Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘Intrauterine device’

Congresso International Federation of Gynecology and Obstetrics

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 ottobre 2012

Assobiotec, l’Associazione Nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie, che fa parte di Federchimica, parteciperà, dal 7 al 12 ottobre 2012, al XX congresso mondiale della FIGO, International Federation of Gynecology and Obstetrics. L’Associazione sarà infatti presente alla manifestazione con uno stand. Assobiotec riunisce, tra le altre, anche le imprese operanti nel settore della conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale, e si pone come obiettivo la regolamentazione del mercato, la promozione di una corretta informazione, nonché la collaborazione pubblico-privato per ottimizzare la qualità del servizio di conservazione e donazione delle cellule staminali del cordone ombelicale. In seno ad Assobiotec opera anche un tavolo di lavoro progettuale che intende stimolare l’attenzione su alcune azioni prioritarie. “Il nostro augurio è che anche in Italia il settore legato alla conservazione del sangue da cordone ombelicale possa crescere e svilupparsi in ragione delle evidenze scientifiche che mostrano il potenziale terapeutico che queste cellule possono avere in caso di ‘necessità’ sia per trapianti autologhi che eterologhi” sottolinea Alessandro Sidoli, presidente di Assobiotec. “Per favorire la cultura della conservazione del sangue cordonale e agevolare le famiglie che decidono in tal senso, sarebbe utile che venisse introdotta la possibilità, già a ridosso del parto, di effettuare le pratiche di autorizzazione alla conservazione “on line”. Altrettanto importante sarebbe ridurre il ticket per l’autorizzazione che oggi varia a livello regionale e che per il suo valore, intorno ai 300 Euro, incide sulla decisione dei genitori” prosegue Sidoli. “Le nostre imprese sono pronte, con le proprie risorse – conclude il Presidente di Assobiotec – a supportare il servizio pubblico nella conservazione del sangue cordonale, con l’obiettivo di raggiungere le 80.000 unità cordonali conservate, che è quanto ci chiede di fare l’OMS, in linea con quanto accade nella maggior parte dei paesi europei, che si sono attrezzati per avere pochi centri di raccolta in grado di conservare numerosissime unità di sangue cordonale”. (Alessandra Mancia)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Contraccettivi: l’uso sub-ottimale riduce l’efficacia

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 Mag 2012

Le donne sono poco informate sulla contraccezione dato che molte pensano che la pillola e il profilattico siano i metodi più sicuri, quando in realtà lo sono soltanto se usati in modo preciso e ottimale, mentre lo è solo il dispositivo intrauterino, la spirale o Iud, poiché è indipendente dalle modalità d’uso. Il tema è emerso da un’indagine condotta negli Stati Unti e pubblicata su American journal of obstetrics and gynecology, che ha evidenziato, per l’appunto. che su più di 4.100 donne, circa il 45% aveva questa convinzione su pillola e profilattico, ma anche sull’anello vaginale, su ormoni transdermici o iniettabili. Secondo David L. Eisenberg, a capo della ricerca, «i contraccettivi orali e il profilattico sono i più popolari ma non i più efficaci» poiché con il tasso annuale di gravidanze, in seguito a un “uso normale” quindi non perfetto, con la pillola è del 9%, con il profilattico sale tra il 18 e il 21%. Con lo Iud è tra lo 0,2 e lo 0,9%, proprio perchè non c’è un intervento della donna nel suomeccanismo contraccettivo. Ma anche in questo caso le donne vanno informate sulla durata della copertura che a seconda del dispositivo varia da tre a cinque fino a 10 anni e sugli effetti collaterali, come l’irregolarità del ciclo mestrual e. L’informazione sui tassi di fallimento con un “uso normale” del metodo, sostiene l’esperto,deve raggiungere non solo il pubblico, ma anche i medici che li suggeriscono, alcuni dei quali per altro nutrono dubbi sulla sicurezza dello Iud nelle donne che non hanno mai avuto figli, rispetto a infezioni e alterazione della fertilità, smentito però da valutazioni successivi degli enti regolatori.Am J Obstet Gynecol. 2012 Apr 6. [Epub ahead of print] (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »