Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘interno’

Mostra: L’ipnotico cromatico di Germano Paolini

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2015

Germano PaoliniRoma dall’11 al 24 novembre 2015 Orario d’apertura: 10-13 e 16.30-19.30 – Chiuso i festivi ed il lunedì mattina Galleria della Tartaruga – via Sistina, 85/a. La Galleria della Tartaruga presenta per la prima volta la mostra personale dell’artista Germano Paolini. In questa mostra Paolini presenta circa ventiquattro dipinti ad olio su tela tutti dedicati a Roma, città dalla quale è particolarmente affascinato. Scrive infatti così Marta Paolini nella presentazione in catalogo: “Roma ha suscitato in Paolini un’attrazione tanto istintiva quanto orientata alla riflessione, conservando un fascino che negli anni è stato declinato all’interno di quella incessante ricerca di una semplificazione formale e di un alfabeto che universalmente potesse raccontare i paesaggi, anche simbolici, della sua vita.
Nella descrizione dell’elemento urbano l’interesse indugia sui volumi e sulla matericità della luce (Alba romana, Villa Medici), sul significato dei vuoti e dei pieni (Notturno all’Esquilino), sulle geometrie umane frutto di secolare stratificazione (Prenestina); ma anche, di rimando, sull’apertura repentina di un ritaglio di cielo dietro una facciata Germano Paolini1monumentale (Capriccio romano), o sul cadenzato allontanarsi e riavvicinarsi dell’occhio che, come su un’altalena, si dondola sulle cupole dorate (Dal Pincio, Luci del tramonto) per poi scendere fra le imprevedibili prospettive della città (Sotto Colle Oppio). A tutto questo, negli ultimi lavori proposti, si affiancano alcune suggestioni letterarie che, entrando anche “fisicamente” nell’opera (brani di Valentino Zeichen nei light box Foro Romano e Piazza Navona) reinterpretano il concetto stesso di stratificazione, ricordando come ogni accumulo e sovrapposizione non abbia solo un carattere materico e cromatico (S.Pietro tra le case, Palatino) ma anche e soprattutto culturale. Nella tagliente luce del crepuscolo (Attraversando il Tevere, Ultime luci ai Mercati di Traiano), appoggiata per un attimo la macchina fotografica – strumento che ha spesso accompagnato il processo creativo di Paolini – gli scorci, i tagli romani abbandonano il filtro dell’obiettivo che registra e narra per diventare compagni di passeggio, in una sintonia di caratteri che tratteggia una consumata relazione (Lungo via Labicana, Verso via Panisperna, Colosseo).” (foto: Germano Paolini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Peggioramento delle condizioni di vita all’interno della Siria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2015

attacchi chimici sirianiAll’interno della Siria, gli ultimi mesi sono stati terribili. I combattimenti si sono intensificati in quasi tutti i governatorati, con un incremento degli attacchi con razzi e colpi di mortaio su Damasco, delle esplosioni di veicoli in grandi città come Lattakia, Aleppo, Homs, Hassakeh e Qamishli, e pesanti bombardamenti a Zabadani e nell’area rurale di Damasco. Le rappresaglie che ne conseguono provocano la fuga di migliaia di persone.In questa escalation di violenza, le persone hanno perso i loro mezzi di sostentamento e le loro case; la disoccupazione è in aumento in tutti i settori, così come l’inflazione, mentre il valore della moneta precipita – al punto che la sterlina siriana ha perso il 90 per cento del suo valore negli ultimi quattro anni. In molte parti della Siria, l’elettricità è disponibile – nel migliore dei casi – solo 2-4 ore al giorno, e in molte regioni si deve far fronte alla scarsità d’acqua. Più della metà della popolazione vive in condizioni di estrema povertà. Nonostante le numerose difficoltà e le condizioni operative precarie, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) continua a fornire aiuto a chi ne ha bisogno in tutta la Siria: beni di prima necessità, contanti, assistenza sanitaria, alloggi, supporto psico-sociale e assistenza legale.Attualmente i siriani si trovano ad affrontare difficoltà sempre maggiori per trovare sicurezza e protezione nei paesi vicini, i quali, di fronte alla presenza di un numero imponente di rifugiati, di insufficienti misure di supporto a livello internazionale e a problemi di sicurezza, hanno preso da quest’anno provvedimenti per arginare il flusso di rifugiati – per esempio limitando l’accesso alle frontiere, o controllandole in modo più serrato, o ancora introducendo requisiti onerosi e complessi nel caso in cui i rifugiati volessero prolungare il loro soggiorno.I rifugiati nei paesi vicini sono già 4,08 milioni – la stragrande maggioranza dei quali vive al di fuori dei campi formali – e per molti di loro la speranza va diminuendo man mano che affondano nella povertà assoluta. Recenti studi condotti in Giordania e Libano, per esempio, hanno riscontrato un marcato aumento della vulnerabilità dei rifugiati, che si accompagna a una riduzione dei finanziamenti per i programmi in loro favore.
In Giordania, la situazione per più di 520mila siriani che vivono al di fuori dei campi profughi del paese è sempre più grave. Una recente valutazione dell’UNHCR ha mostrato che l’86 per cento di coloro che si trovano in aree urbane e rurali vive attualmente al di sotto della soglia di povertà, avendo esaurito i risparmi o altri beni di cui precedentemente disponevano. Di conseguenza, più della metà di tutte le famiglie di rifugiati si ritrova molto indebitata; queste famiglie stanno prendendo misure sempre più estreme per farcela, ad esempio riducendo la quantità di cibo o inviando membri della famiglia – compresi i bambini – a chiedere l’elemosina.Un quadro altrettanto desolante si può osservare anche in Libano, dove i risultati preliminari di un recente studio sulla vulnerabilità hanno svelato che il ​​70 per cento delle famiglie di rifugiati siriani vive ben al di sotto della soglia di povertà nazionale – rispetto al 50 per cento nel 2014. Anche in questo caso, sempre più rifugiati stanno comprando cibo a credito, ritirano i bambini da scuola e ricorrono all’elemosina.
In questo contesto, il Programma Alimentare Mondiale è stato costretto da questo mese a togliere l’assistenza alimentare a 229mila rifugiati in Giordania – in quella che è l’ultima in ordine di tempo e la più grave riduzione degli aiuti alimentari in tutta la regione nel corso di quest’anno a causa delle gravi carenze di finanziamento.Il Programma per i Rifugiati e la Resilienza in Siria per il 2015 è attualmente finanziato solo per il 37 per cento. Sono colpiti tutti i settori del programma di aiuti. In tutta la regione, circa 700mila bambini rifugiati siriani sono rimasti fuori dalla scuola nell’anno scolastico appena trascorso. Molto presto, molti rifugiati che vivono in alloggi con standard inferiori alla norma si troveranno ad affrontare un altro inverno in esilio.Alla maggior parte dei rifugiati in Giordania e Libano mancano le risorse finanziarie per intraprendere il viaggio costoso e pericoloso per raggiungere l’Europa, e non avendo alcuna prospettiva di poter tornare sani e salvi in ​​Siria, questa situazione sta portando ad un crescente senso di disperazione e di intrappolamento. Una venticinquenne, proveniente da Damasco e madre di tre figli, che vive in un’unità abitativa nella città settentrionale della Giordania di Mafraq, ha dichiarato all’UNHCR che si sente come prigioniera nella sua casa di fortuna. Incapace di uscire o di fare qualsiasi cosa, ha perso ogni speranza per il futuro.
Ci sono 4.088.099 rifugiati siriani registrati nei paesi confinanti con la Siria, tra cui 1.938.999 in Turchia, 1.113.941 in Libano, 629.266 in Giordania, 249.463 in Iraq, 132.375 in Egitto e 24.055 in diversi paesi del Nord Africa. Solo il 12 per cento dei rifugiati in tutta la regione vive in campi profughi formali.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Claudio Abate per Gino De Dominicis

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2010

Roma fino al 24 settembre 2010 via del Vantaggio, 46/A – Mara Coccia Associazione per l’Arte Contemporanea (nuova sede) Scatti ritrovati a cura di Costantino D’Orazio  La personalità, l’estro creativo, la soggettività e il lavoro artistico di Gino De Domincis riletti attraverso l’obiettivo di Claudio Abate. Prende cosi’ vita, attraverso quattordici fotografie, molte delle quali inedite, un percorso intenso di immagini sapientemente custodite da Abate per ricordare e rendere omaggio all’uomo, all’artista, all’amico De Dominicis che volle distruggere – ad un certo punto della sua vita – tutte le fotografie che ritraevano lui e le sue opere: un modo per ribadire la sua poetica che metteva al centro l’opera d’arte unica e irriproducibile in una sorta di -carpe diem- artistico.  Fotografie che raccontano e traslano fino ai nostri giorni passaggi e momenti storici attraverso l’occhio attento e sensibile di chi, dietro l’obiettivo, era consapevole di ritrarre con spontaneità e poesia visioni e creazioni che avrebbero segnato un’epoca presente e futura.  In occasione dell’esposizione sarà realizzato anche un Giornale della Mostra che raccoglie un testo di Costantino D’Orazio, le opere e altro materiale documentario.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Luigi Ghirri e Roberto Bertoni

Posted by fidest press agency su domenica, 9 maggio 2010

San Martino in Rio (RE) fino al 12/9/2010 corso Umberto I, 22 Rocca Estense La memoria abita qui / Tibet segreto A cura di Galleria Radium Artis (Angela Lazzaretti)  Mostra promossa da Assessorato alla Cultura (Comune di San Martino in Rio)  La Rocca estense di San Martino in Rio apre le sue stanze alla fotografia, dopo avere presentato importanti esposizioni di pittura e di scultura. Due le manifestazioni in programma nell’ambito di Fotografia Europea, la rassegna reggiana giunta alla sua quinta edizione: nella suggestiva Cappella di San Giovanni, 24 immagini a colori di Luigi Ghirri, scattate negli anni Ottanta, ripropongono il suo ineguagliabile sguardo su alcune vie e sui giardini di Reggio, e sull’interno di teatri; al piano nobile della Rocca, Roberto Bertoni presenta sessanta immagini che documentano i suoi sette viaggi in Tibet compiuti nei vari periodi dell’anno, alla ricerca di luoghi segreti, di volti e corpi di quell’indomita popolazione, delle tracce di un’identità che affonda le proprie radici nel piu’ lontano passato.  Le 24 fotografie di Luigi Ghirri (Scandiano, Reggio Emilia, 1943 – Reggio Emilia, 1992) sono di proprietà della Fondazione Reggio Tricolore, si tratta di un omaggio di Ghirri per la nuove sede dei Democratici di sinistra del centro storico, commuovono per la capacità che il grande fotografo aveva di cogliere lo “spirito” segreto dei luoghi, intrisi di un sentimento di poesia e di abbandono, come se Ghirri s’affacciasse con discrezione su un’entità che stava riposando e che, nel silenzio e nella solitudine, rivelava tutto il proprio splendore. Il catalogo pubblicato nell’occasione presenta testi di Lorenzo Capitani, Sandro Parmiggiani, Angela Lazzaretti. (Immagine: Luigi Ghirri da “La memoria abita qui”)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni Regionali: il decreto del Governo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

La necessità di assicurare il pieno esercizio dei diritti di elettorato attivo e passivo in vista delle consultazioni elettorali per il rinnovo degli organi delle Regioni a statuto ordinario, fissate per il 28 e 29 marzo 2010 è la motivazione principale del decreto legge interpretativo approvato dal Consiglio dei ministri nella riunione straordinaria tenuta il 5 marzo 2010 a Palazzo Chigi. Il provvedimento, come ha spiegato il ministro dell’Interno Maroni, dà un’interpretazione autentica delle norme in materia elettorale, in linea con quanto già enunciato in una circolare del ministero dell’Interno emanata nel febbraio scorso. Nella circolare è scritto che “il cancelliere non può rifiutarsi di ricevere le liste dei candidati, i relativi allegati e il contrassegno o contrassegni di lista, neppure se li ritenga irregolari o se siano presentati tardivamente”. Il provvedimento, ha aggiunto Maroni, vuole dare “un’interpretazione autentica, corretta”, alla legge elettorale, in particolare agli articoli 9 e 10 della legge n. 108 del 17 febbraio 1968, dettando alcuni criteri interpretativi di norme in materia di rispetto dei termini per la presentazione delle liste, di autenticazione delle firme e di ricorsi contro le decisioni dell’Ufficio centrale regionale.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Talk show politici

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 febbraio 2010

Il regolamento approvato dalla Commissione di vigilanza su proposta del parlamentare radicale Marco Beltrandi sopprime i talk show politici? No, devono solo rispettare le regole che la legge prevede, e cioè dare parità di spazio ai diversi candidati presidente ed ai diversi partiti. Potranno organizzare i faccia a faccia tra i candidati Presidenti di Regione; i confronti tra i partiti; le interviste dei leader. L’unica cosa vietata è favorire un partito (invitandolo più volte di altri) o un candidato (organizzando una puntata solo per lui) Cosa potrebbe accadere Porta a Porta: 4 trasmissioni settimanali, adatte per i confronti tra partiti (4 a puntata ad esempio). Possibili anche (come già fatto alle elezioni Regionali del 2000) che si tengano all’interno della stessa puntata due o tre sessioni, ciascuna con un faccia a faccia tra i candidati Presidente di una Regione. Annozero e Ballaro: mantenendo una sola puntata a settimana (quindi 4 ciascuna nei 30 giorni finali), potrebbero organizzare confronti tra partiti, 4 esponenti per puntate ad es. (come già fa Ballaro). Con due puntate settimanali ciascuna, potrebbero anche dedicarsi ai faccia a faccia tra Presidenti Regioni. Vespa, Santoro, Floris: potrebbero anche condurre le interviste ai leaders previste per gli ultimi 15 giorni, in spazi ad hoc

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Vico del Gargano 2009

Posted by fidest press agency su sabato, 18 luglio 2009

Maricla Di Dio Morgano di Calascibetta (Enna), con il romanzo breve inedito Il freddo mondo di Rrona, è la vincitrice dell’XI edizione del Premio Vico del Gargano 2009.  Nella graduatoria finale al secondo posto si è classificato Stefano Mariantoni di Rieti con il romanzo Milioni di cose che si mettono in mezzo, terzo Giovanni Maria Pedrani di Legnano (Milano) con Il concorso letterario, quarto Lucia Scarpa di Salzano (Venezia) con La tavola degli angeli e quinto Marco Bottoni di Castelmassa (Rovigo) con San Lorenzo. Lo ha decretato la Giuria del Premio, formata da Daniele Maria Pegorari (presidente), Achille Serrao, Rino Caputo, Domenico Cofano, Giuseppe Massara, Michele Afferrante, Grazia D’Altilia, Vincenzo Luciani, dopo aver esaminato i 104 romanzi brevi pervenuti e dopo una prima selezione di 11 opere, all’interno delle quali sono state scelte le prime cinque classificate. La stessa Giuria, dopo aver esaminato le 70 poesie concorrenti al Concorso sul tema della “Donazione” bandito nell’ambito del Premio Città di Vico dal Gruppo Donatori Sangue Fratres in collaborazione con il Comune garganico e la Edizioni Cofine, ha proceduto ad una prima selezione di 8 poesie.  Tra queste è stata scelta la vincitrice del Premio poesia: Ti vitti Cristu di Margherita Neri di Cefalù (Palermo). Le cerimonie di premiazione avranno luogo nel suggestivo centro storico di Vico del Gargano, sabato 5 settembre 2009 per la sezione Poesia sulla Donazione, e domenica 6 settembre per miglior Romanzo Breve Inedito. All’appuntamento di domenica 6 settembre, sarà presente anche lo scrittore Raffaele Nigro, cui viene conferito il Premio della Critica Vico 2009.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il “Sacro Codice” approda al Vaticano

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 giugno 2009

sacredA Roma dal 6 all’11 luglio. Considerato il più grande festival mondiale dedicato alla fiction, con la presenza dei maggiori network mondiali, dedica quest’anno uno spazio d’eccezione al ‘Sacro Codice’ (regia a firma di Jordan River), film italiano che, per tutte le peculiarità che racchiude, si avvicina moltissimo ai kolossal americani. La proiezione delle anteprime del film avverrà l’8 luglio al multisala Cinema Adriano  (fianco Vaticano), all’interno della sezione non competitiva “Lavori in corso”, per la quale l’organizzazione del festival ha selezionato una serie di anticipazioni su fiction italiane attualmente in produzione o post-produzione, di cui il pubblico potrà avere brevi ed interessanti assaggi. Il tutto alla presenza degli autori ed interpreti per raccontare, all’interno della vetrina del prestigioso evento, le fiction di punta che i network del mondo stanno preparando per i prossimi mesi. Il ‘Sacro Codice’ è prodotto da due coraggiose società, la CORBEC FILM e l’Advanced Virtual Research, ma sono di recente in trattativa varie ed interessanti proposte di co-produzione – già da queste prime scene si presenta come un’opera davvero inedita nello scenario della fiction nazionale, sia per i temi trattati che per le moderne tecniche utilizzate. Il progetto ha infatti tutti gli elementi dei grandi film pianificati secondo logiche sia culturali che commerciali; ultimate, ad esempio, molte scenografie virtuali ambientate nell’antica città di Sybaris (si racconta, nel film, anche il momento della distruzione di questa splendida città magno-greca, avvenuta intorno al 510 a.C., sul cui stesso perimetro vennero fondate altre due città, Thurii e Copia). L’intera città sarà ricostruita in 3d da esperti del settore (la produzione intende ricostruire, inoltre, sempre virtualmente, anche alcuni rinvenimenti archeologici d’interesse internazionale di recente scoperta) ed il film richiama molto le famose pellicole ‘Troy’ e ‘300’.  . Una storia che si snoda tra realtà e surreale, tra viaggio interiore e viaggio fantastico, adimensionale, tra presente e passato, ripercorrendo le tracce di antichi monasteri, un tempo luogo dei monaci Templari, e di Torri utilizzate dai Saraceni, immergendosi anche nella natura incontaminata della Sila e del Parco Nazionale del Pollino, con tutti i suoi fiumi, laghi, cascate ed uno dei più affascinanti canyon del mondo, gole di rocce e d’acqua pura.  Lo sfondo del ‘Sacro Codice’ rimane, tuttavia, una struggente storia di sentimenti spezzata dalla crudeltà del mondo. Questo film – dalla colonna sonora inedita ed originale, ad opera di esperti del settore, col cuore nel cuore di Lùghin, una creatura fantastica inedita, interamente animata grazie alla computer grafica, che piacerà ad adulti e piccini, un essere dalle orecchie a punta che toccano le stelle, con gli occhi d’angelo e la pelle scura e ruvida aderente alla terra e al suo soffio vitale – intende dunque accompagnarci proprio alla riscoperta dei sentimenti e dell’amore, viaggiando tra le memorie sepolte, sviscerando, al contempo, anche quelle che si celano in ognuno di noi.  http://www.sacrocodice.com (sacred)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »