Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘internet’

Internet e social come nuovi strumenti di comunicazione per gli eletti

Posted by fidest press agency su martedì, 18 giugno 2019

Roma giovedì 20 giugno, alle ore 17 Palazzo San Macuto Sala del refettorio. L’iniziativa è promossa dal deputato del Movimento 5 Stelle Giuseppe d’Ippolito, già legale di Beppe Grillo e a lungo presidente nazionale dell’Associazione Consumatori Utenti. Interverranno Giuseppe Corasaniti, sostituto procuratore in Cassazione ed esperto di diritto della comunicazione, Antonio Provenzano, dirigente Agcom, Guido d’Ippolito dottorando di ricerca nell’Università di Roma Tre su problematiche giuridiche di Internet, e Primo Di Nicola, giornalista, senatore pentastellato e vicepresidente della commissione di Vigilanza Rai. Modererà il giornalista e deputato M5S Emilio Carelli. Secondo il deputato D’Ippolito, «si tratta di un’importante occasione di confronto, in un momento in cui la velocità e le trasformazioni della comunicazione stanno cambiando in modo radicale il rapporto tra politica e cittadini».
L’appuntamento pubblico servirà ad approfondire nello specifico le norme, il diritto e le prospettive attuali, guardando all’alternativa di Internet e social come nuovi strumenti di comunicazione per gli eletti dal popolo ad ogni livello.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GAN Welcomes Regulation of Internet Gambling in Indiana

Posted by fidest press agency su martedì, 14 maggio 2019

GAN plc (“GAN” or the “Company”), an award-winning developer and supplier of enterprise-level B2B Internet gaming software, services and online gaming content in the United States and Europe, welcomes the signing and legalization of sports betting in Indiana, including state-wide use of mobile and internet wagering. Indiana is the 10th State to legalize and regulate sports betting in the US, following Montana’s legalization of single-game wagering via state lottery last week.GAN anticipates serving one or more land-based casino operators in Indiana with real money Internet gambling technology and supporting services in 2019.
With a population of 6.73 million, the State of Indiana materially increases the number of Americans who will be permitted to bet on sports online. GAN is strongly positioned to serve Indiana’s casino operators in the State following a successful launch of Internet casino and sports betting in the State of New Jersey in September 2018 and an expected launch in Pennsylvania in the coming months.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Meps take a democratic step closer to a fair and sustainable internet

Posted by fidest press agency su sabato, 2 marzo 2019

The European Parliament’s JURI (Legal Affairs) committee took a democratic step closer to achieving a copyright that is fit for the digital age when it voted today in favour of the text agreed in Trilogue. Carlo Perrone, the President of the European Newspaper Publishers’ Association (ENPA) said:
“We welcome the JURI committee’s decision and now call on the plenary to vote in support of Europe’s vital cultural and media landscape as it did by a large majority last September.“The text, as agreed in Trilogue, would modernise copyright with a proportionate approachthat does not stifle digital innovation.” ENPA has published a joint statement (link here) with organisations from across the cultural and creative sector, representing authors, composers, writers, journalists, photographers and others working in all artistic fields, news agencies, book and music publishers, audiovisual and
independent music producers, which calls on the European Parliament to adopt the Directive on Copyright in the Digital Single Market quickly. The European Parliament plenary is provisionally scheduled for the end of March.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Internet Analytics and Cybersecurity Firm Selects Zayo

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 gennaio 2019

An internet analytics and cybersecurity firm has selected Zayo Group Holdings, Inc. (NYSE: ZAYO) for an E-LAN solution, which provides high-capacity networks for the customer’s security solution along with an internal network. The diverse solution leverages Zayo’s network across the U.S. and Western Europe. Zayo’s strong network backbone and exceptional responsiveness were key factors in earning this business.
Cybersecurity is a high-growth industry, with global spending on solutions expected to exceed $1 trillion by 2021. High-profile cyber attacks have accelerated the demand for sophisticated detection and mitigation.“We were able to design, optimize and finalize the solution in less than 30 days,” said Tyler Coates, senior vice president of Enterprise at Zayo. “There are not many providers that can be this agile. We’re moving forward to implement this solution for the customer as quickly as possible.” For more information about Zayo, please visit zayo.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

EdgeCore Internet Real Estate Acquires Campus Land in Silicon Valley

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 gennaio 2019

EdgeCore Internet Real Estate, a preeminent developer and operator of state-of-the-art, cloud-connected, wholesale data center campuses has acquired land in Santa Clara, California, to build its fifth US data center campus. The campus is planned to support 80 MW of critical data center capacity and is located in the second largest US data center market near key points of interconnection and cloud-computing hubs. EdgeCore’s Santa Clara campus will be supported by electrical service from Silicon Valley Power. EdgeCore has commenced pre-construction activities on the campus and expects to complete the first phase of capacity during 2020.With this acquisition, EdgeCore has established the asset base supporting the initial phase of its data center platform with land in five key North American markets. In addition to Santa Clara, EdgeCore has acquired land supporting scalable data center campuses in four additional US markets including Dallas, Phoenix, Northern Virginia, and Reno. In total, EdgeCore controls land positions capable of supporting over 4.4 million square feet and 800 MW of data center capacity to support the growing needs of Global 2000 companies, including hyperscale and Internet companies.“This is an important milestone in rolling out our wholesale data center platform across the US,” said Matt Muell, SVP Development at EdgeCore. “Santa Clara is the fifth location that we have acquired and commenced development on in less than ten months as we systematically execute upon our goal to be the preeminent developer and operator of wholesale data centers in the United States.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Blockcloud Global Meetup – Australia Stop: Delivering the Value of Future Internet

Posted by fidest press agency su sabato, 1 settembre 2018

On August 25, Blockcloud was invited to the Blockchain Ecology Summit of the Australia-China Trade Expo, the most influential international trade expo between Australia and China. This meetup attracted numerous investors, who expressed great interests and wishes to seek further cooperation with Blockcloud. On August 26 and 27, Blockcloud held 2 meetups in Melbourne and Sydney, which were well received by blockchain fans, Australia’s local influencers, experts and scholars.During the meetup, Zhongxing Ming, CEO of Blockcloud, made a deep analysis of Blockcloud in terms of its technology, business mode and achieving methods, which was highly praised by the attendants. Walter Villagonzalo, Mayor of Wyndham, Australia, talked with Zhongxing Ming afterwards and expressed the intent to cooperate with Blockcloud in the near future.As the advanced TCP/IP based on Blockchain technology, Blockcloud has a core team composed of world-class scientists and consultants, including Fred Baker, the famous Internet pioneer and former president of IETF, and Internet specialist Shai Mohaban. Blockcloud has strong communities foundation worldwide with a language coverage of Chinese, English, Korean, Vietnamese, Thai and Arabic. It has gained the support of 200,000 blockchain fans in more than 20 countries/regions, and the figure is still rising.It is believed that this meetup in Australia is bound to strengthen the community consensus of Blockcloud and promote its image as an international project. With its global meetup steps continuing, Blockcloud will pass the value of Future Internet to more blockchain fans.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le fontane di internet

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 agosto 2018

Di Davide Casaleggio, originariamente pubblicato su Wired. Nella storia tutti quelli che oggi consideriamo diritti sono stati inizialmente sempre appannaggio di privati. Le monete dei principi, i bagni pubblici di Vespasiano, l’acqua dei fiumi di proprietà del latifondista a monte, il pedaggio per le strade al potente del luogo. Quando il diritto veniva riconosciuto come essenziale e “di tutti”, lo Stato se ne prendeva carico. Come l’acqua nell’antica Roma che aveva fontane in ogni quartiere con 39 fontane monumentali e 591 bacini pubblici. Ogni principale fontana era collegata a due acquedotti diversi in caso di mancato funzionamento. Erano considerate essenziali per la vita della popolazione. E’ quindi normale che l’accesso alla Rete oggi sia gestito da privati. La consapevolezza che questo sia in realtà un diritto fondamentale dell’uomo, come è successo per gli altri diritti legati a innovazioni introdotte in passato, deve portare verso una pubblicizzazione del diritto. L’ONU ha fatto un primo passo in questa direzione sancendolo come diritto umano nel 2016 e alcuni Stati in giro per il mondo lo hanno confermato nella loro giurisdizione come l’Estonia e il Kerala (uno degli Stati dell’India).La forza dello Stato consiste nel mettere alcuni oggetti e servizi fuori dalla normale dinamica del mercato proprio perchè non devono essere concesse in funzione della disponibilità economica delle persone. Per il solo fatto che una persona esiste deve poter bere, respirare, informarsi, spostarsi e collegarsi alla Rete. Il diritto di collegarsi alla Rete deve quindi essere presente dalla nascita. Alcuni Stati nel mondo hanno attuato questo principio con costi del tutto contenuti e con enormi impatti positivi sociali e economici per il Paese. Come ad esempio il risparmio di costi nell’erogazione dei servizi pubblici online, e nelle nuove potenzialità per le aziende di mettersi in contatto direttamente con i propri clienti online. Il Kerala è riuscito a collegare i suoi oltre 30 milioni di abitanti con un investimento di 14 milioni di euro equivalenti con il progetto K-Fon.L’accesso in casa può rimanere un valore aggiunto commercializzabile. Ma negli spazi pubblici i cittadini devono potersi collegare in modo libero e gratuito. Come in Estonia dove il wifi aperto è presente lontano dalle case private; in parchi, biblioteche e edifici pubblici. O come a Londra e Berlino dove ci si può collegare gratuitamente nelle metropolitane. Se è necessario definire da dove partire a collegare il Paese bisogna iniziare dalle fasce più deboli. Ad esempio in Norvegia da quest’anno la seconda città più grande dello Stato, Bergen, fornisce collegamento gratuito a Internet ai bambini in una misura contro la povertà. In Australia per venire incontro al quinto di popolazione che non è connessa a Internet è stato creato un programma pubblico di formazione e di collegamento pubblico alla Rete tramite hotspot.
Se non ci penserà lo Stato a garantire l’accesso lo faranno i colossi della Rete che hanno bisogno di avere le persone collegate a Internet. Ma in questo modo i navigatori indosseranno gli occhiali delle multinazionali per vedere il mondo. L’accesso a Internet sarà forse gratuito, ma non sarà più libero. Facebook sta attuando piani per collegare gratuitamente gli africani. Ma chi si collegherà vedrà Internet tramite il social network. La gestione del diritto, seppur gratuito, deve passare dallo Stato o da un ente in rappresentanza dei diritti dei cittadini. In caso contrario il controllo di questo accesso sarà indirizzato dalle multinazionali stesse, generando il problema della mancanza di accesso neutrale alla Rete, la cosiddetta Net Neutrality. Ad esempio quando Google ha voluto collegare gratuitamente a Internet i cittadini di San Francisco, il regalo della multinazionale è stato giustamente intermediato dal comune. I 600 mila dollari donati nel 2013 alla città sono quindi serviti per installare wifi gratuiti in 32 parchi della città. A questi wifi oggi si collegano mezzo milione di dispositivi ogni mese. I privati possono essere anche coinvolti per legge. In Italia è una consuetudine poter avere un bicchiere d’acqua gratuito dal bar, ma non ancora un obbligo. All’estero è spesso legge. Come in Gran Bretagna dove qualunque pub deve fornirlo gratuitamente ai propri clienti. Parlando di collegamento alla Rete a San Francisco, dove solo più del 12% della popolazione pari a 100 mila persone non ha accesso a Internet, chi costruisce palazzi alti più di quattro piani deve garantire un wifi gratuito e aperto per i cittadini dal palazzo stesso oltre ad uno spazio aperto al pubblico dove potersi sedere. Il primo motore di questo cambiamento di prospettiva nel garantire il collegamento libero e gratuito a tutti i cittadini deve arrivare dallo Stato. Alcuni finanziamenti sono già disponibili, come i 120 milioni impegnati dall’Unione Europea per garantire accessi wifi gratuiti nelle principali città europee in parchi e spazi pubblici. I primi mille comuni che lo chiederanno questo ottobre riceveranno 15 mila euro per installare punti di wifi gratuiti.La connettività a Internet è un bene primario dell’individuo per poter esercitare i suoi diritti, ma è altrettanto importante per lo Stato che può risparmiare nell’erogazione dei servizi direttamente online ed è una grande opportunità per tutte le aziende che vendono online al cliente finale. E’ una necessità strategica per Stato e industria, ma è soprattutto un diritto di cittadinanza digitale per l’individuo. Il cittadino deve poter accedere on line alla propria cartella sanitaria, cercare un lavoro, leggere il bilancio del proprio comune, formarsi per nuove professioni, acquistare beni e servizi, votare o anche solo cercare nuovi amici con cui incontrarsi. Chi rimane fuori dalla Rete spesso impiega ore o giorni a fare attività di pochi minuti e oggi in molti casi non ha accessi alternativi agli stessi diritti.Sedici milioni di persone in Italia non si collegano a Internet. Ventisette milioni non si collegano nel mese. E’ ora di porre rimedio. Creiamo le fontane di Internet. Garantiamo l’Internet potabile a tutti. (fonte blog delle stelle)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Benifei: “Cambiare la proposta di riforma del copyright per tutelare la libertà di internet”

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

“Con l’oscuramento volontario di Wikipedia in segno di protesta per la riforma della normativa europea sul diritto d’autore nel mercato digitale abbiamo visto una azione forse eccessiva, ma che ha voluto portare alla ribalta una proposta di legge dannosa, nel caso in cui l’Europarlamento la votasse senza prevedere delle forme di bilanciamento aggiuntive.” Così dichiara l’Eurodeputato ligure del PD Brando Benifei, che ha seguito dall’inizio tutto l’iter della nuova normativa in quanto Membro del Gruppo di Coordinamento sull’Europa Digitale dei Socialisti e Democratici europei e che voterà per rigettare la proposta.
“La proposta di riforma non nasce nel vuoto e non è campata per aria: rafforzare la capacità degli autori, dei giornalisti, degli editori e dei creativi di avere più remunerazione per ciò che producono e veicolano nel mondo digitale è un obiettivo fondamentale e che credo debba essere largamente sostenuto e condiviso; per questo ritengo la riforma delle norme sul copyright assolutamente necessaria. Domani, però, voterò per ridiscutere ancora, nel Parlamento Europeo riunito in plenaria, il testo per il negoziato finale con i governi degli Stati Membri. Sono infatti convinto che alcune modifiche alla proposta della Commissione Giuridica del Parlamento siano indispensabili per dare all’Europa una normativa sul diritto d’autore protettiva nei confronti dei creativi ma non dannosa per l’innovazione e la libertà dei cittadini e dei consumatori.I dati ci dicono che l’86% dei consumatori non ha mai sentito parlare della nuova direttiva e non ne conosce neanche vagamente i contenuti; eppure avrà ricadute importanti sul nostro modo di navigare online, accedere alle informazioni e condividere contenuti come foto, video o fonti esterne. Ritengo allora che un approfondimento sia necessario. In sostanza, la nuova direttiva intende estendere la copertura del diritto d’autore a tutta una serie di prodotti e lavori, che oggi vengono condivisi gratuitamente attraverso le piattaforme online di servizi tramite un sistema di nuove licenze che le piattaforme dovrebbero pagare per ospitare contenuti protetti dal diritto d’autore. La normativa non riguarda dunque i consumatori e gli utenti finali ma potrebbe accadere che, con l’adozione obbligatoria di sistemi automatici di “filtraggio” e blocco dei contenuti protetti, vengano “stoppati” anche contenuti del tutto legittimi caricati dai semplici cittadini. Banalmente, il cittadino potrebbe non riuscire più a condividere le foto delle vacanze o i video dei balli di gruppo in spiaggia perché il filtro automatico non sarebbe abbastanza “intelligente”. A quel punto, rimarrebbe a disposizione solo lo strumento del ricorso legale. Per i siti di informazione, invece, non è stato chiarito adeguatamente il livello di libertà di espressione nel citare, tramite link, le fonti delle notizie. Potrebbero anche venire introdotte specifiche esenzioni a livello nazionale. Così otterremmo solo un quadro normativo fragile perché troppo frammentato, e grossi contenziosi legali che solo i colossi di internet potranno permettersi.Per questo sostengo – in linea con la posizione espressa dal fondatore del World Wide Web, Sir Tim Berners Lee, e da tantissime associazioni di categoria (delle start-up digitali, dei consumatori, degli editori e delle biblioteche europee) oltre che da decine di accademici e dai miei colleghi delle Commissioni Mercato Interno e Libertà Civili – che la giusta battaglia per la riforma del copyright digitale vada fatta, purché con strumenti e tutele adeguati, per tutti: produttori di contenuti protetti dal diritto d’autore e consumatori.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Internet Society Names Andrew Sullivan as New President & CEO

Posted by fidest press agency su domenica, 1 luglio 2018

In advance of its 2018 Annual General Meeting, the Internet Society’s Board of Trustees announced today that it has selected Andrew Sullivan as the organization’s new President and Chief Executive Officer. Sullivan will assume leadership of the global non-profit organization dedicated to promoting the open development, evolution and use of the Internet on 1 September, 2018. As President and CEO, Sullivan will also join the Internet Society’s Board of Trustees.
Sullivan brings many years of experience in the Internet industry to his new role, having worked to enhance the Internet’s value as an open, global platform throughout his career. Among his notable achievements is the launch of the .info Internet top level domain name. While at Dyn, now a Global Business Unit of the Oracle Corporation, he managed the Domain Name System (DNS) development and architecture departments. This led to his appointment to the Internet Architecture Board (IAB) – which oversees the technical evolution of the Internet – where he was elected Chair from 2015-2017.“The Board and I are extremely pleased that Andrew will be leading the Internet Society forward,” said Gonzalo Camarillo, Chair of the Internet Society Board. “Our current President & CEO, Kathy Brown, has laid the foundation for Andrew to increase the Internet Society’s relevance and impact in shaping the future of the Internet. We are confident that he will succeed in leading the organization and its community in working for a more open, globally-connected, secure, and trustworthy Internet for everyone.”With nearly half the world’s population still lacking Internet access, Sullivan will use his new role to address the growing opportunities gap that is opening up between those who have access and those who don’t. “The Internet is now central to so many people’s lives, and world events make the mission of the Internet society more important than ever before,” said Andrew Sullivan. “It is only together that we can ensure that the Internet keeps fulfilling its promise to enrich people’s lives and I can think of no better way to deliver on that promise than as President & CEO of the Internet Society. I am honoured to have been chosen for this role, and will work every day to promote the defining values of an open, trusted Internet.”Sullivan holds a Bachelor of Arts (Hons) from the University of Ottawa, and a Master of Arts degree from McMaster University. His graduate work on the philosophy of economics led him to his interest in free and open source software and open Internet protocols and standards. He now carries that interest and passion forward to his new position at the Internet Society.He will be based in Reston, Virginia.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il padiglione russo completa il lavoro al congresso mobile mondiale a Shanghai

Posted by fidest press agency su domenica, 1 luglio 2018

Il 29 giugno a Shanghai, il World Mobile Congress (Mobile World Congress Shanghai), si è svolto sotto lo slogan “Scopri un futuro migliore per te stesso”. Tra i partecipanti al congresso vi sono produttori di dispositivi e software per telefonia mobile, fornitori di apparecchiature e società Internet, nonché rappresentanti di industrie collegate. Quest’anno più di 550 aziende provenienti da oltre 100 paesi del mondo sono venute a Shanghai e il numero di visitatori ha superato le 60 mila persone.
L’area espositiva ha coperto sette padiglioni, che ospitavano non solo i singoli stand delle aziende, ma l’intera esposizione nazionale con prodotti innovativi, servizi e tecnologie che modellano il futuro dei dispositivi mobili e l’intero settore della telefonia mobile.
Allo stand collettivo sono state fuse 14 aziende provenienti da Russia – si Altarix, Open Mobile Platform, TightVideo, InfiNet Wireless, ARDN Technolgy limitati (skyf), Fibrum, Gridfore, DMTel, DRAGONLE (la divisione internazionale della società “Uchi.ru»), Texcel, Inc ., Cognitive Pilot, SkyDNS, Expasoft e OS Group. Le aziende partecipanti hanno presentato all’evento leader del settore prodotti e soluzioni unici in grado di competere con le controparti straniere. Tali esposizioni offrono l’opportunità per i rappresentanti delle imprese russe, non solo per ottenere l’accesso ai mercati asiatici e di altri, ma anche per uno scambio di vedute sulle principali tendenze nello sviluppo della tecnologia mobile con operatori del settore leader a livello mondiale.
i visitatori all’esposizione russa potevano vedere le innovazioni tecnologiche in settori quali lo sviluppo di intelligenza artificiale, il controllo e l’ottimizzazione di grandi database, ottimizzazione banda larga senza fili dei processi aziendali operatori di telefonia mobile. SKYF, ad esempio, ha dimostrato il primo pesante veicolo aereo senza pilota per l’agricoltura, in grado di sollevare carichi fino a 250 kg e di sviluppare una velocità di 350 km / ora con un carico di 50 kg. UAV può essere utilizzato per spruzzare prodotti chimici e reagenti, monitorando le condizioni delle aree coltivate. Altarix Company ha presentato una workstation mobile. Questo sistema consente di automatizzare il controllo delle attività dei dipendenti nel contesto delle loro responsabilità lavorative. La società stessa è specializzata nello sviluppo di progetti IT infrastrutturali ad alto carico, servizi mobili e applicazioni multipiattaforma per organizzazioni governative e commerciali. società Texcel, impegnata nello sviluppo di software e produzione di 3D-scanner professionale per l’ottenimento di modelli 3D di persone e oggetti di grandi dimensioni, presentato alla mostra, che non ha analoghi nel mondo di software e hardware 3D-scanner, Portal.
In parallelo con il lavoro della mostra, il programma commerciale si è svolto presso lo stand russo: incontri B2B, seminari, visite incrociate, viaggi industriali, presentazioni aziendali. Nell’ambito di visite incrociate organizzate, le società russe hanno avuto l’opportunità di conoscere le delegazioni dei padiglioni nazionali di Irlanda, Spagna, Kazakistan e Corea. Gli sviluppi presentati hanno attirato molta attenzione da parte della società China Telecom, che ha organizzato una visita di una delegazione di manager ed esperti tecnici presso lo stand del REC. Durante l’incontro, è stata espressa l’intenzione di collaborare con Infinet, TightVideo, Cognitive Pilot.
Marat Korovaev, il project manager del REC per il supporto all’esportazione di tecnologie informatiche, ha tenuto una sessione consultiva “Russian Export Center: strumenti per sostenere le esportazioni di alta tecnologia”. Un vasto pubblico ha raccolto un seminario “Caratteristiche culturali dei negoziati con i partner cinesi. Il mercato della Cina. General Review, ” è stata tenuta da Bo Ji, imprenditore e consulente per start-up globali.
L’evento chiave del programma commerciale è l’apertura ufficiale del padiglione russo, a cui ha partecipato M. Korovaev. In particolare, ha osservato: “Non è un segreto che il settore IT russo sia un po ‘preoccupato di entrare nel mercato cinese. Tuttavia, siamo felici di essere qui e al fatto che un numero così elevato di aziende ha deciso d’intraprendere questa iniziativa. ” “Sono lieto che sempre più aziende russe siano presenti alle fiere di Shanghai.
Inoltre, Semen Katrenko, capo dell’ufficio di rappresentanza dell’OECREC nella Repubblica popolare cinese, ha espresso parole di benvenuto ai partecipanti e agli ospiti, e Evgeny Kosolapov, rappresentante della Fondazione Skolkovo a Shanghai e Ivan Bryukhovetsky, Capo Esperto-Esperto della Missione Commerciale della Federazione Russa a Shanghai e Wu Liang, vice gene, hanno ricambiato le espressioni di saluto.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fleet and Cog Partner to Secure Satellite-Connected Internet of Things

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Cog, maker of the world’s most secure IoT security solutions, today announced that Fleet, an Australian Internet of Things startup, has partnered with the company to advance the security of satellite-connected Internet of Things (IoT) devices. Fleet will deploy Cog’s D4 Secure platform on trial projects around the world. The companies will also co-present as part of the Innovation Review of IoT Sensors on June 28, at the Sensors Expo to be held at McEnery Convention Center in San Jose, California.With its focus on satellite-enabled massive IoT devices, Fleet connects hundreds, thousands or tens of thousands of industrial devices in areas with no cellular or public low-power wide-area network (LPWAN) coverage. Fleet’s solution is especially effective for remote industrial agriculture, maritime logistics, mining and environmental applications.“We were drawn to Cog’s D4 Secure platform because of its ability to use modularity to isolate critical functions on cutting-edge IoT devices like ours,” said Flavia Tata Nardini, CEO of Fleet. “They are the perfect partner to increase device security as we focus on building the technology that will become the digital nervous system for our planet.”The companies will install Cog’s D4 Secure platform to provide proactive kernel protection, radio isolation for satellite communications, and a VPN tunnel to ensure secure data transport for Fleet devices. As a final step, Cog will isolate other sensors so they only draw battery power when a specific event is executed.“Fleet has taken satellite IoT and made it incredibly simple for organizations around the world,” said Carl Nerup, Co-Founder and Chief Marketing Officer for Cog. “At Cog, we recognize that any remote device connected by satellite needs an extra layer of security. Our focus is on optimizing the devices for performance and reduced latency, while adding defense-grade security. It is a distinct honor that Fleet selected Cog as their security partner.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Industrial Internet Consortium Announces the Optimizing Manufacturing Processes by Artificial Intelligence Testbed

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 giugno 2018

The Industrial Internet Consortium® (IIC), the world’s leading organization transforming business and society by accelerating the Industrial Internet of Things (IIoT), today announced the Optimizing Manufacturing Processes by Artificial Intelligence (OMPAI) testbed. The OMPAI testbed is led by IIC members Wanxiang Group and Thingswise and supported by Dell Technologies, Xilinx, China Unicom, and China Academy of Information and Communication Technology (CAICT). It is also the first IIC testbed to leverage The Linux Foundation’s EdgeX Foundry open edge computing framework.The OMPAI testbed explores the application of artificial intelligence (AI) and industrial internet technologies, deployed from the edge to the cloud, to optimize automotive manufacturing processes. It also seeks to create an ecosystem that will foster the exchange of IT/AI/OT domain knowledge and the co-development of smart manufacturing applications. For example, deep learning may be able to improve quality assurance of an automobile part to substantially increase the detection of defects and reduce the need for manual inspection.Vincent Wang, Chief Innovation Officer of Wanxiang Holdings, said, “As a leading multinational corporation in automotive and renewable energy, with factories in Europe, North America and Asia, we believe that an industrial IoT platform will be a key enabler for our digital transformation and global synergy. We are glad to work with technology leaders to validate AI, edge-cloud collaborative computers, and high-speed cellular networks to optimize manufacturing productivity and quality. This is the first step toward an open, inclusive IIoT platform on which we will continue with further testbeds, incorporating new ideas, new data usage models and creating greater value add. We invite worldwide enterprises, innovators and entrepreneurs to enrich the ecosystem together.” IIC testbeds are where the innovation and opportunities of the industrial internet happen. IIC member companies partner to create solutions that are not only connected but also share data. The outcomes from testbeds are the cornerstones of a feedback loop from concept to reality and back to guidance for further innovation.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ogni giorno oltre 250 milioni di cittadini europei usano Internet

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 giugno 2018

Mentre sono online, gli utenti condividono enormi quantità di dati personali, quali ad esempio il proprio nome e cognome, l’indirizzo di casa, il numero di carta d’identità e le informazioni sul proprio stato di salute. In particolare, il 52% degli italiani dichiara di farlo per accedere a un servizio generico, mentre il 25%, la percentuale più alta dell’UE, lo fa per ottenere un servizio adattato alle proprie esigenze e il 14% per ricevere offerte studiate ad hoc. Dalla condivisione di informazioni personali derivano numerosi rischi potenziali, come le divulgazioni non autorizzate, il furto o l’abuso di identità online. Poco meno di otto italiani su 10 ritengono di non avere il controllo completo dei propri dati personali, mentre 6 su 10 dichiarano di non fidarsi delle aziende che operano online. Inoltre, 5 italiani su 10 esprimono preoccupazione in merito alle app dei telefoni mobili che raccolgono dati senza il loro consenso e più di 6 cittadini su 10 si preoccupano dell’uso che le organizzazioni potrebbero fare delle informazioni divulgate. Qual è il grado di consapevolezza dei nostri diritti? Esaminando nel dettaglio la situazione italiana, preoccupa il dato secondo cui solo il 31% delle persone (contro una media europea del 37%) ha sentito parlare di un’autorità pubblica deputata alla protezione dei diritti dei cittadini in materia di dati personali. A ciò si aggiunge che solo il 37% degli intervistati si rivolgerebbe al garante in caso di necessità (contro il 67% dei finlandesi); l’Italia è l’unico paese in cui la maggior parte dei cittadini opterebbe per il tribunale (46%).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

WOW! Internet, Cable & Phone to Host First Quarter 2018 Results Conference Call

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 maggio 2018

WOW! Internet, Cable & Phone (“WOW!” or the “Company”) (NYSE: WOW), a leading fully integrated provider of residential and commercial high-speed data, video and telephony services to customers in the United States, announced today that it will hold a conference call on Friday, May 11, 2018, at 9:00 a.m. ET to discuss operating and financial results for the first quarter ended March 31, 2018. A press release announcing these results will be issued before the market opens on Friday, May 11, 2018. The conference call will be broadcast live on the Company’s investor relations website at ir.wowway.com. Those parties interested in participating via telephone should dial (877) 541-5069 with the conference ID number 8770819.A replay of the call will be available starting at 11:45 a.m. ET on Friday, May 11, 2018, on the investor relations website or by telephone. To access the telephone replay, which will be available until Monday, June 11, 2018, at midnight ET, please dial (855) 859-2056 and enter conference ID number 8770819.
WOW! is one of the nation’s leading providers of high-speed internet, cable TV and phone serving communities in the U.S. Our vision is connecting people to their world through the WOW! experience: reliable, easy, and pleasantly surprising, every time. For more information, please visit http://www.wowway.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Facebook, Internet, comunicazione: Come leggere il mea culpa di Mark Zuckerberg

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 marzo 2018

I ragazzi con la felpa, i nuovi capitalisti della Silicon Valley, tutti giovani o ex-giovani prestanti, che parlano informalmente in piedi sui palchi e, altrettanto informalmente vestiti, vendono i loro prodotti come fossero il toccasana alternativo di tutti i mali, sono arrivati al capolinea? Di quale stazione e quale percorso? Domanda bella quanto difficile e impossibile. Troppo presto per rispondere, vista anche l’importanza che rivestono nell’economia e nella comunicazione; un’importanza a cui sostanzialmente non possiamo rinunciare se non bloccando la nostra quotidianita’: ce l’immaginiamo un mondo senza Facebook, Twitter, Google, Apple, Microsoft, etc? A parte le resistenze di alcuni integralisti che riescono, abbastanza ai margini, a coniugare la loro vita senza questi supporti, allo stato dei fatti e’ un immaginare che stenta a definirsi. Sono aziende, come erano aziende quelle prima di loro, concepite e strutturate per creare profitti ai loro fondatori ed azionisti. Solo che i prodotti che vendono sono in armonia coi tempi odierni, tempi che loro stessi hanno molto determinato a renderli come sono, funzionali al loro profitto, soprattutto perche’ funzionali ad una quotidianta’ da loro creata e da cui tutti dipendono o aspirano. Un esempio: chi non ha un figlio adolescente che, dovendo comprare un telefonino, non ha fatto piu’ che un pensierino a comprarsi un i-Phone (che costa piu’ di un migliaio di euro) che non un “banale” telefonino cinese o giapponese o coreano che costa molto meno della meta’? E quanti, pur di avere la melina che spunta dai loro tablet e pc, hanno glissato sul fatto che questi supporti costano il triplo/quadruplo rispetto ad altrettanto validi supporti sempre cinesi, giapponesi o coreani? Una sorta di status symbol del presunto intenditore. Certo, alcune performance dei prodotti del capitalismo della Silicon Valley sono impeccabili a confronto di quelle degli altri prodotti… ma siamo sicuri che e’ proprio queste performance che servono e non la melina che spunta dalla propria tasca o si distingue sulla propria scrivania o sulle proprie gambe mentre siamo in fila all’universita’ o seduti in un giardino dove non e’ possibile non farsi vedere? E’ cosi’. Ne prendiamo atto. Speriamo solo che sempre piu’ persone ne siano consapevoli.
Andando a Facebook e al suo “pentito” padrone, Mark Zuckerberg, in questi giorni nell’occhio del ciclone mediatico (e giudiziario) per la vicenda Cambridge Analytica, i ragazzi con la felpa assumono anche un’altra dimensione (nota a molti da tempo, ma ora decisamente di massa): quella del potere politico.
In Italia non siamo verginelli in materia, ovviamente con le nostre limitate dimensioni rispetto al contesto internazionale: il partito di maggioranza relativa presente in Parlamento (M5S) e’ frutto di nostrani ragazzi con la felpa, la ditta Casaleggio, e vedremo nei prossimi mesi ed anni cosa questo potra’ comportare sul nostro assetto politico ed economico.
Le dimensioni e i condizionamenti di Facebook, pero’ e nello specifico, sono ben altri e gia’ abbastanza navigati rispetto a quelli italiani. Vedremo come andra’ avanti, soprattutto se le varie istituzioni saranno in grado di far loro pagare il prezzo dell’essere selvaggi e col delirio di onnipotenza, senza compromettere le innegabili innovazioni che hanno portato nella nostra quotidianita’. Innovazioni che dobbiamo cominciare a pensare e usare in modo diverso, soprattutto come strumenti delle nostre scelte e non viceversa: essere su Facebook, per esempio, non dovrebbe essere di per se’ un fine che qualifica la nostra vita, ma uno strumento di arricchimento comunicativo, per scelte che dobbiamo maturare e decidere facendo tesoro di tutte le nostre relazioni; cioe’ non dobbiamo sottometterci a qualcosa tipo “lo abbiamo letto su Facebook o su Internet” (come una volta si diceva “lo ha detto la tv”) per avvalorare cose e argomenti che altrimenti non sapremmo giustificare. Infine, oltre il nostro vissuto di utenti di questi servizi, come cittadini dobbiamo far tesoro di quanto sta accadendo per capire se questi strumenti, manipolabili e manipolati da pochi a fini di lucro economico e politico, siano l’alternativa alle nostre attuali democrazie rappresentative. A noi sembra di no. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Europa non dovrebbe aiutare i dittatori a spiare i propri cittadini

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 gennaio 2018

internetIl regime di controllo sulle esportazioni dell’UE dovrebbe essere esteso agli strumenti di cyber-monitoraggio che possono essere utilizzati per violare i diritti umani. In una risoluzione legislativa approvata mercoledì, i deputati hanno stabilito la posizione del Parlamento per i negoziati con i ministri dell’UE. L’Unione europea sta attualmente aggiornando le norme sul controllo sulle esportazioni di prodotti a duplice uso (beni e le tecnologie destinati a scopo pacifico in circostanze civili, ma che possono essere utilizzati anche per la costruzione di armi di distruzione o attentati terroristici, dual-use in inglese), per tenere il passo con le nuove tecnologie e impedire ai regimi autoritari di spiare i propri cittadini con l’aiuto di prodotti europei. Tali prodotti sono già soggetti al regime di controllo delle esportazioni dell’UE. Le nuove regole aggiungerebbero alcuni strumenti di cyber-monitoraggio all’elenco dei prodotti che devono essere approvati dalle autorità nazionali prima di essere esportati. Si tratta di dispositivi per intercettare telefoni cellulari, violare computer, bypassare password o identificare utenti di internet, utilizzati per spiare oppositori politici e attivisti in tutto il mondo.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Industry 4.0 & Internet of Things

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 novembre 2017

Roma Giovedì 16 Novembre 2017, ore 9:00 Dipartimento di Ingegneria – Aula Conferenze Via Vito Volterra, 62 La Sezione Italia IEEE, in collaborazione con AEIT e con l’Università degli Studi Roma Tre, organizza il Workshop dal titolo Industry 4.0 & Internet of Things.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intelsat, Gilat Add 4G Broadband Solution to Mobile Reach Solar Offering

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 novembre 2017

internetIntelsat S.A. (NYSE: I), operator of the world’s first Globalized Network, powered by its leading satellite backbone, and Gilat Satellite Networks Ltd. (NASDAQ, TASE: GILT), a worldwide leader in satellite networking technology, solutions and services, announced today the availability of a joint managed services solution. The offering to mobile network operators (MNOs) consists of a simple solution that adds 4G broadband infrastructure to their networks. IntelsatOne Mobile Reach Solar 4G provides an additional end-to-end managed solution for MNOs who want to upgrade existing Mobile Reach Solar 3G service or expand service footprints into regions where traditional terrestrial network buildouts are uneconomical due to reliability of infrastructure or geographic considerations. The turnkey, solar-powered kit, similar to the Mobile Reach Solar 3G solution announced earlier this year, bundles connectivity provided by Intelsat’s Globalized Network with Gilat’s industry proven VSAT system for small cell and cellular backhaul. The combination provides everything an MNO needs to deliver 4G service, including power supply, mono-pole, and all satellite and cellular equipment.The Mobile Reach Solar 4G small cell over satellite solution will help MNOs satisfy growing demand for advanced cellular services in Africa, the world’s fastest growing mobile phone market. The ability to expand 4G coverage to more people is amplified by the higher power and greater efficiency delivered by the Intelsat EpicNG platform and Gilat’s efficient high performance small cell and VSAT. The broader availability of more robust Internet services will create more expansion opportunities for enterprises and small businesses that rely on the advanced applications supported by more robust Internet connectivity, and this, in turn, will deliver additional socio-economic benefits for all citizens. “The introduction of IntelsatOne Mobile Reach Solar 4G is another example of where Intelsat EpicNG is providing critical broadband infrastructure for the deployment of wireless connectivity,” said Jean-Philippe Gillet, Intelsat’s Vice President and General Manager, Broadband. “Intelsat’s Globalized Network has supported 2G and 3G services for decades, and now our network can accelerate the adoption of 4G. The all-digital, high performance Intelsat EpicNG platform allows new innovation, unlocking new and faster growing applications for our customers.”“We are pleased to join Intelsat in offering the mobile market a comprehensive broadband solution that includes our SDR (Software Defined Radio) small cell supporting both 3G and 4G service. The small cell is optimized to deliver the best results with our high performance VSAT, while keeping costs low and providing an excellent user experience,” said Ron Levin, VP Global Accounts at Gilat. “Mobile Reach Solar 4G enables MNOs to allocate resources where they are needed most, whether they want to expand their network’s reach or improve the performance and quality of service for current subscribers.” Intelsat will be exhibiting at AfricaCom 2017 in Cape Town 7-9 November at booth number D60 and Gilat at booth C112a.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I cinesi sono i maggiori utilizzatori di Internet al mondo

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 agosto 2017

pechinoLa genealogia cinese risale a 2.600 anni fa E’ disponibile online la genealogia di Confucio La Generations Network Inc., società madre della rete mondiale di siti di storia familiare Ancestry -la rete più vasta del settore che domina oggi una delle attività di Internet in più rapida espansione- ha lanciato un sito Internet dedicato alla storia delle famiglie cinesi, jiapu.cn. Fino ad oggi, gli utenti della rete mondiale di siti Ancestry hanno creato più di 6.5 milioni di alberi genealogici contenenti 600 milioni di nomi e 9 milioni di fotografie all’interno degli 8 siti. Ancestry è orgogliosa dei suoi 7 miliardi di dati storici a disposizione degli utenti. jiapu.cn è il nono sito lanciato da Ancestry. Per molti in Cina, patria di un quinto della popolazione mondiale, jiapu.cn fornirà la prima occasione di accedere alle loro storie di famiglia (“jiapu” in cinese) online. Questi documenti sono ora disponibile grazie ad una partnership esclusiva a lungo termine con la biblioteca di Shanghai, che possiede la più grande collezione di registri storici familiari del mondo. jiapu.cn è il primo sito Ancestry dedicato esclusivamente alla genealogia Cinese. E’ stato concepito solo in lingua locale per permettere agli utenti di cercare dati e di costruire il proprio albero genealogico in cinese e per far questo, si avvale del supporto di un’ équipe basata a Pechino. Gli utenti del sito potranno presto condividere i loro alberi tramite la rete mondiale Ancestry, scoprire e connettersi con potenziali parenti in vita nel mondo. Il Vice Presidente della rete internazionale Ancestry, Josh Hanna, ha gestito il lancio dei siti Ancestry in Francia, Italia e Svezia durante lo scorso anno ed è fiducioso che jiapu.cn sarà di gran interesse in Cina ma anche a livello internazionale sapendo che 38 milioni di persone di origine cinese vivono fuori dalla Cina. Il Sig. Hanna ha affermato: “Dal momento in cui la Cina ha sorpassato gli Stati Uniti diventando il mercato internet più importante nel mondo con ben 221 milioni di utilizzatori, il lancio di Jiapu.cn arriva al momento giusto per poter generare interesse in un periodo ricettivo e prendere le redini del settore della genealogia online in Cina.“Lanciare un sito cinese di genealogia rappresenta inoltre un’opportunità unica per Ancestry per estendere la sua portata globale alle diverse comunità cinesi nel mondo che hanno già accesso agli 8 siti Ancestry ma non ancora ai registri cinesi.” La storia familiare del celebre filosofo Confucio è una delle 1450 jiapu, che copre 270 nomi ed è disponibile fin da ora su jiapu.cn. La collezione crescerà fino ad includere 36 milioni di pagine e più di 181 milioni di nomi ripartiti in più di 181.600 volumi che copriranno 22.700 genealogie cinesi. Confucio è originario del clan Kong, i cui documenti storici risalgono al VI secolo a.C. e sono disponibili su jiapu.cn.
Un jiapu è una raccolta di volumi storici familiari, che comincia con un antenato cinese e percorre le generazioni sucessive tramite i discendenti maschili. Viene aggiornato ogni 15-30 anni per includere dati di nascita, morte e matrimonio; in media, ogni Jiapu raccoglie dagli 8 ai 10 volumi coprendo 300 anni di storia familiare. Dal momento in cui percorre una linea nel tempo, un gran numero di persone puo’ reclamare l’appartenenza ad un jiapu. Fra le informazioni contenute in un jiapu ci sono alberi genealogici – che spesso risalgono a molte centinaia di anni fa, biografie, registri delle prime immigrazioni, informazioni su alcuni famosi membri familiari e perfino immagini a colori e cartine geografiche.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Telemarketing: Le lacrime di coccodrillo del segretario del maggiore partito…

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 maggio 2017

coccodrilloIl Parlamento ha approvato, con voto di fiducia, il dl concorrenza in cui, tra l’altro, si e’ data mano libera ai molestatori del telemarketing per vendere i loro prodotti alle vittime del continuo furto e uso illegale di dati che avviene essenzialmente attraverso Internet. Capitolo tutt’altro che chiuso, perché dovra’ poi fare i conti con quando, a maggio 2018, cominciera’ ad essere applicato un nuovo regolamento europeo di protezione dei dati, piu’ restrittivo rispetto all’attuale, che si spera possa servire a migliorare il controllo dei cittadini sui dati personali che vengono ceduti a terzi.
Ma per capire come i rappresentanti istituzionali del nostro Paese si pongono in materia (cioe’: confusione, ignoranza, pressapochismo, voto di bandiera, partigianeria fine a se stessa e lontano dagli interessi dei cittadini utenti e consumatori), fa testo una dichiarazione in merito del neo-segretario del maggiore partito del nostro Paese, nonche’ maggiore gruppo politico nelle Camere rappresentative, il Partito Democratico. Matteo Renzi, rispondendo ad un supporter che su Facebook gli chiedeva se non riteneva sbagliato il voto sul telemarketing, ha detto: “sinceramente mi sembra un errore. Ho chiesto al capogruppo del Pd alla Camera di verificare per bene la situazione”.
No, non ci siamo. Troppo facile il giorno dopo. Il nostro era segretario di questo partito -nonche’ esponente di maggior rilievo- anche quando in Parlamento e’ stato votato l’emendamento del Movimento 5 Stelle che ha dato mano libera al telemarketing intrusivo, denunciato tale anche dal Garante della Privacy . Le lacrime di coccodrillo del segretario del Pd sono per l’appunto tali. E’ probabile che il nostro non sappia bene di cosa si tratta, anche perche’ probabilmente quando e’ a cena con la sua famiglia, e’ difficile che gli arrivi una telefonata di qualcuno che voglia vendergli qualcosa. Ma il segretario del partito che ha determinato -come governo e come maggioranza parlamentare- il voto di fiducia in merito, non si puo’ consentire di non-sapere.
Oppure il segretario Renzi sta gia’ pensando come rivoltare il tutto e far rinsavire governo e maggioranza parlamentare? Lo auspichiamo e lo aspettiamo al varco. Ma col sospetto che si tratti di una sorta di estemporaneita’ (incosciente?) ballerina, per non doversi trovare spiazzato di fronte a cio’ che tutti riconoscono come la legalizzazione di una violenza (tranne chi ha interessi economici -diretti o indiretti- per facilitare le imprese del settore). (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »