Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘insegnante’

Scuola: Un supplente costa allo Stato di più di un insegnante di ruolo

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2021

“Il problema è che ontologicamente il loro ruolo non è riconosciuto. Il punto allora è capire per quale motivo la loro figura è considerata di minore rilevanza. Perché si assumono alcuni lavoratori e altri no? Perché un precario contrattualizzato per tutta la vita a tempo determinato non deve vedere la famiglia, pur in presenza dei posti vacanti e disponibili? Perché deve esistere un vincolo di cinque anni prima di chiedere trasferimento? In attesa di risposte dall’amministrazione – ha concluso il leader dell’Anief – abbiamo chiesto a tutte le forze politiche impegnate nella conversione del decreto Milleproroghe di approvare i nostri emendamenti”. Il sindacato Anief ha denunciato per la prima volta l’abuso dei contratti a termine dei precari italiani il 16 gennaio 2010. Qualche anno dopo, il 26 novembre del 2014, ha ottenuto una prima sentenza di condanna della legislazione italiana, con la sentenza Mascolo, direttamente dalla Corte di giustizia europea, dimostratasi fedele interprete della norma comunitaria. Oggi, la posizione dei giudici transnazionali, che definiscono il comportamento dei governanti italiani “un’ingerenza sproporzionata nei loro diritti di guadagnarsi da vivere in un’occupazione liberamente intrapresa”, giunge nell’anno dei record di posti vacanti e disponibili, con 210 mila contratti di supplenza annuali sottoscritti e diversi ancora da assegnare. Un numero impressionante di supplenze: è come se tutti gli abitanti di Venezia o di Verona fossero dei lavoratori precari.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Domani la Giornata Mondiale dell’Insegnante

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2020

Il tema è “insegnare in libertà, diamogli maggior potere”. Domani si celebra la 26esima Giornata Mondiale dell’Insegnante, l’evento che dal 1996, con la firma della Raccomandazione del 1966 sullo status di insegnante, definì diritti e doveri di chi insegna e la necessità di una formazione permanente della categoria con la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell’UNESCO sullo status di insegnante, la principale struttura di riferimento per i diritti e le responsabilità dei docenti su scala mondiale: quest’anno, si legge nella pagina ufficiale dell’Unesco, il tema è “insegnare in libertà, dare maggior potere agli insegnanti”. Anief reputa l’argomento particolarmente adatto al particolare periodo che stiamo attraversando, contrassegnato da un’emergenza epidemiologica che sta mettendo a dura prova l’operato di tante professioni, tra cui quella dei docenti. Troppo spesso si dimentica che con l’adozione dell’Obiettivo 4 di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, “Istruzione di qualità”, gli insegnanti vengono riconosciuti come soggetti chiave per l’attuazione dell’Agenda 2030 sull’educazione: il loro operato rimane fondamentale per fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti, con l’obiettivo di incrementare il livello di alfabetizzazione globale e ridurre l’abbandono scolastico precoce, contribuendo a migliorare la vita delle persone e a raggiungere lo sviluppo sostenibile. “Mentre tutto il mondo lavora per realizzare la visione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile – ha detto il Direttore Generale dell’UNESCO Irina Bokova in occasione dell’evento – ci rivolgiamo ai nostri partner nei governi, nel settore privato e nel mondo dell’istruzione affinché si impegnino a costruire una forza lavoro altamente qualificata, valorizzata e rafforzata. Ciò costituisce un percorso cruciale per la realizzazione dell’Obiettivo 4, che prevede un mondo in cui ogni ragazza, ragazzo, donna e uomo abbia accesso a un’istruzione di qualità e alle opportunità di apprendimento lungo tutto l’arco della vita. Ciò significa garantire condizioni di lavoro dignitose e stipendi equi per tutti gli insegnanti, anche a livello universitario. Significa fornire agli insegnanti formazione e sviluppo. Significa aumentare il numero di insegnanti di qualità, soprattutto in quei paesi con un elevato numero di insegnanti impreparati. Significa eliminare restrizioni inutili sulla ricerca e sull’insegnamento e difendere la libertà accademica a tutti i livelli di istruzione. Infine, significa migliorare lo status degli insegnanti in tutto il mondo in un modo che onori e rispecchi l’influenza che essi hanno sulla forza della società. In questa Giornata Mondiale degli Insegnanti – conclude Irina Bokova – unitevi a noi nel a permettere agli insegnanti di insegnare in libertà affinché ogni bambino e ogni adulto siano a loro volta liberi di imparare a beneficio di un mondo migliore”.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Insegnante sospesa a Palermo, nessun ritiro della sospensione: si andrà in tribunale

Posted by fidest press agency su domenica, 26 maggio 2019

Marcello Pacifico (Anief): È servito solo a dare visibilità ai ministri Matteo Salvini e Marco Bussetti l’incontro di giovedì scorso con la professoressa Rosa Maria Dell’Aria, sospesa dal provveditore di Palermo per omessa vigilanza su un video degli studenti che accostava le leggi razziali al decreto Sicurezza: non ci sarà nessun ritiro della sospensione per 15 giorni dal servizio, come annunciato al termine di quell’incontro. “Non si è fatto sentire nessuno dal Ministero – ha detto il legale della docente – e in assenza di elementi di novità, nei prossimi giorni saremo costretti a depositare il ricorso al tribunale di Palermo”. Secondo Anief, dopo questo melodramma inconcludente, sarebbe opportuno che entrambi i ministri riferiscano in Parlamento come sono andati i fatti. È incredibile che una docente venga sospesa per due settimane senza che a Roma nessuno ne sapesse nulla. E poi, sull’onda dell’indignazione della scuola e dell’opinione pubblica, caso strano a pochi giorni dal voto per il rinnovo del Parlamento europeo, si annunci l’intenzione di rimediare all’errore da chi sosteneva di non averne i poteri. Ma poi non si fa nulla per dare seguito a tale impegno. Episodi come questo non devono più accadere: è compito della politica accertare tutte le dinamiche di un’iniziativa del tutto inopportuna, che è andata a minare l’azione formativa di chi opera per elevare lo spirito critico degli allievi e insegnare loro a riflettere.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’insegnante di domani: il nuovo percorso di formazione iniziale

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 novembre 2017

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cMilano Venerdì 24 novembre Università Statale di Milano Sala di Rappresentanza, ore 9.45 L’incontro è l’occasione per riflettere sulle nuove norme di accesso alla carriera di insegnanti in Italia, alla luce del decreto ministeriale del 10 agosto sulle modalità di acquisizione dei 24 CFU nei settori disciplinari antropo-psico-pedagogico e nelle metodologie e tecnologie didattiche, per poter accedere al concorso d’ingresso al percorso Formazione Iniziale e Tirocinio (FIT).
FIT è il nuovo percorso triennale utile all’inserimento nella funzione docente nella scuola, superato il quale si viene assunti a tempo indeterminato. Partecipano all’incontro Manuela Ghizzoni della VII Commissione Cultura Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati, e Marco Campione e Loredana Leoni, rispettivamente della segreteria tecnica e del dipartimento Istruzione del MIUR. Modera Giuseppe De Luca, prorettore alla didattica dell’Università Statale di Milano.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale dell’Insegnante: in Italia docenti per lo più precari, malpagati e vecchi

Posted by fidest press agency su sabato, 7 ottobre 2017

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cIl Governo ha immesso in ruolo più di centomila docenti nell’ultimo biennio ma ancora uno su otto è chiamato come precario per far funzionare le ordinarie attività didattiche. Sono più di trecentomila gli aspiranti a un posto fisso tra graduatorie ad esaurimento e d’istituto in attesa dei nuovi concorsi. Circa il 60% di quelli di ruolo è over 50 e difficilmente i neo immessi sono under 45, mentre l’età pensionabile sta salendo a 67 anni. Il nuovo sistema di formazione e reclutamento introdotto con la Legge 107/2015 allunga di altri due anni l’entrata nella scuola. Gli stipendi, infine, sono da dieci anni slegati al costo della vita nonostante l’inflazione sia salita di 18 punti. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Quando uno studente sceglie come professione quella dell’insegnante, lo fa consapevolmente, con l’animo e la mente di chi vuole seguire le proprie attitudini e soprattutto trasmettere il proprio sapere ad alunni ancora da formare. E ci mette la sua passione, il suo talento: così la professione diviene missione. Ma tra precariato, stipendi bassi e pensione sempre più lontana, il ruolo dell’insegnante, ovvero colui che lascia un ‘segno’ ai suoi alunni, giorno dopo giorno si sta tristemente svilendo.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Per diventare insegnante laurea obbligatoria e concorso pubblico

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 gennaio 2017

ministero-pubblica-istruzioneLo prevede una delle otto leggi delega della “Buona Scuola”, approvati ieri dal CdM: quella sulla Formazione iniziale e accesso all’insegnamento nella scuola secondaria di I e II grado. Il decreto riguarda le future e i futuri insegnanti e prevede una fase intermedia per chi oggi è già iscritto nelle graduatorie di istituto, ha precisato il Miur, facendo intendere che si sta lavorando per allestire una corsia preferenziale per le tante decine di migliaia di precari già in possesso dell’abilitazione all’insegnamento. Per il sindacato, la tutela dei precari inseriti nelle graduatorie d’istituto (anche solo laureati) è un’apertura importante, chiesta da tempo. Ma l’inserimento in coda nelle GaE, dovrà avvenire sia per coloro che sono oggi inseriti nella seconda fascia d’Istituto, sia per chi è in procinto di entrarvi in occasione della “finestra” di aggiornamento prevista in primavera. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): per evitare le solite code giudiziarie derivanti da norme imperfette è bene che nella imminente fase di verifica delle deleghe alla Legge 107/2015, si accolga la nostra proposta di accogliere nelle GaE tutti coloro che hanno ottenuto l’abilitazione. È fondamentale riaprire le GaE e l’inserimento in fascia aggiuntiva di tutti gli abilitati, senza l’attesa costante delle decisioni dei giudici, come nel caso dei diplomati magistrale che si sono rivolti ai legali dell’Anief. Il doppio canale di reclutamento deve essere mantenuto in vita per alcuni anni; allo stesso modo, devono essere collocati in organico di diritto tutti i posti oggi nascosti in organico di fatto. Ad iniziare dall’organico di sostegno, che va attribuito integralmente al personale di ruolo, con cattedre al 31 agosto, cancellando la vergogna dei posti in deroga a supplenti per più di un anno: anche perché un posto in deroga assegnato oltre i 12 mesi non è più tale e per questo deve essere inserito in organico di diritto.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: scuole senza insegnante sostegno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 gennaio 2011

A Roma, numerosi bambini diversamente abili sono stati lasciati senza insegnanti di sostegno. Una mamma disperata ha denunciato la situazione ad un quotidiano, facendo emergere il doloso problema dalla mancanza di personale scolastico che assiste i piccoli portatori di handicap. Parte del personale Aec, che da anni ricopre questo fondamentale ruolo, cambiando mansione ha lasciato privi circa 200 bambini degli assistenti. Commissioni e municipi si sono attivati con diversa velocità per sopperire alle carenze non giungendo tuttavia ad una soluzione completa. “Questo deve essere un impegno che riguarda non solo il comune di Roma e l’amministrazione Alemanno, bensì tutti i municipi e le loro mini-giunte. Le figure degli insegnanti di sostegno rivestono grande importanza nell’istruzione, garantiscono attraverso la loro presenza il carattere pubblico dell’insegnamento, eliminando le disuguaglianze sociali e gli ostacoli che impediscono alle persone diversamente abili di potersi garantire un livello di  formazione, tutelata dalle istituzione del paese e dalla Costituzione.”

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra: a chi i tagli?

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2010

“E’ giusto tagliare gli stipendi di Deputati e Senatori, per allinearsi ad una politica di rigore che colpisca proporzionalmente tutta l’Italia. Ma è davvero così?”. L’On. Scilipoti (IDV) indirizza lo sguardo verso l’utilizzo improprio delle auto blu e va oltre, verso una elite di intoccabili. “All’operaio da 900 euro al mese, all’insegnante da 1.200 euro al mese, al pensionato da 500 euro al mese, giù botte fiscali e tagli. Continua il deputato di Italia dei Valori: “Al manager pubblico da 518 mila euro, al dirigente TV da 1 milione di euro, al governatore regionale da 300 mila euro, al direttore di ASL da 200 mila euro, al migliaio di alti funzionari da 300 mila a 600 mila euro, alla star del video o del calcio da svariati milioni di euro, ai rappresentanti del Governo e ai loro stipendi d’oro, carezze. Tagliamo ai poveri – conclude l’On. Scilipoti (IDV) – per dare ai super ricchi con la manovra della vergogna. Da una parte, al Governo, il Popolo delle Libertà; dall’altro, la gente comune libera dall’assillo di spendere,  i Poveri delle libertà”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Professione insegnante

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2010

Roma 22 Marzo 2010,  dalle 10.00 alle 13.00, presso la Sala Odeion, Edificio di Lettere e Filosofia – Museo di Arte Classica si terrà il Tavolo Tecnico “Professione insegnante. le prospettive e le problematiche per gli aspiranti docenti”, organizzato dalle  Facoltà di Scienze Umanistiche, Lettere e Filosofia, Filosofia e Studi Orientali della “Sapienza” Università di Roma, in collaborazione con SOUL (Sistema Orientamento Università Lavoro).  L’obiettivo del Tavolo Tecnico è quello di affrontare il problema della formazione degli insegnanti partendo dalla constatazione delle difficoltà della scuola italiana, valorizzare le prospettive e riflettere sulle necessità di miglioramento. Dopo il saluto introduttivo del Prof. Roberto Nicolai (Preside della Facoltà di Scienze Umanistiche), del Prof. Franco Piperno (Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia), della Prof.ssa Marta Fattori (Preside della Facoltà di Filosofia) e del Prof. Federico Masini (Preside della Facoltà di Studi Orientali), il Convegno prevede due importanti momenti di approfondimento e confronto moderati dal Prof. Pietro Lucisano (Preside del Corso di laurea Sc. Educazione e formazione e Responsabile Scientifico del Progetto SOUL). Nella prima parte della mattinata il Prof. Giunio Luzzatto (Presidente del Centro d’Ateneo per la Ricerca Educativa e Didattica, Università di Genova) delineerà i principali cambiamenti avvenuti nella scuola italiana durante gli ultimi dieci anni e, successivamente il Prof.Luciano Galliani (Docente ordinario di Pedagogia sperimentale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Padova, membro del Gruppo di Lavoro Ministeriale per la Formazione del corpo docente) illustrerà il percorso di abilitazione all’insegnamento: dal concorso nazionale alla chiusura della SSIS. A seguire, le testimonianze della Dott.ssa Rosa Paventi (Docente di Matematica ed Informatica, pluriabilitata SSIS, Università di Roma Tre) e della Dott.ssa Valentina Patacchiola (Supplente di Italiano, non abilitata). A tutti i partecipanti verrà rilasciato un dossier informativo sul Tema Scuola Sul sito http://www.jobsoul.it è possibile scaricare il programma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »