Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘invenzione’

L’invenzione dei corpi di Pierre Ducrozet

Posted by fidest press agency su martedì, 4 Maggio 2021

Iguala, Messico, 2014. Un giovane professore di informatica sfugge miracolosamente a uno dei più feroci massacri perpetrati dalla polizia collusa coi narcos, quello dei quarantatré studenti della Scuola Rurale di Ayotzinapa in viaggio verso una manifestazione. L’orrore negli occhi, le ali ai piedi, la mente ottenebrata dal trauma, Álvaro Beltrán attinge da una rabbia antica come l’ingiustizia la forza per percorrere la traiettoria della sopravvivenza: il deserto, il filo spinato, gli Stati Uniti, San Francisco, la Silicon Valley. Ma la violenza che credeva di essersi lasciato alle spalle ha solamente cambiato volto. Caduto nella trappola di un magnate del web ossessionato dalla ricerca dell’immortalità, diventa cavia di una serie di esperimenti transumanisti che perseguono l’utopia di un uomo-macchina potenzialmente eterno: «la morte è un’ideologia come un’altra». Dietro il folle progetto non c’è soltanto lui, il miliardario che ha assoldato Álvaro, ma il gotha del mondo digitale: Mark Zuckerberg, Larry Page, Sergey Brin, Elon Musk… Obiettivo finale, la creazione di un’isola artificiale al largo di San Francisco, dove i «re del mondo» possano «creare in pace l’uomo e la società del futuro» con un’unica legge vigente, quella della loro volontà. Avventura letteraria capace di accogliere e inglobare temi estremi, fughe liriche, sequenze mozzafiato e suggestive digressioni paesaggistiche da road movie, L’invenzione dei corpi è un romanzo che racconta le sfide della modernità in un’esplorazione labirintica delle reti che stanno rimodellando la vita contemporanea, dal corpo umano al World Wide Web.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’invenzione dei corpi di Pierre Ducrozet

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2021

Collana Le strade In libreria dal 29 aprile Per i fan di Don DeLillo e J.G. Ballard, un romanzo che racconta le sfide della modernità in un’esplorazione labirintica delle reti che stanno rimodellando la vita contemporanea, dal corpo umano al World Wide Web. Un’avventura letteraria capace di accogliere e inglobare temi estremi, fughe liriche, sequenze mozzafiato e suggestive digressioni paesaggistiche da road movie. (Fazi Editore)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È italiana l’invenzione che abbatte i gas di scarico

Posted by fidest press agency su domenica, 16 agosto 2020

Milano. Il monossido di carbonio e il biossido di azoto, principali agenti di inquinamento prodotti dai fumi delle emissioni dei gas di scarico di automobili, aeroplani, centrali di riscaldamento domestico, fabbriche e impianti a combustione in genere, possono essere trasformati in materiali inerti grazie alla “Serpentina Sciau” brevettata da un inventore Milanese.L’inquinamento atmosferico e il riscaldamento globale sono temi di grande attualità che smuovono coscienze, creano allarme sociale e sono all’origine di numerose patologie, come bronchiti, irritazioni, allergie e immunodepressione.Grazie al brevetto di un inventore italiano, che può essere applicato su tutti gli autoveicoli e su tutti gli scarichi di emissione degli impianti a combustione, si profila la possibilità di eliminare completamente le emissioni nocive grazie ad un filtro a base di acqua e calce, molto economico e molto funzionale.Un dispositivo rivoluzionario, che provvede a raffreddare i tradizionali gas di scarico trasformando al tempo stesso il monossido di carbonio e il biossido di azoto in carbonato di calcio e vapore acqueo, ovvero materiali inerti e privi di impatto ambientale.Francesco Sciaulino, ex programmatore di software e appassionato di chimica, ha scoperto infatti che raffreddando i gas di scarico convogliandoli in una serpentina, è possibile abbattere la temperatura da 400° a 20° con la conseguente produzione di acidi innocui e sali che si disciolgono all’interno del filtro.“La serpentina Sciau è una invenzione semplice ed economica, se tutti gli impianti a combustione la utilizzassero potremmo risolvere i grandi problemi dell’inquinamento e del riscaldamento globale.Oggi i grandi movimenti ambientalisti si curano principalmente di manifestare, scioperare, fare flash-mob e ottenere visibilità sui social.Greta Thunberg ha coinvolto una intera generazione di giovani attivisti che non portano soluzioni, ma solamente lamentele e insofferenza. Le soluzioni ci sono ed è importante concentrarsi sugli aspetti tecnici ed operativi perchè bisogna superare ostacoli burocratici e istituzionali che spesso sono imposti da regole di mercato e da interessi tipici della società consumistica.Bisogna avere il coraggio di credere nelle soluzioni e attivarsi immediatamente per raccogliere i benefici nel più breve tempo possibile”, ha commentato l’inventore, Francesco Sciaulino. “Il segreto della Serpentina Sciau – prosegue l’inventore Milanese Sciaulino – è nella sua semplicità e nella sua economicità. E’ un filtro che ogni industria automobilistica può realizzare, sulla base di principi di chimica elementare e con l’utilizzo di prodotti a bassissimo costo: questo può garantire una applicazione e diffusione su larga scala, anche a tutte le numerose altre fonti di inquinamento termico quali aeroplani, navi, centrali termiche per il riscaldamento domestico, fabbriche e ovunque ci sia, in genere, una emissione di gas di scarico.L’ossido di carbonio si combina facilmente con l’emoglobina del sangue agendo come un veleno, mentre grazie alla Serpentina Sciau viene trasformato il CO2 in carbonato di calcio che a sua volta assorbe l’anidride solforosa (SO2) in CaSO4 ossia il comune gesso da edilizia, un materiale inerte e facilmente riciclabile. Anche la temperatura di utilizzo viene drasticamente abbattuta grazie al passaggio nei tubi della serpentina e ad un primo filtro che contiene acqua e questo, su larga scala, può rivelarsi una mossa vincente contro l’emergenza climatica.” (fonte: Comunicatistampa.net)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giuseppe Dossetti: L’invenzione del partito

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2016

bolognaBologna Giovedì 15 dicembre ore 18.00 Palazzo d’Accursio – Sala Farnese, Piazza Maggiore 6 in occasione del 20° anniversario della scomparsa di Giuseppe Dossetti, l’Associazione Zikkaròn, l’Istituto De Gasperi, l’Istituto Gramsci presentano il volume Giuseppe Dossetti, L’invenzione del partito a cura di Roberto Villa. Dopo i saluti di Virginio Merola, Davide Conte, introduce gli interventi di Paolo Pombeni e Carlo Galli, sarà presente il curatore.
Il titolo del libro dà conto proprio di questa sua tenace determinazione: “L’invenzione del partito”. Un esempio notevole della visione che egli aveva della funzione del partito e dell’impegno che fin da subito egli profuse per inventarlo è dato dalle dettagliatissime “disposizioni” che diede per la “Giornata della solidarietà popolare” indetta dalla Dc per il 1° novembre del ’45. La Giornata avrebbe dovuto essere, scriveva, “la dichiarazione e a un tempo l’inizio della concreta attuazionedi un programma di solidarietà di tutto il popolo italiano”. Si tratta di indicazioni molto ricche sul piano dei contenuti ideali, dei valori da mettere in campo, ma anche ricche di iniziative concrete che dessero corpo ai valori proclamati, e ricche di particolari organizzativi pensati con estrema cura. Dossetti arrivava dappertutto. In una nota del 25 novembre dello stesso anno scrive che il partito “non può lasciare avvicinare il periodo delle Feste senza consigliare i dirigenti degli uffici provinciali sulla opportunità di approfittare della ricorrenza natalizia per promuovere in tutte le sezioni riunioni atte a richiamare ai nostri aderenti la dottrina nostra sulla Famiglia”.Dossetti, nel secondo periodo in cui ebbe il ruolo di vicesegretario del partito, partecipa a tutte le riunioni della Giunta esecutiva centrale, che ha il compito di coordinare l’attività dei dirigenti del partito in tutti i settori, e ne tiene i verbali (perché non si fida del verbalizzatore ufficiale). E’ lui che predispone gli argomenti in discussione e quasi sempre è lui che ne svolgei contenuti avviando la discussione. In un anno partecipa a 31 sedute della Giunta, a cui vanno aggiunte ventisette riunioni della Direzione e una lunga serie di riunioni dei direttivi dei gruppi parlamentari e del collegio dei probiviri. Ma se Dossetti si occupa di ogni aspetto della politica del partito (e nel libro, ad esempio, si trovano brevi ma assai interessanti annotazioni sul concetto di democrazia sostanziale e sulle critiche da lui mosse alla politica economica impostata da Pella), straordinaria è l’attenzione che egli dà a rendere il partito stesso un organismo davvero vivo e vitale, partecipato da ogni singolo aderente e in grado di trarre da ogni singolo aderente la linfa vitale per la sua azione politica: si veda la scheda predisposta per i comizi dedicati alla “vitalizzazione del partito”.Vi sono, poi, nel libro pagine insolite. Come la lettera scritta nell’agosto 1950 a Luigi Carraro, professore di diritto privato e segretario regionale della Dc veneta, in cui con grande umiltà scrive: “Vorrei che tu mi aiutassi a fare il mio bilancio, indicandomi anche le mancanze e gli errori che io non ho saputo vedere”. O le brevi lettere scritte a Mario Scelba, più tardi, nel ’54, quando Scxelba divenne primo ministro, e poi nel 1959, al tempo della sua ordinazione sacerdotale: in esse c’è la testimonianza, come nota Roberto Villa, di come Dossetti, pur nella divergenza politica, seppe tenere forti rapporti amicali con gli uomini provenienti dall’esperienza del popolarismo sturziano. Il volume è edito dalle Edizioni Zikkaron, promosse a Marzabotto dalla cooperativa Koinonia fondata nel 1999 da alcuni membri della Piccola Famiglia dell’Annunziata, la comunità a cui Dossetti ha dato vita a metà degli anni ’50.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

La fine della privacy

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 dicembre 2010

Lettera al direttore. Qualche anno fa  (giugno 2006)  alcuni quotidiani pubblicavano questa mia: “Sono persuasa, che se un giorno uno scienziato fosse sul punto di realizzare un’apparecchio capace di intercettare i pensieri,  sarebbe eliminato (lui, non l’apparecchio!) in men che non si dica, non da persone con la coscienza pulita, ma da persone con la coscienza sporca. Se invece la geniale invenzione si diffondesse, e fosse alla portata di tutti, la gente semplice, buona e onesta, con tutta probabilità riuscirebbe ad adattarsi alla nuova situazione; ma per i delinquenti, per i banditi, ed anche per tanti uomini potenti, galantuomini solo all’apparenza, la vita sarebbe impossibile. Una vera tragedia. La fine della privacy… ma forse, chissà, l’inizio di un mondo migliore”. Assange non ha letto nel pensiero dei potenti, però, nel suo piccolo, ha fatto qualcosa di analogo. Ma i potenti non hanno fatto in tempo ad eliminarlo, ed intanto, nel loro piccolo, lo hanno arrestato. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno “Il brevetto per invenzione industriale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Udine 3 dicembre alle 14.30 in Sala Valduga (sede Cciaa, piazza Venerio 7), saranno illustrate le novità apportate dal decreto ministeriale del 27 giugno 2008 con cui è stata introdotta, per le domande di brevetto per invenzione industriale depositate in Italia dal 1° luglio 2008, la ricerca di anteriorità svolta dall’Ufficio Europeo Brevetti (Epo). Con questa novità, il richiedente riceve una prima valutazione sull’invenzione, utile anche per decidere se estendere la domanda all’estero. Nel mondo attuale, con la crescente globalizzazione, è rilevante poi la tutela legale contro la contraffazione del brevetto: durante l’incontro saranno approfonditi gli strumenti cautelari che garantiscono la tempestività dell’azione giudiziaria. L’appuntamento, rivolto alle Pmi ma aperto a tutti, è tra le iniziative finanziate dalla Regione Fvg con la legge sull’innovazione (26/2005), nell’ambito del Progetto 2009 sulla diffusione della cultura brevettuale per le Pmi regionali. Dopo l’introduzione del presidente della Cciaa di Udine, Giovanni Da Pozzo, interverranno Riccardo Coppo, dirigente dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, che fornirà una panoramica sui rapporti di ricerca dell’European Patent Office sui brevetti per invenzione industriale; Davide Luigi Petraz dello Studio Glp (Udine) che parlerà dei provvedimenti cautelari contro la contraffazione dei brevetti, con una parentesi sulle norme in Cina, e Lorenzo Sirch, commercialista udinese che affronterà il tema della valutazione economica dei brevetti. La partecipazione al convegno è gratuita.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Luoghi di Valore III° Edizione

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

luoghiTreviso fino al 7/2/2010 via Cornarotta, 7 (Palazzi Bomben) Fondazione Benetton mostra delle segnalazioni per la terza edizione del concorso Luoghi di Valore indetto dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso allo scopo di individuare e portare all’attenzione nella nostra provincia luoghi nei quali la condizione dei patrimoni di natura, di memoria e di invenzione sia tale da contribuire alla elevazione della cultura, del gusto e della qualità della vita delle persone e delle comunità che li abitano o li visitano.  Il concorso, che si rivolge direttamente a cittadini, studenti, insegnanti, studiosi, professionisti, enti e autorità pubbliche, attraverso un bando pubblicato lo scorso dicembre, ha raccolto in questa terza edizione 156 segnalazioni che si vanno ad aggiungere alle 146 ricevute nella prima edizione (2007) e alle 188 della seconda edizione (2008).
Nella mostra sono disponibili tutti i materiali che i partecipanti al concorso hanno consegnato per raccontare i -loro- luoghi di valore, riordinati e allestiti in modo tale da permettere la visione complessiva dei luoghi segnalati e la consultazione di tutta la documentazione cartacea, delle pubblicazioni donate, delle gallerie fotografiche in formato elettronico e dei filmati relativi a ciascuna segnalazione. Come nella due precedenti edizioni, i visitatori della mostra sono invitati ad esprimere la propria preferenza per uno dei luoghi segnalati attraverso le cartoline voto. La Giuria designerà i luoghi meritevoli del riconoscimento di Luoghi di valore 2009 anche tenendo conto delle riflessioni che emergeranno nel corso dell’esposizione. Come previsto dal bando, il riconoscimento sarà motivato dalla Giuria e discusso pubblicamente entro la chiusura della mostra. (luoghi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

X Convention Mondiale Ciao Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

15 – 18 aprile 2009, Bari e Lecce Una convention ‘meridionalista’ e kennediana ‘Viaggio nel Mezzogiorno d’Italia’. E’ il titolo dell’ultimo libro di Bartolo Ciccardini, ma potrebbe anche essere il titolo della ‘quattro giorni’ della X Convention Mondiale di Ciao Italia, una full immersion nel Mezzogiorno d’Italia, a 30 anni dall’ “invenzione’ di Ciao Italia. Nel libro è contenuta una tesi: “l’Italia c’è se il Meridione se ne fa carico”. La più grande impresa italiana del secolo scorso, la diffusione globale del ristorante italiano, può superare la crisi (e con lei Ciao Italia), se l’Italia se ne fa carico e se il Mezzogiorno la ‘alleva’ con la tenacia con cui ha costruito l’ostinato terrazzamento dei costoni che produce uno speciale pomodoro, “tosto come un melone, sugoso come uva, profumato di verde come mentuccia selvatica, rosso come corallo profondo, acidulo come il primo bacio, dolce come il fieno appena tagliato”: il pomodoro di Montepertuso, e chi non lo conosce “non sa cosa è un pomodoro”. Ma: “l’Italia ci sarà sullo scenario economico e culturale mondiale se i ristoratori italiani nel mondo saranno capaci di fare sistema per dare una rete ed una risorsa in più al loro Paese” così Bartolo Ciccardini, Presidente mondo e fondatore di Ciao Italia. Ciccardini, infatti, ha ufficializzato lo scorso venerdì 20 marzo il ‘titolo’ (una citazione kennediana) della Convention: “Non chiedetevi che cosa l’Italia può fare per voi, chiedetevi cosa voi potete fare per l’Italia”. E, sempre venerdì, giusto per non prendersi mai troppo sul serio, ha ufficializzato anche il ‘logo’ della convention: è un Re di Coppe delle carte da gioco napoletane, che al posto della corona ha un superbo cappello da Maestro di cucina, sintesi di arte e di fantasia popolare.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »