Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘interventi’

Interventi urgenti contro le promozioni illecite

Posted by fidest press agency su martedì, 26 ottobre 2021

Il Garante della Privacy ha multato Sky Italia per 3 milioni e 200mila euro per aver svolto attività promozionale illecita, in particolare attraverso telefonate a scopo commerciale senza fornire ai destinatari una adeguata informativa e senza acquisirne il consenso al trattamento dei dati personali. Sky ha utilizzato liste di nominativi e recapiti acquisite da altre società, omettendo di verificare che gli utenti non avessero già espresso la propria contrarietà a ricevere telefonate a scopo pubblicitario.L’episodio dimostra ancora una volta che il problema del telemarketing selvaggio necessita di interventi incisivi e rapidi, da troppo tempo rinviati. Già da mesi avrebbe dovuto essere approvato il Regolamento Applicativo del nuovo Registro delle Opposizioni, che tuttavia sembra essersi arenato nel pantano della burocrazia. Peraltro anche la nuova normativa non è esente da criticità, che abbiamo già evidenziato a suo tempo: nonostante sia positiva l’estensione del Registro anche alle numerazioni non inserite negli elenchi telefonici pubblici e alla telefonia mobile, il testo presenta delle lacune – in particolare in merito alla cancellazione dei consensi rilasciati dall’utente al trattamento dei dati a fini commerciali – che rischiano di penalizzarne l’efficacia.L’intervento dell’Authority è certamente apprezzabile ma l’esperienza, in questo e in altri settori, ha dimostrato che le sanzioni ex post da sole servono a poco. Quello che serve veramente, invece, è una normativa efficace, con sanzioni adeguate che fungano da concreto deterrente contro tali pratiche. È del tutto inammissibile che gli utenti siano ancora in balìa delle condotte scorrette di aziende che non si fanno scrupolo di violare i diritti dei consumatori.Come Federconsumatori continuiamo a batterci perché il Registro delle Opposizioni venga corretto in modo da tutelare efficacemente i cittadini: sollecitiamo quindi il rapido svolgimento della fase di consultazione con le Associazione dei Consumatori – prevista e non ancora svolta – e la successiva celere approvazione di un Regolamento che sia finalmente completo ed efficace. Al contempo riteniamo sia necessario inasprire le sanzioni, fino ad arrivare alla sospensione della possibilità di operare nel mercato, per chi viola sistematicamente i diritti degli utenti.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Michel Houellebecq: Interventi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Collana i Fari, pp. 478, 22 euro Editore: La Nave di Teseo. Per l’ultima volta, Houellebecq torna con le sue riflessioni – dissacranti, corrosive, controcorrente – sul mondo in cui viviamo, sui tempi e sul tempo, sul conformismo che impera, sulla tecnologia. Dall’8 luglio in libreria anche la nuova edizione di Le particelle elementari, probabilmente il suo capolavoro. Il 2 luglio l’autore sarà ospite della Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, in un incontro dal titolo A che cosa servono gli uomini? (ore 21, Cortile di Palazzo Reale, Milano).“Con questo libro non prometto assolutamente di smettere di pensare, ma almeno di smetterla di comunicare i miei pensieri e le mie opinioni, tranne in eventuali casi di grave emergenza morale – ad esempio una legalizzazione dell’eutanasia. Anche se non voglio essere un ‘artista impegnato’, ho cercato in questi testi di persuadere i miei lettori della validità dei miei punti di vista, qualche volta sul piano politico, ma più spesso su diversi ‘temi sociali’, qualche volta su temi letterari. Non ci sarà una nuova edizione ampliata di questo libro. Ho cercato di classificare questi ‘interventi’ in ordine cronologico, per quanto ricordassi delle date. L’esistenza almeno apparente del tempo è sempre stata una grande fonte di fastidio per me; ma si è acquisita l’abitudine di vedere le cose in questi termini. Per questa volta, quindi, mi adatto.” – Michel Houellebecq

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Chirurgia estetica, gli interventi più richiesti: seno, occhi, naso e girovita

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2021

Seno, occhi, riduzione del grasso, naso e girovita. La chirurgia estetica in Italia conferma le sue “preferenze” secondo le statistiche internazionali dell’ISAPS, la società internazionale di chirurgia plastica estetica. Una tendenza che è rimasta anche nell’anno della pandemia quando, nonostante l’emergenza sanitaria, il ricorso al chirurgo estetico ha “tenuto”, grazie anche a protocolli di sicurezza applicati con rigore. «A fronte di un calo abbastanza significativo per i trattamenti di medicina estetica, dal mio osservatorio ho registrato un certa tenuta delle richieste per gli interventi estetici», afferma Patrizia Gilardino, chirurgo estetico di Milano. «Alle mastoplastiche additive, che sono rimaste l’intervento più richiesto insieme con le blefaroplastiche, una conferma è arrivata dalle liposuzioni, dalle rinoplastiche e dalle addominoplastiche». Una “top five” che rispecchia quanto rilevato anche dall’ISAPS nelle statistiche 2019 che sono state recentemente pubblicate. Interventi diversi che però sono accomunati da un unico approccio: «La naturalezza». Spiega Gilardino: «Sono sempre meno le richieste per risultati che possono apparire come innaturali o eccessivi. Sempre più quanti optano per risultati migliorativi, nel rispetto degli equilibri e delle forme del proprio corpo». Addio quindi a quinte e seste misure di seno? «La struttura fisica della paziente è il punto di riferimento per un intervento di mastoplastica additiva», prosegue la specialista. «Non bisogna esagerare, anche per non rischiare di incorrere in complicazioni successive: ad esempio, l’uso di protesi troppo grandi – e pesanti – potrebbe dare delle problemi di postura e alla colonna vertebrale. Anche se oggi sono disponibili protesi più leggere che in passato, l’approccio è e rimane comunque più conservativo».
Se per l’area degli occhi, quindi le blefaroplastiche, sostanzialmente la naturalezza del risultato è sempre stato il punto di riferimento, non così per il rimodellamento del naso. «Al di là dei problemi di carattere funzionale, oggi a una rinoplastica si chiede che migliori l’aspetto, senza però rendere evidente l’intervento. Anche in questo caso, il risultato deve essere in armonia con le proporzioni del viso».Sulla liposuzione, Gilardino è categorica: «Se il problema è il sovrappeso, la strada da seguire deve iniziare con una dieta e con stili di vita sani e regolari; non certo con un intervento chirurgico», sottolinea. «Anche in questo caso però, un intervento di liposuzione deve avere come risultato l’armonia delle forme, quindi si andrà a togliere gli accumuli di grasso che alterano questo equilibrio. L’obiettivo non è la magrezza, ma l’armonia.A completare la “top five” degli interventi più richiesti, c’è l’addominoplastica. «È un intervento che mira alla riduzione della pelle in eccesso nella zona del girovita. Situazioni che riguardano pazienti che hanno avuto un’importante perdita di peso, oppure in seguito a gravidanze. Anche qui, la naturalezza del risultato è il punto di riferimento: si tratta infatti di togliere quanto in eccesso per restituire l’equilibrio delle forme».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Interventi di ristoro specifici per il settore sciistico”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2021

Roma – “Ieri mattina, assieme ad Antonio Misiani e grazie ai colleghi parlamentari Claudia Porchietto, Silvia Fregolent e Dario Bond, abbiamo incontrato alcuni rappresentanti del settore sciistico, dagli impianti di risalita agli insegnanti di SCI, dalle scuole ad una parte importante dell’indotto.Ci siamo confrontati su come sostenere il settore, per delineare il miglior approccio utile a definire subito un sostegno concreto. Abbiamo anche analizzato le modalità con cui gli altri Paesi europei hanno affrontato le forti perdite di questa stagione. È stata un’importante occasione di confronto, per conoscere a pieno i problemi di una filiera che lavora quasi esclusivamente d’inverno e che quindi, non era stata particolarmente interessata dalle precedenti limitazioni.All’interno del prossimo Decreto “Ristori”, a cui stiamo già lavorando, potrebbero già rientrare alcuni interventi di ristoro specifici, che tengano proprio conto della particolarità del settore e del ruolo strategico che riveste anche per il turismo invernale e sportivo.A livello parlamentare, poi, dovremo affrontare, già in conversione del Decreto Milleproroghe, anche il tema delle scadenze tecniche legate agli impianti, tutelando la sicurezza di tutti. Dobbiamo continuare a garantire, a tutte le imprese, gli strumenti necessari per superare questa crisi. È un dovere, non solo morale”. Lo scrive, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Draghi: Interventi su misura per i diversi contesti

Posted by fidest press agency su martedì, 15 dicembre 2020

“C’è un passo in più che dobbiamo compiere, in linea con quello che stiamo facendo in questi mesi e anche con alcuni spunti che emergono dal rapporto pubblicato ieri dal G30. Questo passo va nella direzione di interventi ancora più mirati, utili ad evitare un lungo periodo di stagnazione. Interventi su misura per i diversi contesti.Ci sono dei passaggi molto veri e interessanti nel documento prodotto dal comitato co-presieduto da Mario Draghi. Su molti di questi, come Governo, stiamo lavorando.Durante l’emergenza Covid sono sorti problemi di liquidità e la crisi ha danneggiato anche imprese che prima della pandemia erano sane. Siamo intervenuti tempestivamente in questa direzione, e stiamo rifinanziando le misure in Legge di Bilancio. Ora non dobbiamo disperdere tutte queste risorse. Le imprese devono essere aiutate a guardare avanti, a programmare il post-Covid, ed a realizzare i loro piani di ripartenza, se necessario anche con l’intervento del settore privato, che passi pure da una rinnovata internazionalizzazione ed un piano straordinario per il Made in Italy, che può contribuire ad una importante crescita soprattutto della piccola e media impresa.Un nuovo pacchetto di norme “Salva Imprese” è già pronto, per dargli tempo di riorganizzarsi, semplificando anche le modalità per accedere ai piani di risanamento e ai concordati.Con l’arrivo del vaccino, gradualmente, usciremo dalla fase di emergenza e entreremo in una fase nuova, completamente diversa. Dobbiamo farci trovare pronti, come Sistema Paese. E la sinergia pubblico-privato è fondamentale”.Così, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporto pubblico: “Urgono interventi straordinari”

Posted by fidest press agency su domenica, 6 dicembre 2020

Si è svolto il Consiglio Nazionale della Faisa-Cisal in cui sono state affrontate compiutamente le tematiche contemporanee che riguardano il mondo della mobilità delle persone. Un settore fortemente condizionato dalla pandemia.Nel corso del dibattito, aperto dalla relazione del Segretario Generale, Mauro Mongelli, si è evidenziato come la contrazione della capienza massima dei mezzi di trasporto al 50%, misura evidentemente non contestabile considerato l’elevato orientamento alla salvaguardia della salute dei passeggeri e del personale in servizio, porta con sé la conseguenza di determinare un profondo cambiamento della struttura dei ricavi delle aziende dell’intero settore.Per la Faisa Cisal appare del tutto evidente che sia necessaria una imponente azione di ammodernamento ed implementazione delle risorse e degli investimenti da destinare al trasporto delle persone in Italia a meno che non si sia orientati a scaricare tali gravosi costi aggiuntivi sulle famiglie italiane fruitrici di tali servizi. L’intero sistema italiano delle mobilità delle persone, in particolare nelle città di medie/grandi dimensioni, sarà obbligato, pena il suo mantenimento in vita, a traguardare un cambiamento epocale, un nuovo paradigma riformatore che dovrà necessariamente prevedere il pieno coinvolgimento delle rappresentanze dei lavoratori.Risulta altrettanto determinante per la federazione come sia necessaria una nuova programmazione dei servizi, ripetutamente richiesta nel corso dei mesi, atta a determinare un effettivo miglioramento dell’offerta alla cittadinanza. Sotto questo punto di vista – ha spiegato Mongelli – “assistiamo a dichiarazioni di esponenti del governo che trattano materie di competenza di altri dicasteri, tralasciando magari quelle proprie; recenti le dichiarazioni, attribuite al Ministro dei Trasporti e Infrastrutture, che, esortando la riapertura degli istituiti scolastici anche il sabato e la domenica, proposta che non sta a noi commentare, hanno alimentato un vivace dibattito in previsione della riapertura delle scuole.Immaginando che il Ministro si riferisse al sistema dei trasporti quando ha sostenuto che, le scuole vanno riaperte quando ci sono le condizioni per riaprirle – ha sottolineato ancora Mongelli – crediamo fortemente, invece, che quelle condizioni vadano immediatamente ripristinate, con interventi finanziari straordinari tangibili, che consentano misure eccezionali programmate e risolutive, sicuramente anche con il concorso di altri dicasteri, Enti Locali e portatori di interessi». Per la Faisa Cisal i primi interventi, necessari ad un reale cambio di paradigma, sono certamente l’aggiornamento, di concerto con le organizzazioni sindacali firmatarie del CCNL di categoria, del Protocollo contro la diffusione del Covid-19 che dovrà prevedere anche l’inserimento di un controllo periodico, nonché la possibilità di accedere alla somministrazione gratuita del vaccino per i lavoratori che hanno il compito di garantire un servizio essenziale per i cittadini e per l’economia. Altresì importante risulta essere il rapido rinnovo del CCNL di settore, scaduto oramai già da tre anni, quale elemento funzionale ad un corretto assetto di relazioni industriali e regolatore dei miglioramenti che il settore necessita.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Interventi di contrasto alla diffusione del Covid-19 negli istituti

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Tra i documenti si evidenzia l’importanza dell’indizione dei Tavoli Permanenti Regionali che risultano, spesso, non convocati in maniera efficace in diverse regioni. In particolare per il settore scuola pubblica, i tavoli relativi al protocollo del 6 agosto 2020 dovrebbe coinvolgere numerosi enti locali e privati. “Si ha contezza che in alcune regioni il Tavolo permanente è stato disertato da enti e parti direttamente coinvolti, e in alcuni casi non sono stati convocate le parti sottoscrittrici dei protocolli estivi – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – fermo restando che non è il periodo di fermare i lavori dei tavoli avviati; gli organi di Governo, e in particolare il ministero, devono dare indicazioni chiare su chi deve partecipare ai tavoli e su come devono venire indetti”. Ecco gli argomenti più frequentemente richiesti Rendicontazione: il 40% delle domande vertono sui chiarimenti sulla gestione dei fondi destinati dall’art 231 del DL 34/2020. Arredi: nel 10% delle domande gli istituti chiedono chiarimenti sul tipo di arredi da utilizzare, in particolare nell’attesa dei banchi monoposto. Mascherine e gel: l’8% delle domande riguardano i casi limite, in particolare su quanti non vogliano indossare i DPI e, ancor più cogenti, gli studenti di 5 anni che compiono 6 anni all’interno dell’anno scolastico. Rilevazione, spazi e contagi: l’8% delle richieste pervenute al HDAC riguardano le modalità di rilevazione dei casi sospetti e la destinazione e gestione degli spazi scolastici, in particolare aula covid. Utilizzo dei fondi: il 6% dei quesiti riguardano i limiti, in particolare la scadenza del 30 di settembre, per l’avvio dei piani di spesa dei fondi dell’art 231. Categorie merceologiche: il 5% dei quesiti fino a questo momento verte sulle categorie di beni acquistabili coi fondi covid. CUP: il 3% dei quesiti vertono sulla necessità o meno del Codice Unico di Progetto per i piani di spesa. Organico COVID: solo l’1% dei quesiti sulla formazione e utilizzo dell’organico aggiuntivo. Altri quesiti: 15% di domande di varia natura tra cui quarantena, gestione casi sospetti, mense, certificati medici.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro: Serracchiani, coordinare interventi tra legislazioni Ue

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2020

“L’emergenza pandemica ha esacerbato le disuguaglianze e ha impoverito le nostre famiglie: sono necessari interventi coordinati tra le legislazioni europee”. Lo ha detto oggi la presidente della commissione Lavoro della Camera Debora Serracchiani, intervenendo alla Conferenza interparlamentare sul tema “Per un’Europa sociale ed equa” promossa dalle commissioni Lavoro e affari sociali e Sviluppo e cooperazione economica del Bundestag, nell’ambito della presidenza tedesca del Consiglio dell’Ue. Illustrando gli “strumenti messi a punto in Italia per aiutare le famiglie, i lavoratori e le imprese nell’emergenza pandemica”, Serracchiani ha citato il divieto di licenziamento e “l’ampliamento della protezione sociale attraverso l’estensione degli ammortizzatori sociali ai lavoratori autonomi”. Tra le riforme in corso di elaborazione, la parlamentare ha indicato la previsione di “un ammortizzatore sociale universale” e di un “salario minimo”, in sintonia con quanto deliberato dalla Commissione europea. A proposito degli effetti del lockdown sulle donne, Serracchiani ha segnalato la scomparsa di 470mila posti di lavoro pari al 55,9% del totale e la crescita del numero delle donne che “lasciano il lavoro o rinunciano a cercarlo”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ortopedici: 35mila interventi rinviati a causa Covid-19

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2020

Ridefinire le liste di attesa con riduzione dei tempi e regolamentazione dei flussi all’interno degli ospedali; riorganizzare il rapporto di partnership tra pubblico e privato con il coinvolgimento di tutte le strutture disponibili del territorio nazionale; aumentare gli investimenti con adozione di nuove tecnologie per alzare gli standard di assistenza.Questi alcuni dei temi al centro del Virtual SIOT 2020, il Congresso della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT) in programma il 6 e il 7 novembre, che riunisce oltre 2000 partecipanti in tutta Italia tra specialisti, specializzandi e operatori del settore, con 110 faculty, 12 sessioni, 52 relazioni e 50 espositori. Il mondo dell’ortopedia italiana a confronto per fare il punto alla luce della situazione sanitaria nazionale che ha avuto e sta avendo conseguenze sulla gestione dell’assistenza medica ai pazienti ortopedici, alle prestazioni ambulatoriali e agli interventi chirurgici.Nel corso del 2020, infatti, nella fase 1 della Pandemia da COVID-19 sono stati rinviati e riprogrammati in tutta Italia circa 35 mila interventi ortopedici, mentre le liste di attesa per assistenza ambulatoriale e chirurgica si sono allungate fino a sei mesi, con garanzia di intervento per i soli casi urgenti. Alla drastica riduzione dei posti letto nei reparti di ortopedia degli ospedali italiani a beneficio dei pazienti COVID, si aggiunge a tutt’oggi il rischio di disattendere la soglia delle 48 ore per trattamento dei pazienti fragili come previsto dai protocolli di intervento. Questo è dovuto alle possibili difficoltà dovute sia alla carenza di posti nelle terapie intensive, sia ad una più complicata gestione della fase post-operatoria. Altro argomento rilevante che sarà trattato durante il Virtual SIOT quello delle infezioni post operatorie: ogni anno in Italia si eseguono 200 mila interventi di protesi articolari, al 2% dei quali consegue un’infezione in caso di primo impianto, che sale all’8-10% nei casi di revisione.“Quello delle infezioni post operatorie è un dato in crescita – spiega il dott. Alberto Momoli – sia per il sempre più elevato numero di interventi che siamo in grado di realizzare, sia a causa del fenomeno della farmaco resistenza legato alla somministrazione di antibiotici. La SIOT ha emanato le proprie linee guida pubblicate sulla rivista della società, sposando quelle internazionali redatte in occasione della Consensus di Philadelphia del 2019. Nell’ambito di questo incontro virtuale, inoltre, promuoveremo un confronto tra le tutte le esperienze per una verifica dello stato di applicazione di questi protocolli”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recrudescenza del coronavirus: interventi della Commissione Europea

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2020

Bruxelles Concretamente le misure mirano a comprendere meglio la diffusione del virus e l’efficacia della risposta, a intensificare i test mirati, a rafforzare il tracciamento dei contatti, a migliorare i preparativi per le campagne di vaccinazione e a mantenere l’accesso a forniture essenziali come le attrezzature per la vaccinazione, garantendo nel contempo la circolazione di tutte le merci nel mercato unico e agevolando la sicurezza degli spostamenti. Ciò avviene alla vigilia della riunione virtuale che si terrà il 29 ottobre tra i leader europei sul coordinamento in risposta alla COVID-19, in seguito al Consiglio europeo del 15 ottobre. Anche se gli Stati membri sono più preparati e meglio coordinati rispetto ai primi mesi della pandemia, i cittadini, le famiglie e le comunità in tutta Europa sono tuttora alle prese con una minaccia senza precedenti alla loro salute e al loro benessere. È fondamentale garantire informazioni accurate, complete e tempestive sui dati epidemiologici, sui test, sul tracciamento dei contatti e sulla sorveglianza della salute pubblica per ricostruire le modalità di diffusione del coronavirus a livello regionale e nazionale. Per migliorare la condivisione dei dati a livello di UE, la Commissione invita gli Stati membri a fornire tutti i dati necessari al Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e alla Commissione stessa.I test sono uno strumento decisivo per rallentare la diffusione del coronavirus. A chi viaggia dovrebbe essere offerta la possibilità di sottoporsi a test all’arrivo qualora gli Stati membri impongano l’obbligo di un test preventivo all’ingresso nel paese e non esistano le capacità di effettuare test sui viaggiatori asintomatici nel paese di partenza. Se per una qualsiasi attività sarà imposto o raccomandato un test negativo alla COVID-19, sarà essenziale il riconoscimento reciproco dei test, soprattutto in rapporto agli spostamenti.Le app di tracciamento dei contatti e di allerta aiutano a spezzare le catene di trasmissione. Lo sviluppo di vaccini sicuri ed efficaci e la copertura vaccinale con tali vaccini rappresentano uno sforzo prioritario per porre rapidamente fine alla crisi. Una comunicazione chiara è essenziale per il successo della risposta di sanità pubblica, in quanto i risultati dipendono in larga misura dal rispetto delle raccomandazioni sanitarie da parte della popolazione. Dall’inizio della pandemia l’UE sostiene i produttori per garantire la disponibilità di attrezzature mediche e farmaci essenziali.La libera circolazione all’interno dell’UE e lo spazio Schengen senza frontiere costituiscono un successo riconosciuto dell’integrazione europea; la Commissione è impegnata a garantire che gli spostamenti all’interno dell’Europa siano sicuri sia per chi viaggia sia per gli altri cittadini. La Commissione invita gli Stati membri ad applicare appieno la raccomandazione adottata dal Consiglio per un approccio coordinato alla limitazione della libertà di circolazione. Un progetto pilota previsto per il mese prossimo consentirà agli Stati membri di prepararsi all’introduzione e all’uso di un unico modulo digitale UE per la localizzazione dei passeggeri nel pieno rispetto della protezione dei dati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Interventi nei campi delle strutture irrigue

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2020

Risponde, con positivo entusiasmo, Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), alla notizia dell’approvazione del bando di selezione delle proposte progettuali (a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020) di “interventi, con rilevanza nazionale, nei campi delle infrastrutture irrigue, bonifica idraulica, difesa dalle esondazioni, bacini di accumulo e programmi collegati di assistenza tecnica e consulenza”. La dotazione finanziaria è di circa 86 milioni di euro, di cui l’80% (83 milioni di euro) in quota Sud e il 20% (2,5 milioni di euro) in quota Centronord.“E’ una straordinaria opportunità di crescita, soprattutto per il Meridione che, troppe volte, non ha saputo compiutamente cogliere analoghe occasioni – sottolinea Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – Per questo ci appelliamo alle autorità di ogni Regione, affinché mettano i Consorzi di bonifica nelle migliori condizioni per dispiegare le grandi professionalità ed esperienze, che racchiudono.” Il bando è rivolto agli enti irrigui per interventi , che dovranno riguardare infrastrutture d’irrigazione esclusivamente collettiva, la cui rilevanza strategica sarà valutata in base alle finalità ambientali ed economiche. “Da tempo – prosegue il DG di ANBI – siamo impegnati nel coniugare efficienza irrigua e servizi ecosistemici per l’ambiente; un’ulteriore testimonianza si avrà nella giornata inaugurale di “Macfrut Digital” (8 Settembre p.v.), quando nel corso di un webinar presenteremo l’anteprima del progetto Goccia Verde per la certificazione della sostenibilità idrica dei territori agricoli.” “Ringraziamo la Ministra dell’Agricoltura, Bellanova – conclude Vincenzi – perché, con l’approvazione di questo bando, sono state impegnate quasi tutte le risorse dedicate all’irrigazione dal Programma Operativo Agricoltura; l’obbiettivo comune è incrementare la resilienza dei territori di fronte ai cambiamenti climatici, migliorandone l’infrastrutturazione idraulica e sostenendo la competitività del comparto agroalimentare italiano verso un nuovo futuro verde per il Paese.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ortopedia: semaforo verde per visite ambulatoriali e interventi semi-urgenti

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Maggio 2020

Appuntamenti rispettosi del distanziamento sociale, diminuzione della frequenza delle visite e più tempo tra un paziente e l’altro. Sì a interventi di artroprotesi (anca/ginocchio/spalla/gomito/caviglia), di chirurgia vertebrale (ad es. laminectomia, artrodesi) e altre procedure elettive a carattere semi-urgente.Non solo traumi e interventi urgenti dunque, sempre garantiti anche durante il lockdown e nei momenti di più intensa crescita della pandemia di COVID-19.L’accesso agli ambulatori sarà consentito finalmente grazie all’adozione delle nuove linee guida redatte proprio per garantire la massima sicurezza sia ai pazienti che al personale medico e sanitario: appuntamenti programmati in linea con i principi di distanziamento fisico, con meno pazienti, ma con sessioni ambulatoriali più frequenti e più lunghe. Sono previsti, inoltre, percorsi dedicati per quei pazienti che giungono in Pronto Soccorso per problemi o traumi muscolo-scheletrici minori. Si farà infine ricorso minimo agli esami radiologici e altri metodi di indagine per avere il minor impatto possibile sulle strutture.Per le procedure elettive a carattere semi-urgente, sarà demandato ad un comitato formato da professionisti di area perioperatoria di ciascun Centro (rappresentanti di chirurgia, anestesia e assistenza infermieristica) stabilire i criteri di accesso all’intervento per quei pazienti ritenuti idonei (più urgenti) al trattamento chirurgico. L’accesso all’intervento terrà conto delle caratteristiche del paziente, della patologia e dei benefici attesi rispetto ai rischi legati al contagio del COVID-19.Fatte salve tutte le condizioni di semi-urgenza e sicurezza, nel corso della Fase 2 sarà possibile ripristinare gli interventi di artroprotesi (anca/ginocchio/spalla/gomito/caviglia) per patologie croniche degenerative, quelli di chirurgia elettiva vertebrale (ad es. laminectomia, artrodesi) per patologie degenerative del rachide, osteosintesi di fratture chiuse inveterate, interventi per sindromi da compressione neurologica cronica (ad es. tunnel carpale) e interventi di traumatologia dello sport.Per tutta la Fase 2, comunque, tutti gli interventi di elezione non urgenti saranno ancora posticipati per ridurre al minimo l’affluenza negli ospedali, l’impatto sulle risorse e salvaguardare la ricettività del sistema sanitario. Inoltre la SIOT sconsiglia, fino a nuove indicazioni ministeriali e regionali, la mobilità sanitaria interregionale per gli interventi in regime di elezione.La Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia per il tramite della sua Commissione ha elaborato un documento di “Raccomandazioni SIOT” di maggiore applicabilità ed aderenza alla realtà assistenziale nazionale che in questo storico momento è in continua evoluzione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Necessario intervenire subito sugli affitti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 Maggio 2020

Alessio Russo rappresentante della U.C.E. UNIONE COMMERCIANTI ESERCENTI (Federazione Nazionale finalizzata alla difesa, rappresentanza, assistenza e tutela di quanti svolgano attività di commercio anche nei pubblici esercizi.) ha affermato oggi che è più che urgente intervenire sugli affitti e propone che lo Stato intervenga con un contributo al momento di una misura corrispondente a tre mesi di affitto. In sott’ordine ove lo Stato dovesse decidere di non poter intervenire al 100% di questa somma si propone:
a) Il conduttore versi 1/3 dell’affitto;
b) Il locatore rinunci ad 1/3 dell’affitto;
c) Lo Stato intervenga con 1/3 da dare al locatore con modalità da stabilire. In considerazione che le parti hanno ridotto le richieste lo Stato dovrebbe far pagare le tasse sull’immobile per 9/12;
d) Inoltre a partire da marzo 2020 i proprietari degli immobili pagheranno di tasse il 10% in meno di quanto pagano ora, misura che rimarrà anche negli anni futuri, accreditandone 1/3 ai locatori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: “Interventi della Protezione Civile puntuali ed efficienti”

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 aprile 2020

“Nella Commissione Ambiente abbiamo ascoltato i vertici del Dipartimento Sicurezza e Protezione Civile di Roma Capitale, dottor Giuseppe Savarese e dottor Giuseppe Morabito, circa gli interventi attuati sul territorio capitolino in materia di covid-19 con il supporto delle 90 associazioni di volontariato presenti sul territorio. Un’emergenza che Roma Capitale sta fronteggiando con la massima attenzione sin dal 25 febbraio, data in cui ha avuto luogo la prima riunione del Centro Operativo Comunale (C.O.C.), poi attivato in maniera permanente in data 10 marzo. Oltre quattromila le chiamate a cui il Dipartimento ha risposto, per lo più incentrate su richieste di pacchi alimentari, di ritiro buoni spesa e di supporto nelle spese quotidiane.
Richieste evase al 100% grazie alla preziosa e imprescindibile sinergia attuata con il Dipartimento Politiche Sociali che, adesso, dovrà fornire alla Protezione Civile, per le relative operazioni di distribuzione, la lista dei cittadini che beneficeranno di 40.000 nuovi pacchi alimentari. La Protezione Civile di Roma Capitale, divisa in due tronconi operativi per evitare catene di contagio che possano pregiudicarne l’operatività, è altresì impegnata in ulteriori azioni di supporto ad Ama, alle prese con le operazioni di sanificazione e di raccolta rifiuti nei Municipi maggiormente interessati dall’emergenza covid-19, e con il Dipartimento Tutela Ambientale attraverso la creazione di una catena di solidarietà finalizzata a donazioni di fieno e avena.
Durante la seduta abbiamo interloquito anche con i rappresentanti delle associazioni Animalisti Italiani, Lav, Earth, Leidaa ed Enpa, con le quali è stato attivato un protocollo mirato a fornire sostegno e solidarietà alle persone impossibilitate a portare a spasso i propri amici a quattro zampe. Sempre in tema di animali, proseguono regolarmente le attività di soccorso dell’ambulanza veterinaria. La Protezione Civile, inoltre, ha annunciato che a breve terrà una riunione finalizzata ad acquisire e recepire l’ultima direttiva del Ministero della Salute. Nelle prossime settimane, ulteriori sedute della Commissione saranno dedicate all’emergenza coronavirus e a ogni aggiornamento utile sull’argomento”. Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale Daniele Diaco.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Coronavirus: Fp Cgil, bene Toscana e E-R su interventi strutture private

Posted by fidest press agency su domenica, 19 aprile 2020

“La decisione assunta dalla Regione Toscana, che attraverso l’Asl Toscana Centro è subentrata nel controllo della gestione di 39 strutture sociosanitarie gestite dal privato, e quella annunciata dalla Regione Emilia-Romagna riguardo al divieto per le strutture private di effettuare test sierologici, vanno nella direzione giusta”. Ad affermarlo è la Fp Cgil nazionale.Di fronte all’emergenza determinata dall’epidemia, prosegue il sindacato, “è necessario che le istituzioni affianchino al loro ruolo di governance anche interventi diretti che, laddove si palesino inadeguatezze organizzative, speculazioni e rischi per la salute gli utenti e degli operatori, surroghino nella gestione i soggetti a cui questi servizi sono stati affidati o che si candidano a gestire pezzi dell’emergenza. In attesa del momento in cui si dovrà avviare una riflessione generale e matura sul tema appalti ed esternalizzazioni e sulla prova che parte del privato ha fornito in questo contesto drammatico, è questa la strada da seguire, e non quella del gioco allo scaricabarile a cui assistiamo in altre parti del Paese”, conclude la Fp Cgil.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinviare gli interventi del Green Deal Ue?

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2020

Greenpeace Italia ritiene che le richieste di rinviare gli interventi del Green Deal Ue a data non definita – giunte da diversi esponenti politici in Europa, tra i quali gli europarlamentari di Fratelli d’Italia (Ecr) – dimostrano ancora una volta la miopia di chi vuole continuare a mettere il profitto delle aziende prima della salute e del benessere dei cittadini.«Per uscire da questa pandemia, tutto ci serve tranne che aggravare il quadro generale del degrado ambientale e climatico che già viviamo», dichiara Alessandro Giannì, direttore delle campagne di Greenpeace Italia. «Gli interventi di stimolo economico che servono per uscire dalla crisi innescata da questa pandemia devono essere indirizzati nella direzione del Green Deal, come ribadito nelle ultime ore dalla stessa Commissione europea. Puntare altrove, regalando ancora una volta soldi pubblici ai soliti noti inquinatori, anziché mirare a un mondo più giusto e pulito, sarebbe l’ennesima pericolosa ingiustizia che ormai non possiamo più permetterci».Greenpeace crede che ci sia bisogno di un taglio netto con quelle politiche che hanno condotto all’attuale quadro generale di degrado ambientale, causa di sconvolgenti alterazioni degli ecosistemi planetari che probabilmente non sono estranee alle ricorrenti zoonosi, inclusa la tragica pandemia che stiamo affrontando.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Castelli: “Cura Italia prima misura, per interventi immediati”

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 aprile 2020

Roma. “Il Decreto Cura Italia è una prima misura, serviva per intervenire immediatamente in una situazione di emergenza, e lo abbiamo fatto su alcuni capi saldi. Il primo riguardo la sanità, dove abbiamo previsto l’assunzione di medici, infermieri e di personale tecnico e di biologi. In questi anni in cui noi siamo al Governo abbiamo sempre aggiunto fondi alla sanità, purtroppo nei dieci anni precedenti erano stati tagliati. Ma siamo in una situazione in cui servivano molte più risorse, e le abbiamo messe.
Abbiamo stanziato più soldi per la Protezione Civile, che sta gestendo l’emergenza ed a cui va tutto il nostro supporto. Ed abbiamo inserito alcune norme relative alla produzione di materiale sanitario, per fare anche in modo che la burocrazia non rallentasse la produzione.E poi c’è la parte del lavoro e quella per garantire liquidità alle imprese. L’idea è che nessuno debba perdere il proprio lavoro per colpa del coronavirus. Per questo abbiamo messo a disposizione risorse per la Cassa Integrazione, così l’impresa, in questo momento di stop, potrà riprogrammare senza lasciare a casa i lavoratori. Ed abbiamo previsto una serie di altre misure per i lavoratori atipici, le partite iva, gli stagionali”. Lo ha detto il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, durante una diretta Facebook con il Deputato Questore Francesco D’Uva.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’emergenza epidemiologica e gli ultimi interventi del Governo

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2020

Hanno costretto tutti i cittadini italiani a stravolgere comportamenti, abitudini e stili di vita. Un cambiamento di questa portata dev’essere anzitutto reso noto ai milioni di cittadini con modalità semplici, chiare ed esaustive, facilmente comprensibili dai cittadini della scuola dell’obbligo perché sono norme cui ognuno di noi deve attenersi e, a maggior ragione, se la loro violazione comporta delle denunce penali. Purtroppo, semplicità e chiarezza non hanno fino a oggi contraddistinto le norme per la gestione di questa emergenza.Sia chiaro: non si tratta di una critica sterile e fine a sé stessa bensì, in un momento così delicato per il Paese, di uno stimolo per migliorare l’azione governativa evidenziando le difficoltà per i cittadini..
In primo luogo, manca la semplicità di consultazione e la chiarezza degli atti normativi. Infatti, anziché prevedere un unico articolato che il cittadino può consultare facilmente, il governo è andato avanti a colpi di decreti (Decreti Legge e Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri) che hanno disorientato e disorientano il cittadino perché ogni provvedimento rimanda alla lettura di precedenti norme. Ecco un esempio di come perdersi anche leggendo poche righe:
Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 ha previsto una serie di disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6 fra le quali misure urgenti di contenimento del contagio nella regione Lombardia e in 14 province (articolo 1), misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus (articolo 2) e misure di informazione e prevenzione sull’intero territorio nazionale (articolo 3). L’articolo 5, poi, prevede che le disposizioni del decreto si applichino alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione. Poi, con successivo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 9 marzo 2020 si è esteso le misure di cui all’articolo 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 all’intero territorio nazionale. Inoltre, si è previsto sul territorio nazionale il divieto di ogni forma di assembramento e si è sostituita la lettera d) dell’articolo 1 del decreto dell’8 marzo 2020. Infine, all’articolo 2 del nuovo decreto, si è previsto la cessazione degli effetti delle misure di cui agli articoli 2 e 3 del precedente decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 ove incompatibili con la disposizione dell’articolo 1 del nuovo decreto. Restano quindi efficaci le misure dell’art. 5 (l’applicazione del dPCm 8 marzo alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione). Con ulteriore decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020 sono state dettate ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica sull’intero territorio nazionale. All’articolo 2 di tale decreto si prevede che cessino di produrre effetti, ove incompatibili con le disposizioni del nuovo decreto, le misure di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 e del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 9 marzo 2020. All’articolo 3, inoltre, è specificato che le disposizioni del nuovo decreto si applichino alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione.
La difficoltà maggiore sta nella delicata operazione ermeneutica consistente nel valutare la compatibilità o l’incompatibilità tra gli articoli 2 e 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 e l’articolo 1 del decreto Presidente del Consiglio dei ministri 9 marzo 2020 nonché la compatibilità / incompatibilità tra le misure previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020 da un lato e le misure di cui ai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 e 9 marzo 2020.
Un ulteriore problema nel problema è dato dall’applicazione delle misure previste nei decreti alle Regioni a statuto speciale e Province autonome di Trento e di Bolzano e dalla loro compatibilità/incompatibilità con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione.
È più semplice e di più agevole lettura e comprensione per il cittadino il predisporre, di volta in volta, un unico testo comprendente le misure di attuazione del decreto legge n. 6/2020 che non contenesse né rinvii né valutazioni di compatibilità con altre disposizioni. In altri termini un nuovo decreto integralmente sostitutivo dei precedenti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sindrome pronatoria: sintomi e interventi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 gennaio 2020

“Per sindrome pronatoria – spiega il chirurgo ortopedico Flavio Polliano del team PBS – si intendono un insieme di segni e di sintomi dovuti ad un’errata conformazione del piede con eccesso di valgismo del retropiede, adduzione dell’avampiede di compenso, riduzione della volta plantare, che ha come effetto principale una riduzione della forza di spinta dell’arco mediale e del primo raggio del piede.Il difetto meccanico si estrinseca in una difettosa distribuzione dei carichi in regione plantare che a sua volta provoca la sintomatologia dolorosa correlata al quadro clinico meglio conosciuto come piede piatto.La sindrome pronatoria si può riscontrare sia nell’adulto che nel bambino con caratteristiche decisamente differenti. Nel bambino le deformità sono “riducibili” e passibili di correzione sia grazie a meccanismi naturali legati alla crescita e allo sviluppo sia tramite tecniche correttive attive e passive. Nell’adulto lo stabilizzarsi e lo strutturarsi delle deformità (col passare del tempo sempre più caratterizzate dalla rigidità) porta allo sviluppo di diverse situazioni cliniche legate ora alla parte ossea (quadro artropatico della astragalo-scafoidea, sindrome della sotto-astragalica, altre) ora alle strutture capsulo legamentose e tendinee (vedi la tendinopatia del tibiale posteriore, la sindrome della coxa-pedis, le tendinopatie inserzionali del tendine d’Achille e della fascia plantare, altre).
Il primo approccio a questi quadri clinici è senza dubbio non chirurgico, laddove le deformità rispondono ancora in maniera soddisfacente alle tecniche fisioterapiche, ortesiche, farmacologiche. Una volta applicate tali procedure senza risultati apprezzabili sulla funzione e il quadro clinico sintomatologico, si può intervenire con le più diverse tecniche chirurgiche che devono vertere ad un miglioramento funzionale e meccanico della struttura podalica: la riduzione del valgismo calcaneare tramite osteotomie correttive, la ricostruzione della volta plantare tramite piccole ortesi senotarsiche (nel piede piatto del bambino) o artrodesi (blocchi articolari, nel piede piatto dell’ adulto), ritensionamenti tendinei e ricostruzioni (tenoplastiche) sia come gesto principale (lesioni lacerative tendinee, vedi lacerazione spontanea del tendine tibiale posteriore) che come gesto accessorio alle correzioni ossee, altre. Per concludere: una sola definizione include più situazioni cliniche a loro volta caratterizzate da deficit funzionali del piede che si traducono in una disparata serie di quadri sintomatici di non semplice inquadramento nosologico e senza dubbio di complesso trattamento sia esso ortopedico che chirurgico. http://www.ufficiostampa.milano.mi.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, Protezione Civile effettua 50 interventi in seguito al maltempo

Posted by fidest press agency su domenica, 3 novembre 2019

Roma. Sono stati 50 gli interventi effettuati dalla Protezione Civile di Roma Capitale per fronteggiare il maltempo delle ultime ore. In particolare hanno riguardato alberature e rimozione di rami caduti, che ostruivano la viabilità.Sono circa 60 le associazioni di volontariato operative su tutto il territorio capitolino, mentre 3 squadre del Servizio Giardini lavorano senza sosta in base alle necessità. Dieci nuclei della Protezione Civile sono stati inviati nelle aree più sensibili e nei punti in cui sono state registrate criticità: Prima Porta, Ostia, Monte Stallonara, Piana del Sole. In molti casi, è stato assicurato supporto a cittadini con problemi alle automobili.Il centro di coordinamento della Protezione Civile capitolina ė operativo con tutte le risorse in servizio dalla mezzanotte di ieri. Segue l’evolversi della situazione disponendo gli interventi ove necessari fino al termine dell’allerta meteo che si prevede possa rientrare nella notte, come indicato dal Sistema di Protezione Civile Regionale. Lo riferisce, in una nota, il Campidoglio.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »