Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘interessante’

Iran, il mercato più interessante in Medio Oriente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 marzo 2016

iranSono state avviate diverse iniziative per raggiungere l’obiettivo strategico di crescita per il 2025, prima fra tutte è quella di scoraggiare la dipendenza dal petrolio e concentrarsi sul potenziamento della produzione nei settori non-oil. Il governo iraniano sta progettando di aumentare progressivamente il suo investimento netto nella produzione fino a 25,5 miliardi di dollari entro l’inizio del 2018, 35 miliardi di dollari entro il 2020 e 62 miliardi di dollari entro il 2025. Il governo iraniano è interessato ad attirare investimenti stranieri attraverso le modalità BOO (build-own-operate), BOT (build-operate-transfer) e/o PPP (partenariato pubblico-privato), principalmente nei settori delle infrastrutture, nei segmenti a valle del settore oil & gas, nel settore minerario e nell’ambito dei progetti petrolchimici, e sta incoraggiando le joint venture con partner locali nei settori di cui sopra. “Anche ora che gli stati confinanti in Medio Oriente stanno vivendo condizioni economiche turbolente, l’Iran sta mobilitando i propri sforzi verso la proliferazione economica, e ciò sta aprendo enormi opportunità di crescita per le aziende sia locali che straniere”, afferma Y.S. Shashidhar, Managing Director per Medio Oriente, Africa settentrionale e Asia meridionale di Frost & Sullivan. “La crescita della produzione a valore aggiunto è stata identificata come la chiave per la trasformazione economica nella regione e di conseguenza il governo iraniano sta prendendo provvedimenti per facilitare l’afflusso di investimenti e tecnologia, mentre le aziende si sforzano di trasformare i propri processi e capacità per raggiungere l’obiettivo prefissato”, aggiunge Shashidhar. Il piano di sviluppo strategico per il 2025 identifica i settori chiave su cui dovrà concentrarsi il governo iraniano per lo sviluppo, visto il loro potenziale di apportare un contributo significativo al PIL. Questi settori chiave sono prodotti petrolchimici, settore minerario e dei minerali, oltre alla catena di valore collegata che include materie plastiche, metalli e minerali, food and beverage, prodotti farmaceutici, macchinari e apparecchiature industriali, elettrodomestici, tessili e abbigliamento, veicoli da strada, ferroviari e marittimi, produzione e trasmissione dell’energia. Il governo iraniano progetta di aumentare la capacità dei propri settori chiave entro i prossimi 10 anni attraverso una serie di misure che comprendono:
· Aumento della produttività attraverso l’adozione di tecnologie avanzate e di prima categoria
· Focus sulla produzione guidata dall’innovazione
· Diversificazione dell’economia dal settore oil & gas verso segmenti a valle a valore aggiunto
· Aumento del contributo della produzione tecnologica di livello medio e alto rispetto al totale della produzione
· Aumento del contributo delle esportazioni fino ad oltre il 30% della produzione domestica
· Creazione di impianti produttivi in joint venture nella regione per diminuire il costo delle esportazioni e rendere più facile l’accesso al mercato globale
Questa enfasi sulla crescita della produzione ha aperto nuove strade per le aziende e gli investitori di tutto il mondo, rendendo loro possibile partecipare alla dinamica fase economica dell’Iran come fornitori di supporto tecnologico, finanziario e per il miglioramento dei processi produttivi.
Lo studio è stato condotto dall’Innovation and Knowledge Center (IKC), che è lo snodo fondamentale delle informazioni di intelligence delle attività di consulenza strategica di Frost & Sullivan in Medio Oriente, Africa settentrionale e Asia meridionale. Consolida diversi tipi di analisi – tecniche, relative alle applicazioni, economiche, finanziarie e di mercato – sotto un unico cappello. Oltre alla creazione di studi comparativi per ciascun paese come l’indice di attrattività, il ramo della ricerca economica dell’IDK dispone di un portafoglio di prodotti che può aiutare gli operatori del mercato a comprendere l’impatto di diverse forze macro economiche e a sfruttarle al meglio nell’ambito degli affari. Alcuni di questi elementi chiave sono la profilazione dei paesi, gli studi comparativi di più paesi, le analisi PESTLE e l’analisi dell’impatto degli sviluppi politici ed economici a livello globale, lo storico degli investimenti e il monitoraggio della situazione economica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“C” come casa, “d” come domotica, “e” come efficiente

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2009

casa domoticaPieve di Campi (Parma) 12 settembre 2009 inaugurazione Casa domotica. Ridurre gli sprechi energetici, risparmiare tempo e denaro, gestire molte incombenze domestiche senza sforzo, sentirsi più sicuri: sono i dichiarati obiettivi della domotica, un insieme di conoscenze e tecnologie finalizzate ad innalzare la qualità della vita di ogni giorno. è ormai prossima l’inaugurazione di un interessante esemplare di Casa Domotica, una villetta monofamiliare nella quale l’automazione dei dispositivi elettronici e meccanici della casa, dagli elettrodomestici ai serramenti, dal climatizzatore all’irrigazione, dalla videosorveglianza al riscaldamento, fanno riferimento a impianti elettrici di ultima generazione. Per riscaldare gli ambienti non si usa il gas metano, ma membrane termoelettriche posizionate sotto i pavimenti, mentre il piano cottura della cucina è dotato di piastre elettriche. Gran parte del fabbisogno di elettricità è coperto da pannelli fotovoltaici. In base al contratto stipulato con il Gestore dei Servizi Elettrici (GSE), infatti, quest’ultimo pagherà 0,46 euro per ogni KWH prodotto. L’acqua calda sanitaria, invece, è prodotta dall’impianto solare termico. Un touch screen e un PC Media Center rendono possibile il controllo dell’intera abitazione da un unico punto, ma è possibile anche sorvegliare e “dirigere” la casa direttamente dai propri uffici, grazie al collegamento internet e al software di gestione Easydom.  Il progetto, nato dalla volontà di impiegare sistemi innovativi, come gli impianti domotici, per ottenere la massima efficienza energetica, con ricadute positivi non solo sul fronte economico, ma anche su quelli della qualità della vita e dell’ambiente, prevede la rilevazione e la comparazione di consumi energetici nei prossimi tre anni per dimostrare la lungimiranza delle soluzioni installate in Casa Domotica. La domotica consente di adattare la casa alle proprie esigenze, orari e ritmi di vita. È possibile, infatti, predisporre scenari (una sequenza programmata di eventi) per avere il clima e l’illuminazione ideale in ogni stanza e, magari, coccolarsi un po’ creando un’atmosfera particolare con profumi e colori ad hoc. Tante e ingegnose  applicazioni non si limitano all’edilizia privata, ma offrono molteplici potenzialità per le aziende, la pubblica amministrazione e perfino le imbarcazioni. Per maggiori ragguagli su questo articolo di Valeria Gasperi si popolis.it, cliccare su: http://www.popolis.it/SezioneEspansa.aspx?EPID=2!2!0!12!52542!  (casa domotica)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »