Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘intellettuale’

Il fattore umano e la prevenzione come elementi chiave nella tutela della Proprietà Intellettuale

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 giugno 2021

Prevenire il furto di dati aziendali non è una missione impossibile ma è necessario che ci sia una cultura aziendale virtuosa associata a momenti di training e migliori tecnologie. Questo il tema del webinar “La difesa della Proprietà Intellettuale e delle informazioni riservate” organizzato da Ruling Companies in collaborazione con Kroll, dove sono intervenuti Marco De Bernardin, Associate Managing Director & Country Manager Italy Kroll Business Intelligence and Investigations, Cesare Galli, Partner IP Law Galli s.r.l., Germana Mentil, General Counsel di Ferragamo, Caterina Strippoli, Head of Intellectual Property Innovability Enel e Umberto Simonelli, Chief Legal & Corporate Affairs Officer – Company Secretary Brembo S.p.a. Le proprietà intellettuali e le informazioni riservate di un’azienda sono sottoposte a continue minacce interne che sono diventate più comuni di quelle esterne. Il decentramento della produzione e l’aumento delle attività in smart working, spesso con connessioni internet non sicure, hanno fatto emergere come la sicurezza dei dati sia un passaggio decisivo per l’azienda. Il costo dell’implementazione delle misure di sicurezza per ovviare a questa grave problematica è in aumento del 31% negli ultimi due anni, per arrivare ad una spesa complessiva di $ 11,45 milioni

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il valore economico della proprietà intellettuale

Posted by fidest press agency su sabato, 26 settembre 2020

Martedì 29 settembre dalle 10 alle 13, Innexta – Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza in collaborazione con l’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale, l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi e la Camera di Commercio di Pordenone-Udine, organizza un webinar su “Il valore economico della proprietà intellettuale”. Dopo i saluti del presidente della Camera di commercio e di Innexta Giovanni Da Pozzo, interverranno all’evento Chiara Carzaniga, che illustrerà le finalità del progetto “Marchi e Disegni comunitari” nell’ambito del quale è stata organizzata l’iniziativa, l’avvocato Michela Maggi, coordinatore scientifico del Progetto, Francesco Morgia dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, che illustrerà le azioni messe in campo dal Ministero dello Sviluppo Economico per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale, e i professionisti, Andrea Vestita e Giuliano Necchi.Per iscriversi https://www.marchiedisegni.eu/webinar-29-settembre-2020/. La partecipazione all’evento online è libera e gratuita previa iscrizione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’intellettuale antifascista: Ritratto di Leone Ginzburg

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 febbraio 2020

Milano Mercoledì 5 febbraio ore 18:00 Casa della Memoria via Federico Confalonieri 14, Milano Angelo d’Orsi presenta L’intellettuale antifascista. Ritratto di Leone Ginzburg con Sandro Gerbi e Irene Piazzoni. Una vita intensa quanto breve, quella di Leone Ginzburg, consumata fra il 1909 e il 1944, fra Odessa, dove nacque, in un’agiata famiglia israelitica, e Roma, a Regina Coeli, dove trovò la morte nel Braccio del carcere controllato dai nazisti, ai quali era stato consegnato dai fascisti italiani.
Da Viareggio e Forte dei Marmi, dove trascorreva le vacanze, a Torino, dove compí quasi tutti gli studi, dalle amicizie giovanili, in particolare quella con il compagno di banco Norberto Bobbio al Liceo D’Azeglio, fino al lavoro
editoriale presso la casa editrice Einaudi, di cui fu fondatore con Giulio e con Cesare Pavese, l’intera esperienza biografica di Leone Ginzburg s’inscrive nel modello gobettiano di intransigenza politica e apertura culturale. La prima è tuttavia predominante, e culmina nel rifiuto del giuramento di fedeltà al regime imposto dal governo fascista ai liberi docenti, e prosegue con la militanza in «Giustizia e Libertà », la carcerazione, il lavoro clandestino nel Partito d’Azione, il confino e, dopo il 25 luglio, l’impegno nella Resistenza romana. Ginzburg fu uno straordinario suscitatore di cultura, sia nel lavoro per la casa Einaudi, che portò avanti anche durante il carcere e il confino, sia in altre imprese giornalistiche ed editoriali. La biografia firmata da Angelo d’Orsi ci restituisce, in modo integrale, toccandone ogni aspetto, questa splendida figura d’intellettuale, che alla carriera accademica – alla quale era naturalmente portato, sulla base di una intelligenza superiore e di un eccezionale bagaglio culturale – preferí l’azione diretta per la libertà di tutti, fino a pagarne le conseguenze con la sua stessa vita. In un’epoca in cui gli intellettuali si piegarono, nella quasi totalità, al potere mussoliniano, Ginzburg rappresentò la splendida eccezione; fu, davvero, «l’intellettuale antifascista».
Angelo d’Orsi, già Ordinario di Storia del pensiero politico all’Università di Torino, si occupa di storia delle idee e degli intellettuali, di nazionalismo e fascismo, di guerra, e di temi di teoria politica e di metodo storico. È membro dell’Edizione Nazionale degli scritti di Antonio Labriola e di quella di Antonio Gramsci, autore al quale ha dedicato numerosissimi studi. Ha ideato e dirige le riviste «Historia Magistra» e «Gramsciana». I suoi più recenti titoli sono 1917. L’anno della rivoluzione (Laterza, 2016); Gramsci. Una nuova biografia (Feltrinelli, 2017; ed. riv. e accr., 2018).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Angelo D’Orsi: L’intellettuale antifascista

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 dicembre 2019

Una vita intensa quanto breve, quella di Leone Ginzburg, consumata fra il 1909 e il 1944, fra Odessa, dove nacque, in un’agiata famiglia israelitica, e Roma, a Regina Coeli, dove trovò la morte nel Braccio del carcere controllato dai nazisti, ai quali era stato consegnato dai fascisti italiani. Da Viareggio e Forte dei Marmi, dove trascorreva le vacanze, a Torino, dove compí quasi tutti gli studi, dalle amicizie giovanili, in particolare quella con il compagno di banco Norberto Bobbio al Liceo D’Azeglio, fino al lavoro
editoriale presso la casa editrice Einaudi, di cui fu fondatore con Giulio e con Cesare Pavese, l’intera esperienza biografica di Leone Ginzburg s’inscrive nel modello gobettiano di intransigenza politica e apertura culturale. La prima è tuttavia predominante, e culmina nel rifiuto del giuramento di fedeltà al regime imposto dal governo fascista ai liberi docenti, e prosegue con la militanza in «Giustizia e Libertà », la carcerazione, il lavoro clandestino nel Partito d’Azione, il confino e, dopo il 25 luglio, l’impegno nella Resistenza romana. Ginzburg fu uno straordinario suscitatore di cultura, sia nel lavoro per la casa Einaudi, che portò avanti anche durante il carcere e il confino, sia in altre imprese giornalistiche ed editoriali. La biografia firmata da Angelo d’Orsi ci restituisce, in modo integrale, toccandone ogni aspetto, questa splendida figura d’intellettuale, che alla carriera accademica – alla quale era naturalmente portato, sulla base di una
intelligenza superiore e di un eccezionale bagaglio culturale – preferí l’azione diretta per la libertà di tutti, fino a pagarne le conseguenze con la sua stessa vita. In un’epoca in cui gli intellettuali si piegarono, nella quasi totalità, al potere mussoliniano, Ginzburg rappresentò la splendida eccezione; fu, davvero, «l’intellettuale antifascista». 432 pagine €19,00 Neri Pozza Editore.
Angelo d’Orsi, già Ordinario di Storia del pensiero politico all’Università di Torino, si occupa di storia delle idee e degli intellettuali, di nazionalismo e fascismo, di guerra, e di temi di teoria politica e di metodo storico. È membro dell’Edizione Nazionale degli scritti di Antonio Labriola e di quella di Antonio Gramsci, autore al quale ha dedicato numerosissimi studi. Ha ideato e dirige le riviste «Historia Magistra» e «Gramsciana». I suoi più recenti titoli sono 1917. L’anno della rivoluzione (Laterza, 2016); Gramsci. Una nuova biografia (Feltrinelli, 2017; ed. riv. e accr., 2018).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Angelo D’Orsi: L’intellettuale antifascista. Ritratto di Leone Ginzburg

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 settembre 2019

Una biografia intensa quanto breve, quella del russo italiano Leone Ginzburg, consumata fra il 1909 e il 1944, fra Odessa, dove nacque, e Roma, nel carcere di Regina Coeli precisamente, dove trovò la morte per mano dei nazifascisti, guadagnandosi così un posto di prima fila del martirologio dell’antifascismo italiano. Da Viareggio al mitico liceo D’Azeglio di Torino, dalle amicizie giovanili al lavoro editoriale presso la Casa Einaudi, di cui fu fondatore con Giulio e con Cesare Pavese, l’intera esperienza biografica di Leone Ginzburg – la sua opera migliore – s’inscrive nella cifra unificante del modello gobettiano di intransigenza politica e apertura culturale e culmina con il rifiuto del giuramento imposto dal governo fascista ai liberi docenti, con la militanza in GL, la carcerazione, il lavoro clandestino nel Partito d’Azione, il confino e dopo il 25 luglio, l’impegno nella Resistenza romana. Esempio altissimo di moralità della politica, la voce di questa splendida figura d’intellettuale, straordinario suscitatore di cultura, che alle cattedre preferì l’azione diretta per la libertà di tutti, fino a pagarne le conseguenze con la sua stessa vita, ci appare oggi come una difficile eredità, un’eredità che pochi saprebbero raccogliere, ma a cui dobbiamo guardare con reverenza. 432 pagine Neri Pozza editore
ANGELO D’ORSI, allievo di Norberto Bobbio, già Ordinario di Storia del pensiero politico all’Università di Torino. È membro dell’Edizione Nazionale degli scritti di Antonio Labriola e di quella di Antonio Gramsci, autore al quale ha dedicato numerosissimi studi. Svolge anche attività di commentatore giornalistico e di organizzatore culturale. Ha ideato e dirige le riviste Historia Magistra e Gramsciana. Ha al suo attivo alcune decine di volumi. Tra i più recenti: Alfabeto Brasileiro. 26 parole per riflettere sulla nostra e l’altrui civiltà, con un fotoreportage di Eloisa d’Orsi (Ediesse, 2013); Inchiesta su Gramsci. Quaderni scomparsi, abiure, conversioni: leggende o verità? (Accademia University Press, Torino 2014); Gramsciana. Saggi su Antonio Gramsci (Mucchi, 2014; ed. riv. e accr., 2015); 1917. L’anno della rivoluzione (Laterza, 2016); Gramsci. Una nuova biografia (Feltrinelli, 2017; ed. riv. e accr., 2018).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Obama l’intellettuale

Posted by fidest press agency su sabato, 26 marzo 2016

obama1Ad un anno e mezzo dalla fine del secondo mandato presidenziale alla Casa Bianca i politologi di tutto il mondo incominciano a fare un bilancio del ruolo esercitato da questo presidente “nero” eletto dai grandi elettori statunitensi non certo per il colore della sua pelle, come la vulgata popolare vorrebbe far credere, ma per un calcolo politico maturato da una delle grandi lobby americane che si richiamano al mondo finanziario. Egli inizialmente le assecondò salvo poi marciare con i propri piedi proprio perché non aveva nel suo Dna la dote del burattino ma nemmeno quella del burattinaio: il suo identikit era e resta quello di un uomo che ha fatto della cultura a tutto tondo il suo punto di forza e di distinzione. Un uomo, quindi, che genera il suo potere dall’interno e s’irradia all’esterno non per opprimere ma per comunicare, non per disporre acriticamente ma per trovare la via di un dialogo costruttivo e intelligente con i suoi elettori, con il popolo che amministra e di riflesso su tutta l’umanità.
Egli è di certo consapevole che gli Stati Uniti hanno irrisolti molti problemi tra i più spinosi e tra questi in primo luogo la questione sociale. Essa si dirama indubbiamente sull’incapacità delle classi dominanti di aprirsi con la parte più debole del popolo. Il capitalismo, infatti, ha ampiamente dimostrato di saper produrre ricchezza e benessere ma ha anche attestato d’essere incapace di saper equamente distribuire saggiamente tali risorse con il risultato di determinare grandi ricchezze per pochi privilegiati e povertà ed emarginazione sociale al resto della popolazione.
E il capitalismo che si è irradiato al mondo intero ha di certo esportato ovunque ricchezza ma non si è sottratto ai suoi limiti cercando d’offrire a tutti le stesse condizioni di floridezza.
Oggi questa stessa globalizzazione dei mercati finanziari e delle multinazionali ha anche globalizzato l’informazione e l’ha resa permeabile al disagio sociale e alle sue ricadute poco virtuose in quanto ha generato per lo più conflitti e soprusi.
Al cospetto di questo scenario il nostro auspicio è di trovare alla guida delle sorti del mondo uomini e donne dopo Obama altrettanto pronti a fare la differenza tra la barbarie dei taglia gole e le logiche capitalistiche ispirate al profitto fine a se stesso, per restituire alla società umana il suo primato per una giustizia sociale aperta e condivisa universalmente. E questo compito spetta in primo luogo al ruolo che sapremo affidare alla cultura e alla conoscenza. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your and my opinions, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Michele Zaza: Apparizione cosmica

Posted by fidest press agency su martedì, 14 dicembre 2010

Torino inaugurazione 17 dicembre ore 19.00 (18 dicembre 2010 – 15 gennaio 2011) Via San Francesco d’Assisi 14 (dal martedì al sabato ore 15.00 -19.00) Allegretti Contemporanea Palazzo Bertalazone Attraverso l’utilizzo di una fotografia intesa come mezzo per fissare le proprie riflessioni esistenziali, Zaza si concentra sul corpo – in particolare sul volto, suo e dei suoi famigliari – per elaborare una speculazione intellettuale e dunque attivare un percorso emozionale per immagini che arriva a trascendere la dimensione del soggetto rappresentato, comunicando così un messaggio universale.
In occasione della mostra sarà pubblicato da Christian Maretti Editore un volume antologico (a cura di Allegretti Contemporanea e Palazzo Bertalazone) con particolare riferimento alle opere in mostra, con testi inediti di Daniel Marzona, Rainer Michael Mason, Gianluca Ranzi.
Michele Zaza nasce a Molfetta il 7 novembre del 1948. Frequenta l’Istituto d’Arte di Bari e nel 1967 s’iscrive al Corso di Scultura di Marino Marini all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, dove consegue il diploma nel 1971. Negli anni 2000 Zaza espone al Museo Laboratorio d’Arte Contemporanea di Roma e al Musée d’Art Moderne et Contemporain di Ginevra. Le sue opere sono presenti in diverse collezioni pubbliche, tra cui: Fondation Emanuel Hoffmann, Öffentliche Kunstsammlung (Basilea); Hamburger Bahnhof-Museum für Gegenwart (Berlino); Walker Art Center (Minneapolis); Centre Georges Pompidou e Musée d’art moderne de la Ville de Paris (Parigi); Staatsgalerie (Stoccarda); Museum of contemporary art (Téhéran); Kunsthaus (Zurigo). (apparizione)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Morte Calabrese: «Roma si inginocchia»

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 settembre 2010

«La città di Roma si inginocchia di fronte alla morte di Pietro Calabrese per rendere omaggio a un grande romano, a uno storico direttore del Messaggero, a un grande intellettuale che ha saputo mettere il proprio ingegno al servizio della sua città e di tutta l’Italia. Sono passati più di dieci anni da quando Calabrese non dirige più un importante giornale romano come Il Messaggero, eppure il suo esempio e il suo ricordo sono ancora vivi all’interno della cittadinanza e il segno che ha lasciato a Roma farà parte sempre della storia della nostra città, delle sue più alte speranze civili, della più attenta cura per il bene comune e per i diritti di ogni persona». Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Se ne va il Presidente Picconatore”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 agosto 2010

Dopo nove giorni di ricovero presso l’ospedale Policlinico “Gemelli” di Roma, è morto il presidente emerito Francesco Cossiga. “Se ne va il Presidente Picconatore” dichiara in una nota Vincenzo Galizia Presidente nazionale del “Fronte Verde Ecologisti Indipendenti”. “Con la sua presidenza ebbe inizio la fine della prima Repubblica, anche grazie alle sue famose “picconate” e alla sua grande libertà intellettuale. Esprimo a nome mio e del movimento che rappresento, le più sentite condoglianze alla famiglia per questo grave lutto”.  http://www.fronteverde.net

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Atene del cristianesimo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 agosto 2010

Il Medioevo che va all’incirca tra il 500 ed il 1500 dopo Cristo è stato definito, da taluni studiosi, come l’Atene del Medioevo. Un’epoca considerata grande per le sue idee e concezioni di vita, per la creatività in ogni direzione, intellettuale, artistica, politica, per le invenzioni e le esperienze di vita cristiana. Ciascun evento oggi esistente sarebbe più povero e gramo se non si fosse avvalso del grande contributo offerto dal Medioevo. Se ci limitiamo a considerare il solo aspetto religioso possiamo asserire che l’afflato spirituale del cristiano ha tratto proprio dal Medioevo la sua linfa vitale. “Questo sentirsi tutti in Dio e in Dio recuperare la pienezza dell’umano, secondo le parole di Claudio Leonardi, questo sapere di potere unirsi a Dio, di poter diventare Dio, senza rinunciare all’umano ma sapendosi pienamente uomini; questo desiderare e cercare solo il regno di Dio ed avere tutto l’umano come un dono gratuito.” Tutto questo ha trovato la sua fonte nella cultura medievale. “Di questa concezione ed esperienza il Medioevo ha fatto una società. Una società di questo tipo non è pensabile recuperare il senso spirituale delle conquiste medievali. (fonte centri studi religiosi Fidest)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2010

Bologna  18 febbraio alle ore 11.30  (Via Farini, 15)   presso la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna  Sala ex Consiglio  si terrà  la  conferenza stampa  di presentazione del  Ciclo di conferenze Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa promosso dal Centro Studi sul Rinascimento   Interverrà  il Prof. Gian Mario Anselmi Il progetto del Centro Studi sul Rinascimento è  nato nel 2009, voluto dalla Fondazione Carisbo in Bologna e diretto dal Prof. Gian Mario Anselmi per tessere un intreccio tra Umanesimo bolognese e realtà rinascimentali italiane ed europee.  Il ciclo di conferenze “Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa” è nato per far conoscere alla città, attraverso l’apporto di studiosi nazionali e internazionali, il fervido clima intellettuale presente a Bologna sin dall’antichità, dal punto di vista letterario, artistico, giuridico e scientifico.  Il ciclo di conferenze, che si terranno nella Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22), si svolgeranno secondo il seguente calendario:  Mercoledì  24 febbraio 2010, ore 17.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Il libro e le sue form Maria Gioia Tavoni (Università di Bologna),  Paolo Tinti (Università di Bologna), Nel Cinquecento il libro si abbiglia Mercoledì  3 marzo 2010, ore 17.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa Sabine Frommel (École Pratique des Hautes Études, Parigi), Marzia Faietti (Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, Firenze), Un cantiere per l’Europa: grafica a Bologna tra il 1490 e il 1530 Venerdì  19 marzo 2010, ore 15.00-19.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Pubblicare cataloghi di edizioni antiche/Censimenti di edizioni antiche nel XXI secolo Giornata di studi in occasione della presentazione di Jurisprudence of the Baroque: A Census of Seventeenth Century Italian Legal Imprints, compiled by D. J. Osler, Frankfurt am Main, Klostermann, 2009 Mercoledì 24 marzo 2010, ore 17.30 Palazzo Saraceni, Via Farini 15 La letteratura tra Bologna e le corti padane Gian Mario Anselmi (Università di Bologna),  Paolo Trovato (Università  di Ferrara) Martedì  20 aprile 2010, ore 17.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Umanesimo e Nuovo Umanesimo Paolo Viti (Università  di Lecce), Loredana Chines (Università di Bologna) Mercoledì  5 maggio 2010, ore 17.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Leonardo e la nascita della scienza moderna  Carlo Vecce (Università di Napoli “L’Orientale”), Parola e immagine tra scienza e letteratura  Paolo Galluzzi (Istituto e Museo di Storia delle Scienze, Firenze), Il microcosmo al lume di candela (lorenzo costa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Psicologia e cattolicesimo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2010

Rudolf Allers – D’Ettoris – 2009 – pp. 160 – € 14,90. Allers è considerato uno dei più lucidi ed efficaci critici del sistema psicoanalitico freudiano – Louis Jugnet l’ha definito «l’anti-Freud» -; egli ne ha criticato sia il metodo che l’antropologia. All’idea di uomo scisso sia al suo interno che dal mondo, Allers contrappone quella di uomo come un “intero”, ossia una interrelazione di parti non separabili l’una dalle altre e strettamente interconnesse tra loro, tanto che non è possibile una modifica in una di queste parti senza che ci sia una influenza anche sulle altre. Inoltre l’uomo è intimamente legato al mondo che lo circonda. La presente opera, edita a Londra nel 1932, costituisce – insieme a “The Successful Error” del 1940 – “la pars destruens” del lavoro di Allers. In questo lavoro l’intellettuale cattolico prende in esame le basi teoriche di quelle che all’inizio del secolo scorso venivano chiamate le “nuove psicologie” – la psicoanalisi freudiana e la psicologia individuale di Adler – in contrapposizione alla psicologia sperimentale della fine del diciannovesimo secolo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Angelo Narducci e “Avvenire”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

Roma 27 gennaio 2010, ore 17:00,  Radio Vaticana (Sala Marconi) Piazza Pia, 3 Intervengono: Dott. Angelo Paoluzi, Giornalista, Dott. Angelo Scelzo, Sotto-Segretario del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, Dott. Massimo Franco, Editorialista  del “Corriere della Sera”, Dott. Marco Tarquinio, Direttore di “Avvenire” Modera: Prof. Don Giuseppe Costa, Direttore della Libreria Editrice Vaticana Sarà presente l’Autore. Il 10 maggio 1984 moriva  l’aquilano Angelo Narducci, giornalista, direttore di Avvenire dal 1969 al 1980, deputato al Parlamento europeo,  intellettuale cristianamente impegnato, uomo di cultura e poeta di un certo rilievo. Va perciò salutato con gratitudine il presente saggio, Angelo Narducci e “Avvenire”. Storia di un giornalista, poeta, politico con l’ansia di essere cristiano di Giuseppe Merola con prefazione di Angelo Paoluzi.  Il libro parte da una composizione di tempo e di luogo che riguarda la situazione della stampa cattolica in Italia e, al suo interno, i precedenti e la storia del quotidiano “Avvenire”, collocandovi il ruolo che Narducci ha svolto negli anni cruciali dell’avvio del giornale. Un ritratto che viene completato da tutta una serie di notazioni su una personalità che non si è limitata a svolgere una funzione di natura meramente professionale ma che, in essa, ha investito le qualità migliori dello spirito. Merola traccia il profilo di un uomo con la statura morale e culturale di un professionista che ha fatto onore al giornalismo italiano e alla comunità dei cattolici. A conclusione del libro un’Appendice densa e struggente che contiene interviste a Giorgio Basadonna, Cesare Cavalleri, Gigi De Fabiani, Luigi Narducci, Angelo Paoluzi, Luciano Fabiani e alla moglie Giovanna Annibale, insieme a foto e documenti tratti dall’Archivio della famiglia. Da questo percorso di ricerca affiora il ritratto di un Narducci in cui il giornalista, l’uomo, il cristiano sono legati al rispetto della verità, ai valori della famiglia, degli affetti, dell’amicizia nonché alla presenza nel contesto della vita civile.  (Merola Giuseppe, Angelo Narducci e “Avvenire”. Storia di un giornalista, poeta, politico con l’ansia di essere cristiano, Roma, Aracne Editrice, 2009, pp. 242, €. 16,00)
Giuseppe Merola, sacerdote della Arcidiocesi di Capua (CE), laureato in Giornalismo ed Editoria, è dottore di ricerca in Storia del Giornalismo presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione Sociale della Università Pontificia Salesiana di Roma dove svolge anche attività didattica. Insegna Dinamica della comunicazione presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Capua. Ha condotto indagini e scritto saggi e articoli per le riviste: “Problemi dell’informazione”, “Desk”, “Studi Cattolici” e per il quotidiano “L’Osservatore Romano”, sulla stampa cattolica italiana, francese e statunitense.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro di civiltà nella Cina dei Ming

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2010

Ancona, 18 gennaio 11,30 Regione Marche, sala Raffaello, via Gentile da Fabriano, 9 conferenza stampa sulla mostra che si terrà in Cina a Pechino dal 6 febbraio (Capital Museum, 6 febbraio – 20 marzo 2010) a Shanghai, (Shanghai Museum, 2 aprile – 23 maggio 2010) e a Nanchino, (Nanjing Museum, 4 giugno – 25 luglio 2010) Si tratta di una mostra sulle orme del grande intellettuale marchigiano, Matteo Ricci, che creò il primo ponte culturale tra la Cina e l’Occidente. Interverranno: Gian Mario Spacca Presidente della Regione Marche On. Adriano Ciaffi Presidente del Comitato promotore delle celebrazioni del IV Centenario della morte di Padre Matteo Ricci Prof. Filippo Mignini Curatore della mostra S.E. Monsignor Claudio Giuliodori Vescovo di Macerata, Tolentino, Recanati, Cingoli, Treia Raimondo Orsetti Dirigente del Servizio Internazionalizzazione, Cultura, Turismo e Commercio della Regione Marche Promossa e realizzata grazie all’impegno eccezionale della Regione Marche, terra natale di Ricci, e organizzata da Mondomostre, la rassegna è curata da Filippo Mignini, direttore dell’Istituto Matteo Ricci per le relazioni con l’Oriente e già responsabile di tre esposizioni su Ricci: Macerata 2003, Roma (Vittoriano) 2005 e Berlino 2005 ed è allestita in tre tappe, a Pechino, Shanghai, e Nanchino. L’esposizione documenta il primo significativo incontro tra la civiltà europea e la civiltà cinese attraverso la figura e l’opera del gesuita maceratese, nel quarto centenario della sua morte e allo stesso tempo rappresenta una metafora del percorso compiuto da Ricci nell’impero dei Ming.  La rassegna presenta una selezione di 200 opere, provenienti dalle maggiori Istituzioni museali italiane e cinesi, tra cui capolavori del Rinascimento italiano (Raffaello, Tiziano, Lotto, Barocci) che saranno per la prima volta esposti in Cina accanto a preziosi documenti dell’arte e della cultura dell’impero dei Ming. (ricci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »