Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘intercity’

Ferrovie: eliminare la prima classe negli Intercity

Posted by fidest press agency su sabato, 3 aprile 2010

“Ci vuole un gran coraggio a far circolare carrozze di prima classe vecchie di quarant’anni, i cui scompartimenti sono privi di tavolini e prese elettriche. Sarebbe meglio a questo punto eliminare la prima classe dagli Intercity”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC). “Evidentemente -conclude Dona- a Trenitalia non esistono mezze misure: o i Frecciarossa o le diligenze. Prima o poi il Governo dovrà affrontare seriamente il nodo delle Ferrovie, perché è giunto il tempo di voltare pagina”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sugli Intercity il governo non prende alcun impegno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 ottobre 2009

“La risposta del governo, in vista del nuovo orario che entrerà in vigore il 13 dicembre, è tutt’altro che rassicurante e potrebbe nascondere l’intenzione di Trenitalia di spostare alcuni Intercity sulla linea lenta o, addirittura, di farli partire e arrivare alla stazione di Roma Tiburtina”. E’ quanto afferma il deputato del Partito democratico, Franco Ceccuzzi commentando la risposta – fornita oggi, martedì 27 ottobre in Aula dal sottosegretario ai trasporti, Mario Mantovani – all’interrogazione presentata lo scorso maggio per chiedere il rispetto del contratto fra Trenitalia e governo sul servizio Intercity. “La risposta, fumosa ed inutilmente burocratica – continua Ceccuzzi – non è condivisibile. Le infrastrutture ferroviarie sono finanziate con i soldi dei contribuenti e appartengono allo Stato. Per questo motivo, il governo non può e non deve nascondersi dietro un presunto contenuto tecnico delle decisioni da assumere per cercare di sottrarsi agli indirizzi approvati dal Parlamento. Il servizio Intercity, in questo caso sulla linea Firenze-Roma ma anche per tutto il Paese, rappresenta una cerniera preziosa e irrinunciabile tra il trasporto regionale, a contributo pubblico, e l’alta velocità, in esercizio commerciale”. “Il servizio Intercity – afferma ancora il deputato democratico – ha bisogno di essere ammodernato, reso più efficiente ed agibile, perché viene utilizzato dai pendolari e copre la continuità territoriale del trasporto ferroviario per tante province attraversate dall’alta velocità, ma che non  possono usufruire delle fermate dei treni Eurostar.  Questi sono i motivi per i quali questi treni devono percorrere la linea veloce e continuare a raggiungere la Stazione Termini. Un loro ridimensionamento li sovrapporrebbe al trasporto regionale fino alla soppressione, anche per l’ulteriore congestionamento che provocherebbero sulle linee regionali, già sature. Chiediamo, quindi, al governo – conclude Ceccuzzi – di mantenere gli impegni assunti con la risoluzione della Commissione Trasporti  tutelando, in primo luogo, il diritto alla mobilità dei milioni di pendolari italiani che ogni giorno utilizzano il treno per spostarsi. Il Partito democratico continuerà a fare la sua parte, incalzando il governo con ogni iniziativa utile

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Soppressione dell’Intercity Roma – Firenze

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 giugno 2009

“Una decisione inaccettabile che dimostra la mancanza di coerenza e di serietà da parte del governo e di Trenitalia”. E’ questo il primo commento del deputato del Partito democratico, Franco Ceccuzzi alla notizia della soppressione dell’Intercity Tevere che collega Roma e Firenze la mattina e che prevede fermate intermedie tra Orvieto, Chiusi e Arezzo. “Il treno Intercity Tevere – aggiunge Ceccuzzi – verrà soppresso con l’entrare in vigore dell’orario estivo, a partire dai prossimi giorni e sembra in forte dubbio anche la sopravvivenza dell’Intercity Arno, che collega Firenze alla capitale. Si tratta di un atto molto grave che penalizzerà fortemente i pendolari che utilizzano ogni giorno il treno da e verso Firenze o Roma e che, soprattutto, è una mancanza di rispetto delle decisioni assunte nella Commissione Trasporti della Camera dei Deputati””. “La soppressione dell’Intercity Tevere a partire dal prossimo 14 giugno – continua il deputato Pd – sembra essere la brutale conferma che conta di più l’impiegato di Trenitalia che l’intero Parlamento o il governo, a meno che l’esecutivo non applichi nei confronti della Camera dei Deputati una premeditata azione ingannevole. La risoluzione approvata nel febbraio scorso con il consenso del governo, espresso dal viceministro Roberto Castelli, costituisce un impegno preciso per mantenere invariata l’offerta dei servizi ai viaggiatori nella tratta Firenze – Roma con particolare riferimento ai treni Intercity ed al loro immutato tempo di percorrenza, reso possibile solo con il transito sulla linea veloce”. “Il danno prodotto ai pendolari con la soppressione del treno ‘Tevere’ – conclude Ceccuzzi – colpisce di più le stazioni di Chiusi e di Arezzo e per questo la Regione Toscana è pronta ad intervenire con soluzioni alternative. Le responsabilità del governo sono evidenti perché i 480 milioni di euro destinati al trasporto ferroviario, con il Decreto anticrisi, sono troppo pochi ed hanno innescato una guerra tra poveri: tra il servizio universale regionale ed i contratti di servizio tra Stato e Trenitalia dai quali dipendono gli Intercity. Alla ripresa dei lavori parlamentari continueremo ad incalzare il governo con tutte le iniziative tese a mantenere inalterati i servizi e scongiurare ulteriori tagli, nonché chiedendo conto, in Commissione Trasporti della Camera, della violazione degli impegni assunti con la risoluzione”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »