Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘ingegneri’

E chi lo dice che le donne non possono fare gli ingegneri ed anzi dirigere un team di colleghi maschi?

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 gennaio 2018

Ing. Micla CauseroAmaro (UD). La prova la offre Modulblok di Amaro (UD) che, nel nutrito team ad alta specializzazione del suo ufficio tecnico, di donne ingegnere ne ha addirittura tre di cui una è una figura di vertice della struttura.«I nostri modelli di approccio esigono menti giovani e preparate – dichiara Mauro Savio amministratore unico dell’azienda friulana – senza barriere preconcette: lavoriamo sulla personalizzazione del servizio, su punti di vista differenti per affrontare i problemi della realizzazione di magazzini automatizzati autoportanti. La componente femminile nel nostro team di dodici ingegneri c’è sempre stata e addirittura adesso si sta affermando in modo importante».
Modulblok da oltre quarant’anni lavora alla progettazione e realizzazione di profili metallici per la costruzione di sistemi logistici e di magazzino di grandi dimensioni, con una specializzazione unica in Italia nei prodotti ad alta resistenza sismica. Un eccellente esempio di made in Italy performante e tecnologicamente evoluto al punto che, proprio grazie all’apporto di risorse molto qualificate a qualsiasi livello della catena produttiva, l’azienda friulana sta scalando velocemente la classifica mondiale del settore. «Abbiamo chiuso il 2017 con un portafoglio ordini di 35 milioni di euro» conferma Mauro Savio. «Nell’ultimo anno, anche grazie delle agevolazioni consentite dall’iperammortamento, siamo cresciuti molto sul suolo nazionale. Ma la nostra realtà è molto conosciuta a livello internazionale con commesse importanti in tutta Europa e nel resto del mondo».
Team_uff.tecnicoQuesta crescita (nel 2016 il fatturato dell’azienda era a 21 milioni di euro) porta con se la necessità di aumentare le risorse: «nel corso del 2018 – continua Savio – stabilizzeremo almeno 30 risorse, tutti giovani, che in questo momento lavorano con noi con contratti a tempo determinato. Anche in queste nuove acquisizioni la componente femminile è decisamente presente, a tutti i livelli». Fin dalla fondazione nel 1976, Modulblok si è specializzata nella realizzazione di sistemi di immagazzinamento e logistica ad altissima risposta per il rischio sismico: la sismoresistenza dei prodotti Modulblok è garantita dagli alti standard di ricerca avanzata e dalla progettazione strutturale di alto livello che portano allo sviluppo di prodotti innovativi nel rispetto dei più severi e aggiornati standard qualitativi. Modulblok non limita la propria attività di ricerca a quanto prescritto dalle norme ma, grazie alla stretta e costante collaborazione con una rete di Università italiane e internazionali, opera anticipando ciò che diventerà futura pratica progettuale, con particolare riguardo alla sicurezza delle scaffalature in zona sismica.(foto: Team_uff.tecnico, Ing. Micla Causero)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ingegneri Riuniti spa: tempi di progettazione ridotti e maggiore produttività grazie alle soluzioni per il BIM di Autodesk

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 settembre 2013

Milano. Ingegneri Riuniti spa, società di ingegneria modenese che si occupa di progettazione per il settore edilizio e delle infrastrutture, sia per la parte architettonica, strutturale ed impiantistica, ha scelto di passare alle soluzioni per il BIM (Building Information Modeling) di Autodesk per aumentare i livelli di efficacia della propria progettazione, ridurre tempi e risorse, e affrontare così anche le nuove sfide in ambito internazionale.Ingegneri Riuniti lavora da molti anni con tecnologia Autodesk, inizialmente con AutoCAD, per passare nel 2012 ad Autodesk Building Design Suite Premium, una soluzione software per la progettazione architettonica che offre sia strumenti CAD sia strumenti BIM per svolgere le attività di progettazione, visualizzazione, simulazione e programmazione della costruzione, in modo integrato e quindi più efficiente.“Ci occupiamo di progettazione a 360 gradi della parte architettonica, strutturale e impiantistica, oltre che di reti acquedottistiche, fognarie, e di progetti stradali o di urbanizzazione connessi, per clienti che operano sia in ambito privato che pubblico.” – Ha dichiarato Giovanni Tenti, socio della Ingegneri Riuniti spa – “Da due anni siamo passati al BIM e già durante la fase di formazione abbiamo iniziato ad utilizzarlo sui nuovi progetti; ci siamo resi conto subito delle potenzialità nel poter disporre di un modello 3D dinamico, in cui tutte le fasi di progettazione sono integrate, e la correzione degli errori è immediata e impatta su tutte le discipline coinvolte, con un ritorno significativo in termini di riduzione di tempo, aumento della produttività e di conseguenza maggiore controllo sui costi del progetto.”L’utilizzo del BIM Autodesk è stato particolarmente efficace in alcuni progetti di edilizia residenziale che Ingegneri Riuniti ha sviluppato dopo il terremoto dell’Emilia; come anche nella realizzazione dell’edificio polifunzionale per AMIU Genova S.p.A. ubicato all’interno dell’impianto di smaltimento per i rifiuti non pericolosi del Comune di Genova; o per un edificio scolastico vicino a Modena (Unione Terre d’Argine) dove è stata sviluppata tutta la parte impiantistica e in particolare la distribuzione delle canalizzazioni dell’aria con lo studio degli ingombri, dei passaggi e dei canali e della verifica in 3D di tutto il progetto impiantistico.L’utilizzo delle soluzioni Autodesk per il BIM non ha migliorato solo il workflow progettuale ma anche la comunicazione e l’impatto del lavoro sul cliente che si trova di fronte un modello 3D più chiaro da interpretare in tutti i suoi elementi e sempre aggiornato in tempo reale.L’utilizzo del BIM rappresenta per la società anche un’opportunità per proporsi a nuovi clienti con una tecnologia avanzata e in grado di affrontare non solo il mercato nazionale ma di spingersi ad affrontare sfide progettuali internazionali.“Attualmente lavoriamo sul mercato nazionale ma il BIM può rappresentare per noi un punto di svolta per poter espandere la nostra attività ai mercati esteri, dove questo tipo di progettualità è già utilizzata in modo più esteso e poter quindi affrontare gare internazionali dove ne viene richiesto obbligatoriamente l’utilizzo.” – Conclude Tenti – “Per noi quindi rappresenta un vantaggio competitivo sui clienti nazionali e la condizione necessaria per affrontare nuove sfide su mercati diversi dal nostro.”Per passare al BIM Ingegneri Riuniti si è avvalsa della collaborazione di Cad&Cad Group, rivenditore ufficiale Autodesk.
Società di progettazione indipendente con sede a Modena, nasce nel 1965, ed opera nel settore edilizio e delle infrastrutture sia per la parte architettonica, strutturale ed impiantistica per clienti privati e pubblici.Vanta un team di circa 40 addetti tra personale dipendente e collaboratori esterni, rappresentati da ingegneri, architetti, tecnici, disegnatori progettisti, staff commerciale e amministrativo.
Certificata per il Sistema di Qualità secondo la norma ISO 9001:2000 e successivi fino alla ISO 9001:2008, è socia del Green Building Council Italia e di AUDIS, Associazione Aree Urbane Dismesse.
Nel 2003 fonda Leonardo – Consorzio Europeo per l’Ingegneria e l’Architettura – a cui partecipano altre sei società di progettazione distribuite sul territorio nazionale. Risale al 2009 la partnership con Politecnica per la costituzione di AFEA s.r.l., società di ingegneria che progetta impianti di termovalorizzazione ed affini nel settore della produzione di energia.Nel 2012 crea una struttura indipendente per la validazione dei progetti fino a 20 milioni di euro. Sempre nel 2012 viene costituita la società Ingenia-Progetti Integrati con sede a Taranto e il Consorzio Leonardo apre una filiale con sede a Sofia che opera sul mercato bulgaro, serbo e macedone. Sito internet (www.ingegneririuniti.it).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ingegneri per la formazione continua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

Venezia Gli Ingegneri veneziani lanciano lo sprint per la formazione continua. L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia ha infatti varato, primo in Italia, un nuovo progetto rivolto agli iscritti all’Albo, anticipando le indicazioni in merito presenti in tutte le proposte di riforma della professione.  Il Consiglio dell’Ordine ha approvato un innovativo Regolamento che darà vita al progetto di formazione permanente obbligatoria e certificazione degli iscritti. Il progetto – che verrà illustrato al 55° Congresso Nazionale degli Ordini degli Ingegneri che si terrà a Torino – è già in fase di studio per l’adozione anche a livello nazionale.  Il percorso pilota dell’Ordine Veneziano – che conta 2.245 iscritti – prenderà il via in forma sperimentale da gennaio 2011 per un triennio, dopodiché dovrebbe entrare a regime per tutti gli Ordini degli Ingegneri delle province italiane.
Il percorso di formazione permanente obbligatoria garantirà agli iscritti all’Albo l’acquisizione di crediti formativi professionali progressivi (per un minimo sperimentale di 2 crediti annuali). Le attività proposte – ove possibile a livello gratuito – verranno stabilite dal Consiglio dell’Ordine e attuate dalla Fondazione degli Ingegneri veneziani (la struttura formativa dedicata) e comprenderanno corsi di aggiornamento e master (anche con percorsi telematici), seminari, convegni, giornate di studio e tavole rotonde.Il periodo di valutazione della formazione permanente di ogni iscritto avrà durata triennale e sarà certificato da una apposita commissione. (ivan, mauro)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Dalla pila al calcolatore

Posted by fidest press agency su martedì, 9 giugno 2009

Pavia 10 giugno ore 17 Museo della Tecnica Elettrica di Pavia promosso dall’Università di Pavia e dalla Sezione italiana di IEEE, il prossimo un evento di carattere internazionale. E’ una iniziativa di IEEE, Institute of Electrical and Electronics Engineers, dell’associazione di ingegneri, diffusa in tutto il mondo, fondata in America  esattamente 125 anni fa. L’anniversario della fondazione è festeggiato quest’anno in tutti i paesi nei quali è presente una sezione di IEEE. In Italia a questi festeggiamenti si aggiungono quelli per i 50 anni dalla fondazione della Sezione italiana. Alla presenza del prof. Angiolino Stella, Magnifico Rettore dell’Università, e del professor Silvano Donati, Presidente di IEEE Italy, verrà scoperta nel Museo una targa commemorativa, donata da IEEE, in riconoscimento del contributo di Alessandro Volta, inventore della pila elettrica, allo sviluppo della tecnologia elettrica.  Seguirà una conferenza sulla storia della tecnologia dell’informazione in Europa. Sarà tenuta dal professor Pierre Mounier-Kuhn, dell’Università di Parigi-Sorbona,  studioso di fama internazionale. Il Museo della Tecnica Elettrica di Pavia, sede dell’evento, non solo espone permanentemente testimonianze rilevanti della storia della tecnologia elettrica ma sviluppa da anni un ricco programma di iniziative culturali.  L’evento del 10 giugno rappresenta l’avvio della collaborazione tra il Museo e IEEE.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »