Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Posts Tagged ‘ingegneria’

Il Politecnico di Torino rivoluziona la laurea magistrale in ingegneria delle telecomunicazioni

Posted by fidest press agency su domenica, 22 Maggio 2022

La nuova laurea magistrale in Communications Engineering è stata presentata agli studenti e alle studentesse del Politecnico – ma anche al mondo delle imprese, che è sempre alla ricerca di laureati e laureate con le competenze e le motivazioni adeguate alle mutate esigenze del mercato – nell’incontro “The New Era of Communications Engineering: trends and opportunities in media, mobile networks and space”. L’evento è stato introdotto dal Professor Paolo Giaccone, coordinatore del corso, che ha presentato le novità contenute del percorso formativo, in particolare l’approccio didattico basato su project-based learning. Tale approccio è peculiare all’interno del panorama dell’offerta didattica del Politecnico, che conferma negli ultimi anni altissimi tassi di occupazione e retribuzioni superiori alle medie nazionali per i laureati e le laureate del settore. Per quanto riguarda il settore produttivo locale, sono intervenuti l’ingegner Gino Alberico, Direttore del Settore Ricerca e Sviluppo RAI, l’ingegner Gabriele Elia, Direttore della Divisione Tecnologie delle Comunicazioni e Standardizzazione di Tim, e l’ingegner Gianmarco Reverberi, Direttore dell’Unità di Software e Telecomunicazioni di ARGOTEC, che hanno dialogato con gli studenti e confermato l’importanza dell’iniziativa dalla prospettiva di aziende leader nel settore. Il professor Giaccone ha spiegato in apertura: “Con questa laurea il Politecnico vuole rispondere alla domanda sempre crescente di competenze nel settore delle telecomunicazioni, un settore che sarà centrale per il rilancio dell’economia dopo le recenti crisi e per affrontare le sfide globali, quali quelle relative ai cambiamenti climatici”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Forum Ingegneria 4.0

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Maggio 2022

Treviso venerdì 20 maggio all’H-Farm Campus di Treviso (il più grande e importante polo d’innovazione d’Europa) la seconda edizione del Forum Ingegneria 4.0, dal titolo quest’anno “Talks sull’innovazione nel mondo delle Costruzioni”. Il convegno rappresenta un momento fondamentale di incontro sulle innovazioni nel settore ingegneristico, che cambieranno, nel futuro prossimo, le costruzioni a livello nazionale e internazionale. Durante il FORUM sarà importante per Luigi Griggio di CSPFea il confronto tra le più importanti imprese di ingegneria italiane. Tra gli interventi all’ordine del giorno è previsto quello di Silvia Furlan CEO di Net Engineering che tratterà il tema dell’attuale carenza di iscritti alle facoltà di ingegneria civile ed ambientale, di quale sia la motivazione di questa scarsa attrattività e cosa manca a questa professione perché possa tornare a incontrare l’interesse dei maturandi. Un tema quello dell’accesso alla professione che sarà affrontato anche da chi si occupa della ricerca di personale. La rappresentazione digitale delle infrastrutture nei servizi energetico ambientali rappresenta un requisito fondamentale per la corretta gestione e lo sviluppo di impianti di reti sarà focus dell’intervento di Fabrizio Mazzacurati di Heratech, sezione ingegneria del Gruppo Hera. La giornata sarà dedicata anche ad approfondire il tema delle infrastrutture di trasporto da parte di Paolo Mazzalai di Systra SWS. Mentre la pianificazione delle risorse, degli ambienti e la gestione delle infrastrutture esistenti quale sfida centrale per i paesi industrializzati saranno al centro dell’intervento di Federico Foria di ETS. La seconda edizione si svolgerà in presenza presso H-Farm Campus che, grazie al contributo degli ideatori e organizzatori l’evento, è gratuito e aperto a tutti, previa iscrizione (per la partecipazione in presenza verrà data priorità in ordine di iscrizione fino al raggiungimento del massimo numero di partecipanti). Per chi non potrà partecipare di persona, rimane la possibilità di partecipare in live streaming. Maggiori informazioni e iscrizioni: http://www.forumingegneria.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Forum ingegneria

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Maggio 2022

Treviso. Al via venerdì 20 maggio all’H-Farm Campus (il più grande e importante polo d’innovazione d’Europa) la seconda edizione del Forum Ingegneria 4.0, dal titolo quest’anno “Talks sull’innovazione nel mondo delle Costruzioni”.Il convegno rappresenta un momento fondamentale di incontro sulle innovazioni nel settore ingegneristico, che cambieranno, nel futuro prossimo, le costruzioni a livello nazionale e internazionale.L’implementazione di nuove tecnologie, concetti e strumenti stanno, infatti, rivoluzionando rapidamente il mondo delle costruzioni. La digitalizzazione e l’innovazione cambieranno i volti delle società d’ingegneria e di tutti gli operatori del settore.Per questo motivo si è ritenuto più che mai necessario e opportuno organizzare un momento di condivisione, di discussione e di confronto su queste tematiche di grande attualità con i professionisti, le aziende leader e gli “addetti ai lavori”. Alla giornata sono attesi i più importanti top talkers del settore che si confronteranno su: innovazione e digitalizzazione delle infrastrutture, sostenibilità ed economia circolare delle costruzioni, human factor, risorse umane e organizzazione del lavoro nel settore delle costruzioni. Paolo Segala, di CSPFea che ne cura l’organizzazione afferma: “Ingegneria 4.0 è un nome che abbiamo coniato in continuità con il più famoso Industria 4.0 e indica la trasformazione dei processi progettuali e costruttivi che l’ingegneria civile dovrà affrontare per migliorare efficienza e competitività. Poiché le società d’ingegneria innovano continuamente metodi e processi, digitalizzazione, IoT, intelligenza artificiale, crediamo che sia vantaggioso ascoltare le loro migliori esperienze. Da qui l’idea fin dallo scorso anno di lanciare un Forum di condivisione”. Durante il FORUM sarà importante per Luigi Griggio di CSPFea il confronto tra le più importanti imprese di ingegneria italiane.Tra gli interventi all’ordine del giorno è previsto quello di Silvia Furlan CEO di Net Engineering che tratterà il tema dell’attuale carenza di iscritti alle facoltà di ingegneria civile ed ambientale, di quale sia la motivazione di questa scarsa attrattività e cosa manca a questa professione perché possa tornare a incontrare l’interesse dei maturandi. Un tema quello dell’accesso alla professione che sarà affrontato anche da chi si occupa della ricerca di personale. “Negli ultimi tempi, a causa, prima della pandemia e poi grazie all’eco-sisma bonus – spiega Silvia Movio, Director della divisione Engineering & Manufacturing di Hunters, brand di Hunters Group – si sono moltiplicate le opportunità per gli ingegneri. Secondo i dati a nostra disposizione abbiamo notato una crescita del 16% di richieste soprattutto per le figure di Ingegnere Robotico, Ingegnere del Machine Learning e Ingegnere Energetico. Per questi professionisti ci sono numerose possibilità di carriera, in Italia e all’estero, e di guadagno con RAL che vanno dai 40.000 ai 50.000 euro”.La rappresentazione digitale delle infrastrutture nei servizi energetico ambientali rappresenta un requisito fondamentale per la corretta gestione e lo sviluppo di impianti di reti sarà focus dell’intervento di Fabrizio Mazzacurati di Heratech, sezione ingegneria del Gruppo Hera.La giornata sarà dedicata anche ad approfondire il tema delle infrastrutture di trasporto da parte di Paolo Mazzalai di Systra SWS. La seconda edizione si svolgerà in presenza presso H-Farm Campus che, grazie al contributo degli ideatori e organizzatori l’evento, è gratuito e aperto a tutti, previa iscrizione (per la partecipazione in presenza verrà data priorità in ordine di iscrizione fino al raggiungimento del massimo numero di partecipanti). Per chi non potrà partecipare di persona, rimane la possibilità di partecipare in live streaming.www.forumingegneria.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dall’ingegneria proteica di Unife la super-molecola per migliorare la cura dell’emofilia B

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 luglio 2021

Modificare la molecola di un farmaco per renderlo migliore, esattamente come fa un meccanico quando migliora le prestazioni di un’auto potenziando il motore. È quanto fatto dai i biotecnologi dell’Università di Ferrara con la messa a punto di una nuova super-proteina per la cura dell’emofilia di tipo B. “Le terapie attualmente in uso per la cura delle malattie emorragiche, come l’emofilia, agiscono ripristinando la normale coagulazione del sangue, una funzione essenziale per il nostro organismo e di cui gli emofilici sono carenti. Purtroppo però questi farmaci presentano dei grossi limiti legati alla loro durata limitata nel sangue, e le/i pazienti sono obbligati a sottoporsi ogni settimana a ripetute infusioni di farmaco” illustra il dott. Alessio Branchini, del Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie e coordinatore dello studio.Insieme a lui, il team Unife composto dal professor Mirko Pinotti, dalla dottoressa Silvia Lombardi, prima autrice dello studio, dal dottor Mattia Ferrarese, in collaborazione con il gruppo del professor Jan Terje Andersen della University of Oslo.“La nuova molecola che abbiamo sviluppato è un prodotto biotecnologico chiamato “proteina di fusione”. Si tratta di una proteina in cui siamo riusciti a combinare due diverse molecole con caratteristiche interessanti: l’albumina, che è naturalmente prodotta dal nostro organismo e ha una durata nel sangue addirittura di settimane, e il fattore IX della coagulazione, cioè la proteina utilizzata per trattare l’emofilia B” spiega la dott.ssa Lombardi. L’impatto della ricerca è anche traslazionale, ossia di più ampio respiro rispetto al solo campo specifico di applicazione, come puntualizza il prof. Pinotti: “Questa tecnologia, così come l’approccio biotecnologico da noi usato, può essere esteso ad altre molecole di interesse terapeutico, così come ad altre patologie anche oltre la coagulazione, rendendo questo stesso approccio davvero intrigante per le sue potenzialità di applicazione”. Gli autori dello studio sottolineano tuttavia che l’iter è ancora lungo perché questa nuova molecola possa essere davvero un farmaco a disposizione dei pazienti, in quanto al momento è stata testata soltanto a livello pre-clinico: “Lo scopo ultimo della nostra ricerca è di arrivare alle persone e migliorarne la vita, in tutti i suoi aspetti. Non è la malattia a identificare una persona, e la possibilità di migliorare sempre di più le cure aiuta anche a far prevalere la persona sulla malattia”.I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista British Journal of Haematology. L’articolo originale è: Fusion of engineered albumin with factor IX Padua extends half-life and improves coagulant activity.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dopo 2500 anni: le opere di ingegneria militare sono ancora visibili

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

La contrada Ferla si trova in Sicilia, nella provincia di Trapani e nel territorio del comune di Mazara del Vallo e si estende sul lato ovest del fiume Mazaro. La contrada Ferla é una vasta area ricca di cave di tufo, di insediamenti del periodo neolitico, di tracce di successivi insediamenti romani e di molto altro ancora.Tutta la zona archeologica è poco conosciuta e non è stata mai valorizzata sia dagli archeologi sia dalle amministrazioni Comunali e Regionali al fine d’ incrementare il turismo culturale in quest’area..Ma in questa contrada vi sono ancora i resti di ben tre valli difensivi, opere di ingegneria militare realizzate nel 409 a.C.Sono ostacoli ”da battaglia” , realizzati per fermare la cavalleria nemica e costituiti da due lunghi muri paralleli, posti a breve distanza gli uni dagli altri, in modo da fermare il galoppo della cavalleria e far disarcionare i cavalieri, per poi colpirli ed ucciderli caduti a terra fra i due muri del vallo.Le immagini satellitari ci mostrano ancora i loro resti, resti di queste opere di ingegneria militare realizzate quasi 2500 anni fa..Vi sono quattro sbarramenti, di diverse lunghezze: il maggiore supera i 300 metri ed è ancora ben visibile.Ma non solo.. Pare affiorare anche il muro di protezione di un possibile accampamento di grandi dimensioni a forma rettangolare. Ricordiamo che Annibale Magone venne eletto dal senato cartaginese come comandante degli eserciti e governatore dell’Epicrazia punica della Sicilia nel 411 a.C. Egli era desideroso di vendicare il nonno Amilcare, sconfitto e ucciso durante Battaglia di Imera ( la Termini Imerese di oggi ) da parte dei Greci sicelioti nel 480 a.C.Nei primi mesi dell’anno 409 Annibale approdò presso l’attuale Marsala, che grazie alla sua posizione di guardia tra Mediterraneo e Tirreno, fu inizialmente un avamposto cartaginese. Nel mese di Aprile con falsi pretesti, Annibale marciò con l’esercito, verso la città di Selinunte con l’intento di assediarla per aiutare Segesta, sua alleata, e rivale di Selinunte.La battaglia di Selinunte fu una battaglia campale della seconda guerra greco-punica che si svolse nell’aprile del 409 a.C. che durò circa dieci giorni.Le forze in campo erano impari: Annibale poteva contare su circa 40mila soldati mentre i Siracusani e Selinuntei solo su circa 25mila uomini armati.Le perdite per i Selinunte furono ingenti: Diodoro Siculo narra di 16mila morti e di oltre 6mila prigionieri.Senza ulteriori rinforzi, la città fu facilmente quindi presa e distrutta.La popolazione di Selinunte fu in gran parte massacrata.Nel maggio dello stesso anno 409 a.C. Annibale pose anche un assedio a Imera , l’odierna Termini Imerese ove sconfisse i rinforzi di Siracusa al comando di Diocle.Selinunte, in tempi successivi, fu ricostruita ma non raggiunse mai lo splendore precedente la sua distruzione del 409 a.C.Ancora oggi, quasi duemila e cinquecento anni dopo la vittoria di Annibale, percorrendo la campagna della contrada Ferla, si possono trovare, affioranti fra il terreno, ceramiche dell’età del bronzo, ed altri frammenti di antiche popolazioni.. https://youtu.be/hPczKDvev-M

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biotecnologie: dall’ingegneria proteica i super-farmaci ad alta stabilità contro l’emofilia

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2020

A porre le basi per questo tipo di “super-farmaci” contro le più rilevanti malattie della coagulazione del sangue, tra cui l’emofilia, è stato un team di ricerca internazionale con competenze in immunologia, biochimica e malattie della coagulazione. Di spicco il ruolo del laboratorio dell’Università di Ferrara in cui lavorano il Dott. Alessio Branchini e il Prof. Mirko Pinotti del Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie. Insieme a loro, i team dei Professori Jan Terje Andersendella University of Oslo e Rodney Camire della University of Pennsylvania, Philadelphia (USA).ll nuovo farmaco creato mediante ingegneria proteica deriva dalla “fusione” tra due molecole con proprietà diverse:“In particolare, il farmaco combina un fattore della coagulazione (il fattore VII), utile ad evitare/fermare emorragie, e l’albumina, una proteina che circola naturalmente nel nostro sangue e che presenta una alta stabilità. Queste caratteristiche miste conferiscono al fattore ingegnerizzato, cioè il farmaco, la capacità di essere efficace più a lungo all’interno del sangue”, specifica Branchini.“I nostri studi hanno dimostrato che il nuovo farmaco biotecnologico possiede un’efficacia prolungata nel tempo rispetto a trattamenti simili. Questo è di grande rilevanza nel campo della coagulazione, in quanto potrebbe tradursi in una maggiore finestra terapeutica e quindi un numero minore di infusioni per il paziente, o magari l’abbandono di questo modo di somministrazione, con conseguente miglioramento significativo della qualità della vita dei pazienti trattati. Inoltre questa strategia di fusione potrebbe essere applicata anche ad altre molecole terapeutiche, con enormi vantaggi anche per diverse malattie”, aggiunge il Prof. Mirko Pinotti.Alessio Branchini e Mirko Pinotti sottolineano infine il contributo importante di due giovani ricercatori cresciuti all’Università di Ferrara, il Dott. Mattia Ferrarese e la Dott.ssa Silvia Lombardi. I risultati di questo studio sono stati pubblicati il 14 ottobre 2020 sulla rivista Science Translational Medicine.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maker Faire Rome: The European Edition 4.0

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 novembre 2017

Roma Venerdì 1 Dicembre 2017, ore 9:00 / 3 Dicembre 2017 Fiera di Roma Via Alexandre Gustave Eiffel. L’Università Roma Tre parteciperà al Maker Faire Roma 2017 con uno stand dove saranno mostrate alcuni progetti innovativi e avere informazioni sulle attività didattiche e di ricerca del Dipartimento di Ingegneria. L’atteso appuntamento con “Maker Faire Rome – The European Edition 4.0”, il più grande evento europeo sull’innovazione e sull’impresa 4.0, si svolgerà dall’1 al 3 dicembre 2017 alla Fiera di Roma.Con 7 padiglioni a disposizione (uno in più rispetto allo scorso anno) per oltre 100mila mq di estensione, Maker Faire Rome è la fiera dove prende forma la rivoluzione digitale, il luogo della ribalta dedicato alle famiglie, ai bambini e a tutti gli appassionati di innovazione, ma anche il format consolidato per le aziende e gli innovatori di professione che utilizzano la cultura digitale come mezzo per affrontare le nuove sfide dei mercati. Tanti, attuali e coinvolgenti gli altri temi della quinta edizione. Si va dall’Internet delle cose alla manifattura digitale fino all’agricoltura 4.0, passando per il cibo del futuro alla sensoristica; mobilità smart, riciclo e riuso, edilizia sostenibile; robotica; realtà virtuale e aumentata, salute e benessere; scienza e biotecnologie.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata del Dottorato d’Ingegneria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 novembre 2017

Roma Giovedì 9 Novembre 2017, ore 11:00 / 10 Novembre 2017 Dipartimento di Ingegneria – Aula Conferenze Via Vito Volterra 60/62. Nuove idee, proposte innovative e originali, progetti studiati in maniera approfondita: sarà possibile trovare tutto ciò nella Giornata del Dottorato d’Ingegneria che si svolgerà il prossimo 9 novembre 2017 nel nuovo edificio della Vasca Navale, in via Vito Volterra 60/62, nella sede del Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre. I ragazzi del XXXI e XXXII ciclo di Dottorato presenteranno le attività che hanno svolto nell’ambito dell’Elettronica applicata, dell’Informatica e Automazione, dell’Ingegneria civile e dell’Ingegneria meccanica e industriale. L’evento è rivolto non solo a chi lavora nell’area culturale dell’Ingegneria, ma anche a settori diversi, sia a quelli inquadrati tradizionalmente nell’area umanistica che scientifica o tecnologica. L’evento è quindi aperto a chi pensa di poter collaborare su argomenti scientifici e culturali sia a livello di pura ricerca che di possibile applicazione al mondo del lavoro e della produzione economica a vario livello: dalle start-up alle piccole e medie o alle grandi imprese.
E’ gradita la partecipazione di ricercatori e innovatori di enti e aziende interessate a interagire su tematiche di ricerca o innovazione e a proporre eventuali progetti in collaborazione.Programma
Ore 10:30: affissione dei poster con le attività svolte da tutti i Dottorandi d’Ingegneria del XXX e XXXI ciclo.
Ore 11-13: sessione riservata ai docenti dei Collegi di Dottorato per la visione delle attività svolte durante l’anno accademico.
Ore 13-17: sessione aperta anche ad esterni.
Ore 13: rinfresco
Ore 15: in Aula Conferenze inaugurazione del XXXIII ciclo di Dottorato, con la presentazione, a cura della Biblioteca di Area Scientifica e Tecnologica, delle risorse informative disponibili. La mostra dei poster rimarrà aperta anche il 10 novembre fino alle ore 17.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La difesa del litorale ibleo tra diritto, ingegneria, geologia e architettura

Posted by fidest press agency su martedì, 27 giugno 2017

PaganoRagusa Approccio multidisciplinare, gestione integrata del territorio e monitoraggio continuo delle coste, pur nella consapevolezza che il loro equilibrio è fragile e che nessuna soluzione può considerarsi definitiva. È quanto emerge dal seminario scientifico “Per la difesa del litorale ibleo”, che si è svolto questa mattina nella Sala Ideal di Piazza Libertà. L’incontro, organizzato da Betontest laboratori tecnologici e di ricerca in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali e il Genio civile di Ragusa, ha messo a confronto avvocati, architetti, geologi, geometri, ingegneri e periti industriali sul tema della salvaguardia, del risanamento e della valorizzazione della fascia costiera iblea.A introdurre i lavori sono stati Calogero Rizzuto, Soprintendente ai Beni culturali e ambientali, e Ignazio Mariano Pagano, ingegnere capo del Genio civile di Ragusa. Una circostanza insolita, questa, e sicuramente positiva per i professionisti del settore, come ha ricordato il presidente dell’Ordine provinciale degli Ingegneri Vincenzo Giuseppe Dimartino, perché è indice del dialogo tra le istituzioni e della volontà di affrontare assieme i problemi del territorio.Dopo i saluti dei rappresentanti dei vari ordini professionali coinvolti, MonacaAntonio Barone, docente di Diritto amministrativo dell’Università LUM “Jean Monnet” di Bari, ha trattato le questioni giuridiche sollevate dall’impatto dei fenomeni erosivi o di accumulo dei sedimenti sui confini demaniali e privati, nonché dai danni dei marosi ai fabbricati, dalla legittimità degli stessi, dall’eventuale responsabilità civile degli enti pubblici nei confronti dei privati per mancati interventi. Il giurista ha rilevato le incertezze del diritto nell’odierna società del rischio e ha evidenziato la necessità di una gestione integrata e mai statica della costa, secondo il modello della flexicurity. Quanto alla titolarità degli interventi di salvaguardia ambientale, Barone ha spiegato come la sussidiarietà orizzontale e il pareggio del bilancio abbiano aperto le porte ai privati anche in questo campo: diverse le tipologie di interventi in sinergia pubblico-privato per opere “calde”, che hanno una rilevanza imprenditoriale per gli investitori, e opere fredde dove è predominante la funzione sociale.Rosaria Ester Musumeci, ricercatrice del Dipartimento di Ingegneria civile e architettura dell’Università di Catania ha evidenziato come il problema riguardi tutte le coste italiane. Secondo recenti studi sull’arretramento delle coste, negli ultimi vent’anni solo l’Emilia Romagna è riuscita a dimezzare e quasi arrestare l’erosione costiera, grazie a interventi efficaci e ben realizzati. Nel ragusano, dove le coste sono in parte sabbiose e in parte rocciose, la situazione si presenta in evoluzione. Negli ultimi decenni, le strutture portuali di Pozzallo, Scoglitti e Marina di Ragusa hanno modificato profondamente il litorale, creando zone di erosione e di accumulo dei sedimenti. La studiosa ho offerto un’ampia panoramica delle cause, ma anche degli interventi (dai ripascimenti ai pennelli fino ai moduli per il ripopolamento ittico) che potrebbero riportare le coste in uno stato di equilibrio, seppure “dinamico” e provvisorio.
Darko Pandakovic, docente di Architettura del Paesaggio alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e consulente Unesco, nel suo intervento ha evocato la grecità del paesaggio ibleo, rilevando provocatoriamente come l’erosione potrebbe rivelarsi utile nella misura in cui inghiotta opere abusive costruite sulle scogliere o a pochi metri dal mare, cementificando e abbruttendo la costa. L’architetto Pandakovicpaesaggista ha invocato, inoltre, la restituzione di un’immagine originaria del territorio o almeno interventi leggeri di risanamento, ricordando quanto Poseidone, il dio greco del mare, fosse volubile e irascibile.Infine, Corrado Monaca direttore della Sperimentazione dei laboratori tecnologici e di ricerca Betontest ha ripercorso l’attività di ricerca dell’azienda, dal Fascicolo del fabbricato sul patrimonio edilizio esistente (2009) alla recente campagna d’indagine sullo stato di salute degli edifici scolastici con la tecnologia DifRob (diagnostica reticolare non distruttiva a raggi X) a Modica e a Noto, fino alle collaborazioni con enti di ricerca e università italiane.Al termine del convegno, i presidenti degli ordini professionali, il Soprintendente, l’ingegnere capo del Genio civile di Ragusa hanno sottoscritto un documento “Per Camarina”. I firmatari, preso atto della “gravissima condizione di degrado del promontorio di Cammarana” e del rischio di crollo delle antiche fortificazioni di Camarina in assenza di immediati interventi di consolidamento, peraltro già finanziati con D.D.S. 2008/13948, “esprimono l’unanime auspicio che il Comune di Ragusa possa attuare in brevissimo tempo le azioni di tutela e salvaguardia dell’importantissimo sito Archeologico”. (foto: pagano, Monaca, Pandakovic)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biophotonics Challenge a Ingegneria

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Martedì 6 Giugno 2017, ore 11:00 Dipartimento di Ingegneria, Aula N17 Via della Vasca Navale 109. Gli studenti cureranno una breve presentazione sulle esperienze di laboratorio svolte durante il corso e cinque gruppi di studenti competeranno per l’assegnazione di alcuni premi (gadget) offerti dalla Dnaphone.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con i dottorandi d’Ingegneria, Matematica e Fisica, Scienze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 aprile 2017

Roma Giovedì 6 Aprile 2017, ore 10:30 Dipartimento di Ingegneria, Aula 6 Via della Vasca navale, 79. Con l’intento di promuovere la conoscenza delle risorse a disposizione, la Biblioteca di Area scientifico-tecnologica, grazie alla collaborazione del Dipartimento di Ingegneria, ha organizzato un incontro dedicato alla banca dati IEEE Xplore. L’incontro dal titolo IEEE Xplore Training e Nozioni di Authorship, rivolto soprattutto ai dottorandi ma aperto a tutti gli interessati, si articola in due brevi sessioni focalizzate: la prima, sulle tecniche di ricerca in IEEE Xplore; la seconda, sulla produzione di articoli scientifici da parte di giovani autori.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Giornata del Dottorato d’Ingegneria

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 novembre 2016

tecnologie fotonicheRoma Lunedì 14 Novembre 2016, ore 11:00 / 15 Novembre 2016 Dipartimento di Ingegneria – Aula Conferenze Via Vito Volterra 62 Nuove idee, proposte innovative e originali, progetti studiati in maniera approfondita: sarà possibile trovare tutto ciò nella Giornata del Dottorato d’Ingegneria che si svolgerà il prossimo 14 novembre 2016 nel nuovo edificio della Vasca Navale, in via Vito Volterra 60/62, nella sede del Dipartimento di Ingegneria di Roma Tre.
I ragazzi del XXX e XXI ciclo di Dottorato presenteranno le attività che hanno svolto nell’ambito dell’Elettronica Applicata, dell’Informatica e Automazione, dell’Ingegneria Civile e dell’Ingegneria Meccanica e Industriale.
L’evento è rivolto non solo a chi lavora nell’Area culturale dell’Ingegneria ma anche a settori diversi, sia a quelli inquadrati tradizionalmente nell’area umanistica che scientifica o tecnologica. L’evento è quindi aperto a chi pensa di poter collaborare su argomenti scientifici e culturali sia a livello di pura ricerca che di possibile applicazione al mondo del lavoro e della produzione economica a vario livello: dalle start-up alle piccole e medie o alle grandi imprese. Ricercatori e Innovatori di enti e aziende interessate ad interagire su tematiche di ricerca o innovazione e a proporre eventuali progetti in collaborazione saranno pertanto benvenuti.Dalle 10:30 verranno affissi i poster con le attività svolte da tutti i Dottorandi di Ingegneria del XXX e XXXI ciclo.
Dalle 11:00 alle 13:00 ci sarà una sessione riservata ai docenti dei Collegi di Dottorato per la visione delle attività svolte durante l’anno accademico.
Dalle 13:00 alle 17:00 ci sarà la sessione aperta anche ad esterni.
Alle 13:00 sarà offerto un piccolo rinfresco.
Dalle 15:00 presso l’Aula Conferenze si svolgerà l’inaugurazione del XXXII ciclo di Dottorato, con la presentazione, a cura della Biblioteca di Area Scientifica e Tecnologica, delle risorse informative disponibili.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comune di Roma cerca sponsor per i restauri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 giugno 2010

Settantacinquemila euro. È questa la cifra necessaria per il restauro dell’Acquedotto Felice, l’opera di ingegneria idraulica voluta da papa Sisto V nel 1587. La crisi però si fa sentire anche sui beni culturali, così la Sovrintendenza del Comune di Roma ha pensato di ripetere l’operazione di project financing già attuata per piazza Venezia, Trinità de’ Monti e piazza Navona istituendo un bando per la concessione di spazi pubblicitari sui ponteggi che verranno allestiti per il restauro e il consolidamento di un monumento troppo superficialmente ritenuto “minore”. Dal 21 giugno, dunque, data di scadenza del bando, il tratto di Acquedotto Felice di via Tuscolana, all’altezza di Porta Furba, potrebbe trasformarsi in uno spazio pubblicitario a cielo aperto, con buona pace dei turisti che al posto di opere architettoniche secolari si ritroveranno davanti agli occhi slogan di tutti i tipi. “La ricerca di sponsor per finanziarie simili lavori è una cosa che va avanti da anni – ha commentato Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti – ma l’augurio è che non siano fondamentali questi settantacinquemila euro, perché se dovessimo ricorrere ad annunci anche per restauri di questa entità significherebbe che siamo arrivati proprio alla frutta. Servono molti soldi per manutenere le tante bellezze storiche di cui i nostri figli e tutti i turisti che arrivano nella Capitale si riempiono gli occhi – conclude il rappresentante del movimento presieduto da Antonello De Pierro –, ma di certo messaggi del genere non fanno altro che mettere in luce la scarsa capacità gestionale di questa amministrazione”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studi in Cina per ingegneri pavesi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 ottobre 2009

Marco Montagnoli, studente del corso di laurea magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, è il primo studente proveniente da università italiane che partecipa al programma di scambio “EPIS” presso l’Università Tecnica di Pechino dall’inizio di settembre.  Il programma di studio per studenti stranieri offerto dall’Università cinese, con cui l’Ateneo Pavese ha siglato un anno fa un accordo-quadro di collaborazione, comprende materie tecniche e corsi di lingua e cultura cinese per una durata di sei mesi. Tramite il Prof. Andrea Capodaglio, della Facoltà di Ingegneria, responsabile dello scambio, a Montagnoli è stata assegnata dall’Università cinese una borsa di studio, che gli consentirà di frequentare i corsi e lavorare ad una ricerca in corso sulla qualità dell’aria a Pechino che costituirà poi l’argomento di tesi di laurea in Italia.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »