stabilire una strategia per affrontare le minacce informatiche.La direttiva UE sulla sicurezza delle reti e dell’informazione (NIS) mira a rafforzare la cooperazione sulla sicurezza informatica tra gli Stati membri, mettendo così fine alla frammentazione attuale dei diversi sistemi nazionali, elencando inoltre i settori in cui le imprese di servizi critici dovranno garantire resistenza contro gli attacchi informatici. Queste aziende, che dovranno essere identificate da ciascun Stato membro, saranno inoltre tenute a segnalare le gravi violazioni della sicurezza alle autorità nazionali.
I sistemi informatici, le reti e i servizi essenziali, come l’online banking, le reti elettriche o i sistemi di controllo degli aeroporti, possono essere colpite da incidenti causati da errori umani, guasti tecnici o attacchi terroristici. Questi incidenti generano perdite tra i 260 e 340 miliardi l’anno, secondo le stime dell’Agenzia europea per la sicurezza delle reti e dell’informazione (ENISA). L’UE attualmente non ha un approccio comune per la sicurezza informatica e le relative segnalazioni.
Dibattito: martedì 5 luglio
Votazione: mercoledì 6 luglio
Procedura: codecisione, accordo in seconda lettura (voto finale)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza informatica industriale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 settembre 2015

Online Banking ComputerSebbene le tradizionali industrie manifatturiere non siano state progettate pensando alla sicurezza, la proliferazione di reti e dispositivi, di canali di comunicazione diversificati e dell’utilizzo di software preconfezionato hanno portato la sicurezza informatica sotto i riflettori. Le preoccupazioni relative alla sicurezza associate agli alti livelli di connettività e integrazione iniziano a manifestarsi ora che il concetto di Internet delle cose prende forma nelle reti industriali e all’interno degli stabilimenti di produzione. L’allarmante frequenza di minacce persistenti e avanzate, sofisticate e mirate ha dato ulteriore rilevanza al tema della sicurezza nelle industrie sia discrete sia di processo. Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “The Safety-Security Argument: Expanding Needs in a Connected Enterprise”, rileva che il mercato globale della sicurezza informatica per i sistemi di controllo crescerà, secondo le previsioni, a un tasso tra il 20 e il 25% ogni anno da qui al 2021. Il Nord America e l’Europa resteranno all’avanguardia nel creare consapevolezza e avviare innovazioni tecnologiche rivolte agli attacchi derivanti da minacce avanzate persistenti. “Attualmente, le aziende impiegano un approccio ampio e stratificato per la protezione degli asset informatici e le organizzazioni del settore stanno lavorando per definire norme adeguate, – afferma Sonia Francisco, analista di Frost & Sullivan. – Le partnership tra governo, industria e istituti di ricerca saranno fondamentali per dare forma a standard robusti nel settore, in grado di accelerare lo sviluppo di soluzioni complete per la gestione della sicurezza.” Poiché il concetto di Internet delle cose trasforma l’architettura degli stabilimenti, le strategie per la difesa della sicurezza preconfezionate (“defense-by-default”) lasceranno spazio alle soluzioni ad hoc (“defense-by-design”). Le soluzioni di sicurezza integrate in grado di rilevare, adattare, modificare e rispondere alle minacce sulla base di diversi parametri dell’ecosistema guadagneranno popolarità. Anche la creazione di soluzioni specifiche per i diversi settori e applicazioni sarà fondamentale, poiché le soluzioni di information technology (IT) continuano ad affluire nello spazio delle tecnologie operative (OT). I fornitori di soluzioni negli ecosistemi IT e OT devono unire gli sforzi per implementare soluzioni per la sicurezza informatica a tutto tondo per i sistemi industriali. “Un tale livello di integrazione richiederà una forza lavoro di nuova generazione, con competenze sia IT che OT, – osserva Francisco. – I fornitori di servizi di sicurezza informatica possono offrire soluzioni di formazione e di gestione del cambiamento che colmeranno il divario di conoscenze.” Poiché la maggior parte delle industrie si stanno aggiornando a sistemi e processi intelligenti, la sicurezza informatica industriale farà presto l’inevitabile passaggio da un modello operativo reattivo ad una filosofia progettuale proattiva. Lo studio “The Safety-Security Argument: Expanding Needs in a Connected Enterprise” è un Market Insight che fa parte del programma Industrial Automation & Process Control Growth Partnership Service. Questo studio offre una visione strategica dei requisiti e delle best practice nell’ambito della sicurezza informatica e nell’era degli asset connessi e delle imprese collegate. Questa analisi di mercato fa luce sulle sfide, le opportunità e le strategie nell’ambito della sicurezza informatica, valutate in seguito a colloqui esaustivi con gli operatori del mercato.
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, collabora con i propri clienti per potenziare una visione innovativa che risponda alle sfide globali e alle opportunità di crescita correlate che faranno la differenza per gli operatori del mercato di oggi. Per oltre 50 anni abbiamo sviluppato strategie di crescita per le 1000 aziende più importanti a livello globale, le realtà emergenti, il settore pubblico e la comunità degli investitori. La vostra azienda è pronta per la prossima ondata di convergenza industriale, tecnologie dirompenti, crescente competizione, macro tendenze, best practice innovative, clienti in continua evoluzione e mercati emergenti?

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Matematica a Parma, quarta in Europa e tra le prime venti al mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 luglio 2015

Duomo_e_Battistero_di_ParmaL’Università di Parma, per quanto riguarda l’area di Matematica e Informatica, si posiziona quarta in Europa (prima ex aequo con le prime tre posizioni relativamente al risultato percentuale del 2,7%) e tra le prime 20 nel mondo. E’ il risultato fornito dalla classifica “CWTS Leiden Ranking” (http://www.leidenranking.com/) che usa il criterio delle pubblicazioni di maggior impatto, ritenuto un parametro significativo per rilevare la ricerca di assoluta eccellenza. La classifica viene infatti costruita rilevando la percentuale delle pubblicazioni scientifiche “highly cited”, che si collocano cioè nel primo 1% di quelle più citate, nel periodo 2010-2013. Il CWTS Leiden Ranking è una classifica annuale stilata dal Centrum voor Wetenschap en Technologische Studi dell’Università olandese di Leiden. E’ un ranking particolarmente significativo in quanto è l’unico al mondo basato esclusivamente su indicatori bibliometrici (numero di citazioni sulle riviste scientifiche con maggiore Impact Factor), quindi rilevabili in materia oggettiva, mentre invece non tiene conto di indicatori di tipo reputazionale, di natura più soggettiva e meno precisata.
Il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Parma, sede in cui si svolge ricerca di alto livello, ha ottenuto questo risultato grazie al contributo fondamentale del prof. Giuseppe Mingione e dei suoi collaboratori del progetto ERC Vectorial Problems, che hanno firmato un numero molto alto di pubblicazioni highly cited.Per l’Università di Parma si tratta di un riconoscimento di estremo rilievo: si tratta del miglior piazzamento in una singola area ottenuto da tutte le università italiane in tutte le discipline.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza informatica

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 marzo 2015

bolognaBologna 27 marzo presso la sede delle Banche di Credito Cooperativo dell’Emilia Romagna VEM sistemi inaugura le VEM session 2015, gli incontri di formazione e informazione dedicati a partner e clienti, con una Tavola Rotonda organizzata insieme a Certego e Fortinet. L’incontro, che vuole essere un’importante occasione di confronto sulla sicurezza informatica e il cybercrime, sarà dedicato alla Next-Generation Threat Protection, con l’obiettivo di esplorare la situazione attuale delle organizzazioni e la loro esposizione agli attacchi e identificare l’approccio adeguato alle nuove minacce informatiche.“Oggi nessun sistema o rete è invulnerabile,” dichiara Bernardino Grignaffini, CEO di Certego, la società del gruppo VEM sistemi specializzata nell’erogazione di servizi di sicurezza IT gestita e di contrasto al Cybercrime, anticipando i contenuti del suo intervento, “il malware cresce continuamente e gli attacchi sono sempre più sofisticati sia come capacità di mirare l’obiettivo che in termini di tecnologie utilizzate, per questo occorre intraprendere una strategia completamente nuova di IT Security, complementare a quella preventiva, che permetta risposte immediate ed efficaci.”Durante il convegno, VEM sistemi, Certego e Fortinet, delineeranno le best practice per una efficace protezione dalle minacce del cybercrime, con particolare attenzione al contesto bancario, e inviteranno i partecipanti ad esporre le problematiche specifiche della propria azienda, partendo dal caso di successo Cedecra Informatica Bancaria.
9.15 Registrazione partecipanti
9.45 Benvenuto e apertura dei lavori
Andrea Ceccaroni – Direttore Vendite, VEM sistemi
10.00 Advanced Threat Protection: la difesa in profondità
Cesare Radaelli – Channel Manager, Fortinet
10.30 Certego PanOptikon: rilevamento, analisi e risposta agli incidenti informatici
Bernardino Grignaffini – CEO, Certego
11.15 Coffee break
11.45 Case Study: Cedecra Informatica Bancaria
Luigi Cristiani – Cedecra Informatica Bancaria
12.15 User experience e live demo
Giovanni Toscani – Responsabile NOC, VEM sistemi

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Informatica: fatturato record

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2012

Informatica Corporation, (NASDAQ: INFA), il principale fornitore indipendente di software per la Data Integration, annuncia i risultati finanziari del primo trimestre che si è chiuso il 31 Marzo 2012. “Per quelle aziende che aspirano a diventare organizzazioni data-centric e che dunque hanno compreso che il dato è indispensabile per il successo e la crescita delle proprie attvità di business, il ruolo della data integration all’interno dell’infrastruttura IT è più importante che mai,” ha affermato Sohaib Abbasi, chairman e CEO di Informatica. “Quale principale fornitore indipendente per la data integration e grazie a una storia di innovazione costante, volta a garantire il successo dei propri clienti, Informatica si trova nella posizione ideale per poter beneficiare di questa opportunità di crescita”.
I dati principali per il primo trimestre 2012
Il fatturato complessivo per il primo trimestre 2012 è ammontato a 196 milioni, in crescita del 17% rispetto ai 168 milioni di dollari del primo trimestre del 2011. I ricavi derivanti dalle licenze hanno raggiunto la cifra di 80,1 milioni di dollari, un aumento del 12% rispetto ai 71,5 milioni di dollari del primo trimestre del 2011.
Nel primo trimestre, gli utili derivanti dalle attività, calcolati su base GAAP, sono stati pari a 38 milioni di dollari, un aumento del 19% rispetto ai 31,9 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno precedente.
L’utile netto su base GAAP per il primo trimestre del 2012 ha raggiunto i 26,5 milioni di dollari, un incremento del 21% rispetto ai 21,9 milioni di dollari del primo trimestre dell’anno precedente, mentre l’utile netto per azione diluita su base GAAP è ammontato a 0,24 dollari, un aumento del 20% rispetto al valore di 0,20 dollari per azione diluita del quarto trimestre del 2011.
Gli utili derivanti dalle attività, calcolati su base non-GAAP, per il primo trimestre del 2012 sono stati pari a 56,6 milioni di dollari, un incremento del 27% rispetto ai 44,6 milioni di dollari del primo trimestre dell’anno precedente. L’utile netto su base non-GAAP nel primo trimestre del 2012 è ammontato a 39,5 milioni di dollari, una crescita pari al 28% rispetto ai 30,9 milioni di dollari del primo trimestre del 2011, mentre l’utile netto per azione diluita, calcolato su base non-GAAP, è stato di 0,35 dollari, in crescita del 25% rispetto al valore di 0,28 dollari per azione diluita registrato nel primo trimestre del 2011. Gli utili derivanti dalle operazioni su base non GAAP e l’utile netto non-GAAP escludono oneri e indennità fiscali derivanti dall’ammortamento di tecnologia acquisita e beni intangibili, da ristrutturazioni, costi per la rescissione di contratti di locazione di impianti, spese operative relative agli immobili, acquisizioni ed altre spese, ricavi da investimenti e pagamenti delle cedole azionarie. La riconciliazione tra i risultati GAAP e non-GAAP viene riportata di seguito. Per il trimestre conclusosi il 31 marzo 2011, l’utile per azione diluita è stato calcolato su base ipotetica, includendo un’aggiunta in restituzione di 0,8 milioni di dollari, relativa all’ammortamento dei costi per gli interessi e all’emissione di obbligazioni convertibili, al netto delle tasse. L’aggiunta in restituzione di 0,8 milioni per il trimestre che si è chiuso il 31 Marzo 2011 rappresenta l’ammortamento dei costi per gli interessi e l’emissione di obbligazioni convertibili fino al riscatto delle obbligazioni convertibili del 18 Marzo 2011.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto di ricerca

Posted by fidest press agency su domenica, 20 marzo 2011

Pavia 22 marzo 2011 ore 10.00 Aula Centro per la Comunicazione e la Ricerca Collegio Ghislieri L’Università degli Studi di Pavia congiuntamente lo IUSS e agli Enti partners nell’ambito del progetto di ricerca ONCO-i2b2 propone il seminario “Bioinformatics methods and tools to support translational research by integrating clinical and biological knowledge” Onco-i2b2 vede lo IUSS e l’Università di Pavia (Dipartimento di Informatica e Sistemistica) quali partner beneficiari, nonché la Fondazione Collegio Ghislieri quale soggetto cofinanziatore, ed ha come obiettivo la realizzazione di un’infrastruttura ICT per l’integrazione di informazioni cliniche e conoscenze biologiche a supporto della ricerca translazionale in oncologia, sulla base di una piattaforma tecnologica sviluppata presso il Centro di ricerca i2b2, che fa capo al Partners center di Boston e all’Harvard Medical School. La Fondazione Maugeri è coinvolta come centro di eccellenza per la messa in opera del sistema informatico progettato

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Informatica: fatturato record

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 febbraio 2011

Informatica Corporation, (NASDAQ: INFA), il principale fornitore indipendente di soluzioni e servizi per la Data Integration, annuncia i risultati finanziari del quarto trimestre e dell’anno che si è chiuso il 31 Dicembre 2010.  I ricavi complessivi per il quarto trimestre del 2010 hanno raggiunto la cifra record di 198 milioni di dollari, una crescita del 31% rispetto ai 150,9 milioni di dollari registrati nel quarto trimestre del 2009. I ricavi derivanti dalle licenze sono ammontati a 100,2 milioni di dollari, un incremento del 40% rispetto ai 71,6 milioni di dollari registrati nel quarto trimestre del 2009.  Nel quarto trimestre del 2010, gli utili derivanti dalle attività, calcolati su base GAAP, sono stati pari a 49,1 milioni di dollari, in crescita del 40% rispetto ai 35,0 milioni di dollari del quarto trimestre del 2009.
L’utile netto su base GAAP per il quarto trimestre del 2010 è stato di 34,6 milioni di dollari, pari a 0,32 dollari per azione diluita, in crescita del 28% rispetto ai 25,0 milioni o 0,25 dollari per azione diluita del quarto trimestre del 2009. Per i trimestri che si sono conclusi il 31 dicembre 2010 e il 31 dicembre 2009, rispettivamente, gli utili per azione sono calcolati su base ipotetica, includendo un’aggiunta in restituzione di 1,0 milioni di dollari relativa all’ammortamento dei costi per gli interessi e all’emissione di obbligazioni convertibili, al netto delle tasse.
Per l’anno fiscale che si è concluso il 31 Dicembre 2010, i ricavi sono ammontati a 650,1 milioni di dollari, con un incremento del 30% rispetto ai 500,7 milioni registrati nel 2009. Il fatturato proveniente dalle licenze, per l’anno 2010, è stato pari a 295,1 milioni di dollari, con un incremento del 38% rispetto ai 214,3 milioni registrati nel 2009. L’utile netto calcolato su base GAAP per il 2010 è stato di 86,3 milioni, o 0,83 dollari per azione diluita, un aumento del 25% rispetto ai 64,2 milioni, o 0,66 dollari per azione diluita, dell’anno 2009. L’utile netto non-GAAP per l’anno 2010 è invece stato pari a 119,2 milioni o 1,13 dollari per azione diluita, un aumento del 24% paragonato agli 89,6 milioni o 0,91 dollari per azione diluita del 2009. Per l’anno fiscale conclusosi il 31 dicembre 2010 e il 31 dicembre 2009, l’utile per azione diluita è stato calcolato su base ipotetica, includendo un’aggiunta in restituzione di 3,8 milioni e 4 milioni, rispettivamente, relativa all’ammortamento dei costi per gli interessi e all’emissione di obbligazioni convertibili, al netto delle tasse.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »