Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘iniqua’

Piu equa una manovra iniqua

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 dicembre 2011

English: From left: the MP Massimo Donadi, mem...

Image via Wikipedia

Se Monti non vuole fare orecchie da mercante deve accettare le modifiche presentate negli emendamenti dell’Italia dei Valori alla sua manovra.Proposte di merito, per ridurre le spese militari, far pagare l’ICI agli immobili commerciali della Chiesa, ridurre gli sprechi e i costi della Casta, combattere l’evasione fiscale, riavviare lo sviluppo del Paese. Misure per rendere più equa una manovra iniqua. Correzioni indispensabili per far sì che i costi non pesino solo sulla povera gente, sui lavoratori e sui pensionati ma vengano ripartiti proporzionalmente: chi più ha più paghi, compresi coloro che vivono dei privilegi della politica. Non andremo da nessuna parte se non ci convinciamo che abbiamo una possibilità unica al mondo: ridurre le spese statali inutili (senza toccare il welfare) e consentire di ripartire con maggior impulso verso una nuova fase della società italiana. E’ bene che Monti ascolti le istanze dei cittadini, piuttosto che farsi tirare per la giacchetta dai Terminator ancora presenti in Parlamento. Berluscones che hanno portato il Paese alla rovina e che adesso vorrebbero terminare l’opera.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo Monti: manovra iniqua

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 dicembre 2011

“Monti dice che questa è una manovra per salvare l’Italia e non si può negare che molto probabilmente è proprio così. Questa manovra, unita ai provvedimenti che saranno presi da capi stato europei nei prossimi giorni, potrebbe davvero scongiurare per l’Italia quegli scenari da incubo che abbiamo temuto in questi ultimi mesi.Ma c’è un però. Era davvero difficile immaginare una manovra più ingiusta di questa. Una manovra fatta di tante tasse, troppe, e ancora una volta come sempre che andranno a colpire il ceto medio più tartassato d’Europa” lo scrive sul suo blog, Massimo Donadi, presidente dei deputati di IDV.E’ una manovra che interviene pesantemente sulle pensioni, sulle quali era probabilmente impossibile non intervenire, ma non certo così pesantemente e così indistintamente. A non pagare nulla, ancora una volta, saranno i grandi patrimoni, i grandi e piccoli evasori.Mentre infatti questa manovra colpisce con la scure il ceto medio e i pensionati, agli evasori fa il solletico con una piuma, chiedendo un ridicolo contributo del 1,5 per cento dei capitali scudati, e non prevedendo nessuna misura degna di rilievo per contrastare l’evasione fiscale.Su questo ultimo punto voglio essere molto chiaro. Sconfiggere evasione fiscale è possibile basta solo averne la volontà politica. Che questa volontà non l’avesse Berlusconi lo potevamo anche capire ma che non ce l’abbia neanche questo governo lo trovo semplicemente inaccettabile.Per questa ragione, credo che Italia dei Valori dovrà cercare di cambiare radicalmente questa manovra in Parlamento. La manovra è di 20 miliardi netti e tale dovrà restare. Per questo, tutti i nostri provvedimenti saranno costruiti per lasciarne invariato il saldo. Cercheremo, con i nostri emendamenti, di far pesare di meno questa manovra sulle tasche dei soliti noti e di più su grandi patrimoni ed evasori. Francamente, e non lo nascondo, questa manovra delude. Bastava il mio ragioniere e non i migliori cervelli d’Italia a scriverla così. Deve essere chiaro: un’altra manovra è possibile, una manovra dove non siano sempre gli stessi a pagare. Noi presenteremo i nostri emendamenti e, se anche le altre forze che si ispirano a principi di equità sociale e solidarietà si impegneranno e si batteranno in Parlamento, la manovra potrà cambiare. Perché, governo tecnico o no, il Parlamento è sovrano. (Massimo Donadi deputato Idv)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra economica iniqua

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 luglio 2011

Gli organismi direttivi della Cisl di Reggio Emilia riuniti in assemblea venerdì 22 luglio, presso l’auditorium del Centro Simonazzi di Reggio, ne discutono con Alberto Berrini (economista), Giorgio Graziani (segretario generale regionale) e Giorgio Santini (segretario generale nazionale aggiunto)“Anche la realtà reggiana, del mondo della famiglia e del lavoro, è fortemente interessata dalla manovra del governo. Soprattutto in questo difficile momento storico in cui ci troviamo tra una campagna speculativa internazionale, avviata nei confronti dell’Italia, e la necessità, condivisa, di azzerare il deficit di bilancio entro il 2014 e risanare il debito pubblico. Certo, la manovra economica non ha alternative né sui tempi né sulla quantità, però vogliamo poter incidere sui contenuti” sono le parole di Margherita Salvioli Mariani, segretaria della Cisl di Reggio Emilia che, sul tema, ha convocato per domani, venerdì 22 luglio, i Consigli generali della Cisl di Reggio Emilia, nell’assemblea che si terrà alle ore 15 presso l’auditorium del centro Simonazzi in via Turri 55. E il giudizio di tutta la Cisl sulla manovra economica varata dal Governo è fortemente negativo: “I provvedimenti contenuti nella manovra, nonostante alcuni correttivi apportati grazie all’azione del sindacato – continua Margherita Salvioli Mariani – sono decisamente squilibrati sul piano dell’equità sociale, con il carico dei costi e dei tagli in prevalenza sulla parte più debole della popolazione, in particolare per quanto riguarda la spesa sociale. Senza che, per altro, siano stati tagliati i privilegi del ceto politico, che non sono più accettabili né accettati”. E speculazione finanziaria, situazione economica e manovra sono proprio i temi su cui discuteranno gli organismi direttivi delle diverse categorie assieme ad Alberto Berrini (economista), Giorgio Graziani (segretario generale regionale) e Giorgio Santini (segretario generale nazionale aggiunto).

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Manovra fiscale iniqua

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 giugno 2010

“Tagliare il reddito di cittadinanza significa condannare alla fame migliaia di persone” questo il commento dell’on. Americo Porfidia in merito al taglio operato dalla giunta Caldoro “Siamo coscienti – aggiunge il deputato campano – che le amministrazioni precedenti hanno lasciato un’eredità finanziaria molto debole, sappiamo che il paese tutto è investito da una crisi economica di drammatica entità e che il governo ha lasciato ricadere sugli enti locali il compito di stralciare molte voci di spesa per garantire i bilanci, sappiamo tutto questo, ma come sempre il PdL fa ricadere i pesi maggiori sulle fasce più deboli della popolazione. In questo caso non si tratta nemmeno di sacrifici, qui si tratta della dignitosa sopravvivenza di migliaia di persone che senza sussidio si troveranno catapultate nella povertà piena. Togliere 350 euro al mese ad una famiglia bisognosa è come staccare l’aria ad un malato grave. E’ una misura che sfiora la disumanità. Mi auguro – conclude Porfidia – che la giunta Caldoro si renda conto che quei soldi valgono la vita di migliaia di persone e che è doveroso vengano recuperati da altri settori della società, magari dai ceti benestanti che un sacrifico possono si permetterselo senza rischiare di perdere il pane quotidiano”

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra ingiusta e iniqua

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 maggio 2010

“Una manovra ingiusta ed iniqua, priva completamente di riforme strutturali, quelle capaci di garantire nel tempo un rientro del debito pubblico. La manovra del governo taglia in maniera orizzontale senza valutazioni di merito, colpisce le fasce sociali più deboli, pensionati, precari, famiglie e dipendenti pubblici, senza distinguere  tra quelli che faticano ad arrivare alla fine del mese e quelli che, invece, senza concorso percepiscono retribuzioni milionarie” lo dichiara l’on. Leoluca Orlando, portavoce nazionale di Italia dei Valori. “Quanto poi all’abolizione delle province, Italia dei Valori era ed è assolutamente favorevole, a condizione però che riguardi tutte le province indistintamente e non si proceda a taglia in base ai protettorati politici. Ciò rientra nelle misure di un federalismo responsabile, che ci vede favorevoli, mentre rimaniamo contrari a quello di tipo clientelare” conclude il portavoce nazionale di IdV.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Saitta:”la manovra del Governo è iniqua”

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 maggio 2010

“La manovra finanziaria, così come ci è stata descritta dai giornali, non solo è iniqua, ma per Regioni, Province e Comuni è insostenibile. Prevede tagli pesanti a tutto danno della amministrazioni territoriali senza nemmeno disegnare un programma di interventi tali da potere indirizzare l’Italia verso la ripresa economica. Se il Governo continua ad operare solo attraverso tagli a Regioni, Province e Comuni, porterà l’Italia al collasso economico”. Lo dichiara il Presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta che aggiunge: “Non si può chiedere a Regioni, Province e Comuni, di sostenere da sole il peso di questa manovra, senza nemmeno predisporre quelle misure in grado di permettere agli enti locali di fare ripartire le politiche per gli investimenti, bloccate dal Patto di stabilità. Ricordo che gli investimenti in infrastrutture degli Enti locali rappresentano l’80% del totale nazionale: se si fermano gli investimenti degli Enti locali, si blocca l’intero sistema economico del Paese.”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »