Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Posts Tagged ‘inquinanti’

Una compagnia navale di spedizioni tra le 10 principali aziende inquinanti in Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 dicembre 2019

Sono i risultati del report del network Transport & Environment reso pubblico oggi, che dimostra come il trasporto marittimo europeo abbia notevoli emissioni di CO2 e deve contribuire come tutti i settori alla riduzione delle emissioni climalteranti ed alla decarbonizzazione dei trasporti.Secondo lo studio di T&E sono circa 11 milioni le tonnellate di CO2 emesse nel corso dell’anno dalla compagnia di spedizioni marittime Mediterranean Shipping Com-pany (MSC), secondo i dati ufficiali sulle emissioni. La sua flotta di container che tra-sporta merci e beni di consumo, che vanno dall’elettronica e frutta fresca a vestiti e giocattoli, figura tra i principali 10 aziende inquinanti a livello europeo. La classifica delle imprese più “fossili” è occupata da centrali a carbone e dalla compagnia aerea low-cost Ryanair – al decimo posto. È questa la sintesi dello studio di Transport & Environment (T&E): il rapporto lanciato oggi, lunedì 9 dicembre 2019, mostra che MSC sarebbe l’ottavo emittente più pesante se il settore marittimo facesse parte del sistema di scambio di quote ETS di emissioni dell’UE.Nel complesso il trasporto marittimo lo scorso anno, con le navi container da e verso l’Europa, ha emesso oltre 139 milioni di tonnellate di CO2: questo significa che se il settore del trasporto marittimo fosse un paese, sarebbe l’ottavo inquinatore più grande dell’Unione Europea.E fatto ancora più grave e’ che la navigazione, sia per le merci che per le grandi navi da crociera, è l’unico settore senza obbligo di riduzione delle emissioni di CO2 e non paga per il suo inquinamento da carbonio.Inoltre il settore marittimo è esonerato dal diritto della UE dal pagamento di tasse sul suo combustibile, che si traduce in una sovvenzione effettiva del valore di 24 miliardi di euro all’anno, come ha stimato il rapporto di T&E.Questi numeri dimostrano il peso ambientale negativo per le emissioni di CO2 del trasporto marittimo e gli ingiustificati privilegi di cui gode il settore che non viene indotto a cambiare, a ridurre le emissioni ed a contribuire alla decarbonizzazione dei trasporti.
La nuova Presidente della Commissione Europea si è impegnata a portare le emissioni dei trasporti marittimi internazionali nel sistema di scambio delle emissioni del blocco (ETS) per contribuire a rendere l’Europa neutrale in termini di emissioni di carbonio. T&E ritiene che questo sia un primo passo essenziale per frenare l’impatto sul clima del settore. Tuttavia, saranno necessarie ulteriori misure, tra cui uno stan-dard di CO2 che le navi potranno emettere durante il funzionamento, per accelerare l’utilizzo di carburanti e tecnologie a zero emissioni di carbonio nel settore marittimo.Secondo la responsabile di T&E per l’Italia, Veronica Aneris, “non è più possibile continuare ad ignorare l’impatto ambientale delle navi. È tempo, per il settore marittimo, di fare la sua giusta parte nella mitigazione del cambiamento climatico. I governi nazionali devono supportare l’impegno annunciato dalla Presidente della Commissione, Ursula Von der Leyen, e dal Parlamento UE, a portare le emissioni climalteranti delle navi all’interno del sistema ETS per rendere possibile il raggiungi-mento dell’Accordo di Parigi sul clima.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli inquinanti nell’aria

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 agosto 2018

Con il rientro dalle vacanze non solo riprendiamo a lavorare ma anche a respirare con la ripresa del traffico sempre più intenso e non solo. Gli inquinanti sembrano diventare più aggressivi rispetto a pochi anni fa, favorendo la comparsa di malattie respiratorie, cardiocircolatorie, tumori. Sono quindi necessari interventi decisi per la riduzione delle cause inquinanti, come il traffico, il riscaldamento degli edifici, i fumo industriali. «Secondo l’Organizzazione Mondiale della Salute, ogni anno nel mondo muoiono 800mila persone a causa dell’inquinamento: e arrivano addirittura a 1,3 milioni se si considera anche l’inquinamento indoor, in altre parole quello all’interno delle abitazioni: non molti meno di quelli causati dal virus dell’AIDS»
La causa dell’aumento potrebbe essere individuata nella composizione delle polveri sottili, che gli esperti ipotizzano sia cambiata nel corso degli anni. «Gli studi epidemiologici, infatti, sembrano indicare che il PM10 con cui abbiamo a che fare oggi sia più nocivo di quello di 15-20 anni fa». E preoccupa un inquinante salito alla ribalta solo da pochi anni, ma già accusato di causare gran parte degli effetti nocivi attribuiti complessivamente alle polveri: il black carbon.
“L’effetto sarebbe così importante che, secondo l’OMS, interventi mirati a ridurre le emissioni di questo inquinante potrebbero limitare sensibilmente l’effetto complessivo delle polveri sottili”.
Destano allarme i dati concernenti la comparsa di malattie croniche associate all’inquinamento. Il programma Clean Air For Europe (CAFE) della Commissione Europea ha valutato gli effetti del PM2,5 derivato dalle attività umane sull’aspettativa di vita, concludendo che, in media, ogni cittadino UE vive 8,6 mesi in meno a causa delle polveri fini. Il primato negativo spetta alla Pianura Padana: qui, in media, le polveri sottili accorciano l’esistenza anche di 2-3 anni. Non meno preoccupanti i dati riguardanti i picchi di inquinamento. “Secondo lo studio EpiAir, promosso dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie ha mostrato un innalzamento immediato della mortalità per cause naturali dello 0,69% per ogni aumento di 10 μg/m3 di PM10.”
Vuol dire che, laddove ci sarebbero normalmente 1000 decessi, se ne registrano sette in più» prosegue Mannucci. Un’altra indagine sul PM10 condotta in Lombardia ha stimato che qui gli sforamenti della soglia di 20 μg/m3 rispetto alla soglia accomandata dall’OMS provocano ogni anno 302 decessi, 231 dei quali avvengono a Milano». La relazione fra la cattiva qualità dell’aria e l’asma è fra quelle per cui le prove degli studi tossicologici ed epidemiologici sono più schiaccianti. Ed è ormai altrettanto chiaro che fra le persone più suscettibili ci sono anche i bambini, perché hanno polmoni non ancora completamente sviluppati e perché respirando a una frequenza maggiore introducono nell’organismo anche una quantità più elevata di polveri e veleni due-cinque giorni dopo che le centraline registrano un balzo nei valori di questo gas, i bambini ricoverati negli ospedali per crisi gravi salgono del 9,1% (per gli adulti si registra invece un aumento del 7,6%). Oltre all’asma, gli studi epidemiologici rilevano una maggiore incidenza di tosse, raffreddore e mal di gola, aumenti del numero di bronchiti e polmoniti, peggioramenti importanti delle broncopneumopatie croniche ostruttive (espressione che indica una serie di malattie croniche, fra cui l’enfisema).
Da non trascurare, infine, l’inquinamento indoor, nei luoghi chiusi e dove la maggior parte di noi trascorre ogni giorno il 90% del suo tempo: le ricerche sull’argomento mostrano infatti che qui, in media, l’inquinamento è maggiore che all’aperto. In questi casi l’ideale è disporre di sistemi di ventilazione meccanica, che facilitano il ricambio dell’aria, che altrove è invece assicurato soltanto dall’apertura delle finestre. (Servizio Fidest)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, dal 1 novembre divieto circolazione veicoli più inquinanti

Posted by fidest press agency su sabato, 28 ottobre 2017

campidoglioRoma Sostenibilità ambientale e abbattimento dell’inquinamento atmosferico. E’ l’obiettivo alla base delle due ordinanze firmate dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi, che riguardano la limitazione della circolazione in città dei veicoli più inquinanti.Dal 1 novembre 2017 al 31 ottobre 2018 sarà in vigore il divieto di accesso e di circolazione all’interno della ZTL “Fascia Verde” del PGTU, dal lunedì al venerdì, a esclusione del sabato, domenica e giorni festivi infrasettimanali alle categorie più inquinanti: autoveicoli benzina PRE-EURO 1; EURO 1 e diesel PRE-EURO 1; EURO 1; EURO 2. Le stesse limitazioni interesseranno anche i ciclomotori e i motoveicoli EURO 1 a due, tre o quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi che, dal lunedì al venerdì, non potranno più accedere all’interno della ZTL ANELLO FERROVIARO.Tra le esenzioni previste i veicoli muniti di contrassegno per persone invalide; le vetture adibite a servizio di polizia sicurezza ed emergenza e soccorso stradale, così come i mezzi per il pronto intervento per acqua, luce e gas. L’elenco completo delle deroghe sarà comunque consultabile sul sito di Roma Capitale. Le misure sono state adottate a salvaguardia della salute pubblica e riguardano i veicoli a benzina e diesel di vecchia generazione. La Polizia Locale di Roma Capitale dovrà provvedere alla vigilanza al fine di garantire l’osservanza del provvedimento di limitazione della circolazione da parte della cittadinanza.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Qualità dell’aria: i deputati sostengono nuovi limiti nazionali sugli inquinanti

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 novembre 2016

parlamento europeoIl Parlamento europeo ha approvato in via definitiva i nuovi limiti nazionali sulle emissioni delle principali sostanze inquinanti, tra cui NOx, particolato e biossido di zolfo, da raggiungere entro il 2030. Tali tetti sono già stati informalmente concordati con la Presidenza del Consiglio dei Ministri UE. L’inquinamento atmosferico provoca circa 400 mila morti premature all’anno nell’UE.”L’inquinamento atmosferico è la prima causa ambientale di morte nell’UE”, ha dichiarato la relatrice Julie Girling (ECR, UK). “Il contesto politico è cambiato drasticamente nel corso degli ultimi tre anni, con il problema della qualità dell’aria balzato agli onori della cronaca a livelli senza precedenti, insieme allo scandalo VW e la questione delle emissioni reali di guida. Forse si deve ammettere che abbiamo passato gli ultimi dieci anni concentrandosi sulla CO2, trascurando la qualità dell’aria”, ha aggiunto.”Credo fermamente che questo voto sia un passo nella giusta direzione. Non rappresenta la soluzione ideale, ma rappresenterà un importante miglioramento per la salute dei nostri cittadini”, ha concluso.Nella nuova normativa, approvata con 499 voti a favore, 177 contrari e 28 astensioni, si stabiliscono gli impegni nazionali per la riduzione delle emissioni di biossido di zolfo (SO2), ossidi di azoto (NOx), composti organici volatili non metanici (COVNM), ammoniaca (NH3) e particolato fine (inferiore a un diametro di 2,5 micrometri).Tali proposte potrebbero ridurre l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute di circa il 50% entro il 2030. Secondo l’Agenzia europea per l’ambiente, gli inquinanti provengono da varie fonti:
il particolato (PM), principalmente dal riscaldamento, dall’industria e dai trasporti,
il NOx, principalmente dai trasporti,
il SOx, per lo più dalla produzione di energia e dai trasporti non stradali,
la quasi totalità delle emissioni di NH3 dall’agricoltura,
le emissioni di CO dal riscaldamento e dai trasporti, e
la maggior parte delle emissioni di metano (CH4) dall’agricoltura, dai rifiuti e dall’energia.
Come sostenuto dai deputati, nel testo si ribadisce l’impegno dell’UE a identificare e rispondere alla normativa di controllo che si è dimostrata inefficace, come dimostrato dalla discrepanza tra i valori delle emissioni in condizioni di guida reale e le emissioni di NOx nei test di prova delle autovetture diesel Euro 6.
Gli Stati membri hanno insistito sull’esclusione del metano dal campo di applicazione della direttiva. La Commissione europea ha tuttavia confermato che potrebbe riesaminare questo punto.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CS. BG e BS. M5S Lombardia ottiene 50 mila euro per monitoraggio inquinanti Lago d’Iseo

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

porta nuova milanoSì del consiglio regionale a un emendamento del M5S Lombardia che garantisce 50 mila euro per il monitoraggio periodico degli inquinanti nel Lago d’Iseo e la realizzazione di interventi per migliorare la qualità delle acque.Giampietro Maccabiani, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Finalmente, grazie al nostro interessamento, arrivano risorse per le acque del Lago d’Iseo che soffrono di un grave inquinamento. Certo quello della Lombardia è un piccolo passo, ma l’urgenza di un monitoraggio degli inquinanti e d’interventi di eliminazione delle fonti d’inquinamento necessitava di un primo intervento. Non mancheremo di verificare che i monitoraggi e gli interventi siano effettivamente messi in campo”. Il consigliere regionale Dario Violi aggiunge: “il nostro lago merita più attenzione dalla Regione Lombardia. Oltre alla tutela dell’ecosistema e dell’ambiente, che sono un investimento per il futuro, l’azione avrà ricadute positive anche sull’attrattività del Sebino”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emissioni di CO2: veicoli commerciali più puliti entro il 2020

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 gennaio 2014

inquinamento-atmosfericoIn base al progetto di legge approvato dal Parlamento martedì, il limite di emissioni di CO2 per i nuovi veicoli commerciali leggeri venduti nell’UE dovrà essere ridotto entro il 2020 dagli attuali 203 g/km a 147 g/km. Il testo, già informalmente concordato con i ministri dell’UE, chiede l’introduzione di metodi più affidabili per i controlli delle emissioni di CO2.”Dopo trattative difficili, abbiamo raggiunto un risultato. Sono contento che non si sia ceduto a nessun tipo di pressione per cambiare l’obiettivo. Considerando che la durata dei veicoli commerciali leggeri è più lunga di quella delle autovetture, è opportuno rispettare l’obiettivo prefissato”, ha dichiarato Holger Krahmer (ALDE, DE), la cui relazione è stata approvata con 552 voti favorevoli, 110 contrari e 12 astensioni.L’obiettivo di 147g/km, da raggiungere entro il 2020, rappresenta la media delle emissioni massime autorizzate per i produttori di veicoli commerciali immatricolati nell’UE, con un peso fino a 2.610 tonnellate senza carico e 3,5 tonnellate a pieno carico. I deputati e il Consiglio hanno concordato che tale obiettivo sarà applicabile a tutte le aziende che producono più di 1.000 veicoli l’anno.Le aziende dovranno quindi produrre abbastanza modelli più puliti per superare i veicoli più pesanti o più inquinanti, al fine di raggiungere un “equilibrio ” complessivo di 147 g/km entro il 2020, in caso contrario, saranno sanzionate.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Smog a Roma: blocco traffico

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2011

Smog

Image by CzechR via Flickr

Roma Domenica 20 novembre, dalle 8.30 alle 17.30, ci sarà il blocco totale del traffico all’interno della fascia verde cittadina. Il divieto di circolazione é stato disposto dal Campidoglio per contenere la risalita dei livelli degli inquinanti che negli ultimi 4 giorni hanno superato i limiti imposti in condizioni meteorologiche di forte ristagno atmosferico. La circolazione sarà consentita a tutti i veicoli alimentati a gpl, metano, a trazione elettrica o ibrida, agli autoveicoli di categoria euro 5, ai motocicli euro 3. In occasione della domenica ecologica, dunque, il Campidoglio ha organizzato iniziative di sensibilizzazione a favore della mobilità sostenibile e per una maggiore attenzione all’ambiente. In via dei Fori Imperiali, già a partire dalle 8.30, ci saranno i volontari di: Legambiente, Italia Nostra, Fare Verde, Bici Roma, k9, Quadrifoglio, Cvsc e molte altre associazioni.Questo il programma:
• Legambiente ore 10 – 13.30. Un gruppo di persone animerà lo spazio di via dei Fori Imperiali coinvolgendo i bambini, con molte attività ludiche a carattere ambientale legate al tema dell’inquinamento atmosferico e attività legate all’uso della bicicletta e del mezzo pubblico (giochi di movimento, riduzione del carico inquinante, il gioco dell’oca nella metropolitana ecc).
• Italia Nostra: visite guidate ore 11, Il giardino scomparso (Villa Silvestri Rivaldi al Colosseo); ore 11.30, I romani a teatro (Festa, spazi, spettacolarità); ore 12.30, La trasformazione dei Fori Imperiali (dalle origini ai giorni nostri, Memoria e stratificazione); ore 13 Luxus (Il lusso dei Romani)
• Bici Roma: Biciclettate su itinerari del centro storico, per grandi e bambini.
• K9 Rescue: sensibilizzazione ed educazione ambientale. Dimostrazione delle unità cinofile di protezione civile, attività dimostrative per migliorare il rapporto tra cane e padrone.
• Associazione Quadrifoglio: spettacolo del mago verde, giochi di prestigio, attività di gioco per bambini
• Cvsc – Corpo volontario soccorso a cavallo: dimostrazioni ed esibizione dei cavalieri e degli allievi più piccoli. (Chiara Vicario)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Divieto circolazione veicoli inquinanti

Posted by fidest press agency su martedì, 15 febbraio 2011

Roma. Dalle 7.30 alle 20.30 di oggi 15 febbraio, non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”;  autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”.
Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati forniti questa mattina da Arpa Lazio che hanno evidenziato livelli di Pm10 leggermente superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo) in 5 delle 13 centraline: Cinecittà (53 microgrammi per metrocubo), Francia (53),  Magna Grecia (53), Preneste (55), Tiburtina (56).
Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma smog: divieto circolazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Roma dalle 7.30 alle 20.30 di oggi non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”; autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”. Queste le centraline Arpa che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo): Preneste, Francia, Cinecittà, Fermi, Bufalotta,  e Tiburtina

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stop veicoli più inquinanti

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2011

Roma 12 febbraio dalle 7.30 alle 20.30 di domani, non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”;  motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”;  autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”. Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati forniti questa mattina da Arpa Lazio che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo) nelle stazioni Arenula, Bufalotta, Cavaliere, Cinecittà, Cipro, Fermi, Francia, Guido, Magna Grecia, Preneste, Tiburtina, Villa Ada. Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stop circolazione veicoli più inquinanti

Posted by fidest press agency su martedì, 8 febbraio 2011

Roma Dalle 7.30 alle 20.30 di domani, mercoledì 9 febbraio, non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”;  motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”;  autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”.  Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati forniti questa mattina da Arpa Lazio che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo) nelle stazioni Arenula, Bufalotta, Cavaliere, Cinecittà, Cipro, Fermi, Francia, Preneste, Tiburtina, Villa Ada. Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Stop a veicoli più inquinanti

Posted by fidest press agency su martedì, 8 febbraio 2011

Roma 8/2/2011. «I veicoli più inquinanti non potranno circolare domani all’interno della fascia verde cittadina. Il provvedimento è stato assunto per il secondo giorno consecutivo, al fine di contenere i livelli delle polveri sottili (pm10), le cui concentrazioni sono favorite dalle attuali condizioni di alta pressione meteorologica.  Dalle 7.30 alle 20.30, dunque, all’interno della fascia verde cittadina non potranno circolare: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina “euro 0”; autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 0”, “euro 1” e “euro 2”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”; minicar a benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 0” e “euro 1”. Secondo i dati rilevati dalle centraline di monitoraggio ARPA, il limite di 50 mg/m3 come media giornaliera delle concentrazioni di polveri sottili, è stato superato nelle stazioni di: Preneste, Francia,  Cinecittà, Ada, Cavaliere, Fermi, Bufalotta, Cipro, Tiburtina e Arenula».  Lo comunica il Dipartimento tutela ambientale e del verde – Protezione civile di Roma Capitale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stop ai veicoli più inquinanti

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

Roma 7 febbraio, i veicoli più inquinanti non potranno circolare  all’interno della fascia verde cittadina. Il provvedimento è stato assunto per contenere i livelli delle polveri sottili (pm10), le cui concentrazioni sono favorite dalle attuali condizioni di alta pressione meteorologica. Dalle 7.30 alle 20.30, dunque, all’interno della fascia verde cittadina non potranno circolare: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina “euro 0”; autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 0”, “euro 1” e “euro 2”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”; minicar a benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 0” e “euro 1. Secondo i dati rilevati dalle centraline di monitoraggio ARPA, il limite di 50 mg/m3 come media giornaliera delle concentrazioni di polveri sottili, è stato superato nelle stazioni di: Preneste, Cinecittà, Bufalotta e Tiburtina».  Lo comunica il Dipartimento tutela ambientale e del verde – Protezione civile di Roma Capitale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: divieto transito veicoli inquinanti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 gennaio 2011

È stato disposto per domani, mercoledì 19 gennaio. il divieto di circolazione dei veicoli più inquinanti, al fine di contenere i livelli delle polveri sottili (pm10), le cui concentrazioni sono favorite dalle condizioni di alta pressione meteorologica. Dalle 7.30 alle 20.30 all’interno della fascia verde cittadina non potranno circolare: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina “euro 0”; autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 0”, “euro 1” e “euro 2”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”; minicar a benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 0” e “euro 1”. Inoltre, in tutto l’arco della giornata, gli impianti termici destinati alla climatizzazione degli ambienti dovranno essere regolati in modo da non superare i 20 °C. La Polizia Municipale, infine, sarà impiegata in azioni di fluidificazione del traffico allo scopo di limitare le concentrazioni localizzate di polveri sottili provenienti dai gas di scarico delle vetture. Secondo i dati rilevati dalle centraline di monitoraggio ARPA, il g/m3 come media giornaliera delle concentrazioni di polverilimite di 50  g/m3), Franciainalabili, è stato superato nelle stazioni di: Preneste (84  (87), Ada (63), Tenuta del Cavaliere e Bufalotta (80), Fermi (58),  Cipro (64), Tiburtina (81) e Arenula (62). Lo comunica il Dipartimento tutela ambientale e del verde – Protezione civile di Roma Capitale.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stop veicoli più inquinanti

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Roma 4/1/2011 dalle 7.30 alle 20.30 di domani, martedì 4 gennaio, non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”; autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”. Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati forniti questa mattina da Arpa Lazio che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo) nelle stazioni, Bufalotta, Cavaliere, Cinecittà, Cipro, Fermi, Francia, Guido, Preneste, Tiburtina, Villa Ada. Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stop circolazione veicoli inquinanti

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Roma 31 dicembre dalle 7.30 alle 20.30 non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”;  motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”;  autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”.  Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati forniti questa mattina da Arpa Lazio che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo) nelle stazioni, Bufalotta, Cinecittà, Cipro, Fermi, Francia, Preneste, Tiburtina, Villa Ada. Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Metalli tossici e terapia chelante

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 agosto 2010

I metalli tossici (MT) sono tra i composti più  pericolosi e dannosi per l’uomo. Sono sostanze inquinanti che penetrano in  maniera insidiosa nel nostro corpo attraverso: cibi, bevande, aria, prodotti per l’igiene, vaccini, amalgame dentarie, abiti e trasporti.I principali metalli tossici sono: Alluminio, Mercurio, Piombo, Cadmio. I metalli tossici si accumulano lentamente e  progressivamente nel corso degli anni negli organi (ossa, fegato, rene, SNC) e nei tessuti  dove esercitano la loro azione dannosa inducendo una vasta gamma di sintomi spesso di  difficile interpretazione e per tale motivo spesso sottostimati dalla medicina specialistica. Negli ultimi anni, infatti, l’esposizione umana  ai Metalli Tossici è aumentata drammaticamente e ha scatenato epidemie quali Autismo,  patologie neurodegenerative e malattie autoimmuni. L’esposizione può avere effetti dannosi anche  a dosaggi minimi; gli effetti possono però variare largamente in rapporto al grado e al tipo  di esposizione, al metabolismo e soprattutto alla capacità detossificante dell’individuo.
L’Alluminio è il minerale più diffuso sulla superficie terrestre ma non svolge alcuna funzione utile per l’uomo! L’accumulo di Alluminio nell’uomo avviene con grande lentezza. L’Alluminio può danneggiare tutti i tessuti ma soprattutto osso e cervello (neurotossina). Le principali fonti di esposizione comprendono cause ambientali e occupazionali. : – Aerosol; deodoranti e antitraspiranti; fogli  di alluminio per cottura al cartoccio; pentole, caffettiere e stoviglie in alluminio; farmaci antiacidi e aspirina; gas di scarico dei mezzi di  trasporto; farine e lieviti; industria ceramiche;  formaggi; prodotti per l’igiene; acqua potabile; spray nasali; pesticidi; dentifrici; vaniglia. La tossicità da Alluminio è determinata da: – danneggiamento neuronale; – interferisce con gli enzimi antiossidanti; – danneggia il DNA; – riduce la produzione di energia a livello mitocondriale; – blocca le proteine riparatrici del glutamato; – interferisce con le funzioni di membrana  neuronali e con la mineralizzazione delle ossa.Altri sintomi da intossicazione da Alluminio sono: – Anemia; perdita di appetito; disturbi comportamentali; colite; confusione, costipazione, bocca asciutta; calo di energia; eccessiva sudorazione; cefalea; bruciore retro sternale;  iperattività; disfunzioni renali; perdita di memoria; disturbi neuromuscolari; osteoporosi; paresi; ulcera peptica; psicosi; alterazioni cutanee; stanchezza e fibromi algia.
Mercurio Veleno mortale per tutti gli esseri viventi. Danneggia il Sistema Nervoso Centrale (neurotossina). In natura è presente sotto tre forme tutte  altamente tossiche: metallica, inorganica e organica. Il Mercurio è un metallo liposolubile per cui va  a depositarsi soprattutto negli organi in cui è  maggiormente rappresentato il tessuto adiposo in primis cervello, fegato e reni. Il Mercurio può attraversare facilmente la barriera ematoencefalica e la placenta provocan- do tossicità fetale caratterizzata da ritardo  mentale, sintomi cerebellari e neoplasie.
Fonti di contaminazione: – ingestione di pesci contaminati (tonno, salmone e spada); – rilascio da amalgame dentarie contenenti oltre il 50% di mercurio; – rottura accidentale di manometri, barometri e sfigmomanometri;– vaccini contenenti thimerosal come conservante; – fungicidi, diuretici, germicidi, lassativi;– cereali; – vernici; – pomate antipsoriasi; – tatuaggi.
Sintomatologia:  – Fini tremori a mani, piedi, palpebre, lingua. – Perdita di sensibilità mani e piedi. – Disturbi della deambulazione ed equilibrio. – Deficit della parola. – Disturbi visivi. – Calo dell’udito. – Immunodepressione. – Debolezza muscolare. – Allergie. – Facile irritabilità. – Perdita di memoria. – Sapore metallico in bocca. – Depressione. – Incapacità di concentrazione. – Allucinazioni. – Tendenze suicide. – Paralisi e decesso.
Piombo L’intossicazione da Piombo detta saturnismo  è nota fin dai tempi antichi.  La quantità di piombo contenuto nel nostro corpo è 500 volte superiore rispetto a quella  presente 100 anni fa ! Il piombo interagisce con il glutatione, la glutatione perossidasi e con il selenio bloccando  quindi uno dei meccanismi chiave della nostra  difesa antiossidante.
Fonti di contaminazioni:– Vecchie tubature per l’acqua.  – Vernici contenenti piombo. – Cibi in scatola. – Benzina contenente piombo. – Fabbricazione di batterie e ceramiche. Il Piombo è assorbito per inalazione, ingestione e attraverso la pelle; si accumula per oltre il 90% nel tessuto osseo, il rimanente nei tessuti. Il Piombo può sostituirsi al Calcio alterandone  le funzioni e danneggiando il tessuto osseo.
Sintomi: – dolore addominale; – irritabilità; – cefalea; – anoressia; – confusione mentale; – difficoltà di concentrazione; – dolore articolare; – anemia; – deficit motori; – ipertensione; – anemia; – encefalopatie: – convulsioni, coma e decesso per edema cerebrale e insufficienza renale.
Cadmio La maggior parte del Cd assorbito si deposita  a livello epatico e renale. Il Cadmio può penetrare nel nostro corpo per  inalazione e/o ingestione.  Il fumo di sigaretta ne contiene grandi quantità. La sua tossicità si manifesta soprattutto a livello della membrana basale dei piccoli vasi e
dei capillari determinandone un ispessimento con conseguente deficit di irrorazione sanguigna che può interessare anche il feto (aborto, prematurità, malformazioni). I danni da esposizione cronica sono dose dipendenti e possono determinare: anosmia,  denti giallognoli, anoressia, alopecia, pelle  squamosa, anemia, proteinuria, osteomalacia.
Diagnosi di intossicazione metalli Può avvalersi dei seguenti esami:
1 – Mineralogramma del capello
2 – Test delle Porfirine Urinarie
3 – Test di chelazione con somministrazione di  agente chelante. Mineralogramma (spettrofotometria ad assorbimento atomico). I capelli possono essere considerati come un  tessuto di escrezione. La composizione di elementi tossici e nutritivi  nei capelli riflette gli equilibri interni degli ultimi mesi. In caso di ridotto potere detossificante (alterazione del circuito della metilazione-sulfura- zione) l’esame può sottostimare, in alcuni casi, il reale grado di intossicazione (autismo, intossicazioni gravi, malattie croniche).
Porfirine urinarie: Le porfirine si formano come intermedi nella sintesi dell’eme. L’aumento delle concentrazioni urinarie di specifiche porfirine viene cor- relata con l’esposizione ad alcuni metalli tossici. Ogni metallo tossico inibisce diversi e specifici enzimi nella via che porta all’eme cosicchè i  quadri di escrezione urinaria delle porfirine sono diversi a seconda del metallo tossico  coinvolto.
(Dr. Robert Nataf, DAN! Conference 2007)
Tutti i Metalli Tossici hanno un tempo di permanenza in circolo (sangue) relativamente breve (poche settimane); l’organismo infatti come meccanismo di difesa provvede ad estrarli dal sangue e li deposita in modo selettivo e diverso a seconda del metallo nei vari organi e tessuti. Quindi i risultati della semplice ricerca nel sangue o nelle urine sono inattendibili poiché forniscono informazioni solo circa una possibile recente contaminazione.Il metodo oggi più valido per la reale determi-nazione della tossicità da metalli pesanti è rappresentato dal Test di chelazione (S. G. Zanella – F. Verzella – L. T. Chappel ACAM 1996) che consiste nel confronto tra i valori dei metalli tossici presenti nelle urine prima e immediatamente dopo la somministrazione di un agente chelante.
La chelazione è un meccanismo chimico attraverso il quale una molecola (chelante) incorpora all’interno della propria struttura un metallo inattivandolo. Nella Terapia Chelante vengono utilizzate molecole di sintesi in grado di chelare, inattivare ed espellere i Metalli Tossici dall’organismo!
Edta: acido etilen-diamino-tetracetico è un agente chelante che viene iniettato endovena dopo apposita diluizione. L’EDTA, aminoacido sintetico, chela i seguenti ioni con attività decrescente: cromo; ione ferrico;alluminio; mercurio; rame; piombo; zinco; ione ferroso; manganese; calcio e magnesio. La chelazione del Ferro e del Rame avviene solo quando essi non fanno parte di complessi enzimatici e sistemi di trasporto, ma solo quando si trovano in forma libera.3 grammi di EDTA arrivano a estrarre fino a 0,2 gr di alluminio! L’eliminazione avviene prevalentemente per via renale.  Esami di laboratorio consentono di accertare  l’idoneità alla terapia mentre le controindicazioni alla terapia sono: insufficienza renale  acuta, epatopatie in fase acuta, gravidanza, lesioni intracraniche. Durante la somministrazione della flebo viene  controllata la pressione arteriosa e la glicemia  per evitare lievi ipotensioni e ipoglicemia.  In Italia la medicina ufficiale riconosce l’impiego dell’EDTA come terapia nella intossicazione da Metalli Tossici, nella intossicazione  da digitale e nella ipercalcemia. L’EDTA in mani esperte è una terapia alquanto  sicura essendo stata inclusa nella lista delle  sostanze con minimi effetti collaterali (Generally Recognized and Safe). Sante Guido Zanella (fonte Ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Bologna Bollettino Notiziario – n° 9 settembre 2010)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Termovalorizzatore: respinto il ricorso

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 aprile 2010

“Il Consiglio di stato ha respinto oggi anche l’ultimo dei 13 ricorsi contro la realizzazione del termovalorizzatore al Gerbido”: è molto soddisfatto il presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta nel commentare la notizia arrivata da Roma. “Abbiamo dovuto fronteggiare ricorsi di ogni tipo, resistenze e difficoltà, ma finalmente – commenta Saitta – nessun ostacolo burocratico impedisce più la continuazione dei lavori dell’impianto; sono certo che sarà mantenuta la scadenza del 2012 per vedere pronto il termovalorizzatore ed evitare l’emergenza rifiuti sul nostro territorio”.  L’impianto del Gerbido accoglierà 421mila tonnellate di immondizia all’anno e produrrà energia elettrica per 150.000 famiglie e riscaldamento per 14.000 appartamenti; mirerà anche alla minimizzazione delle emissioni inquinanti e delle sorgenti di rumore e per raggiungere questi obiettivi, sarà dotato delle più moderne tecnologie per il trattamento dei fumi.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stop veicoli più inquinanti

Posted by fidest press agency su domenica, 21 marzo 2010

Roma 22 marzo dalle 7.30 alle 20.30 non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”;  autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”. Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati forniti questa mattina da Arpa Lazio che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo) nelle stazioni Cinecittà, Preneste. Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera. Dal 1 gennaio al 20 marzo 2010, complessivamente, le centraline hanno fatto registrare 111 superamenti di pm10. Nello stesso periodo del 2009 si erano avuti 148 superamenti, mentre nello stesso periodo del 2008 si erano registrati 260 superamenti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stop veicoli più inquinanti

Posted by fidest press agency su domenica, 21 marzo 2010

Dalle 7.30 alle 20.30 di oggi, domenica 21 marzo, non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”;  motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”;  autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”. Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati forniti questa mattina da Arpa Lazio che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo) nelle stazioni Cinecittà, Cipro, Fermi, Preneste. Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera. Dal 1 gennaio al 19 marzo 2010, complessivamente, le centraline hanno fatto registrare 109 superamenti di pm10. Nello stesso periodo del 2009 si erano avuti 148 superamenti, mentre nello stesso periodo del 2008 si erano registrati 257 superamenti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »