Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘informativa’

Dal 2018 sarà obbligatoria la nuova informativa comunitaria sui contratti assicurativi

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 luglio 2017

bruxelles-1Bruxelles. Il 1° agosto 2016 l’EIOPA (Autorità Europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali) ha pubblicato, in consultazione, una proposta di standard tecnici (ITS – Implementing Technical Standards) ai fini dell’armonizzazione del formato di presentazione del documento informativo per i prodotti assicurativi danni IPID (Insurance Product Information Document). A partire dal febbraio 2018 dovrebbe finire il tempo delle polizze scritte in caratteri illeggibili e dal contenuto incomprensibile in quanto, tale documento dovrà essere fornito, secondo quanto stabilisce la normativa IDD (Insurance Distribution Directive), al potenziale assicurato prima della sottoscrizione di un contratto assicurativo danni, al fine di comprendere pienamente l’offerta assicurativa proposta e poter attuare un confronto con eventuali prodotti alternativi. L’Autorità europea propone, a ragion veduta, un format standardizzato per l’IPID, che fornisca ai consumatori europei informazioni chiare e semplici sui prodotti assicurativi danni. In Italia, IVASS e associazioni dei consumatori, che si sono riunite a Roma lo scorso 19 giugno, hanno chiesto di allegare all’IPID un prospetto informativo semplificato ma hanno invece riscontrato una immotivata resistenza da parte di ANIA (l’Associazione Nazionale delle Imprese Assicuratrici). Le Associazioni dei Consumatori, che hanno di recente incontrato l’IVASS per fare il punto sulla questione, denunciano l’ostruzionismo manifestato da ANIA in tema di trasparenza.Stiamo parlando di prodotti complessi e non vogliamo credere che non si possano sintetizzare, come invece affermano le compagnie assicuratrici. Perché in tal caso, si rende necessario affiancare il consumatore spiegandogli riga per riga le molteplici clausole, affatto chiare. Non è più tollerabile vedere note informative o polizze costruite in evidente violazione di legge. Le disposizioni di cui all’art. 166 comma 1 del Codice delle Assicurazioni, come pure l’art. 120 sull’informazione precontrattuale, già prevedono che polizze e documenti contrattuali siano redatti in modo chiaro ed esauriente. La IPID quindi non fa altro che attuare il secondo comma dell’art. 166 del codice delle Assicurazioni il quale dispone che “Le clausole che indicano decadenze, nullità o limitazione delle garanzie ovvero oneri a carico del contraente o dell’assicurato sono riportate mediante caratteri di particolare evidenza”.
Il consumatore sempre più spesso si trova di fronte a prodotti complessi illustrati e spiegati in maniera non trasparente. Le associazioni dei consumatori sono troppo spesso costrette a portare all’attenzione dell’Ivass e della giustizia civile le criticità legate a casi di polizze contenenti clausole illecite e vessatorie, mentre proliferano polizze contenenti pretese “penali”, ovvero illegittime decurtazioni del risarcimento, giustificate con la asserita violazione di patti contrattuali illegittimi e vessatori sottoscritti dal consumatore non informato dietro la promessa di sconti irrisori e aleatori. Il fenomeno è particolarmente diffuso nei contratti RC Auto e nelle polizze danni collegate, dove troppo spesso vengono denunciate dai consumatori, rimasti vittima di un sinistro, improprie pressioni da parte delle reti agenziali. Trasparenza è la parola d’ordine, nel caso di dubbi o incomprensione del testo, fate controllare i contratti dalle Associazioni dei Consumatori. L’IPID va predisposto entro febbraio 2018, secondo la normativa europea, e le Associazioni dei Consumatori condividono l’operato di IVASS, che ha predisposto un modello conforme da adottare anche prima dell’entrata in vigore della norma, ed insistono perché ANIA e compagnie di assicurazioni si conformino quanto prima.
Non possiamo più tollerare condizioni di assicurazione contrarie alle norme sulla trasparenza e sulla chiarezza e la pervicace resistenza ad offrire informazioni comprensibili ai consumatori in merito alle polizze sottoscritte.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Senza un’informazione più completa è difficile monitorare l’uso reale dei farmaci

Posted by fidest press agency su martedì, 1 settembre 2015

farmaci“I recenti episodi in cui l’Agenzia del Farmaco e il Ministero della salute sono intervenuti per modificare o interrompere l’impiego di alcuni farmaci sottolineano, per diverse ragioni, l’importanza di arrivare in tempi rapidi alla creazione del dossier farmaceutico aggiornato dal farmacista previsto, già nel 2013, dal cosiddetto Decreto Cresci Italia”, dice il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, senatore Andrea Mandelli. Il riferimento è alla nota informativa diramata lo scorso 7 agosto a proposito dei medicinali da banco contenenti diclofenac e al più recente provvedimento del Ministero della salute che proibisce le preparazioni galeniche a base di alcuni principi attivi impiegate nel trattamento dell’obesità grave. “In entrambi i casi si è dovuto intervenire in via cautelare senza però disporre dei dati relativi alla tipologia del consumo del ricorso a questi medicinali” spiega Andrea Mandelli. “Il servizio farmaceutico, la rete della farmacie, a oggi fornisce già dati importanti sul consumo dei medicinali nel territorio, ma soltanto con l’introduzione del dossier, cioè con la registrazione della storia del singolo paziente, sarebbe possibile individuare con chiarezza se il ricorso è appropriato, se se ne fa un uso eccessivo o anche se invece l’uso è irrazionale per difetto”. La Federazione ha sempre sottolineato nella sua attività di formazione e informazione dei farmacisti i rischi insiti in alcune terapie “ma i rischi vanno rapportati alle condizioni del paziente e, quindi, ai benefici che se ne possono trarre. Poter disporre dei dati raccolti nel dossier consentirebbe di meglio mirare tutti i provvedimenti a tutela della sicurezza del paziente, così come i trattamenti e, allo stesso tempo, rendere ancora più utili le segnalazioni di eventi avversi, in quanto sarebbe possibile meglio delineare il quadro del paziente in cui si sono verificate. Mi auguro che il fascicolo sanitario elettronico e il dossier farmaceutico vengano finalmente realizzati: sono uno strumento fondamentale anche e in primo luogo per la sicurezza dei cittadini” conclude Andrea Mandelli.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Informativa Padoan non gradita alle opposizioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 luglio 2015

europa-261011-c“Un ineffabile Padoan è venuto a parlarci della crisi greca a un mese dalla conclusione delle trattative. In altri paesi più seri, come la Germania, negli stessi giorni in cui drammaticamente si stava decidendo è andata la cancelliera Merkel a parlare al Parlamento. Qui ci mandano un ministro tecnico, dopo un mese. È questo il segno che l’Italia non conta, non ha contato nulla, che Padoan e Renzi non hanno toccato palla in tutta la trattativa”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.
“L’Italia è chiamata solo a pagare in Europa, mai a decidere: né con le sanzioni alla Federazione russa, né con la Grecia. Solo a pagare, mai a decidere. Questo è inaccettabile, questo è il portato del governo (si fa per dire) di Renzi”. “Oggi Padoan ci ha raccontato quello che si poteva leggere sul ‘Sole 24 Ore’ un mese fa. Questo non è degno di un Parlamento, non è degno di un ministro dell’Economia e delle finanze, non è degno di un governo. Questo è solamente un fatto aberrante”, ha sottolineato Brunetta.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mediterraneo-Frattini

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 gennaio 2011

Perduca (Radicali) dichiara:  “stabilità non puo’ essere valore. Nessuno popolo, se si sente genuinamente sostenuto nelle sua ricerca di libertà e giustizia, sceglie fondamentalismo. Dichiarazione del senatore Marco Perduca, co-vicepresidente del Partito Radicale Nonviolento:
Nella sua informativa in aula al Senato sul contesto mediterraneo, il Ministro Frattini ha detto che la stabilita’ e’ un valore verso il quale occorre impegnarsi e, senza ricordare la storica vicinanza tra Roma e Tunisi, ha scaricato sull’Europa le responsabilita’ di aiutare – ma solo se richiesta – la transizioni verso l futuro dei paesi della sponda meridionale del Mediterraneo a partire dalla Tunisia. Stabilita’ ritenuta necessaria per evitare che la moderazione che a oggi aveva caratterizzato i governi magrebini sfoci nei fondamentalismi. Oggi in aula abbiamo assistito alla meraviglia di tutti i gruppi circa la qualita’ della rivolta magrebina e l’assenza di guida o rigurgiti
fondamentalisti, meraviglia frutto della mancanza cronica di dibattito di politica estera sia in Parlamento che sui giornali, ma anche meraviglia frutto della priorita’ sempre data alla stabilita’ piuttosto che all’affermazione dei diritti fondamentali. Frattini ha concluso annunciando che l’Italia, in quanto presidente del 5+5 del mediterraneo, ampliata ai membri dell’EuroMed, convochera’ a
Napoli un vertice ai massimi livelli, occorre che in vista di questo impegno si approfondisca, anche nelle competenti aule parlamentari, quali siano le cause delle rivolte e quali debbano essere le risposte per evitare di creare Ben Ali bis dappertutto.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ritorna “In-forma”

Posted by fidest press agency su sabato, 24 aprile 2010

Empoli dal 7 al 9 maggio prossimo, al Centro Empoli in via Raffaello Sanzio, tornerà la seconda edizione di “In-forma”, l’iniziativa informativa su benessere e salute nata dalla collaborazione del Centro*Empoli con i medici dell’Asl 11 e della “Casa della Salute S. Andrea”. Da venerdì a domenica alcuni professionisti dell’Asl 11 saranno disponibili a rispondere a ogni quesito e curiosità di chi si recherà presso lo stand allestito appositamente nella galleria del centro commerciale. Gli stessi medici effettueranno, gratuitamente, test certificati. Non mancheranno, inoltre, le novità.
Venerdì 7 maggio, dalle ore 16 alle ore 19, con le problematiche legate al diabete mellito e alla corretta alimentazione.
Sabato 8 maggio, dalle ore 16 alle ore 19, si darà spazio ai quesiti che riguardano il cuore e la cardiologia in genere, ma anche alla medicina naturale.
domenica 9 maggio, dalle ore 9 alle ore 13, si tornerà a parlare di cardiologia e dalle ore 16 alle ore 19 il pomeriggio sarà dedicato al ruolo dell’attività fisica nella salute della persona, ai corsi AFA (attività fisica adattata), con dimostrazioni pratiche eseguite nel porticato esterno (Corte dei Mestieri). Venerdì si potrà fare il test per verificare il livello di glicemia, la misurazione del girovita e il calcolo dell’Icm (Indice di massa corporea). Il giorno seguente, invece, sarà possibile scoprire ricette di infusi e tisane utili per curarsi naturalmente, nonché sarà possibile fare il test per scoprire le piante curative. Sabato e domenica chiunque potrà effettuare il test per la misurazione della pressione arteriosa e, infine, domenica si potrà anche fare attività fisica nel porticato del Centro*Empoli. Attenzione particolare sarà rivolta anche alle problematiche riguardanti la dipendenza dal  fumo. I medici della “Casa della Salute S. Andrea” affiancheranno i professionisti dell’Asl nel corso dell’iniziativa (venerdì e sabato dalle ore 16 alle ore 19 e domenica dalle ore 9 alle ore 13) per rispondere alle domande di  fumatori e non. Inoltre, saranno disponibili per effettuare gratuitamente test specifici sulla dipendenza dal fumo come quello di Fagerström. Un’altra novità di questa edizione di “In-forma” sarà il Meteosalute. Presso lo stand ci saranno anche i ricercatori del Centro interdipartimentale di Bioclimatologia (CIBIC) dell’Università di Firenze che aiuteranno le persone a capire la relazione fra condizioni meteorologiche e salute umana. Venerdì, sabato e domenica,  dalle ore 16 alle ore 19, sarà possibile esaminare la stazione micrometeorologica, eseguire il test “come vestirsi” e compilare il questionario sulla sensibilità soggettiva al tempo atmosferico. Sabato, inoltre, sarà anche presente un esperto di allergie ai pollini.L’iniziativa, voluta dal Centro Empoli e dall’Asl 11, ha lo scopo di avvicinare il grande pubblico a problematiche mediche molto diffuse, ma spesso sottovalutate dalla maggior parte delle persone.  L’iniziativa si propone di promuovere corretti stili vita e aumentare la consapevolezza dell’importanza della cura del proprio corpo nei cittadini.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Gioco delle tre carte

Posted by fidest press agency su domenica, 10 gennaio 2010

Riportiamo, sia pure per sommi capi, l’Editoriale del Segretario Generale Felice Romano del sindacato di polizia Siulp: “E’ davvero straordinario come l’informazione abbia assunto il ruolo di un vero e proprio centro autonomo di potere, in grado di influenzare la pubblica opinione e di indirizzarla a volte in maniera del tutto difforme rispetto a quanto il buon senso e la corretta informazione imporrebbe. Stiamo scontando sulla nostra pelle gli effetti di una politica, quella del Governo in carica che non affronta i problemi, li aggrava e quel che è peggio si avvale di una formidabile rete informativa che diffonde messaggi opposti antitetici, incredibili. Anche per il Governo vale, si può dire a questo punto, quello che già  da anni vale per la sicurezza: c’è un Governo reale e un Governo percepito, così come c’è una sicurezza reale e una sicurezza percepita”.  “Quello che è accaduto a Milano – osserva Romano riguardo l’aggressione subita da Berlusconi – non è molto diverso; molti mass-media ci hanno propinato il gesto scellerato di una persona sofferente di disturbi psichici come l’atto estremo di un’eversione nascente. C’è chi ha giocato anche stavolta con le tre carte ha persino usato il volto insanguinato del premier come manifesto di un nuovo martirio, paragonabile per enfasi e clima, a quello di Giovanna d’Arco, immolata sul rogo per salvare la Francia dall’oppressione inglese. Solo a titolo di cronaca è bene ricordare il dato riportato dal Corriere della Sera: dopo “l’attentato” secondo Renato Manheimer il consenso del premier è aumentato del 7 per cento. Questo è il punto: non importa ciò  che si fa, nell’epoca del quarto potere, non importa se si governa bene o male. Non importa se si lavora per creare un vero sistema della sicurezza o se ce ne s’infischia”. Il consenso si basa sulla battuta del Ministro, sulla sua capacità di comunicare l’immagine vincente o da vittima dei poteri occulti, sul suo preteso coraggio di attaccare i”centri di potere” che miracolosamente non sono più la mafia la cattiva politica o la corruzione o la burocrazia. Questo è il vero dramma: sono dati e documenti evidenti, alla portata di tutti, quelli che documentano il fallimento di questo governo sulla sicurezza, e che pure tutti fanno finta di non vedere. Salvo poi reagire scompostamente quando il giochetto viene scoperto e l’ingenuo avventore si rivela più veloce di vista e di mano del cartaio. Particolarmente raccapricciante per chi ha l’animo sensibile il passaggio in cui Brunetta afferma che tutti i poliziotti dovrebbero sentirsi in debito col governo per quanto sinora fatto e che l’ira dei sindacati sarebbe dovuta alla mancanza di consenso degli iscritti che non vedono di buon occhio il fatto che essi attacchino un governo tanto amato dai poliziotti. Brunetta affermava, in sostanza che dall’insediamento del suo Governo sono aumentati gli stipendi, gli investimenti, i mezzi, e gli organici. Il Siulp ha invece sostenuto che l’apparenza inganna e che i dati sono univoci: se io aumento lo stipendio di 50 euro ad un agente ma poi gli taglio lo straordinario di dieci ore, o la possibilità della missione o dell’indennità d’ordine pubblico, costringendolo tra l’altro a lavorare gratis, a parole gli ho dato un aumento, di fatto gli ho prodotto un ridimensionamento della sua retribuzione mensile. Se io dico che quest’anno il governo ha disposto l’assunzione di 1500 operatori da distribuire tra le cinque forze di polizia ma tengo ben nascosto che questo stesso anno le stesse cinque forze di polizia perderanno altri 5000 uomini per raggiunti limiti di età, passa il messaggio che i poliziotti aumentano di 1500 unità, mentre in realtà diminuiscono di altre 3500 unità. Se infine dispongo per l’acquisto di 720 auto nuove, ma ne mando in rottamazione oltre 1380 perché inservibili, non realizzo, a partita di saldo, un potenziamento del parco auto, ma una sua drastica riduzione. La scure delle ultime riduzioni di spesa disposte col decreto – Brunetta provoca tagli per 16milioni di euro sul capitolo degli straordinari del 55% in meno sui capitoli dell’ordine pubblico, del 20,50% in meno sul capitolo delle missioni all’estero, del 20,35% in meno su quelle nazionali (quelle per intenderci utilizzate per contrastare la criminalità organizzata e mafiosa) del 20,50% in meno sulla manutenzione degli impianti, e tanto per non farci mancare nulla, dell’85% in meno sugli armamenti. Tra un pò ci esploderanno le Beretta in mano, e questi parlano di potenziamenti e di innovazioni tecnologiche! Le bugie, da che mondo è mondo hanno le gambe corte; a volte anche i bugiardi.  Il Siulp sta facendo una campagna nell’interesse del Paese per migliorare il sistema sicurezza e potenziare sul territorio presidi di legalità e di sviluppo. Questi, che negano l’evidenza e demonizzano il sindacato che dice la verità, e cercano di oscurarlo, nell’interesse di chi fanno tutto questo? Carta vince, carta perde”.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La comunicazione nella missione sacerdotale”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2009

Roma 18 novembre 2009, ore 9.15 Aula Álvaro del Portillo Università della Santa Croce – La giornata si dividerà in due parti. Al mattino verrà affrontata la funzione comunicativa del sacerdote in relazione alla sua consacrazione sacramentale. Sarà preso anche in esame l’esempio dei Padri della Chiesa nel loro ruolo di comunicatori e si concluderà con una riflessione pratica sull’omelia domenicale quale momento privilegiato della trasmissione della Parola. Durante la sessione pomeridiana si analizzeranno le conseguenze della testimonianza e della presenza del sacerdote nei diversi ambiti comunicativi: come dovrebbe mostrarsi nei mezzi di comunicazione, quale comportamento dovrebbe avere nelle circostanze in cui si rivela fonte informativa privilegiata. Per finire, si vaglierà l’impatto della serie televisiva della RAI “Don Matteo”, come esempio di fiction che riesce a comunicare la bellezza della vocazione sacerdotale. Vi parteciperanno, S.E.R. Mons. Mauro Piacenza, Segretario della Congregazione per il Clero; Mons. Paul Tighe, Segretario del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali; il Rev. Giovanni D’Ercole, F.D.P., della Segreteria di Stato della Santa Sede; il Rev. Prof. Mario Maritano, dell’Università Salesiana; la dott.ssa Alessandra Caneva, co-autrice della serie Don Matteo; e i professori della Santa Croce Rev. Philip Goyret, Rev. John Wauck e Rev. Sergio Tapia.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo. Le promesse del ministro Brambilla

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 luglio 2009

Il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla e’ intervenuta sulla vicenda di Todomondo, il tour operator che ha lasciato a piedi migliaia di clienti che avevano gia’ pagato.  Brambilla manifesta la propria solidarieta’ ai turisti fregati e promette loro “una linea privilegiata” per l’accesso al Fondo nazionale di garanzia per i consumatori di pacchetti turistici. Temiamo che il ministro stia prendendo impegni che non manterra’. Ecco perche’: 1. ci risulta che il Fondo di garanzia dipende dal ministero dello Sviluppo economico, sul cui portale e’ presente un’apposita pagina informativa. Al contrario, il ministro, nel suo comunicato, rimanda al sito del Governo, e precisamente del Dipartimento del turismo (2). Ma la domanda va presentata al ministero del Turismo o a quello dello Sviluppo economico (ex Attivita’ produttive)? 2. Chi ha la competenza della gestione del fondo, il ministro Brambilla o il ministro Claudio Scajola? 3. Se il ministro Brambilla ha la competenza, perche’ interviene solo ora a frittata fatta? Sono mesi che Todomondo lascia a piedi i propri clienti e neanche li rimborsa. 4. Ci risulta che il Fondo abbia pochi… fondi. Quanto e’ l’ammontare disponibile per gli indennizzi? Il ministro intende chiedere ulteriori fondi al ministro Tremonti? 5. Cosa vuol dire “linea privilegiata”? Le vittime di Todomondo saranno rimborsate prima delle vittime di altri tour operator? E se si’, è giusto? Infine, siamo anche scoraggiati dal fatto che, nonostante Brambilla sia ministro da ormai tre mesi, non esiste ancora un sito web del ministero del suo ministero. Dalle premesse, le parole del ministro ci paiono aria fritta. Ci auguriamo di essere sonoramente smentiti. (Pietro Yates Moretti, vicepresidente Aduc)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SOS1.tel: Il dominio.tel che può salvarti la vita

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 giugno 2009

Biarritz, Francia. In previsione dell’inizio delle vacanze, periodo in cui molte persone viaggiano nel mondo in cerca di sole e divertimento, KFA Technologies ha oggi annunciato di aver creato un nuovo dominio .tel per permettere a chi dovesse averne bisogno un accesso pressoché istantaneo ai servizi di emergenza in tutto il mondo da qualsiasi dispositivo connesso a internet, compresi i telefoni cellulari: SOS1.tel (http://sos1.tel/).  “SOS1.tel è probabilmente il sito .tel più ambizioso mai creato finora “, spiega Francois Amigorena, fondatore di KFA Technologies. “Raccoglie i numeri telefonici di emergenza di 134 Paesi di tutto il mondo e trae massimo beneficio dai vantaggi competitivi della tecnologia .tel.”  I viaggiatori adesso dovranno semplicemente memorizzare SOS1.tel per accedere da PC o dispositivi mobili alle informazioni di contatto dei servizi di emergenza del Paese in cui si trovano, semplicemente digitandolo nel browser. I domini .tel non sono siti web, pertanto i dati vengono rinviati molto rapidamente e l’accesso ha costi molto ridotti.  SOS1.tel elenca oltre quattrocento numeri telefonici di emergenza (polizia, ambulanza, pompieri, servizi di salvataggio in mare, ecc.) e altri contatti in tre lingue (inglese, francese e spagnolo), tutti accessibili con un semplice e intuitivo albero di navigazione (SOS1 > Continent > Country). Un clic è sufficiente per connettersi.  È possibile riferire di eventuali numeri errati o suggerire ulteriori numeri telefonici di emergenza scrivendo a feedback@SOS1.tel. I domini .tel possono essere aggiornati rapidamente, in quanto non sono richieste codifiche o programmazioni web, e qualsiasi informazione salvata viene automaticamente pubblicata su internet entro pochi secondi.  Se, durante le vacanze, doveste scegliere un solo “preferito” per il vostro browser sul cellulare, fate in modo che sia questo. Cercatelo prima di mettervi in viaggio, così sarà più facile trovarlo al momento del bisogno.  Per ulteriori informazioni sui domini .tel, che hanno ottenuto oltre 200.000 registrazioni a partire dal loro lancio, il 24 marzo 2009, siete pregati di visitare http://telnic.org.  Informazioni su KFA Technologies  KFA Technologies, un’azienda operante esclusivamente in rete nel campo dei domini .tel, è stata fondata nel marzo del 2009 e ha sede a Biarritz (Francia). KFA Technologies fornisce alla crescente comunità mondiale .tel soluzioni software, servizi di consulenza e risorse informative.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »