Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘interpretazione’

Uno sforzo inutile

Posted by fidest press agency su domenica, 15 Mag 2011

E’ il atto uno “sforzo inutile”, tanto da parte dei sostenitori delle immigrazioni, quanto dai rigorosi guardiani delle frontiere. Sforzo inutile perchè si tratta di un tentativo infantile di fermare la storia, con l’aggravante di ignorare quanto la stessa storia ha impartito come lezione, non capita da nessuna delle due parti. I libri di storia descrivono le loro verità e le loro interpretazioni dei fatti, modellando gli eventi secondo una pretestuosa pedagogia che vorrebbe fornire l’interpretazione più utile per formare le coscienze secondo uno stampo preconfezionato. L’esempio di Garibaldi indicato come eroe puro e immacolato, padre dell’unità d’Italia, è solo il più recente, perché dell’unità d’Italia l’eroe dei Due Mondi non è neanche un lontano parente. Ma così rischiamo di andare fuori dal tema che mi sono proposto, per cui torniamo indietro nel tempo, quando, sempre i libri di storia, ci propinano due menzogne in un solo evento. Intendo parlare di quelle che vengono identificate come “le invasioni barbariche”, che avrebbe posto fine all’impero romano. Due menzogne su misura, due falsità sulle quali è stata costruita la favola-bella del mondo occidentale.
• 1°) Quelle invasioni non furono invasioni ma migrazioni di tribù che non conoscevano la tecnica dell’avvicendamento in agricoltura, per cui dopo avere sfruttato un territorio procedevano in avanti in cerca di terreni più fertili; la decadenza del “regime imperiale” di Roma facilitò l’ingresso anche in Italia e in tutti i territori dell’impero romano.
• 2°) E’ falso che l’impero romano sia finito con quelle invasioni, perché l’impero romano continuò ad esercitare il potere, e, quello che più si vuole far passare sotto silenzio, continua tuttora, modificando i mezzi per esercitare un potere che non ha mai perso peso, anzi ne ha acquistato sempre più.
Quando la centralità imperiale concentrata a Roma si ritrovò priva dei quadri dirigenti, specialmente in periferia dell’impero, fu la nuova struttura imperiale che surrogò le deficienze, potendo contare su di una capillare rete di funzionari imperiali, sia per imporre le leggi che per incassare i tributi; è la nascita della religione cattolico-cristiana, che si impadronisce della Fede dei credenti e se ne serve, malgrado la fervente attività pastorale del monachesimo. Necessitando di un potere militare, il nuovo impero romano, inventò il Sacro Romano Impero, affidandone lo scettro al più forte, ma anche più fedele difensore degli interessi centrali ; infatti il nome SRI tardò ad essere riconosciuto, per attendere di essere il sacro Romano Impero germanico o Primo Reich, braccio armato di quell’impero che era la naturale prosecuzione dell’antico impero romano. E’ ciò che è accaduto nel mondo arabo, dove l’esercizio del potere necessitava del supporto della religione per tenere a bada le grandi masse popolari e lasciare in pace le classi privilegiate: nobiltà e clero in Occidente e principi, capi tribù o dittatori e imam nei popoli arabi. Infatti i vari capi di Stato, nonché i vari dittatori e dittatorelli si sono avvalsi della religione, facendosi leader religiosi di una delle tante devianze dell’Islam Ed è anche ciò che sta accadendo nel mondo arabo con il venir meno della forza contrattuale della religione, svilita dai bisogni reali che i vari dittatorelli non hanno voluto mai riconosce e soddisfare. Quel mondo, tanto vicino al pianeta Occidente-Europa, si sta muovendo alla ricerca di mezzi di sopravvivenza più decorosi, stante il fatto che non esistono piani di sviluppo credibili, in grado di programmare nella terra di origine i mezzi di sostentamento come lavoro, produzione, commercio, cioè un circuito virtuoso valido indistintamente per tutti e non solamente in grado di arricchire i pochi che vivono del potere. Se vogliamo a tutti i costi credere alle speculazioni interessate di quanti esigono mantenere lo stato di bisogno dei popoli già poveri, allora possiamo identificare le attuali migrazioni come moderne “invasioni barbariche”, irrefrenabili per definizione, dalle quali si formerà una nuova tipologia umana che non possiamo chiamare(come fa il rag./filosofo Marcello Pera) meticciato, perché , allora, dobbiamo accettare e riconoscere che le popolazioni occidentali altro non sono che frutto di un meticciato durato oltre 1.500 anni. Anche in Occidente sta venendo meno la forza contrattuale della religione, gestita dall’impero romano che ha trovato asilo nel piccolo, ma potentissimo, Stato città del Vaticano. Il crollo di potere si accentua in questo primo scorcio di secolo e di millennio perché è prevalsa la pretesa di un reciproco sostentamento tra il potere politico e il potere religioso, associati per contenere le esigenze dei cittadini dentro un alveo progettato come un campo di concentramento, con una confusione di ruoli per cui il reato penalmente perseguibile dovrebbe diventare un peccato da assolvere nelle sacrestie, e il peccato diventare reato penalmente perseguibile, amministrato da politici che si servono della religione, come gerarchie della Chiesa si servono dei politici, in una ammucchiata di potere di cui la gente si è pesantemente stancata (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le due facce dell’onore

Posted by fidest press agency su domenica, 23 gennaio 2011

Dal Times di Londra: “Per una volta Berlusconi  agisca con onore e rassegni le dimissioni. Questa affermazione del prestigioso quotidiano londinese, identifica meglio di qualunque dissertazione, il vero nucleo centrale del problema, che riguarda l’onore e l’interpretazione che dell’onore si manifesta. Abbiamo davanti l’onore secondo Cuffaro e l’onore  nell’interpretazione riveduta e corrotta del cavaliere. Cuffaro ha toccato on mano di avere sbagliato, di avere profittato del suo ruolo per favorire innanzitutto Ajello e, tramite quest’ultimo,  l’intera organizzazione mafiosa, così paga, e accetta di pagare, il conto che la magistratura gli ha presentato. La sua reazione è stata quella di “uomo d’onore”, al di fuori dei doppi sensi; intendo uomo che, pur nell’errore, tiene a salvaguardare la sua dignità e il suo onore. La frase  “Le sentenze non si commentano, si rispettano ” gli ha permesso di conquistare e   guadagnare i galloni dell’onore, che riscattano tutti i capi d’accusa, che verranno cancellati pagandone il fio. Con il suo comportamento Cuffaro mi ha costretto a riconoscergli l’onore delle armi, come si fa con i nemici che accettano la sconfitta.
“Le sentenze si impediscono”  usando tutti i mezzi e mezzucci che l’avere agguantato il potere permettono; questa è l’altra faccia della medaglia della politica che coinvolge l’onore; che nulla ha a che vedere con la faccia di Cuffaro, pur se chirurgicamente rifatta con condanna passata in giudicato.  La difesa d’ufficio che reciteranno i manutengoli dell’avversione alla magistratura giudicante, cadranno nel vuoto, annichilite dallo stesso Cuffaro e dalle sue dichiarazioni, rilasciate mentre si avviava a costituirsi.  Il cavaliere fugge per scansare le sue responsabilità che, come uno tzumani, lo stanno travolgendo; per questo non avrà mai pace, né serenità, ma sarà sempre inseguito dalla sua stessa ombra che gli ricorda di correre sempre più velocemente  perché la “giustizia uguale per tutti” gli sta alitando sul collo. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Solomon Di Händel

Posted by fidest press agency su martedì, 11 gennaio 2011

Torino 13 gennaio 2011, su Radio3 e in streaming sul sito http://www.osn.rai.it. Le solenni cerimonie per la consacrazione del tempio di Gerusalemme; il toccante trionfo dell’amore materno, reso possibile dalla giustizia e dalla saggezza del re; i preparativi per l’arrivo della regina di Saba; questi i momenti principali del Solomon, l’oratorio scritto nel 1749 da Händel, in un’Inghilterra prospera e saldamente governata da Giorgio II. L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai lo propone giovedì 13 gennaio 2011 alle 20.30, all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini”, su Radio3 e in streaming sul sito http://www.osn.rai.it, nell’interpretazione di un grande specialista del repertorio barocco: Ivor Bolton. Con lui un cast internazionale capeggiato dal contralto Sara Connolly, interprete del ruolo di re Salomone, con il soprano Sally Matthews, il mezzosoprano Francesca Russo Ermolli, il tenore Mark Padmore, il basso Andrew Foster-Williams, e il Balthasar-Neumann Chor diretto da Detlef Bratschke.
Il concerto è replicato venerdì 14 gennaio alle 21. Le poltrone numerate, da 30 a 15 euro (ridotto giovani per i nati dal 1981) sono in vendita sia online sia presso la biglietteria dell’Auditorium Rai. Un’ora prima dei due concerti sono messi in vendita gli ingressi non numerati a 20 e 9 euro (ingresso giovani per i nati dal 1981). Informazioni: http://www.orchestrasinfonica.rai.it. (connoly, ivor)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scismi e Michael Jones

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2010

Nel Suo articolo “Il peccato contro la carità” apparso sulla rivista nordamericana “Culture Wars” e pubblicato in italiano dal sito Effedieffe.com, Michael Jones afferma che il problema del Concilio Vaticano II non è dottrinale ma soltanto disciplinare e che la volontà di non accettarlo da parte dei tradizionalisti li porterebbe allo scisma, il quale è un “peccato contro la carità”.  Ora vari teologi non “tradizionalisti” in senso stretto hanno constatato recentemente che gli errori e le ambiguità si trovano nella lettera dei Documenti conciliari e non solo nella interpretazione o spirito del Concilio, datane da alcuni teologi ultra progressisti (Küng, Schillebeeckx, Rahner e Metz).  Perciò il cattolico non è obbligato ad accettare le ‘novità’ del Vaticano II e può restare perfettamente cattolico, senza correre verso lo scisma.  A sua volta mons. Brunero Gherardini, direttore della rivista “Divinitas” della Città del Vaticano, ha scritto “Concilio Ecumenico Vaticano II. Un discorso da fare” (Frigento, 2009), in cui espone le contraddizioni tra dottrina cattolica tradizionale e innovazioni conciliari e chiede rispettosamente e fermamente al Papa di rispondere e dirimere la questione impegnando l’infallibilità, tramite un insegnamento dogmatico che definisca e obblighi a credere come divinamente rivelato quanto insegnato.  Non ha ricevuto alcuna risposta, ma neppure nessun rimbrotto o accusa di peccato contro la carità o di spirito scismatico. Lo stesso Gherardini ha scritto un secondo volume nel 2010 “La Tradizione. Vita e giovinezza della Chiesa” (Frigento), in cui ritorna sulle ‘novità’ conciliari e le mette a confronto col concetto cattolico, definito a Trento, di Tradizione divina e divino-apostolica. Idem ut supra: né risposta né reprimenda.
Nel passato prossimo Romano Amerio in Iota unum (Milano-Napoli, 1984) sviscerò le anomalie e le innovazioni della dottrina conciliare rispetto a quella cattolica tradizionale. Anche qui nessuna risposta ufficiale e nessuna censura.
Nel mese di dicembre del 2010 si terrà a Roma, vicino Piazza del S. Uffizio, un incontro teologico di tre giorni per discutere sul significato di “pastoralità” del Vaticano II e per chiedere al Papa una risposta chiara che definisca tale concetto e le sue conseguenze giuridico-morali-dogmatiche, le quali sono ancora molto vaghe.  Vi parteciperanno anche numerosi vescovi con Diocesi o cariche in Curia romana oltre a qualificati teologi. Come si vede la questione del Vaticano II e della sua obbligatorietà è ancora dibattuta ufficialmente in seno alla Chiesa romana.
Se un cronista, un polemista, un politologo o un “filosofo-politico” si mette a fare teologia, che è la più alta e difficile delle scienze in quanto ha come oggetto Dio sub ratione deitatis, rischia i prendere “lucciole per lanterne”, soprattutto se non esprime dubbi, domande, opinioni, ma emette censure irrevocabili e certe, poiché non ha studiato in maniera sistematica e scientifica filosofia e teologia scolastica e non sa esattamente di cosa stia parlando, pur essendo animato da ottime intenzioni. http://www.doncurzionitoglia.com/scismi_e_michael_jones.htm (D. Curzio Nitoglia) (in sintesi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scontro in aula: errata interpretazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 agosto 2010

Lettera al direttore. “Ho avuto modo di leggere sulla versione digitale del quotidiano “La Stampa” e riportata dal sito “Dagospia” in merito all’episodio verificatosi nella giornata di ieri nell’aula di Montecitorio, di un mio presunto commento in merito al sottosegretario Daniela Santanché, che avrebbe fatto scaturire lo “scontro” tra me ed il collega Martinelli. Il riferimento a questi miei presunti commenti mi amareggia profondamente poiché non sono mai stati proferiti dal sottoscritto commenti, illazioni o quant’altro nei confronti di un referente politico che rispetto, malgrado i recenti posizionamenti politici. Quello che si è verificato nella giornata di ieri, ampiamente amplificato dai media, si è limitato ad essere un confronto, sebbene animato, tra due colleghi, dove il livello di tensione sollecitato dai turbamenti politici di questi giorni, ha sollecitato una piccola ma controllata deriva. In ragione di tali aspetti, provvedo a chiedere una repentina rettifica di quanto espresso negli articoli citati, al fine di evitare che si inquadrino in una cornice di frivolezza, questioni di pregnante natura politica.  (On. Aldo Di Biagio)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Imputati in procedimenti penali

Posted by fidest press agency su martedì, 15 giugno 2010

Strasburgo Parlamento europeo 14/6/2010 (attività legislativa dal 14/6 al 18/6) Un tifoso italiano di calcio arrestato in Francia avrà d’ora in poi diritto all’interpretazione durante l’interrogatorio della polizia, del colloquio in tribunale e per le comunicazioni con l’avvocato, se il Parlamento approverà la nuova normativa che garantisce ai cittadini europei l’accesso alla traduzione e all’interpretazione nel caso di processo penale in uno Stato membro diverso da quello d’origine.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Divieto di selezione degli embrioni

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

“La Corte Costituzionale, con l’ordinanza n°97/2010 depositata il 12 marzo, non modifica l’art.13 della Legge 40, e pertanto permane in vigore il divieto di selezione degli embrioni”, dichiara l’Associazione Scienza & Vita. “Ogni interpretazione estensiva è forzata, in quanto l’ordinanza – prosegue Lucio Romano copresidente di Scienza & Vita – dichiara inammissibili le questioni di legittimità sollevate dal Tribunale di Milano in merito sia all’art. 6 (revoca del consenso dopo la fecondazione dell’ovocita) sia all’art. 14 (divieto di crioconservazione e soppressione degli embrioni) e rimanda alla sentenza n.151/2009 che prevedeva la produzione di oltre 3 embrioni e la crioconservazione in caso di pregiudizio della salute della donna”. “Si rilevano comunque tentativi ripetuti di svuotare la Legge 40 – conclude Lucio Romano – così da introdurre derive assistenzialistiche, antropologiche ed etiche non più in grado di assicurare i diritti di tutti i soggetti coinvolti, compreso il concepito”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto di Mario Brunello

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Bologna 1 marzo, alle ore 20.30 presso la Chiesa di Santa Cristina della Fondazza  (Piazzetta Morandi)  Johann Sebastian Bach: Suite n. 5 in do minore BWV 1011 eseguita e raccontata da  Mario Brunello  Bach nella lettura di Brunello: la quinta delle sei serate di Bach Suite, lunedì 1 marzo (alle 20.30) presso la Chiesa di Santa Cristina, accosterà appunto l’esecuzione della quinta Suite in do minore BWV 2011 alla personale riflessione di Mario Brunello sulla propria interpretazione dei capolavori bachiani. Nel pomeriggio dello stesso lunedì 1 marzo, Brunello tornerà a suonare, come già in passato, per i detenuti del carcere della Dozza, mettendo a disposizione la propria arte per condividere un intenso momento musicale e di dialogo; un atto di generosità e di condivisione che i detenuti hanno saputo apprezzare già in occasione del primo incontro, avvenuto tre anni fa. Nella sovrana simmetria e proporzione della suite, Bach inserisce sempre qualcosa di nuovo e unico: dall’invenzione musicale alla tecnica esecutiva, alla stessa accordatura dello strumento. Nella quinta Suite il violoncello è infatti “scordato”, ossia la sua quarta corda (la più acuta) suona un tono sotto la normale accordatura (un sol anziché un la), influendo in tal modo anche sul timbro dello strumento. Mario Brunello partirà dall’esecuzione della Suite n. 5 per raccontare la propria interpretazione bachiana, “scovando” quegli elementi fondamentali fra le note, quelle voci nascoste che ne costituiscono il mistero, e lo spazio speciale riservato alla magia dell’esecuzione. ingresso gratuito
Primo italiano, nel 1986, a vincere il Concorso “Cajkovskij” di Mosca, Mario Brunello è oggi uno dei nomi più significativi del panorama internazionale. Ospite di compagini quali la Philharmonia di Londra, l’Orchestre National de France, la Filarmonica della Scala, la London Philharmonic, è stato diretto da Gergiev, Mehta, Muti, Chailly, Ozawa, Gatti, Chung, Sinopoli. Nel 1994 Brunello fonda l’Orchestra d’Archi Italiana, con la quale anima un’intensa attività in Italia e all’estero. Bach Suite si svolge in contemporanea con la sua nuova incisione dell’integrale bachiana per Egea Records. L’ingresso al concerto, che non prevede intervallo, è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.   (mario brunello)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Étienne Gilson: Le metamorfosi della Città di Dio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2010

Comparso per la prima volta nel 1952, questo volume ripropone il ciclo di lezioni tenute da Gilson presso l’Università di Lovanio e rappresenta a suo dire “l’occasione per un laico di porre una domanda ai teologi”.  Da sant’Agostino a Comte, passando attraverso Ruggero Bacone, Dante, Cusano, Campanella, l’abate di Saint-Pierre e Leibniz, Le metamorfosi della Città di Dio è un brillante excursus che mostra il processo di secolarizzazione dell’idea agostiniana di civitas Dei avviatosi nel Medioevo, che ha condotto nell’età moderna all’elaborazione del concetto di “società universale” degli uomini.  Gilson critica questa trasposizione sul terreno secolare che snatura il pensiero di Agostino, ma è attratto dall’idea di respublica fidelium suggerita dall’interpretazione di Ruggero Bacone. La mancanza di una trattazione teologica esplicita sul concetto di Cristianità e sulla sua relazione con la nozione di Chiesa spinge il filosofo a interrogarsi sulla natura del popolo formato dai credenti sparsi tra le nazioni della terra i cui rapporti temporali sono segnati dalla comune appartenenza a una fede condivisa. Nelle lezioni lovaniensi, Gilson ripercorre lo sviluppo di questo pensiero nell’ottica dell’attualità storica degli anni della costruzione dell’Europa post-bellica. Riluttante a confinare lo “spirito europeo” entro precisi limiti geografici, l’accademico di Francia confessa scetticismo nella possibilità di legittimare il processo di federazione degli stati europei con la nozione ingannevole di “cultura europea” che andava delineandosi in quegli anni e intravede nella rivisitazione dell’idea di Cristianità un possibile alveo in cui costruire la nuova Europa. “C’è chi cerca di dare un corpo all’Europa – scrive – ma di che cosa vivrà questo corpo se non gli danno un’anima?”. Pur rifiutando un’identificazione tra la causa universale della Chiesa e la causa particolare di una civiltà, Gilson ricorda che l’ideale di una società universale non può esimersi dal confronto con la fede cristiana e suggerisce un’idea di Europa che rifugga sia l’errore di immaginarsi come la vera “Città di Dio” depositaria di un senso mistico e di un’investitura messianica che di configurarsi come un mero agglomerato politico guidato da motivi d’interesse condivisi ma che si proponga come punto di sintesi e di unità tra popoli diversi. Cantagalli 2010 Collana I classici cristiani 312 pagine 19,00 Euro

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Movement Torino Music Festival

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2009

Torino 30 e sabato 31 ottobre ’09 Corso Sebastopoli 123 Pala Olimpico Isozaki apertura cancelli ore 21.00 Torna Movement Torino Music Festival, lo show di musica contemporanea e arti visive più amato d’Italia che porta a Torino l’interpretazione europea del Detroit Electronic Music Festival (DEMF).  Alla sua IV edizione, Movement Torino Music Festival continua a esaltare il proprio pubblico trasformando gli spazi della Torino Olimpica in splendide location dove la creatività contemporanea trova casa: uno spirito che si rinnova dal 15 dicembre 2006, quando Movement celebrava, uscendo per la prima volta dagli Stati Uniti, la chiusura delle Olimpiadi Invernali di Torino.  Come ogni anno Movement Torino Music Festival associa il suo svolgimento alla festa di Halloween ma per questa edizione raddoppia gli appuntamenti per estendersi a due serate, un vero week end all’insegna della musica elettronica che lascia senza fiato: venerdì 30 e sabato 31 ottobre una carrellata di artisti da urlo si esibiranno nella splendida location del Pala Olimpico Isozaki uniti sotto la sigla Movement Torino. A dimostrazione dell’importanza del festival per l’Italia, questa edizione ha per testimonial un personaggio d’eccezione, il giovane e brillante attore Luca Argentero, torinese doc e da sempre ospite della manifestazione. La presenza di Luca Argentero, stella del cinema italiano in continua ascesa, rappresenta al meglio il genius loci della Torino contemporanea, città in continua evoluzione, internazionale e locale insieme, sempre attiva a nutrire i propri rapporti con l’estero e il resto d’Italia con entusiasmo. Tra gli artisti di Movement ‘09, Derrick May, Ricardo Villalobos, Luciano, Stacey Pullen, Krakatoa, Hugo, Phil Weeks, Michel Cleis, senza dimenticare Krakatoa, la musica live di A Mountain Of One e Motel Connection, fino ad arrivare in esclusiva allo show del re della minimal, il dj canadese Richie Hawtin. A scaldare l’atmosfera, l’opening party del festival giovedì 29 ottobre, ai Magazzini Giancarlo, protagonisti della serata il duo di dj torinesi U-Smoke, apprezzati autori e resident della serata Electrochic, Dj Gambo, Dj Torpez con la sua selezione di deep cosmic e house music e Omar S, uno dei dj storici della scena di Detroit, la cui avventura artistica è legata fortemente all’origine di questi suoni e alla città, cruciale sulla mappa dei suoni elettronici. Alex Omar Smith, questo il vero nome, mixa e assembla con classe l’ingresso nel fine settimana di Movement.   E per chi non è mai stanco, Movement organizzerà un afterparty al Jam Club dei Murazzi con guest star a sorpresa dalle 6.00 alle 12.00 del mattino!

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mariano Villalta Lapayes in mostra

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 ottobre 2009

marianoPerugia  da sabato 3 ottobre (fino al 31 ottobre 2009) Borgo XX giugno 41/43 – 06121 “Il Gianicolo” Galleria d’Arte ospita una selezione di opere su carta realizzate dal maestro spagnolo Mariano Villalta Lapayes (1928-1984) nei suoi ultimi venti anni di attività.   La dimensione del reale è infatti, di questi lavori, un indispensabile sottinteso che l’artista supera con una interpretazione nichilista quasi a voler suggerire con la forza dell’arte le verità più spinose che la realtà cela e nega. E l’impalpabile alone di passione e morte che aleggia in questi agili manufatti altro non è che l’effetto di questa intenzione, che porta l’artista a dipingere frequentemente lo spazio vuoto quasi con la stessa consistenza fisica delle figure e degli oggetti in esso contenuti. Non si tratta della dimostrazione, insostenibile, della comune sostanza delle cose, ma piuttosto dell’angosciata profezia che annuncia la fatale condanna universale al nulla indistinto. Dal testo in catalogo di Andrea Romoli Barberini (mariano)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival Verdi 2009

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2009

Cattedrale di Parma giovedì 1, sabato 3 ottobre 2009, ore 20.00 Insigne Chiesa Collegiata di San Bartolomeo Apostolo, Busseto lunedì 28 settembre 2009, ore 20.30 – prova aperta, domenica 4 ottobre 2009, ore 20.30. Sarà Lorin Maazel a sostituire Yuri Temirkanov, impossibilitato a raggiungere Parma per un’improvvisa indisposizione, sul podio della Messa da Requiem che apre l’intenso calendario di eventi musicali del Festival Verdi 2009. Nella meravigliosa Cattedrale di Parma, Lorin Maazel, per la prima volta alla guida dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio di Parma, darà la sua interpretazione del capolavoro sacro verdiano con un quartetto d’eccezione formato da Svetla Vassileva, Daniela Barcellona, Francesco Meli, Alexander Vinogradov. A sancire l’indissolubile legame del Festival Verdi con Busseto, la Messa da Requiem sarà presentata anche a Busseto nella cornice, carica di memorie verdiane.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tassa rifiuti a Roma: nessun aumento

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2009

“La notizia dell’aumento della Ta.Ri (Tassa rifiuti) è destituita di fondamento. Sottolineo, inoltre, che le valutazioni in merito, così come i contenuti finali del Documento di Programmazione Finanziaria del Comune di Roma per il triennio 2010-2012, saranno comunque resi noti solo dopo la concertazione con i Municipi e le componenti economico-sociali della città. Per quanto riguarda, in particolare, la Tari, quanto riportato dal quotidiano “La Repubblica” non solo è privo di fondamento, perchè non esiste nel Dpf alcuna ipotesi di aumento, ma rivela nei fatti una errata interpretazione che la giornalista dà al significato di “progressività”. Questo termine per il linguaggio giuridico ed economico non significa “aumento del prelievo nel tempo”, bensì indica il principio per cui il prelievo tariffario deve gravare meno sulle fasce economicamente più fragili della collettività”. Lo ha dichiarato l’assessore al Bilnacio del Comune di Roma, Maurizio Leo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una riforma per il Servizio civile nazionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Approvato dal Consiglio dei Ministri del 3 settembre uno schema di disegno di legge che delega il Governo alla redazione di un testo unico in materia di Servizio civile nazionale. Obiettivo: riorganizzare ed aggiornare l’attuale normativa in armonia con il chiarimento della Corte Costituzionale che, nel 2004, ha individuato nel principio costituzionale di difesa della Patria anche le attività di impegno sociale non armato. La normativa prevede dunque la definizione di interventi che consentano di superare un’interpretazione non più attuale del Servizio civile e soprattutto di prendere atto delle nuove esigenze: ripartire adeguatamente la materia fra i livelli di governo statale, regionale e provinciale; delineare lo status del giovane impegnato nel servizio; rivedere l’orario, articolandone la durata. Non solo il valore di un impegno in attività sociali e civili, ma anche un’occasione preziosa per i giovani che, proprio nel Servizio civile, possono capitalizzare: “Un’esperienza capace di rafforzare la coesione sociale”, ha dichiarato il Sottosegretario Giovanardi, sottolineando, in particolare, l’importanza di stimolare la domanda di accesso anche nelle aree del Paese dove è minore la diffusione di questo Servizio. La distribuzione territoriale del Servizio civile, infatti, risulta più carente al Nord rispetto al Centro e, soprattutto, al Sud d’Italia, ed è per questo che la riforma propone la mobilità interregionale. Nel disegno di legge, anche il miglioramento del sistema di accreditamento degli enti e di valutazione dei progetti: verranno individuati infatti criteri di priorità a favore di quei progetti finalizzati all’assistenza a categorie di persone particolarmente svantaggiate. Dossier “Una riforma per il Servizio civile nazionale”

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2° Concorso fotografico

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2009

Estate nel Parco Nazionale Gran Paradiso, un’opportunità in più per tutti coloro che visitano l’area protetta in questi giorni è partecipare al secondo concorso fotografico promosso dal Parco Nazionale Gran Paradiso; quest’anno i temi proposti sono due: “movimento e azione” inteso come attimi di vita delle specie animali e vegetali in relazione al movimento in tutte le sue possibili interpretazioni, e “ambienti, piante e animali tra vento pioggia e sole” come rapporto tra gli agenti atmosferici e la biodiversità. Luciano Ramires, guardaparco e fotografo professionista, nonché membro della giuria spiega: “Quest’anno si è posto l’accento su due aspetti forse poco indagati normalmente: da un lato il movimento in ogni sua sfaccettatura e interpretazione, dall’altro la relazione tra agenti atmosferici e piante o animali dell’area protetta. Saper cogliere l’attimo è una caratteristica essenziale della fotografia, e in questo concorso sarà possibile per i partecipanti esprimere le emozioni provate nel Parco e farle vivere agli altri attraverso i propri scatti”. Il concorso è aperto a tutti gli appassionati di fotografia, anche non professionisti; gli autori dovranno inviare non più di 4 opere per tema, a colori o in bianco e nero. E’ lasciata la più ampia libertà d’interpretazione limitatamente ai temi proposti; condizione necessaria per l’ammissione al concorso è che le immagini siano scattate all’interno dei confini del Parco Nazionale Gran Paradiso. Per i primi tre vincitori sono previsti premi come un viaggio in Marocco, una macchina fotografica digitale e abbigliamento da montagna, oltre alla possibilità di vedere le proprie foto pubblicate sul sito http://www.pngp.it, sulla pagina ufficiale del Parco su Facebook  e sulla rivista “Voci del Parco”. L’iscrizione al concorso dovrà avvenire tramite la compilazione della scheda di partecipazione, disponibile assieme al regolamento integrale sul sito http://www.pngp.it, che dovrà essere spedita o consegnata insieme al materiale fotografico alla segreteria dell’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso presso la sede di Torino di Via della Rocca, 47 – 10123 Torino o quella di Aosta, Via Losanna 5 – 11100 Aosta, entro il 30 settembre 2009. http://www.pngp.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Canta e balla con noi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2009

Battaglia Terme PD 3 luglio 2009 ore 21.15 ai Giardini di Villa Selvatico Sartori, viale Sant’Elena è lo spettacolo divertente e allegro offerto dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Padova, in collaborazione con il Comune di Battaglia Terme, all’interno della Quattordicesima rassegna “Villeggiando – tra musica, teatro e danza nelle ville e nelle piazze del padovano”.  Con soli tre euro all’insegna del divertimento si potrà trascorrere un’entusiasmante serata in una cornice davvero eccezionale perché lo splendido Parco della Villa Selvatico verrà aperto e attrezzato per l’occasione. Si canteranno le più belle canzoni degli anni ‘70 e ‘80 proposte dalle straordinarie voci di Chiara LUPPI, apprezzata in Giulietta e Romeo di Cocciante, Vittorio Matteucci, reduce dal successo di Dracula e Dante molto noto al pubblico per la sua interpretazione di Frollo in Notre Dame de Paris e interpretate dai ballerini della Compagnia Padova Danza.  Il pubblico verrà coinvolto in balli e canti trascinato dalle indimenticabili canzoni dei Village People e dei The Trammps, ma non mancheranno i mitici Abba, inoltre in scaletta le più belle canzoni di Tina Turner, Wham, Lionel Richie, Diana Ross, Earth Wind and Fire, Donna Summer, Sister Sledge. Non mancherà inoltre un omaggio agli artisti italiani Alan Sorrenti, Renato Zero e Raffaella Carrà. Il ricavato sarà totalmente devoluto in progetti di solidarietà sociale. Coreografie di Gabriella Furlan Malvezzi Presenta la serata Wendy Raro

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »